Alfaferon: descrizione, istruzioni, prezzo

Interferone leucocitario umano INN &
Nome commerciale Alfaferon
Numero di registro P N015743 / 01
Data di registrazione 11.06.2004
Data di cancellazione
Produttore Alpha Wassermann S.p.A. - Italia

Imballaggio:
Articolo n. Imballaggio ND EAN
1 soluzione iniettabile 1 milione UI / ml, fiale 1 ml (1) - imballaggi di plastica sagomati (pallet) (1) - confezioni di cartone ND 42-7224-04

2 soluzione iniettabile 3 milioni UI / ml, fiale 1 ml (1) - imballaggi di plastica sagomati (pallet) (1) - confezioni di cartone ND 42-7224-04

3 soluzione iniettabile 6 milioni UI / ml, fiale 1 ml (1) - confezioni di plastica sagomate (pallet) (1) - confezioni di cartone ND 42-7224-04

Composizione e forma di rilascio
1 fiala con 1 ml di soluzione iniettabile contiene interferone alfa (preparato da leucociti umani donatori) 1, 3 o 6 milioni UI.
effetto farmacologico
Azione farmacologica - antivirale, immunostimolante, antiproliferativa, antitumorale. Induce l'espressione di alcuni oncogeni (mic, sys, ras), inibendo così la crescita del tumore. Colpisce le cellule non affette e aumenta la loro capacità di resistere alla penetrazione del virus, regola il metabolismo e la differenziazione cellulare, stimola il sistema macrofago e le cellule NK.
indicazioni
Leucemia a cellule capellute, mieloma multiplo (stadio di remissione), linfoma non Hodgkin (in combinazione con doxorubicina, ciclofosfamide, teniposide, prednisolone), micosi fungina, leucemia mieloide cronica; Sarcoma di Kaposi con AIDS, carcinoma renale, melanoma maligno; epatite virale B, C e D; verruche genitali.
Controindicazioni
Ipersensibilità, patologia tiroidea (ipo o ipertiroidismo), precedente grave cardiopatia, grave disfunzione epatica e / o renale, epatite cronica con manifestazioni di insufficienza epatica, in pazienti che ricevono o hanno recentemente ricevuto immunosoppressori, epatite autoimmune, cirrosi epatica, epilessia e / o disfunzione del sistema nervoso centrale.
Applicazione durante la gravidanza e l'allattamento
Durante la gravidanza, Alfaferon è prescritto solo se l'effetto atteso per la madre supera il rischio per il feto. Controindicato durante l'allattamento (l'allattamento deve essere evitato).
Effetti collaterali
Dal tratto digestivo: perdita di appetito, nausea, vomito, diarrea, disfunzione epatica.
Dal lato del sistema ematopoietico: mielodepressione.
Dal sistema cardiovascolare: ipotensione arteriosa, aritmia (in pazienti con patologia del sistema cardiovascolare).
Dal lato del sistema nervoso centrale: incertezza, coscienza compromessa, atassia.
Disturbi della pelle: alopecia minore, secchezza, eritema, eruzione cutanea, reazioni locali.
Altri: sintomi simil-influenzali: febbre, brividi, mal di testa, dolori muscolari, ecc. (Diminuzione nei giorni successivi all'ammissione).
Interazione
Riduce l'emivita di Cl e teofillina.
Metodo di somministrazione e dosaggio
V / m e n / a. Viene somministrato (a seconda della malattia) da 3 a 12 milioni UI, prescritto ogni giorno o 3 volte a settimana (la durata del trattamento dipende dalla patologia). Le dosi massime devono essere somministrate per via endovenosa gocciolare lentamente (entro 30-60 minuti), la dose richiesta del farmaco viene diluita in 50 ml di soluzione salina. Con le verruche genitali, è possibile un'ulteriore applicazione locale della soluzione.
Precauzioni
Prima di iniziare il trattamento, è necessario determinare il livello di ormone stimolante la tiroide. È prescritto con cautela ai pazienti con malattie cardiovascolari (infarto del miocardio, aritmie, ecc.). In tutti i pazienti, si raccomanda di monitorare la composizione del sangue periferico, la funzionalità epatica, gli indicatori dell'equilibrio elettrolitico, l'ECG (in pazienti con patologia del sistema cardiovascolare). Le donne e gli uomini in età riproduttiva devono usare metodi contraccettivi affidabili. La sicurezza e l'efficacia di Alfaferon nei bambini e negli adolescenti di età inferiore ai 18 anni non sono state dimostrate..
istruzioni speciali
La gravità delle reazioni avverse viene alleviata assumendo il farmaco immediatamente prima di coricarsi.
Data di scadenza
2 anni
Condizioni di archiviazione
In un luogo buio a una temperatura di 2-8 ° C.

ALFARONA

  • Effetti collaterali
  • Gravidanza
  • Overdose
  • Composizione

Il farmaco di Alfaron è un agente antivirale e antitumorale con attività immunomodulante antivirale.
Alfarona, quando somministrato per via parenterale, subisce disintegrazione, parzialmente escreto invariato, principalmente attraverso i reni.
Il farmaco, come tutti gli interferoni, può portare alla comparsa di anticorpi all'interferone e, di conseguenza, a una diminuzione dell'effetto terapeutico del farmaco.

Indicazioni per l'uso:
Il farmaco Alfaron viene utilizzato nella terapia complessa negli adulti:
- nell'epatite virale acuta B - forme moderate e gravi all'inizio del periodo itterico fino al 5 ° giorno di ittero (in un secondo momento, la somministrazione del farmaco è meno efficace, non efficace nello sviluppo di coma epatico e decorso colestatico della malattia);
- con epatite B acuta protratta, epatite cronica attiva B e D senza segni di cirrosi e con segni di cirrosi epatica;
- con epatite virale cronica C;
- con meningoencefalite virale (influenza, adenovirus, enterovirus, erpetico, parotite), virale-batterica e micoplasma.
L'uso del farmaco è più efficace nei primi 4 giorni della malattia;
- con congiuntivite virale, cheratocongiuntivite, cheratite, cheratouveite; con carcinoma renale in stadio IV, leucemia a cellule capellute, linfomi della pelle maligni (micosi fungina, reticolosi primaria), sarcoma di Kaposi, carcinoma a cellule basali e a cellule squamose della pelle, cheratoacantoma, leucemia mieloide cronica, istiocitosi-X, mielosi subleukemica;
- con sclerosi multipla.
Alfarona in terapia complessa nei bambini:
nella leucemia linfoblastica acuta nel periodo di remissione dopo la fine della chemioterapia induttiva (per 4-5 mesi di remissione); con papillomatosi respiratoria della laringe, a partire dal giorno successivo alla rimozione dei papillomi.

