Ceftriaxone: istruzioni per l'uso

Numero di registrazione

Denominazione commerciale del farmaco: Ceftriaxone

Nome internazionale non proprietario:

Nome chimico: [6R- [6alpha, 7beta (z]] - 7 - [[(2-Amino-4-thiazolyl) (methoxyimino) acetyl] amino] -8-oxo-3 - [[((1,2,5, 6-tetraidro-2-metil-5,6-diosso-1,2,4-triazin-3-il) tio] metil] -5-tia-1-azabiciclo [4.2.0] ott-2-en- Acido 2-carbossilico (come sale disodico).

Composizione:

Descrizione:
Polvere cristallina quasi bianca o giallastra.

Gruppo farmacoterapeutico:

Codice ATX [J01DA13].

Proprietà farmacologiche
Il ceftriaxone è un antibiotico cefalosporinico di terza generazione per uso parenterale, ha un effetto battericida, inibisce la sintesi della membrana cellulare, inibisce in vitro la crescita della maggior parte dei microrganismi Gram-positivi e Gram-negativi. Il ceftriaxone è resistente agli enzimi beta-lattamasi (sia la penicillinasi che la cefalosporinasi prodotte dalla maggior parte dei batteri Gram-positivi e Gram-negativi). In vitro e in ambito clinico, il ceftriaxone è generalmente efficace contro i seguenti microrganismi:
Gram positivo:
Staphylococcus aureus, Staphylococcus epidermidis, Streptococcus pneumoniae, Streptococcus A (Str.pyogenes), Streptococcus V (Str.agalactiae), Streptococcus viridans, Streptococcus bovis.
Nota: Staphylococcus spp., Resistente alla meticillina, è resistente alle cefalosporine, incluso il ceftriaxone. La maggior parte dei ceppi di enterococchi (ad es. Streptococcus faecalis) sono anche resistenti al ceftriaxone.
Gram-negativi:
Aeromonas spp., Alcaligenes spp., Branhamella catarrhalis, Citrobacter spp., Enterobacter spp. (alcuni ceppi sono resistenti), Escherichia coli, Haemophilus ducreyi, Haemophilus influenzae, Haemophilus parainfluenzae, Klebsiella spp. (tra cui Kl. pneumoniae), Moraxella spp., Morganella morganii, Neisseria gonorrhoeae, Neisseria meningitidis, Plesiomonas shigelloides, Proteus mirabilis, Proteus vulgaris, Providencia spp., Pseudomonas aeruginosa (alcuni ceppi sono resistenti). (incluso S. typhi), Serratia spp. (incluso S. marcescens), Shigella spp., Vibrio spp. (incluso V. cholerae), Yersinia spp. (tra cui Y. enterocolitica)
Nota: molti ceppi dei microrganismi elencati che si moltiplicano costantemente in presenza di altri antibiotici, ad esempio penicilline, cefalosporine di prima generazione e aminoglicosidi, sono sensibili al ceftriaxone. Treponema pallidum è sensibile al ceftriaxone sia in vitro che in studi su animali. Secondo i dati clinici, nella sifilide primaria e secondaria, il ceftriaxone è altamente efficace..
Agenti patogeni anaerobici:
Bacteroides spp. (compresi alcuni ceppi di B. fragilis), Clostridium spp. (incluso CI. difficile), Fusobacterium spp. (tranne F. mostiferum. F. varium), Peptococcus spp., Peptostreptococcus spp.
Nota: alcuni ceppi di molti Bacteroides spp. (es. B. fragilis), che producono beta-lattamasi, sono resistenti al ceftriaxone. Per determinare la sensibilità dei microrganismi, è necessario utilizzare dischi contenenti ceftriaxone, poiché è stato dimostrato che in vitro alcuni ceppi di agenti patogeni possono essere resistenti alle cefalosporine classiche.

farmacocinetica:
Quando somministrato per via parenterale, il ceftriaxone penetra bene nei tessuti e nei fluidi corporei. Negli adulti sani, il ceftriaxone ha una lunga emivita di circa 8 ore. Le aree al di sotto della curva concentrazione-tempo nel siero per somministrazione endovenosa e intramuscolare sono le stesse. Ciò significa che la biodisponibilità del ceftriaxone quando somministrato per via intramuscolare è del 100%. Quando somministrato per via endovenosa, il ceftriaxone si diffonde rapidamente nel fluido interstiziale, dove mantiene il suo effetto battericida contro i patogeni sensibili ad esso per 24 ore.
L'emivita in soggetti adulti sani è di circa 8 ore. Nei neonati fino a 8 giorni e negli anziani di età superiore ai 75 anni, l'emivita media di eliminazione è approssimativamente doppia. Negli adulti, il 50-60% di ceftriaxone viene escreto invariato nelle urine e il 40-50% viene anche escreto immodificato nella bile. Sotto l'influenza della flora intestinale, il ceftriaxone viene convertito in un metabolita inattivo. Nei neonati, circa il 70% della dose somministrata viene escreta dai reni. In caso di insufficienza renale o patologia epatica negli adulti, la farmacocinetica del ceftriaxone non cambia quasi, l'emivita di eliminazione è leggermente allungata. Se la funzionalità renale è compromessa, l'escrezione con la bile aumenta e se si verifica una patologia epatica, aumenta l'escrezione di ceftriaxone da parte dei reni.
Il ceftriaxone si lega in modo reversibile all'albumina e questo legame è inversamente proporzionale alla concentrazione: ad esempio, quando la concentrazione del farmaco nel siero del sangue è inferiore a 100 mg / L, il legame del ceftriaxone alle proteine ​​è del 95% e ad una concentrazione di 300 mg / L è solo dell'85%. A causa del minor contenuto di albumina nel liquido interstiziale, la concentrazione di ceftriaxone in esso è più elevata che nel siero del sangue.
Penetrazione nel liquido cerebrospinale: nei neonati e nei bambini, con infiammazione delle meningi, il ceftriaxone penetra nel liquido cerebrospinale, mentre nel caso della meningite batterica, una media del 17% della concentrazione di farmaco nel siero del sangue si diffonde nel liquido cerebrospinale, che è circa 4 volte più che con meningite asettica. 24 ore dopo la somministrazione endovenosa di ceftriaxone alla dose di 50-100 mg / kg di peso corporeo, la concentrazione nel liquido cerebrospinale supera 1,4 mg / l. Nei pazienti adulti con meningite, 2-25 ore dopo la somministrazione di ceftriaxone alla dose di 50 mg / kg di peso corporeo, la concentrazione di ceftriaxone era molte volte superiore alla dose minima depressiva necessaria per sopprimere i patogeni che più spesso causano la meningite.

Indicazioni per l'uso:

Metodo di somministrazione e dosaggio:


Per adulti e bambini di età superiore ai 12 anni: la dose giornaliera media è di 1-2 g di ceftriaxone una volta al giorno (dopo 24 ore). Nei casi più gravi o in caso di infezioni causate da agenti patogeni moderatamente sensibili, la dose giornaliera singola può essere aumentata a 4 g.
Per neonati, lattanti e bambini di età inferiore a 12 anni: Per un singolo dosaggio giornaliero, si raccomanda il seguente regime:
Per i neonati (fino a due settimane di età): 20-50 mg / kg di peso corporeo al giorno (la dose di 50 mg / kg di peso corporeo non può essere superata a causa del sistema di enzimi immaturi dei neonati).
Per neonati e bambini di età inferiore ai 12 anni: la dose giornaliera è di 20-75 mg / kg di peso corporeo. Nei bambini di peso pari o superiore a 50 kg, deve essere seguito il dosaggio per adulti. Dosi superiori a 50 mg / kg di peso corporeo devono essere somministrate per infusione endovenosa per almeno 30 minuti.
Durata della terapia: dipende dal decorso della malattia.
Terapia combinata:
Gli esperimenti hanno dimostrato che esiste una sinergia tra ceftriaxone e aminoglicosidi in termini di effetto su molti batteri Gram-negativi. Sebbene sia impossibile prevedere in anticipo l'effetto potenziato di tali combinazioni, in caso di infezioni gravi e potenzialmente letali (ad esempio causate da Pseudomonas aeruginosa), la loro nomina congiunta è giustificata..
A causa dell'incompatibilità fisica di ceftriaxone e aminoglicosidi, è necessario prescriverli separatamente nelle dosi raccomandate.!
Meningite:
Per la meningite batterica nei neonati e nei bambini, la dose iniziale è di 100 mg / kg di peso corporeo una volta al giorno (massimo 4 g). Non appena è stato possibile isolare un microrganismo patogeno e determinarne la sensibilità, la dose deve essere ridotta di conseguenza. I migliori risultati sono stati raggiunti con i seguenti periodi di terapia:
patogenoDurata della terapia
Neisseria meningitides4 giorni
Haemophilus influenzae6 giorni
Streptococcus pneumoniae7 giorni
Enterobacteriacease sensibile10-14 giorni

