Manifestazione di rinite allergica durante la gravidanza

La rinite allergica durante la gravidanza (polinosi) è una reazione protettiva del corpo, in particolare le mucose dei passaggi nasali, a un allergene specifico. La malattia si manifesta non solo nei soggetti allergici, ma può essere osservata in donne completamente sane.

Il fatto è che durante la gravidanza l'immunità del corpo è notevolmente ridotta e alcuni effetti si sentono molto più forti. I sintomi della polinosi possono differire in donne diverse, a causa della fisiologia e delle caratteristiche individuali del corpo..

La rinite non è una malattia grave, ma comporta molti inconvenienti e può influire negativamente sulle condizioni generali della futura mamma e del suo bambino..

Attenzione! La manifestazione di rinite durante la gravidanza potrebbe non scomparire dopo il parto. Per qualche tempo, la donna sarà soggetta ad altri cambiamenti ormonali. Come nutrire e completare l'allattamento. Tutti questi processi possono essere accompagnati da rinite..

Da dove viene la rinite durante la gravidanza

Durante la gestazione di un feto da parte di una donna, si verificano cambiamenti colossali nel suo corpo. Lo sfondo ormonale del paziente subisce i maggiori emendamenti. La produzione di ormoni cambia completamente, adattandosi a una nuova posizione e un unico obiettivo: sopportare il bambino.

L'insieme ormonale alterato e la sua concentrazione provocano tale sensibilità a molti allergeni, che in precedenza erano stati trasferiti senza patologia. Progesterone, ormone della crescita ed estrogeni sono responsabili della sensibilità del corpo agli allergeni..

Alcuni degli allergeni più comuni che causano la rinite in gravidanza includono:

  • gli agrumi sono di solito il succo più allergenico;
  • lana, piumino e piume di vari uccelli e animali. Un'allergia può apparire su un animale domestico che vive con una donna incinta da molti anni;
  • polvere e acari che vi abitano;
  • nicotina e fumo di sigaretta;
  • polline di piante durante la fioritura;
  • vari gusti e additivi. Di solito le allergie si manifestano in deodoranti, profumi e prodotti chimici domestici;
  • spore fungine;
  • morsi di insetto. Più precisamente, sul liquido che iniettano allo stesso tempo.

Di solito un alimento o una sostanza è un allergene. È estremamente raro che si verifichi una congestione nasale quando diverse sostanze entrano nel rinofaringe..

La durata della gravidanza, il sesso del bambino, il peso del bambino e i fattori del liquido amniotico non influiscono in alcun modo sulla manifestazione della patologia. Un naso che cola a causa di sostanze irritanti si verifica solo per le ragioni individuali del corpo di una ragazza incinta.

La rinite allergica nelle donne in gravidanza porta molti disagi a una donna. La qualità del sonno e il benessere generale si deteriorano. Tuttavia, rappresenta la principale minaccia per il bambino nell'utero..

Il fatto è che il costante disturbo cronico nella respirazione della madre richiede ipossia nel bambino. Essendo in questo stato, il bambino può sviluppare patologie e causare la sua morte. Pertanto, la condizione in una donna incinta deve essere urgentemente curata o alleviata..

Importante! Oggi non è raro trovare una rinite allergica durante la gravidanza, che provoca freddo. Anche il minimo calo di temperatura provoca edema e secrezione della mucosa.

Sintomi della malattia e sue manifestazioni

La rinite durante la gravidanza può manifestarsi diversamente in ogni donna. La sua durata e il suo corso dipendono dallo stile di vita della futura mamma, dalle sue abitudini e dalle caratteristiche individuali del corpo. Una donna può avere il naso che cola solo per alcuni mesi o una stagione quando l'allergene è più concentrato nell'aria..

Ad esempio, in inverno, in caso di allergie fredde o durante la fioritura, quando il polline è irritante. Alcune future madri vengono trattate in modo inefficace durante la gravidanza e l'allattamento. Tuttavia, questo non è un motivo per rimanere inattivi. Devi assolutamente cercare modi per alleviare.

Un naso che cola di natura allergica sembra anche a vari livelli. Possono essere presenti ulteriori sintomi o può essere presente solo la congestione nasale.

I principali segni di rinite nelle donne in gravidanza possono essere determinati da manifestazioni come:

  • gonfiore della pelle intorno agli occhi;
  • arrossamento delle palpebre mucose;
  • prurito agli organi visivi. Membrane mucose e pelle intorno;
  • gonfiore della mucosa dei passaggi nasali e rinofaringe;
  • respirazione difficoltosa;
  • scarico di muco dal naso;
  • occhi pieni di lacrime;
  • appare uno starnuto frequente;
  • mal di testa e vertigini;
  • eruzioni cutanee e pigmentazione possono apparire sulla pelle.

I sintomi della rinite allergica non sono costanti. La progressione di tutte le manifestazioni appare in prossimità di un allergene che provoca irritazione. Un aumento di una malattia dolorosa può verificarsi con una diminuzione dell'immunità, con sforzo fisico, sovraccarico cronico o con disturbi del sonno e della nutrizione.

La rinite allergica durante la gravidanza può essere rilevata solo se non ci sono sintomi di una malattia respiratoria. Il naso che cola allergico non deve essere accompagnato da febbre e brividi.

La congestione infettiva e la secrezione di muco passano entro un periodo non superiore a 7 giorni. Se il naso che cola dura più di 14 giorni, è necessario contattare un allergologo.

Trattamento della rinite durante la gravidanza

Il trattamento della rinite allergica nelle donne in gravidanza inizia con l'impostazione e la conferma della diagnosi corretta. Per chiarimenti, fai un esame del sangue e studia il plasma. Se viene rilevata un'allergia, viene eseguito un test allergenico. Allo stesso tempo, una piccola parte dell'allergene viene iniettata nella pelle del paziente e quindi viene monitorata la reazione del corpo.

Se il risultato è positivo, compaiono macchie, eruzioni cutanee, irritazione e prurito sul corpo della donna incinta, nell'area di somministrazione. La procedura è consentita per la futura mamma e non rappresenta una minaccia per il feto o la gravidanza.

Tuttavia, se è possibile identificare l'allergene in altri modi, senza somministrare il farmaco, gli esperti preferiscono tali metodi. In effetti, in caso di complicazioni, l'intera responsabilità spetta al personale medico..

Il trattamento della rinite allergica nelle ragazze in gravidanza ha le sue caratteristiche ed è piuttosto complicato. La maggior parte degli scenari negativi si è sviluppata a seguito di un uso improprio di droghe, automedicazione o un corso di farmaci compilato in modo errato.

