Cosa ricordare per un paziente allergico durante una pandemia

Uno dei tipi più comuni di allergie respiratorie, con la stessa frequenza sia negli adulti che nei bambini, è la rinite allergica (AR). Questa infiammazione cronica della mucosa nasale, accompagnata da rinorrea (naso che cola) e insufficienza respiratoria, non solo compromette significativamente la qualità della vita, ma può anche portare allo sviluppo di gravi complicanze. Solo la diagnosi precoce e il trattamento efficace della rinite allergica saranno la chiave per un recupero efficace..

Cause della rinite allergica

L'elenco delle sostanze irritanti condizionate che possono causare la rinite allergica è piuttosto ampio. Include:

  1. Aeroallergeni dell'ambiente esterno (polline di piante da fiore).
  2. Aeroallergeni domestici:
    • acari della polvere;
    • polvere di libri;
    • lanugine;
    • penna;
    • forfora e saliva degli animali domestici;
    • spore di muffa;
    • insetti (scarafaggi, falene, insetti, pidocchi, parassiti di piante d'appartamento);
    • alimenti secchi per pesci d'acquario;
    • alcuni farmaci;
    • Cibo;
    • pulizia e detergenti.
  3. Allergeni professionali:
    • polvere di farina,
    • polvere di tabacco,
    • latice,
    • formaldeide, ecc..

In alcuni casi, la rinite allergica è causata da fumi di scarico, fumo di sigaretta, luce solare intensa o freddo.

Il fattore sottostante che sviluppa il processo infiammatorio è la risposta immunitaria IgE-dipendente (la reazione del sistema immunitario del corpo). Si tratta di mastociti, macrofagi, eosinofili e linfociti T situati nell'epitelio della mucosa nasale. Durante la reazione, le cellule bersaglio iniziano a rilasciare istamina (il principale mediatore dell'infiammazione). Agendo sui recettori dell'istamina, aumenta la permeabilità capillare, porta all'ipersecrezione del muco nasale, allo sviluppo di edema, congestione nasale e starnuti.

Classificazione e fasi del decorso della rinite allergica

La rinite cronica, che si basa sull'infiammazione immunitaria, è divisa in 2 forme:

La rinite stagionale o, come viene chiamata, intermittente, si sviluppa durante il periodo di spolveratura di varie specie di piante (in Russia - dall'inizio di aprile a fine settembre). La rinite per tutto l'anno (o persistente) si fa sentire durante tutto l'anno. Molto spesso, è causato dal costante contatto con allergeni domestici. Gli irritanti alimentari e professionali hanno meno probabilità di causare infiammazione..

Esistono 3 gradi di gravità AR:

  • luce (compensata),
  • medio (subcompensato),
  • grave (non compensato).

I ricercatori dividono il corso della rinite (naso che cola) con allergie in diverse fasi:

  1. Parossistica (congestione nasale ricorrente).
  2. Catarrale (secrezione abbondante, diminuzione dell'olfatto, orecchie chiuse e lacrimazione).
  3. Vasodilatatore (gonfiore e restringimento comuni dei passaggi nasali).
  4. Edema cronico.
  5. Polipoid (processo di poliproduzione).
  6. Iperplasia nidificata (proliferazione della mucosa, danni ai seni nasali, ai vasi sanguigni e talvolta alle strutture ossee del naso).

Nota che la rinite allergica è una delle malattie più comuni al mondo..

Quadro clinico

I sintomi della rinite allergica sono direttamente proporzionali alla forma, alla gravità e allo stadio di sviluppo della malattia. I segni più caratteristici di AR intermittente includono:

  • prurito al naso;
  • congestione;
  • starnuti parossistici frequenti (un fenomeno in cui il paziente starnutisce 10 o più volte);
  • il rilascio di una grande quantità di muco nasale chiaro;
  • riduzione dell'olfatto.

Con una forma lieve della malattia, una persona si sente normale, conduce uno stile di vita attivo e può praticare sport.

Un'infiammazione moderata porta a una riduzione delle prestazioni e dell'attività quotidiana, nonché a disturbi del sonno. Il grave disturbo della respirazione nasale è accompagnato da forti mal di testa, disagio e acufene, disturbi dell'udito.

Nel 70% dei pazienti con rinite allergica, si osservano lacrimazione, prurito e gonfiore delle palpebre. A causa della stasi venosa e dell'edema pronunciato della mucosa nasale, compaiono occhiaie e talvolta si sviluppano sangue dal naso. Le manifestazioni sistemiche di AR stagionale includono i seguenti sintomi:

  • maggiore irritabilità,
  • debolezza,
  • affaticabilità veloce,
  • perdita di appetito,
  • disagio nell'addome (a causa della deglutizione di grandi quantità di muco nasale).

Tuttavia, dopo l'interruzione dell'esposizione (azione) dell'allergene o sotto l'influenza del trattamento di una rinite allergica, i sintomi dell'infiammazione possono regredire completamente.

La forma per tutto l'anno è caratterizzata da segni meno pronunciati di rinite allergica negli adulti e nei bambini. Molto spesso, l'unica lamentela è la congestione nasale senza naso che cola. A causa della respirazione forzata attraverso la bocca, la mucosa si asciuga. Questa condizione comporta un cambiamento patologico nel timbro della voce (tono nasale) e porta allo sviluppo del russare. Il deflusso costante del muco nasale lungo la parte posteriore del rinofaringe provoca una tosse secca e cronica. A causa dell'ostruzione persistente delle vie aeree, l'olfatto si perde in modo significativo o completo.

Qual è la differenza tra rinite stagionale e per tutto l'anno?

I sintomi della rinite allergica stagionale si sviluppano in un arco di tempo chiaro (durante il periodo di spolveratura). Allo stesso tempo, le manifestazioni di rinite cronica durante tutto l'anno dipendono direttamente dalle condizioni meteorologiche. In questo caso, l'infiammazione è innescata da sostanze che provocano allergie che circolano costantemente nell'aria. La gravità dei segni patologici dipende dalla loro concentrazione.

