Alcol e antibiotici

Puoi bere alcolici con antibiotici? Di solito, nelle istruzioni per il farmaco, troverai un divieto su questa combinazione. Se ti viene prescritto un corso per l'influenza o una malattia infettiva e cade durante le vacanze, aumenta la tentazione di infrangere la regola. Inoltre, ci sono molte domande a questa linea nelle istruzioni, i produttori non ci spiegano nulla. Sembrerebbe, in che modo le bevande alcoliche possono influenzare il trattamento? Comprendiamo questo problema in modo più dettagliato.
Non puoi bere alcolici durante un ciclo di antibiotici, perché in questo modo riduci l'effetto del farmaco sul corpo. Se ciò non ti disturba, considera l'effetto combinato. Spesso può essere imprevedibile. Bere birra e vino con antibiotici sta spingendo il tuo corpo ai suoi limiti. Anche se il trattamento sta finendo o è già terminato, è necessario fare attenzione con l'alcol. La risposta alla domanda se è possibile bere alcolici durante l'assunzione di antibiotici è negativa. Vediamo quali conseguenze minacciano se si viola questa regola.

Conseguenze della combinazione

L'alcol che entra nel corpo anche a piccole dosi influisce sul lavoro di tutti i sistemi. Una persona può provare sia vertigini che euforia, così come nausea e mal di testa insopportabili. Tutto dipende dalla qualità e dalla quantità della bevanda. Se, allo stesso tempo, nel corpo sono presenti sostanze attive di antibiotici, è difficile prevedere il grado di effetto negativo della combinazione. Cosa puoi aspettarti:

  • nausea;
  • vomito;
  • mal di testa;
  • crampi allo stomaco;
  • aumento della temperatura;
  • perdita di conoscenza;
  • coma e persino morte.

La reazione disulfiram è spesso responsabile di tutte queste conseguenze. Si verifica quando i prodotti di decomposizione dell'alcol si accumulano nel corpo. Per rimuoverli, hai bisogno di enzimi che vengono prodotti nel fegato. La reazione di disulfiram si manifesta come una solita sbornia, ma con un risultato imprevedibile.
Se ci sono pochi prodotti di decomposizione nel corpo, sentirai solo mal di testa, secchezza delle fauci e mancanza di appetito. E se i sottoprodotti della lavorazione dell'alcool non vengono rimossi dal corpo, può verificarsi un avvelenamento grave, fino alla morte. Di solito, in questi casi, è urgente mettere un contagocce con soluzione salina. Ma non vi è alcuna garanzia che possa essere d'aiuto se il paziente ha assunto antibiotici. Queste sostanze interferiscono con l'assorbimento e l'escrezione reciproche. E se non vengono escreti, inizia una reazione disulfiram e avvelenamento. Sia l'etanolo che i farmaci vengono escreti attraverso il fegato e non è noto come questa miscela esplosiva si comporterà nell'organo. Tra i farmaci che impediscono l'eliminazione dei prodotti di decomposizione del 100%, cloramfenicolo, metronidazolo, streptomicina, tetraciclina.
Si noti che gli antibiotici includono anche medicinali antifungini come nizoral. Unguento per unghie innocuo può causare gravi postumi di una sbornia con esito fatale.
Inizi a sentirti meglio ogni giorno con i farmaci, ma questo è un effetto ingannevole. Anche se ti sembra che l'assunzione di antibiotici non influisca in alcun modo sul tuo corpo, quindi in combinazione con l'alcol, può verificarsi un disastro. Ogni anno, i giovani forti e giovani vanno in ospedale, perché completando il trattamento dell'angina, non potevano resistere a un bicchiere di vino o un bicchierino di vodka.

Ridurre l'efficacia del farmaco

Ogni farmaco ha un tempo durante il quale viene assorbito nell'intestino e nel fegato e quindi entra nel flusso sanguigno. Il compito del paziente è fornire tali condizioni in modo che questa volta non acceleri o rallenti. Ecco perché si consiglia agli antibiotici di essere bevuti durante i pasti, con molta acqua e non combinati con l'alcol. L'alcool aiuta ad accelerare l'assorbimento di oligoelementi nell'intestino, motivo per cui i farmaci non funzionano come dovrebbero. Nella migliore delle ipotesi, il trattamento può essere ritardato e, nel peggiore dei casi, si verificherà avvelenamento. Ma questa non è l'unica ragione per cui la medicina non funziona in presenza di alcol..
L'alcol può modificare i batteri patogeni in modo che il principio attivo degli antibiotici "non li riconosca" e non li rimuova dal corpo. Cioè, i microrganismi rimangono sul posto, la malattia progredisce, poiché nulla interferisce con essa. Allo stesso tempo, continui con calma a prendere farmaci, senza sospettare che sia già inutile. E tutto ciò sullo sfondo del fatto che gli organi stanno cercando di sbarazzarsi della droga e dell'alcool, poiché li considerano veleni.
Puoi bere alcolici con antibiotici e sperare che funzionino? Non. Il meccanismo del lavoro della droga è interrotto, il corpo non capisce cosa deve essere scomposto in primo luogo, le droghe smettono di funzionare - e tutto questo a causa di un bicchiere di birra. È importante ricordare che l'effetto del consumo di alcol dura molto più a lungo nel corpo rispetto all'intossicazione. Per altri 2-3 giorni, influenzerà negativamente l'assorbimento del farmaco..

Alcol con un ciclo di farmaci

Gli antibiotici sono prescritti se i batteri aggressivi devono essere uccisi. Le proteine ​​del farmaco si legano alle proteine ​​che scatenano l'infiammazione e le espellono attraverso i reni e il fegato. Se nulla interferisce con gli antibiotici, l'effetto del trattamento è visibile piuttosto rapidamente. Ma se c'è qualcosa nel corpo che interferisce con il lavoro antibatterico delle compresse, allora il corso è sprecato. L'alcol può diventare una tale sostanza e le conseguenze di una singola dose influiscono sull'intero trattamento. Sono soldi sprecati.
Oltre agli antibiotici, i medici prescrivono spesso altri farmaci che agiscono congiuntamente. Potrebbero non avere controindicazioni per bere con l'alcol, ma a causa di questa combinazione con antibiotici e alcool, non saranno assorbiti. Ad esempio, gli antibiotici hanno spesso effetti collaterali che influenzano negativamente il funzionamento del tratto gastrointestinale, e quindi devono essere presi fondi aggiuntivi per ripristinare la microflora. L'alcol annulla l'effetto di questi farmaci e, di conseguenza, si sviluppa la disbiosi, che dovrà essere trattata a lungo e in modo costoso..
È stato scoperto che la probabilità di effetti collaterali aumenta con l'assunzione simultanea di alcol. Dai un'occhiata all'elenco degli effetti collaterali per qualsiasi antibiotico e sarai convinto che il rischio non ne valga la pena..

Danno agli organi

Il corpo percepisce l'alcol come un veleno e cerca di rimuovere la sostanza tossica il più rapidamente possibile. Per questo motivo, gli organi indeboliti dalla malattia vengono inoltre caricati. Quando il metabolismo degli antibiotici si mescola alla necessità di eliminare i prodotti di decomposizione dell'alcool, il corpo lavora per logorarsi. Prima di tutto, soffrono i sistemi ematopoietici e urinari. Il cuore accelera il polso per fornire al fegato la quantità necessaria di sangue. La vescica non può far fronte all'effetto diuretico dell'alcool e alla necessità di eliminare i prodotti di decomposizione del farmaco. Questa combinazione influisce negativamente anche sull'intestino e sullo stomaco, indipendentemente dalla quantità di alcool che entra nel corpo. Crampi, costipazione, vomito e diarrea sono possibili durante l'assunzione di farmaci. Tornando al tema della riduzione dell'esposizione agli antibiotici, in questo caso il principio attivo semplicemente non entra nel flusso sanguigno. Quindi il trattamento non funziona..
Il sistema nervoso centrale soffre del semplice fatto di assumere antibiotici. Questo si manifesta sotto forma di sonnolenza, vertigini e nausea. L'alcol sopprime anche il sistema nervoso. Se si integra il farmaco con bevande alcoliche, l'effetto sedativo aumenta. Questa combinazione non è sicura per i conducenti, gli anziani e chiunque il cui lavoro richieda attenzione e velocità di reazione..

Carico del fegato

Il fegato inizia a funzionare dopo che le medicine e l'alcool sono stati assorbiti dall'intestino, sono entrati nel flusso sanguigno e hanno fatto il loro lavoro. Il suo compito è quello di sbarazzarsi dei prodotti di decomposizione per non avvelenare il corpo. Il nostro filtro naturale è responsabile di numerosi processi:

  • la produzione di enzimi che scompongono l'alcol;
  • rimozione di residui della sostanza attiva del farmaco;
  • ritenzione e neutralizzazione dei prodotti di decomposizione dei veleni.

Quando alcol e antibiotici entrano nel fegato contemporaneamente, competono per la quantità di enzimi necessari per essere eliminati dal corpo. Sono prodotti in quantità limitate e potrebbero non essere sufficienti se avvelenati. Se i farmaci falliscono in questa lotta, rimangono nel corpo e può verificarsi intossicazione. L'avvelenamento da antibiotici è uno dei più gravi e richiede il ricovero in ospedale. Se accade il contrario e i prodotti di decomposizione dell'alcol rimangono nel corpo, allora la persona avrà una terribile sbornia fino alla morte.

