Adenoiditi

Adenoidi 1, 2 e 3 gradi - quali sono, sintomi, trattamento nei bambini. È possibile fare a meno dell'intervento chirurgico?
Le adenoidi nei bambini sono la diagnosi più comune data dagli otorinolaringoiatri pediatrici. Molto spesso, i problemi compaiono in un bambino di 2-10 anni.

Questa malattia è accompagnata da un processo infiammatorio nel rinofaringe, ipertrofia del tessuto adenoide, che è una costante fonte di infezione nel corpo. Un trattamento o un intervento tempestivo aiuteranno a sbarazzarsi di molti dei problemi che le adenoidi possono causare.

Cos'è?

Le adenoidi nei bambini non sono altro che una crescita eccessiva del tessuto della tonsilla faringea. È una formazione anatomica che normalmente fa parte del sistema immunitario. La tonsilla rinofaringea, detiene la prima linea di difesa contro vari microrganismi che cercano di entrare nel corpo con aria inalata.

Cause dell'evento

La vegetazione patologica del tessuto linfoide nei bambini si verifica per i seguenti motivi:

  • tonsillite cronica;
  • infezioni infantili (pertosse, difterite, scarlattina);
  • frequenti malattie virali (influenza, ARVI);
  • un umore allergico del corpo (il bambino ha una reazione ai cibi con sostanze chimiche e con un consumo eccessivo di dolci);
  • insufficienza immunitaria (debolezza delle difese);
  • alimentazione artificiale (con latte materno, il bambino riceve le cellule immunitarie della madre);
  • vaccinazioni (una risposta inadeguata alla vaccinazione provoca spesso adenoidi nel naso);
  • predisposizione ereditaria (funzionamento anomalo del sistema linfatico, di solito combinato con patologia endocrina);
  • ambiente esterno (polvere, aria gassosa, plastica che produce tossine, prodotti chimici domestici);
  • gravidanza patologica / parto (infezione virale di una donna incinta nel 1 ° trimestre, ipossia fetale, asfissia alla nascita).

A seconda delle dimensioni della crescita, è consuetudine distinguere tre gradi di adenoidi nei bambini. Questa divisione è molto utile e importante in termini di tattiche di gestione del paziente. In particolare, le grandi crescite richiedono l'intervento più attivo, poiché peggiorano significativamente la qualità della vita e possono provocare rapidamente complicazioni..

Sintomi

I problemi con l'infiammazione delle adenoidi dovrebbero essere sospettati nei casi in cui il bambino presenta i seguenti sintomi:

  • spesso ha la bocca leggermente aperta;
  • respira attraverso la bocca invece del naso;
  • i segni di adenoide nei bambini spesso soffrono di infezioni alle orecchie e alle vie aeree superiori;
  • assonnato, letargico e lamentoso (questo è dovuto all'ipossia);
  • ha difficoltà di concentrazione;
  • si lamenta di mal di testa;
  • parla vagamente;
  • sente di peggio.

Tutti i segni di adenoidite che si verificano durante l'infiammazione dipendono da ciò che provoca l'infiammazione, ma includono:

  • dolore alla laringe;
  • Difficoltà respiratorie dovute a congestione nasale
  • linfonodi ingrossati nel collo;
  • dolore all'orecchio medio e altri problemi all'udito.

In condizioni di naso chiuso, respirarlo diventa un problema. Altri sintomi di infiammazione delle adenoidi associati a problemi nasali comprendono la respirazione attraverso la bocca, i problemi del sonno e gli effetti risonanti quando si parla..

Adenoidi di grado 1

Le adenoidi di primo grado chiudono solo un terzo del lume del rinofaringe, non causano gravi complicazioni, il che consente al bambino di condurre uno stile di vita attivo e respirare con calma durante il giorno. Le difficoltà nel processo di respirazione nasale compaiono più spesso durante il sonno in posizione orizzontale, poiché ciò modifica la posizione delle adenoidi. Cominciano a chiudere la maggior parte del lume del rinofaringe, costringendo il bambino a respirare attraverso la bocca..

Un segno importante per i genitori, che segnala l'inizio della proliferazione di adenoidi, può essere il sonno scarso nel bambino e frequenti incubi dovuti alla mancanza di ossigeno. In questo contesto, si sviluppano sonnolenza diurna cronica e affaticamento. Inoltre, il bambino può avere congestione nasale e secrezione sierosa..

Adenoidi di grado 2

Le adenoidi non solo crescono, di volta in volta sono in grado di infiammarsi. In questo caso, si verifica una condizione acuta chiamata adenoidite. I suoi segni:

  • il termometro supera con sicurezza il segno di 38 gradi;
  • l'aspetto di liquido, con una possibile miscela di sangue, scarico, che si trasforma in mucopurulento;
  • è difficile per il bambino addormentarsi, russa di notte, ci sono arresti respiratori a breve termine - apnea.

Il medico prescrive il trattamento a cui il disturbo si presta, ma con ripetute esacerbazioni della malattia, le adenoidi devono essere rimosse.

Le adenoidi di secondo grado si manifestano con una significativa difficoltà respiratoria, che aumenta di notte. La costante mancanza di ossigeno spiega la debolezza e la letargia del bambino, la sonnolenza, il ritardo dello sviluppo, l'affaticamento e il mal di testa. Possibile insorgenza di asma bronchiale, enuresi, disturbi dell'udito e del linguaggio.

Adenoidi di grado 3

Con un aumento significativo delle adenoidi, il loro effetto sul corpo del bambino diventa sempre più distruttivo. L'infiammazione costante favorisce la produzione regolare di muco e pus, che possono facilmente entrare nel sistema respiratorio. Laringite, faringite, tracheite e bronchite diventano ospiti frequenti, sono uniti da otite media purulenta..

