Polmonite bilaterale

La polmonite bilaterale è una lesione infiammatoria di entrambi i polmoni. Prima di tutto, gli alveoli e il tessuto interstiziale sono interessati, quindi l'infiammazione si diffonde a tutti gli elementi strutturali del tessuto polmonare. Il tasso di mortalità della malattia raggiunge il 9%; La polmonite bilaterale è particolarmente pericolosa per i bambini, gli anziani e le persone con immunità indebolita.

Cause e fattori di rischio

Gli agenti causali della polmonite bilaterale sono spesso microrganismi gram-positivi. Dal 40 al 60% dei casi della malattia sono causati da pneumococchi; meno spesso - stafilococchi e streptococchi. A volte gli agenti causali della polmonite bilaterale sono micoplasmi, clamidia, virus, funghi e alcuni batteri gram-negativi - bacillo emofilo, bacillo di Friedlander, enterobacteriaceae, E. coli, Proteus, Legionella, ecc. Spesso si notano casi di infezioni miste.

Con la polmonite primaria, l'infezione si verifica da goccioline trasportate dall'aria, ma molto spesso c'è un'infezione secondaria che si è sviluppata sullo sfondo di un processo infiammatorio prolungato nel sistema respiratorio. Il focus principale dell'infezione, di regola, è nel rinofaringe: nella bocca, nelle tonsille e nei seni paranasali. La polmonite bilaterale è spesso una complicazione di influenza, infezioni virali respiratorie acute, tonsillite e malattie croniche del sistema respiratorio, come sinusite, sinusite frontale, tonsillite, tubercolosi e soprattutto bronchite deformante cronica. Nella forma generalizzata della malattia, l'infezione viene trasportata nei polmoni con flusso sanguigno dai reni, dagli organi pelvici e dalla cavità addominale. Nei pazienti indeboliti, lo sviluppo della malattia è possibile sullo sfondo della soppressione dell'immunità e della riproduzione intensiva della microflora condizionatamente patogena.

I fattori di rischio per lo sviluppo di polmonite bilaterale includono:

Nei bambini piccoli sono considerati fattori predisponenti anche la diatesi essudativa-catarrale e la tendenza alle reazioni iperergiche..

La polmonite bilaterale di origine non infettiva può essere innescata dall'esposizione a sostanze tossiche, allergeni e radiazioni ionizzanti, nonché lesioni al torace, operazioni sulla cavità toracica, corpi estranei che entrano nei bronchi e tromboembolia di piccoli rami dell'arteria polmonare.

Forme

Con la polmonite bilaterale negli adulti, i lobi inferiori dei polmoni sono più spesso colpiti; per i bambini, la forma polisegmentale della malattia è più caratteristica. La polmonite bilaterale del lobo inferiore si sviluppa sullo sfondo di un processo infettivo cronico, immunosoppressione prolungata e malattie sistemiche, accompagnata da congestione dei lobi inferiori dei polmoni, ad esempio con insufficienza cardiaca. A causa della tendenza alla rapida progressione e alla formazione di una grande quantità di infiltrati, la polmonite bilaterale polisegmentale è caratterizzata da un decorso più grave e un alto rischio di sviluppare insufficienza respiratoria.

fasi

Lo sviluppo del processo infiammatorio nella polmonite bilaterale in assenza di complicanze si verifica in quattro fasi.

  1. Vampate di calore (12–72 ore) - un forte riempimento di sangue dei vasi polmonari e la formazione di essudato fibrinoso negli alveoli.
  2. Epatizzazione rossa (da 1 a 3 giorni) - compattazione del tessuto polmonare con comparsa di eritrociti nell'essudato alveolare.
  3. Epatizzazione grigia (da 2 a 6 giorni) - decadimento degli eritrociti e migrazione attiva dei leucociti negli alveoli.
  4. Risoluzione: ripristino della normale struttura del tessuto polmonare.

La polmonite bilaterale da lieve a moderata di solito guarisce in 3-4 settimane. Nel 70% dei casi, si verifica il completo recupero del tessuto polmonare; meno spesso aree di pneumosclerosi (20%) e sostituzione del tessuto connettivo (7%).

Sintomi di polmonite bilaterale

Il quadro clinico della polmonite bilaterale è determinato dal rapporto tra sintomi broncopolmonari e di intossicazione, la cui intensità dipende dal tipo di agente patogeno, dallo stato del sistema immunitario e dalla forma della malattia.

Con danni ai lobi inferiori dei polmoni, i sintomi della polmonite bilaterale includono:

  • condizioni subfebriliche prolungate e forti fluttuazioni giornaliere della temperatura corporea con un'ampiezza di 0,5-1 ° C in un decorso semplice della malattia e 1-2 ° C in caso di complicanze;
  • debolezza generale e sudorazione profusa;
  • pallore della pelle e cianosi del triangolo nasolabiale;
  • forte dolore toracico con una chiara localizzazione, aggravato da un respiro profondo, tosse e posizione inclinata del corpo.

Nei primi due giorni della malattia, la tosse rimane secca, quindi appare espettorato mucopurulento, che può contenere una miscela di sangue. La presenza di mancanza di respiro dipende dalla gravità del processo infiammatorio: dalla sensazione di mancanza d'aria durante l'esercizio fisico al soffocamento a riposo.

La crescente intossicazione del corpo con polmonite bilaterale si manifesta con disturbi neurologici e addominali:

La polmonite bilaterale polisegmentale è caratterizzata da uno stato febbrile con brividi e sudorazione abbondante; debolezza muscolare, mancanza di respiro, dolore al torace, articolazioni e muscoli, frequenti attacchi di tosse e produzione di grandi quantità di catarro. Con l'edema delle pareti bronchiali, la respirazione del paziente è accompagnata da respiro sibilante, in casi complicati, si sviluppano rapidamente segni di respirazione acuta e insufficienza cardiaca.

Polmonite bilaterale in un bambino

In considerazione del quadro clinico cancellato, la polmonite bilaterale è particolarmente pericolosa per i bambini. I genitori dovrebbero chiamare un'ambulanza e insistere sul ricovero in ospedale e su un esame approfondito del bambino quando compaiono i seguenti segni:

  • rigetto del seno;
  • letargia e sonnolenza;
  • pallore della pelle, trasformandosi in cianosi;
  • fiato corto;
  • temperatura corporea superiore a 37 ° C per due giorni.

Entro 14 giorni dopo aver sofferto di raffreddore o influenza, i bambini in età prescolare e gli studenti più giovani possono sviluppare polmonite polisegmentale bilaterale. Le caratteristiche anatomiche del tratto respiratorio superiore nei bambini di età inferiore a 12 anni, in particolare, la piccola lunghezza della trachea e la compressione dei seni pleurici, insieme al sottosviluppo del tessuto linfoide e alla bassa attività dell'immunità antibatterica, contribuiscono alla rapida diffusione del processo infiammatorio nei polmoni.

Diagnostica

Una diagnosi preliminare viene fatta da un medico o pneumologo sulla base di un esame fisico, in particolare un quadro auscultatorio delle lesioni polmonari bilaterali. Le principali manifestazioni del processo infiammatorio nei polmoni includono:

  • respiro affannoso;
  • rantoli bagnati frizzanti e frizzanti medi;
  • crepitio sopra i fuochi dell'infiammazione;
  • ottusità del suono delle percussioni;
  • aumento della broncofonia;
  • rumori di attrito pleurico;
  • suoni del cuore smorzati.

Al fine di chiarire la diagnosi, viene eseguita una radiografia dei polmoni. Quando il parenchima è danneggiato, le immagini mostrano oscuramenti di varie dimensioni e localizzazione, spostamento dei fogli pleurici ed espansione dei seni paranasali e, nel caso della diffusione del processo infiammatorio al tessuto interstiziale, un aumento del modello polmonare.

Un esame del sangue generale mostra un aumento dell'ESR fino a 30-50 mm / ora e leucocitosi con un aumento della percentuale di cellule pugnalate nella formula dei leucociti fino al 6-30%. La microscopia e la coltura batterica dell'espettorato e dei lavaggi nasofaringei consentono di identificare il tipo di agente patogeno e determinare la sensibilità di questo ceppo ai farmaci antibatterici e antivirali.

Al fine di monitorare l'efficacia della terapia nella terza o quarta settimana della malattia, viene eseguita una radiografia di controllo dei polmoni. Dopo essere stato dimesso dall'ospedale, il paziente viene registrato presso il dispensario per un anno, sottoposto a periodici esami da un pneumologo. L'emocromo completo, l'esame batteriologico dell'espettorato e la fluorografia vengono eseguiti due volte l'anno.

Trattamento della polmonite bilaterale

La strategia terapeutica per la polmonite bilaterale si basa su una combinazione di approcci etiotropici e sintomatici. Oltre alla terapia antibatterica o antivirale specifica, vengono prese misure per eliminare l'ostruzione delle vie aeree e aumentare il volume vitale del polmone, stimolare l'immunità e disintossicare il corpo..