Modalità di applicazione:
Alfarona viene iniettato per via intramuscolare, sottocutanea, nella lesione o sotto la lesione, sottocongiuntivamente o localmente.
Immediatamente prima dell'uso, il contenuto della fiala viene diluito con acqua per preparazioni iniettabili (1.000.000 per iniezione intramuscolare e iniezione nel fuoco, 5.000.000 per somministrazione congiuntivale e locale).
La soluzione del farmaco deve essere trasparente, senza inclusioni estranee.
Il tempo di dissoluzione non deve superare i 4 minuti.
Il farmaco diluito non può essere conservato. Somministrazione intramuscolare e sottocutanea.
Nell'epatite B acuta, 1.000.000 UI vengono iniettati 2 volte al giorno per 5-6 giorni, quindi la dose viene ridotta a 1.000.000 UI al giorno e somministrata per altri 5 giorni.
Se necessario (dopo gli esami del sangue biochimici di controllo), il corso del trattamento può essere continuato a 1.000.000 UI 2 volte a settimana per 2 settimane.
La dose nominale è di 15.000.000 - 21.000.000 UI.
Per epatite acuta prolungata e cronica attiva.
Con l'esclusione dell'infezione da delta e senza segni di cirrosi epatica, 1.000.000 UI vengono somministrate 2 volte a settimana per 1-2 mesi.
Se non ci sono effetti, il trattamento viene esteso a 3-6 mesi o dopo la fine di 1-2 mesi di trattamento, vengono eseguiti 2-3 cicli simili con un intervallo di 1-6 mesi.
Nell'epatite D cronica attiva senza segni di cirrosi epatica, il farmaco viene somministrato a 500.000-1.000.000 UI al giorno, 2 volte a settimana per 1 mese.
Un secondo ciclo di trattamento in 1-6 mesi. Per epatite cronica attiva B e D con segni di cirrosi epatica, 250.000 - 500.000 UI al giorno, 2 volte a settimana per 1 mese. Quando compaiono segni di scompenso, vengono eseguiti corsi simili ripetuti con un intervallo di almeno 2 mesi.
Con epatite virale cronica C; adulti - 3.000.000 UI per via intramuscolare o sottocutanea 3 volte a settimana per 9 mesi.
Bambini - 3.000.000 UI / m2 (dose massima - 3.000.000 UI) 3 volte a settimana per 9 mesi.
Per il carcinoma renale, 3000.000 UI vengono utilizzati ogni giorno per 10 giorni. Vengono ripetuti cicli di trattamento (3-9 o più) con un intervallo di 3 settimane. La quantità totale del farmaco va da 120.000.000 UI a 300.000.000 UI o più.
Per la leucemia a cellule capellute, il farmaco viene somministrato quotidianamente a 3.000.000 - 6.000.000 UI per 2 mesi.
Dopo la normalizzazione dell'emogramma, la dose giornaliera è ridotta a 1.000.000 - 2.000.000 UI. Quindi, la terapia di mantenimento viene prescritta a 3.000.000 UI 2 volte a settimana per 6-7 settimane. La quantità totale del farmaco è 420.000.000 - 600.000.000 UI o più.
Nella leucemia linfoblastica acuta nei bambini in remissione dopo la fine della chemioterapia induttiva (per 4-5 mesi di remissione), 1.000.000 UI una volta alla settimana per 6 mesi, quindi una volta ogni 2 settimane per 24 mesi. Allo stesso tempo, viene somministrata la chemioterapia di supporto. Nella leucemia mieloide cronica, 3.000.000 UI al giorno o 6.000.000 UI a giorni alterni. Periodo di trattamento da 10 settimane a 6 mesi.
Con istiocitosi - X 3.000.000 UI al giorno per 1 mese. Corsi ripetuti a intervalli di 1-2 mesi per 1-3 anni.
Per mielosi subleucemica e trombocitopenia essenziale per la correzione dell'ipertrombocitosi, 1.000.000 UI al giorno o ogni 1 giorno per 20 giorni.
Per i linfomi maligni e il sarcoma di Kaposi, 3.000.000 UI al giorno vengono somministrati ogni giorno per 10 giorni in combinazione con citostatici (prospidina, ciclofosfamide) e glucocorticosteroidi.
Nella fase tumorale della micosi fungina e della reticolosarcomatosi, è consigliabile alternare la somministrazione intramuscolare del farmaco a 3.000.000 UI e l'iniezione intralesionale a 2.000.000 UI per 10 giorni.
Nei pazienti con stadio eritrodermico di micosi fungina quando la temperatura supera i 39 ° C e in caso di esacerbazione del processo, la somministrazione del farmaco deve essere interrotta.
Se l'effetto terapeutico è insufficiente, viene prescritto un secondo ciclo di trattamento dopo 10-14 giorni. Dopo aver raggiunto l'effetto clinico, la terapia di mantenimento viene prescritta a 3.000.000 UI una volta alla settimana per 6-7 settimane.
Per la papillomatosi respiratoria della laringe, il farmaco viene somministrato a 100.000 - 150.000 UI per 1 kg di peso corporeo ogni giorno per 45-50 giorni, quindi alla stessa dose 3 volte a settimana per 1 mese. Il secondo e il terzo corso si svolgono con un intervallo di 2-6 mesi.
Per la sclerosi multipla vengono prescritti 1.000.000 UI: con sindrome piramidale 3 volte al giorno, con sindrome cerebellare 1-3 volte al giorno per 10 giorni, seguita da 1.000.000 UI una volta alla settimana per 5-6 mesi. La quantità totale del farmaco è 50.000.000 - 60.000.000 UI. Nelle persone con un'alta reazione pirogena (39 ° C e oltre), si raccomanda l'uso simultaneo di indometacina per la somministrazione del farmaco.
Introduzione perifocale.
Nel carcinoma basocellulare e squamoso, il cheratoacantoma viene iniettato sotto la lesione a 1.000.000 UI 1 volta al giorno ogni giorno per 10 giorni. Nel caso di reazioni infiammatorie locali pronunciate, l'introduzione sotto la lesione viene effettuata in 1-2 giorni. Alla fine del corso, se necessario, viene eseguita la criodistruzione.
Introduzione sottocongiuntivale.
Per la cheratite stromale e la cheratoiridociclite, vengono prescritte iniezioni sottocongiuntivali alla dose di 60.000 UI in un volume di 0,5 ml al giorno o a giorni alterni, a seconda della gravità del processo. Le iniezioni vengono eseguite in anestesia locale con una soluzione di dicaina allo 0,5%. Il corso del trattamento è di 15-25 iniezioni. Applicazione locale. Per uso topico, il contenuto del flacone viene sciolto in 5 ml di soluzione iniettabile di cloruro di sodio allo 0,9%. Nel caso di conservazione di una soluzione del farmaco, è necessario, osservando le regole di asepsi e antisettici, trasferire il contenuto della fiala in una fiala sterile e conservare la soluzione in frigorifero a una temperatura di 4-10 ° C per non più di 12 ore.
Con congiuntivite e cheratite superficiale, vengono applicate 2 gocce sulla congiuntiva dell'occhio interessato 6-8 volte al giorno. Quando l'infiammazione scompare, il numero di instillazioni si riduce a 3-4. Il corso del trattamento è di 2 settimane.

Effetti collaterali

Con la somministrazione parenterale di Alfaron, sono possibili brividi, febbre, affaticamento, eruzioni cutanee e prurito, così come leuceo e trombocitopenia, nel caso di quest'ultimo, è necessario un esame del sangue 2-3 volte a settimana.
Quando si inietta la lesione, una reazione infiammatoria locale.
Questi effetti collaterali di solito non impediscono l'uso continuato del farmaco..
Se applicato localmente sulla mucosa dell'occhio, sono possibili infezione congiuntivale, iperemia della mucosa dell'occhio, follicoli singoli, edema della congiuntiva del fornice inferiore.
Con pronunciate reazioni avverse locali e generali, la somministrazione del farmaco deve essere interrotta.

Controindicazioni:
Controindicazioni all'uso del farmaco Alfaron sono: forme gravi di malattie allergiche; gravidanza.

Gravidanza

Durante la gravidanza, l'uso del farmaco Alfarona è controindicato..

Interazione con altri medicinali:
L'uso simultaneo di vasocostrittori intranasali non è raccomandato (favorisce l'essiccazione della mucosa nasale).

Overdose

Condizioni di archiviazione:
Conservare in un luogo asciutto, buio e fuori dalla portata dei bambini, a una temperatura non superiore a 10 ° С.

Modulo per il rilascio:
Liofilizzato per preparazione di soluzione iniettabile e applicazione locale in flaconcini da 500.000 UI, 1.000.000 UI, 3.000.000 UI, 5.000.000 UI.
1, 5 o 10 flaconcini del farmaco con le istruzioni per l'uso sono collocati in una confezione di cartone o 5 o 10 flaconcini del farmaco in una striscia blister o in una confezione di contorno di cassetta con le istruzioni per l'uso sono collocati in una scatola di cartone.

Alfaferon

Attenzione! Questo farmaco può avere un'interazione particolarmente indesiderata con l'alcol! Più dettagli.

Indicazioni per l'uso

Leucemia a cellule capellute, mieloma multiplo, linfoma non Hodgkin, micosi fungina, leucemia mieloide cronica, sarcoma di Kaposi associato ad AIDS (in pazienti senza anamnesi di infezioni acute), carcinoma renale, melanoma, epatite B cronica attiva, epatite C cronica, acuta.

Possibili analoghi (sostituti)

Ingrediente attivo, gruppo

Forma di dosaggio

Iniezione

Controindicazioni

Ipersensibilità, insufficienza cardiaca scompensata, insufficienza epatica, incl. epatite cronica o cirrosi epatica con sintomi di insufficienza epatica, epatite cronica in pazienti che ricevono o hanno recentemente ricevuto terapia immunosoppressiva (senza contare la recente interruzione del trattamento GCS in corso), epatite autoimmune, insufficienza renale, epilessia, gravi disturbi mentali (anche nella storia ), malattie incontrollate della tiroide, allattamento. Con cautela. Aritmie, cardiosclerosi postinfartuale, ridotta attività della coagulazione del sangue (incluso sullo sfondo di trombocitopenia), inibizione dell'ematopoiesi del midollo osseo, gravidanza, età fino a 18 anni (l'efficacia e la sicurezza del farmaco non sono state stabilite).

Come usare: dosaggio e ciclo di trattamento

P / c, p / m; le dosi massime sono flebo endovenosa, lentamente (entro 30-60 minuti). La dose richiesta del farmaco viene diluita preliminarmente con 50 ml di soluzione di NaCl allo 0,9% (12 milioni UI). Il regime posologico viene impostato tenendo conto della forma della malattia e dei cambiamenti durante il trattamento a seconda della risposta del singolo paziente.

Leucemia a cellule capellute: la dose iniziale raccomandata del farmaco è di 3 milioni UI al giorno, iniettata per via intramuscolare o sottocutanea 3 volte a settimana per 6 mesi. Se la terapia è inefficace, il farmaco deve essere sospeso. Se c'è una tendenza positiva, il trattamento deve essere continuato fino a quando i parametri ematologici non migliorano e, una volta raggiunta la stabilità dei parametri, la terapia deve essere eseguita per altri 3 mesi.

Mieloma multiplo: la dose iniziale è di 3 milioni UI 3 volte a settimana IM o SC con un aumento settimanale alla dose massima tollerata di 9-12 milioni UI 3 volte a settimana. Questo regime deve essere mantenuto per un tempo illimitato, a meno che la malattia non si sviluppi troppo rapidamente o il paziente diventi intollerante al farmaco..