Il processo di normale sviluppo delle ossa dello scheletro facciale è interrotto e ciò influisce sullo sviluppo del linguaggio del bambino nel modo più sfavorevole. I genitori disattenti non notano sempre il nasale che appare e l'incapacità di pronunciare molte lettere è attribuita ad altri motivi.

Una bocca costantemente aperta cambia l'aspetto di un bambino fino ad ora attraente, inizia problemi psicologici a causa del ridicolo dei suoi coetanei. Non è necessario sperare che il bambino cresca troppo; in questa fase, un appello al medico diventa una necessità. [Adsen]

Che aspetto hanno le adenoidi: foto

La foto sotto mostra come la malattia si manifesta nei bambini..

Diagnostica

La diagnostica completa consiste nel condurre un esame completo, composto da più fasi:

  1. Determinazione dei reclami e dell'anamnesi.
  2. Esame digitale del rinofaringe.
  3. Rinoscopia (anteriore e posteriore) - esame delle parti superiori del rinofaringe utilizzando uno specchio.
  4. Radiografia del rinofaringe (attualmente utilizzata molto raramente).
  5. Endoscopia (esame con una sonda con una fotocamera).
  6. TAC.

L'esame endoscopico e la tomografia computerizzata sono considerati le tecniche diagnostiche più informative che consentono di determinare con elevata precisione il grado di crescita delle vegetazioni adenoidi, i motivi del loro aumento e struttura dei tessuti e la presenza di edema. E anche per scoprire le condizioni degli organi vicini, per determinare le possibilità di metodi conservativi di terapia (trattamento locale, terapia laser, terapia con rimedi popolari e omeopatia, fisioterapia) o la necessità di un'operazione e la tecnica dell'adenotomia. [Adsen1]

Come trattare le adenoidi nei bambini?

I medici conoscono diversi modi per trattare le adenoidi - senza chirurgia e con l'aiuto del posizionamento chirurgico. Ma ultimamente, il modo più recente per sbarazzarsi di una malattia - con un laser - è emerso..

I regimi di terapia generale si basano su quanto segue:

  • Terapia laser: oggi questo metodo è considerato molto efficace e la maggior parte dei medici lo considera sicuro, anche se nessuno conosce gli effetti a lungo termine dell'esposizione laser, non sono stati condotti studi a lungo termine nel campo della sua applicazione. La terapia laser riduce l'edema del tessuto linfoide, aumenta l'immunità locale, riduce l'infiammazione nel tessuto adenoide.
  • La terapia farmacologica per le adenoidi consiste principalmente nella rimozione completa delle perdite di muco, nasale e rinofaringeo. Solo dopo la pulizia, è possibile utilizzare medicinali locali, poiché l'abbondanza di muco riduce significativamente l'efficacia della terapia.
  • La fisioterapia è UFO, elettroforesi, UHF - procedure che il medico prescrive endonasalmente, di regola, 10 procedure.
  • Climatoterapia - trattamento nei sanatori della Crimea, territorio di Stavropol, Sochi ha un effetto positivo su tutto il corpo, aumenta l'immunità e aiuta a ridurre la proliferazione di adenoidi.
  • Il massaggio della zona del colletto, del viso, degli esercizi di respirazione fanno parte del complesso trattamento delle adenoidi nei bambini.
  • I rimedi omeopatici sono il metodo di trattamento più sicuro, la cui efficacia è molto individuale, l'omeopatia aiuta alcuni bambini molto bene, per altri risulta essere scarsamente efficace. In ogni caso, dovrebbe essere usato perché è sicuro e può essere combinato con un trattamento convenzionale. Si raccomanda in particolare di assumere Lymphomyosot, una complessa preparazione omeopatica prodotta dalla nota società tedesca Heel, così come l'olio di thuja per le adenoidi è considerato un rimedio molto efficace.

La dieta del bambino dovrebbe essere ricca di vitamine. Mangiare frutta e verdura a bassa allergia, è necessario prodotti a base di acido lattico.

Opzioni di rimozione delle adenoidi

La rimozione delle adenoidi nei bambini può essere eseguita in modo classico: un adenotome, usando un coltello laser e endoscopicamente usando un rasoio microdebrider.

La rimozione del laser è più popolare. Questo metodo è considerato il meno traumatico, consente di rimuovere le adenoidi nei bambini senza anestesia e provoca il minor numero di complicanze. Il periodo di riabilitazione dopo tale operazione non richiede più di 10-14 giorni..

Controindicazioni alla rimozione di adenoidi:

  • malformazioni congenite del palato duro e morbido;
  • malattie che sono accompagnate da una maggiore tendenza al sanguinamento;
  • malattie del sangue;
  • malattie infettive;
  • grave malattia cardiovascolare;
  • malattie della pelle;
  • asma bronchiale;
  • infiammazione delle adenoidi - adenoidite;
  • allergie gravi;
  • età fino a 3 anni (solo per indicazioni rigorose).

Indicazioni per adenotomia:

  • inefficacia del trattamento conservativo;
  • ricadute frequenti (fino a 4 volte l'anno);
  • lo sviluppo di complicanze: artrite, glomerulonefrite, vasculite o reumatismo;
  • difficoltà nella respirazione nasale, che porta costantemente allo sviluppo di sinusite, sinusite e otite media, mentre il trattamento conservativo non ha dato i risultati desiderati;
  • disordini del sonno;
  • arresto respiratorio di notte;
  • otite media persistente e grave compromissione dell'udito;
  • deformazione dello scheletro maxillo-facciale ("faccia adenoidea") e del torace.