Oltre ai farmaci anti-infettivi, al paziente vengono prescritti farmaci mucolitici ed espettoranti, vitamine per rafforzare i vasi sanguigni, inalazioni terapeutiche e broncoscopia. L'intossicazione grave è alleviata dall'infusione endovenosa di soluzioni di glucosio-salino. Per combattere i disturbi funzionali, è indicata la terapia post-sindrome; con grave insufficienza respiratoria, vengono utilizzate ossigenoterapia e ventilazione artificiale. A causa dell'elevato rischio di complicanze, il trattamento della polmonite bilaterale viene effettuato in ospedale.

Dopo che l'infiammazione acuta si attenua, vengono mostrate procedure fisioterapiche che accelerano il recupero del tessuto polmonare:

Dopo aver sofferto di polmonite, si raccomanda al paziente di praticare esercizi di respirazione e terapia fisica, profilare trattamenti resort-sanatorio, permanenza prolungata all'aria aperta e una dieta fortificante ricca di vitamine, microelementi e proteine ​​facilmente digeribili..

La mortalità nella polmonite bilaterale raggiunge il 9%; è particolarmente pericoloso per i bambini, gli anziani e le persone con immunità indebolita.

Possibili complicazioni e conseguenze

Le complicanze della polmonite bilaterale sono classificate in polmonare ed extrapolmonare. Il primo include la sindrome ostruttiva, l'ascesso e la cancrena del polmone, la pleurite e l'insufficienza respiratoria acuta; al secondo - insufficienza cardiopolmonare acuta, shock tossico infettivo, meningite e meningoencefalite, miocardite ed endocardite, glomerulonefrite, anemia, ecc. L'inizio tardivo del trattamento aumenta la probabilità di complicanze.

previsione

La polmonite bilaterale da lieve a moderata di solito guarisce in 3-4 settimane. Nel 70% dei casi, si verifica il completo recupero del tessuto polmonare; meno spesso si formano aree di pneumosclerosi (20%) e sostituzione del tessuto connettivo (7%). La probabilità di ridurre o ridurre il segmento o il lobo interessato dall'infiammazione è del 3%. Con un decorso prolungato e complicato della malattia, nonché con immunodeficienze, infezione nosocomiale, comparsa di complicazioni purulente e tossiche e resistenza del patogeno alla terapia antibiotica, la prognosi è meno favorevole.

Prevenzione

La prevenzione della polmonite di tutti i tipi consiste nel rafforzare l'immunità, compresa la nutrizione razionale e il temperamento del corpo, nonché la lotta alla polvere e all'inquinamento atmosferico, il trattamento tempestivo delle malattie respiratorie, il rifiuto delle cattive abitudini e la riabilitazione dei focolai cronici di infezione. Lo stato della cavità orale e il trattamento tempestivo della carie sono di grande importanza. È importante per le persone indebolite e i bambini spesso malati evitare l'ipotermia, lo stress e uno sforzo fisico eccessivo, osservare un regime quotidiano moderato ed eseguire esercizi di respirazione. Recentemente, è stata praticata la vaccinazione contro pneumococco e Haemophilus influenzae nei bambini e negli adulti a rischio.

Polmonite bilaterale: come curare la polmonite?

La polmonite bilaterale è un processo infiammatorio nei polmoni, che è spesso causato dalla penetrazione di batteri patogeni (ad esempio pneumococchi) nei tessuti del sistema respiratorio. Lì i batteri si moltiplicano attivamente, distruggendo le cellule. Naturalmente, un organismo assolutamente sano e forte viene mobilitato per combattere questo processo. Ma se una persona è indebolita, la sua immunità si riduce, di conseguenza, la resistenza del corpo non è così efficace.

La polmonite è abbastanza comune. A volte si manifesta come conseguenza di raffreddori o malattie infettive del tratto respiratorio superiore. Tra tali malattie, la polmonite bilaterale è la più pericolosa. Un trattamento errato o prematuro può portare a gravi conseguenze e persino alla morte..

La polmonite unilaterale è molto più comune della polmonite bilaterale. E provoca danni meno evidenti al corpo. Il più grande pericolo è che i polmoni siano compromessi. Di conseguenza, tutti gli organi interni mancano di ossigeno, il che porta alla carenza di ossigeno e alle complicazioni del normale lavoro..

Cause di polmonite bilaterale

Il motivo principale è la diffusione di batteri patogeni nei tessuti del sistema respiratorio. Inizialmente, entrano nel naso, quindi colpiscono la trachea, la laringe, i bronchi e i polmoni stessi. Di norma, i patogeni che causano la polmonite sono pneumococchi, stafilococchi, emofilo influenzae e alcuni altri.

Ma non è solo uno scoppio contagioso che può causare infiammazione. Il trattamento improprio di ARVI o influenza in alcuni casi termina precisamente con la polmonite.

Un sistema immunitario indebolito svolge un ruolo importante. Un corpo sano è in grado di stroncare l'insorgenza della malattia sul nascere, ma un sistema immunitario stanco potrebbe semplicemente non vedere la fase iniziale ed è troppo tardi per impegnarsi in una battaglia con i batteri.

Fattori di rischio

Oltre alle cause della polmonite bilaterale, ci sono molti fattori che possono spingere lo sviluppo della malattia nel corpo:

  1. storia di malattie croniche dell'apparato respiratorio;
  2. un forte calo di temperatura nell'ambiente. E non è solo un calo di temperatura. In effetti, il corpo nel suo insieme è influenzato non solo dall'ipotermia, ma anche dal surriscaldamento;
  3. condizioni naturali inaccettabili;
  4. insufficienza cardiaca;
  5. età.

Sintomi

Le manifestazioni primarie di polmonite bilaterale sono molto simili a influenza, infezioni respiratorie acute, infezioni virali respiratorie acute, bronchite. Pertanto, i medici devono spesso affrontare un'opzione trascurata. Per qualche ragione, la maggior parte delle persone raramente si reca presso istituti medici con tali manifestazioni, ma vengono curati da soli con il consiglio di amici intimi o parenti. Di conseguenza, la situazione può essere notevolmente aggravata. Quindi, come si manifesta la polmonite bilaterale??

  • Un aumento significativo della temperatura corporea. Se la febbre (38 e oltre) dura più di tre giorni, è urgente consultare un medico. Di norma, con raffreddori comuni, la temperatura aumenta entro due giorni, ma se si verifica un forte processo infiammatorio nel corpo, non lo fa per diversi giorni;
  • La tosse è sia secca che umida;
  • Diminuzione dell'appetito;
  • Debolezza;
  • Sono possibili sensazioni dolorose quando si respira;
  • Fiato corto;
  • in alcuni casi, c'è una leggera decolorazione blu della punta delle dita e dell'area intorno alle labbra.

Diagnostica e trattamento

Per diagnosticare una malattia così grave come la polmonite bilaterale, il medico deve esserne completamente sicuro. Pertanto, una semplice ispezione non è sufficiente. Al minimo sospetto di questo disturbo, il medico indirizza il paziente a una radiografia. L'immagine mostra chiaramente l'effetto dannoso dei batteri sul tessuto polmonare sotto forma di oscuramento.

Se la polmonite bilaterale è visibile durante un esame radiografico, il medico inizia immediatamente il trattamento, ma allo stesso tempo continua a chiarire i segni più approfonditi della malattia. Ad esempio, utilizzando l'analisi dell'espettorato. Questo test aiuta a identificare i batteri specifici che hanno scatenato l'infiammazione. E anche viene prescritto un esame del sangue generale.

Trattamento degli adulti

Se la polmonite bilaterale negli adulti non è complicata da malattie croniche o segni di un decorso grave della malattia, il trattamento può essere effettuato in regime ambulatoriale. Ma sotto la stretta supervisione di un professionista sanitario qualificato. Ma spesso il paziente deve ancora essere ricoverato in ospedale.

Al fine di selezionare il trattamento appropriato, il medico deve tenere conto di molti fattori:

  • età;
  • la gravità della malattia;
  • controindicazioni a qualsiasi farmaco;
  • il decorso della malattia;
  • tipo di batteri.

Per combattere la polmonite bilaterale, vengono prescritti antibatterici, antipiretici, espettoranti e antistaminici. Allo stesso tempo, lo sviluppo positivo degli eventi dipende dal comportamento del paziente e dalla chiara attuazione delle raccomandazioni del medico curante.

Oltre ai suddetti farmaci, al paziente viene prescritto:

  1. Bevi molti liquidi. Un effetto collaterale della temperatura corporea elevata è la disidratazione. Pertanto, è necessario ricostituire le riserve del corpo. Inoltre, il liquido rimuove rapidamente le sostanze tossiche dal corpo;
  2. Stretta aderenza al riposo a letto;
  3. Migliorare il funzionamento del sistema immunitario. Per questi scopi, vengono prescritte vitamine;
  4. Cibo ipercalorico. La polmonite bilaterale è una malattia complessa che richiede una dieta specializzata per il paziente;
  5. Nel caso in cui il paziente abbia fame di ossigeno, gli vengono assegnate inalazioni speciali;
  6. Quando la polmonite inizia a retrocedere, è possibile utilizzare la terapia fisica e esercizi di respirazione appositamente progettati.

Poiché la polmonite bilaterale è considerata una malattia grave e pericolosa, dopo un completo recupero, il paziente viene messo su un conto speciale presso la clinica locale. Pertanto, ha periodicamente bisogno di visitare il suo medico e fare i test necessari, nonché condurre studi fluorografici in modo tempestivo..