Linfoma non Hodgkin: la dose raccomandata di 5 milioni di UI viene iniettata IM o SC 3 volte a settimana per 18 mesi.

Micosi fungina: una dose iniziale di 3 milioni UI al giorno viene iniettata per via intramuscolare o s / c con un aumento settimanale alla dose massima tollerata di 9-12 milioni UI al giorno. Alla fine di 3 mesi, passano alla terapia di mantenimento con il farmaco in dosi di 6-12 milioni UI 3 volte a settimana. La durata del trattamento dovrebbe essere di almeno 4-6 settimane.

Leucemia mieloide cronica: una dose iniziale di 3 milioni UI al giorno viene somministrata per via intramuscolare o sottocutanea con aumenti settimanali alla dose massima tollerata di 9 milioni UI al giorno. Dopo la stabilizzazione del numero di leucociti, la dose può essere prescritta 3 volte a settimana. Questo regime deve essere mantenuto indefinitamente, a meno che la malattia non si sviluppi troppo rapidamente o il paziente diventi intollerante al farmaco..

Sarcoma di Kaposi nei pazienti con AIDS: una dose iniziale di 3 milioni UI / giorno viene somministrata IM o SC. Questa dose viene gradualmente aumentata, con una buona tollerabilità del farmaco, fino a una dose massima di 9-12 milioni UI / giorno. Dopo 2 mesi, passano alla terapia di supporto - 9-12 milioni di UI 3 volte a settimana. Il massimo delle dosi indicate può essere iniettato per via endovenosa nell'arco di 30-60 minuti.

Carcinoma renale: una dose iniziale di 3 milioni UI al giorno viene iniettata per via intramuscolare o sottocutanea. Questa dose viene aumentata ogni settimana a una dose massima di 6-9 milioni UI / giorno. Alla fine di 3 mesi, il trattamento di mantenimento può iniziare con 6-9 milioni UI, somministrato 3 volte a settimana per 6 mesi. Il regime suggerito può essere seguito in associazione con vinblastina alla dose di 0,1 mg / kg EV ogni 21 giorni.

Melanoma: una dose iniziale di 3 milioni UI al giorno viene somministrata IM o SC. Questa dose viene aumentata ogni settimana a una dose massima di 6-9 milioni UI / giorno. Alla fine di 3 mesi, il trattamento di supporto può iniziare con 6-9 milioni di UI, somministrato 3 volte a settimana per 6 mesi.

Epatite B cronica attiva: la dose raccomandata è di 2,5-5 milioni UI / m2 di superficie corporea iniettata per via intramuscolare o sottocutanea 3 volte a settimana per 4-6 mesi. Se il numero di marker di replicazione virale o di marker HBeAg non diminuisce dopo 1 mese di trattamento, la dose del farmaco deve essere aumentata. Il dosaggio varia individualmente a seconda della tolleranza del paziente al farmaco. Se, dopo 3-4 mesi di terapia, non si nota alcuna dinamica positiva, il farmaco deve essere sospeso. Il suddetto regime di trattamento è adatto anche per il trattamento dell'epatite cronica B delta positiva.

Epatite cronica C: la dose raccomandata di 3 milioni UI viene iniettata per via intramuscolare o sottocutanea 3 volte a settimana per un massimo di 6 mesi. Se entro 16 settimane dalla terapia farmacologica non vi è alcuna riduzione dell'attività delle transaminasi "epatiche", il farmaco deve essere sospeso.

Se co-trattato con ribavirina, la dose raccomandata è di 3 milioni UI iniettati per via sottocutanea 3 volte a settimana. La ribavirina viene utilizzata in capsule da 200 mg in una dose giornaliera di 1000-1200 mg, suddivisa in due dosi, al mattino e alla sera ai pasti. La terapia di combinazione deve essere continuata per almeno 6 mesi.

Nei pazienti: precedentemente non trattato; quelli infetti da genotipo 1 e alta viremia basale; con una clearance sierica dell'HCV-RNA che persiste per 6 mesi - il trattamento in associazione deve essere esteso a 1 anno.

Verruche genitali: a seconda dell'area della lesione, il dosaggio varia da 0,1 a 1 milione UI. Il farmaco viene iniettato con un ago sottile nella base dell'area danneggiata; il numero di lesioni deve essere conteggiato per calcolare la dose singola totale somministrata. Una singola dose somministrata non deve superare 3 milioni UI. Ogni ciclo di terapia comprende 3 dosi a settimana per almeno 3 settimane. Il miglioramento è di solito notato entro 4-6 settimane dall'inizio del primo ciclo di terapia. In alcuni casi, il ciclo di trattamento farmacologico deve essere ripetuto usando dosi simili..

effetto farmacologico

Interferone alfa da normali leucociti umani, il meccanismo dell'azione antivirale consiste nel creare meccanismi protettivi nelle cellule non infette da un virus: modificando le proprietà delle membrane cellulari che impediscono la penetrazione del virus nella cellula; avvio della sintesi di un numero di enzimi specifici che impediscono la replicazione dell'RNA virale e la sintesi delle proteine ​​virali.

L'effetto antiproliferativo è dovuto a meccanismi diretti che causano cambiamenti nel citoscheletro e nella membrana cellulare, regolando i processi di differenziazione e metabolismo cellulare, che a loro volta prevengono la proliferazione cellulare, in particolare il tumore.

Promuove la modulazione dell'espressione di alcuni oncogeni (mic, sys, ras), che consente di "normalizzare" la trasformazione delle cellule neoplastiche e quindi di inibire la crescita tumorale.

L'effetto immunomodulatore è dovuto alla stimolazione dell'attività dei macrofagi e delle cellule killer naturali (i macrofagi sono coinvolti nel processo di presentazione dell'antigene alle cellule immunocompetenti e le cellule killer naturali sono coinvolte nella risposta immunitaria dell'organismo alle cellule tumorali).

Effetti collaterali

Sindrome simil-influenzale: mialgia, febbre, brividi, mal di testa, malessere, in misura minore - artralgia, mal di schiena (si verifica nella maggior parte dei pazienti, i sintomi sono più pronunciati a 1 settimana e si indeboliscono gradualmente, a causa della tachifilassi, di 2-4 settimane). In rari casi, è possibile un aumento dell'intensità della sindrome del dolore, che può causare l'interruzione del farmaco.

Dal sistema digestivo: diminuzione dell'appetito, alterazione del gusto, secchezza delle fauci, nausea, vomito, diarrea, flatulenza, bruciore di stomaco, disfunzione epatica.

Dal lato del sistema ematopoietico: anemia, leucopenia transitoria, granulocitopenia, trombocitopenia.

Dal CVS: diminuzione o aumento transitorio della pressione sanguigna, aritmie (sopraventricolari), in particolare nei pazienti con malattie cardiache, dolore toracico.

Dal sistema nervoso: vertigini, sonnolenza, diminuzione delle funzioni cognitive, riduzione della capacità di concentrazione (pazienti anziani o alte dosi), sonno irrequieto, ansia, parestesia, atassia, alterazione della coscienza, alterazioni dell'EEG.

Dalla pelle: alopecia, pelle secca, eritema, prurito.

Reazioni allergiche: eruzione della pelle.

Reazioni locali: reazioni cutanee nel sito di iniezione.

Altri: disfunzione della ghiandola tiroidea.

istruzioni speciali

Durante il trattamento con il farmaco, monitorare il contenuto di cellule del sangue contando il numero di piastrine e funzionalità epatica. Per la trombocitopenia, con una conta piastrinica inferiore a 50 mila / μl, deve essere somministrata l'iniezione sottocutanea.

Non utilizzare la soluzione di destrosio al 5%. Non aggiungere altri farmaci al sistema di infusione contenente Alfaferon.

Se ci sono effetti collaterali dal sistema nervoso centrale nei pazienti anziani che ricevono alte dosi, il paziente deve essere attentamente esaminato e, se necessario, interrompere il trattamento farmacologico; la gravità degli effetti collaterali è ridotta quando somministrato immediatamente prima di coricarsi.

Per mitigare la sindrome simil-influenzale, si raccomanda la somministrazione simultanea di paracetamolo.

I pazienti devono ricevere una terapia di idratazione, specialmente durante il periodo iniziale di trattamento.

Nei pazienti con epatite C, durante il trattamento, a volte può essere osservata disfunzione tiroidea, espressa in ipo o ipertiroidismo, pertanto il corso del trattamento deve essere iniziato con un contenuto di TSH inizialmente normale nel sangue.

Le donne in età fertile devono usare metodi contraccettivi affidabili durante il trattamento con il farmaco. Penetra nel latte materno, se necessario, prescrivendo il farmaco durante l'allattamento dovrebbe interrompere l'allattamento.

Durante il periodo di trattamento farmacologico, prestare attenzione quando si guidano veicoli e si svolgono altre attività potenzialmente pericolose che richiedono una maggiore concentrazione di attenzione e velocità delle reazioni psicomotorie.

