Esame del sangue - infezione virale o batterica

Esame del sangue - infezione virale o batterica

In che modo i batteri differiscono dai virus

I batteri sono microrganismi straordinariamente unicellulari con un nucleo non formato. Cioè, queste sono cellule reali che hanno il proprio metabolismo e si moltiplicano per divisione. Dalla forma delle cellule, i batteri possono avere una forma rotonda - sono chiamati cocchi (stafilococco, streptococco, pneumococco, meningococco, ecc.), Possono essere a forma di bastoncino (E. coli, pertosse, dissenteria, ecc.), Altre forme di batteri sono meno comuni.

Molti batteri normalmente sicuri per l'uomo e che vivono sulla pelle, sulle mucose, nell'intestino, in caso di indebolimento generale del corpo o di immunità compromessa, possono agire da agenti patogeni.

A differenza dei batteri, i virus sono parassiti che non possono riprodursi al di fuori della cellula. Entrano nella cellula e la costringono a fare copie del virus. In caso di infezione, nella cellula vengono attivati ​​meccanismi di difesa speciali contro i virus. Le cellule infette iniziano a produrre interferone, che viene a contatto con le cellule sane vicine e le traduce in uno stato antivirale e stimola anche il sistema immunitario a combattere i virus.

Alcuni virus possono essere trovati nel corpo umano per tutta la vita. Vanno in uno stato latente e si attivano solo a determinate condizioni. Tali virus includono herpes virus, papillomavirus umani e HIV. In uno stato latente, il virus non può essere distrutto né dal sistema immunitario né dai farmaci..

Infezioni virali respiratorie acute (ARVI)

ARVI - malattie virali del tratto respiratorio superiore, trasmesse da goccioline trasportate dall'aria. Le infezioni virali respiratorie sono la malattia infettiva più comune.

Tutte le SARS sono caratterizzate da un periodo di incubazione molto breve - da 1 a 5 giorni. Questo è il tempo durante il quale il virus che è entrato nel corpo ha il tempo di moltiplicarsi per la quantità quando iniziano a comparire i primi sintomi della malattia..

Dopo il periodo di incubazione, inizia il periodo prodromico (prodromo): questo è il periodo della malattia in cui il virus si è già diffuso in tutto il corpo e il sistema immunitario non ha ancora avuto il tempo di rispondere ad esso. I primi sintomi iniziano ad apparire: letargia, malumore, rinite, faringite, un caratteristico splendore negli occhi. Durante questo periodo, i farmaci antivirali sono i più efficaci..

La fase successiva è l'insorgenza della malattia. La SARS, di regola, inizia in modo acuto: la temperatura sale a 38-39 ° C, possono comparire mal di testa, brividi, naso che cola, tosse, mal di gola. È consigliabile ricordare quando l'infezione potrebbe essere avvenuta, cioè quando ci fu contatto con il corriere del virus, poiché se da quel momento non sono trascorsi più di cinque giorni dall'inizio della malattia, questo è un argomento a favore della natura virale della malattia.

Le infezioni virali sono generalmente trattate in modo sintomatico, cioè con farmaci antipiretici, espettoranti, ecc. Gli antibiotici non funzionano sui virus.

Le infezioni virali più famose sono influenza, SARS, infezioni da herpes, epatite virale, infezione da HIV, morbillo, rosolia, parotite, varicella, encefalite da zecche, febbri emorragiche, poliomielite, ecc..

Quadro ematico per infezioni virali

Nelle infezioni virali, la conta dei globuli bianchi di solito rimane nell'intervallo normale o leggermente al di sotto della normalità, sebbene a volte ci possa essere un leggero aumento della conta dei globuli bianchi. Cambiamenti nella formula dei leucociti si verificano a causa di un aumento del contenuto di linfociti e / o monociti e, di conseguenza, di una diminuzione del numero di neutrofili. L'ESR può aumentare leggermente, sebbene con ARVI grave, la velocità di eritrosedimentazione possa essere piuttosto elevata.

Infezioni batteriche

Le infezioni batteriche possono verificarsi sia da sole sia a seguito di un'infezione virale, poiché i virus sopprimono l'immunità.

La principale differenza tra infezioni batteriche e virali è il periodo di incubazione più lungo, che varia da 2 a 14 giorni. A differenza delle infezioni virali, in questo caso, si dovrebbe prestare attenzione non solo al tempo stimato di contatto con il corriere dell'infezione, ma anche per tenere conto se ci sono stati recenti stress, ipotermia. Poiché alcuni batteri sono in grado di abitare per anni nel corpo umano senza manifestarsi in alcun modo e diventare più attivi in ​​caso di indebolimento generale del corpo.

Il periodo prodromico con infezioni batteriche è spesso assente, ad esempio un'infezione può iniziare come una complicazione dell'ARVI. E se le infezioni virali spesso iniziano con un deterioramento generale della condizione, le infezioni batteriche di solito hanno una chiara manifestazione locale (angina, otite media, sinusite). La temperatura spesso non supera i 38 gradi.

Le infezioni batteriche sono trattate con antibiotici. Al fine di prevenire possibili complicazioni della malattia, è importante iniziare il trattamento in tempo. L'uso di antibiotici senza indicazioni appropriate può portare alla formazione di batteri resistenti. Pertanto, solo un medico dovrebbe selezionare e prescrivere correttamente gli antibiotici..

Le infezioni batteriche più comuni sono sinusite, otite media, polmonite o meningite (sebbene anche la polmonite e la meningite possano essere virali). Le infezioni batteriche più comuni sono la pertosse, la difterite, il tetano, la tubercolosi, la maggior parte delle infezioni intestinali, la sifilide, la gonorrea, ecc..

Quadro ematico per infezioni batteriche

Nelle infezioni batteriche, di solito si osserva un aumento del numero di leucociti nel sangue, che si verifica principalmente a causa di un aumento del numero di neutrofili. C'è un cosiddetto spostamento della formula dei leucociti verso sinistra, cioè aumenta il numero di neutrofili di stab e possono apparire forme giovani - metamilocociti (giovani) e mielociti. Di conseguenza, il contenuto relativo (percentuale) dei linfociti può diminuire. L'ESR (tasso di sedimentazione degli eritrociti) è generalmente piuttosto elevato.

Esame del sangue dopo ARVI.

ARVI. La tosse è ancora in corso (l'unico sintomo è già di cinque giorni). Il pediatra afferma che i polmoni sono molto puliti e questa è una tosse residua. Tosse per lo più dopo una notte di sonno, ma anche mangiare almeno 10 volte durante il giorno. Altrimenti, lo stato di salute è normale, appetito, attività come al solito (senza ARI).