Se un bambino ha la polmonite bilaterale

Il trattamento di bambini e adulti, ovviamente, presenta alcune differenze. Inoltre, il bambino è più suscettibile a questo disturbo. La polmonite bilaterale può agire come una complicazione dopo aver subito malattie come:

Molto meno spesso, ci sono casi di polmonite a seguito di un calo della temperatura ambiente (ipotermia, surriscaldamento) o disidratazione, nonché a causa di patologie congenite del tratto respiratorio o lesioni.

Un bambino è molto più sensibile di un adulto. Ciò è dovuto alle caratteristiche anatomiche del corpo del bambino e facilita l'ingresso di batteri patogeni nel corpo. Nel corpo di un bambino, a differenza di un adulto, la polmonite si sviluppa rapidamente. Pertanto, i segni primari della malattia compaiono già dal 2 ° al 5 ° giorno. Il bambino ha una temperatura di oltre 38 gradi, anche dopo aver assunto potenti farmaci antipiretici per più di 3 giorni. La temperatura è accompagnata da brividi, dolore nella zona del torace (può irradiarsi alla scapola). Il bambino ha una respirazione pesante e rapida e tosse.

A discrezione del medico, il trattamento può essere effettuato in regime ambulatoriale, ma ci sono gruppi di bambini ai quali si raccomanda di essere ricoverati ai primi segni di polmonite:

  1. i neonati;
  2. bambini che hanno complicazioni;
  3. bambini che hanno subito un trattamento ambulatoriale, ma non si sono ripresi.

Il trattamento ambulatoriale include:

  • stretta aderenza al riposo a letto:
  • frequente ventilazione della stanza in cui si trova il bambino (almeno 3 volte al giorno);
  • pulizia giornaliera bagnata;
  • bevanda abbondante;
  • massaggio;
  • assicurare il rigoroso rispetto degli ordini del medico.

Complicanze dopo la polmonite

Anche le malattie non così gravi possono causare una serie di complicazioni, per non parlare della polmonite. Se il trattamento non era adatto o ritardato, esiste il rischio di incontrare:

  • pleurite;
  • disturbi respiratori;
  • la formazione di edema o ascesso nei polmoni.

Naturalmente, curare la polmonite è più difficile che prendere misure preventive:

  1. non trascurare le regole di igiene personale. Dopotutto, i batteri che causano il processo infiammatorio possono entrare nel corpo con le mani sporche;
  2. condurre uno stile di vita sano;
  3. ottenere vaccinazioni antinfluenzali tempestive.

Polmonite bilaterale: trattamento e sintomi, pericolo

Polmonite bilaterale in un adulto e un bambino: trattamento e sintomi.

Polmonite bilaterale - infiammazione di entrambi i polmoni.

Il processo infettivo e infiammatorio copre l'intera struttura del tessuto polmonare.

La raccolta di dati statistici ha mostrato che una forma di polmonite si sviluppa almeno una volta nella vita in 15 persone su 1000.

Descrizione della polmonite bilaterale

La polmonite bilaterale è caratterizzata dalla presenza di tessuto polmonare interessato nei lobi del polmone destro e sinistro.

La gravità della malattia dipende dal grado del suo sviluppo.

Per valutarlo in base alle conclusioni di un medico, è necessario ricordare che i polmoni di una persona non sono gli stessi: quello destro è costituito da tre lobi e quello sinistro è costituito da due.

La polmonite bilaterale il più delle volte non si sviluppa in due polmoni allo stesso modo. La forma della malattia può essere diversa.

Esistono diversi tipi di polmonite.

La polmonite può essere:

Il pericolo di polmonite è:

  • violazione dello scambio di gas;
  • la possibilità di avvelenamento del sangue (sepsi), ascesso;
  • avvelenamento del corpo a causa della distruzione del tessuto polmonare;
  • la probabilità di sviluppare uno shock tossico infettivo;
  • probabilità relativamente elevata di morte.

Sintomi di polmonite bilaterale

I sintomi possono variare in modo significativo a seconda dell'agente causale della malattia e della sua forma.

Nella maggior parte dei casi, esiste:

  • debolezza e affaticamento;
  • aumento della temperatura fino a 38 gradi;
  • mal di testa e dolori muscolari;
  • brividi e sudorazione;
  • tosse secca e umida con catarro (mucoso o sanguinante);
  • scarso appetito;
  • dolore al petto durante la respirazione o la tosse;
  • tachicardia;
  • dispnea;
  • bassa pressione sanguigna;
  • respiro sibilante quando si ascolta il petto;
  • pallore e cianosi del triangolo nasolabiale;
  • sintomi di intossicazione.

Con danni ad entrambi i polmoni, nota:

  • brividi gravi;
  • dolore al petto su entrambi i lati;
  • dolore che "irradia" alla schiena e all'area tra le scapole.

Cause di polmonite bilaterale

La polmonite è causata da virus e microrganismi, ma sono necessari ulteriori fattori per il suo sviluppo..

È più probabile che tu abbia la polmonite con:

  • ipotermia;
  • raffreddori frequenti;
  • beriberi;
  • allergie e immunità debole;
  • un difetto del tensioattivo;
  • malattie oncologiche;
  • realizzazione di ventilazione artificiale e anestesia generale;
  • oltre 60 anni;
  • malattie respiratorie croniche.

Le persone che si ammalano e tossiscono spesso devono monitorare attentamente la loro salute polmonare..

Per loro, è consigliabile per qualsiasi tosse visitare uno specialista che ascolterà il torace per respiro sibilante.

Il trattamento iniziato in tempo è molto efficace e termina con successo e rapidamente.

Diagnosi di polmonite bilaterale

Se sospetti una polmonite, devi superare un esame del sangue clinico.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata agli indicatori crescenti:

  • leucociti;
  • ESR;
  • pugnalare i neutrofili.

Se vengono rilevati più di 10 * (10 ^ 9) leucociti, la probabilità di sviluppare polmonite viene considerata elevata.

Se il loro numero è inferiore a 3 * (10 ^ 9) o superiore a 25 * (10 ^ 9), parleremo di una forma grave della malattia.

Il modo più semplice e conveniente per vedere la polmonite è una radiografia del torace nella proiezione frontale o laterale.

Questo metodo di esame consente di valutare il grado di danno al tessuto polmonare e di monitorare l'efficacia del trattamento.

Una diagnosi più accurata consiste nell'eseguire una tomografia computerizzata dei polmoni.

È nominata se:

  • L'esame radiografico non ha mostrato infiammazione;
  • la polmonite si ripete più di tre volte nello stesso posto nei polmoni;
  • le condizioni del paziente non corrispondono all'infiammazione, che è stata mostrata dai raggi x.

Esiste una tecnica speciale per determinare il livello di saturazione del sangue con anidride carbonica e ossigeno - pulsossimetria.

Con il suo aiuto, il medico può identificare l'insufficienza respiratoria.

Trattamento della polmonite bilaterale

Per trattare una condizione grave come la polmonite, i medici tengono conto di molti fattori individuali per ciascun paziente, tra cui:

  • lo stato del sistema immunitario;
  • tolleranza agli antibiotici e farmaci più appropriati;
  • agente causativo.

Se due polmoni sono danneggiati, il trattamento viene eseguito rigorosamente in condizioni stazionarie..

Un improvviso deterioramento delle condizioni può portare alla morte in breve tempo se non ci sono rianimatori e attrezzature mediche speciali nelle vicinanze.

La complessità del trattamento della polmonite è aggravata dal fatto che l'identificazione dell'agente patogeno dura circa 4 giorni, mentre durante questo periodo una persona con una forma grave della malattia può già morire.

Per questo motivo, gli esperti usano antibiotici ad ampio spettro..

Dopo aver identificato l'agente patogeno, viene selezionato un regime di trattamento adeguato..

Trattamento della polmonite bilaterale

Virus, batteri e funghi possono essere rilevati, molto spesso:

  1. pneumococco;
  2. bacillo emofilo;
  3. Staphylococcus;
  4. legionella.

Anche i virus dell'influenza, in particolare l'H1N1, possono causare malattie.

Il trattamento consiste in:

  • l'uso di tutti i medicinali prescritti da un medico (antibiotici, agenti anti-intossicazione);
  • riposo a letto;
  • bere molti liquidi;
  • dieta ipercalorica;
  • prendendo complessi vitaminici appositamente selezionati;
  • immunostimolazione;
  • Terapia fisica e massaggi;
  • procedure di fisioterapia;
  • inalazione di ossigeno se necessario;
  • prendendo espettoranti, antipiretici e antistaminici.

I medici selezionano individualmente i farmaci dai gruppi:

  • macrolidi;
  • cefalosporine;
  • penicilline.

Nel trattamento di alcune forme, sono prescritti:

  • aminoglicosidi;
  • fluorochinoloni;
  • carbapenemi.

L'uso di qualsiasi medicina tradizionale dovrebbe essere concordato con il medico curante.

Di solito consentito:

  • preparazione di tisane a base di piantaggine, farfara e altre piante medicinali;
  • ricevimento regolare di bagni caldi con l'aggiunta di aghi di pino, salvia, olio di eucalipto;
  • inalazioni a base di oli di pino ed eucalipto.