Il medico preferito Komarovsky, rispondendo alle domande delle madri preoccupate, ha spiegato che il motivo della rimozione delle adenoidi non è il fatto della loro presenza, ma indicazioni specifiche per l'intervento chirurgico. Sbarazzarsi delle adenoidi allargate all'età di tre o quattro anni è irto della loro ricomparsa. Tuttavia, se sorgono problemi di udito, non vi sono dinamiche positive con il trattamento conservativo e il bambino respira costantemente attraverso la bocca, ci sono indubbiamente indicazioni per un intervento chirurgico e l'età del bambino non è un ostacolo alla sua attuazione..

Prevenzione

Considerando quanto sopra, sorge una domanda naturale: quali misure preventive dovrebbero essere prese in modo che le adenoidi non crescano, cosa fare per proteggere il bambino da questa malattia?

Forse la cosa più importante in questo caso sarà il mantenimento dell'immunità del bambino al livello adeguato, nonché l'adesione al regime e alle regole dietetiche. Anche il trattamento tempestivo delle malattie della cavità orale e del tratto respiratorio superiore è di grande importanza. Inoltre, l'indurimento dà un buon effetto..

Trattamento non chirurgico delle adenoidi di grado 1, 2 e 3

Il contenuto dell'articolo

Oggi, il trattamento chirurgico viene eseguito solo se il medico ENT ha diagnosticato "adenoidi di grado 3". Gli immunologi hanno dimostrato che la tonsilla faringea svolge un ruolo importante nello sviluppo del sistema immunitario. La rimozione delle tonsille influisce negativamente sull'immunità locale, come evidenziato da frequenti ricadute di malattie infettive. Con un appello tempestivo all'otorinolaringoiatra, le adenoidi possono essere tentate di essere trattate con farmaci. E solo in caso di inefficacia del farmaco e del trattamento fisioterapico, al paziente viene prescritta la rimozione dell'organo immunitario - adenotomia.

Adenoidi 1, 2 e 3 gradi - differenze

Esternamente, le adenoidi assomigliano a formazioni tumorali, che consistono in diversi lobuli. Un piccolo organo immunitario è localizzato sulla parete posteriore all'interno della cavità nasale e svolge una funzione protettiva: distrugge virus e batteri patogeni che entrano nel corpo con l'aria. Ipertrofia, ad es. allargamento patologico della tonsilla nasofaringea, più spesso osservato nei bambini di età compresa tra 3 e 9 anni. Molto meno spesso le adenoidi sono diagnosticate nei neonati e negli adulti.

Come vengono trattate le adenoidi? I metodi di trattamento sono determinati dallo stadio di sviluppo della patologia e dalle manifestazioni cliniche di accompagnamento. Negli otorinolaringoiatri, è consuetudine distinguere tra i seguenti gradi di ipertrofia dell'organo immunitario:

  • 1 ° grado - i tessuti adenoidi solo 1/3 si sovrappongono al vomere e ai passaggi nasali;
  • 2 ° grado: un'amigdala allargata di ½ blocca le vie aeree nel rinofaringe;
  • 3 ° grado - le crescite di adenoidi più di 2/3 si sovrappongono ai fori nella cavità nasale;
  • 4 ° grado - l'organo ipertrofico chiude completamente il vomere e le choanas (passaggi nasali).

Le vegetazioni adenoidi del terzo e quarto stadio di sviluppo non sono praticamente suscettibili al trattamento conservativo, quindi ai pazienti con tale diagnosi viene spesso prescritta l'adenotomia.

Per evitare un intervento chirurgico, è necessario chiedere aiuto a un medico ORL quando compaiono i primi segni di adenoidi..

La proliferazione dei tessuti molli non può essere eliminata con l'aiuto di gocce nasali, soluzioni antinfiammatorie e antisettiche, poiché si formano formazioni tumorali.

1 grado di ipertrofia

Le adenoidi di grado 1 si sovrappongono fino al 35% del rinofaringe, quindi praticamente non causano disagio. Per questo motivo, è possibile diagnosticare la patologia in modo tempestivo, di norma, per caso, durante gli esami di routine da un pediatra. È possibile sospettare lo sviluppo di adenoidi da segni esterni?

Difficoltà nella respirazione nasale con una leggera espansione delle vegetazioni adenoidi si osservano esclusivamente di notte. I classici sintomi delle adenoidi del primo stadio di sviluppo includono:

  • annusare in un sogno;
  • congestione nasale;
  • sonnolenza diurna;
  • scarico sieroso dai passaggi nasali.

Con una posizione orizzontale del corpo, la tonsilla faringea a forma di cresta aumenta leggermente di dimensioni, il che porta a una respirazione compromessa. A causa della mancanza di ossigeno (ipossia), il bambino può avere incubi. Dopo essersi svegliati, i bambini di solito lamentano letargia e affaticamento cronico..

L'ipertrofia dello stadio 1 della tonsilla faringea è facile da trattare in modo conservativo. È possibile ripristinare le dimensioni normali dell'organo con l'aiuto di lavaggi, inalazioni e preparazioni locali di azione antinfiammatoria, immunostimolante e antisettica..

2 gradi di ipertrofia

Le adenoidi di secondo grado portano alla comparsa di sintomi patologici più pronunciati. I tessuti linfoidi ricoperti di vegetazione coprono fino al 50% dei passaggi del vomere e del naso, a seguito dei quali ci sono evidenti disturbi nella respirazione nasale. Tuttavia, se la malattia viene diagnosticata in tempo, sarà possibile eliminare le sue manifestazioni con l'aiuto di fisioterapia e farmaci..