Alcol dopo un ciclo di antibiotici

La terapia antibiotica dura da 7 giorni a un anno (ad esempio, per la tubercolosi). Perchè così lungo? Il fatto è che i medicinali hanno una sorta di effetto cumulativo. Il dosaggio è rigorosamente calcolato in modo da non danneggiare il corpo. Non puoi prendere tutte le pillole contemporaneamente per uccidere tutti i batteri patogeni. È necessario seguire l'algoritmo di assunzione al fine di mantenere costantemente la quantità richiesta di farmaco nel sangue. Altrimenti, la malattia prevarrà, si svilupperà in una forma cronica e ci vorrà più tempo e più difficile per curarla..
Quando puoi bere alcolici dopo gli antibiotici? Durante l'intero periodo di assunzione di antibiotici, astenersi dall'alcol, perché il suo effetto sul corpo è ugualmente distruttivo sia nel primo che nell'ultimo giorno del corso. Nelle ultime fasi del trattamento, la concentrazione del farmaco nel corpo è più alta, quindi questo è un momento pericoloso per bere, non sottovalutarlo. È meglio verificare con il proprio medico quando iniziare a bere alcolici dopo gli antibiotici. Questo tempo varia dalle 24 alle 72 ore.
Ricorda che dopo la fine del ciclo di antibiotici, il tuo corpo è ancora debole e qualsiasi dose di alcol può influenzarlo negativamente, indebolendo il normale funzionamento del corpo. Evita di bere alcolici fino a quando non ti sarai completamente ripreso per prevenire il ritorno della malattia.

Riassumiamo

Quando si assumono antibiotici, tagliare l'alcool. I medici non raccomandano di bere vino, vodka e cognac se stai seguendo un corso. E non importa quanta alcool entrerà nel corpo. Sebbene ci siano poche ricerche su questo argomento, è meglio non rischiare la salute e attendere qualche giorno. L'assunzione simultanea di alcol e antibiotici ha una serie di conseguenze negative:

  • una sbornia insolitamente forte;
  • diminuzione dell'efficacia del farmaco a zero;
  • carico sugli organi;
  • aumento del rischio di effetti collaterali.

Per proteggersi da rischi per la salute imprevedibili, non bere alcolici durante l'intero ciclo di antibiotici e astenersi dall'alcol per almeno tre giorni dopo il suo completamento. Nessuna celebrazione dovrebbe causare problemi di salute fatali. Anche se gli antibiotici ti sembrano innocui o il corso sta per finire, l'alcol è proibito.

Antibiotici e alcol

Prima di tutto, vorremmo notare che non raccomandiamo di bere alcolici per i seguenti motivi:

  • in sostanza è un veleno che avvelena il corpo e interferisce con il trattamento delle malattie;
  • l'alcol interferirà con il recupero privando il corpo delle sostanze di cui ha bisogno.

Quando gli antibiotici interagiscono con l'alcol, la concentrazione del primo può diminuire. Inoltre, in presenza di questi farmaci, la degradazione dell'alcool rallenta, il che porta all'avvelenamento.
Ora ci sono diverse teorie sul fatto che gli antibiotici e l'alcol possano essere combinati e la quantità di alcol che si può bere:

  1. Secondo una delle teorie, la loro assunzione congiunta porta a conseguenze avverse e, prima di bere alcolici, è necessario attendere almeno 3 giorni affinché il medicinale venga rimosso dal corpo.
  2. Un altro dice che pillole, unguenti o colpi di antibiotici sono compatibili con l'alcol. Ciò è dimostrato dai risultati della ricerca medica rilasciata dal servizio di notizie russo della BBC. Tuttavia, gli stessi autori degli studi non escludono la possibilità di conseguenze negative..
  3. Secondo la terza teoria, alcuni antibiotici possono essere assunti con l'alcol e altri no. Di norma, i medici avvertono di tale incompatibilità e questo è indicato nelle istruzioni per il medicinale..

Quando gli antibiotici e l'alcol sono incompatibili?

Gli studi di laboratorio condotti su animali e pazienti volontari hanno permesso di dedurre quali effetti hanno determinati farmaci, a seconda del loro gruppo..
Azalid, Amoxiclav, Tsifran e Ceftriaxone non sono stati inclusi nella tabella di compatibilità di antibiotici e alcool, poiché bloccano l'azione del farmaco e aumentano l'effetto negativo delle tossine sugli organi interni, causando avvelenamento.
Puoi ottenere maggiori informazioni su questo argomento sul portale OkeyDoc, gli autori di articoli di cui sono medici con diverse specializzazioni. Ma in ogni caso, la risposta del medico sarà decisiva..

Gli antibiotici e l'alcol saranno efficaci?

Sembrerebbe che le emozioni positive di una festa, un bicchiere di birra o un bicchiere di vino, che consentono di "ridurre lo stress", andranno a beneficio della persona guarita, ma questo non è del tutto vero..
Ci sono una serie di buoni motivi per cui alcol e antibiotici non devono essere combinati (come riportato dai volontari in uno studio di compatibilità):

  • reagiscono alcoli e droghe, che aumentano la concentrazione di tossine e danneggiano il fegato (e come ti senti);
  • l'efficacia dei farmaci diminuisce;
  • il tratto gastrointestinale soffre e i nutrienti del cibo vengono assorbiti peggio;
  • aumenta l'effetto sedativo (calmante), che può portare a una condizione dolorosa in cui si osservano letargia, affaticamento, lentezza, indifferenza verso tutto e coscienza alterata;
  • a causa del blocco dell'azione del farmaco, la malattia può diventare cronica.

Le conseguenze dell'assunzione di antibiotici e alcol

Ripetiamo che eventuali bevande alcoliche sono sostanze tossiche, veleni. Anche senza farmaci, hanno un effetto negativo sul fegato, sul tratto gastrointestinale e sullo stato del corpo nel suo insieme. Inoltre, non devono essere assunti durante una malattia, quando tutte le forze dovrebbero essere dirette alla guarigione e non per rimuovere i veleni..
Diamo un'occhiata a questo problema fino alla fine e vediamo da soli perché è impossibile, durante l'assunzione di antibiotici, mescolarli con l'alcol e cosa accadrà se li bevi insieme?

  1. L'alcol distrugge vitamine e minerali, indebolisce il corpo e riduce l'immunità, rallentando così il recupero.
  2. Il fegato si infiamma a causa dell'esposizione alle tossine (si verifica l'epatite da farmaco) e questo provoca cirrosi epatica e insufficienza epatica. Le tossine da droghe e alcol riducono la capacità del fegato di elaborarle ed espellerle, specialmente con un uso prolungato o regolare. Gli antibiotici sono la causa più comune di epatite indotta da farmaci.
  3. Il componente più importante del tratto gastrointestinale - utile microflora - viene distrutto da droghe e alcol. E questo porta a disbiosi, gastrite, ulcere, nonché scarso assorbimento di nutrienti e indebolimento delle funzioni del corpo..

Quando bere alcolici dopo aver assunto antibiotici

Gli antibiotici e l'alcol sono incompatibili: lo sanno tutti. Ma quanto è vera questa affermazione? È possibile bere alcolici dopo gli antibiotici e, in caso contrario, qual è la minaccia di un tale cocktail? Quando puoi bere alcolici dopo aver assunto antibiotici? Alcuni medici insistono sulla completa esclusione dell'alcool durante il corso del trattamento, mentre altri parlano di un periodo di 4 ore. È questa volta che è sufficiente per gli antibiotici per terminare la fase attiva dell'azione..

Compatibile o no

I moduli di prescrizione, nonché le istruzioni per i farmaci antibiotici, di solito indicano che l'alcol dovrebbe essere escluso. Ma perché non è spiegato. Molte persone credono che l'alcool non debba essere bevuto durante il trattamento, perché l'etanolo neutralizza l'effetto dei farmaci e aumenta il carico sul fegato. Questo non è vero in ogni caso..

Ma per ogni evenienza, al fine di evitare conseguenze indesiderate, i medici raccomandano di eliminare completamente l'uso di bevande contenenti etanolo durante l'assunzione di antibiotici. Gli studi condotti su un gruppo di volontari, nonché su ratti di laboratorio, hanno dimostrato che gli antibiotici del gruppo della penicillina non reagiscono affatto all'etanolo. In questo caso, l'assunzione di alcol è perfettamente accettabile..

Le bevande alcoliche non solo non riducono l'assorbimento del farmaco e il suo effetto curativo, ma in alcuni casi accelerano anche il processo di guarigione. Questi fatti non sono ancora stati completamente studiati, quindi è difficile dire quali siano le vere ragioni di tali reazioni chimiche. È possibile bere birra se esiste un trattamento simultaneo con farmaci popolari come Eritromicina o Flemoxin? Questo è perfettamente accettabile.