Molti pazienti con rinite per tutto l'anno sviluppano contemporaneamente ipersensibilità a diversi tipi di allergeni. Indipendentemente dalla quantità di trattamento, i sintomi di una rinite allergica possono cambiare durante l'anno. In questo caso, la malattia ha un decorso ondulato con esacerbazioni e periodi di remissione di diversa durata..

complicazioni

Un decorso incontrollato di infiammazione cronica della mucosa nasale può portare allo sviluppo delle seguenti complicanze:

  • otite media ricorrente,
  • sinusite,
  • formazione di polipi.

A causa di un cambiamento nella reattività immunologica del tratto respiratorio (una diminuzione delle funzioni protettive) e l'aggiunta di un'infezione batterica secondaria, la rinite con allergie è spesso accompagnata da infezioni respiratorie acute e diventa spesso la causa dell'iperreattività bronchiale e dell'asma bronchiale.

Diagnostica

Alla prima visita, il medico scopre come si manifesta la rinite allergica. Nel fare ciò, attira l'attenzione sui seguenti sintomi:

  • respirare attraverso la bocca;
  • gonfiore e scolorimento della pelle sotto le palpebre inferiori;
  • arrossamento della mucosa degli occhi;
  • pieghe trasversali sul ponte nasale (una conseguenza del cosiddetto "saluto allergico" - costante graffio della punta del naso).

Il collegamento principale nella diagnosi è un'approfondita presa di storia finalizzata all'identificazione dell'allergene. Include i seguenti dati:

  • storia medica,
  • la presenza di una predisposizione genetica,
  • informazioni sulle condizioni di vita,
  • informazioni sugli infortuni e le operazioni subiti,
  • informazioni sulle cattive abitudini.

Per confermare la diagnosi, vengono effettuati i seguenti studi:

  • esame del sangue generale (determinazione del livello di eosinofili - un marker di reazioni allergiche);
  • rinoscopia (esame della cavità nasale mediante uno speciale dispositivo ottico);
  • rinocitogramma (microscopia del muco nasale);
  • test di allergia cutanea per un set standard di allergeni;
  • test nasali provocatori (introduzione di un fluido test-controllo in un passaggio nasale e un allergene in una concentrazione progressivamente crescente nell'altro).

L'ultimo test viene eseguito rigorosamente secondo le indicazioni mediche e in un ufficio specializzato dotato di tutto il necessario per prevenire possibili reazioni sistemiche (dal mal di testa allo shock anafilattico).

Per identificare o escludere patologie concomitanti di organi ENT, è possibile prescrivere diagnosi differenziali, tra cui tomografia computerizzata, studi endoscopici e morfologici..

Trattamento della rinite allergica

Come e come trattare la rinite allergica (naso che cola)? Gli esperti identificano 3 possibili aree:

  1. Completa eliminazione o minimizzazione del contatto con l'allergene.
  2. Trattamento farmacologico sintomatico.
  3. Immunoterapia specifica per allergeni (somministrazione di dosi gradualmente crescenti di un allergene causalmente significativo).

I programmi educativi (scuole di allergia) sono di grande importanza, che mirano a ottimizzare le condizioni di vita del paziente al fine di ridurre il possibile contatto con gli allergeni. Tali lezioni sono condotte da allergologi qualificati.

Tutti i medicinali per la rinite allergica sono divisi in 2 gruppi:

  • orale (da deglutire),
  • intranasale (per la somministrazione attraverso i passaggi nasali).

Ad oggi, uno dei preparativi topici più sicuri è Sialor Rino. Prodotto sotto forma di gocce nasali, contiene un componente attivo - ossimetazolina, che ha un effetto vasocostrittore di lunga durata. Entro 10-15 minuti dall'applicazione, il lume dei vasi diminuisce, l'edema si attenua e la respirazione diventa più facile. La durata dell'effetto terapeutico lieve è di 6-8 ore.

A differenza di molti altri farmaci per la rinite allergica, Sialor ® rino non viene praticamente assorbito nel flusso sanguigno, non provoca reazioni sistemiche e si secca dalla mucosa. Il prodotto è disponibile in quattro dosaggi terapeutici:

  • per adulti (0,05%),
  • per bambini (0,025%),
  • per bambini da 0 a 1 anno (0,01%).

La confezione mini contagocce lo rende facile e conveniente da usare. Inoltre, questa forma di rilascio garantisce la sterilità e riduce al minimo il rischio di penetrazione microbica..

Naturalmente, al fine di eliminare completamente le manifestazioni della malattia, il trattamento di una rinite allergica deve essere completo e versatile. Quando si scelgono farmaci per un bambino e un adulto, è necessario prendere in considerazione la gravità dell'AR e la presenza di patologie concomitanti.

A causa della diffusa prevalenza e sviluppo di complicanze, la diagnosi precoce e un trattamento adeguato della rinite allergica sono compiti importanti della moderna medicina pratica. In tutti i casi di rinite prolungata o ricorrente, è necessario cercare le vere cause che provocano lo sviluppo del processo infiammatorio. Questo approccio costruttivo consente lo sviluppo di metodi di trattamento efficaci che migliorano le condizioni attuali e la prognosi della malattia in generale..

Rinite allergica

Informazione Generale

La rinite allergica o la rinite allergica è un'infiammazione della mucosa nasale che si verifica quando gli allergeni entrano nel corpo umano quando vengono espirati attraverso la mucosa nasale. Un allergene è il polline delle piante, la polvere domestica, che si trova in grandi quantità in tappeti, libri e altri luoghi. Questa malattia è una delle più comuni al mondo, ad esempio in Russia, secondo le statistiche, dall'11 al 24% della popolazione soffre di rinite allergica..