Interazione

L'assunzione del farmaco riduce la clearance e T1 / 2 della teofillina.

Evitare l'uso combinato di Alfaferon con farmaci che deprimono la funzione del sistema nervoso centrale, immunosoppressori, etanolo.

Collirio Oftalmoferon

Nel trattamento delle malattie virali o allergiche degli organi della vista, le gocce di Oftalmoferon sono ampiamente utilizzate. Il farmaco di produzione domestica funge da agente antinfiammatorio e antimicrobico e aiuta anche a ripristinare il tessuto oculare. Per un efficace effetto terapeutico, è necessario utilizzare attentamente il farmaco e attenersi alle istruzioni.

Composizione

Il collirio Ophthalmoferon contiene interferone alfa 2-b (ricombinante umano) come componente principale. Rappresenta oltre 10 mila UI per 1 ml di farmaco. Questo componente ha un effetto antivirale e aiuta a rafforzare l'immunità locale.

Difenidramina (difenidramina cloridrato) - 1 ml agisce come un composto attivo aggiuntivo. Ha un effetto analgesico locale sulla cornea e sulla congiuntiva e ha anche effetti antinfiammatori e antiallergici..

Altri componenti ausiliari si distinguono:

  • acido borico - agisce come antisettico, disinfettando possibili infezioni batteriche;
  • cloruro di sodio;
  • edetato di disodio;
  • macrogol;
  • Acetato di sodio;
  • acqua purificata.

Descrizione

Le gocce di Ophthalmoferon sono incolori o leggermente giallastre. L'elevata viscosità del farmaco garantisce la creazione di un film protettivo, grazie al quale il farmaco viene distribuito uniformemente su tutta la superficie della cornea.
Disponibile in flaconcini con un comodo tappo contagocce.

effetto farmacologico

I colliri Ophthalmoferon hanno una vasta gamma di effetti terapeutici, tra cui:

  • antivirale;
  • Anestetico locale;
  • antimicrobica;
  • rigenerante;
  • antisettico (disinfettante);
  • antinfiammatorio;
  • immunomodulante (migliora l'immunità locale);
  • azione antistaminica (antiallergica).

Indicazioni per l'uso

Il farmaco viene utilizzato nel trattamento di malattie degli occhi come:

  • Malattie infiammatorie virali e microbiche degli occhi (congiuntivite, cheratite, cheratocongiuntivite, uveite, iridociclite, febbre da fieno, congiuntivite atopica acuta).
  • Sindrome dell'occhio secco - a causa della loro composizione, le gocce formano un film viscoso sulla superficie dell'iride.
  • Ulcere corneali: l'effetto rigenerante del farmaco favorisce la guarigione precoce.

Come agente profilattico contro la possibile insorgenza di complicanze infettive prima o dopo l'intervento chirurgico, con malattia da trapianto e anche come prevenzione della cheratite erpetica ricorrente dopo cheratoplastica.

Si consiglia l'uso di colliri Ophthalmoferon prima e dopo qualsiasi intervento chirurgico oftalmico, poiché aiuta ad alleviare i sintomi dell'infiammazione e accelera anche la rigenerazione dei tessuti.

Controindicazioni

La principale controindicazione all'uso di colliri è l'immunità individuale di uno dei componenti del farmaco. Le persone che sono inclini a reazioni allergiche devono usare questo farmaco con cautela..

Se usato correttamente, gli effetti collaterali non compaiono. In casi isolati, è possibile una sensazione di bruciore o prurito, nonché arrossamento degli occhi. Questi sintomi possono verificarsi sia a causa della frequente instillazione di gocce negli occhi, sia come manifestazione di una reazione allergica.

Istruzioni per l'uso

Le istruzioni per l'uso di Oftalmoferon raccomandano l'uso di gocce per eventuali lesioni oculari congiuntivali fino a quando i sintomi scompaiono completamente. I colliri sono adatti per un uso a lungo termine, poiché non causano tolleranza ai loro componenti.

Trattamento delle malattie virali

Nella fase acuta o nella fase iniziale del trattamento, il farmaco viene instillato in ogni sacco congiuntivale 6-8 volte al giorno, 1-2 gocce. Quando compaiono dinamiche positive, il numero di instillazioni viene ridotto a 2-3 volte al giorno. L'uso del medicinale continua fino a quando i sintomi della malattia non vengono completamente eliminati..

Trattamento per gli occhi asciutti

Nel trattamento della sindrome dell'occhio secco, Ophthalmoferon è prescritto per un lungo periodo (da 6 settimane). 2 gocce vengono instillate in ogni sacco congiuntivale al mattino e alla sera.

Dopo l'intervento chirurgico

Dopo l'intervento chirurgico con laser ad eccimeri, vengono prescritti colliri Ophthalmoferon per ripristinare la rifrazione oculare, dal giorno dell'operazione, per 6 settimane, 2 gocce 3 volte al giorno. La durata dell'uso del farmaco dopo la cheratoplastica è di 2 settimane.

Prevenzione

Come agente profilattico, Ophthalmoferon viene prescritto per 2 settimane. È necessario seppellire 2 gocce 2 volte al giorno.

Appuntamento di colliri per bambini

Le istruzioni per l'uso di Oftalmoferon da parte dei bambini non differiscono significativamente dalle indicazioni per gli adulti. Il farmaco è ammesso fin dall'infanzia, poiché quando usato localmente (scavando nelle sacche congiuntivali), la concentrazione minima di ingredienti attivi non è in grado di causare reazioni negative. Tuttavia, prima dell'uso, è necessario contattare un optometrista che selezionerà un regime di trattamento e un dosaggio in base all'età del bambino..

istruzioni speciali

Poiché immediatamente dopo la procedura, può apparire una visione offuscata, è necessario astenersi dal lavorare con meccanismi pericolosi e dalla guida di un'auto. Immediatamente dopo l'instillazione del farmaco per almeno 20 minuti, gli occhi devono essere tenuti a riposo.

In caso di correzione del contatto, le lenti a contatto devono essere rimosse prima di utilizzare il farmaco. È consentito metterli su 20 minuti dopo la procedura.

Se, 5 giorni dopo l'inizio del trattamento con il farmaco, non vi è alcuna tendenza positiva, è necessario consultare il proprio medico. Potrebbe essere necessario un aggiustamento del dosaggio o la sostituzione con un farmaco simile.

Ophthalmoferon durante la gravidanza

La terapia farmacologica è prescritta dal medico curante in collaborazione con uno specialista ristretto (oculista). L'uso di colliri durante la gravidanza o l'allattamento è possibile, a condizione che l'efficacia del loro uso superi il rischio di complicanze durante lo sviluppo del feto. Se usati correttamente, i colliri Ophthalmoferon non hanno un effetto negativo sulla salute della madre e del bambino..

Analoghi

A causa del costo piuttosto elevato del farmaco, non è disponibile per molti potenziali consumatori. Pertanto, è possibile acquistare analoghi più economici di Oftalmoferon.

Tra i migliori analoghi colliri che hanno una composizione identica a Oftalmoferon e hanno effetti antivirali e immunostimolanti, spiccano:

  • Acripol - il principale ingrediente attivo è l'interferone. Il farmaco viene utilizzato nel trattamento di ustioni o lesioni corneali, varie malattie oftalmiche virali. Allevia il rossore e la secchezza degli occhi che si verificano quando si indossano lenti a contatto o lavori prolungati al computer. A differenza di Oftalmoferon, questo analogo non è approvato per l'uso durante la gravidanza e l'allattamento.
  • Poludan: a causa dell'effetto immunomodulatore, il farmaco è prescritto per il trattamento delle malattie virali. Vietato per l'uso da parte di bambini di età inferiore a 12 anni, durante la gravidanza e l'allattamento.
  • Albucid è un potente antibiotico oftalmico, usato per malattie oculari purulente o infettive e previene anche lo sviluppo di batteri. È prescritto per il trattamento di congiuntivite, cheratite, blefarite.
  • Altevit è un analogo del principio attivo, ha effetti antivirali, antitumorali e immunomodulatori. Il trattamento è prescritto solo da un medico, poiché il farmaco può causare gravi effetti collaterali.
  • Florenal è un farmaco antivirale ad ampio spettro. Esistono diverse forme di dosaggio: gocce, unguento e un film speciale. Salendo sulle mucose, il principio attivo neutralizza la moltiplicazione dei virus. Florenal può essere usato a lungo (fino a 3 mesi).

Un flacone da 10 ml di collirio può essere acquistato in farmacia per una media di 300 rubli. Il prezzo del farmaco può variare a seconda della regione di residenza (da 250 a 350 rubli).

Recensioni

Secondo gli esperti, Oftalmoferon è il leader tra analoghi farmaci oftalmici. L'efficacia e la sicurezza di questi colliri sono annotate in numerose recensioni di medici e pazienti..

Molto spesso, puoi trovare commenti positivi, i pazienti notano la sua sicurezza, l'assenza di reazioni allergiche, prurito.

Quindi, Nadezhda V.A. dice: “Ophthalmoferon è stato prescritto da un medico perché l'occhio si è infiammato dopo una malattia. Immediatamente dopo che il farmaco è entrato nella cornea, c'è una piacevole sensazione di freddo, prurito e bruciore scompaiono ".