Il ricovero è necessario se:

  • ci sono disturbi della coscienza;
  • la respirazione è accelerata fino a 30 al minuto o più;
  • la pressione è inferiore a 90 a 60;
  • la frequenza cardiaca supera 125 battiti al minuto;
  • temperatura inferiore a 35,5 o superiore a 40 gradi;
  • una diminuzione della saturazione di ossigeno nel sangue - inferiore al 92% del valore normale;
  • il numero di leucociti è inferiore a 4 * (10 ^ 9) o superiore a 25 * (10 ^ 9);
  • livello di emoglobina inferiore a 90;
  • il valore di creatinina supera 177 μmol per litro;
  • danno a diversi lobi dei polmoni (cioè, con danni a entrambi i polmoni, è sempre necessario andare in ospedale);
  • ci sono focolai infettivi in ​​altri organi;
  • ha gravi problemi al fegato, al cuore, ai reni o ad altri organi;
  • è impossibile eseguire la terapia necessaria a casa.

Se il medico consiglia di curare la polmonite a casa, quindi per questo è necessario creare condizioni adeguate:

  • fornire al paziente riposo a letto per il periodo di febbre e intossicazione;
  • raccogliere catarro in un barattolo richiudibile;
  • ventilare la stanza regolarmente;
  • pulizia giornaliera bagnata della stanza in cui si trova il malato;
  • fornire al paziente una dieta ipercalorica con vitamine e minerali;
  • non violare il regime terapeutico sviluppato con il medico;
  • monitorare attentamente le condizioni del paziente ad alte temperature.

Quanto dura la polmonite bilaterale?

Quanto tempo ci vorrà per ripristinare la salute dipende in gran parte dalla tempestività della visita di un medico..

Quanto tempo passerà dal momento in cui viene rilevata la polmonite fino a quando non viene completamente eliminata dipende sia dalla persona che dalla forma della malattia.

Le persone che sono state curate in ospedale notano che i pazienti guariscono in un paio di settimane o addirittura si sentono male e hanno la febbre al momento della dimissione..

Il pericolo di polmonite bilaterale e le conseguenze

Le complicanze polmonari della polmonite includono:

  • cancrena dei polmoni;
  • ascessi;
  • sindrome ostruttiva;
  • pleurite essudativa parapneumonica;
  • insufficienza respiratoria acuta.

Sono possibili anche conseguenze sotto forma di malattie di altri organi:

  • endocardite;
  • miocardite;
  • meningite;
  • anemia;
  • glomerulonefrite;
  • meningoencefalite;
  • shock tossico;
  • psicosi.

Gravi conseguenze della malattia possono comparire in presenza di eventuali problemi di salute cronici, nonché nei bambini e negli anziani.

Per il recupero più rapido del corpo, sono necessari un sonno prolungato e una dieta ricca di proteine.

Si raccomanda di proteggere una persona dallo stress e dal duro lavoro al fine di evitare complicazioni dopo una grave malattia..

Il trattamento antibiotico ha molti effetti collaterali.

Le conseguenze possono svilupparsi come:

  • disbiosi;
  • allergia;
  • infezioni fungine.

Tuttavia, con la polmonite, l'astinenza da antibiotici di solito non è possibile..

Al termine del trattamento della malattia di base, le conseguenze dell'assunzione di potenti farmaci vengono eliminate con mezzi speciali.

Polmonite bilaterale

La polmonite bilaterale in un adulto o in un bambino è una patologia polmonare piuttosto grave in cui entrambi i polmoni sono interessati. Il processo infiammatorio si sviluppa a causa degli effetti dei batteri, più spesso pneumococchi, ed è molto difficile e complicazioni di questa patologia possono causare la morte di una persona.

Le persone di qualsiasi età possono ammalarsi di questa grave patologia, ma molto spesso la malattia si verifica nei neonati che non hanno ancora sviluppato l'immunità e il cui corpo non è in grado di combattere un'infezione penetrata all'interno..

Le ragioni

Come accennato in precedenza, il principale agente causale della malattia è l'infezione da pneumococco, che può entrare nel corpo da goccioline trasportate dall'aria. Tuttavia, altri agenti patogeni possono causare questa malattia, come streptococco o Haemophilus influenzae..

E in alcuni casi, l'infezione si verifica contemporaneamente da diversi batteri, quindi il trattamento antibiotico non dà l'effetto desiderato, poiché alcuni batteri vengono distrutti, mentre altri continuano a moltiplicarsi attivamente.

Lo sviluppo della malattia si verifica sullo sfondo di una ridotta immunità, pertanto la malattia si verifica spesso nei neonati, nelle persone sotto stress, con malattie croniche degli organi interni, affetti da diabete mellito e altri disturbi ormonali.

I fattori che provocano lo sviluppo della malattia nei bambini e negli adulti possono essere:

  • ipotermia;
  • reazioni allergiche;
  • altre patologie polmonari;
  • routine quotidiana sbagliata;
  • raffreddori frequenti;
  • patologie autoimmuni.

varietà

Nella pratica medica, la polmonite bilaterale è classificata in base a vari criteri. Il criterio principale è la posizione dei fuochi dell'infiammazione, tenendo conto del fatto che esistono diversi tipi di polmonite:

Il totale è meno comune del focale ed è caratterizzato da un quadro clinico pronunciato e da una rapida progressione del processo infiammatorio. Con questa forma, entrambi i polmoni sono completamente coinvolti nel processo, quindi si verificano molto rapidamente insufficienza respiratoria e morte..

La polmonite bilaterale focale è una malattia molto più comune. Con esso, alcuni segmenti del polmone sono interessati da entrambi i lati. Spesso la polmonite focale è una conseguenza della ventilazione artificiale dei polmoni per lungo tempo, quindi si verifica nelle persone in terapia intensiva (è una complicazione). Sfortunatamente, la prognosi di una tale patologia come la polmonite focale nei polmoni su entrambi i lati ha una prognosi sfavorevole, poiché numerose aree sono interessate in entrambi i polmoni..

Se consideriamo la classificazione della polmonite, tenendo conto del segmento dell'organo interessato, possiamo distinguere tipi di polmonite come:

  • lobo superiore a doppia faccia;
  • polmonite bilaterale del lobo inferiore;
  • polysegmental.

Il decorso più grave ha una forma polisegmentale del processo infiammatorio in entrambi i polmoni. Tale infiammazione è difficile, con sintomi di grave intossicazione, e quindi il trattamento deve essere iniziato il prima possibile, poiché la polmonite polisegmentale porta molto rapidamente all'insufficienza respiratoria e alla morte del paziente.

La complicanza più formidabile di una malattia come la polmonite polisegmentale è l'ipersensibilità di tipo immediato (HNT), che è comune nei bambini e porta a un edema polmonare rapido con funzionalità respiratoria compromessa e una condizione estremamente grave del bambino..

Dovresti anche distinguere due forme di polmonite bilaterale, a seconda della gravità della malattia. La prima forma è chiamata "fase di epatizzazione rossa", la seconda - la "fase di epatizzazione grigia". Di conseguenza, al primo stadio, gli acini alveolari si infiammano e si verifica una leggera emorragia in essi, che conferisce ai tessuti dei polmoni una tinta rossastra. Da qui il nome di questa fase del decorso della malattia.

Nel secondo stadio, le aree interessate sono coperte di fibrina, motivo per cui acquisiscono una tinta grigiastra, dopo di che si sviluppa l'insufficienza respiratoria e si verifica la morte. Pertanto, il trattamento della polmonite deve essere avviato il prima possibile fino a quando la malattia non progredisce..

A seconda della natura del processo infiammatorio, viene rilasciata polmonite bilaterale catarrale e purulenta. Inoltre, la patologia può essere acuta e subacuta. La forma acuta di polmonite procede sempre con gravi manifestazioni cliniche e il paziente necessita di un trattamento immediato. La forma subacuta ha sintomi meno pronunciati e conseguenze meno gravi di quella acuta. Tuttavia, anche il trattamento di questa malattia deve essere tempestivo, al fine di evitare lo sviluppo di complicanze..

Sintomi

Le malattie dei polmoni sono sempre sintomatiche. Naturalmente, i sintomi possono essere individuali, a seconda della forma di polmonite bilaterale e delle condizioni generali del bambino o dell'adulto, ma ci sono sintomi che sono caratteristici di questa particolare patologia.

Tali sintomi sono i seguenti:

  • un forte aumento della temperatura a valori febbrili;
  • febbre e brividi;
  • sudorazione e grave debolezza;
  • diminuzione dell'appetito;
  • fiato corto;
  • l'aspetto di una tosse secca, a volte c'è una tosse con catarro.

I sintomi della malattia possono comparire negli adulti e nei bambini già poche ore dopo che il loro corpo è stato attaccato da batteri nocivi. I pazienti possono anche sviluppare cianosi delle labbra a causa della mancanza di ossigeno..

Funzionalità diagnostiche

Se la temperatura in un bambino o in un adulto dura a lungo e non viene alleviata dai farmaci antipiretici convenzionali e ha anche tosse e respiro corto, è necessario cercare urgentemente un aiuto medico. Per diagnosticare la polmonite bilaterale, il medico prescrive una radiografia, in base ai risultati di cui viene fatta la diagnosi.