I principali fattori che causano la rinite allergica sono gli allergeni presenti nell'aria. Di solito sono divisi in tre gruppi:

  • aeroallergeni dell'ambiente esterno - polline di piante;
  • aeroallergeni delle abitazioni - acari contenuti nella polvere domestica o peli di animali, insetti, allergeni da muffe e lieviti, alcune piante domestiche e alimenti;
  • allergeni professionali.

I momenti scatenanti possono essere: cibo piccante, situazioni stressanti, ipotermia, sovraccarico emotivo. Spesso la predisposizione genetica può essere la causa..
In termini di forma, la rinite allergica è divisa in tre classi:

  • la rinite allergica stagionale (intermittente) è un'allergia alla comparsa di polline dalle piante e dagli alberi in fiore nell'aria. Poiché il polline può essere diffuso dal vento su distanze molto lunghe, è impossibile evitare completamente il contatto con esso, esiste la possibilità di ridurre il pericolo.
  • rinite allergica perenne (persistente) - può apparire tutto l'anno. Il motivo è la polvere domestica, o meglio, gli acari microscopici che vivono nella polvere o nei peli di alcuni animali. Rinite allergica perenne, di solito leggermente più debole che stagionale.
  • rinite professionale a sostanze irritanti allergiche - si verifica nelle persone durante il lavoro in determinate condizioni, forse anche dalla polvere, ma più precisamente la natura del suo aspetto non è stata studiata.

Secondo le manifestazioni cliniche, ci sono:

  • forma lieve, che è insignificante e il paziente può fare a meno del trattamento;
  • moderato: in questo caso, i sintomi della rinite allergica possono compromettere in modo significativo la qualità della vita e interferire con il paziente;
  • forma grave: il paziente è in gravi condizioni, non può vivere normalmente e lavorare o studiare completamente, la malattia interrompe il sonno.

Sintomi di rinite allergica

Prima di tutto, parlando dei sintomi della rinite allergica, dobbiamo elencare i segni che non possono essere ignorati e devi consultare un medico:

  • prurito al naso spesso durante il giorno;
  • starnuti, spesso parossistico;
  • congestione nasale, naso che cola, peggio di notte;
  • secrezione acquosa dal naso, in caso di infezione, può assumere un carattere mucopurulento;
  • gonfiore del rinofaringe, perdita dell'olfatto;
  • tosse parossistica e mal di gola;
  • arrossamento degli occhi e suppurazione, a volte ci sono cerchi o gonfiore sotto gli occhi.

L'assunzione di antistaminici di solito allevia le condizioni del paziente.

Questi sintomi della rinite allergica non sono unici per la malattia. Tutta la rinite ha sintomi simili, ognuno dei quali richiede un trattamento specifico, quindi è consigliabile effettuare una diagnosi accurata da parte di un allergologo..

Diagnosi di rinite allergica

Per confermare la diagnosi di rinite allergica, un tampone nasale deve essere testato per gli eosinofili. La presenza di eosinofili in uno striscio di oltre il 5% di tutte le cellule rilevate indica una causa allergica di congestione nasale.

In futuro, per chiarire la diagnosi, è necessario identificare la sostanza che provoca i sintomi ed è la causa della rinite allergica - un allergene causalmente significativo.

Esistono due tipi di diagnosi di rinite allergica: esami della pelle e uno speciale esame del sangue.

Preparazione di test cutanei. Un prerequisito è che l'assunzione di antistaminici e l'età del paziente dai 4 ai 50 anni vengano annullate in 5 giorni. Diverse piccole incisioni vengono fatte sull'avambraccio, in cui vengono gocciolate 1-2 gocce di un determinato allergene. Dopo un po 'di tempo (15-30 minuti), viene eseguito un esame e una misurazione della bolla che è apparsa. Il test cutaneo è uno dei tipi più affidabili, comuni ed economici di diagnostica allergica. Il test non viene eseguito su donne in gravidanza o in allattamento.

Esame del sangue generale per immunoglobuline specifiche IgE specifiche. Il livello di IgE totale al momento della nascita di una persona è circa zero e aumenta gradualmente man mano che invecchiano. In un adulto, un indicatore superiore a 100-150 U / l è considerato elevato. Il metodo non è particolarmente diffuso a causa dell'elevato costo della ricerca, il costo del pannello di allergeni raggiunge i 16 mila rubli. Un altro svantaggio è inaffidabilità, spesso dà risultati falsi positivi.

Con quegli allergeni che hanno dato una reazione cutanea positiva, viene inoltre eseguito un test provocatorio intranasale. Una tale diagnosi di rinite allergica è di provocare la reazione del corpo. Per questo, 2-3 gocce di acqua distillata vengono iniettate in una narice, quindi la concentrazione dell'allergene testato viene gradualmente aumentata: 1: 100, 1:10 e l'intera soluzione. Se dopo 15-20 minuti appare una reazione - congestione, starnuti, bruciore, naso che cola, il test è considerato positivo.

È possibile condurre studi utilizzando metodi radioallergosorbenti, radioimmuni, immunoenzimatici o chemiluminescenti, tuttavia, a causa dell'elevato costo, questi metodi non sono stati ampiamente utilizzati.

Trattamento della rinite allergica

Il trattamento consiste nella rimozione dell'infiammazione allergica delle mucose e nella realizzazione di una terapia specifica per allergeni..

Per le forme lievi e moderate di rinite allergica, viene utilizzata la terapia antistaminica, preferibilmente con farmaci della seconda generazione (claritina, cetrina, zodak) o terza (zirtechi, telfast, erius). Assegnato per via orale 1 volta al giorno in base ai dosaggi specifici per età consigliati. La durata dell'ammissione è di almeno 2 settimane.

Se il trattamento della rinite allergica non dà l'effetto desiderato, vengono prescritti derivati ​​del sodio cromoglicato (Kromohexal, Kromoglin, Kromosol). I farmaci sono prodotti sotto forma di spray, un effetto evidente è evidente non prima di dopo 5-10 giorni.