Il trattamento della rinite della gravidanza nel primo trimestre non consente l'uso della maggior parte dei farmaci. Il fatto è che fino a 12 settimane nell'utero della futura mamma, nel piccolo residente si forma un tubo neurale. Qualsiasi intervento può influenzare il corretto sviluppo del bambino e il suo sviluppo neurologico. Pertanto, l'uso di molti corsi deve essere trattato con cautela..

L'uso di corticosteroidi per via nasale è severamente vietato, come ad esempio:

Durante tutti e tre i trimestri di gravidanza, i farmaci vasocostrittori non devono essere utilizzati. Ad esempio, sulla xilometazolina. Il principio attivo di questo tipo di azione può provocare patologia del flusso sanguigno uterino e parto prematuro..

Inoltre, i farmaci vasocostrittori possono compromettere l'apporto di ossigeno ai tessuti fetali. Ciò causerà ipossia e sviluppo alterato del bambino..

Attenzione! L'automedicazione e l'inazione possono portare a gravi conseguenze! La migliore soluzione al problema di un raffreddore è calcolare l'allergene e ridurre il contatto con esso..

Misure sicure per la rinite in gravidanza

Il compito principale di sbarazzarsi del drenaggio della mucosa nasale e degli occhi è identificare la sostanza che provoca tale reazione nel corpo della donna incinta.

Vedere un allergologo è il primo passo. Lo specialista ti dirà quali sono le cause della rinite allergica durante la gravidanza e come trattare ciascuno dei sintomi.

Indipendentemente dal tipo di allergia, ai pazienti viene prescritta una terapia tonica generale, che si basa sull'assunzione di complessi vitaminici e minerali.

Altrettanto importante è una dieta corretta ed equilibrata, che non è appesantita da cibi aggressivi che possono causare naso che cola e gonfiore..

Le misure più sicure e necessarie per la rinite allergica sono:

  • aerare la stanza. Si consiglia di farlo la sera e la mattina presto;
  • mantenere un'umidità ottimale nell'intervallo del 50-70%;
  • mantenere il corretto equilibrio idrico, consumando una quantità sufficiente di fluido;
  • dormire su un cuscino alto. Questa azione aiuterà a ridurre il gonfiore della mucosa nasale e l'area intorno agli occhi;
  • ginnastica correttiva, adattata per eliminare allergie e rinite;
  • esercizi di respirazione e automassaggio del naso;
  • minimizzare la permanenza nelle stanze in cui vengono utilizzati deodoranti;
  • rifiuto di deodoranti e profumi;
  • rifiuto di prodotti per l'igiene con un odore pungente.

Tali misure possono essere prese per ridurre l'esposizione all'allergene e cercare di evitare il contatto con esso..

Oltre a loro, puoi utilizzare procedure mediche come:

  • preparazioni di composizione omeopatica. Ad esempio, Delufen, Euphorbium e Composium;
  • medicinali nasali a base di mentolo ed eucalipto. Ad esempio, Pinasol;
  • inalazione con infusi di erbe e acqua alcalina. La procedura può essere eseguita utilizzando un nebulizzatore;
  • glucocorticosteroidi. Ad esempio, Nazonex. Gli ingredienti attivi del farmaco in dosi molto piccole entrano nel sangue.

È importante risciacquare il naso con soluzioni saline per tutto il giorno. È necessario aiutare il corpo a liberarsi del muco nei seni. L'accumulo di secrezioni in passaggi gonfi può provocare malattie batteriche. Per questi scopi, è adatta qualsiasi soluzione salina acquistata in farmacia o acquistata a casa..

Importante! I farmaci hanno solo un effetto temporaneo e non possono liberare completamente la donna incinta dalle allergie..

Nel caso in cui le misure preventive non abbiano aiutato, puoi ricorrere ad alcuni farmaci.

Molto spesso, gli esperti prescrivono di curare le donne in gravidanza:

  • vibrocyl. Gocce nasali che non funzionano. Tuttavia, l'azione del vibrocil aiuta ad alleviare le manifestazioni sotto forma di edema e migliora la qualità della vita di una donna incinta. È necessario utilizzare il farmaco rigorosamente secondo le istruzioni, non superando la durata del corso;
  • nasale. Il farmaco è sviluppato sulla base di cillulosio. A causa dello stato di uno spruzzo fine disperso, consente di coprire la mucosa e proteggerla dal contatto con l'allergene;
  • albucid. Utilizzato per l'instillazione degli occhi con rinite allergica;
  • gli antistaminici durante la gravidanza sono prescritti solo in caso di minaccia di asma e bronchite. I farmaci più comunemente usati sono quelli che non vengono assorbiti nel flusso sanguigno. Ad esempio, Telfast, Levoceterizin, ceterizin;

Attenzione! Durante la gravidanza e l'allattamento sono ammessi solo antistaminici di terza generazione. I farmaci 1 e 2 possono influenzare negativamente lo sviluppo fetale.

Metodi tradizionali di trattamento

Una donna che è stata curata senza successo per la rinite durante la gravidanza si stanca di problemi respiratori costanti, che la rendono ansiosa e nervosa. Per aiutare il corpo in una lotta difficile, puoi usare la saggezza delle nonne.

L'instillazione nasale più comunemente usata del succo di carota. Il succo deve essere diluito a metà con acqua e quindi utilizzato. È sufficiente instillare 1-2 gocce più volte al giorno. Tuttavia, dovresti farlo con attenzione, assicurandoti che le carote non siano irritanti che causano allergie..

Devi essere estremamente attento ai consigli per usare il succo di cipolla e aglio durante la gravidanza..

Qualsiasi azione della futura mamma dovrebbe essere coordinata con il medico curante. A volte, i farmaci da banco possono essere più sicuri dei rimedi tradizionali. La quantità dosata del principio attivo e le istruzioni per l'uso nelle donne in gravidanza consente un migliore controllo dell'assunzione.

Oggi non esistono misure preventive per la rinite. Per evitare una tale condizione dolorosa, è sufficiente organizzare la dieta ed escludere cibi allergici..

Sintomi e trattamento della rinite allergica durante la gravidanza

La gravidanza comporta gravi conseguenze per il corpo della donna e non sono sempre positive. La rinite allergica durante la gravidanza è abbastanza comune. L'immunità di una donna incinta è molto indebolita e qualsiasi influenza negativa può portare allo sviluppo di varie malattie.