I pazienti notano un'alta efficienza nel trattamento dell '"occhio secco", immediatamente dopo l'instillazione, scompaiono i sintomi spiacevoli.

Oftalmologo A. V. Karapetyan osserva che "l'unicità del farmaco risiede nell'assenza di limiti di età. È sicuro anche per i neonati, non influisce sullo sviluppo intrauterino del feto. ".

Gli svantaggi che molti utenti notano sono l'alto costo, la durata relativamente breve (non più di 1 mese) e l'odore dei colliri (acido).

Nonostante numerose recensioni positive e una composizione sicura, non puoi auto-medicare e usare Oftalmoferon senza prescrizione medica.

Ophthalmoferon

Ophthalmoferon (interferone alfa-2b + difenidramina) è un farmaco antivirale per uso topico nella pratica oftalmica.

Ha effetti antinfiammatori, antibatterici, anestetici locali, immunomodulatori e rigenerativi. Le malattie oculari infettive e infiammatorie occupano una posizione di primo piano: rappresentano circa il 50% di tutte le patologie oftalmologiche.

Ophthalmoferon è disponibile sotto forma di collirio e viene utilizzato come instillazione di 1-2 gocce in ciascun occhio fino a 6-8 volte al giorno. Man mano che il processo infiammatorio si attenua, il numero di iniezioni di oftalmoferone è ridotto a 2-3 al giorno. La farmacoterapia continua fino a quando i segni della malattia non scompaiono completamente..

Composizione e forma di rilascio

Lacrime. Disponibile in flaconi contagocce in plastica sterili da 5 ml o 10 ml.

Liquido trasparente incolore senza inclusioni di terze parti. I componenti attivi del farmaco sono l'interferone umano ricombinante (contenuto in 1 ml - almeno 10 mila unità) e la difenidramina (difenidramina) (in 1 ml 0,001 g), la composizione comprende anche sostanze ausiliarie (acido borico, acetato di sodio, ipromellosa, PVP, cloruro di sodio, trilone B, macrogol, acqua per preparazioni iniettabili).

Quali sono queste gocce?

L'interferone, che fa parte di Ophthalmoferon, è un farmaco ottenuto dall'ingegneria genetica, che offre una serie di vantaggi rispetto all'interferone ottenuto dai leucociti del sangue umano: è più purificato (fino al 99%), sicuro contro la trasmissione di altri virus (HIV, citomegalovirus, virus dell'epatite), consente di utilizzare concentrazioni più elevate di interferone.

I principi attivi di Oftalmoferon sono confezionati in un complesso di biopolimeri "lacrima artificiale", che protegge l'epitelio corneale dall'effetto irritante della difenidramina, lubrifica la cornea, ha un effetto ammorbidente e aiuta a riprodurre le caratteristiche ottiche del film lacrimale. L'elevata viscosità del film protettivo aumenta la durata del contatto del farmaco con la cornea e porta a una distribuzione uniforme del farmaco su tutta la superficie dell'occhio. Un aumento del tempo di contatto del farmaco con la congiuntiva dell'occhio aumenta l'efficacia antivirale dell'interferone.

Il miglioramento della rigenerazione (ripristino del tessuto oculare) è anche uno degli effetti terapeutici di Ophthalmoferon.

Quando vengono prescritte gocce di Ophthalmoferon?

Le gocce di Ophthalmoferon sono prescritte ai pazienti per il trattamento delle seguenti malattie degli occhi:

  1. congiuntivite di vari tipi, tra cui adenovirale, emorragica (enterovirale), erpetica;
  2. cheratite - adenovirus, erpetica (cardiforme, vescicolare, punteggiata o simile ad un albero);
  3. cheratite erpetica con stroma, che può essere accompagnata da ulcerazione corneale;
  4. cheratocongiuntivite, adenovirale o erpetica;
  5. uveite erpetica o cheratouveite (è possibile l'ulcerazione);
  6. con cheratocongiuntivite secca (sindrome dell'occhio secco);
  7. un agente profilattico per la malattia da trapianto, per prevenire il ripetersi della cheratite erpetica dopo la cheratoplastica;
  8. prevenzione o trattamento delle complicanze dopo chirurgia refrattiva con laser ad eccimeri sulla cornea.

Istruzioni per l'uso

La soluzione di Oftalmoferon è intesa per l'instillazione negli occhi. Prima di usare il medicinale, il paziente deve lavarsi accuratamente le mani due volte con acqua e sapone. Se si sono accumulate croste secche o secrezioni lungo la linea di crescita delle ciglia o negli angoli degli occhi, gli occhi devono essere trattati con un batuffolo di cotone sterile imbevuto di acqua bollita prima di instillare le gocce. I movimenti sono diretti dall'angolo esterno dell'occhio a quello interno. Le gocce vengono instillate nel sacco congiuntivale, 1-2 gocce alla volta, mentre è importante assicurarsi che la punta della pipetta non tocchi le ciglia o le palpebre.

Dopo aver usato il medicinale, il flacone deve essere stretto con cura con il tappo. La dose del medicinale e la durata del ciclo di trattamento sono determinate dal medico individualmente per ciascun paziente, in base alle indicazioni, alle caratteristiche dell'organismo, alla tolleranza e alla presenza di complicanze.

Secondo le istruzioni per le malattie virali acute dell'occhio, Oftalmoreno è prescritto al paziente 1-2 gocce in ogni sacco congiuntivale 4-6 volte al giorno a intervalli regolari. Dopo aver migliorato la condizione, la dose può essere ridotta a 3 instillazioni del farmaco al giorno.

Con frequenti ricadute di malattie croniche dell'occhio virale, il farmaco viene prescritto 1-2 gocce 2 volte al giorno. Il medico determina la durata della terapia in base alla gravità del quadro clinico e alla frequenza di recidiva dell'infezione..

Controindicazioni

Intolleranza individuale ai componenti attivi e ausiliari del farmaco Oftalmoferon.

L'uso del farmaco Oftalmoferon durante l'allattamento / gravidanza è possibile solo come indicato da un medico, quando l'effetto terapeutico atteso per la madre supera il potenziale rischio di complicanze nel neonato / feto.

Effetti collaterali

Non vi è stato sviluppo di reazioni avverse durante l'uso del farmaco Oftalmoferon.

I pazienti con ipersensibilità possono sviluppare reazioni allergiche.

Overdose

Se applicato localmente, non viene notato.

Interazione

È stato stabilito che Oftalmoferon è compatibile e può essere utilizzato in combinazione con farmaci con antinfiammatori, antibatterici, corticosteroidi, effetti riparativi e altri farmaci di forma oftalmica, compresi quelli per la terapia sostitutiva lacrimale.

istruzioni speciali

La possibilità di utilizzare il farmaco nella pratica pediatrica è stabilita dal medico curante in privato. L'esperienza con l'uso della composizione per i bambini è limitata. I pazienti che utilizzano lenti a contatto devono rimuoverle prima di instillare il farmaco.

I pazienti devono prestare particolare attenzione al rispetto delle regole per la conservazione della composizione medicinale. La comparsa di impurità o scaglie nel liquido indica che il prodotto non deve essere utilizzato per l'instillazione. Un cambiamento di colore o l'aspetto della torbidità indicano anche che la formulazione non è adatta all'uso e deve essere eliminata..

Recensioni

Sul trattamento delle malattie degli occhi nei bambini con Ophthalmoferon, sia i medici che i genitori rispondono per lo più bene. Sottolineano che l'effetto positivo delle gocce appare entro 1-2 giorni dall'inizio dell'instillazione. I vantaggi del farmaco sono chiamati la possibilità di trattare i pazienti più piccoli, una buona tolleranza e un elenco minimo di controindicazioni. Secondo le mamme, le gocce non causano alcun effetto collaterale, così come nessun disagio o bruciore dopo che le gocce entrano negli occhi..

  1. Olesya, 26 anni. Durante la congiuntivite allergica, questo agente è stato gocciolato tre volte al giorno, come prescritto da un oculista. I sintomi sono scomparsi dopo una settimana di utilizzo, la durata totale del corso è stata di tre settimane, durante il trattamento periodicamente si è verificata una spiacevole sensazione di un film sull'occhio, che ha interferito con la lettura e la guida di un'auto.
  2. Marina, 34 anni. L'herpes oculare è stato trattato a lungo, con l'uso di diversi farmaci. Mi sono state prescritte gocce di Ophthalmoferon per alleviare una reazione allergica. L'ho seppellito 8 volte al giorno, ogni tre ore, dopo due giorni l'edema si è placato quasi completamente. Ho gocciolato per tutti e dieci i giorni, come prescritto dal medico, mentre prendevo pillole. Completamente guarito in tre settimane.
  3. Sergey, 43 anni. La congiuntivite erpetica dell'ultimo stadio è stata curata con questo rimedio. L'appuntamento non è stato immediatamente ricevuto. Dopo aver sostituito due farmaci simili che non hanno avuto alcun effetto positivo, ho letto le recensioni su Internet e ho chiesto a un medico. I miglioramenti sono iniziati il ​​secondo giorno di utilizzo (2 gocce ogni 5 ore), completamente recuperati in tre settimane.