L'immunoterapia specifica per allergeni è prescritta per i pazienti con controindicazioni a questi farmaci. Il trattamento viene effettuato da un allergologo in ambiente ospedaliero. Il significato del trattamento è somministrare piccole dosi dell'allergene, che vengono gradualmente aumentate, sviluppando così la tolleranza del corpo all'allergene. Allo stesso tempo, cercano di alleviare i sintomi della rinite allergica..

Chi soffre di rinite allergica dovrebbe sapere che il trattamento è necessario, anche in casi lievi, altrimenti la malattia può assumere forme nuove e più gravi, come, ad esempio, l'asma bronchiale.

Rinite allergica

La rinite allergica è una malattia che si sviluppa a seguito del contatto di allergeni con la mucosa nasale. I principali sintomi della malattia sono: prurito nella cavità nasale, starnuti, difficoltà respiratorie nasali, secrezione mucosa dal naso. Come parte della diagnosi delle cause della rinite allergica, vengono eseguite consultazioni con specialisti (allergologo-immunologo, otorinolaringoiatra), test cutanei, determinazione delle IgE generali e specifiche (pannelli allergologici), rinoscopia. Il trattamento con antistaminici, glucocorticoidi intranasali o la cessazione dell'esposizione agli allergeni porta a una rapida scomparsa dei sintomi.

ICD-10

Informazione Generale

La rinite allergica è una reazione infiammatoria della mucosa nasale all'azione di un allergene, una manifestazione della febbre da fieno. Può essere stagionale o tutto l'anno. Si manifesta come congestione, gonfiore, prurito e solletico nel naso, scarico abbondante di muco, starnuti, lacrimazione e diminuzione dell'olfatto. Un lungo corso può portare allo sviluppo di sinusite allergica, polipi nasali, otite media, sangue dal naso, alterazione persistente dell'olfatto, asma bronchiale. La rinite allergica è diffusa. Secondo varie fonti, dall'8 al 12% di tutti gli abitanti della Terra soffrono di questa forma di allergia. Di solito si sviluppa in giovane età (10-20 anni). In età avanzata, la gravità delle manifestazioni può diminuire, tuttavia i pazienti di solito non sono completamente guariti..

Le ragioni

Di solito, la rinite allergica si sviluppa nelle persone con una predisposizione ereditaria alle malattie allergiche. L'anamnesi familiare dei pazienti menziona spesso asma bronchiale, orticaria allergica, neurodermite diffusa e altre malattie atopiche di cui soffrivano uno o più membri della famiglia..

Il motivo più comune per lo sviluppo della rinite stagionale di eziologia allergica è il polline delle erbe (famiglia di criceti, Asteraceae, cereali) e degli alberi. In alcuni casi, la rinite allergica stagionale è causata da spore fungine. Spesso i pazienti credono che la malattia sia causata da lanugine di pioppo. Tuttavia, in realtà, la rinite è di solito innescata dal polline delle piante, la cui fioritura coincide nel tempo con la comparsa di lanugine di pioppo. La stagionalità della manifestazione annuale della malattia dipende dalle caratteristiche climatiche della regione e praticamente non cambia di anno in anno. La rinite allergica durante tutto l'anno si verifica attraverso il costante contatto con particelle di epidermide animale, vari composti chimici e polvere domestica, che contiene micro acari.

Classificazione

Esistono due forme principali della malattia:

  • Rinite allergica stagionale La forma più comune Di solito si manifesta in giovane età. I sintomi della malattia compaiono in determinati periodi dell'anno e sono spesso causati dal contatto con il polline di alcune piante.
  • Rinite allergica tutto l'anno. Principalmente sono colpite le donne in età matura. I sintomi della rinite durante tutto l'anno sono espressi durante l'anno o si verificano periodicamente indipendentemente dalla stagione. La malattia è causata da allergeni che sono costantemente presenti nell'ambiente.

Sintomi

La rinite allergica è caratterizzata da attacchi di starnuti prolungati che si verificano al mattino e al momento del contatto con l'allergene. A causa dell'incessante prurito, i pazienti graffiano costantemente la punta del naso, da cui, nel tempo, appare una piega trasversale sul dorso del naso. La costante congestione nasale durante lo sviluppo della rinite allergica porta al fatto che i pazienti respirano principalmente attraverso la bocca. La rinite allergica è accompagnata da una secrezione acquosa dalla cavità nasale, lacrimazione e disagio negli occhi. La congestione cronica porta a un ridotto senso dell'olfatto e alla perdita del gusto.

La mucosa della cavità nasale con rinite allergica è pallida e allentata. Non si osservano iperemia e desquamazione della pelle nell'area della narice. In alcuni casi, si nota il rossore della congiuntiva. I cambiamenti nella faringe non sono tipici di questa malattia, ma a volte c'è un'iperemia lieve o moderata.

complicazioni

La rinite allergica durante tutto l'anno è spesso complicata da un'infezione secondaria causata da congestione sinusale dovuta a edema della mucosa. È possibile lo sviluppo di otite media o sinusite. Con la rinite stagionale, tali complicanze sono estremamente rare. Con un lungo decorso della malattia, spesso si sviluppano polipi della mucosa nasale, che ostruiscono ancora di più le aperture dei seni paranasali, rendendo difficile la respirazione e peggiorando il decorso della sinusite concomitante.

Diagnostica

Nel processo di diagnosi della rinite allergica stagionale, un'analisi dettagliata della storia è di grande importanza. Esiste una manifestazione periodica di sintomi della malattia, associati nel tempo al periodo di fioritura di determinati alberi ed erbe.

Nella diagnosi di rinite allergica perenne, i dati anamnestici hanno un valore inferiore. Il frequente contatto con l'allergene porta al fatto che i sintomi della rinite allergica sono costantemente espressi, quindi di solito non è possibile stabilire quale allergene abbia causato la malattia. A volte una reazione allergica a determinati stimoli si manifesta in una serie di differenze nel quadro clinico della malattia, che consente di determinare in via preliminare la natura dell'allergene.