Come riconoscere le adenoidi di grado 2? I segni caratteristici dello sviluppo della malattia includono:

  • russare e sbuffare forte nel sonno;
  • una netta diminuzione del timbro della voce;
  • perdita dell'udito;
  • distrazione e scarso sonno;
  • frequente apertura della bocca;
  • naso che cola prolungato;
  • mancanza di appetito;
  • apatia e stanchezza cronica.

L'ipertrofia adenoidea di grado 2 interferisce con il normale sviluppo fisiologico del bambino.

L'ipossia cronica (mancanza di ossigeno) influisce negativamente sul funzionamento del cervello. A questo proposito, il bambino inizia a rimanere indietro non solo nello sviluppo fisico, ma anche nello sviluppo mentale. I bambini malati non riescono a concentrarsi, il che influisce sul rendimento scolastico. Inoltre, se la pervietà dei passaggi nasali non viene ripristinata nel tempo, l'apertura costante della bocca porterà alla deformazione della mascella inferiore..

Come vengono trattate le adenoidi di grado 2? È possibile ridurre leggermente le dimensioni della tonsilla con l'aiuto di agenti essiccanti e antisettici. Impediscono lo sviluppo dell'infiammazione nella cavità nasale, che stimola la proliferazione dei tessuti linfoidi..

Procedure fisioterapiche come l'ecografia e la terapia laser possono eliminare il muco stagnante nel naso e nei seni paranasali..

Deve essere chiaro che le adenoidi di grado 2 portano a compromissione dell'udito, che può portare allo sviluppo di otite media. Un'amigdala allargata ostruisce l'apertura dei tubi uditivi, che si trovano nel rinofaringe. Il successivo fallimento della ventilazione dell'orecchio medio, che è collegato alla cavità nasale attraverso le tube di Eustachio, porta all'accumulo di versamento sieroso nella cavità dell'orecchio. Questa è una delle principali cause di infiammazione delle mucose e dello sviluppo dell'otite media..

3 gradi di ipertrofia

Le adenoidi di grado 3 sono caratterizzate da una forte proliferazione della tonsilla nasofaringea, in cui i tessuti linfoidi si sovrappongono al vomere di circa il 70-80%. Esternamente, assomigliano a una cresta di gallo, che pende dalla parete posteriore del rinofaringe e chiude le vie aeree. Per questo motivo, la respirazione nasale è molto difficile, quindi il bambino respira principalmente attraverso la bocca..

Lo sviluppo di adenoidi di grado 3 porta al blocco dei fori dei tubi uditivi, a seguito del quale l'udito è nettamente ridotto e sussiste il rischio di perdita dell'udito.

La manifestazione clinica della malattia dipende dall'età del paziente e, di conseguenza, dal diametro interno delle vie aeree. Nei bambini di età inferiore ai 5 anni, i passaggi nasali sono molto stretti, quindi i tessuti troppo cresciuti bloccano quasi completamente il rinofaringe. Quali sono i sintomi delle adenoidi di grado 3?

  • congestione nasale;
  • respiro costante attraverso la bocca;
  • tensione delle ali del naso;
  • voce nasale;
  • russare e sbuffare durante il sonno;
  • frequente sviluppo di otite media;
  • letargia e irritabilità;
  • infiammazione persistente dei seni paranasali (sinusite, sinusite).

Come dovrebbero essere trattate le adenoidi di grado 3? Con grave ipertrofia della tonsilla nasofaringea, ai pazienti viene prescritto un trattamento chirurgico. Se non rimuovi le vegetazioni adenoidi in un bambino piccolo, ciò può successivamente portare a una formazione anormale delle ossa del cranio e del torace. A causa di una violazione dello scambio di gas e dell'accumulo di una grande quantità di anidride carbonica nel sangue, si osserva una diminuzione delle capacità mentali o lo sviluppo di nevrosi.

4 gradi di ipertrofia

Le adenoidi di grado 4 sono la forma più grave di patologia, in cui l'amigdala al 100% chiude i passaggi nasali e le aperture dei tubi uditivi. A questo proposito, il flusso d'aria nella gola attraverso i passaggi nasali è bloccato. La violazione della funzione di ventilazione e drenaggio del rinofaringe porta al ristagno di perdite sierose nei seni paranasali e nell'orecchio medio. Ciò porta all'infiammazione delle mucose degli organi ENT e allo sviluppo di malattie come sinusite, otite media, etmoidite, sfenoidite, ecc..

La mancata rimozione tempestiva delle adenoidi di grado 4 in un bambino piccolo porterà a un cambiamento nel tipo di viso e un'infiammazione costante dell'orecchio medio influirà negativamente sulla sensibilità dell'udito. Con una crescita critica della tonsilla nasofaringea, è necessario concordare un'operazione. È quasi impossibile ripristinare la pervietà dei canali nasali con il 100% di sovrapposizione di vomere e choana.

Pertanto, le adenoidi di grado 3 e 4 possono essere curate solo se viene eseguita l'adenotomia, ad es. chirurgia.

Diagnostica

Come si possono curare le vegetazioni adenoidi? È possibile determinare i metodi ottimali per il trattamento della patologia solo dopo la diagnosi e la determinazione del grado di proliferazione dei tessuti linfoidi. È problematico riconoscere indipendentemente lo stadio di sviluppo della malattia da manifestazioni cliniche. Pertanto, se si sospettano adenoidi, è necessario sottoporsi ai seguenti tipi di esame:

  • rinoscopia posteriore - esame della parete posteriore della cavità nasale usando uno specchio speciale;
  • rinoscopia anteriore - un esame visivo dei passaggi nasali, seguito da una valutazione del grado di pervietà;
  • esame endoscopico - esame dello stato del rinofaringe mediante un fibroscopio flessibile;
  • radiografia: determinazione della posizione del tumore benigno e del grado di crescita dell'amigdala.