Descrizione della malattia

La rinite allergica nelle donne in gravidanza è la risposta della cavità nasale al contatto della mucosa nasale con determinate sostanze o sostanze irritanti che sono allergeni. Cioè, la ragazza ha una maggiore suscettibilità a tali stimoli..

Molto spesso, nelle donne in gravidanza, una reazione allergica appare anche a quelle sostanze che non causano allergie prima e dopo la gestazione..

Ragioni per lo sviluppo di rinite allergica durante la gravidanza

Perché la rinite allergica può comparire durante la gravidanza? Ci possono essere molte ragioni. Ma la principale è una reazione allergica a una varietà di sostanze irritanti nell'ambiente. Molto spesso questi sono:

  • Polline di fiori;
  • Lanugine di pioppo;
  • Fumo di tabacco;
  • Candeggina e altri detergenti;
  • Sostanze volatili in deodoranti e deodoranti;
  • Oli essenziali di agrumi;
  • Lana di gatti, cani e altra fauna;
  • Piume e piume di uccelli.

A causa dei continui cambiamenti nel background ormonale, aumenta il livello di ormoni nel sangue. Estrogeni, progesterone e ormoni responsabili della crescita sono responsabili dell'aumento della sensibilità del corpo di una donna incinta a vari allergeni.

Inoltre, molto spesso, la rinite può verificarsi quando gli acari del campo sono sparsi in un appartamento o in una lettiera.

Un'altra causa comune di rinite allergica durante la gravidanza sono le punture di insetti. Ad esempio: zanzare, vespe, api, zecche, insetti, pidocchi o pulci.

Sintomi tipici

I sintomi di questa malattia possono essere facilmente confusi con quelli di altre malattie nasali. Sono tutti molto simili, quindi non è consigliabile impegnarsi nell'autodiagnosi senza educazione medica. Ciò è particolarmente vero per le donne in gravidanza. L'automedicazione può influire negativamente non solo sul benessere di una donna, ma anche sulla salute del nascituro..

Sintomi tipici della rinite allergica:

  • Grave arrossamento dei bulbi oculari;
  • Prurito agli occhi;
  • Allocazione in grandi quantità dai seni;
  • Gonfiore della mucosa dei seni;
  • La donna praticamente non sente alcun odore;
  • Starnuti costante
  • Inoltre, un'eruzione cutanea o orticaria può apparire sulla pelle del corpo..

La principale differenza tra la rinite allergica e tutte le altre malattie della cavità nasale è la presenza di un'eruzione cutanea. Inoltre, va notato che la temperatura corporea non aumenta, come spesso accade per le malattie infettive. Inoltre, con una rinite allergica, non compaiono sintomi come dolore e mal di gola, nonché tosse.

La rinite allergica è pericolosa per un bambino non ancora nato?

Come qualsiasi altra malattia, la rinite può influire negativamente sul feto. Ma molto spesso, questa situazione si verifica se una donna si è diagnosticata in modo indipendente e ha assunto farmaci senza prescrizione medica..

Il principale pericolo di questa malattia sta nel fatto che una donna incinta ha il naso chiuso, che causa difficoltà respiratorie. A sua volta, questo porta al fatto che la respirazione diventa superficiale e i polmoni non ricevono abbastanza ossigeno. Di conseguenza, il bambino non riceve la quantità di ossigeno necessaria per il normale sviluppo attraverso la placenta. Il risultato può essere l'ipossia, che può provocare ritardi nello sviluppo..

Se la malattia diventa cronica, le conseguenze possono essere ancora più gravi. Una donna può avere un aborto spontaneo o una morte fetale.

Trattamento della rinite allergica

Ai primi segni dello sviluppo della malattia, è necessario contattare uno specialista qualificato. È impossibile ritardare le allergie, soprattutto se una donna aspetta un bambino..

Si consiglia di iniziare a trattare una rinite allergica durante la gravidanza solo dopo aver consultato un otorinolaringoiatra. Valuterà le condizioni del paziente e solo successivamente prescriverà il trattamento appropriato.

Nelle donne in gravidanza, il trattamento di qualsiasi malattia è puramente individuale. È importante sapere che, come qualsiasi allergia, la rinite scompare se la donna non viene a contatto con l'allergene. Pertanto, prima di tutto, è molto importante scoprire a cosa è allergica la donna incinta. Solo allora la malattia può essere curata con successo..

Rinite durante la gravidanza, come trattare:

  • I sintomi della malattia sono trattati con varie soluzioni saline. Puoi sciacquarti il ​​naso con farmaci come Salin, Aquamaris o Dolphin. Grazie a tali lavaggi, puoi liberare i seni dal muco accumulato, che faciliterà notevolmente la respirazione. Non è consigliabile utilizzare farmaci come il Pinosol e l'Euphorbium compositum. Inoltre, è importante non dimenticare che è impossibile usare vasocostrittori e farmaci antibatterici, specialmente nel primo trimestre..
  • Gli antistaminici di terza generazione sono anche molto efficaci. I componenti che compongono tali farmaci non vengono assorbiti nel sistema circolatorio, quindi non portano alcun danno al feto. Il dosaggio dei medicinali può essere determinato solo dal medico curante. Questi farmaci includono:
  1. Telfast;
  2. cetirizina;
  3. levocetirizina;
  4. Fexofenadine.

I cromoni sono un gruppo separato di farmaci che hanno un effetto decongestionante e antiallergenico sul corpo. A differenza del gruppo di antistaminici, la loro azione non è così immediata. Affinché i sintomi della malattia inizino a passare, devono essere assunti per un tempo sufficientemente lungo..

Il trattamento con questo gruppo di farmaci può essere prescritto solo nel secondo e terzo trimestre di gravidanza. I cromoni più sicuri includono i seguenti medicinali:

  • I corticosteroidi

I corticosteroidi, la cui azione è mirata al trattamento della mucosa nasale, non sono raccomandati dagli otorinolaringoiatri per l'uso nel primo trimestre di gravidanza. Questi farmaci contengono ormoni surrenali, che hanno un effetto antinfiammatorio sul corpo. L'uso di tali spray in terapia aiuta ad eliminare i focolai della malattia nella cavità nasale e aiuta anche ad accelerare il processo della malattia.

Ma vale la pena ricordare che tutti i corticosteroidi sono farmaci ormonali. Il loro uso è vietato senza prescrizione medica. Inoltre, l'uso improprio di droghe può portare a una riduzione dell'immunità..