I pazienti con sospetta rinite allergica devono essere valutati da un otorinolaringoiatra con una rinoscopia. Viene anche mostrata una consultazione allergologica con test speciali. Il test più semplice per individuare la causa di un'allergia è un test cutaneo. Lo studio si basa sul legame di un irritante per i mastociti. Va tenuto presente che in alcuni casi è possibile ottenere un risultato falso positivo durante un test cutaneo. Con un test cutaneo negativo e la presenza di dati anamnestici che indicano la sensibilizzazione del corpo all'allergene, a volte viene eseguito un test intradermico. L'affidabilità del risultato del test intradermico è inferiore a causa della possibile irritazione non specifica concomitante nel sito di iniezione.

La natura allergica della rinite è confermata rilevando il numero di eosinofili in un esame del sangue e uno striscio nasale. Un aumento del numero di neutrofili negli esami del sangue e delle perdite dalla cavità nasale indica un'infezione secondaria. È possibile condurre un test immunosorbente con un'etichetta enzimatica per determinare il livello di anticorpi prodotti da alcuni allergeni.

La rinite per tutto l'anno di natura allergica deve essere spesso differenziata dalla normale rinite vasomotoria. Il quadro clinico della malattia ha molto in comune, tuttavia, la rinite vasomotoria, in contrasto con la rinite allergica, si sviluppa al contatto e irritanti non specifici. In alcuni casi, sintomi simili al quadro clinico della rinite allergica perenne sono causati da alcune malattie del tratto respiratorio superiore di natura infettiva, difetti anatomici, inalazione di un numero di sostanze, uso costante di farmaci per il trattamento della rinite, trattamento con estrogeni e β-bloccanti.

Trattamento della rinite allergica

La terapia per la rinite allergica è determinata dalla gravità e dalla forma della malattia. Con lieve rinite allergica, vengono prescritti antistaminici (cetirizina, fexofenadina, desloratadina, loratadina, ecc.) O glucocorticoidi intranasali (budesonide, fluticasone, ecc.). Nella rinite allergica grave e nella malattia moderata, i glucocorticoidi intranasali in combinazione con farmaci antagonisti dei leucotrieni (zafirlukast, montelukast sodico) o antistaminici diventano il principale agente terapeutico. Quando si assumono antistaminici di prima generazione, è necessario tenere conto dell'anticolinergico M laterale (aritmia, ritenzione urinaria, visione offuscata) e dell'effetto sedativo dei farmaci.

Una grave congestione nasale è un'indicazione per la nomina di farmaci vasocostrittori locali, tuttavia, i pazienti non sono raccomandati di abusare di farmaci di questo gruppo a causa del rischio di sviluppare rinite da farmaci. Si consiglia ai pazienti con alcune forme di rinite allergica di seguire una dieta speciale. Quindi, ad esempio, i pazienti con allergia al polline di nocciola dovrebbero escludere nocciole e nocciole dalla dieta, i pazienti con rinite allergica causata dal polline di betulla - mele, ecc. La dieta è condizionata dalla possibilità di reazioni crociate.

Se ci sono controindicazioni all'assunzione di farmaci e insufficiente effetto del trattamento, è possibile l'iposensibilizzazione ad alcuni allergeni (ASIT). Il trattamento consiste nell'aumentare gradualmente le dosi dell'estratto di allergene sotto la pelle del paziente. Il corso completo di desensibilizzazione dura da 3 a 5 anni. Le iniezioni di allergeni vengono effettuate una volta ogni 1-2 settimane. A causa del rischio di una reazione anafilattica, il paziente viene monitorato per 20 minuti dopo l'iniezione. È possibile una reazione locale all'introduzione, che si manifesta sotto forma di indurimento o eritema. La desensibilizzazione è controindicata nell'asma bronchiale grave e in alcune malattie cardiovascolari.

Con l'inefficacia dei metodi conservativi di trattamento della rinite allergica e il suo decorso persistente, è possibile eseguire interventi chirurgici sui turbinati - vasotomia. L'operazione viene eseguita con un approccio transnasale in anestesia locale.

Prevenzione

L'unica misura preventiva veramente efficace per la rinite allergica è eliminare completamente il contatto con l'allergene che ha causato lo sviluppo della malattia. In caso di rinite allergica causata da cellule della pelle degli animali, è necessario rimuovere l'animale dalla casa, in caso di allergie provocate da polline di erba e spore fungine, sarà richiesto un cambio di residenza o l'installazione di filtri dell'aria nella stanza.

I pazienti con rinite allergica causata da acari della polvere devono avere una bassa umidità dell'aria nell'appartamento, rimuovere tende e tappeti dalla casa, coprire cuscini, materassi e trapunte con coperture di plastica. Si consiglia a tutti i pazienti con rinite allergica di escludere il contatto con irritanti non specifici (fumo di tabacco, odori forti, polvere di calce).

Rinite allergica: cause, sintomi e trattamento negli adulti

La rinite, o naso che cola, è un'infiammazione della mucosa nasale. Può essere causato da vari motivi: un'infezione virale o batterica, un raffreddore, una reazione allergica.

Di solito, la rinite è accompagnata da gonfiore della superficie interna dei passaggi nasali, starnuti, prurito e un aumento delle secrezioni mucose. La rinite allergica è una malattia immunitaria.

In questo articolo considereremo tutte le caratteristiche, i sintomi, le cause di questa particolare forma della malattia. Qui troverai informazioni su cosa fare e come sbarazzarsi di una rinite allergica..

Cos'è la rinite allergica?

Rinite allergica - un tipo immediato di reazione allergica (allergia di tipo I).

Quando il polline viene a contatto con le mucose del naso, degli occhi o del tratto respiratorio, il corpo reagisce immediatamente e sviluppa i corrispondenti sintomi allergici (difficoltà respiratoria, starnuti, ecc.).