Nel caso dello sviluppo di processi infiammatori nel tratto respiratorio, è necessario determinare l'agente causale dell'infezione. Per fare questo, il medico prende un tampone dalla cavità nasale e dalla laringofaringe e, durante l'analisi microbiologica e virologica, determina il tipo di agenti patogeni che hanno provocato l'infiammazione.

Trattamento conservativo

Il trattamento senza chirurgia è possibile solo con una leggera ipertrofia della tonsilla, ad es. nelle fasi 1 e 2 dello sviluppo delle adenoidi. La terapia farmacologica consente di ripristinare la funzione di drenaggio dell'organo immunitario e prevenirne la successiva crescita. Di norma, il regime di trattamento comprende farmaci antinfiammatori, antistaminici e antisettici:

  • gocce di vasocostrittore ("Naphtizin", "Xymelin", "Suprima-Noz") - facilitano la respirazione nasale riducendo il gonfiore delle mucose;
  • rimedi omeopatici ("Angin Gran", "Edas", "Tonsilgon") - aumentano la resistenza del corpo agli agenti patogeni, a seguito dei quali viene ripristinata la normale attività della tonsilla nasofaringea;
  • antibiotici ("Augmentin", "Ampicillin", "Bioparox") - inibiscono la riproduzione di microbi patogeni, che prevengono lo sviluppo di infiammazioni purulente;
  • farmaci antiallergici ("Fenistil", "Erius", "Zirtek") - alleviano il gonfiore e l'infiammazione, a seguito dei quali si verifica una diminuzione del volume del tessuto linfoide;
  • aerosol ormonali ("Nasonex", "Avamis", "Nasobek") - prevengono l'infiammazione e aumentano l'immunità locale, eliminando così i sintomi di una rinite persistente;
  • immunocorrettori ("Fattore di trasferimento", "Mipro-Vit", "Cordyceps") - aumentano l'immunità non specifica e la resistenza del corpo agli agenti patogeni.

Con la corretta preparazione del regime terapeutico e la tempestiva eliminazione dei sintomi della patologia, l'operazione può essere evitata.

Inoltre, dopo i 9 anni, la tonsilla nasofaringea inizia a degradarsi e all'età di 16-17 anni scompare quasi completamente. Per questo motivo, le vegetazioni adenoidi sono diagnosticate raramente nei pazienti dopo la pubertà..

Chirurgia

Non sempre, per il trattamento delle adenoidi, possono essere utilizzati solo farmaci, antisettici per il risciacquo del naso e l'inalazione. Se il tessuto ghiandolare copre oltre il 50% del vomere, molto probabilmente il paziente dovrà sottoporsi ad adenotomia. Devi capire che la vegetazione adenoidea è un tessuto già formato che non può essere assorbito sotto l'influenza di agenti essiccanti e antiallergici.

Il tessuto anormalmente ricoperto può essere rimosso con:

  • Adenotoma di Beckmann (operazione classica);
  • il dispositivo "Surgitrona" (escissione delle onde radio);
  • "coltello" laser (adenotomia laser);
  • rasoio (micro-alimentatore con una lama all'estremità).

Il meno traumatico è il metodo laser e delle onde radio per rimuovere le vegetazioni adenoidi, poiché durante l'operazione i vasi danneggiati vengono "sigillati", il che impedisce il sanguinamento.

È impossibile evitare un intervento chirurgico se la tonsilla ipertrofica ha bloccato completamente i passaggi nasali. Il trattamento prematuro della malattia può portare a complicazioni come sinusite cronica, tonsillite, ascesso paratonsillare, ecc..

Trattamento delle adenoidi nel naso nei bambini

Le adenoidi, o vegetazioni adenoidi, sono ingrandimenti del tessuto della tonsilla nasofaringea. Si trova in profondità nel rinofaringe. A differenza delle tonsille palatine, non è possibile vederlo senza uno strumento speciale del medico ORL. Nell'uomo, è ben sviluppato nell'infanzia. Man mano che il corpo del bambino cresce, l'amigdala diventa più piccola, quindi negli adulti le adenoidi sono estremamente rare.

Funzioni della tonsilla faringea

La tonsilla rinofaringea, come il resto delle tonsille, fa parte del sistema immunitario umano. La loro funzione principale è protettiva. Sono le tonsille che sono le prime a intralciare batteri e virus che entrano nel corpo e li distruggono. Le adenoidi si trovano direttamente sul tratto respiratorio per rispondere rapidamente alla presenza di agenti patogeni. Durante la penetrazione dell'infezione, la tonsilla faringea inizia a produrre vigorosamente cellule immunitarie per combattere il nemico esterno, aumentando di dimensioni. Per i bambini, questa è la norma. Quando il processo infiammatorio "svanisce", la tonsilla rinofaringea ritorna alle sue dimensioni originali.

Se il bambino è spesso malato, le adenoidi sono costantemente in uno stato infiammato. L'amigdala non ha il tempo di ridursi, il che porta a una proliferazione ancora maggiore della vegetazione adenoidea. La situazione raggiunge il punto in cui bloccano completamente il rinofaringe, la respirazione completa attraverso il naso diventa impossibile.

Cause di adenoidi

La proliferazione della vegetazione adenoidea può portare a:

  • eredità;
  • raffreddori persistenti;
  • Malattie "dell'infanzia" che colpiscono la cavità nasale e la faringe: scarlattina, morbillo, rosolia;
  • immunità debole;
  • inosservanza degli standard di ventilazione, umidità interna, polvere;
  • manifestazioni allergiche;
  • ecologia sfavorevole (scarico, emissioni).