I corticosteroidi più sicuri includono:

Va notato che l'uso prolungato di farmaci ormonali può influire negativamente sulla salute del nascituro. Contribuiscono al ritardo dello sviluppo e influenzano negativamente il lavoro della ghiandola pituitaria..

Trattamento con metodi popolari

Non è consigliabile trattare la rinite allergica nelle donne in gravidanza usando vari metodi alternativi. Soprattutto senza consultare un medico.

Trattamento della rinite allergica nelle donne in gravidanza con metodi alternativi:

  • Risciacquo salamoia

Uno dei metodi più sicuri della medicina tradizionale è il risciacquo della cavità nasale con soluzione salina. Trattare come segue:

  1. Devi prendere 2 bicchieri di acqua calda e 1 cucchiaio. l. un cucchiaio di sale da cucina finemente macinato (può essere usato anche sale marino, ma non deve contenere coloranti e altri additivi chimici).
  2. Sciogli il sale in acqua e lascia raffreddare l'acqua a temperatura ambiente. Quindi puoi sciacquare il naso con la soluzione..
  • Decotti di erbe medicinali

Inoltre, i decotti di erbe medicinali possono essere utilizzati per sciacquare il naso. Può essere timo, camomilla o salvia. Ma prima dell'uso, devi assicurarti che la donna non sia allergica alle erbe utilizzate. Altrimenti, la situazione non farà che peggiorare. Per 200 ml di acqua, è necessario assumere 60 grammi. erbe secche. È necessario preparare un decotto, lasciarlo raffreddare e puoi sciacquarti il ​​naso.

Sintomi e caratteristiche della terapia della rinite allergica durante la gravidanza

Durante la gravidanza, il corpo è vulnerabile agli effetti negativi degli allergeni. Ciò è dovuto a un cambiamento nel sistema ormonale. L'immunità diminuisce e diventa ostile a sostanze sconosciute.

Quali sono i sintomi della rinite allergica durante la gravidanza e in che modo può essere curata? È possibile diagnosticare in modo indipendente questo disturbo? Consideriamo questi e altri problemi in modo più dettagliato nel nostro articolo..

Caratteristiche, sintomi e differenziazione della rinite allergica

La rinite allergica, o come viene talvolta chiamata, febbre da fieno, è un processo infiammatorio nella mucosa nasale. Vari allergeni sono in grado di causare un tale processo:

  • polvere;
  • cloro;
  • alcuni frutti (agrumi e tropicali);
  • frutti di mare;
  • morsi di insetto;
  • prodotti chimici domestici;
  • elmintiasi;
  • polline e particelle di piante;
  • peli di animali domestici e squame di pelle;
  • spore di muffe e altri funghi;
  • odori forti.

Sono anche noti casi di rinite fredda. Quando il sistema immunitario reagisce alle basse temperature.

Con la pollinosi, oltre alla secrezione nasale, compaiono frequenti starnuti, prurito, tosse secca, lacrimazione ed eruzione cutanea.

La rinite allergica sta diventando una malattia comune a causa della situazione ambientale e della qualità del cibo.

I sintomi di questa malattia durante la gravidanza possono comparire improvvisamente e senza motivo apparente..

Oltre ai sintomi sopra descritti, una donna incinta può avvertire i seguenti fenomeni:

  • aumento delle perdite nasali durante lo sforzo e la menzogna;
  • perdita di appetito, irritabilità e insonnia;
  • insufficienza respiratoria.

Se si aggiunge un'infezione o un virus a queste manifestazioni, la sinusite o la sinusite inizieranno inevitabilmente a svilupparsi..

Antibiotici, antistaminici e farmaci ormonali, gocce di vasocostrittore rappresentano una certa minaccia per la salute del nascituro. Pertanto, il trattamento della rinite allergica deve essere effettuato solo sotto la stretta supervisione di un medico. L'automedicazione può non solo non aiutare, ma anche danneggiare sia la madre che il feto..

Con la rinite allergica, una donna incinta non avrà i seguenti sintomi di una rinite infettiva:

  • articolazioni doloranti;
  • alta temperatura;
  • malessere generale e debolezza;
  • mal di testa caratteristico;
  • arrossamento del bianco degli occhi.

Inoltre, la febbre da fieno può durare per due settimane e una rinite infettiva dura da 2 a 5 giorni. Con un raffreddore, arrossamento della gola, si osserva spesso una tosse umida insieme a secrezione nasale.

Con il costante contatto dell'allergene con una persona, la rinite può svilupparsi rapidamente. E se rimuovi la causa che irrita il sistema immunitario, allora un naso che cola potrebbe finire del tutto..

Questa affermazione dimostra chiaramente un esempio del genere, quando una donna inizia a starnutire e soffre di naso che cola mentre pulisce l'appartamento. In questo caso, l'allergene è un acaro della polvere. Non appena la donna incinta esce all'aria aperta, la rinite termina. Lo stesso è il caso se i sintomi compaiono sulla strada durante la fioritura della pianta e finiscono al chiuso. Solo l'allergene in questo caso è il polline di una pianta.

Danno della rinite allergica durante la gravidanza

La rinite allergica durante la gravidanza può danneggiare un bambino in due modi:

  • speciali forme gravi della malattia;
  • terapia errata quando si effettua una diagnosi errata.

Pertanto, è importante determinare correttamente che una donna soffre di rinite allergica. Esami del sangue speciali aiuteranno a identificare in modo specifico l'allergene. L'automedicazione inappropriata impedirà al medico di iniziare la terapia nelle prime fasi dello sviluppo della malattia. Non dovresti nemmeno intraprendere alcuna azione. Dopotutto, la rinite allergica interrompe il flusso di ossigeno alla placenta, questo influenzerà il feto..

Quando uno specialista prescrive determinati farmaci, il dosaggio e altre prescrizioni devono essere rigorosamente osservati.

Con una rinite allergica, anche le condizioni fisiche della madre peggiorano. I processi metabolici nel corpo sono interrotti, il feto riceve una quantità insufficiente di nutrienti. Nella seconda metà della gravidanza, il feto cresce e si sviluppa attivamente, è allora che la febbre da fieno è particolarmente pericolosa. A causa della mancanza di nutrizione e ipossia, potrebbe esserci un ritardo nella crescita, nello sviluppo e nell'aumento di peso. È estremamente raro, ma in casi allergici particolarmente avanzati: morte fetale.