Gli svantaggi di Oftalmoferon includono un'alta frequenza di utilizzo, la necessità di conservare in frigorifero e una breve durata di conservazione di una bottiglia aperta.

Alcuni genitori chiamano il prezzo delle gocce piuttosto alto e sono interessati a farmaci più economici. Inoltre, a volte ci sono recensioni in cui si lamentano della mancanza di un effetto terapeutico..

Gli analoghi di Oftalmoferon

Invece di Oftalmoferon per le malattie degli occhi, possono essere utilizzati altri rimedi locali:

  • Okomistin. Tali gocce antisettiche sono analoghe a Miramistin per gli occhi. Sono prescritti a bambini di età diverse, sia con danno batterico ai tessuti degli occhi, sia con infezioni virali. Il farmaco può anche essere gocciolato nel naso.
  • Oculohel. Tale rimedio omeopatico comprende sostanze provenienti da echinacea, eufrasia e altre piante. Il farmaco è approvato a qualsiasi età.
  • Zovirax. Un tale unguento oculare a base di aciclovir viene utilizzato per lesioni con virus dell'herpes. Può essere usato dalla nascita.
  • Levomycetin. Tali gocce antibatteriche sono utilizzate per orzo, blefarite e altre lesioni oculari microbiche. Nell'infanzia, vengono utilizzati sotto controllo medico dalla nascita..
  • Slezin. Queste gocce sostituiscono le lacrime e possono essere utilizzate a qualsiasi età..
  • KromoHEXAL. Questo farmaco a base di clomoglicato di sodio è prescritto per danni agli occhi allergici. Ai bambini viene prescritto da 2 anni.
  • Solfacile sodico. Un tale farmaco del gruppo sulfamidico può essere gocciolato dai bambini dalla nascita sia per il trattamento della congiuntivite che per la sua prevenzione.
  • Vitabact. Questo medicinale con azione antimicrobica e antisettica è approvato nell'infanzia dalla nascita.
  • Dexa-Gentamicina. Questo medicinale, prodotto sotto forma di unguento e gocce, contiene un antibiotico integrato con un glucocorticoide. Nei bambini, viene utilizzato solo su prescrizione medica..

Tali e altri colliri o unguenti differiscono non solo per i principi attivi e le fasce d'età, ma anche per il meccanismo d'azione e controindicazioni. E quindi, dovrebbero essere usati per la congiuntivite o altre malattie degli occhi nei bambini solo dopo la nomina di un oculista.

Ophthalmoferon prezzo

Il costo approssimativo dei colliri Oftalmoferon nelle farmacie di Mosca è di 300 rubli.

Condizioni di erogazione dalle farmacie e conservazione

Le gocce di Ophthalmoferon possono essere acquistate in farmacia senza prescrizione medica. Si consiglia di conservare una bottiglia aperta con una soluzione in frigorifero per non più di 30 giorni. La bottiglia sigillata viene conservata a una temperatura non superiore a 20 gradi, in un luogo buio fuori dalla portata dei bambini. La data di scadenza è indicata sulla confezione, al termine della quale il medicinale viene smaltito.

Collirio Alfaferon

Nome commerciale: Ophthalmoferon

Nome internazionale non proprietario del farmaco: interferone umano ricombinante alfa-2 + difenidramina

Forma di dosaggio: collirio

Principi attivi: interferone alfa-2 ricombinante umano, difenidramina

Gruppo farmacoterapeutico: farmaco antivirale per uso topico in oftalmologia

farmacodinamica:

Oftalmoferon è un farmaco antivirale e antibatterico per l'uso nella pratica oftalmica. Ophthalmoferon contiene interferone ricombinante alfa-2. Il farmaco ha un pronunciato effetto immunomodulatore, antimicrobico e antivirale. Inoltre, il collirio oftalmico ha attività antinfiammatoria e alcuni effetti anestetici locali. Nei pazienti con patologie infiammatorie dell'occhio, il farmaco oftalmoferone aiuta a ridurre il disagio e la sensazione di bruciore negli occhi e stimola anche la rigenerazione dei tessuti interessati.

Indicazioni per l'uso:

Ophthalmoferon è usato per il trattamento di pazienti affetti da cheratite adenovirale, enterovirus (emorragica) ed erpetica, nonché adenovirale ed erpetica (puntata, cardiaca, vescicolare e dendritica). Le gocce di oftalmoferone sono anche prescritte per il trattamento locale della cheratite erpetica stromale (inclusa con o senza lesioni ulcerative della cornea), cheratocongiuntivite erpetica e adenovirale, nonché cheratouveite erpetica e uveite.

Controindicazioni:

Oftalmoferon non deve essere somministrato a pazienti con nota ipersensibilità agli ingredienti delle gocce.

Metodo di somministrazione e dosaggio:

Le gocce di Ophthalmoferon sono intese per l'instillazione nel sacco congiuntivale. Lavarsi accuratamente le mani prima di usare il farmaco. Quando si instillano gocce nel sacco congiuntivale, evitare il contatto del contagocce con ciglia, pelle e mucose dell'occhio. Dopo ogni uso del farmaco Ophthalmoferon, la bottiglia deve essere accuratamente chiusa con un coperchio. La durata della terapia e la dose del farmaco oftalmoferone è determinata dal medico. Nelle forme acute di malattie, di norma, si consiglia di introdurre 1-2 gocce del farmaco oftalmoferon 6-8 volte al giorno nel sacco congiuntivale. Dopo aver migliorato le condizioni del paziente, la dose del farmaco viene ridotta a 1-2 gocce del farmaco oftalmofon 2-3 volte al giorno. Nelle malattie croniche, di norma, si consiglia di aggiungere 1-2 gocce di Ophthalmoferon 2-3 volte al giorno al sacco congiuntivale. La terapia deve continuare fino a quando i sintomi della malattia non scompaiono completamente..

Effetti collaterali:

Ophthalmoferon, di regola, non provoca lo sviluppo di effetti indesiderati. In alcuni casi, una sensazione di bruciore può svilupparsi dopo l'instillazione di gocce nel sacco congiuntivale. Nei pazienti con ipersensibilità, possono manifestarsi reazioni allergiche sotto forma di iperemia congiuntivale, sensazione di bruciore e prurito agli occhi.

Interazione con altri medicinali:

L'uso simultaneo del oftalmoferone con altri agenti oftalmici per uso topico non è raccomandato. Se è necessario combinare più preparati oftalmici topici, è necessario osservare un intervallo tra le loro applicazioni di almeno 30 minuti.

Data di scadenza: 2 anni

Condizioni di dispensazione dalle farmacie: senza prescrizione medica

Produttore: CJSC Firn M, Russia (4606207000322)

Ophthalmoferon

Valutazione 3.1 / 5
Efficienza
Qualità dei prezzi
Effetti collaterali

Oftalmoferon (Oftalmoferon): 12 recensioni di medici, 15 recensioni di pazienti, istruzioni per l'uso, analoghi, infografiche, 1 modulo di rilascio.

Recensioni dei medici su oftalmoferon

Valutazione 4.6 / 5
Efficienza
Qualità dei prezzi
Effetti collaterali

Un farmaco molto efficace per il trattamento della congiuntivite virale. Sensazione di bruciore, arrossamento, lacrimazione passano rapidamente. Se goccioli come indicato e come indicato da un medico, un farmaco eccellente.

Con instillazione frequente e prolungata, asciuga la congiuntiva dell'occhio, provoca la sindrome dell'occhio secco.

Ho usato questo farmaco con successo nella mia pratica per molti anni. Lo uso da solo e lo consiglio ai miei cari.

Valutazione 3.8 / 5
Efficienza
Qualità dei prezzi
Effetti collaterali

A volte si verifica una reazione allergica.

Per lungo tempo e mezzi comprovati della produzione russa "Oftalmoferon" è un farmaco antinfiammatorio e analgesico utilizzato in oftalmologia. Contiene solo rimedi erboristici. Non ci sono praticamente controindicazioni (ad eccezione dell'intolleranza individuale, quindi leggi attentamente la composizione). Lo consiglio per l'infiammazione, per regolare i processi di rigenerazione cellulare. Migliora il tono dei muscoli oculomotori.

Punteggio 0.8 / 5
Efficienza
Qualità dei prezzi
Effetti collaterali

Non esiste un'efficacia dimostrata, con lo stesso successo è possibile seppellire semplicemente l'acqua, ci saranno più benefici. Regime di instillazione non conforme - 6! una volta al giorno.

Nel trattamento delle malattie infettive dell'occhio in uno qualsiasi degli schemi, il suo uso non è consigliabile, poiché non è benefico per il paziente. Nessuna base di prove è un rappresentante di spicco delle fuflomicine.

Valutazione 2.5 / 5
Efficienza
Qualità dei prezzi
Effetti collaterali

Nessuna efficacia dimostrata.