Il corpo del bambino costantemente attaccato da virus, in combinazione con l'immunità non sviluppata, porta all'ipertrofia della tonsilla nasofaringea, a seguito della quale si verifica una complessa violazione del processo di respirazione nasale, il muco ristagna nel naso. I microrganismi patogeni che penetrano dall'esterno "aderiscono" a questo muco e le stesse vegetazioni adenoidi si trasformano in un centro di infezione. Da qui, batteri e virus possono diffondersi ad altri organi..

Classificazione delle adenoidi

Adenoidi di I grado: la fase iniziale, caratterizzata da una piccola vegetazione. In questa fase, la parte superiore dell'apriporta (setto posteriore) si sovrappone. Il bambino è a disagio solo di notte, quando la respirazione diventa difficile durante il sonno.

Nei bambini con adenoidi di II grado, più della metà dell'apriporta è chiusa. Sono di medie dimensioni. Caratteristiche distintive di questo palcoscenico: il bambino russa costantemente durante la notte e respira a bocca aperta durante il giorno..

Nella fase III, le crescite raggiungono la loro massima dimensione: occupano la maggior parte del divario tra la lingua e il palato. Respirare attraverso il naso diventa impossibile. I bambini con adenoidi infiammati di grado III respirano esclusivamente attraverso la bocca.

Sintomi e trattamento delle adenoidi nei bambini

  • respirazione difficile o impossibile attraverso il naso;
  • il bambino respira attraverso la bocca;
  • le adenoidi nei bambini piccoli (neonati) causano problemi con il processo di suzione (il bambino non finisce di mangiare, è capriccioso e non ingrassa bene);
  • anemia;
  • problemi di odore e deglutizione;
  • una sensazione della presenza di un corpo estraneo nella gola;
  • il bambino parla piano;
  • voce nasale;
  • russare durante il sonno, disturbo del sonno;
  • otite media ricorrente, rinite cronica;
  • problemi di udito;
  • lamentele di mal di testa al mattino;
  • essere in sovrappeso, essere eccessivamente attivo o in calo nelle prestazioni scolastiche.

Un bambino con una malattia cronica (oltre ai sintomi classici) si distingue per occhi leggermente sporgenti, mascella sporgente, malocclusione (gli incisivi superiori sporgono in avanti), una bocca semiaperta e un setto nasale deviato. Presta maggiore attenzione a come appare tuo figlio..

Se noti molti dei suddetti segni in un bambino, questo è un motivo per contattare un otorinolaringoiatra per diagnosticare il problema e scegliere un metodo di trattamento efficace con un approccio integrato per risolvere il problema..

adenoiditi

Non confondere la vegetazione adenoidea con adenoidite. Le adenoidi sono una crescita eccessiva della tonsilla nasofaringea che interferisce con la normale respirazione. L'adenoidite è un'infiammazione nella tonsilla stessa, simile nei segni ai sintomi di un raffreddore. Questi sono due problemi diversi, rispettivamente, e anche gli approcci alla terapia sono diversi. È impossibile curare le adenoidi (ipertrofia tonsillare), cioè rimuovere il tessuto in eccesso nel rinofaringe, senza intervento chirurgico. L'adenoidite, al contrario, viene trattata in modo conservativo: il gonfiore viene rimosso, l'infiammazione scompare, i sintomi scompaiono.

L'adenoidite è accompagnata dai seguenti sintomi:

  • aumento della temperatura corporea;
  • naso costantemente chiuso, gocce di vasocostrittore usate non sono efficaci;
  • voce nasale;
  • respirare attraverso la bocca;
  • gola infiammata;
  • violazione dell'appetito;
  • tosse.

Perché le adenoidi sono pericolose??

La proliferazione della vegetazione adenoidea può portare a problemi di udito, fino al punto di perdita dell'udito. L'apparecchio acustico umano ha diverse sezioni. Nella sezione centrale c'è una tuba uditiva, è anche la tromba di Eustachio, che è responsabile della regolazione della pressione esterna (atmosferica) con la pressione nel rinofaringe. La tonsilla faringea, aumentando di dimensioni, blocca la bocca della tromba di Eustachio, l'aria non può circolare liberamente tra la cavità nasale e l'orecchio. Di conseguenza, il timpano diventa meno mobile e ciò influisce negativamente sulla capacità di sentire. Nei casi più gravi, tali complicanze non rispondono al trattamento..

Amici! Un trattamento tempestivo e corretto ti garantirà una pronta guarigione!

Quando non è possibile la normale circolazione dell'aria, si sviluppa un'infezione nell'orecchio e si verifica un'infiammazione (otite media).

La respirazione costante attraverso la bocca porta, come detto in precedenza, alla deformazione dello scheletro facciale, nonché a una diminuzione della saturazione del cervello con l'ossigeno: il bambino si stanca rapidamente e non può sopportare il carico scolastico, le prestazioni sono nettamente ridotte.

La costante concentrazione di infezione nella tonsilla nasofaringea porta a un'intossicazione generale del corpo e alla diffusione di virus ad altri organi. Il bambino è esposto a bronchite frequente, laringite e faringite.

Conseguenze spiacevoli possono anche includere problemi al tratto gastrointestinale, incontinenza urinaria durante la notte, tosse.

Diagnostica

La diagnostica viene eseguita in un ufficio ORL sotto la guida di un otorinolaringoiatra. Il medico conduce un esame generale del paziente e chiede ai genitori lamentele e comparsa di sintomi pronunciati.

Inoltre, vengono utilizzati i seguenti tipi di esame con l'aiuto di:

  • faringoscopia - esame dell'orofaringe;
  • rinoscopia: esame della cavità nasale;
  • raggi X;
  • l'endoscopia del rinofaringe è il metodo più informativo che fornisce un quadro completo (i risultati dello studio possono essere registrati su un supporto digitale).