Diagnostica negli ospedali

Il terapista in ospedale esamina la storia medica della donna incinta e verifica una storia di allergie ed esempi specifici della sua manifestazione a una determinata sostanza. Ci sono anche informazioni sulla predisposizione ereditaria alle malattie. Con un attento studio di tutte le informazioni nella storia, se si sospetta la natura allergica del raffreddore comune, il medico prescriverà un rinvio per i test. Molto spesso questi sono:

  • test cutanei;
  • strisci della mucosa;
  • esame del sangue.

Se i risultati sono positivi, lo specialista prescrive il trattamento appropriato. È selezionato individualmente per una donna incinta specifica.

I test cutanei sono i seguenti:

  • una piccola dose di ciascun allergene viene iniettata sotto l'epidermide;
  • dopo un certo tempo, i siti di prova vengono controllati per una reazione cutanea;
  • se l'irritazione appare nel sito di iniezione di alcuni allergeni, questa sostanza è una malattia provocatoria.

Questo metodo è preciso al 90%. È innocuo per una donna incinta, poiché la quantità della sostanza è così piccola che il rischio per la salute è ridotto a zero. Un certo stress sul sistema immunitario non può essere escluso, ma in questo caso è più importante condurre una diagnosi corretta..

Ma il più delle volte, immunologi e altri medici in gravidanza scelgono di utilizzare altri metodi per determinare le allergie. Un esame del sangue per immunoglobuline e anamnesi. Pertanto, sono assicurati, perché il rischio di danni alla salute è piccolo, ma ancora presente.

Nella medicina moderna, la rinite allergica può essere diagnosticata con un altro metodo: RAST (test di radioassorbimento di assorbente). Questo metodo, sebbene meno accurato, è più sicuro dei test cutanei. Questo test non è ampiamente utilizzato a causa del suo costo elevato..

Terapia della rinite allergica

La rinite allergica è una malattia grave, soprattutto durante la gravidanza, quindi solo un medico può dire esattamente come trattare questo disturbo dopo aver studiato i risultati del test. In questo caso, il medico cercherà di ridurre al minimo l'uso di antistaminici, perché possono influenzare negativamente il corso della gravidanza..

La terapia più adatta per le donne in gravidanza consiste in farmaci di terza generazione: Telfast, ma a piccole dosi. Derivati ​​del cromoglicato di calcio, incluso CromoHexal. Medicinali naturali a base di cellulosa come Nazaval.

Il trattamento nel primo trimestre deve essere eseguito con estrema cautela. Corticosteroidi nasali vietati - Rinoclenil, Aldecin, Flikonase e altri.

Non usare gocce nasali vasocostrittori: naftizina, Rinostop, Snoop, Afrin, Nazivin, DlyaNos e altri. Il fatto è che restringono i vasi della placenta e, quindi, l'apporto di ossigeno al feto è drasticamente ridotto. L'ipossia può svilupparsi.

Per ridurre il rischio di danni alla salute, è necessario utilizzare i seguenti metodi di trattamento:

  • risciacquo del naso con fluidi salini, acqua minerale, soluzioni farmaceutiche speciali;
  • inalazione in un nebulizzatore e su vapore;
  • l'uso di oli essenziali (con estrema cautela);
  • l'uso di decotti alle erbe;
  • instillazione di gocce a base di succhi di verdura;
  • l'uso di preparati a base di erbe;
  • umidificazione dell'aria.

La prima cosa da fare è escludere il contatto con l'allergene..

Soluzioni saline e oleose

I liquidi contenenti sali minerali sono in grado di arrestare il flusso di muco e alleviare il gonfiore nei passaggi nasali. Molte soluzioni di risciacquo pronte possono essere trovate in farmacia e anche i dispositivi per questa procedura sono venduti lì. Ad esempio, salino, acquamarina, delfino, AquaLor, Salin e altri.

Ma a volte è più conveniente preparare il lavaggio a casa. Per fare questo, devi prendere 2 cucchiaini di sale per litro d'acqua, puoi aggiungere un po 'di soda. Un bollitore, una pera è adatto come dispositivo. Una siringa di grandi volumi senza ago è molto conveniente.

La procedura deve essere eseguita leggermente inclinata in avanti sul lavandino o, meglio, sul bagno. La testa dovrebbe essere inclinata lateralmente e il liquido dovrebbe essere versato lentamente in una narice, mentre dovrebbe essere versato attraverso la bocca. Quindi, con ogni passaggio nasale.

Le soluzioni di olio di estere devono essere utilizzate con cautela durante la gravidanza. Quindi, possono aggravare la rinite se il sistema immunitario reagisce negativamente a queste sostanze. Per preparare le gocce per il naso, devi mescolare qualsiasi etere (pesca, ginepro, olivello spinoso, conifere) con olio d'oliva o di semi di lino.

Per l'instillazione, 2-3 gocce sono sufficienti in ogni passaggio del naso. Se dopo la prima applicazione è aumentata solo la quantità di muco, è necessario annullare immediatamente tale terapia.

Idealmente, non puoi prendere una decisione sulla terapia con tali gocce da solo - hai bisogno di una consultazione obbligatoria con un ostetrico o un terapista. Basano la fattibilità e la sicurezza della terapia sui risultati delle analisi della donna incinta..

Va notato che le gocce di Pinosol, sebbene siano sicure e consentite durante la gravidanza, contengono eucalipto, che può causare allergie ancora più gravi.

Inalazione

Il trattamento della rinite allergica con inalazione è completamente giustificato e sicuro. Puoi scegliere uno dei seguenti agenti come ingrediente attivo:

  • acqua minerale, come Narzan, Essentuki, Borjomi; solo il gas deve essere rilasciato dalla bombola;
  • soluzione salina - venduta in qualsiasi farmacia a un prezzo economico;
  • patate bollite; dovrai respirare sopra una casseruola sotto un asciugamano;
  • decotto di erbe.

Per le procedure, puoi prendere un nebulizzatore, ma in assenza di uno, puoi usare un bollitore.

Ecco alcune regole per le procedure:

  • tempo massimo 5-8 minuti;
  • i vapori devono entrare attraverso i passaggi nasali;
  • è necessario inalare tra i pasti - non prima di 50-70 minuti dopo aver mangiato;
  • non puoi uscire al freddo immediatamente dopo la procedura - devi aspettare 30-45 minuti;
  • la respirazione non dovrebbe essere irregolare.

Come vapore terapeutico, puoi usare: aglio, brodo di timo, cipolla, estratti di salvia, camomilla. È meglio scegliere un componente e preparare una soluzione al ritmo di un cucchiaio della sostanza per bicchiere d'acqua.