Questo farmaco provoca solo una moderata idratazione a breve termine della mucosa dell'occhio, che contribuisce a una leggera guarigione in lesioni e congiuntivite. Pertanto, l'effetto è minimo. In caso di irritazione e secchezza degli occhi, sarà adatto per l'uso, ma non per il trattamento. Se l'hai già preso, è meglio combinarlo con "Tobrex".

Valutazione 5.0 / 5
Efficienza
Qualità dei prezzi
Effetti collaterali

Un farmaco eccellente per il trattamento delle infezioni virali e batteriche della mucosa dell'occhio. Inoltre, aiuta bene con congiuntivite allergica e traumatica. Uso sempre questo farmaco nella mia pratica e lo consiglio vivamente ai miei pazienti. Ho provato questo farmaco su me stesso - funziona davvero e aiuta!

Punteggio 0.8 / 5
Efficienza
Qualità dei prezzi
Effetti collaterali

L'efficacia del farmaco non è dimostrata - né effetto antivirale, né antiallergico, nessuno. Solo idratazione temporanea.

Un farmaco ampiamente pubblicizzato, amato dagli oftalmologi della Federazione Russa. Non ha una base di prove, quindi non è nell'elenco delle droghe di mia scelta.

Valutazione 4.2 / 5
Efficienza
Qualità dei prezzi
Effetti collaterali

Il farmaco si è dimostrato efficace nel trattamento delle malattie infettive dell'occhio, in particolare congiuntivite. Utilizzato nella pratica pediatrica. L'azione si verifica dopo i primi 2 giorni di trattamento con questo farmaco.

Alta incidenza di reazioni allergiche.

Plus indiscutibile del farmaco: è possibile prescrivere fin dalla tenera età.

Valutazione 3.8 / 5
Efficienza
Qualità dei prezzi
Effetti collaterali

L'effetto del farmaco in 1-2 giorni con un effetto positivo.

Non ho notato i contro.

Il farmaco è approvato dalla giovane età. Non ci sono stati disagi durante l'assunzione, inclusa la sensazione di bruciore. Affronta molto bene e rapidamente l'infezione da adenovirus. Con congiuntivite purulenta, per un effetto rapido, è bene alternare con tobrix.

Punteggio 0.0 / 5
Efficienza
Qualità dei prezzi
Effetti collaterali

Farmaco assolutamente inutile, che mette in ginocchio tutti gli oculisti che non pensano. La sanità mentale e la logica nella nomina di tali fuflomicine sono completamente assenti. Che peccato che la medicina basata sull'evidenza debba lamentarsi e nascondersi in questo paese..

Non ho nulla contro i benefici commerciali di ciascuna delle aziende farmaceutiche che conosco, ma solo quando vendono un farmaco davvero utile. Chatterbox, che è presumibilmente contro i virus, pur non avendo una sola sostanza attiva specifica almeno per i virus più semplici, questo è abbastanza in russo.

Valutazione 4.6 / 5
Efficienza
Qualità dei prezzi
Effetti collaterali

Il farmaco è affidabile Per un'infezione virale, può essere utilizzato sia negli occhi che nel naso.

Il farmaco è morbido, confortevole, ben tollerato dai pazienti. Quando prescritto secondo le indicazioni (malattie virali), mostra un'alta efficienza. Un punto positivo può essere assegnato a bambini e donne in gravidanza. Non ho osservato effetti collaterali.

Valutazione 2.1 / 5
Efficienza
Qualità dei prezzi
Effetti collaterali

Di recente, i bambini hanno una complicata reazione allergica a questo farmaco.

A causa dell'uso improprio di questo farmaco, cioè del suo uso per qualsiasi arrossamento degli occhi nei bambini, la percentuale di una componente allergica complicata laterale è aumentata. Se possibile, provo a non nominarlo. Il farmaco richiede un uso competente e i genitori non hanno la pazienza di gocciolare le gocce in modo decrescente. Chi soffre di allergie da gocciolamento cronico è molto soddisfatto della sua azione per prevenire e alleviare la congiuntivite allergica stagionale. Anche le madri di bambini spesso malati sono felici, poiché questo farmaco allevia l'irritazione degli occhi in condizioni virali.

Valutazione 5.0 / 5
Efficienza
Qualità dei prezzi
Effetti collaterali

Farmaco affidabile e collaudato per il trattamento e la prevenzione delle lesioni virali dell'organo della vista, facile da usare, bassa frequenza di effetti collaterali, alta efficienza.

Lo svantaggio è solo la frequente frequenza di somministrazione del farmaco.

Consigliato per l'uso in malattie infettive degli occhi rigorosamente secondo la prescrizione del medico.

Recensioni dei pazienti su oftalmoferon

Di recente sono iniziati i problemi agli occhi. Con l'ipotermia o da un carico pesante, ha iniziato a soffrire di congiuntivite. Il mio medico, un oculista, mi ha raccomandato questo farmaco e, ad essere sincero, mi aiuta, perché allevia rapidamente l'infiammazione e l'irritazione, nonché il dolore quando avviato e non applicato in modo tempestivo, fino a quando l'infiammazione non viene completamente eliminata. Ma rimuove l'effetto, non la causa, causando il problema. Ma posso notare che questo farmaco provoca una sensazione di bruciore e disagio a breve termine quando instillato. Aggiungerò anche che questo farmaco ha un prezzo irragionevolmente alto rispetto ai farmaci con un effetto simile. Puoi trovare farmaci che hanno lo stesso effetto a un prezzo inferiore, ma l'efficacia e la velocità dell'azione sono leggermente inferiori.

Più volte il bambino è stato prescritto per problemi agli occhi. Non ho visto alcun effetto terapeutico. Esistono farmaci più efficaci. Un grande svantaggio è una sensazione di bruciore quando instillato. Il bambino iniziò isterico quando vide una bottiglia di Oftalmoferon. L'ho provato su me stesso, sensazioni davvero molto spiacevoli. Non capisco perché i medici lo prescrivano per eventuali arrossamenti degli occhi. Il prezzo è irragionevolmente alto, con una durata molto breve di una bottiglia aperta.

Gocce "Oftalmoferon" sono state utilizzate più volte per varie malattie degli occhi. Nel trattamento della congiuntivite batterica, mi sono stati prescritti in tandem con un farmaco antimicrobico. Le gocce rimossero solo il rossore, ma il motivo stesso non lo era, le gocce antimicrobiche erano molto più efficaci. D'altra parte, queste gocce fanno un ottimo lavoro arrossando gli occhi e alleviando lo stress dopo aver lavorato al computer. Efficace anche quando la polvere penetra negli occhi, si ottiene rapidamente l'effetto di lavare via le particelle di polvere e alleviare l'irritazione. Uso le gocce per i bambini fin dai primi giorni di vita e per gli adulti. Li considero efficaci, ma costosi..

Il medico ha prescritto queste gocce per noi quando la congiuntivite ha iniziato a comparire nella mia figlia di sei mesi. Devo dire subito che il medico l'ha prescritto insieme a un antibiotico, ma a mio rischio e pericolo ho deciso di fare solo con queste gocce, e questo ci ha aiutato. Gli occhi sono diventati chiari il giorno successivo. Non esorto nessuno, Dio non voglia, a fare lo stesso, ma ho dato a mio figlio la possibilità di fare a meno di un b, ora mia figlia ha tre anni, la congiuntivite non ci ha più disturbato.

Eccellente collirio! Ero all'appuntamento dell'oculista e mi ha consigliato le gocce "Oftalmoferon". L'azione delle gocce è avvenuta molto rapidamente! Dopo un lungo periodo di lavoro al computer, i miei occhi sono molto stanchi e compaiono dolore e disagio, ma ho sempre queste gocce a portata di mano. Consiglio a tutti di usare queste gocce! Prezzo accessibile e farmaco affidabile!

Questo farmaco è diventato un salvavita per me. Il bambino ha un'immunità molto debole e qualsiasi raffreddore nel nostro paese inizia sempre non con il naso che cola, ma con la congiuntivite. Gli occhi si infiammano e si gonfiano in modo che difficilmente possiamo staccarci la mattina. La salvezza più sicura fu l'oftalmoferon, che ci era stato prescritto dopo un'altra visita di un oculista. Durante il giorno goccioliamo e la prossima volta il rossore si attenua e il muco secreto diventa molte volte meno, dopo un altro giorno, di regola, gli occhi sono già puliti.

Quando ero in terza media, i miei occhi erano molto stanchi a causa del carico costante e forte, ma poi la congiuntivite ha iniziato ad apparire del tutto. Non c'era tempo per i dottori e su raccomandazione degli amici ho comprato queste gocce. Agiscono immediatamente, bruciano un po ', ma va bene. La cosa principale è che fanno bene il loro lavoro. Hanno curato la congiuntivite in un mese, gocciolando in modo irregolare e non usando altri farmaci per gli occhi. Quindi posso dire che saranno queste gocce di ottima qualità.