Gonorrea:
Per il trattamento della gonorrea causata da ceppi sia produttori di penicillinasi che non produttori di penicillinasi, la dose raccomandata è di 250 mg una volta per via intramuscolare.
Profilassi nel periodo pre e post-operatorio:
Prima di interventi chirurgici infetti o presumibilmente infetti per prevenire le infezioni postoperatorie, a seconda del rischio di infezione, si consiglia una singola somministrazione di ceftriaxone alla dose di 1-2 g 30-90 minuti prima dell'intervento.
Mancanza di funzionalità renale ed epatica:
In pazienti con compromissione della funzionalità renale, soggetti a normale funzionalità epatica, non è necessario ridurre la dose di ceftriaxone. Solo in caso di insufficienza renale nella fase preterminale (clearance della creatinina inferiore a 10 ml / min) è necessario che la dose giornaliera di ceftriaxone non superi i 2 g.
Nei pazienti con compromissione della funzionalità epatica, purché la funzionalità renale sia preservata, non è inoltre necessario ridurre la dose di ceftriaxone.
In caso di presenza simultanea di grave patologia epatica e renale, la concentrazione di ceftriaxone nel siero deve essere monitorata regolarmente. Nei pazienti sottoposti a emodialisi, non è necessario modificare la dose del farmaco dopo questa procedura.
Iniezione intramuscolare:
Per l'iniezione intramuscolare, 1 g del farmaco deve essere diluito in 3,5 ml di una soluzione all'1% di lidocaina e iniettato in profondità nel muscolo gluteo; si consiglia di iniettare non più di 1 g del farmaco in un gluteo. La soluzione di lidocaina non deve mai essere somministrata per via endovenosa!
Amministrazione endovenosa:
Per l'iniezione endovenosa, 1 g di farmaco deve essere diluito in 10 ml di acqua distillata sterile e iniettato per via endovenosa lentamente per 2-4 minuti.
Infusione endovenosa:
La durata dell'infusione endovenosa è di almeno 30 minuti. Per infusione endovenosa, 2 g di polvere devono essere diluiti in circa 40 ml di una soluzione priva di calcio, ad esempio: in soluzione di cloruro di sodio allo 0,9%, in soluzione di glucosio al 5%, in soluzione di glucosio al 10%, soluzione di levulosio al 5%.

Effetti collaterali:
Effetti collaterali sistemici:
dal tratto gastrointestinale (circa il 2% dei pazienti): diarrea, nausea, vomito, stomatite e glossite.
Cambiamenti nel quadro ematico (circa il 2% dei pazienti) sotto forma di eosinofilia, leucopenia, granulocitopenia, anemia emolitica, trombocitopenia.
Reazioni cutanee (circa l'1% dei pazienti) sotto forma di esantema, dermatite allergica, orticaria, edema, eritema multiforme.
Altri effetti collaterali rari: mal di testa, vertigini, aumento degli enzimi epatici, congestione della colecisti, oliguria, aumento della creatinina sierica, micosi nell'area genitale, brividi, anafilassi o reazioni anafilattiche. L'enterocolite pseudomembranosa e i disturbi della coagulazione del sangue sono estremamente rari.
Effetti collaterali locali:
Dopo somministrazione endovenosa, in alcuni casi è stata osservata flebite. Questo fenomeno può essere prevenuto con una somministrazione lenta (entro 2-4 minuti) del farmaco. Gli effetti collaterali descritti di solito scompaiono dopo l'interruzione della terapia.

Controindicazioni:

Interazione farmacologica:
Non può essere miscelato nello stesso flacone per infusione o nella stessa siringa con un altro antibiotico (incompatibilità chimica).

Overdose:

Istruzioni speciali:

Modulo per il rilascio
Polvere per preparazione di soluzione iniettabile 1,0 g in bottiglie di vetro, ogni bottiglia è confezionata in una scatola di cartone con le istruzioni per l'uso medico.

Condizioni di archiviazione
In un luogo buio a una temperatura non superiore a 25 ° C. Tenere fuori dalla portata dei bambini.

Data di scadenza
2 anni.
Non utilizzare dopo la data di scadenza stampata sulla confezione.

Condizioni di erogazione dalle farmacie
Dispensato su prescrizione medica.

Iniezioni di ceftriaxone

Analoghi

  • Azaran;
  • Lendacin;
  • Medaxon;
  • Oframax;
  • Rocefin;
  • Cefaxone;
  • Tsefson.

Prezzo medio online *, 27 p. (1 bottiglia 1g)

Dove posso comprare:

Istruzioni per l'uso

Ceftriaxone è una cefalosporina di terza generazione che viene prodotta sotto forma di polvere per forme iniettabili.

indicazioni

Il farmaco è prescritto per le infezioni batteriche:

  • organi della cavità addominale;
  • avvelenamento del sangue;
  • meningite;
  • tessuti soffici;
  • sistema muscoloscheletrico;
  • organi pelvici;
  • sistema genito-urinario;
  • Organi ENT (otite media dell'orecchio esterno, mastoidite);
  • pelle;
  • Malattia di Lyme;
  • sistema respiratorio;
  • nei pazienti immunocompromessi.

Al fine di prevenire l'aggiunta di un'infezione batterica, il farmaco è prescritto nel periodo postoperatorio..

Regime di dosaggio

Il farmaco è prescritto in / in, in / m.

Il dosaggio viene selezionato individualmente in base alla gravità dell'infezione, all'età del paziente, alla sensibilità dell'agente patogeno.

La durata del corso è anche selezionata individualmente.

Dopo la scomparsa dei sintomi clinici, il farmaco viene somministrato per altri 2-3 giorni.

Se il paziente ha una patologia renale, ma il fegato funziona normalmente, quindi non è necessario l'adeguamento dello schema, anche quando ci sono disfunzioni epatiche e i reni funzionano normalmente, il farmaco viene somministrato come al solito.

Se il paziente ha contemporaneamente alterato la funzionalità epatica e renale o è in emodialisi, il dosaggio deve essere aggiustato.

Ad adulti e bambini di età superiore ai 12 anni e con un peso di almeno 50 kg viene prescritto un antibiotico 1-2 g una volta al giorno. Con un grave decorso dell'infezione o una debole sensibilità dell'agente patogeno, il dosaggio può essere aumentato a 4 g.

Ai bambini di età inferiore a 14 giorni vengono prescritti 20-50 mg per kg di peso corporeo, l'antibiotico viene somministrato una volta al giorno.

Per i bambini da 15 giorni a 12 anni, viene prescritto un antibiotico in una dose giornaliera da 20 a 80 mg per kg di peso corporeo. Inseriscilo alla volta.

Dosaggi ≥ 50 mg / kg con iniezioni endovenose vengono somministrati per infusione per almeno mezz'ora.

Per la meningite nei neonati e nei bambini piccoli, all'inizio della terapia, il farmaco viene prescritto alla dose di 100 mg / kg 1 volta al giorno. Il dosaggio massimo non deve superare i 4 g. Poiché viene determinato l'agente patogeno, il dosaggio può essere ridotto.

Se la meningite è causata dal meningococco, il corso del trattamento dovrebbe essere di 4 giorni, Haemophilus influenzae - 6 giorni, streptococco - 7 giorni.