Il pediatra dice che tutto è in ordine, c'era una forte infezione virale. Sono un po 'confuso dal numero di monociti. Non è troppo per un normale ARVI? Questa tosse è già il 16 ° giorno. Dirò in anticipo che abbiamo fatto BCG, la reazione è stata di 7 mm, anche tutte le altre vaccinazioni erano (per un ragazzo di 3 anni, 10 mesi). Abbiamo bevuto espettorante per i primi 5 giorni e basta. Nella stanza + 18-19, ronzio. 50-60%. Eppure la tosse persiste. Dubito davvero invano e la tosse sta già passando?

esame del sangue dopo ARVI

La nostra scelta

Inseguimento dell'ovulazione: follicolometria

Consigliato

I primi segni di gravidanza. sondaggi.

Sofya Sokolova ha pubblicato un articolo su Sintomi della gravidanza, 13 settembre 2019

Consigliato

Wobenzym aumenta la probabilità di concepimento

Consigliato

Massaggio ginecologico - effetto fantastico?

Irina Shirokova ha pubblicato un articolo in Ginecologia, 19 settembre 2019

Consigliato

AMG - ormone anti-Mülleriano

Sofya Sokolova ha pubblicato un articolo su Analyses and Surveys, 22 settembre 2019

Consigliato

Argomenti popolari

Autore: Raksalana
Creato 12 ore fa

Autore: Gretta25
Creato 14 ore fa

Autore: Puzyuha
Creato 23 ore fa

Autore: Taylor_99
Creato 12 ore fa

Autore: Dasha0404
Creato 23 ore fa

Autore: Panter-ka
Creato 4 ore fa

Autore: Romaшka1
Creato 2 ore fa

Autore: Fantastika
Creato 5 ore fa

Autore: rijolda
Creato 16 ore fa

Autore: Lapumo
Creato 1 ora fa

Informazioni sul sito

Link veloci

Sezioni popolari

I materiali pubblicati sul nostro sito sono a scopo informativo e sono destinati a scopi didattici. Si prega di non usarli come consulenza medica. Determinare la diagnosi e scegliere un metodo di trattamento rimane una prerogativa esclusiva del medico curante!

Analisi del sangue e delle urine per ARVI: informazioni generali

Ogni persona ha familiarità con sintomi come febbre, naso che cola e congestione nasale, solletico e mal di gola. Ecco come si manifesta un raffreddore. Molto spesso, la patologia è causata da virus. Meno comunemente, la causa della malattia risiede in un'infezione batterica..

Se hai un'influenza, devi consultare un medico. Il medico prescriverà i farmaci necessari e eseguirà anche una piccola diagnosi: test (con ARVI, possono dire cosa sta succedendo nel corpo umano e quanto è grave la malattia).

Emocromo completo: preparazione, campionamento e indicatori

Il sangue è una sostanza vitale situata nel corpo umano. Con il suo aiuto, elementi importanti e sostanze nutritive vengono trasferiti da un organo all'altro. La conta ematica normale è nota da tempo alla medicina. I valori di leucociti, linfociti e altri componenti della sostanza rossa rientrano in un certo intervallo. Durante la malattia, vanno oltre.

Esame del sangue dall'analisi
La procedura per esaminare i risultati di un esame del sangue
Esempio di certificato di donazione di sangue
Esempio di certificato di donazione di sangue

In base ai numeri ottenuti, è possibile valutare lo stato di una persona.

È importante che un esame del sangue generale per ARVI ti permetta di determinare la natura della malattia, perché ci sono molte infezioni virali:

  • influenza e parainfluenza;
  • faringite virale, laringite, tonsillite;
  • adenovirus o rinovirus;
  • Infezione da SM e così via.

Vale la pena considerare il fatto che un esame del sangue per ARVI nei bambini mostra valori diversi rispetto agli adulti.

Fino a 7 anni, la condizione di un piccolo paziente viene valutata mediante indicatori individuali (per bambini).

Aspetti salienti della preparazione: cosa è importante sapere

La ricerca richiede un po 'di preparazione.

  • Prima di prendere il materiale, è necessario astenersi dal mangiare. Se l'analisi è programmata per le ore del mattino, astenersi dalla colazione. Quando il materiale viene prelevato durante il giorno, non mangiare 4-5 ore prima. È vietato mangiare cibi grassi il giorno prima..
  • Non è possibile donare il sangue fintanto che contiene alcool.
  • Astenersi dall'esaminare immediatamente dopo radiografie, bagni di sole, bagni di vapore.
  • Si consiglia alle donne di non diagnosticare durante le mestruazioni. Se non c'è altra via d'uscita, informa il medico dei giorni critici..
  • Il medico dovrebbe anche essere informato sui farmaci che entrano nel corpo durante lo studio. Segnala eventuali droghe che hai preso nel prossimo futuro. Alcuni farmaci influenzano la composizione del sangue e vengono rimossi per più di un giorno..

Prendere materiale

Un esame del sangue per ARVI può essere eseguito in due modi: il materiale viene prelevato da una vena o da un dito.

Alcuni anni fa, tutte le istituzioni mediche praticavano quest'ultima opzione. Ma è diventato noto che il sangue venoso può fornire informazioni più accurate..

Per impostare una fiala, un assistente di laboratorio chiede a un paziente con un'infezione influenzale di pompare una vena con il pugno, dopo di che la fora.

Per studiare lo stato dei bambini piccoli, usano spesso l'opzione di prelevare sangue da un dito.

Dati ricevuti

Per decifrare correttamente i valori ottenuti, è necessario conoscere le norme di ciascun indicatore. Spesso sono registrati proprio lì (nel modulo). Non cercare di scoprire da solo cosa sta succedendo nel corpo. Probabilmente non sarai in grado di farlo. Considera le principali norme e opzioni per le deviazioni.

