Antibiotici per malattie degli organi ENT negli adulti

Gli antibiotici per le malattie ORL sono prescritti solo nel caso della natura batterica del processo patologico. Se la causa dello sviluppo della malattia è stata la penetrazione di funghi o virus nel corpo, la terapia antibatterica è considerata inappropriata. Oggi, la maggior parte delle persone cerca di evitare l'assunzione di farmaci antibatterici, ma se necessario, li prescrivono a se stessi. È l'uso ingiustificato di tali farmaci che ha portato al fatto che alcuni batteri hanno sviluppato resistenza agli antibiotici..

Affinché il trattamento dia risultati positivi e non danneggi la salute, tutte le misure terapeutiche devono essere eseguite in stretta conformità con le raccomandazioni mediche. Dovrebbe essere chiaro che solo uno specialista qualificato è in grado di selezionare i farmaci appropriati, dopo aver determinato il tipo di agente patogeno e determinato la sua sensibilità alle sostanze antibatteriche.

Gruppi di antibiotici e principio del loro uso

Gli agenti antibatterici più comunemente prescritti in otorinolaringoiatria appartengono ai seguenti gruppi farmacologici:

Tali farmaci sono battericidi e batteriostatici. I primi contribuiscono alla distruzione dei batteri a causa dell'effetto distruttivo sulle loro strutture cellulari vitali. Quest'ultimo sopprime la crescita e la riproduzione di microrganismi patogeni, consentendo al sistema immunitario di affrontare autonomamente l'infezione.

Un antibiotico è una medicina piuttosto seria, quindi la sua nomina dovrebbe essere effettuata in conformità con alcuni principi:

  1. Un otorinolaringoiatra o terapeuta dovrebbe prescrivere una terapia antibiotica per le malattie degli organi ENT..
  2. Alla prima visita del paziente, dovrebbe essere eseguita la prescrizione empirica di antibiotici, basata esclusivamente sui reclami del punteggio, sulla conoscenza della sensibilità naturale dei batteri e sui dati epidemiologici sulla resistenza dei microrganismi patogeni nella regione. Inoltre, viene condotto uno studio per la presenza di batteri patogeni e la loro sensibilità agli effetti di sostanze antibatteriche..
  3. Se necessario, dopo aver ricevuto i risultati dei test per la suscettibilità dei patogeni, il trattamento viene adattato.
  4. In assenza di dinamiche positive sullo sfondo dell'assunzione di un antibiotico, il farmaco viene sostituito con un farmaco più adatto. Possono anche essere prescritti test diagnostici ripetuti..
  5. Il trattamento antibiotico viene effettuato entro 7-10 giorni. Il corso terapeutico deve essere completato fino alla fine, senza interruzione prematura del trattamento.
  6. Quando si prescrivono antibiotici, è necessario tenere conto della storia precedente dell'uso di tali farmaci.

È molto importante informare in anticipo il medico curante in merito alla somministrazione concomitante di farmaci, poiché alcuni agenti antibatterici sono incompatibili con altri farmaci.

Terapia antibatterica per otite media

Il termine otite media si riferisce a un processo infiammatorio localizzato in uno dei reparti dell'orecchio. Il processo patologico può essere sia di natura virale che fungina e batterica. Le medicine in presenza di otite media vengono selezionate tenendo conto del tipo di agente patogeno, delle manifestazioni cliniche della malattia e delle caratteristiche individuali del corpo del paziente. Gli antibiotici sono usati nei casi di infiammazione acuta e cronica, nonché nel corso dell'otite esterna maligna.

Vale la pena notare che la maggior parte dell'otite media, nelle fasi iniziali dello sviluppo, risponde bene al trattamento senza l'uso di antibiotici. Di norma, gli specialisti prescrivono tali farmaci se i sintomi dolorosi persistono per 24 ore.

Con l'otite media, il più delle volte, si consiglia di assumere farmaci come:

  1. L'amoxicillina è un antibiotico semisintetico ad ampio spettro. Mostra attività contro i batteri gram-positivi e gram-negativi. Il farmaco ha un pronunciato effetto antinfiammatorio e antimicrobico, non produce un effetto terapeutico nelle infezioni virali.
  2. L'amoxicillina / acido clavulanico è un farmaco combinato con un ampio spettro di attività. Come suggerisce il nome, la principale caratteristica distintiva di questo agente dalla precedente è che due componenti agiscono contemporaneamente come sostanze attive. Insieme, forniscono un pronunciato effetto antibatterico, hanno un effetto dannoso sull'attività vitale dei batteri aerobici gram-positivi e aerobici gram-negativi. Il farmaco viene attivamente utilizzato nella pratica ORL per vari processi infiammatori, nonché per le malattie infettive del tratto respiratorio inferiore, le infezioni della pelle e dei tessuti molli.

La durata dell'uso di questi farmaci può variare da 3 a 7 giorni, a seconda della gravità del processo patologico.

Trattamento sinusite

La sinusite è una delle malattie più comuni in otorinolaringoiatria, caratterizzata da infiammazione della mucosa dei seni paranasali. La malattia è accompagnata dalla formazione di essudato patologico nei seni paranasali, nonché da dolore intenso, respirazione nasale compromessa e intossicazione generale del corpo. Molto spesso, le malattie non completamente curate della genesi virale agiscono come provocatori dello sviluppo della patologia. In considerazione di ciò, la necessità di prescrivere una terapia antibiotica deve essere attentamente analizzata..

Nella maggior parte dei casi, l'aggiunta di un'infezione batterica si verifica nel corso di ARVI, sullo sfondo di ciò si presenta una nuova ondata di sintomi dolorosi.