Con la malattia di Lyme: ai pazienti di età superiore ai 12 anni vengono prescritti 50 mg / kg una volta al giorno (il dosaggio giornaliero più alto è di 2 g). Corso - 2 settimane.

Con la gonorrea, viene prescritto una volta per via intramuscolare alla dose di 250 mg.

Per prevenire le infezioni postoperatorie, il farmaco viene prescritto in un dosaggio di 1 o 2 G. L'iniezione viene somministrata 0,5-1,5 ore prima dell'intervento chirurgico..

Regole per fare una soluzione da una polvere

Per la somministrazione intramuscolare, 1 g viene diluito in 3,6 ml di acqua per preparazioni iniettabili. L'iniezione è molto dolorosa, quindi puoi usare una soluzione allo 0,5% di novocaina o all'1% di lidocaina.

Per l'iniezione endovenosa, 1 g viene diluito in 9,6 ml di acqua per preparazioni iniettabili, l'iniezione viene somministrata lentamente, per 2-4 minuti.

Per iniezioni endovenose, 2 g di antibiotico vengono diluiti in 40 ml di acqua per preparazioni iniettabili, soluzione salina, 2,5%, 5%, soluzione di glucosio al 10%, soluzione di levulosio al 5%, soluzione di destrano al 6% in glucosio. L'infusione dovrebbe durare mezz'ora.

Controindicazioni

Il farmaco non è prescritto per l'intolleranza individuale agli antibiotici delle serie cefalosporine e penicilline, carbapenemi.

Le controindicazioni relative alla prescrizione di antibiotici sono:

  • Prematurità;
  • bambini con alti livelli di bilirubina nel sangue;
  • colite ulcerosa;
  • una storia di infiammazione dell'intestino tenue e crasso, provocata dall'assunzione di antibiotici;
  • malattia epatica e renale.

Appuntamenti con donne in posizione e allattamento

L'antibiotico attraversa la placenta e nel latte materno.

Per le donne in posizione, è prescritto per motivi di salute, quando il beneficio per la donna supera il rischio per il bambino. Durante il trattamento, si consiglia di trasferire il bambino nella miscela.

Overdose

In caso di sovradosaggio, c'è un aumento degli effetti collaterali. Alla vittima viene prescritta una terapia sintomatica, poiché non esiste un antidoto.

Effetti collaterali

Durante il trattamento possono comparire le seguenti reazioni negative:

  • allergia;
  • vertigini;
  • enterocolite pseudomembranosa, nausea, vomito, infiammazione della lingua, diarrea, costipazione, aumento della flatulenza, dolore addominale, perversione del gusto, stomatite, disturbi della microflora intestinale, dolore nell'ipocondrio destro, malfunzionamento del fegato;
  • violazione della coagulazione del sangue, diminuzione dell'emoglobina, dei leucociti e delle piastrine;
  • malfunzionamento dei reni: comparsa di corpi chetonici, glucosio, proteine ​​nelle urine, diminuzione della sua quantità o sua assenza;
  • mal di testa;
  • tordo;
  • infiammazione della vena, dolore nel sito di iniezione;
  • epistassi.

Composizione

Il farmaco viene prodotto sotto forma di polvere per la preparazione di una soluzione iniettabile. Il suo colore varia dal bianco al giallastro. Il principio attivo è Ceftriaxone. Il farmaco è disponibile in un dosaggio di 0,5, 1 e 2 g.

Farmacologia e farmacocinetica

Ceftriaxone interrompe la produzione di membrane cellulari batteriche, a seguito della quale muoiono i microrganismi.

Il farmaco è prescritto per le malattie provocate dai seguenti agenti patogeni:

  • Escherichia koli;
  • Enterobacter;
  • bacillo emofilo;
  • Klebsiella;
  • gonococchi;
  • Proteus;
  • morganella lampeggiante;
  • Salmonella
  • meningococchi;
  • Shigella;
  • seghe dentellate;
  • Citrobacter;
  • bacteroids;
  • Acinetobacter;
  • stafilococchi;
  • streptococchi.

La biodisponibilità del farmaco raggiunge il 100%.

Dopo l'iniezione, si osserva la concentrazione media dell'antibiotico dopo 2-3 ore. Con l'iniezione ripetuta, si osserva l'accumulo del farmaco.

L'emivita varia da 5,8 a 8,7 ore. L'antibiotico viene escreto sia dai reni che attraverso l'intestino.

Condizioni di acquisto e conservazione

Il farmaco è un farmaco di prescrizione. Conservarlo a una temperatura massima di 25 ° C, in un luogo protetto dove i bambini non possono raggiungerlo..

Recensioni

(Lascia il tuo feedback nei commenti)

* - Il valore medio tra diversi venditori al momento del monitoraggio non è un'offerta pubblica

Iniezioni "Ceftriaxone": istruzioni per l'uso, efficacia, recensioni

Nell'articolo considereremo le istruzioni per l'uso delle iniezioni "Ceftriaxone".

Il medicinale è un antibiotico appartenente alla terza generazione di cefalosporine. Il mezzo "Ceftriaxone" nelle iniezioni viene utilizzato esclusivamente sotto forma di iniezioni (endovenosa e intramuscolare). È preferibile effettuare il trattamento con questo farmaco in ambito ospedaliero. Lo strumento presentato può essere utilizzato contro quasi tutti gli organismi microscopici patogeni. Tuttavia, viene spesso utilizzato per distruggere diversi tipi di stafilococco e streptococco. Ma questo farmaco non è affatto efficace contro questi parassiti e alcuni altri microbi. La sifilide può essere trattata con un farmaco, anche secondario.

Effetto farmacologico

Secondo le istruzioni per l'uso delle iniezioni di Ceftriaxone, il farmaco è un antibiotico cefalosporinico di terza generazione. Hanno un effetto antimicrobico bloccando la sintesi delle pareti cellulari del microrganismo. Il farmaco acetilati transpeptidasi legate alla membrana, influenzando così la reticolazione dei peptidoglicani, che sono necessari affinché le pareti cellulari del microbo siano forti e resistenti alle sostanze irritanti. Questo farmaco è efficace contro una varietà di batteri aerobici e anaerobici. Resistente alle beta-lattamasi degli organismi microscopici gram-negativi.

farmacodinamica

"Ceftriaxone" nelle iniezioni si lega alle proteine ​​plasmatiche del novanta percento. Il prodotto medico presentato penetra abbastanza bene nel tessuto e in vari fluidi corporei. La sua adeguata concentrazione si osserva nel liquido cerebrospinale sullo sfondo della meningite. Un grande contenuto del farmaco viene registrato nella bile. Questo farmaco penetra nella barriera placentare, espellendo in piccola parte con il latte materno.

Circa il sessanta percento dell'antibiotico Ceftriaxone viene escreto dai reni insieme all'urina, invariato. Il resto del farmaco viene escreto nella bile. Il farmaco è prescritto per il processo infiammatorio, causato da agenti patogeni instabili per questo agente, anche in presenza di peritonite, sepsi, meningite, shigellosi, trasporto cronico di Salmonella, infiammazione e ascesso polmonare, pielonefrite, una malattia infettiva di articolazioni e ossa, pelle e tessuti molli, genitali esterni e così via.

Farmacocinetica delle iniezioni di Ceftriaxone

L'antibiotico nelle iniezioni ha un'eccellente capacità di penetrazione, la sostanza bypassa la barriera placentare, entrando nel latte materno. Il farmaco rimane nel corpo per un tempo abbastanza lungo, di solito fino a otto ore. Pertanto, per una serie di malattie, puoi fare solo un'iniezione al giorno. Dal punto di vista dell'efficacia, non importa quale sia la forma di somministrazione del farmaco: intramuscolare o endovenosa.

In entrambe queste forme, l'antibiotico Ceftriaxone agisce al cento per cento contro l'infezione. Ma per alcune malattie, specialmente ad alte dosi, viene prescritta solo l'infusione endovenosa. Nei bambini del primo mese di vita, così come negli anziani, il farmaco può rimanere nel corpo fino a una settimana. Il farmaco viene escreto in uguali quantità con bile e urina. La particolarità del farmaco è che se le funzioni epatiche del paziente sono compromesse, tutto il Ceftriaxone può essere evacuato attraverso i reni. Quando i reni sono malati, l'agente viene escreto nella bile..