Quando una persona beve birra, di norma, non si limita a una porzione. E qualsiasi prodotto alcolico agisce come un diuretico, quindi il periodo di presenza dell'antibiotico nel corpo è ridotto. Il farmaco viene semplicemente escreto nelle urine, senza avere il tempo di fornire correttamente un effetto curativo. Per questo motivo, se bevi alcolici contemporaneamente agli antibiotici, fallo a dosi moderate e non abusare.

Antibiotici che possono essere assunti insieme a bevande alcoliche:

  • Gruppo di penicillina. Amoxicillina, Eritromicina, Flemoxin.
  • Cefalosporine. Cefadroxil, Cefpiron.
  • Macrolidi. Azitromicina, Claritromicina, Spiramicina, Roxithromycin.

Nel caso del trattamento con i suddetti farmaci, è necessario ricordare che gli antibiotici non devono essere assunti con l'alcol. Se è in trattamento con farmaci a base di penicillina, dovresti ricordare che puoi bere alcolici non prima di 4 ore dopo l'assunzione della pillola. Questo periodo è sufficiente per l'assorbimento del farmaco nel flusso sanguigno, per subire un periodo di decomposizione nel fegato, per adempiere alla sua funzione e iniziare l'adsorbimento da parte dei reni..

Cosa succede se bevi troppo? L'alcool, assorbito nel flusso sanguigno attraverso le pareti dello stomaco, raggiunge il fegato, dove viene scomposto dagli enzimi in componenti che, alla fine, il corpo può rimuovere con l'aiuto dei reni. Se viene fornito troppo etanolo, aumenta la produzione di enzimi epatici, che scompongono non solo l'etanolo, ma anche gli antibiotici. Di conseguenza, i farmaci vengono escreti più rapidamente di quanto dovrebbero e pertanto non hanno il tempo di adempiere alla loro funzione. Devono essere integrati nei processi vitali di batteri e virus, che causano i sintomi della malattia..

Gli antibiotici interrompono la sintesi di proteine ​​all'interno delle cellule dei virus, distruggono le loro membrane, bloccando la possibilità di riproduzione. Bere alcol ha un effetto diuretico. Pertanto, gli antibiotici lasciano il corpo molto più velocemente di quanto riescano a distruggere batteri e virus. Si scopre che l'uso di alcol con questi tipi di antibiotici, sebbene accettabile, riduce l'effetto curativo.

Farmaci che escludono la co-somministrazione con alcol

C'è un gruppo di antibiotici che sono completamente incompatibili con l'alcol. Ciò è dovuto alla loro proprietà di bloccare la produzione di enzimi che degradano l'etanolo. Hanno un effetto sul corpo, simile nelle proprietà a Disulfiram, con l'aiuto del quale viene eseguita la codifica farmacologica per l'alcolismo. Se una persona usa antibiotici con proprietà simili, l'alcool in qualsiasi forma dovrebbe essere evitato.

Altrimenti, le conseguenze possono essere irreversibili, fino alla morte inclusa. Preparati con l'effetto di Disulfiram: Esperal, Teturam, Radoter, Lidevin, Antabus, Vivitrol, Cyamide, Tamposil, Selinkro, tiosolfato di sodio, Metadoxil, Litonit, Kolme, Zorex. Se ti viene prescritto un trattamento con i suddetti farmaci, allora dovresti assolutamente escludere l'alcol per l'intero periodo di trattamento. Dopo aver bevuto alcolici insieme a pillole simili, seguirà una reazione di incompatibilità.

Sintomi di incompatibilità alcol-antibiotico:

  • Mal di testa e vertigini. Emicrania. Dolore errante dal lobo temporale alla parte posteriore della testa o in qualsiasi altra direzione.
  • Nausea e vomito che non possono essere fermati. Il bavaglio continua anche a stomaco già vuoto.
  • Aritmia, aumento della frequenza cardiaca, aumento della pressione sanguigna, picchi di pressione. Dispnea.
  • Perdita di coscienza e svenimento, che può evolversi in coma.
  • Insufficienza renale ed epatica. Giallo della pelle e del bianco degli occhi.

Tutti questi sintomi spiacevoli compaiono se una persona ha bevuto alcool insieme a farmaci che hanno un effetto simile a Disulfiram. Le compresse contengono sostanze chimiche che bloccano la produzione di enzimi che degradano l'etanolo. L'escrezione di acetaldeide è ritardata nel fegato. L'avvelenamento da nitromidazolo e cefalosporina influenza l'intossicazione più forte con tutti i sintomi associati.

Quanto tempo ci vuole per consumare alcolici durante il trattamento con un ciclo di antibiotici?

Per evitare danni al fegato e ai reni, nonché intossicazione a causa dell'incapacità del fegato di produrre enzimi che degradano l'etanolo, dovresti sapere quanto tempo durano gli antibiotici nel corpo. Disulfiram e composti chimici nei farmaci che hanno proprietà simili si accumulano nel tessuto adiposo. Tempo di attesa 12-18 ore.

Il periodo di eliminazione completa è fino a 2 settimane. Questo è quando puoi tranquillamente bere alcolici dopo gli antibiotici. Per quanto tempo dovresti astenersi dall'alcol prima di assumere antibiotici? I medici raccomandano di iniziare un ciclo di farmaci dopo 4 giorni senza alcool. Naturalmente, un tale periodo è considerato sicuro. Nei casi in cui si tratta di un trattamento urgente della malattia, sono sufficienti 1-2 giorni.

Quanto tempo dopo gli antibiotici puoi bere alcolici? I medici parlano di 4 ore. In realtà, è meglio resistere ad almeno 12 ore quando il fegato e i reni rimuoveranno la maggior parte dei farmaci, altrimenti il ​​corpo potrebbe considerare l'assunzione articolare come intossicazione e tenterà di rimuovere i prodotti in decomposizione. Ci saranno nausea, vomito, diarrea, mal di testa.

Dopo il corso del trattamento, quanti giorni devono trascorrere prima di poter tranquillamente consumare bevande alcoliche? Quindi, il periodo minimo dopo l'assunzione di antibiotici della serie tetraciclina dovrebbe essere 3-4 giorni prima di poter tornare a uno stile di vita divertente. L'etanolo riduce l'assorbimento della tetraciclina nel sangue, quindi con questo antibiotico è meglio astenersi dal bere bevande alcoliche.

Bere birra dopo gli antibiotici non è generalmente raccomandato, poiché ha una proprietà diuretica. Nel caso della tetraciclina, la combinazione con etanolo è indesiderabile. L'effetto curativo del farmaco diminuisce. Per quanto tempo puoi bere antibiotici se una persona è malata e ha bevuto molto alcool il giorno prima? Se i sintomi di una sindrome da sbornia si fanno sentire al mattino, non vale la pena iniziare un corso di terapia in questo giorno.

Si consiglia di attendere 2-3 giorni prima che il corpo riacquisti la sua forza e rimuova tutti i prodotti di decadimento dell'etanolo. Tetraciclina e droghe con effetto di disulfiram sono assolutamente incompatibili con l'alcol. Dovresti aspettare 3-4 giorni prima di assumere le pillole e almeno 1 settimana dopo la fine del corso, prima di poter tranquillamente bere alcolici.

Ma con gli antibiotici della serie di penicilline, è consentita l'assunzione congiunta di bevande alcoliche. In alcuni casi, c'è persino un'accelerazione del processo di guarigione. Tuttavia, non dovresti abusarne. Poiché l'alcol ha una proprietà diuretica e riduce la permanenza del farmaco nel corpo, il che, a sua volta, porta al fatto che gli antibiotici non hanno il tempo di avere un effetto curativo.

Antibiotici e alcol: è possibile combinare?

I medici britannici hanno cercato di scoprire cosa pensano i pazienti della clinica dell'interazione tra alcol e antibiotici.

Un sondaggio su oltre 300 pazienti ha dimostrato che l'81% degli intervistati è sicuro: sotto l'influenza delle bevande alcoliche, l'effetto degli antibiotici diminuisce.

effetti

Circa il 71% degli intervistati credeva che bevendo un bicchiere o due di vino mentre veniva trattato con antibiotici, si esponevano a un rischio maggiore di effetti collaterali.

Sorprendentemente, nella maggior parte dei casi non è così. I farmaci antibatterici non interagiscono con l'alcol, tranne in casi isolati. Da dove viene il mito diffuso dell'incompatibilità, che si è saldamente radicato nella mente dei consumatori??

Si presume che questa leggenda sia stata inventata dai venereologi per mantenere i loro pazienti da una vita alcolica allegra e proteggerli da rapporti sessuali indesiderati durante il trattamento. Un'altra storia non meno divertente ci porta negli anni '40 del secolo scorso.

Durante la seconda guerra mondiale, la penicillina salvavita era così scarsa che in Europa era ottenuta dalle urine di soldati che erano stati trattati con un antibiotico. Ma dal momento che ai soldati è stata data la birra, il loro volume di urina è aumentato e la concentrazione di penicillina è diminuita..

Quindi i medici hanno vietato una bevanda diuretica per scopi industriali.

Oggi, le voci popolari hanno etichettato accuratamente alcol e antibiotici come "incompatibili". Facciamo aggiustamenti e spostiamo questo piatto su quei pochi farmaci che davvero non possono essere bevuti con l'alcol..