I succhi di piante medicinali - aloe, Kalanchoe non possono essere utilizzati per le allergie.

Prevenzione della rinite nelle donne in gravidanza

È più sicuro prevenire la febbre da fieno durante la gravidanza che curarla. Dopotutto, la terapia è complicata molte volte. Non tutti i metodi influenzeranno con successo la salute della madre e del feto..

Per non essere a rischio di sviluppare rinite allergica, è necessario seguire queste regole:

  • mantenere il livello di umidità negli ambienti, soprattutto in camera da letto; puoi usare un piroscafo, dispositivi speciali o metodi folk; bagnare il materiale e appenderlo ai radiatori;
  • evitare il fumo, i fumatori, i gas di strada delle automobili e simili sostanze nocive;
  • dovresti astenersi dal bere bevande contenenti caffeina;
  • gli abiti devono essere scelti in base alle dimensioni e alle condizioni meteorologiche; un'allergia al proprio sudore è abbastanza comune;
  • bere abbastanza liquido è meglio della semplice acqua pulita;
  • dopo aver camminato, è necessario lavare il viso con acqua fredda e risciacquare i passaggi nasali.

Queste raccomandazioni possono servire come aggiunta al trattamento della febbre da fieno, se non è stata evitata. Si dovrebbe prestare attenzione sia alla dieta che alla qualità del cibo. Puoi consultare il tuo medico per prescrivere la terapia vitaminica.

Una donna in attesa di un bambino non dovrebbe fare tentativi indipendenti per curare la febbre da fieno - questo può aggravare la condizione. Inoltre, il tempo può essere sprecato per la giusta terapia. Soprattutto è impossibile prescrivere farmaci da soli. Molti di loro penetrano con il flusso sanguigno nella placenta e influenzano la vita del feto..

I sintomi della febbre da fieno sono simili a quelli di malattie più gravi, come l'asma. Pertanto, la ricerca precoce di un aiuto qualificato è importante affinché l'allergia scompaia rapidamente e senza conseguenze gravi..

Come trattare la rinite allergica durante la gravidanza

Se durante la gravidanza appare una rinite allergica, il medico ti dirà come trattarla. È severamente vietato automedicare mentre si trasporta un bambino. Questo è irto di conseguenze irreversibili sia per la donna stessa che per il feto. Ogni rimedio scelto per il trattamento deve essere concordato con il medico.

Trattamento medico della malattia durante la gravidanza

Per curare la rinite allergica durante la gravidanza, usando medicinali, è necessario fare attenzione, poiché la maggior parte degli spray e delle gocce vasocostrittori sono controindicate a causa del fatto che possono avere un effetto tossico o teratogeno sul feto.

Durante la gravidanza, il medico può prescrivere i seguenti farmaci:

Nazal è molto popolare. Lo strumento è presentato sotto forma di spray a base di polvere di cellulosa. Lo spray copre completamente la mucosa nasale e non consente all'allergene dall'aria di entrare in contatto con esso. L'unico inconveniente del medicinale è che quando lo si utilizza, l'olfatto si indebolisce. Per questo motivo, si consiglia di utilizzare l'agente al momento di identificare ed eliminare l'allergene..

La rinite allergica nelle donne in gravidanza può essere trattata con Vibrocil. Ma il rimedio aiuta temporaneamente con la rinite allergica. Per una settimana, Vibrocil contribuirà a indebolire i segni della malattia, ma dopo l'interruzione del farmaco, i sintomi possono ripresentarsi.

Puoi curare una malattia in una donna incinta sciacquando il naso e il rinofaringe con acqua di mare naturale, che deve essere sterile. Il risciacquo viene eseguito 3-4 volte al giorno. Puoi acquistare una soluzione di acqua di mare pronta in farmacia. Tali mezzi includono Humer, Marimer Salin. Queste soluzioni saline eliminano efficacemente allergeni, batteri e polvere, alleviano il gonfiore della mucosa, rimuovono i resti di muco dalla cavità nasale e ripristinano la respirazione nasale.

Il trattamento della rinite allergica durante la gravidanza può essere effettuato con farmaci ormonali come Nasonex e Alsedin. Non vengono assorbiti dalla mucosa nasale.

Ambulanza per allergie a casa

Le procedure standard aiuteranno a far fronte alle allergie e alla rinite allergica di una donna incinta. Puoi sconfiggere la malattia se:

  1. Umidificare l'aria interna.
  2. Ventilare la stanza regolarmente. La temperatura dell'aria nella stanza dovrebbe essere + 20... + 22 ° С.
  3. Bevi molti liquidi.
  4. Evitare aree con odori forti.
  5. Camminare all'aperto spesso, preferibilmente in una foresta di conifere.
  6. Applicare un dilatatore nasale.
  7. Dormire su un cuscino alto - questo ridurrà il gonfiore della mucosa.
  8. Fai un massaggio al naso, esercizi di respirazione o esercizi fisici speciali.
  9. Cambia biancheria da letto e indumenti frequentemente.
  10. Fai una doccia 2-3 volte al giorno.
  11. Non utilizzare cosmetici e profumi decorativi.

Durante la gravidanza, il corpo di una donna viene ricostruito, le sensazioni cambiano. Molti degli odori che ti sono piaciuti prima possono essere irritanti e causare una reazione allergica.

Terapia alternativa per la rinite allergica nelle donne in gravidanza

La rinite allergica durante la gravidanza può essere curata usando rimedi popolari. Esistono molte ricette non convenzionali per il trattamento di un disturbo, ma quando si sceglie, è necessario consultare il proprio medico. Non dovresti ascoltare un conoscente o un amico che assicuri che è stata trattata durante la gravidanza con uno o l'altro rimedio senza consultare uno specialista. Solo un medico sarà in grado di dare consigli sul trattamento della malattia, altrimenti l'automedicazione può portare a gravi conseguenze fino a un aborto spontaneo.

La rinite può essere curata con la solita soluzione salina fatta in casa. Ciò richiederà 1 cucchiaino. sale sciolto in 500 ml di acqua bollita. Puoi sciacquare la cavità nasale con questo strumento 2-4 volte al giorno..

È possibile utilizzare il balsamo “Zvezdochka” per il trattamento della malattia. Lo strumento deve lubrificare il ponte del naso, delle tempie, della fronte. Ma non essere zelante, devi applicare il balsamo con moderazione, altrimenti puoi ottenere un'ustione della pelle e delle mucose se l'agente vi entra.