Per il trattamento della sinusite, viene data preferenza a tali farmaci antibatterici:

  1. L'azitromicina è un farmaco antibatterico ad ampio spettro che produce un effetto batteriostatico. Quando si creano alte concentrazioni del farmaco nel fuoco dell'infiammazione, ha un effetto battericida.
  2. Cefepim è un agente antimicrobico destinato all'uso sistemico. Possiede un ampio spettro di attività. Promuove l'inibizione della sintesi di enzimi della parete cellulare batterica.
  3. Imipenem è un antibiotico ad ampio spettro, efficace contro i batteri patogeni gram-negativi e gram-positivi.
  4. Cefotaxime è un agente semisintetico appartenente al gruppo delle cefalosporine di 3 generazione. Il farmaco è attivo contro la maggior parte dei ceppi di batteri resistenti a penicillina, sulfamidici, aminoglicosidi.

Di norma, le compresse antibatteriche vengono utilizzate per trattare i processi infiammatori che colpiscono gli organi dell'udito. È questa forma di rilascio che è considerata la più conveniente.

Il corso di utilizzo di tali farmaci non deve superare i 10 giorni. In assenza di un effetto positivo sullo sfondo della loro assunzione, la terapia deve essere adattata.

L'uso di antibiotici per tonsillite e faringite

La faringite è una malattia infiammatoria della mucosa e del tessuto linfoide della faringe. La tonsillite è un'infiammazione delle tonsille che si verifica a seguito della penetrazione di un'infezione da streptococco o virale.

Gli antibiotici per tali malattie ORL negli adulti sono prescritti per i seguenti scopi:

  • ridurre la gravità delle manifestazioni cliniche;
  • prevenire lo sviluppo di complicazioni reumatiche;
  • ridurre il rischio di un processo purulento;
  • prevenire la diffusione dell'infiammazione negli organi e nei tessuti adiacenti.

La necessità di una terapia antibatterica è determinata dalla presenza dei seguenti sintomi:

  • sensazioni dolorose e gonfiore nell'area dei linfonodi;
  • aumento della temperatura;
  • l'aspetto di una placca bianca sulle tonsille.

Nel trattamento di processi acuti e ricorrenti, vengono utilizzate benzatina, fenossimetilpenicillina, benzilpenicillina. In alternativa, è possibile utilizzare cefalossina, amoxicillina, clavulanato.

La durata del trattamento con tali farmaci è di 7-14 giorni, a seconda della gravità del processo patologico.

Antibiotici per epiglottite

L'epiglottite è un'infezione dell'epiglottide e dei tessuti circostanti. Quando il processo viene trascurato, esiste la possibilità di sviluppare un'ostruzione delle vie aeree. La malattia è di natura batterica, quindi il trattamento si basa quasi sempre sull'uso di agenti antibatterici.

Con una malattia di questo tipo, vengono prescritti i seguenti farmaci: Cefotaxime, Ceftriaxone, Amoxicillin, Ampicillin.

Se, sullo sfondo del processo patologico, si osserva la formazione di ascessi nella laringe, al paziente viene prescritto un trattamento chirurgico basato sull'apertura degli ascessi, seguito dall'evacuazione del pus.

Precauzioni antibiotiche

È importante capire che gli antibiotici nel trattamento delle malattie ORL negli adulti hanno un effetto dannoso non solo sui patogeni, ma anche sui batteri benefici. In modo particolarmente aggressivo tali farmaci influenzano la microflora intestinale, quindi, al fine di evitare lo sviluppo di disbiosi, i probiotici dovrebbero essere usati in parallelo. Tali fondi consentono di garantire l'equilibrio dei batteri necessari, avvolgere l'intestino, ridurre al minimo il rischio di disturbi della microflora.

Di norma, insieme alla terapia antibiotica, si raccomanda di assumere Linex, Normoflorin o Acipol.

Inoltre, va tenuto presente che tutti gli antibiotici influenzano le condizioni del fegato, quindi, durante il trattamento con tali farmaci, si dovrebbe aderire a una certa dieta che esclude l'uso di:

  • cibi grassi;
  • cibi in salamoia e fritti;
  • piatti piccanti;
  • bevande alcoliche e al caffè;
  • carni affumicate.

In caso di malattie degli organi ENT, è necessario contattare sicuramente uno specialista qualificato. È importante capire che l'uso analfabeta di qualsiasi farmaco, e ancor più di quelli antibatterici, può aggravare significativamente il decorso della malattia. Inoltre, non dobbiamo dimenticare l'impatto negativo di tali fondi sull'organismo nel suo insieme. Non è necessario impegnarsi in una terapia di auto-prescrizione, poiché solo un medico può dire quali antibiotici saranno più adatti e se è necessario per il loro uso.

Seguire le raccomandazioni mediche ti consente di sbarazzarti di una fastidiosa malattia molto più velocemente.

Terapia antibiotica per infezioni acute degli organi ENT

* Fattore di impatto per il 2018 secondo RSCI

La rivista è inclusa nell'elenco delle pubblicazioni scientifiche peer-reviewed della Commissione per le attestazioni superiori.

Leggi nel nuovo numero

MC dell'Ufficio del Presidente della Federazione Russa, Mosca

Le malattie infettive degli organi ENT sono un gruppo molto ampio di malattie infiammatorie, ognuna delle quali una persona soffre più volte nella sua vita. Questo gruppo comprende malattie infiammatorie dei seni paranasali (rinosinusite), faringe e tonsille (tonsillofaringite, tonsillite) e orecchio medio (otite media). Il significato di queste malattie è determinato dalla loro estrema prevalenza, specialmente durante l'infanzia. Ad esempio, negli Stati Uniti vengono segnalati ogni anno 31 milioni di casi di rinosinusite acuta (ARS). Secondo i dati stimati, 10 milioni di persone trasportano ogni anno l'LDP in Russia, ma questa cifra sembra troppo bassa, poiché tiene conto solo di forme manifeste gravi. Secondo il National Center for Disease Statistics negli Stati Uniti, le spese relative alla diagnosi e al trattamento dell'ARS nel 1996 ammontavano a $ 5,8 miliardi..