Cause della rinite allergica

Nel caso della rinite allergica, o come viene anche chiamata febbre da fieno, la ragione è la risposta inadeguata del sistema immunitario umano all'ingresso di particelle di una sostanza esterna (allergene) nel corpo. L'ipersensibilità (aumento della sensibilità del corpo a una sostanza) può manifestarsi alle stesse sostanze che non causano alcuna reazione in altre persone.

Gli stimoli possono essere:

  • polline di piante;
  • lana e particelle di pelle di alcuni animali (gatti, cani, ecc.);
  • spore di muffa;
  • i prodotti di scarto degli acari microscopici nella polvere domestica (spesso causando sintomi allergici).

Vi è anche una maggiore reazione delle mucose agli allergeni alimentari, nel qual caso può comparire anche una rinite allergica, tra le altre manifestazioni dolorose..

Fattori che innescano l'insorgenza della rinite allergica

Le persone hanno maggiori probabilità di sviluppare rinite allergica o febbre da fieno se hanno malattie infiammatorie croniche nell'orecchio, nella gola e nel naso. Coloro che sono inclini a raffreddori persistenti e frequenti infezioni virali sono anche ad aumentato rischio. Fattori ambientali:

  • grave inquinamento atmosferico;
  • fumo di tabacco;
  • un'abbondanza di polvere nei locali;
  • presenza costante di animali.

La probabilità di rinite allergica aumenta se esiste una predisposizione ereditaria (uno dei genitori o entrambi sono inclini a reazioni allergiche).

Sintomi di rinite allergica

La comparsa di una rinite allergica è caratterizzata da alcuni sintomi. Alcuni di essi possono comparire quasi immediatamente, entro 4-8 ore, mentre altri dopo 2 giorni o addirittura settimane dall'inizio della malattia.

Secondo gli allergologi, al primo incontro di una persona con una sostanza irritante, potrebbe non verificarsi una reazione allergica evidente, tuttavia, durante i prossimi contatti con un allergene, diventerà più pronunciata.

Nella maggior parte dei casi, i sintomi della rinite allergica sono i seguenti:

  • starnuti ripetuti. Di solito si verifica immediatamente quando l'allergene arriva sulla mucosa nasale;
  • prurito al naso, solletico nel rinofaringe. Queste manifestazioni sono anche molto pronunciate e precisamente all'inizio della malattia;
  • aumento della secrezione di muco dal naso. All'inizio è uno scarico molto sottile e acquoso. In futuro, lo scarico mucoso diventa più spesso;
  • lacrimazione, prurito e arrossamento degli occhi;
  • congestione nasale, incapacità di respirare attraverso il naso, deterioramento dell'olfatto;
  • ipersensibilità agli odori pungenti: prodotti chimici per la casa e l'edilizia, profumi, fumo di tabacco;
  • tosse secca che si unisce in seguito;
  • debolezza, sonnolenza, brividi e forte affaticamento (i fenomeni sono caratteristici nelle fasi successive della malattia). Ecco come si manifesta la reazione allergica generale del corpo;
  • congestione dell'orecchio, disturbi dell'udito sono anche caratteristici della rinite allergica cronica.

Forme e fasi della rinite allergica

Per una malattia come la rinite allergica, due forme principali sono caratteristiche:

  • periodico (stagionale);
  • permanente (tutto l'anno).

La differenza tra loro è che nella forma stagionale l'allergene è di origine vegetale e viene rilasciato durante la fioritura di alcuni tipi di fiori o alberi. Nella forma cronica, l'irritante è presente nella vita umana (acari della polvere, muffe, animali) e la malattia potrebbe non fermarsi tutto l'anno.

Esiste anche una forma mista, in cui la rinite cronica si esprime tutto l'anno in una forma cancellata e suscettibile al controllo dei farmaci, e nella stagione estiva si aggrava.

Ci sono le seguenti fasi della malattia:

  • acuta - la rinite allergica dura fino a 4 settimane;
  • cronico - le manifestazioni della malattia durano più di 4 settimane di seguito. Non si fermano affatto o c'è una remissione instabile e quindi la ricorrenza.

Anche la ricorrenza annuale dei sintomi della rinite allergica per più di 4 settimane è considerata un decorso cronico della malattia.

Diagnosi di rinite allergica

All'inizio, per stabilire una diagnosi, il medico conduce un sondaggio dettagliato del paziente. È così che viene raccolta un'anamnesi sul decorso della malattia e su tutti i fattori che accompagnano il suo sviluppo, le caratteristiche individuali della reazione a varie sostanze, nonché ai metodi di trattamento precedentemente intrapresi a casa..

Si sta anche studiando il fattore ereditario, che è molto importante nella diagnosi di eventuali malattie allergiche..

Nella diagnosi di rinite allergica, è di grande importanza identificare esattamente quelle sostanze irritanti che innescano una reazione immunitaria negativa. Pertanto, viene stabilita una possibile gamma di allergeni crociati (prodotti e sostanze simili che possono anche influenzare negativamente una persona). La rinite allergica deve essere trattata solo dopo aver stabilito una diagnosi accurata..