All'inizio della gravidanza, puoi usare il succo di barbabietola fresco diluito con acqua 1: 1, che viene instillato nel naso..

La congestione nasale si ritirerà con bagni caldi per le mani.

Puoi sconfiggere la malattia con un rimedio a base di olio vegetale e mentolo, che viene instillato nel naso 2-3 volte al giorno..

Per rafforzare il corpo nel suo insieme e curare il naso che cola, le bevande calde aiuteranno. È possibile far fronte alla malattia durante la gravidanza con l'infusione di fragole. È facile da cucinare:

  • prendere 2 cucchiai. l. foglie di piante;
  • versarli 200 ml di acqua bollente;
  • insistere per 30 minuti e filtrare.

Prendi un'infusione di 100 ml 3 volte al giorno. Il corso del trattamento è di 14 giorni.

Molto bene con la rinite allergica nelle donne in gravidanza, la tintura di rosmarino selvatico aiuta: prendere 100 g di olio di oliva e di girasole ciascuno, aggiungere 1 cucchiaio. l. rosmarino selvatico tritato. La composizione viene accuratamente miscelata e posizionata in un luogo buio per 21 giorni. Il prodotto deve essere agitato ogni giorno. L'infusione viene filtrata e spremuta. Applicare 1 goccia per ogni passaggio nasale 4 volte al giorno. Il corso del trattamento con tale infusione è di 1 settimana..

L'inalazione sopra le patate aiuterà a superare rapidamente la malattia di una donna incinta. Bollire le patate e respirarle sopra per 10-15 minuti.

Puoi anche provare questo rimedio: prendi il succo di cipolle, carote e aglio in uguali quantità, diluisci la composizione con olio vegetale. Instillare 2-3 gocce del farmaco in ciascuna narice 2-3 volte al giorno. Ma devi essere estremamente attento: il succo di cipolla e aglio può bruciare la mucosa.

La rinite allergica nelle donne in gravidanza può essere trattata con gocce di cipolla. Preparali come segue:

  • Sbucciare e tritare 1 cipolla;
  • versare 100 ml di olio di semi di girasole;
  • lasciare in infusione per 12 ore;
  • spremi la composizione con una garza in un bicchiere.

2 gocce gocciolano in ciascuna narice 3-4 volte al giorno.

Puoi preparare gocce efficaci per la rinite allergica. Prendi in proporzioni uguali l'aloe e il succo di Kalanchoe, l'acqua e il miele. La miscela viene agitata e instillata 1 goccia in ciascuna narice 2 volte al giorno.

L'olivello spinoso fresco aiuterà a sbarazzarsi della malattia, che deve essere pulita con il miele.

Prevenzione della rinite allergica nelle donne in gravidanza

Il miglior rimedio per tutte le malattie è la prevenzione. Le seguenti misure riducono il rischio di rinite allergica:

  • regolare pulizia a umido dei locali;
  • rifiuto di fumare, tè e caffè forti;
  • limitare il contatto con gli animali (se possibile, è necessario abbandonare completamente gli animali domestici durante la gravidanza);
  • rifiuto di piatti piccanti e caldi, verdure e frutta di colore rosso e arancione.

Nessuna donna incinta è immune dalla rinite allergica. Se la malattia si manifesta, il trattamento deve essere eseguito sotto la stretta supervisione di uno specialista - questo eviterà complicazioni ed effetti collaterali.

Quindi la malattia minaccia se non viene curata

La rinite allergica non è così innocua come potrebbe sembrare a prima vista. Se la malattia non viene curata in tempo, può comportare una serie di complicazioni sia per la futura mamma che per il bambino. Qual è il pericolo di persistente rinite? Per la donna stessa, questo è irto di interruzione del movimento di ossigeno nel sistema respiratorio. Di conseguenza, può svilupparsi ipossia dei tessuti del rinofaringe. Inoltre, un'infezione trascurata si diffonde rapidamente nel tratto respiratorio inferiore e si sviluppano malattie come laringite, tonsillite e faringite..

Una donna incinta con rinite allergica ha uno scarso sonno, irritabilità, debolezza, affaticamento, poiché il cervello non riceve la quantità richiesta di ossigeno.

La malattia ha un effetto dannoso sul nascituro: il feto può sviluppare ipossia intrauterina e questo spesso porta a ritardo dello sviluppo, aborto spontaneo e parto prematuro.

Ai primi segni della malattia, una donna incinta dovrebbe consultare urgentemente un medico e ottenere un aiuto qualificato. L'automedicazione è strettamente controindicata..

Rinite allergica durante la gravidanza

Articoli di esperti medici

La rinite allergica durante la gravidanza può essere causata da una varietà di fattori irritanti, tra cui sostanze chimiche, determinati farmaci e alimenti, punture di insetti e profumeria.

Codice ICD-10

Cause di rinite allergica durante la gravidanza

A causa del fatto che il sistema immunitario di una donna incinta funziona in modo molto teso e spesso malfunzionamenti, tutto può diventare un fattore irritante che provoca lo sviluppo di allergie. Pertanto, la rinite allergica può apparire improvvisamente in una donna incinta, senza una ragione apparente..

Un naso che cola durante la gravidanza può spesso essere causato da allergie. Al giorno d'oggi, le allergie sono un problema abbastanza comune per molte persone. La rinite allergica (chiamata "febbre da fieno") è un'infiammazione della mucosa nasale. Tale infiammazione può essere causata da vari fattori allergenici: polvere, polline delle piante da fiore, spore fungine, peli di animali domestici, odori forti, ecc. Con una rinite allergica, si osservano sintomi come una maggiore secrezione di muco incolore dai passaggi nasali, spesso accompagnata da orticaria, edema e starnuti attivi. Di solito, la reazione allergica si arresta immediatamente dopo la fine del contatto con gli allergeni.

Sintomi di rinite allergica durante la gravidanza

Molto spesso, un'abbondante secrezione nasale, osservata con una rinite allergica, è accompagnata da lacrimazione in una donna incinta, prurito dei passaggi nasali, pelle e tosse secca. A causa di una violazione della respirazione nasale, la futura mamma può sviluppare insonnia e mancanza di appetito. La conseguenza più pericolosa di questa condizione è la connessione ad essa sullo sfondo di un'immunità indebolita dell'infezione, a seguito della quale sinusite, sinusite, sinusite frontale, ecc..

Fortunatamente, una rinite allergica durante la gravidanza non rappresenta un pericolo per lo sviluppo intrauterino del bambino. Il suo impatto negativo è possibile solo in due casi:

  • trattamento intempestivo o inappropriato per la gravità della malattia;
  • malattia grave complicata da infezione.