Ho la sindrome dell'occhio secco, i miei occhi sono appena lavati. Allo stesso tempo, indosso le lenti (grave miopia, non posso forzare me stesso a passare agli occhiali). Pertanto, la congiuntivite e l'irritazione oculare sono i miei compagni costanti, mi sono già abituato. In precedenza, albucid era sempre gocciolante, ma diversi anni fa mi è stato prescritto l'oftalmoferon, ho apprezzato la differenza. Aiuta anche efficacemente, ma non vi è alcuna sensazione dolorosa di bruciore durante il trattamento. E idrata ulteriormente la mucosa, nel mio caso è importante. Inoltre, il farmaco è economico. Lo consiglio davvero.

La figlia più giovane recentemente ha spesso sviluppato congiuntivite e davanti ai suoi occhi sono comparsi tutti i tipi di cose brutte, come l'orzo. Queste gocce hanno funzionato molto bene, sciacquato immediatamente l'occhio e alleviato i sintomi emergenti molto rapidamente. Il bambino si è lamentato di aver bruciato un po '. Quando li ho usati io stesso, è stato un po 'spiacevole, ma non c'era ancora nessuna sensazione di bruciore. È solo che ai bambini non piace quando qualcosa viene gocciolato negli occhi. Ma l'effetto è sempre positivo dal loro uso..

Colliri davvero buoni. Spesso dopo una giornata di lavoro, gli occhi iniziano a cuocere, vale la pena gocciolare con l'oftalmoferone, la sensazione di bruciore e il dolore scompaiono. Sono contento di aver scoperto questi colliri. La mia famiglia usa periodicamente l'oftalmoferone, il risultato dopo l'instillazione allevia la tensione, il rossore, il dolore.

Ho usato l'oftalmoferon dopo aver consultato un oculista e aver stabilito una diagnosi di congiuntivite, causata molto probabilmente dalla polvere che mi è entrata negli occhi. Il medicinale è di colore trasparente, non cuoce e non provoca prurito e arrossamento. L'ho usato come indicato per 10 giorni. Ho gocciolato in entrambi gli occhi, 1 goccia 3 volte al giorno, anche se c'era solo un paziente. Il costo dell'oftalmoferon non è molto elevato. L'ho comprato personalmente in farmacia per 98 UAH. È anche conveniente che queste gocce oftalmiche siano presenti in ogni farmacia, quindi non è necessario sforzarsi e andare alla ricerca.

A mia figlia fu prescritto un buon farmaco quando la congiuntivite fu portata dall'ospedale. Inizialmente, altre medicine furono gocciolate, ma non aiutarono. Ophthalmoferon è stato gocciolato secondo le istruzioni per circa una settimana e l'infiammazione è passata, anche il rossore. Il rossore, a proposito, rimuove bene subito dopo l'uso. È un male che non sia economico e la durata di conservazione della bottiglia aperta è breve. Ma non voglio risparmiare sulla salute dei bambini!

Queste gocce aiutano a seccare gli occhi e il rossore e anche quando si indossano le lenti. Il corso di applicazione non è più di un mese, la durata di conservazione di queste gocce non è così lunga. Costano circa 270 rubli, non un ottimo prezzo, anche se per qualcuno come, ma, come mi sembra, è molto meglio di Vizin.

Bello collirio. Utilizzato nel trattamento della miopia come indicato da un medico. Trascorro molto tempo al computer e Ophthalmoferon allevia rapidamente l'affaticamento degli occhi, permettendomi di lavorare ancora per un po 'di tempo. Non penso che aiuterà da gravi malattie, ma dalla solita stanchezza o arrossamento, in linea di principio, aiuta.

Ho sempre questo farmaco a portata di mano. Mi salvo quando il figlio minore ha il raffreddore e tutti i sintomi si accumulano. Getto l'oftalmoferone nei miei occhi acquosi, il giorno dopo tutto è in ordine. L'anziano porta periodicamente congiuntivite virale, lo gocciolo e lo ordino. Due anni fa, il figlio ha avuto un olazionismo agli occhi, sono stati prescritti diversi farmaci, tra cui l'oftalmoferone, sono stati trattati per molto tempo, ma dopo un anno si sono sbarazzati, altrimenti sono stati minacciati di un intervento chirurgico. Quando gocciolano negli occhi dei bambini, si lamentano che brucia un po ', ma resistono. A volte mi gocciolano negli occhi, indosso le lenti a contatto, succede che porto qualche tipo di infezione, la medicina mi aiuta anche.

Moduli di rilascio

Istruzioni per l'uso dell'oftalmoferon

Breve descrizione

L'oftalmoferone (interferone alfa-2b + difenidramina) è un farmaco antivirale per uso topico nella pratica oftalmica. Ha effetti antinfiammatori, antibatterici, anestetici locali, immunomodulatori e rigenerativi. Le malattie infettive e infiammatorie degli occhi occupano una posizione di leader: rappresentano circa il 50% di tutte le patologie oftalmiche. Negli ultimi anni, per il trattamento della congiuntivite virale, cheratocongiuntivite, cheratite, uveite, i medici ricorrono sempre più all'uso di preparati di interferone geneticamente modificati con un tasso di purificazione superiore al 99%, che sono sicuri rispetto alla contaminazione virale, che consente l'uso di interferone più concentrato. La forma di dosaggio dell'interferone geneticamente modificato sotto forma di collirio è stata sviluppata da scienziati domestici della società biotecnologica "Firn M" ed è stata chiamata oftalmermon. Oltre all'interferone, l'oftalmoferone contiene difenidramina (difenidramina), che aumenta l'effetto antiallergico, antinfiammatorio e analgesico del farmaco. Il duo di sostanze farmacologicamente attive dell'oftalmoferone viene posto in una "lacrima artificiale" - un complesso di polimeri biologici che proteggono l'epitelio corneale dall'effetto irritante locale della difenidramina e inoltre hanno un effetto lubrificante e ammorbidente. Questo film protettivo ha una consistenza viscosa, che aumenta la durata del contatto del farmaco con la cornea e garantisce una distribuzione uniforme delle sostanze attive sulla superficie dell'occhio. Pertanto, l'interferone passa più tempo nel sacco congiuntivale, il che rende più efficace la terapia antivirale. L'uso dell'oftalmoferone promuove la più rapida scomparsa della reazione congiuntivale follicolare nella congiuntivite adenovirale e il riassorbimento degli infiltrati subepiteliali nella cheratocongiuntivite infettiva, elimina iperemia ed edema.

Il farmaco è ben tollerato e non provoca reazioni collaterali indesiderabili. Per tutto il tempo in cui l'oftalmoferon era sul mercato farmacologico, non è stato registrato un singolo caso di reazione allergica o tossica al farmaco.

Ophthalmoferon è disponibile sotto forma di collirio e viene utilizzato come instillazione di 1-2 gocce in ciascun occhio fino a 6-8 volte al giorno. Man mano che il processo infiammatorio si attenua, il numero di iniezioni di oftalmoferone è ridotto a 2-3 al giorno. La farmacoterapia continua fino a quando i segni della malattia non scompaiono completamente..

Gli studi clinici di questo farmaco sono stati condotti sulla base dell'Istituto di ricerca sulle malattie degli occhi di Mosca. Helmholtz. Quindi, in particolare, nel 2007 e nel 2008. ha studiato l'efficacia dell'oftalmferone nei pazienti con sindrome dell'occhio secco. Sostituti lacrimali e farmaci riparativi hanno svolto il ruolo di farmaci comparativi. La scomparsa dei reclami soggettivi nei pazienti che ricevevano oftalmoferon era già stata osservata il 5-6 ° giorno, mentre nel gruppo di controllo il miglioramento delle condizioni dei pazienti era stato raggiunto solo il 7-8 ° giorno. Inoltre, nel 66% dei pazienti nel gruppo di controllo, i reclami individuali persistevano anche dopo il corso di terapia. Nei pazienti che assumevano oftalmoferon, la normalizzazione della condizione delle palpebre e della membrana connettiva dell'occhio, una diminuzione della gravità dell'ipermia e dell'edema della congiuntiva bulbare e la scomparsa della crosta negli angoli delle palpebre sono state notate molto prima. Nel gruppo dell'oftalmoferone, la dinamica di stabilizzazione del film precorneale (lacrimale) era migliore rispetto al gruppo di controllo. Alla fine, il recupero completo è stato raggiunto nel 25% dei pazienti nel gruppo sperimentale, mentre nel gruppo di controllo non c'erano affatto tali pazienti. Non sono stati osservati effetti collaterali durante lo studio.

Farmacologia

Ophthalmoferon ha un ampio spettro di attività antivirale, antinfiammatoria, immunomodulante, antimicrobica, anestetica locale e effetti rigenerativi..

Modulo per il rilascio

DosaggioConfezioneConservazioneVenditaData di scadenza
Lacrime1 ml
interferone alfa-2a10 mila UI
difenidramina1 mg

5 ml - contagocce di polimero (1) - confezioni di cartone.
10 ml - contagocce di polimero (1) - confezioni di cartone.

Dosaggio

Nella fase acuta della malattia, Oftalmoferon viene utilizzato sotto forma di instillazioni negli occhi, 1-2 gocce fino a 6-8 volte / giorno. Con l'arresto del processo infiammatorio, il numero di instillazioni è ridotto a 2-3 volte al giorno.

Il corso del trattamento continua fino alla scomparsa dei sintomi della malattia..