L'otite media acuta (AOM) è una delle malattie infantili più comuni. All'età di tre anni, il 71% dei bambini soffre di NDE e nei primi 7 anni di vita, fino al 95% dei bambini ha una storia di almeno un episodio di questa malattia [10,11]. Secondo l'HMO (Health Maintenance Organization), il 48% dei bambini ha episodi singoli di otite media acuta perforata o non perforata nei primi 6 mesi di vita o più di 2 episodi in 12 mesi di vita.

Non ci sono informazioni esatte sulla prevalenza di angina e tonsillofaringite acuta (ATP), ma è chiaro che queste sono anche una delle malattie infettive più comuni nell'uomo. Negli adulti, la sconfitta delle tonsille palatine è tipica, nei bambini l'adenoidite è più comune: l'infiammazione della tonsilla faringea. Nella prima infanzia (fino a 3 anni) e nella vecchiaia (dopo 50 anni) l'incidenza dell'angina è più bassa, che è associata, rispettivamente, all'imperfezione dell'età o all'involuzione correlata all'età del tessuto linfoide della faringe.

La patogenesi di ARS, CCA e OTF si basa su una reazione infiammatoria, che di solito si sviluppa sullo sfondo dell'infezione virale respiratoria acuta (ARVI). L'infezione virale della mucosa è la prima fase della malattia. Gli studi che utilizzano la tomografia computerizzata e la risonanza magnetica hanno dimostrato che nel 90% dei pazienti con infezioni virali respiratorie acute, l'infiammazione catarrale della mucosa si sviluppa nei seni paranasali, c'è un ristagno di secrezioni [6]. Ciò significa in realtà che la sinusite catarrale di eziologia virale, insieme a rinite, laringite e laringotracheite, è una delle manifestazioni tipiche dell'ARVI. Tuttavia, solo il 2% dei pazienti sviluppa un'infiammazione purulenta secondaria causata dall'aggiunta di un'infezione batterica, le cui condizioni sorgono nella mucosa danneggiata dal virus. In condizioni di trasporto mucociliare normalmente funzionante, i batteri non sono in grado di contattare le cellule epiteliali della cavità nasale per un tempo sufficientemente lungo. Quando il virus è infetto, le ciglia della mucosa non possono funzionare a piena forza e il tasso di trasporto mucociliare è significativamente ridotto. In condizioni di ristagno della secrezione e una diminuzione della pressione parziale dell'ossigeno nei seni paranasali, vengono create condizioni ottimali per lo sviluppo di un'infezione batterica.

Streptococcus pneumoniae e Haemophilus influenzae sono considerati i principali agenti causali di ARS: sono seminati dai seni paranasali in circa il 70-75% dei pazienti [2,6]. Tra gli altri agenti patogeni, vengono chiamati Moraxella catarrhalis, Staphilococcus aureus, Streptococcus pyogenes, Streptococcus viridans, ecc. I batteri anaerobici vengono rilevati nella sclerosi multipla nel 4-11% dei casi, e i principali sono streptococchi anaerobici. Tuttavia, lo spettro dei patogeni ARS può variare in modo significativo a seconda delle condizioni geografiche, socio-economiche e di altro tipo..

Un meccanismo simile è alla base della patogenesi della CCA e il ruolo principale nello sviluppo della malattia è giocato dalla pervietà alterata del tubo uditivo. Porta alla creazione di una pressione negativa nella cavità timpanica e allo stravaso di liquidi. L'essudato risultante è inizialmente sterile, ma dopo che i batteri patogeni entrano nella cavità timpanica, diventa infiammatorio. I risultati di uno studio microbiologico del punteggiato della cavità timpanica indicano che, come nell'ARS, i principali agenti causali della CCA sono Streptococcus pneumoniae e Haemophilus influenzae - precisamente quei microrganismi, vari ceppi dei quali popolano il rinofaringe nella maggior parte dei bambini. Questi due microrganismi rappresentano circa il 60% dei patogeni batterici [7,11]. Moraxella catarrhalis (3-10%), Streptococcus pyogenes (2-10%), Staphylococcus aureus (1–5%) vengono seminati meno frequentemente. Circa il 20% delle colture dalla cavità timpanica è sterile. Una parte significativa dell'ACC ha un'eziologia virale. Il Mycoplasma pneumoniae, che, in particolare, può causare miringite emorragica bollosa, Chlamydia trachomatis e Chlamydophila pneumoniae, può svolgere un ruolo nell'eziologia della CCA..

Circa il 70% dell'ATP è causato da virus (rinovirus, coronavirus, virus respiratorio sinciziale, adenovirus, influenza e virus della parainfluenza), di cui i rinovirus sono l'agente causale più comune. Il principale agente causale batterico dell'angina e dell'OTF è lo streptococco di gruppo A b-emolitico (GABHS), la cui presenza è confermata in circa il 31% dei pazienti [9]. Tra gli altri possibili agenti patogeni, sono citati streptococchi emolitici di altri gruppi, Staphylococcus aureus, enterobatteri, Haemophilus influenzae.

Esistono diverse forme specifiche di TFT, tra cui le seguenti sono importanti. L'epiglottite acuta è un'infiammazione del tessuto linfoide dell'epiglottide. L'agente causale della malattia è più spesso Haemophilus influenzae di tipo B, meno spesso S. pneumoniae, S. aureus e un certo numero di altri agenti patogeni. La malattia si manifesta con febbre alta, mal di gola grave e talvolta difficoltà a respirare. Se osservato con uno specchio laringeo o un endoscopio, è visibile un'epiglottide edematosa nettamente ingrandita, sotto la mucosa, sono spesso visibili focolai di formazione di ascessi. Nei casi più gravi, un'epiglottide fortemente ingrandita occupa l'intero lume della laringofaringe e porta allo sviluppo di stenosi laringea, che può richiedere tracheostomia.