Inoltre, viene eseguito un esame del sangue generale negli adulti e nei bambini, in cui vedono segni di un processo infiammatorio nel corpo. E al fine di identificare l'agente patogeno in modo che il trattamento sia più efficace, è consigliabile donare una cultura dell'espettorato, perché altrimenti si può iniziare la malattia e porterà allo sviluppo di gravi complicanze o addirittura alla morte.

Caratteristiche del trattamento

Il trattamento di un processo infiammatorio bilaterale nei polmoni in un adulto o in un bambino più grande sarà identico e consisterà nella somministrazione di farmaci antibatterici (tenendo conto dell'agente patogeno che ha causato la malattia). Viene eseguita anche la terapia sintomatica con antipiretici, antistaminici e farmaci espettoranti..

Il paziente ha bisogno di riposo a letto, molti liquidi e cibo ipercalorico. Al fine di rafforzare il sistema immunitario, è indicata l'assunzione di preparati vitaminici. Secondo la prescrizione del medico, nei casi in cui è difficile per una persona respirare da solo, possono essere prescritte inalazioni di ossigeno. Quando il trattamento ha dato i primi risultati e il processo infiammatorio nei polmoni ha iniziato a diminuire, vengono prescritte procedure di fisioterapia ed esercizi di respirazione speciali.

Il trattamento tempestivo e analfabeta della malattia può causare gravi conseguenze, tra cui:

Naturalmente, le conseguenze della patologia trasferita possono svilupparsi nel caso in cui il paziente si rivolga al medico con un ritardo, cioè quando i sintomi della malattia sono già fortemente espressi.

Polmonite bilaterale nei neonati

Separatamente, è necessario considerare un'opzione come la polmonite nei neonati, poiché la malattia ha le sue caratteristiche del decorso e del trattamento. Questa malattia si sviluppa nel 20% dei bambini prematuri e solo nel 2% dei bambini a termine, che è associato a una bassa risposta immunitaria del corpo del bambino prematuro..

Le cause dell'evento nei bambini sono simili: la malattia è causata da pneumococco e altri batteri. Inoltre, l'agente patogeno può entrare nel corpo sia attraverso i bronchi che attraverso il sangue - in particolare, la malattia può essere trasmessa da una madre malata a un feto.

Allo stesso tempo, i sintomi della malattia differiscono dagli adulti e sono i seguenti:

  • calore;
  • colore della pelle grigio-pallido;
  • dispnea;
  • vomito durante l'alimentazione;
  • spasmo intestinale;
  • letargia e sonnolenza;
  • tosse.

La malattia nei neonati è difficile, quindi il trattamento deve essere iniziato già nelle prime ore dopo il rilevamento della malattia. La polmonite bilaterale acuta nei neonati richiede un ciclo di trattamento di due settimane e talvolta il processo può richiedere più tempo, ma se il trattamento viene avviato in modo tempestivo, il bambino guarirà e le conseguenze non si svilupperanno.

Inizialmente, i neonati vengono trattati con antibiotici ad ampio spettro, ma dopo aver identificato il patogeno, il medico prescrive un certo tipo di farmaci antibatterici. Oltre agli antibiotici, ai neonati vengono iniettate vitamine C, B1, B2, B3, B6 e alcuni altri, a seconda delle prescrizioni mediche.

L'alimentazione dei bambini viene effettuata attraverso un tubo, che consente di risparmiare energia del bambino. Le procedure fisioterapiche sono anche prescritte ai neonati, come elettroforesi, microonde e altri. Nei casi gravi di polmonite nei neonati, è necessaria una trasfusione di sangue.

Trattamento della polmonite bilaterale: metodi di terapia tradizionali

Perché si sviluppa la malattia

La causa principale della polmonite acquisita in comunità è l'ingresso di microrganismi patogeni nel tratto respiratorio, accompagnati dai seguenti fattori:

  • riduzione dell'immunità;
  • grave ipotermia;
  • patologia del sistema cardiovascolare, respiratorio o endocrino;
  • riposo a letto prolungato durante il trattamento di un'altra malattia;
  • storia di interventi chirurgici gravi;
  • cattive abitudini, stile di vita malsano;
  • età superiore ai 60 anni.

Molto spesso, gli agenti causali di questa forma della malattia sono pneumococchi, streptococchi e Haemophilus influenzae, meno spesso - stafilococchi, clamidia, micoplasma, Klebsiella, Legionella, adenovirus. Possono penetrare nel corpo umano ovunque - in condizioni quotidiane, a contatto con il mondo esterno, in un luogo di grandi raduni di persone, ecc..

La principale via di entrata dei microrganismi patogeni nel tratto respiratorio è dispersa nell'aria, cioè batteri e virus vengono rilasciati nell'aria quando un portatore della malattia tossisce o starnutisce, dopo di che entrano nel corpo di persone sane. Normalmente, il tratto respiratorio umano è sterile e tutti gli agenti estranei vengono distrutti dal sistema di drenaggio polmonare..

In presenza dei fattori sopra elencati (ipotermia, riduzione dell'immunità, ecc.), Il lavoro del sistema di drenaggio è interrotto e batteri e virus rimangono nei polmoni, infettano i tessuti degli organi e causano un processo infiammatorio. Il periodo di incubazione della polmonite non ospedaliera dipende dal tipo di agente patogeno, dall'età e dalla salute del paziente e in media varia da 3 ore a 3 giorni.

Nel 35-90% dei pazienti, la polmonite acquisita in comunità è causata da pneumococchi, nel 5-18% - da Haemophilus influenzae e la clamidia, la legionella, il micoplasma e altri microrganismi rappresentano circa l'8-30% dei casi.

Trattamento

Il trattamento della polmonite bilaterale deve essere effettuato solo in ambito ospedaliero. Con un corso semplice, questi possono essere reparti di profilo infettivo, polmonologico o terapeutico, a seconda della struttura dell'istituzione medica. Se la malattia ha un decorso grave e complesso, il trattamento della polmonite bilaterale negli adulti deve essere effettuato in terapia intensiva o in terapia intensiva..

Il trattamento eziologico della polmonite bilaterale consiste nella nomina di farmaci antibatterici e delle loro combinazioni, che vengono somministrati per via endovenosa, seguiti da un passaggio alle forme di compresse.

Per la polmonite acquisita in comunità, sono prescritti farmaci della serie Penicillin e suoi derivati. Per atipici (micoplasma, legionella e clamidia) - Macrolidi e tetracicline. Le persone con immunodeficienze devono essere trattate con antibiotici ad ampio spettro e co-trimoxazolo per l'infiammazione. In caso di infezione nosocomiale, vengono prescritti ossacillina, fluorochinoloni, aminoglicosidi o una combinazione di cefalosporine con metronidazolo.

Le indicazioni che la patologia deve essere trattata con una combinazione di agenti antimicrobici sono:

  • grave decorso bilaterale con un agente patogeno inspiegabile;
  • età superiore ai 65 anni in presenza di aggravante patologia concomitante dal cuore e dal sistema respiratorio;
  • sospetto di flora fungina e pneumocystis come agenti patogeni per immunodeficienza;
  • associazione di flora microbica patogena;
  • la necessità di migliorare l'effetto antibatterico.

Oltre alla terapia antimicrobica, vengono utilizzati farmaci, che consistono in:

  • disintossicazione introducendo soluzione salina, glucosio, reopolglucina, bevendo molti liquidi e usando la plasmaferesi nei casi più gravi;
  • miglioramento del drenaggio bronchiale (pulizia) con l'aiuto di bronchi e mucolitici (Ambroxol, Lazolvan), che vengono assunti per via orale o inalata, nonché lavaggio (lavaggio) dei bronchi;
  • terapia antinfiammatoria con farmaci antinfiammatori non steroidei (Indometacina, Ortofen) o farmaci ormonali (Idrocortisone, Prednisolone, Dexon);
  • immunocorrezione prescrivendo Anabol, Timalin, immunoglobuline per via endovenosa (sandoglobulina, pentaglobina);
  • terapia antipiretica con paracetamolo, ibuprofene o introduzione di una miscela litica;
  • correzione dei disturbi microcircolatori nel DIC, che viene effettuata dall'introduzione di eparine, agenti antipiastrinici (pentossifillina), trasfusione di plasma fresco congelato.

L'effetto fisioterapico è usato per il trattamento sotto forma di:

  • UHF;
  • microonde a microonde;
  • inductothermy;
  • elettroforesi di vari farmaci;
  • esposizione all'impulso;
  • trattamento termico con ozokerite, fango, paraffina.

La durata del trattamento dipende dalla quantità di danno, dal successo e dalla correttezza delle misure di trattamento, dall'età del paziente e dalla presenza di complicanze.

La polmonite bilaterale è comune, specialmente nelle persone debilitate. Esiste un'alta percentuale di morbilità nelle persone in gravi condizioni e in trattamento nell'unità di terapia intensiva o unità di terapia intensiva.

La malattia è associata allo sviluppo di complicanze che possono portare alla morte.

Pertanto, un'assistenza medica adeguata e tempestiva svolge un ruolo importante nella prognosi della malattia e nella vita del paziente..