Indicazioni per l'uso

In conformità con le istruzioni per l'uso, le iniezioni "Ceftriaxone" sono prescritte per combattere le seguenti patologie infettive:

  • Con meningite, avvelenamento del sangue e varie malattie microbiche degli organi peritoneali.
  • Sullo sfondo di malattie dermatologiche microbiche.

Nel caso in cui una persona abbia lesioni infettive del sistema muscoloscheletrico, ad esempio tessuto osseo o legamenti, il farmaco può anche aiutare.

Da ciò che le iniezioni "Ceftriaxone" aiutano, non tutti lo sanno. Questo medicinale è usato per patologie dei reni e del sistema genito-urinario. Spesso il farmaco in questione è prescritto per polmonite, otite media, sinusite e mal di gola. Questo rimedio è anche efficace contro l'agente causale della gonorrea..

istruzioni speciali

Nonostante la grande efficacia dell'antibiotico "Ceftriaxone" nelle iniezioni, non bisogna dimenticare che si tratta di un farmaco molto serio. Le medicine di questa serie in situazioni particolarmente rare possono provocare shock anafilattici. A questo proposito, immediatamente prima della nomina di "Ceftriaxone", il medico deve studiare attentamente la storia medica del paziente. Inoltre, è necessario essere consapevoli del fatto che l'uso di questo farmaco può contribuire alla deposizione di sabbia nei reni e nella vescica..

Ma questo non dovrebbe essere spaventoso. Non appena il corso del trattamento con il farmaco è completato, la sabbia andrà via da sola. A volte è necessario bere i farmaci appropriati per purificare gli organi. Tali accumuli possono causare disagio al paziente. Nel caso in cui al paziente venga prescritto un ciclo di terapia a lungo termine con Ceftriaxone, è indispensabile donare periodicamente sangue per i test. L'uso a lungo termine può influenzare alcuni elementi del sangue. Le istruzioni per l'uso delle iniezioni "Ceftriaxone" lo confermano.

Il medicinale è usato con grande cura in presenza di quantità troppo significative di bilirubina nel corpo nei bambini appena nati, così come nei bambini che sono comparsi prematuramente. L'uso del farmaco in questione richiede anche un monitoraggio speciale nei pazienti con compromissione della funzionalità renale ed epatica, con colite ed enterite (anche sullo sfondo della colite ulcerosa non specifica) causate dall'uso di antibiotici.

Somministrazione intramuscolare e endovenosa

In conformità con le istruzioni per l'uso, possono essere utilizzate iniezioni "Ceftriaxone" per via intramuscolare e endovenosa.

Assolutamente tutti i pazienti che hanno raggiunto l'età di dodici anni sono prescritti 1-2 grammi una volta al giorno. Oppure 0,5 grammi vengono prescritti ogni dodici ore. Vale la pena notare che è possibile utilizzare non più di quattro grammi al giorno. I bambini di età inferiore a due settimane ricevono 20-50 milligrammi per chilogrammo di peso corporeo al giorno. Nel caso in cui il bambino pesa più di cinquanta chilogrammi, il dosaggio è equiparato alla norma dell'adulto.

Quando si utilizzano più di 50 milligrammi per chilogrammo di peso corporeo, il farmaco deve essere somministrato per via endovenosa nell'arco di mezz'ora. Il numero di giorni di trattamento dipende in gran parte dalla diagnosi e dalla complessità della malattia. Per il trattamento della gonorrea, questo farmaco viene utilizzato una volta in una quantità di 250 milligrammi. Il farmaco viene somministrato per via intramuscolare. Al fine di prevenire lo sviluppo dell'infezione dopo l'intervento chirurgico, viene anche somministrata un'iniezione nella quantità di 1 o 2 grammi, in media un'ora prima dell'intervento chirurgico..

Per il trattamento della meningite nei bambini, viene utilizzato un dosaggio di 100 milligrammi per chilogrammo di peso, ma non più di quattro grammi. L'agente "Ceftriaxone" viene somministrato una volta al giorno. A seconda del tipo di infezione del bambino, il decorso dura dai quattro ai quattordici giorni. I bambini che soffrono di malattie microbiche del derma e dei muscoli sono prescritti da 50 a 75 milligrammi per chilogrammo. Puoi iniettare il medicinale una volta, ed è anche consentito a 25-37 milligrammi al chilo ogni dodici ore, ma il dosaggio non deve superare i due grammi al giorno.

Cos'altro puoi imparare dalle istruzioni per l'uso dell'antibiotico "Ceftriaxone"?

Caratteristiche di dosaggio

Il dosaggio viene sempre assegnato individualmente. La durata della terapia è di solito stabilita da un medico. I pazienti che soffrono di grave insufficienza renale hanno bisogno di una correzione del regime di utilizzo dei farmaci, tenendo conto degli indicatori CC. Le dosi massime sono: per gli adulti 4 e per i bambini - due grammi al giorno.

Interazioni farmacologiche

Nel caso della terapia con Ceftriaxone, non dovresti mai combinare questo farmaco con farmaci del gruppo aminoglicosidico. Inoltre, "Ceftriaxone" è considerato un antibiotico abbastanza potente, quindi non può essere utilizzato in combinazione con i suoi analoghi. Nel caso in cui a una persona vengano prescritti contemporaneamente "Ceftriaxone" e farmaci che hanno un effetto diuretico, questi farmaci possono essere usati senza alcun timore. Non interferiranno con le funzioni del sistema urinario e dei reni.

Il dosaggio di "Ceftriaxone" per adulti e bambini deve essere rigorosamente osservato.

lattazione

Le madri che allattano devono sospendere temporaneamente l'allattamento per il periodo di trattamento. Questo rimedio può avere vari effetti negativi sullo sviluppo del bambino. È inoltre necessario avvertire che i medicinali di questo gruppo non sono destinati all'autoterapia. Tutti i dati indicati nelle istruzioni sono offerti ai pazienti solo come informazione e non come guida all'azione..

Effetti collaterali

Secondo le istruzioni, "Ceftriaxone" nelle iniezioni, di norma, provoca una quantità minima di alcuni effetti indesiderati. Se si verificano, non dovresti interrompere il corso della terapia. Meno del due percento dei pazienti può notare la comparsa di un'eruzione cutanea sulla pelle, insieme a gonfiore di qualsiasi area del corpo e dermatite. Circa il sei percento dei pazienti manifesta eosinofilia. Sono stati registrati l'1% dei casi di aumento della temperatura e l'inizio di uno stato febbrile. Manifestazioni più complesse come la sindrome di Johnson, la necrolisi epidermica tossica, l'eritema multiforme essudativo o la sindrome di Lyell possono essere estremamente rare..

Sensazioni dolorose con gonfiore possono anche apparire nel punto in cui è stata eseguita l'iniezione (in circa l'uno percento dei casi). Ci sono ancora meno esempi di flebite, che è associata all'uso endovenoso di Ceftriaxone. Nel caso in cui venga eseguita un'iniezione intramuscolare, è consigliabile utilizzare farmaci anestetici, poiché questa procedura è molto spiacevole. Può comparire dolore simile all'emicrania con vertigini.

È possibile un aumento del volume di azoto negli esami del sangue. Nello studio delle urine, si può osservare la creatinina. In casi particolarmente rari, i bambini che sono stati trattati con grandi quantità di questo farmaco possono sviluppare calcoli renali. Di solito una tale manifestazione è causata da una combinazione dell'uso di "Ceftriaxone" in fiale con una permanenza prolungata in posizione supina e allo stesso tempo il divieto di bere una quantità significativa di bere. Tali manifestazioni di solito non causano alcun inconveniente, ma a volte provocano insufficienza renale. Al completamento del trattamento con questo medicinale, tutti questi problemi scompaiono da soli..