Chi contattare?

Trattamento della rinite allergica durante la gravidanza

Naturalmente, non è consigliabile che una donna incinta si auto-medichi o esegua una rinite allergica a uno stato di complicanza della malattia. La futura mamma deve seguire rigorosamente tutte le raccomandazioni prescritte dalla clinica prenatale. Per la prevenzione della rinite allergica, è meglio per le donne in gravidanza evitare il contatto con quelle sostanze che hanno forti proprietà allergeniche. Si raccomanda di utilizzare il meno possibile prodotti chimici domestici, di non usare profumi e limitare il consumo di alimenti che causano allergie, in particolare agrumi e cioccolato. Sarà meglio per una donna incinta astenersi dal contatto con gli animali domestici, ventilare la stanza più spesso ed eseguire la pulizia a umido della casa.

La necessità di un trattamento medico della rinite allergica nelle donne in gravidanza è dovuta al fatto che è possibile far fronte ai suoi sintomi, ma è quasi impossibile curarlo da soli. Un medico esperto prescriverà alle future mamme che sopprimono la reazione dolorosa, valutando il rapporto tra benefici e possibili rischi dal loro uso.

Rinite allergica durante la gravidanza

Una donna incinta è incredibilmente vulnerabile a tutti i tipi di disturbi a causa di processi speciali nel suo corpo. Le proprietà protettive dell'immunità sono ridotte e non è sempre possibile nascondersi da venti e correnti d'aria penetranti. La congestione nasale è un sintomo molto comune che i pazienti cercano di curare con rimedi popolari, senza attribuire molta importanza ad esso.

Cause di rinite allergica nelle donne in gravidanza

I medici consigliano vivamente di contattare gli specialisti anche con il minimo deterioramento della salute. Molte donne incinte e madri che allattano si trovano di fronte a rinite allergica, anche se non hanno mai sofferto di una tale malattia prima. La natura allergica della malattia può essere stabilita solo in condizioni di laboratorio, pertanto non è necessario intraprendere l'automedicazione.

Una diagnosi tempestiva e metodi di terapia attentamente selezionati da un medico sono la chiave per la salute della futura mamma e bambino. Le cause della malattia sono la risposta del sistema immunitario umano dopo l'inalazione delle seguenti sostanze irritanti: polvere, polline, aria fredda, muffa, funghi e molti altri.

I sintomi della malattia nelle donne in gravidanza sono gli stessi di altri pazienti di età e sesso diversi:

  • secrezione nasale incolore;
  • prurito;
  • respirazione difficoltosa;
  • starnuti;
  • mancanza di appetito;
  • debolezza fisica.

Non appena una donna incinta ha avvertito i sintomi elencati, tuttavia, non si osservano dolori nel corpo e nei muscoli, febbre, brividi, che sono abituali per un'infezione virale respiratoria, quindi molto probabilmente si tratta di rinite allergica. Una donna in una posizione simile dovrebbe pensare non solo al proprio benessere, ma anche allo stato del feto, mentre la sua salute, e talvolta la vita, dipendono direttamente dalla diagnosi e dal trattamento tempestivi dei disturbi del paziente. La rinite allergica, sebbene a prima vista si manifesti come sintomi molto innocui, merita una grande attenzione da parte del paziente e del medico.

Diagnosi di rinite allergica in donne in gravidanza

La diagnostica include una visita all'ENT, che esaminerà la cavità nasale e un immunologo. Un tampone dalla cavità nasale per determinare il numero di eosinofili confermerà (più del 5%) o confuterà (meno del 5%) la causa allergica della malattia. Per confermare la diagnosi, il medico curante ordina al paziente di eseguire un esame del sangue per la presenza di immunoglobuline E. Se i test indicano che la paziente è malata di rinite allergica, è importante stabilire la causa, l'irritante con cui avrebbe potuto essere in contatto recentemente. Il moderno metodo di test cutanei ti permetterà di determinare l'irritante, che è importante nel successivo trattamento e prevenzione.

Trattamento della rinite allergica nelle donne in gravidanza

Il trattamento della rinite allergica nelle donne in gravidanza è incredibilmente complesso e richiede la massima attenzione alla selezione di medicinali. Se il medico scopre che è impossibile fare a meno degli antistaminici, allora prescrive medicine "leggere" (Telfast) in dosi minime. Gli spray nasali per combattere i sintomi spiacevoli sono anche selezionati tenendo conto delle condizioni del paziente, tutti devono avere una base naturale ("Aqua Maris" viene creato sulla base dell'acqua del Mare Adriatico).

Metodi tradizionali di trattamento della rinite allergica durante la gravidanza

Molti medici per i pazienti con rinite allergica nel primo trimestre di gravidanza escludono completamente i farmaci tradizionali, sostituendoli con efficaci rimedi popolari.

Il succo di aloe, che dovrebbe essere spremuto dal gambo spennato della pianta, deve essere diluito in un rapporto di 1: 3. Questo rimedio deve essere instillato nel naso, 2-3 gocce in ciascuna narice 3-4 volte al giorno, a seconda del grado di manifestazione dei sintomi. Un altro metodo efficace è il succo di aglio mescolato con olio vegetale (5-6 gocce per cucchiaio).

La miscela deve essere instillata una goccia tre volte al giorno, se si avverte una sensazione di bruciore e secchezza dopo l'uso, modificare la proporzione riducendo il numero di gocce di aglio.

Prevenzione della rinite allergica nelle donne in gravidanza

La prevenzione della rinite allergica è molto importante per una donna incinta. Come molti altri disturbi, il cui trattamento in questa situazione è difficile e talvolta impossibile, può facilmente passare da uno stadio lieve a uno grave. Soprattutto se la futura mamma ha già osservato segni di allergie stagionali. In periodi "pericolosi" dell'anno, è meglio mantenere la temperatura e l'umidità ottimali a casa utilizzando la tecnologia moderna. L'aria secca creata dal riscaldamento dei radiatori, i caminetti irrita la mucosa, provoca starnuti, prurito.

La casa deve essere pulita giornalmente con acqua. Un'altra importante misura preventiva è monitorare attentamente la dieta di una donna incinta, poiché quasi tutti i prodotti possono diventare un potenziale allergene. Se un irritante alimentare è la causa della rinite allergica, escludilo dalla dieta. La profilassi è necessaria anche dopo il parto durante il periodo di allattamento per evitare il deterioramento e il trattamento indesiderato.