Casi di incompatibilità: solo fatti

Esistono tre incompatibilità note tra alcol e farmaci antibatterici..

1. Reazione simile a disulfiram. Alcuni antibiotici prevengono la decomposizione dell'alcol etilico, a seguito della quale il corpo accumula un prodotto di metabolismo incompleto - acetaldeide.

È lui che provoca intossicazione, che si manifesta con vomito, nausea, mancanza di respiro.

Lo stesso effetto è posseduto da un farmaco ampiamente usato per il trattamento dell'alcolismo - disulfiram, da cui deriva il nome di questo tipo di interazione.

Non permettere che l'alcool si decomponga normalmente metronidazolo, ornidazolo, tinidazolo, cefalotporina antibiotico cefotetan. Se stai assumendo uno di questi farmaci, le bevande alcoliche sono completamente controindicate. Gli esperti raccomandano di astenersi dall'alcol per almeno 24 ore dopo la fine del trattamento con metronidazolo e 72 ore con tinidazolo.

Occasionalmente, una reazione simile al disulfiram può essere causata dall'uso combinato del popolare sulfonamide co-trimoxazolo combinato con alcool.

2. Disturbi metabolici. L'alcool etilico, entrando nel fegato, si decompone sotto l'azione dell'enzima citocromo P450 2C9.

Lo stesso enzima è coinvolto nel metabolismo di alcuni farmaci, ad esempio eritromicina, cimetidina, farmaci antifungini (voriconazolo, itraconazolo, ketoconazolo).

Con l'assunzione simultanea di alcol e droghe nel fegato, rivendicando la loro quota di citocromo P450 2C9, inevitabilmente si sta verificando un conflitto. Più spesso, il perdente è il farmaco. Il corpo accumula il farmaco, che può portare a intossicazione.

3. Effetto tossico sul sistema nervoso centrale (SNC).

A volte gli antibiotici hanno effetti collaterali specifici sul sistema nervoso centrale, che si manifestano con sonnolenza, sedazione, vertigini.

E tutti conoscono l'effetto calmante dell'alcool - con la mano leggera di Semyon Semyonitch della "Diamond Hand" una bottiglia di cognac "per la casa, per la famiglia" è tenuta da quasi ogni casalinga.

Ma la combinazione simultanea di due sedativi sotto forma di antibiotico e alcool può deprimere il sistema nervoso centrale, che è particolarmente pericoloso per gli anziani, i conducenti, i lavoratori le cui attività richiedono la massima concentrazione di attenzione. I farmaci che deprimono il sistema nervoso centrale quando usati insieme all'alcol includono: cicloserina, etionamide, talidomide e alcuni altri.

Come assumere correttamente i farmaci: non proibito, significa permesso?

Pertanto, in rari casi si verifica una completa incompatibilità degli antibiotici con l'alcol. I medici conoscono questi farmaci in abbondanza e avvertono i pazienti dell'inammissibilità dell'assunzione di bevande alcoliche durante il trattamento..

L'elenco di antibiotici che possono essere combinati con l'alcol quasi "in un bicchiere" è piuttosto ampio.

Quindi, quindi, un bicchiere di vino nel trattamento della polmonite, ad esempio, è normale? Si scopre abbastanza.

I medici domestici non regolano in alcun modo il volume di alcol, che può essere tranquillamente assunto tra le dosi di antibiotici, ma i loro colleghi occidentali hanno contato tutto per molto tempo. Pertanto, il Dipartimento della Salute britannico raccomanda agli uomini che assumono antibiotici di bere non più di 3-4 unità di alcol e le donne dovrebbero limitarsi a 2-3 porzioni..

Lascia che ti ricordi che una porzione di alcol significa 10 grammi di etanolo puro, che sono contenuti in 100 ml di champagne o vino con una forza del 13%, 285 ml di birra (4,9%) o 30 ml di alcolici (40%).

Pertanto, 100 grammi di cognac sono una dose compatibile con la maggior parte degli antibiotici. Ma superare i dosaggi raccomandati può causare disidratazione e intossicazione, che non contribuisce al recupero dall'infezione..

Pertanto, la cosa principale in questa materia non è quella di attraversare la linea sottile tra norma ed eccesso..

E 'possibile o no?

Tutte le persone si ammalano di tanto in tanto e molti di loro devono ricorrere agli antibiotici. È ampiamente creduto nella società che questi farmaci siano incompatibili con l'alcol, ma cosa succede se il periodo di trattamento coincide con le vacanze? Dov'è la verità e dove sono le leggende nella nostra comprensione dell'interazione degli antibiotici con l'alcol?

Gli antibiotici sono medicinali progettati per combattere i batteri. Penetrano nei microrganismi patogeni o interferiscono con il loro metabolismo, interrompendolo in tutto o in parte.

I medici trattano ancora il problema della compatibilità degli antibiotici con l'alcol e quando è possibile bere dopo la terapia in diversi modi..

Ci sono molti medici che raccomandano fortemente ai pazienti di escludere completamente le bevande alcoliche durante la terapia al fine di evitare le conseguenze dell'assunzione simultanea di un antibiotico e di alcol..

Lo spiegano con il fatto che questi farmaci, insieme all'etanolo, distruggono il fegato e annullano l'efficacia del trattamento..

Ad oggi, sono stati condotti molti studi, i cui risultati ci consentono di affermare con fiducia: l'azione farmacologica della maggior parte degli antibiotici sotto l'influenza dell'alcol non peggiora e il carico sul fegato non aumenta.

Tuttavia, l'alcool da solo provoca intossicazione e disidratazione. Se bevi antibiotici con grandi dosi di alcol, il corpo si indebolirà e, in questo caso, l'efficacia del trattamento, ovviamente, diminuirà.

Si distinguono anche numerosi antibiotici, che entrano in una reazione simile al disulfiram con etanolo. La loro assunzione simultanea con alcol è controindicata, poiché causerà intossicazione, accompagnata da nausea e vomito, convulsioni. In casi molto rari, la morte è possibile.

Miti e realtà

Storicamente, ci sono stati miti nella società sulle complicazioni dopo aver bevuto alcolici durante il trattamento antibiotico.

I miti principali sono i seguenti:

  • L'alcool neutralizza l'effetto degli antibiotici.
  • L'alcol e gli antibiotici possono aumentare il danno epatico.
  • Le bevande alcoliche riducono l'efficacia della terapia sperimentale.

In realtà, queste tesi sono vere solo in parte, il che è confermato dai risultati di numerosi studi di compatibilità. In particolare, i dati disponibili ci consentono di affermare che l'assunzione di bevande alcoliche non influisce sulla farmacocinetica della maggior parte degli antibiotici..

A cavallo tra il XX e il XXI secolo, sono state condotte molte ricerche sull'azione congiunta di farmaci antibatterici e alcol. Gli esperimenti hanno coinvolto umani e animali da laboratorio.

I risultati della terapia antibiotica erano gli stessi nei gruppi sperimentali e di controllo, ma non c'erano deviazioni significative nell'assorbimento, nella distribuzione e nell'escrezione di sostanze attive di farmaci dal corpo..

I dati di questi studi hanno dimostrato che è possibile bere alcolici durante l'assunzione di antibiotici..

Nel 1982, gli scienziati finlandesi hanno condotto una serie di esperimenti tra volontari, i cui risultati hanno mostrato che gli antibiotici del gruppo della penicillina non provocano reazioni con l'etanolo, quindi possono essere consumati con l'alcol.

Nel 1988, i ricercatori spagnoli hanno testato l'amoxicillina per la compatibilità con l'alcol: in un gruppo di soggetti, sono stati rivelati solo cambiamenti insignificanti nel tasso di assorbimento della sostanza e nel tempo di ritardo..

Inoltre, in tempi diversi, scienziati di diversi paesi hanno tratto conclusioni simili su eritromicina, cefpirome, azitromicina e molti altri farmaci antibatterici. È stato anche scoperto che i parametri farmacocinetici di alcuni antibiotici, ad esempio il gruppo delle tetracicline, sono significativamente ridotti sotto l'influenza dell'alcol. Tuttavia, sono stati identificati meno farmaci con un tale effetto.

La diffusa convinzione che le bevande alcoliche, combinate con l'alcol, aumentano i danni al fegato, è anche smentita dagli scienziati di tutto il mondo. Piuttosto, l'alcol può aumentare l'epatossicità dei farmaci antibatterici, ma solo in casi molto rari. Questo fatto diventa piuttosto un'eccezione alla regola..

Gli scienziati hanno anche dimostrato che l'etanolo non influisce sugli antibiotici azitromicina, travofloxacina e ceftriaxone, che vengono utilizzati nel trattamento dell'infezione pneumococcica sperimentale tra ratti sperimentali..

Risultati interessanti sono stati ottenuti durante gli esperimenti con la moxifloxacina: si è scoperto che i ratti che hanno ricevuto piccole dosi di alcol durante l'assunzione di farmaci, sono guariti più velocemente.

Ragioni di incompatibilità

Nonostante sia stata dimostrata la sicurezza della somministrazione simultanea della maggior parte degli antibiotici insieme all'alcol, si distinguono numerosi farmaci incompatibili con l'alcol. Questi sono farmaci i cui principi attivi entrano in una reazione simile al disulfiram con alcol etilico - principalmente nitroimidazoli e cefalosporine.