L'angina delle creste faringee laterali (tubofaringee) si sviluppa spesso in persone che sono state precedentemente sottoposte a tonsillectomia. In questo caso, c'è un'iperplasia compensativa delle creste tubofaringee, che combinano le tonsille tubulari e gli accumuli di tessuto linfoide nelle pareti laterali della faringe, che sono brillantemente iperemiche, edematose durante l'infiammazione e contengono piccoli ascessi che sono visibili attraverso la mucosa. Il quadro clinico non differisce quasi dal solito mal di gola, ad eccezione della caratteristica irradiazione del dolore nelle orecchie a causa del coinvolgimento delle tonsille.

Adenoidite - l'infiammazione della tonsilla faringea si verifica di solito nei bambini e si manifesta con difficoltà nella respirazione nasale, drenaggio delle secrezioni mucopurulente lungo la parte posteriore della faringe, linfoadenite cervicale. La rinoscopia posteriore o, più precisamente, l'endoscopia del rinofaringe consente di stabilire la diagnosi corretta.

Gli obiettivi principali del trattamento per le infezioni degli organi ENT sono:

  • diminuzione della durata e della gravità dei sintomi della malattia;
  • prevenzione dello sviluppo di complicanze (orbitale, intracranica, febbre reumatica, flemmone e ascessi);
  • eradicazione dell'agente patogeno.

Da questo punto di vista, il principale metodo di trattamento delle infezioni ENT è la terapia antibiotica sistemica, che si basa sulla conoscenza di agenti patogeni tipici o sul test della sensibilità di una cultura di specifici microrganismi isolati dal seno, dalla faringe o dalla cavità dell'orecchio medio colpiti. Sebbene la ricerca microbiologica abbia un ruolo nella selezione dell'antibiotico ottimale, nella maggior parte dei casi questa scelta è empirica. La scelta di un antibiotico mirato a uno specifico patogeno identificato durante la ricerca batteriologica non garantisce affatto il successo a causa dell'alta probabilità che la microflora "percorso" entri nel materiale in esame durante il campionamento del materiale [2]. Inoltre, il quadro clinico delle infezioni moderate e gravi impone la necessità di una somministrazione sistemica di antibiotici senza attendere i risultati di uno studio microbiologico, che richiede diversi giorni..

La batterioscopia diretta può, in una certa misura, suggerire il tipo di agente patogeno. La presenza di catene o coppie di piccoli cocchi gram-positivi nella preparazione indica che il probabile agente causale è streptococco (pneumococco), grandi cocchi gram-positivi - stafilococco. Il rilevamento di batteri gram-negativi di solito indica la presenza di un bacillo emofilo, vari microrganismi - a proposito di un'infezione mista aerobica-anaerobica. Quando si sceglie un farmaco antibatterico, la sensibilità ad esso dei patogeni tipici della malattia: la polmonite da S. e la H. influenzae è di fondamentale importanza. La crescente resistenza di questi microrganismi a molti importanti antibiotici negli ultimi anni è un grave problema nella terapia antibiotica razionale delle infezioni batteriche. Già, quasi il 5% dei ceppi di H. influenzae in Russia non è sensibile alle penicilline non protette [3].

Rinosinusite acuta L'efficacia e la fattibilità della terapia antibiotica per l'ARS sono spesso discusse criticamente e gli studi controllati con placebo sono spesso contrastanti. Ciò è dovuto a due fattori principali:

  • eziologia prevalentemente virale della malattia;
  • una marcata tendenza al recupero spontaneo.

Due studi recenti non hanno riscontrato differenze statisticamente significative tra la doxiciclina e il placebo e l'amoxicillina e il placebo per il trattamento dell'ARS. Nell'ultimo di questi studi, l'efficacia clinica dell'amoxicillina è stata dell'83% e il placebo del 77% [8]. A questo proposito, si ritiene che non tutte le ARS siano sottoposte a trattamento antibiotico, ma solo le loro forme moderate e gravi. Poiché ulteriori metodi di ricerca (RG, CT, ultrasuoni e diafanoscopia) non consentono di differenziare le lesioni virali e batteriche del SNP e non sono indicatori della gravità della malattia, delle condizioni generali e dei reclami del paziente, dell'anamnesi e della presenza di secrezione purulenta in passaggi nasali.

Da un punto di vista clinico, i segni di ARS causati da agenti patogeni tipici (S. pneumoniae e H. influenzae) sono la presenza di livelli di liquidi sulla radiografia, una diminuzione del senso dell'olfatto e il buon effetto della terapia tradizionale. Le caratteristiche distintive dell'ARS causate da altri microrganismi sono la presenza di secrezioni maleodoranti dal naso, una diminuzione totale della pneumatizzazione del SNP sul roentgenogramma e una dinamica positiva più lenta dell'immagine a raggi X sullo sfondo del trattamento [5].

L'esame microbiologico del contenuto dei seni paranasali non rivela sempre il vero agente causale dell'ARS e i risultati degli studi di sensibilità in vitro sul microrganismo identificato non sono sempre correlati all'efficacia clinica di specifici antibiotici. Le ragioni di ciò possono essere un significativo aumento dell'attività antibatterica a causa dell'effetto unidirezionale dell'antibiotico e del suo metabolita e della capacità del farmaco di raggiungere intenzionalmente concentrazioni battericide nel sito di infezione. Queste qualità sono caratteristiche degli antibiotici macrolidi, in particolare della claritromicina, la cui efficacia clinica supera significativamente i risultati dei test di sensibilità di laboratorio..