Trattamenti efficaci per le adenoidi nei bambini

Esistono due modi per trattare i bambini: chirurgico e conservativo. I metodi di trattamento sono prescritti solo da un medico ORL, in base allo stadio di crescita della vegetazione e alle condizioni del bambino.

Trattare le adenoidi con un metodo conservativo significa usare farmaci in combinazione con la fisioterapia. Un approccio integrato è la chiave per l'efficacia del trattamento delle adenoidi. Il medico prescrive gocce di vasocostrittore e farmaci antimicrobici.

Si consiglia di sciacquare il naso con una soluzione di furacilina, protargol, rinosept e altri farmaci. Non è vietato trattare le adenoidi nei bambini con rimedi popolari: decotti di camomilla, corteccia di quercia, erba di San Giovanni, spago, equiseto, ecc. Sono perfetti per il lavaggio.)

Per consolidare l'effetto del trattamento, si consiglia di eseguire procedure fisioterapiche: UFO, UHF, elettroforesi, ecc..

In parallelo, vale la pena assumere antistaminici e complessi vitaminici. Si consiglia ai bambini con vegetazione adenoidea troppo cresciuta di visitare le nostre località del Mar Nero.

Chirurgia

In situazioni speciali, l'otorinolaringoiatra può prescrivere una adenotomia, un'operazione per rimuovere la vegetazione. Esistono numerose indicazioni per l'adenotomia:

  • quando non è possibile trattare efficacemente il bambino in modo conservativo;
  • l'incapacità di respirare completamente attraverso il naso porta a frequenti malattie: tonsillite, faringite, ecc..
  • infiammazione ricorrente nelle orecchie;
  • il bambino russa, la respirazione si ferma durante il sonno (apnea).

L'intervento è controindicato in caso di malattie del sangue, durante il periodo di esacerbazione di malattie infettive e bambini di età inferiore ai due anni.

Prima dell'adenotomia, è necessario rimuovere l'infiammazione curando le vegetazioni adenoidi. L'operazione stessa dura solo 15-20 minuti e si svolge in anestesia locale. Durante la manipolazione, il paziente si siede su una sedia con la testa leggermente inclinata all'indietro e il medico ORL, usando uno strumento speciale - un adenotome, afferra il tessuto della vegetazione e lo taglia con un movimento deciso della mano. Dopo la manipolazione, è possibile un leggero sanguinamento. Se l'operazione ha esito positivo e non vengono rilevate complicazioni, al paziente è permesso di tornare a casa.

Un'alternativa alla chirurgia standard, un intervento più moderno, è l'adenotomia endoscopica. Viene eseguito utilizzando un endoscopio. Questo metodo aumenta significativamente la percentuale di operazioni eseguite senza complicazioni..

Dopo l'intervento, devi rimanere a letto per un giorno e limitarti allo sforzo fisico e all'attività per un paio di settimane. Il tempo trascorso al sole dovrebbe essere ridotto, i bagni caldi sono controindicati. L'otorinolaringoiatra consiglierà un corso di esercizi di respirazione, che aiuterà sicuramente il paziente a recuperare e tornare a uno stile di vita normale.

Prevenzione

I metodi preventivi per prevenire la comparsa di adenoidi includono:

  • indurimento;
  • rafforzamento del sistema immunitario;
  • prendendo vitamine;
  • nutrizione appropriata;
  • trattamento tempestivo di infezioni e raffreddori;
  • igiene del naso;
  • accesso tempestivo a un medico ai primi sintomi della malattia.

Tagliamo? Perché non dovresti affrettarti a rimuovere le adenoidi

Il nostro esperto è otorinolaringoiatra, pediatra, blogger medico Ivan Leskov.

Virus e microbi entrano nel nostro corpo principalmente attraverso il naso o la bocca. E chi incontra questi nuovi arrivati ​​all'ingresso? In bocca - tonsille palatine (ma ora non ne stiamo parlando), ma dietro il naso, in profondità, le tonsille faringee (adenoidi). Se sono sani, l'attacco alieno non è terribile per il corpo e questa invasione causerà solo un leggero naso che cola, ma l'infezione non andrà oltre. È un'altra questione se la scarsa ecologia, allergie, ereditarietà e frequenti raffreddori hanno portato alla proliferazione patologica delle adenoidi. In questo caso, la "guardia" non può più far fronte al suo compito - e quindi la "fortezza" può cadere.

Il luogo di incontro non può essere modificato

Tutto il tessuto linfoide, che include anche i linfonodi e alcune altre piccole tonsille, ha una funzione di barriera protettiva nel nostro corpo. Formano tutti un anello linfoide - la linea di prima difesa, per così dire. Ma le adenoidi sono i nostri principali difensori, perché respiriamo principalmente attraverso il naso. Inoltre, questi organi hanno un'altra importante funzione. Dall'età di due anni, prendono parte alla formazione del sistema immunitario. Dopotutto, affinché l'immunità inizi a combattere questo o quel microbo, come si suol dire, deve conoscere il nemico a vista. E le adenoidi sono solo il luogo di incontro perfetto per i patogeni. Pertanto, è altamente indesiderabile sbarazzarsi di tali "agenti" così importanti in anticipo. E fino a tre anni, le adenoidi non dovrebbero essere rimosse se possibile. A proposito, a partire dall'adolescenza, quando si è già verificata la principale formazione di immunità, le adenoidi iniziano a diminuire e nella maggior parte degli adulti si atrofizzano completamente. Quindi potrebbe essere meglio aspettare.

Forse sarà troppo grande?