  1. Gli eritrociti sono globuli rossi che conferiscono alla sostanza la tonalità appropriata. Si trovano di più. Partecipano al metabolismo dell'ossigeno e contengono emoglobina. I valori normali degli eritrociti sono compresi nell'intervallo da 3,9 a 5 * 10 ^ 12. Con ARVI, il loro numero è generalmente normale o aumentato. Quest'ultimo indica disidratazione del corpo, il che non è raro nei bambini. La riduzione della conta dei globuli rossi in una condizione influenzale viene rilevata raramente e indica anemia o sanguinamento.
  2. Piastrine: questi piccoli corpi sono responsabili della coagulazione del sangue. Se si verifica la disidratazione, il loro livello aumenta in modo irresistibile. Normalmente, le piastrine abitano il sangue in un volume da 180 a 320 * 10 ^ 12 per litro. Una diminuzione del numero di corpi indica un grave processo infiammatorio, che può essere un segno della transizione da un'infezione virale a una batterica
  3. I leucociti sono un altro globulo, ma già bianco. Rappresentano l'intero sistema immunitario del corpo. Il numero di leucociti aumenta a causa della comparsa di una risposta immunitaria. Questo succede con allergie e infiammazioni. Una diminuzione di questo indicatore riporta la soppressione dell'immunità. Questo accade con ARVI, morbillo, rosolia, scarlattina e alcune altre malattie infettive. Normalmente, i leucociti sono nell'intervallo da 4 a 9 * 10 ^ 12.
  4. I neutrofili sono un altro indicatore del sangue. Il loro nome parla da solo. Il compito di questi piccoli corpi è di cooperare con l'agente causale della malattia. I neutrofili aumentano di numero durante l'infezione batterica, lo stress, l'intossicazione. Anche forme gravi di influenza portano alla loro crescita. I valori normali di questo indicatore sono compresi nell'intervallo dal 47 al 72%.
  5. Gli eosinofili sono necessari per eliminare il complesso immunitario che si verifica quando appare un allergene. Normalmente, costituiscono dall'1 al 5% di alcuni leucociti. La crescita di eosinofili indica la presenza di un allergene o lo sviluppo di un'infezione parassitaria.
  6. I linfociti sono cellule che combattono direttamente il virus. Negli adulti, il loro numero varia nell'intervallo del 19-37% dei leucociti. I bambini ne hanno più, quindi la frequenza normale è spesso determinata dall'età. Un alto numero di linfociti nel sangue è un segno di infezione virale, toxoplasmosi, tubercolosi e alcune altre malattie..
  7. L'ESR è un indicatore importante che determina la velocità di eritrosedimentazione. Normalmente, varia da 2 a 15 mm / h. Nei bambini, questo valore è determinato dall'età. Un aumento dell'ESR riporta gravi infiammazioni, malattie del fegato, patologie autoimmuni.

Analisi generale delle urine

A volte non è sufficiente donare sangue. Ad esempio, le analisi per ARVI nei bambini vengono eseguite in un complesso. Più spesso, il medico prescrive OAM. L'analisi delle urine per l'ARVI è necessaria per determinare e confermare la gravità della malattia. In caso di patologia lieve o moderata condizione influenzale, gli indicatori delle urine di solito non cambiano.

Test di analisi delle urine

Ma un'infiammazione grave e una complicazione dell'infezione li fanno acquisire altri significati..

Come prepararsi allo studio?

Prima di condurre uno studio, è necessario aderire a un determinato regime..

  • Evita l'alcool, i cibi salati e fritti.
  • Elimina le carni affumicate, i diuretici.
  • Il giorno prima di raccogliere il materiale, astenersi dal rapporto sessuale. Le donne non devono passare l'urina durante il loro periodo.
  • Raccogliere le urine per analisi generali al mattino..
  • Assicurati di gestire un bagno genitale.
  • Si consiglia alle donne di chiudere la vagina con un tampone.
  • Utilizzare una sacca di drenaggio per bambini piccoli. È inammissibile versare materiale dalla pentola o spremere dal pannolino.
  • Raccogli l'urina in un barattolo sterile e consegnala al laboratorio nelle prossime ore.

Decodifica dei materiali

Cosa può mostrare l'urina con ARVI? È importante valutare tutti i valori in un complesso e non individuarne nessuno. Un terapista o uno specialista in malattie infettive può aiutarti in questa materia..

Ecco gli indicatori principali.

  • Trasparenza: normalmente trasparente. L'urina torbida è una conseguenza della desquamazione dell'epitelio, l'aspetto dei leucociti. Questo indica un processo infiammatorio. Spesso deriva da una complicazione dell'influenza.
  • La densità è il peso specifico del materiale. Normalmente, varia da 1.005 a 1.025. Con ARVI, questi indicatori di solito rimangono gli stessi. Il loro spostamento può indicare diabete mellito o, ad esempio, patologie renali.
  • Le proteine ​​sono un indicatore importante del processo infiammatorio. In una persona sana, non viene rilevato nelle urine. Ma con ARVI, la proteina può arrivare fino a 1 grammo, a causa di febbre e infiammazione. Dopo il recupero, questo indicatore torna alla normalità da solo..
  • Eritrociti e leucociti - normalmente sono assenti. Se indicano 1-3 nel campo visivo, tali dati non interesseranno particolarmente il medico. La crescita di questi indicatori può indicare un processo purulento, un tumore, una complicazione. Spesso, il livello di globuli bianchi e globuli rossi aumenta con lo sviluppo di un'infezione batterica.

Normalmente, come in un lieve decorso di ARVI, nelle urine non si trovano bombole, zucchero, sale. La comparsa di questi valori indica un'ulteriore malattia.

Ricapitolare

Come mostrano le statistiche, i test per ARVI nei bambini vengono eseguiti molto più spesso. Il fatto è che gli adulti a volte non vogliono vedere un medico, automedicazione. Va avvertito che ciò può portare a conseguenze terribili..

È piuttosto difficile valutare i risultati delle analisi da soli. Per te, puoi ricordare che con ARVI, gli indicatori dell'analisi del sangue nei bambini sono approssimativamente i seguenti:

  • gli eritrociti sono normali o aumentati;
  • leucociti al limite inferiore del normale o abbassato;
  • predominano i linfociti;
  • i neutrofili e gli eosinofili diminuiscono (questi ultimi fino a quando non scompaiono completamente);
  • ESR aumentato.

In un'infezione virale respiratoria, i linfociti sono spesso elevati e i neutrofili e gli eosinofili rientrano nei limiti normali. Durante l'influenza, i linfociti e i neutrofili diminuiscono e gli eosinofili sono normali.

Come distinguere un'infezione virale da un'infezione batterica

Come determinare con un esame del sangue se una persona ha una malattia virale o batterica. Esclusivamente per il sito svetulka.ru

Un numero enorme di vari microrganismi (virus, funghi, batteri) vivono sulla superficie del corpo e all'interno del corpo umano, che, con la normale protezione immunitaria, non gli provoca alcun danno. Ma non appena il sistema immunitario si indebolisce per qualche motivo, come questi microrganismi possono provocare lo sviluppo di disturbi piuttosto pericolosi.

Le infezioni virali e batteriche sono gli agenti causali più comuni delle malattie del tratto respiratorio superiore, del sistema genito-urinario. Molti non conoscono le differenze fondamentali tra questi due, perché, in effetti, le malattie causate da virus e batteri hanno sintomi simili. In effetti, agiscono in modo diverso sul corpo, rispettivamente, e anche il trattamento dovrebbe essere diverso..