Tenendo conto dello spettro dei patogeni tipici e dei dati russi sulla loro resistenza agli antibiotici, l'amoxicillina è il farmaco di prima scelta per l'ARS. La dose adeguata per gli adulti è di 3-3,5 g / giorno, per i bambini - 80-90 mg / kg / giorno; la dose giornaliera è divisa in tre dosi, indipendentemente dal cibo. L'effetto della terapia antibiotica empirica deve essere monitorato e il criterio di efficacia è, prima di tutto, la dinamica delle principali manifestazioni cliniche della malattia (mal di testa, secrezione, congestione nasale) e le condizioni generali del paziente. In assenza di un evidente effetto clinico dopo tre giorni, l'amoxicillina deve essere sostituita con un antibiotico attivo contro pneumococchi resistenti alla penicillina e ceppi di Haemophilus influenzae che producono β-lattamasi. In questo caso, se il trattamento viene eseguito in regime ambulatoriale, amoxicillina-clavulanato viene prescritto per via orale. Per i bambini piccoli, il farmaco viene prescritto sotto forma di polvere per preparare una sospensione. Un'altra opzione di trattamento sono le cefalosporine, in particolare il cefuroxime axetil.

Oltre all'amoxicillina e alle cefalosporine, i macrolidi moderni possono essere utilizzati nel trattamento dell'ARS, ad esempio la claritromicina (Fromilid), che è il farmaco di scelta per l'intolleranza ai farmaci penicillinici, quando le cefalosporine non possono essere prescritte a causa della possibilità di allergia crociata. Studi recenti mostrano che la claritromicina non è in alcun modo inferiore alle penicilline e alle cefalosporine protette in termini di efficacia clinica ed eradicazione del patogeno batterico. Inoltre, è stato scoperto che la claritromicina ha proprietà immunostimolanti. In particolare, aumenta l'attività fagocitaria dei neutrofili e dei macrofagi, aumenta la degranulazione dei fagociti, l'attività battericida dei leucociti e aumenta anche l'attività dei T-killer.

La claritromicina ha un effetto antinfiammatorio locale, dovuto all'inibizione della produzione di citochine, a una diminuzione dell'ipersecrezione di muco e espettorato nel tratto respiratorio e alla viscosità dell'espettorato. Queste proprietà della claritromicina possono avere un effetto aggiuntivo (oltre all'antibatterico) nel trattamento delle infezioni croniche del tratto respiratorio superiore, come otite media, sinusite.

Nella maggior parte degli studi, la claritromicina è ben tollerata. Secondo i dati di sintesi degli studi controllati, durante il trattamento con claritromicina, sono stati osservati eventi avversi nel 19,6% dei pazienti, tra cui nausea (3%), diarrea (3%), dispepsia (2%), dolore addominale (2%), mal di testa dolore (1%). Studi comparativi hanno dimostrato che l'incidenza di effetti collaterali quando si usa claritromicina è stata la stessa con azitromicina, roxitromicina, amoxicillina e meno rispetto all'eritromicina..

Fromilide (claritromicina) è disponibile in compresse per somministrazione orale (250 e 500 mg) Negli adulti con tonsillofaringite acuta, la claritromicina è prescritta per via orale alla dose di 250 mg ogni 12 ore; la durata del trattamento è di 10 giorni. Per la sinusite più grave, così come l'infezione sospetta o documentata causata da H. influenzae, si consiglia di aumentare la dose di claritromicina a 500 mg ogni 12 ore Nei bambini, la claritromicina è prescritta al tasso di 7,5 mg / kg 2 volte al giorno.

Se il paziente è ricoverato in ospedale e la via di somministrazione intramuscolare è preferibile, è possibile prescrivere un antibiotico protetto da inibitore del gruppo penicillina - ampicillina - sulbactam o cefalosporine: cefotaxime o ceftriaxone. I farmaci ottimali per la somministrazione endovenosa sono amoxicillina-clavulanato, claritromicina e cefalosporine.

I farmaci di seconda scelta, che sono prescritti in caso di inefficacia del primo ciclo di terapia anbiotica, sono attualmente fluorochinoloni di III - IV generazione: levofloxacina, moxifloxacina, sparfloxacina. Lo spettro di azione antimicrobica di questo gruppo di farmaci è adattato al massimo agli agenti patogeni delle infezioni da URT e la loro efficienza batteriologica calcolata si avvicina al 100%, come confermato dagli studi condotti in Russia. Lo sviluppo di nuovi fluorochinoloni ha eliminato la mancanza di I - II farmaci di generazione - bassa efficacia contro la polmonite da S., che è caratteristica, in particolare, della ciprofloxacina. Il principale effetto collaterale dei fluorochinoloni di III - IV generazione è il loro effetto negativo sul tessuto connettivo e cartilagineo in crescita, pertanto questi farmaci sono controindicati nei bambini e negli adolescenti. In questa situazione, i moderni antibiotici macrolidi diventano nuovamente farmaci di seconda linea in pazienti di età inferiore ai 16 anni..

Otite media acuta. Non tutte le forme di CCA richiedono una prescrizione antibiotica, poiché con un decorso semplice di questa malattia, l'80-90% dei bambini guarisce senza terapia antibiotica. In questi casi, è sufficiente la nomina di analgesici, farmaci topici, procedure termiche, servizi igienici e anemizzazione della mucosa nasale. Con una diminuzione della temperatura, una diminuzione del dolore all'orecchio e sintomi di intossicazione, puoi limitarti a una terapia sintomatica. I pazienti con CCA che non ricevono terapia antibiotica sistemica devono essere monitorati da un medico in modo che, in assenza di miglioramento clinico entro le prime 24-48 ore, sia possibile rivalutare e adeguare il trattamento di conseguenza. È obbligatorio prescrivere antibiotici in tutti i casi di CCA nei bambini di età inferiore ai due anni (con una diagnosi otoscopicamente confermata!), Nonché nei pazienti con condizioni di immunodeficienza [1]. Il trattamento antibiotico riduce il rischio di mastoidite e complicanze intracraniche di CCA.