Polmonite bilaterale - definizione e durata della malattia

La polmonite bilaterale può essere primaria, quando agisce come una malattia indipendente o secondaria, sviluppandosi sullo sfondo di altre malattie dell'apparato respiratorio (ad esempio bronchite, sinusite, sinusite). Quest'ultimo si osserva in circa la metà dei casi di infezione da polmonite. Di norma, la malattia è di natura infettiva, l'agente patogeno più comune è pneumococco, meno spesso stafilococco, Haemophilus influenzae, altri tipi di batteri, virus di vari tipi di influenza.

A causa della varietà di agenti patogeni, possono sorgere difficoltà con la corretta selezione di farmaci. E poiché il trattamento deve essere iniziato il più presto possibile, la terapia viene spesso prescritta sulla base di dati statistici sulla prevalenza di un determinato agente patogeno per una determinata fascia di età in una determinata area e le caratteristiche del decorso della malattia. Una diagnosi accurata finale è possibile solo dopo un esame completo, inclusa una radiografia dei polmoni, una coltura dell'espettorato e un esame del sangue.

Il motivo principale è la diffusione di batteri patogeni nei tessuti del sistema respiratorio. Inizialmente, entrano nel naso, quindi colpiscono la trachea, la laringe, i bronchi e i polmoni stessi. Di norma, i patogeni che causano la polmonite sono pneumococchi, stafilococchi, emofilo influenzae e alcuni altri.

Un sistema immunitario indebolito svolge un ruolo importante. Un corpo sano è in grado di stroncare l'insorgenza della malattia sul nascere, ma un sistema immunitario stanco potrebbe semplicemente non vedere la fase iniziale ed è troppo tardi per impegnarsi in una battaglia con i batteri.

Fattori di rischio

Oltre alle cause della polmonite bilaterale, ci sono molti fattori che possono spingere lo sviluppo della malattia nel corpo:

  1. storia di malattie croniche dell'apparato respiratorio;
  2. un forte calo di temperatura nell'ambiente. E non è solo un calo di temperatura. In effetti, il corpo nel suo insieme è influenzato non solo dall'ipotermia, ma anche dal surriscaldamento;
  3. condizioni naturali inaccettabili;
  4. insufficienza cardiaca;
  5. età.

La polmonite bilaterale si manifesta con vari sintomi, che dipendono dalle condizioni generali del paziente, dalla gravità della malattia e da altri fattori..

I principali segni caratteristici della malattia includono:

  • debolezza;
  • diminuzione o mancanza di appetito;
  • aumento della sudorazione;
  • aumento della temperatura corporea;
  • tosse (secca, umida);
  • cianosi della pelle del triangolo nasolabiale, punta delle dita;
  • dispnea;
  • respiro affannoso.

Uno dei primi sintomi della polmonite bilaterale è un forte aumento della temperatura (fino a 39 gradi e oltre). La mancanza di respiro indica anche una grande lesione del tessuto polmonare..

Il paziente ha una tosse secca e acuta, che si bagna nel tempo.

La respirazione diventa accelerata, superficiale, si avverte dolore nell'area del torace, che si irradia nello spazio interscapolare. Dato il pericolo di complicanze della malattia, la presenza di almeno alcuni dei suddetti sintomi dovrebbe essere una buona ragione per cure mediche urgenti..

Il metodo più comune di trasmissione dell'infezione è nell'aria, cioè da una persona malata a una sana. La causa della polmonite totale è un'infezione batterica o infezione con microrganismi e funghi più semplici. La polmonite bilaterale causata da infezione da pneumococco è più difficile da tollerare. In alcuni casi, il processo infiammatorio è causato da diversi microrganismi contemporaneamente, il che complica notevolmente il trattamento..

Inoltre, lo sviluppo di una forma bilaterale di polmonite in molti casi provoca i seguenti fattori:

  • Patologie congenite del sistema immunitario;
  • Ipotermia;
  • Malattie autoimmuni;
  • Ipotermia cronica;
  • Mancanza di sonno;
  • Reazioni allergiche;
  • Malattia polmonare cronica.

Ipotermia cronica significa rinite cronica o sinusite

Nei bambini, la polmonite bilaterale può derivare da ARVI persistente, in cui vi è una diminuzione dell'immunità generale..

Prevenzione

Per evitare che la polmonite bilaterale colpisca il bambino o i genitori, è necessario rispettare le seguenti regole:

1. Vaccinazione Poiché la polmonite si verifica spesso dopo l'influenza, l'immunizzazione contro questo disturbo è un modo eccellente per prevenire.

2. Lavarsi le mani. Questa infezione può anche passare attraverso le dita sporche, quindi è necessario lavarle spesso con acqua e sapone, per 30 secondi, per rimuovere i microrganismi dannosi che possono causare la polmonite..

3. Mantenimento della resistenza del corpo del bambino. Ciò si ottiene attraverso una dieta sana e nutriente, il riposo e l'esercizio fisico regolare..

4. Per i bambini a rischio (e questi, in particolare, i pazienti con asma), è stato sviluppato un vaccino speciale.

5. Immunizzazione degli anziani. Per i pensionati, che, a proposito, possono anche prendere questa malattia (e che la tollerano piuttosto duramente), si raccomanda di vaccinare contro il principale patogeno della malattia - pneumococco.

6. Il fumo non lo è. Il fumo di tabacco che penetra nel corpo umano riduce la resistenza naturale dei bronchi e dei polmoni alle infezioni respiratorie. Pertanto, smettere di fumare sarà una buona prevenzione del verificarsi di questo disturbo pericoloso..

Ora sai che la polmonite bilaterale è una malattia molto grave che non può essere curata da sola, specialmente quando si tratta di bambini. Dopotutto, la terapia analfabeta può persino portare alla morte.

Pertanto, la cosa più importante che i genitori dovrebbero capire è che ai primi segni della malattia, è necessario chiamare urgentemente un medico che può ascoltare il bambino, prescrivere ulteriori studi per una diagnosi accurata e quindi prescrivere i farmaci necessari che possono combattere efficacemente questo disturbo

Caratteristiche del trattamento

Il trattamento medico della polmonite del lato sinistro richiede una selezione competente di un antibiotico. Ne abbiamo parlato un po 'più in alto nell'articolo. Per la selezione di un farmaco adeguato, è necessario identificare l'agente causale della malattia. Ha successo solo nel 60% dei casi..

Le difficoltà sono associate al fatto che molti batteri normalmente vivono nella cavità orale e nel rinofaringe in una persona. Sono in grado di provocare patologie solo a determinate condizioni: riduzione dell'immunità, ipotermia, fumo. Di norma, la flora saprofitica non causa indipendentemente danni estesi al tessuto polmonare. Solo in combinazione con microrganismi patogeni e virus è causato da lesioni lobari.

Pertanto, il rilevamento di bastoncelli e cocchi saprofiti in uno striscio dell'orofaringe e dell'espettorato non indica che sono la causa della polmonite. Solo dopo il rilevamento di agenti patogeni specifici (pneumococco, Haemophilus influenzae, micoplasma, legionella, clamidia) i medici hanno l'opportunità di prescrivere agenti antibatterici con uno spettro ristretto di azione.

Le difficoltà nel trattamento della patologia derivano dal fatto che i risultati di uno studio microbiologico compaiono in 3-4 giorni e la malattia richiede un trattamento immediato. Per escludere la progressione dei cambiamenti infiammatori nei polmoni, i medici in questo momento prescrivono antibiotici ad ampio spettro - cefalosporine di 3-4 generazioni, ampicilline, fluorochinoloni.

Dopo aver ricevuto i risultati degli strisci per rilevare l'agente causale della malattia, cambiano gli approcci tattici. Al paziente viene prescritto un farmaco in grado di distruggere i microrganismi eziologici.

Per curare la polmonite da sola a casa, i pazienti cercano di usare gli stessi medicinali dei medici. Tuttavia, non hanno la capacità di identificare l'agente patogeno. Tali approcci hanno portato all'elevata insensibilità dei batteri agli antibiotici. I microrganismi, con un uso inadeguato dei farmaci, si adattano alla loro azione.

È difficile persino per il dottore in scienze mediche più qualificato supporre che una persona sarà in grado di trattare in modo indipendente lobare o polmonite totale sinistra. La terapia della malattia richiede di prendere in considerazione molti sintomi, un monitoraggio costante della condizione mediante test di laboratorio e radiografia.

In conclusione, presentiamo uno degli schemi per il trattamento medico della polmonite:

  • L'amoxicillina con infezione da pneumococco colpisce efficacemente il pneumococco (secondo le ultime ricerche);
  • Se il farmaco "amoxicillina / clavulanato" è inefficace alla dose di 1-2 grammi 3 volte al giorno, deve essere sostituito con un antibiotico ad ampio spettro di altri gruppi;
  • Broncodilatatori per migliorare la funzione respiratoria (ambroxolo, bromexina, radice di liquirizia);
  • Infuso di soluzioni per espettorato sottile.

Con la formazione di insufficienza respiratoria, il paziente deve essere ricoverato urgentemente in un reparto dotato di dispositivi di ventilazione polmonare artificiale.

Nei bambini, la ribavirina viene utilizzata per migliorare le funzioni del sistema immunitario. Con la polmonite virale sul lato sinistro, è più consigliabile trattare la malattia con i seguenti farmaci:

  • Remantadina o amantadina in una dose giornaliera di 200 mg;
  • Zanamivir - 10 mg 2 volte al giorno per inalazione;
  • Oseltamivir - 75 mg per via orale due volte al giorno;
  • Aciclovir - endovenoso 7-10 mcg / kg ogni 8 ore.