Per far fronte rapidamente e senza complicazioni alla malattia, è necessario conoscere il "nemico in faccia", ad es. identificare correttamente l'agente patogeno. Come capire se un paziente ha un'infezione virale o batterica? Un esame del sangue può aiutare a capirlo, ma prima vediamo come un virus differisce da un batterio.

In che modo un virus differisce da un batterio

I batteri sono semplici microrganismi unicellulari che non hanno un nucleo formato e si riproducono principalmente per divisione. A seconda della loro forma, sono divisi in cocchi rotondi (stafilococchi, enterococchi, ecc.), A forma di bastoncino (E. coli, bacillo di dissenteria, ecc.), Spirale, ecc. I batteri sono anche aerobici e anaerobici, gram-positivi e gram-negativi. Molti di loro sono innocui e alcuni possono persino portare a malattie mortali..

I batteri sono pericolosi con le loro tossine.

I virus sono agenti infettivi non cellulari che possono riprodursi solo all'interno delle cellule viventi dell'organismo in cui parassitano. Danneggiando le cellule sane, il virus le fa riprodurre all'infinito le loro copie, diffondendo così la malattia. In risposta, le cellule producono interferone, che stimola il sistema immunitario a combattere le infezioni..

La maggior parte dei virus non vive a lungo nel corpo umano, ma tra questi ci sono quelli che, anche dopo il trattamento, rimangono a vita (HPV, virus dell'herpes, citomegalovirus, ecc.) E il loro portatore continua a diffondere l'infezione e infettare altre persone.

Tali virus nella fase latente non possono essere distrutti dal sistema immunitario e dai farmaci e ogni volta che l'immunità viene indebolita, possono riapparire.

Come capire se una malattia virale o batterica

Considera i sintomi di un'infezione virale e batterica. Per capire se una malattia virale o batterica in una persona è possibile, prima di tutto, dai sintomi.

Malessere generale, febbre e dolori muscolari, lacrimazione abbondante, starnuti, gonfiore del naso e naso chiaro e che cola che scompaiono da soli dopo 3-5 giorni sono di solito segni di una malattia virale.

Un'infezione virale viene spesso trattata in modo sintomatico, con l'aiuto di farmaci antivirali o immunomodulatori. Le infezioni virali più comuni sono: ARVI, influenza, morbillo, rosolia, infezione da HIV, varicella, mononucleosi infettiva, HPV, virus dell'herpes, ecc..

La placca sulla mucosa, il dolore in un determinato luogo, la febbre alta, l'odore sgradevole, lo scarico purulento, il deterioramento quotidiano della salute in assenza di trattamento indica più spesso una malattia batterica.

Un'infezione batterica può verificarsi sia da sola sia come complicazione dopo una malattia virale a causa di un sistema immunitario indebolito. Fondamentalmente, i suoi sintomi iniziano con una lesione locale (mal di gola, secrezione nasale, ecc.).

Cura le malattie causate da batteri con antibiotici.

Al fine di evitare la formazione di resistenza, è molto importante essere trattati con un ciclo completo e preferibilmente dopo un test di sensibilità (coltura batterica). Le malattie più comuni causate da un'infezione batterica sono: angina, sinusite, bronchite, otite media, infezioni intestinali, cistite, pielonefrite, ecc..

Tratta i virus con antibiotici e i batteri con antivirali sono pieni di complicazioni. Poiché gli antibiotici non uccidono i virus, il trattamento con loro porta a un declino ancora maggiore dell'immunità e i farmaci antivirali non influenzano i batteri, il che fa progredire la malattia e può portare a gravi conseguenze.

Come distinguere un'infezione virale da un'infezione batterica usando un esame del sangue

Una diagnosi corretta è la chiave per un trattamento efficace e un rapido recupero. I metodi di diagnostica di laboratorio possono aiutare in questo, il principale dei quali è un emocromo completo. Come capire da un esame del sangue se un virus o un batterio è nel corpo. Scopriamolo.

Un esame del sangue clinico è uno dei test di laboratorio più semplici e più comuni che consente di valutare importanti indicatori della salute del paziente: emoglobina, eritrociti (globuli rossi), leucociti (globuli bianchi), ESR (tasso di sedimentazione eritrocitaria).

In un esame del sangue dettagliato, viene valutato anche il rapporto tra i diversi tipi di leucociti (formula dei leucociti), piastrine, ematocrito, ecc..

Per determinare un'infezione virale o batterica in una persona dal sangue, è necessario conoscere la formula dei leucociti, l'ESR e il numero totale di leucociti.

I leucociti sono i principali difensori dell'immunità, motivo per cui, in base alla deviazione del loro valore in una direzione o nell'altra, si può giudicare la presenza di qualsiasi processo patologico nel corpo. Questo può essere fatto non solo dal medico, ma anche dal paziente stesso..

A seconda di quali microrganismi patogeni infettano le cellule sane, si verificano alcuni cambiamenti nella composizione strutturale del sangue umano. Dopo averli identificati, puoi imparare come trattare correttamente.

Termini e definizioni

I leucociti sono globuli bianchi che svolgono un ruolo importante nella protezione del corpo dagli agenti infettivi esterni ed interni. Esistono diversi tipi di globuli bianchi, ognuno dei quali svolge i propri compiti. In questo articolo, devi conoscere quanto segue:

  • I neutrofili sono il più grande gruppo di globuli bianchi progettati per proteggere il corpo dalle infezioni assorbendo e abbattendo agenti estranei. In totale, ci sono diversi tipi di neutrofili nel sangue: segmentati maturi, maturità media - pugnalata e il più giovane - mielociti. Una persona sana ha i neutrofili più maturi.
  • I linfociti sono progettati per fornire l'immunità umorale associata alla produzione di anticorpi, l'immunità cellulare associata all'interazione con le cellule della vittima e regolare l'attività di altre cellule.
  • I monociti sono progettati per pulire il corpo delle cellule morte, neutralizzare i microrganismi patogeni e resistere alla comparsa di tumori.

ESR (tasso di sedimentazione degli eritrociti) caratterizza il tasso di separazione del sangue nel plasma e negli eritrociti.

Il peso specifico degli eritrociti è superiore al peso specifico del plasma, quindi, sotto l'influenza della gravità, i globuli rossi si depositano sul fondo.

Alcune proteine ​​infiammatorie provocano l'adesione dei globuli rossi, che in questo stato si depositano più rapidamente. Pertanto, un aumento dell'indice ESR può indicare un processo infiammatorio nel corpo..