Come con l'ARS, la scelta iniziale di antibiotico per CCA è di solito empirica. Il protocollo standard per la terapia antimicrobica fornito in molte linee guida cliniche non differisce molto da quanto è stato detto per il trattamento dell'ARS. Tenendo conto dei patogeni tipici e dei dati russi sulla resistenza agli antibiotici, l'amoxicillina è il farmaco di prima scelta per l'ACC. La dose adeguata per i bambini è di 80–90 mg / kg / giorno, per gli adulti - 3–3,5 g / giorno, suddivisa in tre dosi, indipendentemente dal cibo. In assenza di un effetto clinico sufficiente dopo tre giorni, l'amoxicillina deve essere cambiata in un antibiotico attivo contro i pneumococchi con un alto livello di resistenza alla penicillina e ceppi di Haemophilus influenzae che producono b-lattamasi: o amoxicillina-clavulanato o cefalosporine (cefuroxima / axetilone al giorno o in tre giorni).

Tonsillofaringite / tonsillite acuta. La terapia antibiotica per queste malattie ha i seguenti obiettivi:

  • diminuzione della gravità dei sintomi della malattia e della sua durata;
  • ridurre il rischio di sviluppare la febbre reumatica;
  • riduzione della frequenza delle complicanze purulente (paratonsillite, flemmone del collo);
  • prevenzione della diffusione dell'infezione da streptococco.

I pazienti con mal di gola, naso che cola, tosse, congestione della gola e mancanza di febbre di solito hanno un'infezione virale che non richiede antibiotici. La decisione sulla nomina di terapia antibiotica empirica sistemica per OTF si basa sulla presenza di quattro criteri clinici principali della malattia: placca sulle tonsille, dolore dei linfonodi cervicali, febbre e assenza di tosse. Ai pazienti con OTF essudativo, febbre e linfoadenite cervicale in assenza di tosse (3-4 segni citati) viene mostrata una prescrizione antibiotica sistemica a causa dell'alta probabilità di infezione da GABHS. In presenza di 1 o 2 dei segni citati, la terapia antibiotica è prescritta solo con un risultato positivo di uno studio di cultura o una risposta positiva di un'analisi espressa. L'ultimo metodo per diagnosticare l'infezione da GABHS si basa sull'identificazione dell'antigene streptococcico negli strisci dalla faringe mediante estrazione enzimatica o acida dell'antigene, seguita dalla sua agglutinazione, dimostrando la formazione di un complesso "antigene-anticorpo".

La terapia antibatterica per OTF è finalizzata all'eradicazione del principale agente causale di tonsillite e complicanze metatonsillari - GABHS. Il farmaco di scelta è la fenossimetilpenicillina [4,12], i cui vantaggi sono uno spettro d'azione ristretto e mirato, una buona tolleranza, un effetto minimo sulla normale microflora del tratto gastrointestinale e un prezzo basso. In caso di tonsillite / OPT ricorrenti, si raccomanda di iniziare il trattamento con antibiotici amoxicillina-clavulanato o macrolidi (azitromicina, claritromicina, midecamicina), che forniscono almeno una percentuale non inferiore di eradicazione del patogeno. L'eradicazione del GABHS è di solito ottenuta mediante somministrazione orale di cefalosporine, tuttavia uno spettro d'azione più ampio e un effetto più forte sulla normale microflora intestinale li collocano nella categoria dei farmaci alternativi. In caso di inefficacia clinica del primo ciclo di terapia antibiotica empirica, sono necessari l'esame microbiologico dei tamponi della gola e la determinazione della sensibilità del patogeno identificato. Con gravi sintomi clinici e sintomi di intossicazione, è indicata la somministrazione parenterale di antibiotici.

È noto che GABHS non causa più di un terzo dell'ATP e la sua presenza nella faringe non è sempre correlata alla gravità del quadro clinico. Solo nel 30-50% delle persone l'identificazione microbiologica di GABHS nella faringe è confermata da manifestazioni cliniche. A questo proposito, l'American Academy of Pediatric Infezione non raccomanda cicli ripetuti di terapia antibiotica per i pazienti in cui il GABHS viene inoculato dalla gola. Le uniche eccezioni sono i bambini con una storia familiare gravata di reumatismi [12]. La varietà di forme di malattie infiammatorie della faringe e dei loro agenti causali rende la prescrizione di farmaci con uno spettro più ampio di azione antimicrobica rispetto a quella della penicillina, principalmente macrolidi moderni (claritromicina).

Il trattamento del mal di gola laringeo (epiglottite) richiede un'attenzione speciale. Per prevenire lo sviluppo della stenosi laringea è necessario il ricovero urgente e la somministrazione parenterale di cefalosporine (cefotaxime, ceftriaxone) o amoxicillina-clavulanato. In presenza di evidente formazione di ascessi dell'epiglottide (è confermata dalla laringoscopia indiretta), è necessario aprire l'ascesso con un coltello laringeo.

1. Kosyakov S.Ya., Lopatin A.S. Principi moderni di trattamento dell'otite media acuta, otite media acuta prolungata e ricorrente. RMJ 2002; 10, n. 20: 903–909.

2. Lopatin A.S. Malattie infiammatorie acute dei seni paranasali. Manuale del medico ambulatoriale 2002; # 1: 29–32.

3. Strachunsky L.S., Kamanin E.I., Tarasov A.A. L'effetto della resistenza agli antibiotici sulla scelta dei farmaci antimicrobici in otorinolaringoiatria. Consilium Medicum 2002: 3, # 8: 352–357.

4. Strachunsky L.S., Kozlov S.N. Terapia antimicrobica moderna. Una guida per i medici. CD. - 2002.

5. Tarasov A.A. Caratteristiche del quadro clinico e motivazione della scelta degli antibiotici nella sinusite batterica acuta di varie eziologie. Estratto dell'autore. dis. Cand. miele. scienze. Smolensk, 2003.

6. Linee guida per il trattamento antimicrobico per la rinosinusite batterica acuta / seno e partenariato allergico. Otolaryngol. Head Neck Surg 2000; 123, N1, parte 2: S1 - S32.