Il motivo per cui è impossibile assumere contemporaneamente sia antibiotici che alcolici risiede nel fatto che la composizione dei suddetti farmaci contiene molecole specifiche che possono modificare il metabolismo dell'etanolo. Di conseguenza, c'è un ritardo nell'eliminazione dell'acetaldeide, che si accumula nel corpo e provoca intossicazione..

Il processo è accompagnato da sintomi caratteristici:

  • mal di testa intenso;
  • palpitazioni;
  • nausea con vomito;
  • calore in faccia, collo, petto;
  • respirazione difficoltosa;
  • convulsioni.

Una reazione simile al disulfiram viene utilizzata quando si codifica per l'alcolismo, ma questo metodo deve essere utilizzato solo sotto la stretta supervisione di uno specialista. Anche una piccola dose di alcol provoca avvelenamento durante il trattamento con nitroimidazoli e cefalosporine. L'abuso di alcol in questo caso può provocare la morte..

I medici consentono un piccolo consumo di alcol durante il trattamento con penicilline, farmaci antifungini e alcuni antibiotici ad ampio spettro. Una porzione di bevanda fortificata durante l'assunzione di questi farmaci non influirà sull'efficacia della terapia e non causerà effetti negativi sulla salute.

Quando possibile

Mentre la maggior parte degli antibiotici possono essere consumati con l'alcol, non sono ammessi allo stesso tempo. Meglio bere tali farmaci, indicato nelle istruzioni. Ad esempio, l'efficacia dell'eritromicina e delle tetracicline aumenta il consumo di acqua minerale alcalina e sulfamidici, indometacina e reserpina - latte.

Se l'antibiotico non entra in una reazione simile al disulfiram con etanolo, puoi bere alcolici, ma non prima di 4 ore dopo il farmaco.

Questo è il tempo minimo in cui gli antibiotici circolano nel sangue, rispettivamente, ed è la risposta alla domanda su quanto puoi bere dopo aver assunto il farmaco.

In ogni caso, durante il periodo di trattamento, è consentito assumere solo una piccola dose di alcol, altrimenti la disidratazione inizierà nel corpo e il farmaco antibatterico verrà semplicemente escreto nelle urine.

conclusioni

Il mito dell'incompatibilità di antibiotici e alcol è apparso nel secolo scorso, mentre ci sono diverse ipotesi sulle cause del suo verificarsi. Secondo uno di loro, la paternità della leggenda appartiene ai venereologi che volevano mettere in guardia i loro pazienti dall'ubriachezza..

Si presume anche che il mito sia stato inventato dai medici europei. La penicillina era una medicina scarsa negli anni '40 e ai soldati piaceva bere birra, che ha un effetto diuretico e rimuove la droga dal corpo..

È stato ora dimostrato che l'alcol nella maggior parte dei casi non influisce sull'efficacia degli antibiotici e non aumenta il danno epatico. Se i principi attivi del farmaco non entrano in una reazione simile al disulfiram con etanolo, puoi bere alcolici durante il trattamento. Tuttavia, devono essere osservate 2 regole principali: non abusare di alcol e non bere un antibiotico con esso.

Perché non riesci a mescolare?

La domanda sulla possibilità di usare alcol e antibiotici è forse la più comune tra i pazienti a cui viene prescritto un ciclo di terapia antibiotica. I medici danno una risposta categoricamente negativa a questa domanda..

Perché? Il fatto è che il consumo di alcol influenza direttamente l'attività degli antibiotici, nonché il processo del loro assorbimento..

L'alcool accelera l'assorbimento dei farmaci dal tratto digestivo, creando in tal modo concentrazioni più elevate di farmaco nel corpo, che possono causare lo sviluppo di reazioni tossiche e il sovradosaggio.

A cosa porta la combinazione di alcol e antibiotici??

Perché l'alcool e gli antibiotici non devono essere mescolati e quali possono essere le conseguenze?

L'alcol influisce anche sul metabolismo degli antibiotici, riducendo l'attività degli enzimi epatici che li scompongono.

Quindi alcuni antibiotici (metronidazolo, cloramfenicolo, furazolidone, cefoperazone, tinidazolo, cotrimoxazolo, ketoconazolo, latamoxazolo, cefmenoxime) reagiscono chimicamente con l'alcol, portano a gravi effetti collaterali e esternamente questo può essere espresso in modi diversi, che vanno dal vomito, convulsioni, mancanza di respiro e persino morte.

Bere alcolici in eccesso rispetto agli antibiotici elencati è categoricamente controindicato. Ricorda che sia mentre bevi alcolici sia mentre prendi antibiotici, devi proteggere il fegato con farmaci epatoprotettivi.

Cosa succede quando l'alcool interagisce con gli antibiotici?

L'alcol nel corpo umano è una sostanza estranea e, entrando in essa, si verifica la biotrasformazione da parte di sostanze biologicamente attive (catalizzatori).

L'alcool viene lentamente ossidato in aldeide. La combinazione di aldeide deidrogenasi e acetaldeide forma acido acetico, che viene attivamente utilizzato nel processo metabolico. Più velocemente termina la trasformazione, meno si riflettono gli effetti dannosi dell'aldeide e, di conseguenza, dell'alcol sul corpo umano.

Quando si consumano alcol e antibiotici, l'effetto del primo è distorto, poiché l'antibiotico rallenta la sua conversione in acido acetico. L'alcool, a sua volta, si accumula nel sangue, avvelenando il corpo.

Alcol e altri farmaci

L'alcol non deve essere assunto non solo con antibiotici, ma anche con altri farmaci, poiché cessano di avere l'effetto necessario. Il consumo frequente di alcolici contribuisce al fatto che batteri e virus sviluppano immunità e diventano più resistenti a questo gruppo di farmaci. Pertanto, ogni volta sarà sempre più difficile recuperare..

Cosa succede se si combinano alcol e antibiotici?

L'alcool e gli antibiotici sono una miscela molto pericolosa per la salute.

Un sorso di alcol anche dopo aver assunto l'aspirina può causare tachicardia e mancanza di respiro, brividi e mal di testa, acufene. Gli analgesici non narcotici sotto l'influenza dell'alcol fluidificano il sangue, il che può portare a sanguinamento, emorragia e, di conseguenza, morte.

In ogni caso, i farmaci non sono completamente innocui, agiscono positivamente su un organo, possono influenzare negativamente un altro. E in una situazione con antibiotici, tutto il corpo soffre, che diventa indebolito e facilmente vulnerabile.

Durante il trattamento, l'alcol crea ulteriore stress sul corpo. Resisterà a tali prove o aggraverà ulteriormente il processo di guarigione? Non vale la pena fare questo tipo di esperimento. Persino i chimici esperti non si impegnano a prevedere il risultato dell'interazione di antibiotici e alcool..

Riassumiamo

Da asporto è che durante il trattamento antibiotico l'alcool può nel migliore dei casi rallentare il processo di guarigione. Pertanto, in questo periodo difficile per il corpo, vale la pena rifiutare di bere alcolici. In questo caso, il rischio non è giustificato!

Gli antibiotici e l'alcol sono due cose incompatibili.

Perché l'alcool e gli antibiotici non sono compatibili

I farmaci antibatterici sono uno dei trattamenti più efficaci per un'ampia varietà di malattie. Neutralizzano gli effetti distruttivi dei più noti batteri e virus..

Il corso di assunzione di tali farmaci varia da diversi giorni a diversi mesi.

Durante questo periodo, devono essere osservate alcune precauzioni, grazie alle quali il corso del trattamento sarà il più efficace possibile e la persona eviterà complicazioni inutili..

Durante il trattamento, è necessario ricordare che gli antibiotici e l'alcol non possono essere consumati insieme. Pertanto, il requisito principale è rifiutare di assumere alcolici..

Molto spesso in una situazione del genere sorge la domanda: gli antibiotici sono compatibili con l'alcol? Qualsiasi tipo di farmaco antibatterico richiede un certo periodo, durante il quale l'assunzione di alcol e antibiotici è pericolosa e può portare a gravi disturbi nel corpo.

Dovresti essere consapevole che non è consigliabile consumare alcol prima degli antibiotici durante il corso del trattamento e dopo la fine. Dovrebbe essere chiaro che non è un caso che i produttori di farmaci e i medici facciano tale requisito. Poiché l'alcol influisce molto fortemente sulle droghe. E la vita umana dipende molto spesso dal rispetto di questa regola..

Molte persone vogliono sapere come l'alcool e un antibiotico sono compatibili. Questa combinazione porta spesso a risultati negativi. Una persona può avere:

  • grave stress al fegato;
  • nausea e vomito;
  • mal di testa;
  • possibile annebbiamento mentale e vertigini.

Ma non sono tutte le conseguenze dell'assunzione di antibiotici e alcol allo stesso tempo..

Quali possono essere le conseguenze dell'assunzione congiunta di alcol e antibiotici

L'uso congiunto di alcol e droghe ha un effetto dannoso sul funzionamento di tutto il corpo e può portare a un'interruzione dell'attività di ciascuno dei sistemi di organi separatamente.