Utilizzare nella prevenzione delle infezioni nei pazienti con cirrosi epatica

I pazienti che soffrono di cirrosi epatica spesso sviluppano varie infezioni. A questo proposito, è molto importante scegliere il farmaco giusto per il trattamento. Studi su una serie di farmaci, incluso Ceftriaxone, sono stati condotti da medici spagnoli. Per questo, centoundici pazienti con cirrosi, ulteriormente complicati da sanguinamento gastrico e infezioni microbiche, sono stati osservati in quattro cliniche. Di queste persone, due terzi erano rappresentanti del sesso più forte all'età di cinquantotto anni. Nella maggior parte di essi, la patologia è stata causata dall'abuso cronico di alcol..

Il quarantotto percento dei soggetti soffriva della malattia di secondo grado e il resto del terzo. Inoltre, c'erano molte complicazioni di ogni genere come stanchezza, ascite, insufficienza renale e epatica. Durante la terapia, la presenza di contaminazione microbica è stata rilevata nell'undici percento dei pazienti, che è tre volte meno che senza l'uso di Ceftriaxone. La peritonite, insieme alla batteriemia spontanea, si è sviluppata nel due percento delle persone, rispetto a dodici che non hanno assunto il farmaco. I batteri Gram-negativi sono stati trovati solo in una persona che ha usato Ceftriaxone e in altri sette pazienti che hanno usato altri farmaci.

Pertanto, l'uso di "Ceftriaxone" è molto più efficace nel prevenire determinate infezioni batteriche durante le operazioni associate alla cirrosi epatica. Inoltre, i medici spagnoli raccomandano l'uso endovenoso di questo farmaco in caso di insufficienza epatica, sanguinamento gastrico o encefalopatia. Nonostante il risultato positivo, gli scienziati raccomandano di condurre studi simili in diversi paesi, poiché ci sono alcune differenze nei tipi di microbi patogeni.

Le istruzioni per l'uso dell'antibiotico "Ceftriaxone" nelle iniezioni non finiscono qui.

Un rimedio per la sifilide

La sifilide è una malattia molto comune che può essere diffusa da persona a persona durante il rapporto sessuale. È questo disturbo che è considerata la causa più comune del successivo sviluppo dell'infezione da HIV. Ciò è spiegato dal fatto che quando appare la sifilide, i pazienti prendono molto rapidamente l'HIV. La sifilide è causata dal treponema pallido, che è un organismo microscopico che appartiene alla famiglia delle Treponemataceae. Questo parassita è in grado di raggiungere una lunghezza da sette a quattordici micron, mentre il suo aspetto ricorda una spirale curva. Questo organismo è in grado di sopravvivere solo nel corpo umano. Al di fuori di esso, un microbo così pericoloso come il treponema pallido muore immediatamente.

La sifilide può essere alleviata con un farmaco antibiotico chiamato Ceftriaxone. L'antibiotico in questione, a seconda dello stadio della malattia esistente, viene prescritto ai pazienti per quattordici o anche quaranta giorni. Il fatto che la sifilide possa essere curata attraverso l'uso delle cefalosporine è stato affermato più di due decenni fa. E non appena “Ceftriaxone” è apparso sul mercato farmaceutico, i medici hanno iniziato a ritirare una particolare attenzione a questo farmaco. L'antibiotico presentato è dotato di un'alta capacità di trattare in presenza di treponema pallido e può anche penetrare molto rapidamente in tutti i sistemi, così come negli organi del corpo umano. In particolare, questo effetto è fortemente osservato quando viene iniettato nel muscolo..

Oltre agli organi e ai sistemi, questo antibiotico può anche penetrare nel liquido cerebrospinale, il che è estremamente importante, poiché in presenza di sifilide, il liquido cerebrospinale subisce una serie di cambiamenti specifici. Nella lotta contro la sifilide, vale anche la pena usare l'aiuto di alcuni additivi biologici attivi.

Abbiamo esaminato le istruzioni per l'uso di Ceftriaxone nelle iniezioni per adulti e bambini. Continua a leggere per le recensioni.

Recensioni

Le recensioni di questo antibiotico su Internet sono per lo più positive. I pazienti sono soddisfatti del trattamento e riferiscono che grazie a Ceftriaxone è possibile liberarsi da varie malattie causate da organismi microscopici patogeni.

Commenti infelici, come spesso accade con la maggior parte degli antibiotici, riguardano gli effetti collaterali che questo farmaco provoca spesso. Ad esempio, ci sono lamentele di eruzioni cutanee e mal di testa, nonché il verificarsi di gonfiore e arrossamento nell'area di iniezione..

Il corso del trattamento con iniezioni di Ceftriaxone: dosaggio ed effetti collaterali

Ceftriaxone appartiene ai farmaci antibatterici cefalosporinici. È dotato della capacità di avere un effetto battericida.

Ciò accade a causa della soppressione della sintesi di membrane cellulari di origine batterica.

Dopo essere entrato nel corpo, ha un effetto rapido, l'escrezione dalla cavità corporea viene effettuata dai reni.

Composizione ed effetti farmacologici

Ogni flaconcino del farmaco contiene sale sterile di ceftriaxone sodico da 0,5 o 1,0 g. Ceftriaxone è considerato un agente antibatterico di terza generazione della serie cefalosporina. Ha la capacità di interrompere la reticolazione dei peptidoglicani, da cui dipende la forza e la stabilità delle pareti cellulari batteriche..

È dotato di un ampio spettro di azione antimicrobica, ha un effetto dannoso su microrganismi anaerobici e aerobi, gram-positivi e gram-negativi.

Dopo essere entrato nel corpo, il principio attivo viene assorbito ad un alto livello di velocità, la sua massima quantità nel sangue viene osservata dopo 1,5 ore. Un leggero effetto antimicrobico sarà osservato per più di un giorno.

Viene escreto dai reni, una piccola parte con la bile. Se l'abilità funzionale dei reni è compromessa, questo processo rallenta, c'è il rischio di accumulo.

Modulo per il rilascio

Il farmaco ha la forma di una polvere bianca o giallastra, ha un basso livello di igroscopicità. Disponibile in bottiglie da 0,5, 1,0 e 2 grammi.

Indicazioni per l'uso

Un antibiotico viene utilizzato durante la diagnosi:

  • processi infettivi nella cavità addominale (ad esempio, con peritonite, colangite);
  • malattie respiratorie (polmonite, empiema pleurico);
  • processi di natura infettiva della pelle, delle articolazioni e delle ossa;
  • infezioni del sistema genito-urinario (pielite, pielonefrite in forma acuta e cronica, cistite, prostatite);
  • sepsi;
  • meningite;
  • salmonellosi;
  • malattie di origine infettiva in persone con un basso livello di resistenza corporea.

E anche a scopi profilattici, per ridurre il rischio di sviluppare processi infettivi nel periodo postoperatorio.

Controindicazioni da usare

È vietato prescrivere Ceftriaxone in presenza di ipersensibilità ai farmaci della serie cefalosporina o eccipienti.

Le controindicazioni relative sono:

  • diagnosi di iperbilibinuria nei neonati;
  • periodo neonatale;
  • la presenza di insufficienza renale o epatica;
  • gravidanza;
  • allattamento;
  • enterite, il cui sviluppo è stato innescato dall'assunzione di antibiotici.

Raccomandazioni e dosaggio

Il ceftriaxone può essere somministrato in tre modi: flebo endovenoso, intramuscolare e endovenoso.

  1. La dose per adulti e bambini dai 12 anni è di 1-2 g, viene somministrata una volta o suddivisa in due dosi. Si noti che non deve superare i 4 g.
  2. Ai pazienti a cui viene diagnosticata una compromissione della funzionalità renale, ma non ci sono sintomi di insufficienza epatica, la dose di Ceftriaxone non è ridotta. Una riduzione della quantità del farmaco è considerata giustificata se la clearance della creatinina è inferiore a 10 ml / min..
  3. Le persone con una storia di insufficienza renale-epatica devono modificare la dose in modo che non superi i 2 g al giorno.