Metodi diagnostici comprovati, i più popolari al momento:

  • Test cutaneo (test allergologico). Questo semplice metodo viene spesso utilizzato, ma il suo errore è piuttosto grande. La linea di fondo è che con l'aiuto di uno strumento speciale, viene fatto un piccolo graffio sulla pelle umana, in cui viene introdotta una sostanza: un allergene. Dopo 15 minuti, è possibile valutare il risultato. In caso di reazione positiva, il sito del test diventerà rosso, ci sarà leggero gonfiore e prurito.
  • Immunoblotting. Questa è un'analisi della reazione degli anticorpi umani alle molecole di una sostanza irritante. Effettuato in condizioni di laboratorio. Metodo diagnostico sufficientemente accurato.
  • Esame microscopico di strisci. Per questa analisi, le macchie di secrezioni mucose prelevate da un paziente durante un'esacerbazione di rinite allergica vengono colorate con preparati speciali ed esaminate al microscopio.
  • Test per immunoglobuline allergene-specifiche (IgE). Esame del sangue per un aumento del livello di immunoglobuline di classe E quando esposto a varie sostanze allergeniche sospette.
  • Il metodo di analisi provocatoria (usato raramente). Al paziente viene iniettata una piccola quantità di sostanza che potrebbe potenzialmente causare una reazione allergica. Se il risultato è negativo, la dose viene gradualmente aumentata. Tale studio viene utilizzato solo in condizioni stazionarie..

complicazioni

Se la malattia non viene trattata, la rinite allergica di solito passa attraverso una fase di cambiamento, nel tempo, l'allergia si sposta dal naso e dagli occhi al tratto respiratorio inferiore, portando all'asma bronchiale allergico. Di conseguenza, il polline allergico causerà mancanza di respiro.

Inoltre, molte altre complicazioni possono verificarsi con la febbre da fieno, come ad esempio:

  • asma;
  • prurito della mucosa orale, della gola, dell'orecchio;
  • angina;
  • tosse;
  • reazioni allergiche cutanee (ad es. arrossamento, gonfiore);
  • difficoltà di concentrazione;
  • disordini del sonno;
  • compromissione dell'olfatto, del gusto e dell'udito;
  • condizione apatica generale.

La principale complicazione di questa malattia è l'asma (attacchi di asma). Le persone allergiche al polline hanno un rischio significativamente più elevato di sviluppare l'asma rispetto alle persone che non sono allergiche: nell'80% dei casi, l'asma è preceduta da un'allergia. Tuttavia, il trattamento precoce della rinite allergica riduce il rischio di asma..

Come trattare la rinite allergica negli adulti?

Per curare la rinite allergica, prima di tutto, è necessario stabilire e confermare una diagnosi accurata, nonché identificare un elenco di sostanze palesi e potenziali irritanti: gli allergeni. In futuro, il trattamento verrà effettuato allo scopo di risolvere tre problemi:

  • rimozione dell'infiammazione allergica e gonfiore della mucosa nasale;
  • eliminazione della reazione all'influenza degli allergeni (terapia specifica per allergeni);
  • organizzazione della vita ipoallergenica, minimizzazione del contatto con un irritante.

Nutrizione e stile di vita

Se è già emersa la questione del trattamento della rinite allergica, il primo passo è cambiare il tuo stile di vita abituale. Di grande importanza per qualsiasi malattia allergica è il problema di ridurre il contatto con sostanze irritanti:

  • se vengono rilevati segni di una reazione negativa al cibo, è necessario seguire rigorosamente la dieta ed escludere completamente quegli alimenti ai quali viene rilevata l'allergia;
  • se si verifica una reazione al polline delle piante, si consiglia di evitare qualsiasi contatto con l'allergene durante la stagione di fioritura (passeggiate nella natura, gite fuori città). Durante un'esacerbazione, tornando a casa dalla strada, devi cambiare immediatamente i vestiti, fare una doccia, sciacquarti il ​​naso con una soluzione isotonica. Questo viene fatto al fine di ridurre la durata del contatto con il polline che potrebbe essere portato in casa sui vestiti, sul corpo e sui capelli di una persona;
  • se viene stabilita una reazione allergica alla polvere domestica, è necessario inumidire regolarmente la stanza. Si raccomanda inoltre di organizzare una vita ipoallergenica: l'assenza di tappeti, tende in tessuto pesante e cuscini in piuma, la rimozione di tutti i tipi di collettori di polveri. È necessario utilizzare coperture speciali per mobili imbottiti e biancheria da letto, detergenti acaricidi (antiacaro);
  • l'uso di depuratori d'aria domestici è utile sia per le allergie ai pollini che per le reazioni alla polvere domestica.

I metodi elencati sono particolarmente rilevanti nei casi in cui diventa necessario trattare la rinite allergica durante la gravidanza. In questo caso, è necessario prendere tutte le misure possibili per organizzare uno stile di vita sano, una corretta alimentazione e una vita ipoallergenica..

Questa serie di misure ridurrà la necessità dell'uso di droghe chimiche.

Terapia farmacologica

I medicinali destinati a trattare la rinite allergica sono progettati principalmente per alleviare una reazione allergica e rimuovere i sintomi gravi della malattia. Molto spesso si tratta di antistaminici di azione generale, prodotti in compresse o gocce..

Sono presi come prescritto da un medico, di solito una volta al giorno, per un lungo periodo (da 1 mese). Tra questi agenti, i farmaci di seconda generazione si sono dimostrati efficaci:

  • cetirizina;
  • Claritin;
  • Zodak.
  • e il terzo (Erius, Zyrtec).

Hanno un minimo di effetti collaterali rispetto ai farmaci allergici di prima generazione (Suprastin). Con una forma abbastanza lieve della malattia, un farmaco da questo elenco è sufficiente per eliminare completamente i sintomi.

Nel trattamento della rinite allergica in pazienti con uno stadio più grave della malattia, i medici prescrivono farmaci antinfiammatori locali contemporaneamente all'uso di compresse.

Di solito sono uno spray nasale e si differenziano per composizione e principio di azione del principio attivo. Gli agenti a base di cromoglicato derivati ​​di sodio sono ampiamente noti. Questi sono farmaci come:

Tali medicinali sono usati solo come indicato da un medico. Di solito sono prescritti per gravità lieve o moderata della malattia..

La rinite allergica negli adulti a volte è preferibile trattare con agenti locali di questo particolare gruppo, in modo che gli effetti sistemici di un farmaco antistaminico generale non si sviluppino.

Per i sintomi gravi della rinite allergica, vengono utilizzati farmaci ormonali più gravi per sopprimere la risposta infiammatoria: corticosteroidi nasali, che sono disponibili anche sotto forma di spray. Questi includono farmaci come:

Sebbene i corticosteroidi topici siano generalmente ben tollerati e abbiano pochi effetti collaterali, non dovrebbero mai essere assunti senza prescrizione medica. È consentito solo il trattamento negli adulti; nei bambini piccoli, questi fondi sono raramente prescritti.