Inoltre, la miscelazione dell'alcool con gli antibiotici può provocare una grave reazione allergica..

Se nel corso dell'assunzione di farmaci antibatterici, il sistema immunitario ha difeso il corpo, le bevande alcoliche possono finalmente interrompere la sua funzionalità, il che consentirà alle reazioni allergiche di manifestarsi pienamente.

In alcuni casi, l'assunzione di un antibiotico con alcool porta a complicazioni, a volte fatali. L'intolleranza al farmaco può manifestarsi in qualsiasi periodo di trattamento, quindi non dovresti rischiare ed escludere l'uso di alcol con antibiotici.

L'antibiotico appartiene ai farmaci del gruppo narcotico, quindi una combinazione così pericolosa di alcol e antibiotico può creare dipendenza. La persona si ubriaca rapidamente, di conseguenza, i suoi postumi di una sbornia possono durare per diversi giorni. Ciò è dovuto al fatto che l'effetto dell'alcool aumenta durante l'assunzione di antibiotici.

Quando puoi iniziare a bere alcolici? Ogni tipo di farmaco antibatterico richiede un corso di sobrietà personale. In nessun caso dovresti iniziare a bere immediatamente il giorno successivo..

Ogni paziente è individuale e quindi è meglio ascoltare le raccomandazioni dei medici. Nella maggior parte dei casi, la durata del periodo di astinenza dal consumo di antibiotici è indicata direttamente sulla confezione. Se una persona malata ha problemi ai reni o al fegato, quindi, per evitare complicazioni, dovresti dimenticare cosa sono la vodka e la birra per sempre..

Il fegato del paziente neutralizza il farmaco e rimuove i suoi residui dal corpo solo pochi giorni dopo l'assunzione del farmaco. Per questo motivo, il carico aggiuntivo su di lei sotto forma di alcol rende difficile la rimozione di sostanze pericolose, il che può portare a gravi complicazioni. Inoltre, ha un effetto calmante sugli enzimi epatici, quindi inizia a funzionare in modo meno efficiente..

Chiunque sia interessato alla questione della compatibilità di antibiotici e alcol dovrebbe ricordare che i farmaci in questo gruppo sono molto potenti. E il fegato deve espellere i resti del medicinale in tempo, altrimenti si possono causare danni alla salute. Pertanto, l'assunzione di antibiotici e alcol è incompatibile..

Chiunque abbia studiato biologia a scuola sa che, entrando nel corpo, le sostanze vengono suddivise in sostanze più semplici, che a loro volta vengono suddivise in altre ancora più semplici e così via fino a quando rimangono i componenti originali: carboidrati, proteine, grassi e aminoacidi.

Le molecole che compongono le bevande alcoliche entrano nel corpo e si scompongono nei loro componenti, che spesso coincidono con le molecole dei farmaci antibatterici. Tale miscelazione costringe il corpo umano a funzionare in modo errato, il che di conseguenza porta a interruzioni nel lavoro di alcuni sistemi del corpo e dei singoli organi interni..

Ad esempio, la compatibilità dell'alcol con un antibiotico chiamato Trichopolum è spesso percepita dall'organismo come teturam, poiché queste sostanze hanno approssimativamente la stessa formula chimica.

Dopo aver bevuto vino o altre bevande contenenti alcol, anche in piccole quantità, una persona sentirà un aumento del battito cardiaco, potrebbe provare dolore al cuore, sensazioni e sentimenti inizieranno a sbiadire.

Cioè, l'interazione dell'alcool con la medicina potrebbe non essere la più piacevole per una persona e può portare a conseguenze più tristi..

Perché non puoi combinare alcol e medicine

L'alcol e gli antibiotici possono essere bevuti o la necessità di astenersi dall'alcol è un mito? La maggior parte dei pazienti è certa che non sia necessario evitare l'alcool durante il trattamento antibiotico. Molte persone credono che insieme influenzino solo il fegato. Per molti, questa è l'unica ragione per rifiutare l'alcol..

Se seguiamo questa opinione errata, si scopre che un paziente con un fegato sano può usare sia droghe che alcool..

Ma chiunque si preoccupi della propria salute capisce che è necessario smettere di bere bevande alcoliche, e non solo durante l'assunzione di droghe, ma anche dopo il trattamento e per sempre.

I moderni farmaci antibatterici sono abbastanza forti, quindi hanno il massimo effetto sul corpo, caricandolo in modo significativo. Di conseguenza, le bevande contenenti alcol possono portare alla formazione di cirrosi epatica o molti altri problemi, in particolare con i reni.

In che modo l'alcol influisce sul corpo? Non importa quando una persona beve alcolici: prima, durante e dopo gli antibiotici, l'alcol in ogni caso influisce negativamente sugli organi, anche se la persona non prende affatto antibiotici.

Sorge una domanda ragionevole: che senso ha essere trattato con antibiotici e allo stesso tempo distruggere il tuo corpo, conoscendo tutte le conseguenze dell'alcol? Va ricordato che nessuno si prenderà cura del corpo umano meglio di se stesso.

Tabù sociale

Molti tabù ci vengono instillati fin dall'infanzia. Possiamo dire che gli antibiotici e l'alcool sono tabù, che abbiamo assorbito con il latte materno (ovviamente, abbiamo esagerato un po '). Non puoi e basta.

Perché? Come mai? Spiegare? No, non puoi, come dicono i dottori, e zio Kolya dalla porta accanto. Ma succede quando ti ammali e il medico prescrive un antibiotico malvagio, e domani è Capodanno o il compleanno o qualche altra vacanza.

E voglio bere un po ', guarire le ferite mentali, ma no, tabù, alcol e antibiotici sono INCOMPATIBILI!

Non promuoviamo in alcun modo l'uso di bevande alcoliche (se non moderato, come nell'articolo sui benefici dell'alcol) e, inoltre, il loro uso durante o poco dopo un ciclo di trattamento antibiotico. Ti forniremo solo informazioni verificate e deciderai tu stesso, fallo da solo.

Non ti tormenteremo con un ampio elenco di studi di laboratorio condotti dagli anni '80 del secolo scorso. Diamo solo un rapido esempio:

L'alcol non influisce sulla farmacocinetica della maggior parte degli antibiotici nel corpo.

Gli studi hanno dimostrato che l'alcol non altera i parametri farmacocinetici di vari antibiotici, quindi il mito che l'alcol indebolisce l'effetto di un antibiotico e dovrà essere trattato di nuovo è davvero un mito. Vero, in parte. In breve:

  • Pihlajamäki KK, Huupponen RK, Viljanen S, Lindberg RL (1987) - la farmacocinetica della fenossimetilpenicillina è rimasta invariata;
  • Lassman HB, Hubbard JW, Chen BL, Puri SK. (1992) - immutato cefpir;
  • Morasso MI, Chávez J, Gai MN, Arancibia A. (1990) - eritromicina (ritardo non significativo nell'assorbimento del farmaco);
  • Seitz C, Garcia P, Arancibia A. (1995) - la tetraciclina modifica significativamente i suoi parametri farmacocinetici;
  • Neuvonen PJ, Penttilä O, Roos M, Tirkkonen J. (1976) - Gli alcolisti cronici hanno bisogno di più doxiciclina a causa dell'emivita ridotta;
  • Preheim LC, Olsen KM, Yue M, Snitily MU, Gentry MJ. (1999) - azitromicina, trovafloxacina e ceftriaxone invariati (esperimenti condotti su ratti);
  • Barrio Lera JP, Alvarez AI, Prieto JG. (1991) - cefaladina e cefadroxil aumentano l'escrezione di cefalossina nella bile e diminuiscono l'escrezione di cefadroxil nelle urine (nei ratti).
  • Dattani RG, Harry F, Hutchings AD, Routledge PA. (2004) - isoniazide invariato.

L'alcool combinato con antibiotici non danneggia il fegato.

In parte, anche l'aumento dell'apatotossicità degli antibiotici sotto l'influenza dell'etanolo è un mito. In effetti, la probabilità di danni al fegato a seguito dell'uso simultaneo di un antibiotico e alcol non è elevata - da 1 caso su 10 mila a 10 casi su 100 mila.

Praticamente non sono stati condotti studi speciali, i casi di danno epatico sono stati occasionalmente menzionati in pubblicazioni.

Tuttavia, l'assunzione di alcolici deve essere esclusa nel corso del trattamento con antibiotici e farmaci che hanno una via metabolica epatica - nella maggior parte dei casi si tratta di farmaci anti-tubercolosi.

Disulfiram e reazione disulfiram (effetto Antabus)

È in questo capitolo che ti chiediamo di attirare la tua attenzione, poiché è con il concetto di "reazione simile al disulfiram" che sono associati i principali rischi e la maggior parte delle recensioni di alto profilo su siti e forum lo riguardano.

Disulfiram, alias Antabuse, Teturam, Esperal, è un farmaco usato nel trattamento dell'alcolismo.

L'azione del farmaco è proprio come il mondo: il ciclo di decomposizione dei prodotti di decomposizione alcolica (metabolismo dell'etanolo) cambia, il che alla fine porta ad un'alta concentrazione di acetaldeide nel sangue.