La durata del corso del trattamento dipende dalla gravità del processo patologico, dal suo tipo e dalle caratteristiche individuali del paziente; in media, varia da 4 a 14 giorni. Dopo che i sintomi patologici sono scomparsi, si raccomanda di continuare il trattamento per altri tre giorni.

Durante la gravidanza e l'allattamento

L'uso di Ceftriaxone durante il trasporto di un bambino è considerato giustificato solo se esiste un rischio per la vita della madre o del bambino.

Se è necessario utilizzare un farmaco durante l'allattamento, deve essere sospeso. Ciò è spiegato dal fatto che Ceftriaxone passa nel latte materno.

Appuntamento ai bambini

Ceftriaxone può essere usato dai bambini dai tre giorni di età. Fino all'età di dodici anni, la dose del farmaco viene calcolata nel rapporto di 20-80 mg / kg di peso corporeo. Se il bambino pesa più di 50 kg, utilizzare la stessa dose degli adulti.

Per i neonati, la dose viene calcolata nel rapporto di 20-50 mg / kg di peso corporeo.

L'uso del farmaco per neonati prematuri con manifestazioni di iperbilibinuria è consentito solo per motivi di salute.

Regole per la preparazione di soluzioni

Prima della prima iniezione, è necessario effettuare test cutanei per la sensibilità al ceftriaxone e alla lidocaina. Si noti che è consentito utilizzare solo soluzioni appena preparate del farmaco.

Per la somministrazione intramuscolare, 500 mg di agente vengono sciolti in 2 ml e 1000 mg in 3,5 ml di lidocaina all'1 o 2%.

Per somministrazione endovenosa, 0,5 g vengono sciolti in 5 ml e 1 g in 10 ml di acqua per preparazioni iniettabili. L'introduzione dovrebbe essere lenta, dovrebbe durare 2-4 minuti.

Per flebo endovenoso, è necessario sciogliere 2 g del farmaco in 40 ml di soluzione di cloruro di sodio allo 0,9%.

Interazione con altre medicine

A causa del fatto che Ceftriaxone sopprime la microflora intestinale, c'è una diminuzione della produzione di vitamina K. Pertanto, è vietato combinarlo con i farmaci, la cui azione è volta a ridurre l'aggregazione piastrinica, poiché esiste il rischio di sanguinamento.

È vietato aggiungere Ceftriaxone a soluzioni per infusione contenenti calcio (ad esempio, distretto di Ringer) e anche combinare il suo uso con farmaci come:

Effetti collaterali

L'uso del farmaco può causare la formazione di reazioni avverse come:

  • disfunzione del tratto digestivo, manifestata da nausea, vomito, disturbi delle feci sotto forma di diarrea, stomatite;
  • violazione del sistema ematopoietico;
  • reazioni allergiche, possono manifestarsi con la comparsa di elementi di eruzione cutanea, sensazione di prurito, edema, orticaria, shock anafilattico;
  • mal di testa e vertigini;
  • oliguria;
  • flebite.

Può verificarsi la formazione di colite pseudomembranosa.

Condizioni di archiviazione

Si consiglia di conservare il medicinale in un luogo protetto dalla luce solare e fuori dalla portata dei bambini. La temperatura dell'aria nel luogo di stoccaggio non deve superare i 25 gradi.

Le medicine sono adatte per tre anni, è vietato usarle dopo la data di scadenza.

Politica dei prezzi

Il prezzo del farmaco può variare. Dipende da quale azienda farmaceutica lo ha rilasciato, nonché dal numero di flaconcini nella confezione e dalla quantità di ingrediente attivo.

Nei chioschi delle farmacie russe, il prezzo del farmaco è in media di 19 rubli per bottiglia, in Ucraina grivna 9 (per bottiglia 500 mg).

Recensioni dei principali esperti

Il farmaco si distingue per un alto livello di efficienza nella lotta contro le malattie degli organi genito-urinari, come dimostrano le recensioni dei principali esperti. Vi presentiamo uno di questi:

Ceftraason è all'avanguardia in termini di efficacia nella lotta contro le malattie infiammatorie del sistema urinario. Dopo la somministrazione, si osserva un'alta concentrazione dell'agente nei tessuti e nei fluidi biologici, a causa della quale l'effetto terapeutico si verifica abbastanza rapidamente. Ha un ampio spettro di azione battericida, può essere somministrato una volta al giorno, perché dura fino a 24 ore. Lo svantaggio principale è che la somministrazione del farmaco porta alla comparsa di sensazioni dolorose, nonché al fatto che il farmaco non è disponibile in forma di compresse.

Valentina Petrovna Chaikina, urologa, San Pietroburgo

Recensioni dei pazienti

Bene, ora diamo un'occhiata alle recensioni delle persone che hanno usato Ceftriaxone per combattere varie malattie:

Ho imparato a conoscere Ceftriaxone e le sue proprietà quando mi è stata diagnosticata la pielonefrite. Per cinque giorni è stato prescritto un corso con iniezioni intramuscolari. Vorrei sottolineare che l'introduzione del farmaco porta alla comparsa di dolore, ma ne vale la pena l'effetto del loro uso.

Elena, 35 anni, Ekaterinburg

Sono stato soddisfatto dell'efficacia dei farmaci, dopo il secondo utilizzo ho provato sollievo. L'iniezione è dolorosa, ma in questa situazione si risparmia che la polvere sia diluita con lidocaina. Dopo aver completato il corso del trattamento, è diventato necessario ripristinare la microflora. In generale, la medicina è abbastanza buona..
Alexander 28 anni, Omsk

Ceftriaxone è un potente farmaco antibatterico che è come un'ancora di salvezza per la nostra famiglia. Aiuta a sbarazzarsi di infezioni anche obsolete, aiuta a riprendersi rapidamente e tornare alla vita normale. Il suo prezzo abbastanza ragionevole è anche un punto positivo..

Tatiana 40, Mosca

Ora hai le informazioni di base su cosa sia l'antibiotico Ceftriaxone. Aiuta a sbarazzarsi rapidamente dei processi infiammatori del sistema genito-urinario.

Ricorda, il suo uso deve essere effettuato solo su raccomandazione di un medico, non automedicare, perché ciò può causare un peggioramento della condizione.

Istruzioni per l'uso di ceftriaxone

Titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio:

Prodotto da:

Forma di dosaggio

reg. №: ЛСР-000006 del 02.03.07 - Indefinitamente
ceftriaxone

Forma di rilascio, confezione e composizione del farmaco Ceftriaxone

La polvere per preparazione di soluzione per amministrazione endovenosa e intramuscolare è cristallina, quasi bianca o giallastra.

1 fl.
ceftriaxone (sale sodico)1 g

1 g - bottiglie di vetro (1) - confezioni di cartone.

effetto farmacologico

Antibiotico cefalosporinico semisintetico di terza generazione con ampio spettro d'azione.

L'attività battericida del ceftriaxone è dovuta alla soppressione della sintesi delle membrane cellulari. Il farmaco è altamente resistente all'azione delle beta-lattamasi (penicillinasi e cefalosporinasi) di microrganismi gram-positivi e gram-negativi.

Ceftriaxone è attivo contro i microrganismi aerobici gram-negativi: Enterobacter aerogenes, Enterobacter cloacae, Escherichia coli, Haemophilus influenzae (compresi ceppi resistenti all'ampicillina), Haemophilus parainfluenzae, Klebssiella spp. (compresa Klebssiella pneumoniae), Neisseria gonorrhoeae (compresi i ceppi che formano e non formano penicillinasi), Neisseria meningitidis, Proteus mirabilis, Proteus vulgaris, Morganella morganii, Serratia marcescens, Citrobacter divers freundii, Citropppp., Salmonella spp., Shigella spp., Acinetobacter calcoaceticus.

Un certo numero di ceppi dei suddetti microrganismi che mostrano resistenza ad altri antibiotici, come penicilline, cefalosporine, aminoglicosidi, sono sensibili al ceftriaxone.

Alcuni ceppi di Pseudomonas aeruginosa sono anche sensibili al farmaco.