Il trattamento antivirale è efficace solo nelle prime 48 ore dopo la penetrazione dei patogeni nell'epitelio respiratorio.

Attiriamo l'attenzione dei lettori: gli antibiotici non sono efficaci per le infezioni virali. Perché a volte i medici le prescrivono? Prevenire l'attaccamento della flora batterica all'infezione virale del tratto respiratorio

Il trattamento della polmonite in alcune categorie di pazienti richiede la vaccinazione contro lo pneumococco. Esiste un vaccino speciale che forma l'immunità contro questo patogeno della polmonite bilaterale grave.

La vaccinazione viene somministrata a persone con raffreddore e polmonite più di 3 volte all'anno.

Riassumendo: la polmonite del lato sinistro può manifestarsi come focolai infiltrativi insignificanti o danno totale al polmone sinistro. Nel trattamento, è necessario identificare l'agente patogeno per la nomina di antibiotici etiotropici. Durante i primi 2-4 giorni della malattia, il trattamento viene effettuato con agenti antibatterici ad ampio spettro. Terapia sintomatica - secondo le indicazioni.

Classificazione (mkb-10) e tipi di malattia

A seconda del tipo di agente causativo della malattia, della localizzazione del processo infiammatorio e delle caratteristiche del decorso clinico, la polmonite acquisita in comunità è divisa in diversi tipi. Secondo il codice ICD-10, la classificazione è la seguente:

  • forma virale della malattia non rappresentata in altre categorie (J12);
  • polmonite da streptococco (J13);
  • patologia causata da Haemophilus influenzae (J14);
  • forma batterica, non classificata (J15);
  • malattia causata da altri agenti patogeni (J16);
  • polmonite come complicazione di altre malattie (J17);
  • polmonite, non specificata (J18).

In base alla posizione del processo patologico (lato e area della lesione), alla gravità e al quadro generale della malattia, si distinguono diverse forme di polmonite acquisita in comunità (lato destro, lato sinistro, bilaterale, lobo inferiore) e ciascuna di esse ha le proprie caratteristiche del decorso clinico e della terapia.

Lato destro e lato sinistro

  1. Polmonite del lato destro. La struttura anatomica del bronco destro differisce dalla struttura di quello sinistro - è corta e larga, quindi l'infiammazione del lato destro è più comune. Questa forma della malattia viene solitamente diagnosticata negli adulti quando il sistema respiratorio è influenzato da streptococchi..
  2. Polmonite del lato sinistro. Il processo infiammatorio sul lato sinistro è più pericoloso di quello sul lato destro - indica un grave indebolimento del corpo. I sintomi principali sono tosse e dolore ai lati e, in casi avanzati, possono verificarsi insufficienza respiratoria.

Dall'area interessata

L'infiammazione nella polmonite acquisita in comunità può coprire diverse aree dei polmoni: se la lesione è piccola, la malattia si chiama focale. Con l'infiammazione di diverse parti dei polmoni, stiamo parlando di patologia segmentale e il totale è osservato quando l'intero polmone è coinvolto nel processo patologico. La polmonite lobare viene diagnosticata quando uno dei lobi dell'organo è danneggiato e questa forma, a sua volta, è divisa in lobo superiore e inferiore, nonché centrale.

  1. Polmonite del lobo superiore. La sconfitta del lobo superiore del polmone è considerata una forma grave della malattia ed è manifestata da sintomi gravi, disfunzione del sistema circolatorio e nervoso.
  2. Forma del lobo inferiore. I segni della malattia sono dolore addominale, febbre, brividi e tosse con espettorazione profusa.
  3. Infiammazione centrale. Il processo patologico si sviluppa nelle profondità dell'organo, quindi si manifesta piuttosto debolmente.

Per gravità

  1. Forma leggera. L'infiammazione dei polmoni, che è lieve, viene trattata in regime ambulatoriale sotto la supervisione di un medico. I sintomi principali sono febbre lieve, respiro corto moderato durante lo sforzo, pressione sanguigna normale e chiara coscienza.
  2. Gravità moderata La polmonite di moderata gravità è più spesso osservata nelle persone con patologie croniche e richiede il posizionamento del paziente in un ospedale. È caratterizzato da aumento della sudorazione, febbre grave, frequenza cardiaca ridotta, lieve offuscamento della coscienza.
  3. Grave polmonite Questa forma della malattia si manifesta come una grave compromissione della funzione respiratoria, shock settico, annebbiamento della coscienza e altri sintomi gravi e viene trattata in un'unità di terapia intensiva..

Secondo il quadro clinico

  1. Forma acuta. La malattia si sviluppa improvvisamente ed è caratterizzata da segni di intossicazione del corpo: febbre alta, tosse grave con produzione espettorata abbondante, deterioramento della salute generale.
  2. Polmonite cronica Il processo infiammatorio colpisce non solo il polmone, ma anche il tessuto intermedio, compromette la funzione polmonare e provoca la deformazione dei bronchi. Corso clinico

Se non trattata, la forma acuta di polmonite acquisita in comunità può trasformarsi in cronica, a seguito della quale nuovi segmenti dei polmoni saranno costantemente coinvolti nel processo patologico..

Caratteristiche degli stadi e loro sintomi clinici

Durante la polmonite acuta tipica acuta, si distinguono anche gli stadi:

  1. Lo stadio di vampate di calore è il primo stadio nello sviluppo di questa malattia. Dura da alcune ore a tre giorni. In questo momento, i capillari polmonari si espandono e il sangue nel tessuto polmonare si precipita e inizia a ristagnare. La temperatura corporea del paziente aumenta bruscamente, appare una tosse secca, si osserva mancanza di respiro, il paziente avverte dolore durante l'inalazione e la tosse.
  2. Il secondo stadio è lo stadio epatico rosso. Dura da uno a tre giorni, si osserva il riempimento degli alveoli con plasma sudato, il tessuto polmonare diventa più denso. Gli alveoli in questo momento perdono la loro ariosità e i polmoni diventano rossi. Il dolore è aggravato, la temperatura corporea è costantemente elevata, appare espettorato "arrugginito".
  3. Il terzo stadio dell'epatizzazione grigia dura dai quattro agli otto giorni. Durante il corso, gli eritrociti si disintegrano negli alveoli e l'emoglobina in essi contenuta diventa emosiderina. In questo processo, il colore del polmone diventa marrone. E anche i leucociti che entrano negli alveoli lo rendono grigio. La tosse diventa produttiva, il paziente tossisce espettorato purulento o mucoso. Il dolore si attenua, la mancanza di respiro diminuisce. La temperatura corporea scende.
  4. La quarta fase di risoluzione è accompagnata dal processo di recupero e riassorbimento dell'espettorato. La sua durata va da 10 a 12 giorni. In questo momento, c'è una graduale dissoluzione e liquefazione dell'espettorato e viene ripristinata la ariosità dei polmoni. Il processo di assorbimento è lungo, ma indolore. I sintomi si attenuano, l'espettorato si schiarisce facilmente, non c'è praticamente dolore o lieve, il processo di respirazione e la temperatura corporea sono normalizzati.

I risultati dei raggi X consentono di determinare lo stadio di sviluppo della malattia. All'apice della malattia, si osserva un oscuramento di varie lunghezze e dimensioni (focale, segmentale, lobare) sul roentgenogramma. Nella fase di risoluzione, l'oscuramento diminuisce di dimensioni, l'infiltrazione scompare e un aumento del modello polmonare può persistere come fenomeno residuo per un massimo di un mese. A volte, dopo il recupero, possono rimanere zone di fibrosi e sclerosi. A questo proposito, si consiglia di tenere a portata di mano le ultime immagini dopo la risoluzione della malattia..

Polmonite atipica associata a una mancanza di immunità, le fasi sopra non sono inerenti. È caratterizzato da sintomi più levigati e da un cambiamento nei periodi della malattia. Inoltre, nella SARS, si osservano spesso solo cambiamenti interstiziali senza chiara infiltrazione..

La determinazione corretta e tempestiva da parte del medico curante del grado e delle fasi della polmonite evita molte complicazioni nell'ulteriore decorso della malattia

Pertanto, è molto importante identificare il sito di infezione e iniziare il trattamento in tempo.

Trattamento della polmonite bilaterale

Per trattare una condizione grave come la polmonite, i medici tengono conto di molti fattori individuali per ciascun paziente, tra cui:

  • lo stato del sistema immunitario;
  • tolleranza agli antibiotici e farmaci più appropriati;
  • agente causativo.

Se due polmoni sono danneggiati, il trattamento viene eseguito rigorosamente in condizioni stazionarie..

Un improvviso deterioramento delle condizioni può portare alla morte in breve tempo se non ci sono rianimatori e attrezzature mediche speciali nelle vicinanze.

La complessità del trattamento della polmonite è aggravata dal fatto che l'identificazione dell'agente patogeno dura circa 4 giorni, mentre durante questo periodo una persona con una forma grave della malattia può già morire.

Per questo motivo, gli esperti usano antibiotici ad ampio spettro..