L'intossicazione da acetaldeide si manifesta sotto forma di una reazione disulfiram, che è simile ai sintomi di una sbornia, solo più volte più forte.

La reazione di disulfiram può verificarsi 2 settimane dopo l'ultima assunzione di disulfiram, inizia quasi immediatamente dopo l'assunzione di alcol, dopo 10-30 minuti. Continua per diverse ore. Allo stesso tempo, i sintomi non sono molto felici:

  • nausea;
  • brividi, mal di testa;
  • crampi agli arti;
  • tachicardia (palpitazioni cardiache);
  • arrossamento della pelle e calore nelle aree arrossate;
  • respirazione difficoltosa.

Allo stesso tempo, dopo aver assunto una grande dose di alcol, c'è una diminuzione della pressione sanguigna, pallore, confusione, dolore toracico, mancanza di respiro. La morte si verifica a causa dell'ischemia miocardica e cerebrale.

Tabella di compatibilità

Molte persone si chiedono se va bene bere alcolici durante l'assunzione di antibiotici. Dopotutto, si ritiene che i farmaci perdano la loro efficacia se assunti con bevande alcoliche. Un altro punto di vista sostiene che l'alcool e gli antibiotici sono incompatibili e sono una combinazione mortale..

Etanolo e antibiotici: effetti collaterali simili

L'alcool avvelena le cellule del corpo, interrompe la loro capacità di recupero e rigenerazione, porta a fatica e disidratazione, che influisce negativamente sul corpo malato.

E sebbene l'alcol non annulli completamente l'effetto delle droghe, il processo di guarigione rallenta notevolmente. Questo è uno dei motivi per cui non dovresti bere alcolici con antibiotici..

Poiché la birra è anche un tipo di bevanda alcolica, tutto ciò che viene detto sull'alcol e sugli antibiotici si applica sicuramente alla birra ed è una risposta alla domanda se la birra con antibiotici può essere utilizzata..

Inoltre, l'uso di alcol durante il trattamento antibiotico può avere un effetto negativo sulla salute: quando interagiscono all'interno del corpo, puoi ottenere un risultato indesiderato. Quale dipende non solo dal tipo di alcol e antibiotici (ad esempio, antibiotici e birra), ma anche dalle caratteristiche individuali del corpo, principalmente dal metabolismo.

L'alcol e gli antibiotici sono in qualche modo simili nella natura dell'effetto sul metabolismo umano e hanno alcuni effetti collaterali simili: vertigini, sonnolenza, indigestione. Ecco perché bere alcolici insieme agli antibiotici può aumentare gli effetti collaterali dei farmaci..

Alcuni antibiotici sopprimono il sistema nervoso centrale, causando sonnolenza, vertigini, rilassamento e confusione. L'alcol è anche un depressore del sistema nervoso centrale. Questo effetto collaterale è esacerbato dal trattamento antibiotico..

Questo è irto di conseguenze pericolose durante la guida (che di per sé è inaccettabile se una persona ha bevuto), così come per gli anziani, che spesso assumono diversi tipi di farmaci contemporaneamente.

Compreso alleviare l'ansia, l'ansia, i forti antidolorifici, i tranquillanti.

Effetti sugli enzimi epatici

L'etanolo e molti antibiotici sono scomposti dagli stessi enzimi prodotti nel fegato.

Se fai la domanda se è possibile bere alcolici in combinazione con antibiotici, allora dovresti sapere che sotto l'influenza simultanea di queste due sostanze, la produzione dell'enzima può essere fermata.

Ciò significa che né l'alcol né la medicina saranno completamente scomposti ed escreti dal corpo, il che può portare a gravi conseguenze. Tra questi vi è l'accumulo di alcol nel sangue e un aumento del suo contenuto a un livello pericoloso per la salute, quando aumenta la possibilità di avvelenamento..

Un'altra immagine può essere osservata quando, con l'abuso di alcol, gli enzimi epatici diventano iperattivi. Ciò significa che durante il trattamento antibiotico, decomporranno il farmaco così rapidamente che l'antibiotico verrà espulso dal corpo senza produrre l'effetto terapeutico desiderato..

Quando il divieto è categorico

Alcune persone violano ancora il divieto e bevono alcolici durante il trattamento antibiotico. Ma dovrebbero sapere che ci sono farmaci che non possono essere mescolati con l'alcol: quando interagiscono con l'alcol, portano a spiacevoli effetti collaterali. Questi includono:

  • metronidazolo.
  • Tinidazole.
  • Ethionamide.
  • cycloserine.
  • cefotetan.
  • talidomide.

Metronidazole (flagil) è prescritto per il trattamento di infezioni dentali e vaginali, ulcere e piaghe da decubito. Tinidazole (Tindamax) è usato negli stessi casi del metronidazolo e per il trattamento delle infezioni del tratto gastrointestinale. Cefotetan tratta le infezioni di polmoni, tratto gastrointestinale, ossa, articolazioni, sangue, tratto urinario e pelle.

Tutti i suddetti sintomi quasi coincidono con gli effetti collaterali causati da disulfiram, che viene utilizzato per trattare l'alcolismo mediante la codifica dei farmaci. Con il trattamento con disulfiram, anche una piccola dose di alcol è sufficiente per causare questi sintomi.

Durante il trattamento con metronidazolo, tinidazolo e cefotetan, l'alcool deve essere completamente escluso dal consumo. È indispensabile astenersi dall'utilizzarli per tre giorni dopo aver assunto l'ultima dose di antibiotici..

Il consumo di alcol durante il trattamento con cicloserina ed etionamide può determinare effetti tossici sul sistema nervoso centrale e inibire le funzioni motorie. L'isoniacide ha effetti tossici sulle persone che abusano di alcol cronicamente e aumenta il rischio di danni al fegato.

L'effetto della combinazione di droghe con alcool

La compatibilità di antibiotici e alcol diventa chiara dalla tabella seguente, che descrive l'effetto della loro interazione. Ti permetterà di capire se puoi bere alcolici durante l'assunzione di antibiotici e se l'alcol può influenzare negativamente il corpo:

MedicinaleL'effetto della combinazione con l'alcolRaccomandazione
Sulfamethoxazole / Trimethoprim (Bactrim, Septra)Tachicardia, arrossamento e arrossamento della pelle, prurito, nausea, vomito.Evitare l'alcool durante il trattamento con sulfametossazolo / trimetoprim
Metronidazole (Flagyl), Tinidazole (Tindamax), Cefotetan (Cefotan)Reazioni di disulfiram: crampi addominali, nausea, vomito, mal di testa, vampate di calore.Evitare l'alcool durante il trattamento e entro 72 ore dall'ultima dose di metronidazolo, tinidazolo, cefotetan
Linezolid (Zyvox)Aumento del rischio di ipertensioneEvita di bere bevande alcoliche, in particolare quelle contenenti tiramina (birra, vermouth, vino rosso)
Rifampin (rifadin)Rischio di avvelenamento del fegatoNon bere con alcol
Isoniacide (nidrazide)Aumento del rischio di avvelenamento del fegato con consumo giornaliero di alcolEvita di bere alcolici con isoniacide
Cicloserina (seromicina)La combinazione con l'alcol può portare a tossicosi del sistema nervoso centrale, convulsioni e convulsioniEvitare di bere alcolici con cicloserina
Ethionamide (tracker)Possibile tossicosi del sistema nervoso centrale, sviluppo della psicosiEvitare l'alcool quando trattato con etionamide
Voriconazolo (fivend)Cambiamenti nel metabolismo epaticoEvitare l'alcool durante il trattamento con voriconazolo
Ketoconazole (Nizoral)Possibile tossicosi epatica e comparsa di reazioni disulfiramiche: crampi nella regione addominale, nausea, vomito, mal di testa, vampate di calore.Evitare di bere alcolici durante il trattamento con ketoconazolo
pirazinamidePossibile tossicosi epaticaIl trattamento con pirazinamide è vietato per gli alcolisti o i bevitori sistematici
Talidomide (talomide)Il rischio di aumento degli effetti collaterali sedativi della talidomide è aumentato: sonnolenza, confusione. Non utilizzare per driver e operatori di macchine.Evitare l'alcool durante il trattamento con talidomide

Ci sono antibiotici che non causano effetti estremamente negativi nei non bevitori o nel bere alcolici occasionalmente. Ma possono causare pericolosi effetti collaterali negli alcolisti cronici (questo vale anche per l'alcolismo della birra) e nei bevitori sistematici.

Se tali persone assumono alcol contemporaneamente ad antibiotici come rifamina, pirazinamide, voriconazolo, si possono provocare danni al fegato. Inoltre, non dovrebbero assumere alcol con didanosina a causa dell'aumentato rischio di pancreatite o peggioramento del suo decorso, che è accompagnato da tutte le conseguenze che ne conseguono. Lo stesso vale per la risposta alla domanda se è possibile bere birra.

Divieto violato: cosa fare?

Se parliamo di cosa accadrà se il divieto è stato violato e la persona ha assunto antibiotici e alcol allo stesso tempo, allora dovresti sapere che la forza delle manifestazioni degli effetti collaterali dipende in gran parte dallo stato generale di salute, dalla quantità di alcol consumata e dalla capacità del fegato di utilizzare queste sostanze. Non tutti hanno gravi conseguenze, ma nel peggiore dei casi, la morte è possibile..