7. Bergeron MG, Ahroheim C, Richard JE et al. Efficacia comparativa di eritromicina - sulfisoxazolo e cefaclor nell'otite media acuta: uno studio randomizzato in doppio cieco. Pediatr Infect Dis J 1987; 6: 654-660.

8. van Buchem FL, Knottnerus JA, Schrijnemaekers VJ, Peeters MF. Studio randomizzato, randomizzato e controllato con placebo, di trattamento antibiotico nella sinusite mascellare acuta. Lancet 1997; 349: 683-687.

9. Dagnelie CF. Mal di gola in medicina generale. Uno studio diagnostico e terapeutico. Tesi. Rotterdam, 1994.

10. Daly KA, Brown JE, Lindgren BR et al. Epidemiologia dell'insorgenza dell'otite media entro i sei mesi di età. Pediatria 1999; 103: 1158-66.

11. Healy GB. Otite media e versamenti dell'orecchio medio. In: Ballenger JJ, Snow JB, Ed. Otorinolaringoiatria: Chirurgia della testa e del collo. 15a edizione. Baltimora: Williams & Wilkins, 1996: 1003-1009.

12. Principi dell'uso appropriato di antibiotici per la faringite acuta negli adulti: Contesto. Ann Emerg Med 2001; 37: 711-719.

Antibiotici per influenza e raffreddore

È importante quando bere antibiotici per il raffreddore

Per essere determinati, è necessario comprendere in che modo la diagnosi di ARI differisce da ARVI.

L'ARI sta per malattia respiratoria acuta.

Questa è la diagnosi iniziale, che può essere fatta da un medico di emergenza o di emergenza. Cioè, prima che vengano effettuati ulteriori studi per chiarire la localizzazione del processo infiammatorio e la natura del patogeno. L'ARI può essere di natura virale, fungina e batterica.

L'ARVI è chiamata infezione virale acuta che colpisce il tratto respiratorio.

Può essere causato da virus influenzali, parainfluenza, adenovirus, coronavirus, infezione respiratoria sinciziale. Inoltre, il processo infiammatorio può essere associato a una flora mista (virale-micoplasma, una combinazione di diversi virus o una combinazione di virus e batteri). Forse un corso complicato di ARVI con attivazione del serbatoio secondario. flora e l'aggiunta di bronchite, polmonite, faringite, sinusite. In tali casi, sono prescritti necessariamente, come terapia etiotropica volta a distruggere il patogeno batterico.

Cioè, gli antibiotici per l'influenza e il raffreddore sono prescritti per casi gravi per prevenire complicanze batteriche o per casi moderatamente gravi, complicati dal serbatoio. infezione.
I farmaci antibatterici non sono prescritti per ARVI pulite, non pesanti e non complicate, poiché questo gruppo non agisce sui virus.

Cosa devi sapere sugli antibiotici

Nonostante il fatto che alcune persone credano che gli antibiotici possano davvero curare qualsiasi cosa e in qualsiasi momento, in realtà, non è così..

Almeno, gli specialisti medici non li raccomandano sempre durante il raffreddore..

È sicuramente impossibile trattare l'influenza e il raffreddore causati da virus con antibiotici, poiché l'effetto dei farmaci in questo caso non sarà abbastanza efficace.

Le infezioni virali, rispettivamente, dovrebbero essere combattute con farmaci antivirali (i più famosi tra loro sono Anaferon, Remantadin e alcuni altri).

Il loro spettro d'azione è piuttosto ampio e sono in grado di far fronte con successo a una varietà di agenti infettivi. Sono prescritti non solo a scopo terapeutico, ma anche per la prevenzione dell'ARVI..

Tuttavia, l'assunzione di farmaci antivirali richiede anche una consultazione prioritaria con un medico per non affrontare complicazioni impreviste..

Quando gli adulti hanno bisogno di antibiotici per influenza e raffreddore??

Prima di tutto, in caso di attacco di un'infezione batterica a un virus.

A causa di tali complicazioni, una persona può affrontare:

  • gola infiammata;
  • bronchite acuta;
  • laringotracheite;
  • polmonite.

Quindi i medici prescrivono farmaci antibiotici, come Amoxil, Biseptol, Clarithromycin e così via..

Ecco i sintomi che un medico può prescrivere antibiotici per l'influenza:

  • gola infiammata;
  • dolore durante la deglutizione;
  • processo infiammatorio;
  • dolore lancinante alle orecchie;
  • linfonodi ingrossati nel collo e sotto la mascella;
  • aumento della temperatura superiore a 39 gradi;
  • dolore al petto;
  • mancanza di voce;
  • occhi pieni di lacrime;
  • congiuntivite.

Prima di prescrivere tali farmaci, il medico deve esaminare attentamente il paziente, eventualmente fare riferimento a ulteriori esami.

La durata del corso terapeutico, quando gli adulti devono bere antibiotici, è in genere di cinque o sette giorni.

In particolare, questo è determinato dalla gravità della malattia..

Quale antibiotico è meglio per un adulto per l'influenza??

In effetti, l'elenco di questi farmaci è abbastanza vario..

D'altra parte, non tutti i farmaci offerti in una moderna farmacia hanno un efficace effetto antimicrobico..

Dei fondi con un ampio effetto antimicrobico, occorre prestare attenzione ad Amoxil, Ceftriaxone, Penicillina, Amoxiclav.... Ma né gli adulti né i bambini possono scegliere l'uno o l'altro antibiotico dall'elenco generale per il trattamento dell'influenza.

Ma né gli adulti né i bambini possono scegliere l'uno o l'altro antibiotico dall'elenco generale per il trattamento dell'influenza..

Il medico non prescrive solo farmaci, ma indica anche la durata del corso di trattamento.

In media, è di circa una settimana, mentre le compresse (capsule) devono essere assunte due volte al giorno..

Molto spesso, insieme agli antibiotici, i medici raccomandano di bere probiotici, grazie ai quali sarà possibile ripristinare la microflora intestinale (che, in un modo o nell'altro, soffre di forti farmaci antibiotici).