Dopo aver identificato l'agente patogeno, viene selezionato un regime di trattamento adeguato..

Trattamento della polmonite bilaterale

Virus, batteri e funghi possono essere rilevati, molto spesso:

  1. pneumococco;
  2. bacillo emofilo;
  3. Staphylococcus;
  4. legionella.

Anche i virus dell'influenza, in particolare l'H1N1, possono causare malattie.

Il trattamento consiste in:

  • l'uso di tutti i medicinali prescritti da un medico (antibiotici, agenti anti-intossicazione);
  • riposo a letto;
  • bere molti liquidi;
  • dieta ipercalorica;
  • prendendo complessi vitaminici appositamente selezionati;
  • immunostimolazione;
  • Terapia fisica e massaggi;
  • procedure di fisioterapia;
  • inalazione di ossigeno se necessario;
  • prendendo espettoranti, antipiretici e antistaminici.

Il pilastro del trattamento della polmonite sono gli antibiotici.

Nel trattamento di alcune forme, sono prescritti:

  • aminoglicosidi;
  • fluorochinoloni;
  • carbapenemi.

È impossibile regolare in modo indipendente la nomina di specialisti, poiché il trattamento della polmonite è un compito serio, che dovrebbe essere risolto solo da una persona esperta con un'istruzione adeguata..

L'uso di qualsiasi medicina tradizionale dovrebbe essere concordato con il medico curante.

Di solito consentito:

  • preparazione di tisane a base di piantaggine, farfara e altre piante medicinali;
  • ricevimento regolare di bagni caldi con l'aggiunta di aghi di pino, salvia, olio di eucalipto;
  • inalazioni a base di oli di pino ed eucalipto.

Il ricovero è necessario se:

  • ci sono disturbi della coscienza;
  • la respirazione è accelerata fino a 30 al minuto o più;
  • la pressione è inferiore a 90 a 60;
  • la frequenza cardiaca supera 125 battiti al minuto;
  • temperatura inferiore a 35,5 o superiore a 40 gradi;
  • una diminuzione della saturazione di ossigeno nel sangue - inferiore al 92% del valore normale;
  • il numero di leucociti è inferiore a 4 * (10 ^ 9) o superiore a 25 * (10 ^ 9);
  • livello di emoglobina inferiore a 90;
  • il valore di creatinina supera 177 μmol per litro;
  • danno a diversi lobi dei polmoni (cioè, con danni a entrambi i polmoni, è sempre necessario andare in ospedale);
  • ci sono focolai infettivi in ​​altri organi;
  • ha gravi problemi al fegato, al cuore, ai reni o ad altri organi;
  • è impossibile eseguire la terapia necessaria a casa.

Se il medico consiglia di curare la polmonite a casa, quindi per questo è necessario creare condizioni adeguate:

  • fornire al paziente riposo a letto per il periodo di febbre e intossicazione;
  • raccogliere catarro in un barattolo richiudibile;
  • ventilare la stanza regolarmente;
  • pulizia giornaliera bagnata della stanza in cui si trova il malato;
  • fornire al paziente una dieta ipercalorica con vitamine e minerali;
  • non violare il regime terapeutico sviluppato con il medico;
  • monitorare attentamente le condizioni del paziente ad alte temperature.

Quanto dura la polmonite bilaterale?

Quanto tempo ci vorrà per ripristinare la salute dipende in gran parte dalla tempestività della visita di un medico..

Quanto tempo passerà dal momento in cui viene rilevata la polmonite fino a quando non viene completamente eliminata dipende sia dalla persona che dalla forma della malattia.

Le persone che sono state curate in ospedale notano che i pazienti guariscono in un paio di settimane o addirittura si sentono male e hanno la febbre al momento della dimissione..

Si nota che la polmonite passa più velocemente in coloro che, quando le loro condizioni migliorano, sono impegnati in esercizi di fisioterapia e, in generale, si muovono di più..

Perché la polmonite bilaterale è pericolosa? Non ritardare la visita dal medico!

La polmonite bilaterale in una persona sana adulta si sviluppa estremamente raramente, ma è una malattia molto pericolosa, che è al quarto posto nell'elenco delle malattie fatali. Molto spesso, questa patologia è una complicazione di altre malattie broncopolmonari o si pone sullo sfondo di fattori predisponenti che causano una forte diminuzione delle proprietà protettive del corpo.

Che cos'è la polmonite

La polmonite è un'infiammazione del tessuto polmonare di natura infettiva con danni agli alveoli e allo stroma, che porta al riempimento del loro lume con un eccesso di muco e pus. Molto spesso, con questa malattia, viene colpita qualsiasi parte di un polmone. Ma in alcuni casi, il processo patologico colpisce entrambi gli organi contemporaneamente - quindi parlano di polmonite bilaterale.

Le ragioni

La causa immediata della polmonite è un'infezione: batteri, virus o funghi. Ma affinché si sviluppino danni bilaterali, le difese dell'organismo devono essere notevolmente indebolite, poiché altrimenti l'immunità affronterebbe l'infezione e il processo sarebbe limitato.

Una riduzione così marcata della resistenza può verificarsi a seguito di:

  • processo oncologico;
  • Infezione da HIV;
  • malattie croniche;
  • diabete mellito;
  • raffreddori frequenti;
  • grave ipotermia del corpo;
  • entrare nel tratto polmonare di corpi estranei;
  • lesioni al petto;
  • patologie autoimmuni;
  • fatica cronica;
  • grave stress.

Esiste un rischio maggiore di ammalarsi nei neonati e negli anziani, poiché il loro sistema immunitario non funziona al massimo e non può sempre far fronte alle infezioni infettive.

Classificazione

Poiché questa malattia può essere causata da batteri, virus e funghi, viene fatta una distinzione tra polmonite batterica, virale, fungina e mista..

A seconda del volume del tessuto interessato, la polmonite totale e la polmonite focale sono isolate. Nella prima opzione, tutto il tessuto polmonare è interessato. Nel secondo, solo le sue parti. Se i singoli segmenti sono coinvolti nel processo, parlano di polmonite segmentaria, se i lobi - di lobi.

L'infiammazione totale è rara, ma è una patologia molto pericolosa, poiché progredisce rapidamente e spesso porta alla morte. La polmonite focale si sviluppa più spesso, è più facile da trattare e la prognosi in questo caso è più favorevole.

L'epidemiologia distingue tra polmonite nosocomiale e acquisita in comunità. Se il processo si è manifestato immediatamente nei polmoni, parlano di una lesione primaria. Se è diventata una complicazione di un'altra malattia, questa è una patologia secondaria.

La polmonite può essere acuta, subacuta o cronica lungo il corso. Nel caso di lesioni bilaterali, il processo è spesso acuto..

In base alla gravità della malattia, si distingue un decorso lieve, una gravità grave e moderata. Se la malattia è accompagnata da complicazioni, parlano della sua forma complicata, se non addirittura semplice. Inoltre, la polmonite può essere post-traumatica, postoperatoria e post-infartuale, a seconda della situazione che precede il suo sviluppo..

Una classificazione più dettagliata della patologia è presentata nella tabella seguente:

Sintomi

Poiché nella stragrande maggioranza dei casi, la polmonite è causata dall'effetto patologico degli agenti infettivi, vale la pena notare che la durata del periodo di incubazione con una forma tipica durerà fino a tre giorni e con un corso atipico - fino a tre settimane.

La polmonite polisegmentale acuta sinistra più comune, caratterizzata da uno sviluppo graduale.

I primi segni di un processo infiammatorio nel polmone sinistro sono:

  • tosse persistente senza catarro;
  • un aumento della temperatura fino a 39 gradi;
  • la durata della febbre è superiore a tre giorni.

Se, quando si esprimono tali manifestazioni cliniche, cercare un aiuto qualificato, è possibile evitare lo sviluppo di complicanze.

Man mano che la malattia progredisce, oltre ai suddetti sintomi, compaiono i seguenti sintomi:

  • aumento della sudorazione, soprattutto di notte;
  • debolezza e debolezza;
  • dolori muscolari e articolari;
  • respirazione rapida;
  • dolore e mal di gola;
  • forte dolore al petto sul lato sinistro;
  • attacchi di nausea e vomito;
  • mal di testa e vertigini;
  • respiro corto elegante anche a riposo;
  • produzione di espettorato con tosse.

Vale la pena notare che nei bambini, la malattia è più complicata della polmonite segmentaria negli adulti. In tali casi, segni specifici saranno:

  • arrossamento patologico sul viso del bambino;
  • lucentezza malsana negli occhi;
  • confusione di coscienza;
  • cianosi delle labbra e delle unghie;
  • completa mancanza di appetito;
  • diminuzione dell'attività fisica;
  • intenso dolore allo sterno che peggiora durante la respirazione.

Inoltre, il quadro clinico sarà integrato dalle manifestazioni del disturbo, sullo sfondo del quale potrebbe formarsi il processo infiammatorio del lobo superiore, centrale o inferiore del polmone sinistro.

Il pericolo di polmonite focale sul lato sinistro risiede nel fatto che il polmone sinistro e i bronchi si trovano vicino al cuore. È per questo motivo che quando compaiono uno o più dei suddetti sintomi, è necessario essere esaminati da un medico il prima possibile e iniziare il trattamento..