Tabella: indicatori di analisi del sangue per infezione virale e batterica

Infezione viraleSerbatoio. infezione
I leucocititasso o declinoraccolta
linfocitiraccoltaretrocedere
Neutrofiliretrocedereraccolta
I monocitiraccoltanorma
ESRaumento normale o lieveraccolta

In caso di infezione da una malattia virale, i globuli bianchi nel sangue di una persona di solito rimangono normali o diminuiscono leggermente..

Un segno distintivo di infezione virale nel sangue è un aumento del numero di linfociti e monociti e una diminuzione dei neutrofili. La velocità di eritrosedimentazione può aumentare leggermente o rimanere normale..

Un'eccezione è la forma grave di ARVI. In questo caso, l'ESR potrebbe aumentare leggermente..

L'immagine del sangue per un'infezione batterica è diversa. L'analisi mostra un aumento dei leucociti e una diminuzione dei linfociti, il numero di neutrofili aumenta drasticamente.

Più pronunciato è il processo infiammatorio, più velocemente vengono distrutte le cellule mature e più intensamente il midollo osseo produce giovani neutrofili. In medicina, questo è chiamato uno spostamento della formula dei leucociti verso sinistra..

Un alto tasso di VES indica anche un'infezione da un'infezione batterica. I monociti di solito rimangono normali.

Nell'infezione batterica cronica (tonsillite, sinusite, problemi del tratto urogenitale, ecc.), I leucociti e i neutrofili sono sempre leggermente aumentati.

Questa è la ragione per ulteriori approfondimenti..

In ogni caso, un medico dovrebbe essere sempre coinvolto nella diagnosi di un paziente e nella prescrizione del trattamento per la sua malattia, in base a sintomi, età, laboratorio e, se necessario, studi strumentali..

Un esame del sangue generale può essere utilizzato per giudicare la correttezza e l'efficacia della terapia. Se l'emocromo ritorna gradualmente alla normalità, il processo di guarigione è in corso. Molti pazienti sono interessati a quanto tempo dopo una malattia è possibile donare il sangue. Si raccomanda di donare il sangue dopo malattie passate non prima di 2 settimane dal momento della guarigione.

La norma del colesterolo nel sangue: tabella per età Come abbassare il colesterolo senza farmaci. Farmaci per abbassare il colesterolo.

Coltura batterica sulla flora Come trasmettere correttamente la coltura batterica dell'urina, scarico del tratto genitale. Decodifica dei risultati della semina batterica.

Esame del sangue per infezioni virali respiratorie acute nei bambini - per confermare la diagnosi

L'ARVI è la malattia più comune del tratto respiratorio superiore di origine infettiva, che può essere confermata da un esame del sangue per l'ARVI nei bambini. I bambini dai sei mesi ai 4-5 anni sono particolarmente sensibili ad esso..

Dal momento della nascita e fino a 6 mesi di età, il bambino è protetto dalle malattie dalle immunoglobuline ricevute dalla madre.

Man mano che il bambino cresce, le proteine ​​protettive materne diventano sempre meno e il piccolo uomo deve resistere autonomamente a numerose infezioni.

L'agente causale di ARVI entra nel corpo da goccioline trasportate dall'aria. Accumulando sulle mucose della gola e del naso, attende il suo momento e quando si presentano condizioni favorevoli, inizia a moltiplicarsi intensamente.

Questo è un periodo di incubazione che dura 1-5 giorni. I prodotti di scarto rilasciati dal virus portano a irritazioni e danni alle mucose che rivestono il sistema respiratorio, entrano nel flusso sanguigno.

Le manifestazioni tipiche della malattia sono naso che cola, tosse, mal di gola, debolezza, febbre da valori subfebrili a 38-39 gradi. Nella maggior parte dei casi, ARVI non è pericoloso, scompare dopo 7-10 giorni. Ma i bambini con un'immunità indebolita e nei casi in cui è iniziata la malattia, possono verificarsi gravi complicazioni..

Diagnostica di laboratorio di ARVI

Studio di elementi del sangue

Alcuni genitori non capiscono perché debbano fare un esame del sangue nei bambini con ARVI e esporre nuovamente il bambino allo stress. L'ARVI nei bambini è abbastanza facile, ma a volte un disturbo più grave può essere nascosto dietro tali sintomi.

È l'esame del sangue generale per le infezioni virali respiratorie acute in un bambino che darà un'idea delle condizioni generali del corpo, consentirà di valutare le variazioni del sangue in combinazione con altri sintomi e confermare la diagnosi.

Indicherà l'entità della diffusione del processo patologico, aiuterà nel tempo a identificare l'aggiunta di un'infezione batterica, che è spesso la causa delle complicanze.

Il sangue nel corpo umano svolge funzioni di trasporto e protezione. Contiene cellule speciali che trasportano ossigeno, sostanze nutritive e forniscono protezione immunitaria.

Dal contenuto di vari elementi costitutivi del sangue, puoi scoprire se è presente un'infezione nel corpo, determinare la sua origine, identificare il processo infiammatorio, determinare l'efficacia del sistema di coagulazione del sangue.

Pertanto, quelle madri e padri che non sono sicuri se sia necessario donare il sangue per l'analisi delle infezioni virali respiratorie acute in un bambino dovrebbero rendersi conto dell'importanza di questo studio..

Emocromo completo per ARVI

  • L'emoglobina - una proteina responsabile dello scambio di gas nel sangue, le conferisce un colore rosso;
  • Eritrociti - cellule contenenti emoglobina e che forniscono il trasporto di ossigeno, anidride carbonica;
  • Piastrine: sono responsabili della coagulazione;
  • ESR è una reazione che, in combinazione con altri indicatori, indica l'assenza o la presenza di infiammazione;
  • Leucociti (neutrofili, eosinofili, linfociti, monociti, basofili) - forniscono immunità.

Un emocromo completo è uno dei modi più affidabili per distinguere l'influenza da SARS, morbillo, rosolia, mononucleosi e altre infezioni..