Il farmaco è attivo contro i microrganismi aerobi gram-positivi: Staphylococcus aureus (compresi i ceppi che formano la penicillinasi), Staphylococcus epidermidis (stafilococchi resistenti alla meticillina, mostrano resistenza a tutte le cefalosporine, incluso ceftricoccus-Streptococcus ), Streptococcus agalactiae (streptococchi di gruppo B), Streptococcus pneumoniae; microrganismi anaerobici: Bacteroides spp., Clostridium spp. (escluso il Clostridium difficile).

farmacocinetica

Quando somministrato per via intramuscolare, il ceftriaxone viene ben assorbito dal sito di iniezione e raggiunge concentrazioni sieriche elevate. Biodisponibilità del farmaco - 100%.

La concentrazione plasmatica media viene raggiunta 2-3 ore dopo l'iniezione. Con ripetute somministrazioni intramuscolari o endovenose a dosi di 0,5-2,0 g con un intervallo di 12-24 ore, si verifica un accumulo di ceftriaxone in una concentrazione superiore del 15-36% rispetto alla concentrazione raggiunta con una singola somministrazione.

Quando somministrato in una dose da 0,15 a 3,0 g V d - da 5,78 a 13,5 l.

Il ceftriaxone si lega in modo reversibile alle proteine ​​del plasma sanguigno.

Quando somministrato in una dose da 0,15 a 3,0 g, T1 / 2 varia da 5,8 a 8,7 h; clearance plasmatica - 0,58 - 1,45 l / h, clearance renale - 0,32 - 0,73 l / h.

Dal 33% al 67% del farmaco viene escreto invariato dai reni, il resto viene escreto con la bile nell'intestino, dove viene biotrasformato in un metabolita inattivo.

Farmacocinetica in situazioni cliniche speciali

Nei neonati e nei bambini, con infiammazione delle meningi, il ceftriaxone penetra nel liquido cerebrospinale, mentre nel caso della meningite batterica, una media del 17% della concentrazione plasmatica del farmaco si diffonde nel liquido cerebrospinale, che è circa 4 volte più che nella meningite asettica. 24 ore dopo la somministrazione endovenosa di ceftriaxone alla dose di 50-100 mg / kg di peso corporeo, le concentrazioni nel liquido cerebrospinale superano 1,4 mg / l. Nei pazienti adulti con meningite, 2-24 ore dopo la somministrazione di una dose di 50 mg / kg di peso corporeo, le concentrazioni di ceftriaxone nel liquido cerebrospinale sono molte volte superiori alle concentrazioni minime inibenti per i patogeni più comuni della meningite.

Indicazioni per Ceftriaxone

Trattamenti per infezioni causate da microrganismi sensibili:

  • sepsi;
  • meningite;
  • borreliosi disseminata di Lyme (fasi iniziali e tardive della malattia);
  • infezioni degli organi addominali (peritonite, infezioni del tratto biliare e del tratto gastrointestinale);
  • infezioni di ossa e giunture;
  • infezioni della pelle e dei tessuti molli;
  • infezioni della ferita;
  • infezioni in pazienti immunocompromessi;
  • infezioni pelviche;
  • infezioni renali e del tratto urinario;
  • infezioni del tratto respiratorio (in particolare polmonite);
  • Infezioni ORL;
  • infezioni genitali, inclusa la gonorrea.

Prevenzione delle infezioni nel periodo postoperatorio.

Apri l'elenco dei codici ICD-10
Codice ICD-10Indicazione
A39Infezione da meningococco
A40Sepsi streptococcica
A41Altra sepsi
A54Infezione da gonococco
A69.2malattia di Lyme
G00Meningite batterica, non classificata altrove
H66Otite media purulenta e non specificata
J01Sinusite acuta
J02Faringite acuta
J03Tonsillite acuta
J04Laringite acuta e tracheite
J15Polmonite batterica, non classificata altrove
J20Bronchite acuta
J31Rinite cronica, rinofaringite e faringite
J32Sinusite cronica
J35.0Tonsillite cronica
J37Laringite cronica e laringotracheite
J42Bronchite cronica, non specificata
K65.0Peritonite acuta (incluso ascesso)
K81.0Colecistite acuta
K81.1Colecistite cronica
K83.0colangite
L01Impetigine
L02Ascesso cutaneo, foruncolo e carbonchio
L03flemmone
L08.0pioderma
M00Artrite piogenica
M86osteomielite
N10Nefrite tubulointerstiziale acuta (pielonefrite acuta)
N11Nefrite tubulointerstiziale cronica (pielonefrite cronica)
N15.1Ascesso del rene e del tessuto perirenale
N30Cistite
N34Uretrite e sindrome uretrale
N41Malattie infiammatorie della ghiandola prostatica
N70Salpingite e ooforite
N71Malattia infiammatoria dell'utero, ad eccezione della cervice (inclusa endometrite, miometrite, metrite, piometra, ascesso uterino)
N72Malattia infiammatoria della cervice (inclusa cervicite, endocervicite, esocervicite)
N73.0Parametrite acuta e cellulite pelvica
T79.3Infezione post-traumatica della ferita, non classificata altrove
Z29.2Un altro tipo di chemioterapia profilattica (somministrazione di antibiotici profilattici)

Regime di dosaggio

Il farmaco viene somministrato per via intramuscolare o endovenosa.

Adulti e bambini di età superiore ai 12 anni sono prescritti 1-2 g 1 volta / giorno (ogni 24 ore). In casi gravi o con infezioni, i cui agenti causali hanno solo una moderata sensibilità al ceftriaxone, la dose giornaliera può essere aumentata a 4 g.

Ai neonati (fino a 2 settimane) vengono prescritti 20-50 mg / kg di peso corporeo 1 volta / giorno. La dose giornaliera non deve superare i 50 mg / kg di peso corporeo. Non determinare la differenza tra neonati a tempo pieno e prematuri nel determinare la dose..

Ai neonati e ai bambini piccoli (da 15 giorni a 12 anni) vengono prescritti 20-80 mg / kg di peso corporeo 1 volta / giorno.

Ai bambini di peso> 50 kg vengono somministrate dosi destinate agli adulti.

Dosi di 50 mg / kg o più per la somministrazione endovenosa devono essere somministrate a goccia per almeno 30 minuti.

Ai pazienti più anziani devono essere somministrate le dosi abituali destinate agli adulti, senza aggiustamento per l'età.

La durata del trattamento dipende dal decorso della malattia. L'introduzione di Ceftriaxone deve essere continuata nei pazienti per almeno 48-72 ore dopo che la temperatura è tornata alla normalità e la conferma dell'eradicazione dell'agente patogeno..

Con la meningite batterica nei neonati e nei bambini piccoli, il trattamento inizia con una dose di 100 mg / kg (ma non più di 4 g) 1 volta / giorno. Dopo aver identificato l'agente patogeno e averne determinato la sensibilità, la dose può essere ridotta di conseguenza.

Con la meningite meningococcica, i migliori risultati sono stati raggiunti con una durata del trattamento di 4 giorni, con meningite causata da Haemophilus influenzae, 6 giorni, Streptococcus pneumoniae, 7 giorni.

Con la borreliosi di Lyme: agli adulti e ai bambini di età superiore ai 12 anni vengono prescritti 50 mg / kg 1 volta al giorno per 14 giorni; dose massima giornaliera - 2 g.

Con gonorrea (causata da ceppi che si formano e non forma penicillinasi) - una volta in / m alla dose di 250 mg.

Al fine di prevenire le infezioni postoperatorie, a seconda del grado di rischio infettivo, il farmaco viene somministrato in una dose di 1-2 g una volta 30-90 minuti prima dell'operazione..

Nelle operazioni sul colon e sul retto è efficace la somministrazione simultanea (ma separata) di Ceftriaxone e uno dei 5-nitroimidazoli, ad esempio ornidazolo.

Nei pazienti con compromissione della funzionalità renale, non è necessario ridurre la dose se la funzionalità epatica rimane normale. In caso di grave insufficienza renale preterminale con CC, la dose giornaliera del farmaco non deve superare i 2 g.

Nei pazienti con compromissione della funzionalità epatica, non è necessario ridurre la dose se la funzionalità renale rimane normale.