Preparati a base di soluzione isotonica o acqua di mare:

Sono completamente innocui e sono progettati per risciacquare delicatamente e pulire i passaggi nasali da allergeni e accumuli di muco che sono arrivati ​​lì.

Attenzione. Non è fortemente raccomandato l'uso a lungo termine di farmaci vasocostrittori popolari nel trattamento della rinite allergica - Naphtizin, Xymelin. Non risolvono il problema, ma asciugano invece la mucosa nasale infiammata e, con un uso regolare, causano lo sviluppo di rinite medicamentosa.

Prima di trattare una rinite allergica, vale la pena provare agenti profilattici, ad esempio Nazaval e Prevalin. Si tratta di spray protettivi a base di cellulosa o oli e argilla, che hanno un effetto avvolgente. Aiutano a isolare la mucosa nasale dall'irritante, cioè prevenire l'allergene..

L'uso di tali fondi è consigliabile solo in uno stato senza esacerbazione: non ha senso applicarli alla mucosa irritata durante un attacco di allergia.

Immunoterapia specifica per allergeni (ASIT)

Un gruppo separato di medicinali è progettato per prevenire lo sviluppo di una reazione negativa ad un allergene..

L'immunoterapia allergenica specifica (ASIT) è un trattamento relativamente nuovo. Il metodo si basa su una graduale riduzione della sensibilità del corpo ad un allergene attraverso una "abituazione" graduale. Questa terapia lunga e complessa, eseguita durante il periodo di remissione, consente di prepararsi per la stagione di esacerbazione della febbre da fieno e ottenere una diminuzione o una completa mancanza di risposta agli stimoli..

Potrebbero essere necessari 3-4 corsi di terapia per ottenere una remissione prolungata.

Trattamento della rinite allergica con rimedi popolari

Cercare di curare una rinite allergica con la medicina alternativa è consentito solo se la malattia è lieve e non si è trasformata in una fase cronica.

Bisogna fare attenzione a tenere presente che molte piante possono essere allergeni abbastanza forti..

Per scoprire come il corpo reagisce a uno specifico rimedio a base di erbe, devi provare ad applicarlo per diversi giorni in una quantità minima..

Se la reazione del corpo è normale, il trattamento con rimedi popolari può essere effettuato a lungo termine. Ecco alcune ricette popolari:

  • Un decotto di radici di lampone. Versare 100 grammi di materie prime secche con 1 litro di acqua, far bollire per mezz'ora, raffreddare e filtrare. Prendi un tale brodo per un quarto di bicchiere tre volte al giorno, prima dei pasti. Il corso del trattamento è di 14 giorni.
  • Brodo di elecampane. 2 cucchiaini di radici secche e schiacciate di elecampane versare 200 ml di acqua, far bollire per 10 minuti. Filtrare, prendere mezzo bicchiere 2 volte al giorno. Il corso di prendere un decotto - 14 giorni.
  • Gocce di naso al succo di aloe. Spremere il succo da una foglia di aloe fresca, instillare 2 gocce in ciascuna narice 2 volte al giorno. Il succo può essere conservato in un contenitore ermeticamente chiuso in frigorifero per 1 settimana.
  • Una miscela di limone e rafano. Mescolare i componenti frantumati in parti uguali. Se lo desideri, puoi aggiungere un po 'di miele (se sei sicuro che non ci siano reazioni allergiche). Prendi 1 cucchiaino due volte al giorno, mezz'ora prima dei pasti.

Prevenzione e raccomandazioni

I sintomi di una rinite allergica sono molto spiacevoli e può essere abbastanza difficile curare completamente questa malattia. I medici raccomandano alle persone a rischio di aderire alle seguenti regole per prevenire manifestazioni di allergie:

  • utilizzare filtri e depuratori d'aria interni;
  • eseguire regolarmente la pulizia a umido, eliminare gli accumulatori di polvere domestica (tappeti, grandi giocattoli morbidi, cuscini di piume e piume);
  • evitare una lunga esposizione all'aria aggressiva (fumo di tabacco, forti odori chimici, polvere e fuliggine);
  • durante la stagione di fioritura delle piante allergeniche, rimani in casa il più possibile o spostati in un'altra zona climatica;
  • seguire i principi di una corretta alimentazione e una dieta ipoallergenica;
  • con la minima tendenza alle allergie, dovresti rifiutare di tenere gli animali in casa.

Il tema della prevenzione di una malattia come la rinite allergica durante la gravidanza sta diventando particolarmente rilevante. Dopotutto, c'è il rischio di sviluppare la malattia non solo per la madre, ma anche per il nascituro. L'uso di farmaci come Prevalin o Nazaval è un modo sicuro per prevenire lo sviluppo della malattia.

previsione

La prognosi a lungo termine della rinite allergica è positiva poiché in molti casi la febbre da fieno viene gestita con successo minimizzando l'esposizione agli allergeni e trattando con uno o più farmaci.

Tuttavia, quando le persone con rinite allergica hanno altri disturbi coesistenti, come l'asma, la malattia è molto più grave, poiché raramente è stata fatale..

Sebbene la condizione non sia considerata grave (se non c'è asma), provoca molto disagio e interferisce con la normale vita quotidiana del paziente.

Conclusione

Non esiste un modo semplice e veloce per curare la rinite allergica nelle persone con allergie. Cosa fare in ogni caso, solo un medico qualificato te lo dirà.

Per eliminare completamente la malattia, dovrai sottoporsi a diagnosi complesse e un lungo ciclo di trattamento. In futuro, dovrai evitare il contatto con allergeni e rispettare un intero insieme di regole.

A volte spostarsi in un'altra zona climatica aiuta a risolvere questo problema..