Indicatori di sangue per ARVI

Tabella della gamma normale di analisi del sangue

EtàI leucocitiFormula dei leucociti,%PlasmaESR
NeutrofililinfocitiI monociti
p / is / i
10 giorni8.5 - 14quattordici27 - 4740 - 606 - 140,25 - 0,52 - 10
1 mese8 - 121517-3045 - 605 - 12
1 anno7 - 111520 - 3545 - 654 - 10
4-5 anni6 - 10quattordici35 - 5535 - 554 - 6
10 anni6 - 10quattordici40 - 6030 - 454 - 6
15 anni5 - 9quattordici40 - 6030 - 453 - 7

Decifrare un esame del sangue nei bambini aiuta a confermare l'ARVI usando i seguenti segni caratteristici:

  • i leucociti sono normali o leggermente ridotti, molto raramente al di sopra del normale;
  • Un aumento del numero di linfociti, monociti;
  • Diminuzione del contenuto di neutrofili;
  • È possibile un aumento degli eosinofili;
  • ESR aumentato. Nelle infezioni virali respiratorie acute croniche, l'indicatore può essere normale e, nei casi più gravi, può aumentare in modo significativo.
Infezione viraleContaminazione batterica
I leucociticontenuto ridottoaumento del contenuto
linfocitiaumento del contenutocontenuto ridotto
o norma
Aumento dei neutrofili p / inon tipicocaratteristicamente
L'aspetto dei mielociti
o metamyelocytes
non tipicocaratteristicamente
ESRnormaaumento del contenuto
Gli eosinofiliaumento del contenuto
o norma
poco all'inizio
quindi molto

Al fine di navigare i risultati delle ricerche di laboratorio e capire come determinare l'ARVI mediante analisi del sangue, è necessario prestare attenzione agli indicatori di cui sopra.

Decodifica di un esame del sangue

In che modo i batteri differiscono dai virus

I batteri sono microrganismi straordinariamente unicellulari con un nucleo non formato. Cioè, queste sono cellule reali che hanno il proprio metabolismo e si moltiplicano per divisione.

Dalla forma delle cellule, i batteri possono avere una forma rotonda - sono chiamati cocchi (stafilococco, streptococco, pneumococco, meningococco, ecc.), Possono essere a forma di bastoncino (E. coli, pertosse, dissenteria, ecc.), Altre forme di batteri sono meno comuni.

Molti batteri normalmente sicuri per l'uomo e che vivono sulla pelle, sulle mucose, nell'intestino, in caso di indebolimento generale del corpo o di immunità compromessa, possono agire da agenti patogeni.

A differenza dei batteri, i virus sono parassiti che non possono riprodursi al di fuori della cellula. Entrano nella cellula e la fanno produrre copie del virus..

Quando infetti in una cellula, vengono attivati ​​speciali meccanismi di difesa contro i virus.

Le cellule infette iniziano a produrre interferone, che viene a contatto con le cellule sane vicine e le traduce in uno stato antivirale e stimola anche il sistema immunitario a combattere i virus.

Alcuni virus possono essere trovati nel corpo umano per tutta la vita. Vanno in uno stato latente e si attivano solo a determinate condizioni. Tali virus includono herpes virus, papillomavirus umani e HIV. In uno stato latente, il virus non può essere distrutto né dal sistema immunitario né dai farmaci..

Infezioni virali respiratorie acute (ARVI)

ODS - malattie virali del tratto respiratorio superiore trasmesse da goccioline trasportate dall'aria. Le infezioni virali respiratorie sono la malattia infettiva più comune.

Tutte le SARS sono caratterizzate da un breve periodo di incubazione ndash; da 1 a 5 giorni. Questo è il tempo durante il quale il virus che è entrato nel corpo ha il tempo di moltiplicarsi per la quantità quando iniziano a comparire i primi sintomi della malattia..

Dopo il periodo di incubazione, inizia il periodo prodromico del prodromo): questo è il periodo della malattia in cui il virus si è già diffuso in tutto il corpo e il sistema immunitario non ha ancora avuto il tempo di reagire ad esso. I primi sintomi iniziano ad apparire: letargia, malumore, rinite, faringite, un caratteristico splendore negli occhi. Durante questo periodo, i farmaci antivirali sono i più efficaci..

Il prossimo passo è l'insorgenza della malattia. La SARS, di norma, inizia in modo acuto: la temperatura sale a 38-39 ° C, possono comparire mal di testa, brividi, naso che cola, tosse, mal di gola.

È consigliabile ricordare quando l'infezione potrebbe essere avvenuta, cioè quando ci fu contatto con il corriere del virus, poiché se da quel momento non sono trascorsi più di cinque giorni dall'inizio della malattia, questo è un argomento a favore della natura virale della malattia.

Le infezioni virali sono generalmente trattate in modo sintomatico, cioè con farmaci antipiretici, espettoranti, ecc. Gli antibiotici non funzionano sui virus.

Le infezioni virali più famose sono influenza, SARS, infezioni da herpes, epatite virale, infezione da HIV, morbillo, rosolia, parotite, varicella, encefalite da zecche, febbri emorragiche, poliomielite, ecc..

Quadro ematico per infezioni virali

Nelle infezioni virali, la conta dei globuli bianchi di solito rimane nell'intervallo normale o leggermente al di sotto della norma, sebbene a volte ci possa essere un leggero aumento della conta dei globuli bianchi.

Cambiamenti nella formula dei leucociti si verificano a causa di un aumento del contenuto di linfociti / limo monociti e, di conseguenza, una diminuzione del numero di neutrofili, l'ESR può aumentare leggermente, sebbene con ARVI grave, la velocità di eritrosedimentazione possa essere piuttosto elevata.

Infezioni batteriche

Le infezioni batteriche possono verificarsi sia da sole sia a seguito di un'infezione virale, poiché i virus sopprimono l'immunità.

La principale differenza tra infezioni batteriche e virali è il periodo di incubazione più lungo, che varia da 2 a 14 giorni..

A differenza delle infezioni virali, in questo caso, si dovrebbe prestare attenzione non solo al tempo stimato di contatto con il corriere dell'infezione, ma anche per tenere conto del recente stress, ipotermia.

Poiché alcuni batteri sono in grado di abitare per anni nel corpo umano senza manifestarsi in alcun modo e diventare più attivi in ​​caso di indebolimento generale del corpo.

Il periodo prodromico è spesso assente nelle infezioni batteriche, ad esempio un'infezione può iniziare come una complicazione dell'ARVI. E se le infezioni virali spesso iniziano con un deterioramento generale della condizione, le infezioni batteriche di solito hanno una chiara manifestazione locale (angina, otite media, sinusite). La temperatura spesso non supera i 38 gradi.

Le infezioni batteriche sono trattate con antibiotici. Al fine di prevenire possibili complicazioni della malattia, è importante iniziare il trattamento in tempo. L'uso di antibiotici senza indicazioni appropriate può portare alla formazione di batteri resistenti. Pertanto, solo un medico dovrebbe selezionare e prescrivere correttamente gli antibiotici..

Le infezioni batteriche più comuni sono sinusite, otite media, polmonite o meningite (sebbene anche la polmonite e la meningite possano essere virali). Le infezioni batteriche più comuni sono la pertosse, la difterite, il tetano, la tubercolosi, la maggior parte delle infezioni intestinali, la sifilide, la gonorrea, ecc..

Quadro ematico per infezioni batteriche

Nelle infezioni batteriche, di solito si osserva un aumento del numero di leucociti nel sangue, che si verifica principalmente a causa di un aumento del numero di neutrofili.