Con una combinazione di grave insufficienza renale ed epatica, la concentrazione plasmatica di ceftriaxone deve essere misurata regolarmente e la sua dose aggiustata se necessario.

I pazienti in dialisi non necessitano di ulteriore somministrazione del farmaco dopo la dialisi. Tuttavia, la concentrazione di ceftriaxone nel siero deve essere monitorata per correggere la dose in modo tempestivo, poiché il tasso di eliminazione del farmaco in questi pazienti può diminuire..

Regole per la preparazione e la somministrazione di soluzioni

Per iniezione intramuscolare

Il contenuto della fiala (1 g) viene sciolto in 3,6 ml di acqua per preparazioni iniettabili. Dopo la preparazione, 1 ml di soluzione contiene circa 250 mg di ceftriaxone. Se necessario, è possibile utilizzare una soluzione più diluita.

Come con altre iniezioni i / m, il ceftriaxone viene iniettato in un muscolo relativamente grande (gluteo); l'aspirazione del test aiuta ad evitare l'iniezione involontaria in un vaso sanguigno. Si raccomanda di iniettare non più di 1 g del farmaco in un muscolo. Per ridurre il dolore con iniezioni intramuscolari, il farmaco deve essere somministrato con una soluzione di lidocaina all'1%. Non somministrare la soluzione di lidocaina EV.

Per amministrazione endovenosa

Il contenuto della fiala (1 g) viene sciolto in 9,6 ml di acqua per preparazioni iniettabili. Dopo la preparazione, 1 ml di soluzione contiene circa 100 mg di ceftriaxone. La soluzione viene iniettata lentamente nell'arco di 2-4 minuti.

Sciogliere 2 g di Ceftriaxone in 40 ml di acqua sterile per preparazioni iniettabili o una delle soluzioni per infusione che non contengono calcio (soluzione di cloruro di sodio allo 0,9%, soluzione di destrosio al 2,5%, 5% o 10%, soluzione di levulosio al 5%, soluzione di destrano al 6% in destrosio)... La soluzione viene iniettata entro 30 minuti..

Effetto collaterale

Reazioni allergiche: orticaria, brividi o febbre, eruzione cutanea, prurito; raramente - broncospasmo, eosinofilia, eritema multiforme essudativo (inclusa la sindrome di Stevens-Johnson), malattia da siero, shock anafilattico.

Dall'apparato digerente: nausea, vomito, diarrea o costipazione, flatulenza, dolore addominale, disturbi del gusto, stomatite, glossite, enterocolite pseudomembranosa, disfunzione epatica (aumento dell'attività delle transaminasi epatiche, meno spesso fosfatasi alcalina o bilirubina, ittero colestatico di gallitemia) (sindrome dei "fanghi"), disbiosi.

Dal sistema ematopoietico: anemia, leucopenia, leucocitosi, neutropenia, granulocitopenia, linfopenia, trombocitosi, trombocitopenia, anemia emolitica, ipocoagulazione, diminuzione della concentrazione dei fattori di coagulazione della fiamma (II, VII, IX, X), prolungamento del tempo di protrombina.

Dal sistema urinario: compromissione della funzionalità renale (azotemia, aumento dell'urea ematica, ipercreatininemia, glucosuria, cilindruria, ematuria), oliguria, anuria.

Reazioni locali: flebite, indolenzimento lungo la vena, indolenzimento e infiltrazione nel sito di iniezione intramuscolare.

Altri: mal di testa, vertigini, sangue dal naso, candidosi, superinfezione.

Controindicazioni per l'uso

  • ipersensibilità a ceftriaxone e altre cefalosporine, penicilline, carbapenemi.

Il farmaco è prescritto con cautela per NUC, per violazioni della funzionalità epatica e renale, per enterite e colite associate all'uso di farmaci antibatterici; neonati prematuri e neonati con iperbilirubinemia.

Applicazione durante la gravidanza e l'allattamento

L'uso del farmaco durante la gravidanza è possibile solo nei casi in cui il beneficio previsto per la madre superi il potenziale rischio per il feto, perché il ceftriaxone attraversa la barriera placentare.

Se è necessario utilizzare il farmaco durante l'allattamento, il problema di interrompere l'allattamento deve essere risolto. il ceftriaxone viene escreto nel latte materno.

Domanda di violazioni della funzionalità epatica

Con simultanea grave insufficienza renale ed epatica, nei pazienti in emodialisi, la concentrazione plasmatica del farmaco deve essere regolarmente determinata.

Con un trattamento a lungo termine, è necessario monitorare regolarmente gli indicatori dello stato funzionale del fegato..

In rari casi, con l'ecografia della cistifellea, si nota l'oscuramento, che scompare dopo la fine del trattamento (anche se questo fenomeno è accompagnato da dolore nell'ipocondrio destro, si raccomanda di continuare a prescrivere un antibiotico e condurre un trattamento sintomatico).

Domanda di funzionalità renale compromessa

Il farmaco viene prescritto con cautela in caso di compromissione della funzionalità renale..

Con simultanea grave insufficienza renale ed epatica, nei pazienti in emodialisi, la concentrazione plasmatica del farmaco deve essere regolarmente determinata.

Con un trattamento a lungo termine, è necessario monitorare regolarmente gli indicatori dello stato funzionale dei reni..

istruzioni speciali

Con simultanea grave insufficienza renale ed epatica, nei pazienti in emodialisi, la concentrazione plasmatica del farmaco deve essere regolarmente determinata.

Con un trattamento a lungo termine, è necessario monitorare regolarmente il quadro ematico periferico, gli indicatori dello stato funzionale del fegato e dei reni.

In rari casi, con l'ecografia della cistifellea, si nota l'oscuramento, che scompare dopo la fine del trattamento (anche se questo fenomeno è accompagnato da dolore nell'ipocondrio destro, si raccomanda di continuare a prescrivere un antibiotico e condurre un trattamento sintomatico).

Durante il trattamento, l'alcol non deve essere consumato, poiché sono possibili effetti simili al disulfiram (arrossamento del viso, crampi nell'addome e nello stomaco, nausea, vomito, mal di testa, diminuzione della pressione sanguigna, tachicardia, mancanza di respiro).

Nonostante la raccolta dettagliata di anamnesi, che è la regola per altri antibiotici cefalosporinici, la possibilità di sviluppare shock anafilattico, che richiede una terapia immediata, non può essere esclusa: prima l'epinefrina viene somministrata per via endovenosa, quindi i corticosteroidi.

Studi in vitro hanno dimostrato che, come altri antibiotici cefalosporinici, il ceftriaxone è in grado di spostare la bilirubina associata all'albumina sierica. Pertanto, nei neonati con iperbilirubinemia e, soprattutto nei neonati prematuri, l'uso di Ceftriaxone richiede ancora maggiore cautela..

I pazienti anziani e debilitati possono aver bisogno di vitamina K.

Conservare la soluzione preparata a temperatura ambiente per non più di 6 ore o in frigorifero a una temperatura di 2-8 ° C per non più di 24 ore.

Overdose

In caso di sovradosaggio, l'emodialisi e la dialisi peritoneale non riducono la concentrazione del farmaco. Non esiste un antidoto specifico.

Trattamento sintomatico di sovradosaggio.

Interazioni farmacologiche

Il ceftriaxone, che sopprime la flora intestinale, interferisce con la sintesi della vitamina K..

Quando somministrato contemporaneamente a farmaci che riducono l'aggregazione piastrinica (FANS, salicilati, sulfinpirazone), aumenta il rischio di sanguinamento. Con l'appuntamento simultaneo con anticoagulanti, si nota un aumento dell'azione di quest'ultimo.

Con la somministrazione simultanea di diuretici "ad anello", aumenta il rischio di sviluppare un'azione nefrotossica.

Ceftriaxone e aminoglicosidi sono sinergici contro molti batteri gram-negativi.

Incompatibile con etanolo.

Le soluzioni di ceftriaxone non devono essere miscelate o somministrate contemporaneamente ad altri farmaci antimicrobici. Ceftriaxone non deve essere miscelato con soluzioni contenenti calcio.