Se il divieto è stato violato e si verifica una reazione avversa, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza. Questa è l'unica via d'uscita corretta in caso di conseguenze derivanti dalla miscelazione di etanolo con antibiotici. I sintomi gravi dopo antibiotici e alcool includono:

  • fiato corto;
  • dolore al petto;
  • battiti cardiaci irregolari;
  • vertigini;
  • nausea;
  • vomito.

Poiché la probabilità di un'interazione tra alcol e antibiotici può essere fatale, l'insorgenza dei suddetti sintomi richiede cure mediche immediate..

Se lasci una persona con questi segni senza un'attenzione medica tempestiva, le conseguenze possono essere fatali..

Ad esempio, l'aritmia può portare all'arresto cardiaco e la disidratazione dovuta al vomito può far scendere la pressione sanguigna a livelli pericolosi..

Quali antibiotici non possono essere combinati con l'alcol?

Il corso del trattamento antibiotico è piuttosto lungo (almeno 1-2 settimane), quindi molte persone hanno una domanda sulla loro compatibilità con l'alcol. Molti hanno sentito che una tale combinazione è molto pericolosa, ma si scopre - non sempre. Esistono diversi miti in cui anche alcuni medici possono confondersi..

Miti sulla combinazione di alcol e antibiotici

L'alcol indebolisce l'effetto dei farmaci antibatterici

NON. Nella maggior parte dei casi, le bevande alcoliche non influenzano l'effetto terapeutico di questo gruppo. L'unica eccezione è la terapia sullo sfondo del consumo cronico di alcol, che può verificarsi con l'alcolismo.

In questo caso, a volte è possibile una ripartizione più efficiente del principio attivo, causata da un aumento del numero di enzimi responsabili di questo..

Anche se più spesso accade il contrario: l'eliminazione dell'antibiotico rallenta, si accumula e provoca effetti collaterali.

Ma l'alcol può interferire con il recupero in altri modi. Dopotutto, fattori come il riposo e la nutrizione sono molto importanti nel trattamento..

L'alcol interferisce con il sonno sano, interferisce con l'assorbimento dei nutrienti vitali dal cibo, aumenta i livelli di zucchero nel sangue e impoverisce il corpo..

Con l'uso cronico o acuto e pesante di bevande alcoliche, il sistema immunitario può soffrire così tanto che qualsiasi farmaco sarà di scarsa utilità.

L'alcol non è compatibile con tutti gli antibiotici

NON. La maggior parte degli antibiotici più comunemente prescritti non interagisce con l'alcol. Esistono varie teorie sul perché le persone abbiano creduto a lungo nel contrario..

Secondo uno di loro, è così che i medici punivano i pazienti nel trattamento delle malattie a trasmissione sessuale vietando loro di bere alcolici..

Esiste anche una versione secondo cui questa opinione errata risaliva alla seconda guerra mondiale, quando vi era un grande deficit di penicillina in Nord Africa, che veniva estratto dall'urina dei feriti trattati e che bere birra interferiva con questo processo. Pertanto, i medici hanno detto ai soldati che bere alcolici durante il trattamento era pericoloso..

Bere alcolici durante la terapia antibiotica può causare gravi effetti collaterali

SÌ. Anche se si dice sopra che con la maggior parte degli agenti antibatterici, non sorgeranno problemi, ma ci sono anche quelli durante il trattamento di cui è categoricamente sconsigliato il consumo di alcol. Il fatto è che alcuni farmaci sono metabolizzati dagli stessi o simili enzimi nel corpo dell'etanolo..

A seconda della frequenza e della quantità di alcool consumato, il livello di questi enzimi può diminuire..

Di conseguenza, una maggiore quantità del principio attivo del farmaco e del prodotto di decomposizione dell'alcol (acetalde) si accumulerà nel corpo, causando un aumento degli effetti collaterali e un fenomeno come una reazione simile al disulfiram.

La reazione simile al disulfiram è un complesso di sintomi che si sviluppa sullo sfondo dell'accumulo del prodotto di decadimento dell'etanolo nel corpo, che porta all'intossicazione.

Questo principio viene utilizzato per trattare l'alcolismo con disulfiram, di conseguenza si sviluppa una mancanza di enzimi, che non consente al corpo di rompersi ed espellere normalmente l'alcol - il paziente si ammala e non può più bere.

Ma nel caso degli antibiotici, questo è un effetto collaterale che può essere osservato con alcuni farmaci..

Antibiotici per i quali è vietato l'alcol

Il più famoso di questi è il metronidazolo. È usato nel trattamento di varie infezioni intestinali, dentali, cutanee, polmonari.

Molte fonti affermano che quando si combina la terapia con questo agente e si assume alcool, può verificarsi una reazione simile al disulfiram..

Ma questa affermazione è controversa, poiché la ricerca condotta nel 2003 non ha trovato prove di ciò..

Successivamente, è stato condotto un piccolo studio in cui gli uomini finlandesi hanno assunto metronidazolo per cinque giorni e non hanno avuto effetti collaterali dopo aver bevuto. Tuttavia, gli autori di questi studi ammettono che ciò non esclude la possibilità che alcune persone possano essere ferite e che rimanga in vigore la regola dell'incompatibilità dell'alcol con l'antibiotico metronidazolo..

C'è anche un elenco di antibiotici, la cui assunzione è più pericolosa sullo sfondo del bere.

Ciò include principalmente il gruppo di cefalosporine (cefotetan, ceftriaxone), nonché tinidazolo, linezolid ed eritromicina. Le loro interazioni con l'alcol sono ben note e i medici di solito lo avvertono..

Tabella degli antibiotici incompatibili con l'alcol

Nome di antibiotici e farmaci basati su di essiEffetto se combinato con alcolRaccomandazione
Sulfametossazolo + Trimetoprim (Bactrim, Septra)Battito cardiaco accelerato, sensazione di formicolio, calore sotto la pelle, arrossamento, nausea e vomito.Evita di bere alcolici.
Metronidazole (Flagil, gel vaginale e supposte)Reazione simile al disulfiram: dolore addominale, nausea, vomito, mal di testa, arrossamento del viso. I sintomi possono anche svilupparsi quando si utilizza la crema vaginale..Evitare di bere alcolici durante il trattamento e 72 ore dopo la fine.
Linezolid (Zyvox)Aumento del rischio di sviluppare una crisi ipertensiva (un pericoloso aumento della pressione sanguigna).Evita di bere grandi quantità di alcol.
Tinidazole (Tindamax)Reazione simile al disulfiram: dolore addominale, nausea, vomito, mal di testa, rossore.Evitare di bere alcolici durante il trattamento e 72 ore dopo la fine.
Cefotetan (Cefotan)Reazione simile al disulfiram: dolore addominale, nausea, vomito, mal di testa, rossore.Evitare l'assunzione di alcol.
Rifampicina (Rifadin)Aumento del rischio di tossicità epaticaEvita di bere alcolici.
Isoniazide (Nidrazid)Bere alcolici ogni giorno aumenta il rischio di tossicità epaticaEvita di bere alcolici.
Cicloserina (seromicina)Aumento del rischio di intossicazione per il sistema nervoso, possibili convulsioniEvita di bere alcolici.
Ethionamide (Trakator, Thionid)Aumento del rischio di intossicazione per il sistema nervoso, possibilmente psicosiEvitare il consumo eccessivo di alcol.
antifungini
Voriconazolo (Vfend, Voritab)La quantità di farmaco nel corpo può aumentare o diminuireEvita di bere alcolici.
ketoconazoloAumento del rischio di intossicazione epatica e sviluppo di una reazione simile al disulfiram (dolore addominale, nausea, vomito, mal di testa, vampate di calore)Evita di bere alcolici.
pirazinamideAumento del rischio di tossicità epaticaEvitare il consumo giornaliero di alcol.
Talidomide (Thalomid)Aumento del rischio di effetti additivi (aumento degli effetti collaterali), sonnolenza, confusione.Evitare o limitare il consumo di alcol durante il trattamento. Prestare attenzione durante la guida o l'uso di macchinari

L'etanolo può essere trovato non solo nelle bevande alcoliche, ma anche in alcune medicine, come lo sciroppo per la tosse. Pertanto, per evitare possibili conseguenze spiacevoli, è necessario studiare la composizione.

Antibiotici che possono essere combinati con l'alcol

Non tutti gli antibiotici hanno effetti correlati all'alcol, ma è importante evitare l'alcol mentre si è malati..

Altri antibiotici comuni che sono spesso prescritti per trattare le infezioni includono:

  • amoxicillina + clavulanato (Augmentin);
  • amoxicillina (Amoxil);
  • ciprofloxacina (Cipro);
  • cefalossina (Keflex);
  • levofloxacina (levaquin);
  • azitromicina (Zithromax);
  • moxifloxacin (Avelox);
  • clindamicina (Cleocin).

Durante l'assunzione di questi farmaci, non sono stati osservati effetti collaterali causati direttamente dal consumo di alcol..