C'è un cosiddetto spostamento della formula dei leucociti a sinistra, cioè il numero di aumenti di neutrofili da stabilizzazione e possono comparire forme giovani - metamilocociti (giovani) e mielociti.

Di conseguenza, il contenuto relativo (percentuale) dei linfociti (VES) può diminuire, la velocità di eritrosedimentazione) è generalmente piuttosto elevata.

Esame del sangue - infezione virale o batterica

Esame del sangue - infezione virale o batterica In che modo i batteri differiscono dai virus I batteri sono in modo schiacciante microrganismi unicellulari con un nucleo non formato. Cioè, queste sono cellule reali che hanno il proprio metabolismo e si moltiplicano per divisione.

Dalla forma delle cellule, i batteri possono avere una forma rotonda - sono chiamati cocchi (stafilococco, streptococco, pneumococco, meningococco, ecc.), Possono essere a forma di bastoncino (E. coli, pertosse, dissenteria, ecc.), Altre forme di batteri sono meno comuni.

Molti batteri normalmente sicuri per l'uomo e che vivono sulla pelle, sulle mucose, nell'intestino, in caso di indebolimento generale del corpo o di immunità compromessa, possono agire da agenti patogeni.

A differenza dei batteri, i virus sono parassiti che non possono riprodursi al di fuori della cellula. Entrano nella cellula e la fanno produrre copie del virus..

Quando infetti in una cellula, vengono attivati ​​speciali meccanismi di difesa contro i virus.

Le cellule infette iniziano a produrre interferone, che viene a contatto con le cellule sane vicine e le traduce in uno stato antivirale e stimola anche il sistema immunitario a combattere i virus.

Alcuni virus possono essere trovati nel corpo umano per tutta la vita. Vanno in uno stato latente e si attivano solo a determinate condizioni. Tali virus includono herpes virus, papillomavirus umani e HIV. In uno stato latente, il virus non può essere distrutto né dal sistema immunitario né dai farmaci..

Infezioni virali respiratorie acute (ARVI)

ARVI - malattie virali del tratto respiratorio superiore, trasmesse da goccioline trasportate dall'aria. Le infezioni virali respiratorie sono la malattia infettiva più comune.

Tutte le SARS sono caratterizzate da un periodo di incubazione molto breve - da 1 a 5 giorni. Questo è il tempo durante il quale il virus che è entrato nel corpo ha il tempo di moltiplicarsi per la quantità quando iniziano a comparire i primi sintomi della malattia..

Dopo il periodo di incubazione, inizia il periodo prodromico (prodromo): questo è il periodo della malattia in cui il virus si è già diffuso in tutto il corpo e il sistema immunitario non ha ancora avuto il tempo di rispondere ad esso. I primi sintomi iniziano ad apparire: letargia, malumore, rinite, faringite, un caratteristico splendore negli occhi. Durante questo periodo, i farmaci antivirali sono i più efficaci. La fase successiva è l'insorgenza della malattia. La SARS, di norma, inizia in modo acuto: la temperatura sale a 38-39 ° C, possono comparire mal di testa, brividi, naso che cola, tosse, mal di gola.

È consigliabile ricordare quando l'infezione potrebbe essere avvenuta, cioè quando ci fu contatto con il corriere del virus, poiché se da quel momento non sono trascorsi più di cinque giorni dall'inizio della malattia, questo è un argomento a favore della natura virale della malattia. Le infezioni virali sono generalmente trattate in modo sintomatico, cioè con farmaci antipiretici, espettoranti, ecc. Gli antibiotici non funzionano sui virus. Le infezioni virali più famose sono influenza, SARS, infezioni da herpes, epatite virale, infezione da HIV, morbillo, rosolia, parotite, varicella, encefalite da zecche, febbri emorragiche, poliomielite, ecc..

Quadro ematico per infezioni virali

Nelle infezioni virali, la conta dei globuli bianchi di solito rimane nell'intervallo normale o leggermente al di sotto della normalità, sebbene a volte ci possa essere un leggero aumento della conta dei globuli bianchi.

Cambiamenti nella formula dei leucociti si verificano a causa di un aumento del contenuto di linfociti e / o monociti e, di conseguenza, una diminuzione del numero di neutrofili.

L'ESR può aumentare leggermente, sebbene con ARVI grave, la velocità di eritrosedimentazione possa essere piuttosto elevata.

Infezioni batteriche

Le infezioni batteriche possono verificarsi sia da sole sia a seguito di un'infezione virale, poiché i virus sopprimono l'immunità. La principale differenza tra infezioni batteriche e virali è il periodo di incubazione più lungo, che varia da 2 a 14 giorni. A differenza delle infezioni virali, in questo caso, si dovrebbe prestare attenzione non solo al tempo stimato di contatto con il corriere dell'infezione, ma anche per tenere conto se ci sono stati recenti stress, ipotermia. Poiché alcuni batteri possono vivere nel corpo umano per anni senza manifestarsi in alcun modo e diventare più attivi in ​​caso di indebolimento generale del corpo. Il periodo prodromico nelle infezioni batteriche è spesso assente, ad esempio l'infezione può iniziare come una complicazione dell'ARVI.

E se le infezioni virali spesso iniziano con un deterioramento generale della condizione, le infezioni batteriche di solito hanno una chiara manifestazione locale (angina, otite media, sinusite). La temperatura spesso non supera i 38 gradi. Le infezioni batteriche sono trattate con antibiotici. Al fine di prevenire possibili complicazioni della malattia, è importante iniziare il trattamento in tempo.

L'uso di antibiotici senza indicazioni appropriate può portare alla formazione di batteri resistenti. Pertanto, solo un medico dovrebbe selezionare e prescrivere correttamente gli antibiotici. Le infezioni batteriche più comuni sono sinusite, otite media, polmonite o meningite (sebbene anche la polmonite e la meningite possano essere virali). Le infezioni batteriche più comuni sono la pertosse, la difterite, il tetano, la tubercolosi, la maggior parte delle infezioni intestinali, la sifilide, la gonorrea, ecc..

Quadro ematico per infezioni batteriche

Nelle infezioni batteriche, di solito si osserva un aumento del numero di leucociti nel sangue, che si verifica principalmente a causa di un aumento del numero di neutrofili.

C'è un cosiddetto spostamento della formula dei leucociti a sinistra, cioè il numero di aumenti di neutrofili da stabilizzazione e possono comparire forme giovani - metamilocociti (giovani) e mielociti.

Di conseguenza, il contenuto relativo (percentuale) dei linfociti può diminuire. L'ESR (tasso di sedimentazione degli eritrociti) è generalmente piuttosto elevato.