Ma c'è un altro estremo, quando i genitori agitano la mano sul problema - beh, niente, passerà con l'età! E nessun trattamento è dato. E il fatto che il bambino cammini costantemente con il naso chiuso, russa di notte: non succede nulla. Questo, ovviamente, non vale la pena farlo, perché le adenoidi troppo cresciute non solo interferiscono con la respirazione attraverso il naso, ma possono portare all'arresto respiratorio durante il sonno (sindrome dell'apnea), che in primo luogo danneggia tutto il corpo e il cervello del bambino. Un naso che non respira costringe il bambino ad avere una bocca costantemente aperta (il cosiddetto viso adenoide), e questo porta a un cambiamento dello scheletro facciale, alla formazione di un morso errato, a problemi di logopedia e al naso. Inoltre, le adenoidi allargate situate vicino alle orecchie bloccano le vie uditive, aumentando quindi il rischio di otite media frequente e perdita dell'udito. Alcuni ricercatori associano l'ipertrofia adenoidea allo sviluppo di emicrania, febbre da fieno e persino a bagnare il letto. Inoltre, l'aspettativa tattica in relazione alle adenoidi troppo cresciute è irta dello sviluppo della rinite vasomotoria già in età adulta. Vale la pena elencare altre complicazioni per capire che non dovresti lasciare tutto così com'è?

Non smetterà di ferire?

Non sorprende che i genitori, spaventati dalle terribili conseguenze delle adenoidi allargate nei bambini, rispondano facilmente e volentieri alla proposta dei medici ORL di rimuovere questa fonte di problemi. Soprattutto se le adenoidi sono enormi, di secondo o terzo grado e, a causa loro, il bambino, secondo il medico, non uscirà dall'ARVI.

Perché non dovresti fidarti ciecamente di questi specialisti? Perché l'ARVI frequente e le adenoidi allargate non sono correlate. Non è un caso che i medici trovino una varietà di virus nei lavaggi delle adenoidi, anche se a quel tempo il bambino era completamente sano. E la vera causa di frequenti malattie è il focus dormiente dell'infezione batterica nel corpo. E in questo caso, la rimozione delle adenoidi non risolverà il problema. È questo focus che deve essere cercato e trattato.

Perché i medici ENT amano così tanto rimuovere le adenoidi? Ci sono molte ragioni. In primo luogo, sono stati insegnati in quel modo. In secondo luogo, l'attività chirurgica di un medico è ancora considerata abilità professionale e un segno di abilità. Non per niente anche oggi in America vengono eseguite 2 milioni di adenotomie all'anno. E infine, il lato materiale del problema è importante. Anche ai tassi dell'assicurazione medica obbligatoria, la clinica riceve 15-20 mila rubli per questa operazione. E a pagamento, l'intervento viene effettuato per 45-60 mila rubli.

Rimuovere prima l'infiammazione

Un altro punto importante, perché non dovresti correre all'operazione, è che le adenoidi in un bambino potrebbero non essere ingrandite da sole, ma a causa di una malattia virale recentemente trasferita. O una serie di raffreddori frequenti. Pertanto, l'ENT non deve essere affrontato immediatamente dopo l'ARVI, ma 2-3 settimane dopo il recupero. Se non c'è traccia di infezione nel corpo e le adenoidi sono ancora grandi e interferiscono persistentemente con la respirazione nasale, causando le complicazioni già elencate, quindi sì, dovranno essere rimosse. Ma solo dopo che l'infiammazione è stata soppressa.

È necessario trattare l'infiammazione sulle adenoidi in modo globale. Avrai bisogno di un ciclo di lavaggi nasofaringei medicinali e di un corso di irrorazione locale di droghe. Tuttavia, a causa della posizione scomoda delle adenoidi, è difficile fare tutto da soli, senza specialisti. Quindi avrai bisogno di un corso di fisioterapia (6-10 sessioni di quarzatura). A casa, puoi ancora seppellire uno speciale farmaco antisettico nel naso del bambino. In precedenza, usavano il collargol e ora cadono con un antibiotico e un desametasone. Questo deve essere fatto correttamente: il bambino deve sdraiarsi sulla schiena, la testa gettata all'indietro con le narici sul soffitto. L'assunzione di antibiotici per via orale con adenoidi infiammati non ha alcun senso - in primo luogo, poiché l'infiammazione è spesso virale, non batterica, e in secondo luogo, poiché a causa della scarsa afflusso di sangue a questi organi, le sostanze medicinali semplicemente non raggiungono il destinatario.

Solo in anestesia generale!

Dal 1897, quando fu inventato l'adenoto (un coltello a forma di anello per rimuovere le adenoidi), e fino a poco tempo fa questa operazione fu eseguita in modo piuttosto barbaro. Il bambino era legato a una sedia e, dopo essersi cosparso in bocca un anestetico locale, il chirurgo, brandendo un coltello, aveva tagliato le adenoidi allargate quasi al tocco. Ci vollero un paio di minuti, ma le impressioni dei piccoli pazienti rimasero per il resto della loro vita. Inoltre, il successo dell'operazione era imprevedibile: dopo tutto, se almeno una parte del tessuto linfoide rimaneva intatta, le adenoidi presto ricrescevano.

Oggi, le adenoidi di tutto il mondo vengono solitamente rimosse in anestesia e solo per via endoscopica (sotto controllo visivo). Grazie a ciò, il rischio di ricaduta viene praticamente eliminato. E il paziente non soffre di traumi psicologici. Anche la tecnica dell'operazione è cambiata. Le adenoidi non vengono tagliate, ma schiacciate da un dispositivo speciale - un rasoio - e, con l'aiuto dell'aspirazione, vengono rimosse sotto forma di muco. Tempo impiegato da 20 a 40 minuti.