Indicatori di esami del sangue e delle urine per la polmonite

L'emocromo completo (CBC) e l'analisi delle urine (OAM) sono test standard per tutte le patologie, incl. con polmonite. Forniscono informazioni di base sui processi che si verificano nel corpo e consentono di confermare o escludere sospetti di polmonite..

Naturalmente, una diagnosi non può essere fatta basandosi solo su analisi generali. L'esame radiografico, la microscopia espettorata e l'analisi biochimica svolgono un ruolo decisivo nella conferma della polmonite. Ma in combinazione con questi metodi, un esame del sangue generale per la polmonite completa il quadro generale della malattia..

Cosa mostra l'UAC?

Il sangue in caso di polmonite viene esaminato almeno due volte: al momento dell'ammissione al dipartimento di malattie infettive e alla dimissione da esso per valutare il risultato del trattamento. Ma è ancora meglio avere indicatori intermedi nelle diverse fasi della terapia per valutare le dinamiche del recupero..

Cambiamenti di sangue nella polmonite batterica

Le principali modifiche dell'OAC nella polmonite sono:

  • leucocitosi;
  • accelerazione dell'ESR;
  • spostamento della formula dei leucociti a sinistra.

Le deviazioni nei valori di OAC riguardano principalmente il suo lignaggio dei leucociti. Ma per decifrare, è importante conoscere le norme del conteggio delle cellule del sangue.

Il numero di leucociti in un adulto sano varia da 4 a 9 G / L. Con la polmonite, questa cifra va fuori scala, a volte salendo a 40-60, poiché il corpo inizia a resistere alle infezioni. Questo aumento della conta dei globuli bianchi si chiama leucocitosi..

Inoltre, un importante indicatore della CBC nella polmonite è la velocità di eritrosedimentazione (VES) o la reazione di sedimentazione (VES), come era chiamato in precedenza..

Normalmente, ESR non supera i 15 mm / h nelle donne e 10 mm / h negli uomini. Le uniche eccezioni sono le donne in gravidanza, i bambini e gli anziani. Durante la polmonite, come in altri processi infiammatori, l'ESR aumenta notevolmente, il che indica un'infiammazione del tessuto polmonare.

Formula dei leucociti e suo spostamento

Come sapete, i leucociti sono solo un nome generico per gli elementi del sangue che combattono l'infiammazione. Tra questi c'è un'intera varietà di tipi di cellule, ognuna delle quali svolge la propria funzione specifica..

Quindi, a seconda del colore dei leucociti al microscopio, si distinguono neutrofili incolori, basofili viola ed eosinofili rosa. Con la polmonite, c'è un aumento delle cellule dei neutrofili (neutrofilia).

I neutrofili si differenziano per età. I giovani (cellule colturali) rappresentano normalmente fino al 5% di tutti i leucociti, mentre predominano quelli maturi (segmentati), pari a circa il 60%. Questo rapporto è tipico per un corpo sano. Con polmonite, è fortemente violata.

Affinché il sistema immunitario resista alle infezioni, è richiesto un aumento del numero di cellule giovani e il numero di elementi di stabilizzazione inizia ad aumentare drammaticamente. Questi cambiamenti sono chiamati uno spostamento della formula dei leucociti a sinistra, poiché le cellule giovani nella tabella si trovano a sinistra di quelle mature..

Accelerazione dell'ESR in condizioni normali e patologiche

Un aumento del ROE può essere osservato non solo con i cambiamenti infiammatori, ma anche una variante della norma. Ad esempio, nelle donne in gravidanza, l'ESR a volte raggiunge valori di 30-40 mm / h, nelle persone di età superiore ai 60 anni - 20-30 mm / h. Nei neonati, al contrario, l'indicatore ESR è notevolmente ridotto. E anche un leggero aumento di esso dovrebbe essere considerato come un segno di infiammazione..

L'accelerazione del ROE è dovuta al fatto che aumenta la concentrazione di proteine ​​protettive (fibrinogeno e globuline) nel plasma sanguigno durante la polmonite. Per questo motivo, i globuli rossi, che di solito sono caricati negativamente e non si attaccano insieme, iniziano a rimanere uniti e si depositano rapidamente sul fondo del tubo. L'esatta quantità di proteine ​​infiammatorie può essere determinata mediante analisi biochimiche..

Cambiamenti nella CBC nella polmonite virale

L'aumento generale del numero di leucociti nella polmonite non è sempre causato da un aumento del numero di neutrofili.

Se la malattia è causata da un agente virale, il numero di linfociti (linfocitosi) aumenterà, poiché sono loro che combattono i virus in modo più efficace.

Sulla base di questa differenza nell'analisi del sangue clinica per la polmonite (neutrofilia o leucocitosi), si può presumere quale microbo fosse l'agente causale della malattia: un batterio o un virus.

Il sangue conta dopo la malattia

Dopo il recupero, il quadro ematico migliora, ma i cambiamenti persistono a lungo, il che indica la presenza di immunità. Il numero totale di leucociti raggiunge quasi la norma (9 G / l), il ROE può rimanere allo stesso livello elevato.

La formula dei leucociti si equilibra gradualmente: le cellule giovani maturano, si trasformano in segmentate e il cambiamento scompare gradualmente. Un leggero aumento del numero di eosinofili è considerato caratteristico del periodo di recupero, il che è un segno di un risultato favorevole. Al contrario, se si sviluppano complicanze dopo la polmonite, gli eosinofili possono scomparire completamente.

Caratteristiche delle analisi nei bambini con polmonite

Nei bambini, l'immagine del sangue tende a cambiare costantemente. Ad esempio, fino a 3-4 anni, il numero di linfociti prevale fortemente sul numero di neutrofili. Se tali deviazioni fossero rilevate in un adulto, si potrebbe sospettare una polmonite virale, ma per i bambini di questa età questa immagine è la norma..

Dopo 5 anni, al contrario, i neutrofili iniziano a predominare. E all'età di 14-15 anni, l'UAC dei bambini, incluso l'indicatore ROE, si sta avvicinando alle norme degli adulti. Per non confondere con la decifrazione dell'analisi del bambino, è meglio affidarlo al pediatra, che confronterà accuratamente i risultati con la sua età e condizione..

Analisi delle urine

Per giudicare la presenza di un processo infiammatorio nel corpo, incl. nei polmoni, è anche possibile il lavoro dei reni, che viene visualizzato nell'OAM. Con la polmonite, un piccolo numero di eritrociti (microematuria), così come le proteine ​​(proteinuria), spesso compaiono nelle urine, il che non è normale. Dopo il recupero, questi cambiamenti di solito scompaiono immediatamente..