I bioyogurt sono particolarmente buoni per questo scopo, così come le compresse di Linex, che si consiglia di assumere due volte al giorno per una settimana..

Se parliamo di quali antibiotici dovrebbero essere presi per i bambini con influenza, i medici prescrivono tradizionalmente sciroppi come Inspiron, Ospamox e Augmentin due volte al giorno..

Il corso di trattamento non è prescritto senza un esame preliminare.

Preparativi per la prevenzione

I farmaci profilattici sono usati raramente sotto forma di iniezioni, ma per le persone con patologie dell'apparato digerente, le iniezioni preventive sono migliori.

  • Echinacii compositum è un preparato omeopatico a base di erbe che aiuta a normalizzare il sistema immunitario e l'attività dell'immunità in relazione ai virus.

È importante sapere che oggi la scienza non ha la capacità di creare un farmaco in grado di migliorare l'immunità e renderlo invulnerabile. Se ciò accadesse, cesserebbero di esistere eventuali infezioni batteriche e virali, così come le immunodeficienze.

Pertanto, qualsiasi promessa dei produttori di prodotti farmaceutici di aumentare l'immunità è solo uno stratagemma di marketing. L'unica cosa che la scienza moderna può offrirci è la normalizzazione del sistema immunitario, la sua capacità di riconoscere gli antigeni, rispondere a loro e distruggere.

Pertanto, la migliore prevenzione che ti consente di salvarti dalla necessità di scoprire quali iniezioni possono essere somministrate con l'influenza dopo l'infezione è semplice indurimento ed evitare fonti di infezione.

Iniezioni per raffreddore e influenza

Molti sono dell'opinione che i colpi di raffreddore e influenza siano trattamenti efficaci. Ma gli esperti affermano che vale la pena ricorrere a tali misure solo in casi avanzati..

Ma come determinare la presenza di una complicazione senza fare i test? Il medico può diagnosticare a occhio l'attaccamento di un'infezione secondaria usando:

  • Determinazione del colore di scarico dalla zona nasale, dell'orecchio e degli occhi. Il muco cambia da un'ombra trasparente a giallastra o verdastra.
  • La presenza di un ripetuto aumento della temperatura corporea.
  • Stabilire il colore dell'urina. Quando viene attaccata un'infezione batterica, diventa torbida. Potenziale sedimentazione o odore.
  • Stabilire la consistenza delle feci. Particelle di pus, sangue o muco possono apparire nelle masse.

Il paziente stesso può determinare lo sviluppo di una complicazione in base ad alcuni segni.

  1. La temperatura sale bruscamente a 39 gradi. In questo caso, c'è una forte tosse, dolore nella zona del torace e mancanza di respiro. Tutti questi segni possono indicare lo sviluppo di polmonite..
  2. Se c'è il sospetto di mal di gola o difterite, i sintomi insorgeranno sotto forma di febbre e dolore alla gola. Allo stesso tempo, quando esaminato, c'è una placca sulle tonsille e i linfonodi aumentano nella regione cervicale.
  3. In presenza di otite media, il fluido fluirà dal padiglione auricolare. Le riprese possono avvenire di notte. Quando preme sul trago, il paziente si lamenta del dolore.
  4. Quando un paziente sviluppa una sinusite, presenta sintomi sotto forma di perdita della funzione olfattiva. Una sensazione dolorosa si osserva nella fronte e nella testa, che si intensifica quando si piega.

Quali iniezioni vengono somministrate per il raffreddore? Questa domanda è di interesse per molti che vogliono sbarazzarsi rapidamente dei sintomi della malattia. Quando li si utilizza, l'effetto si verifica abbastanza rapidamente, ma si consiglia di posizionarli solo in situazioni avanzate, quando i tablet e le sospensioni non aiutano affatto.

Spesso, per l'influenza e il raffreddore, vengono utilizzate iniezioni a base di cefazolina. Questo antibiotico ha una vasta gamma di effetti. Durante il trattamento, il farmaco deve essere somministrato insieme a novocaina fino a quattro volte al giorno. Va tenuto presente che il dosaggio giornaliero del farmaco non deve superare i sei grammi per l'uso negli adulti. Se l'iniezione deve essere somministrata a un bambino, il dosaggio viene calcolato sul peso del bambino..

La cefazolina ha molti effetti collaterali, quindi usala con estrema cautela. Inoltre, l'antibiotico ha controindicazioni sotto forma di un periodo di gestazione e allattamento.

E come amministrare da soli le iniezioni di freddo? Realizzarli da soli non sarà difficile. La cosa principale è seguire le raccomandazioni.

  • Prima di tutto, vale la pena scaldare la medicina in mano per alcuni minuti.
  • Quindi devi prendere una siringa e aspirare un antibiotico diluito.
  • Successivamente, attraverso l'ago, è necessario passare la parte in eccesso dell'aria in questo modo fino a quando non scorre un flusso uniforme.
  • Prima di effettuare un'iniezione, è necessario pulire l'ago e il punto in cui verrà posizionata l'iniezione.

Per via intramuscolare, le iniezioni vengono posizionate nella parte superiore dei glutei, guidando l'ago a metà. In questo caso, i movimenti dovrebbero essere nitidi e chiari. Quindi è necessario introdurre delicatamente il contenuto della siringa, estrarre l'ago e applicare un batuffolo di cotone sul sito di iniezione.

Farmaci antinfiammatori per il raffreddore

Molti sono abituati a sopportare il raffreddore "in piedi", cercando di superare una malattia minore da soli. In questo caso, viene data la preferenza ai prodotti combinati da banco. Pertanto, i farmaci antinfiammatori per il raffreddore hanno guadagnato un'alta popolarità. I componenti principali di tali farmaci includono impurità che rimuovono rapidamente i principali segni di infezioni virali respiratorie acute, eliminano la febbre, il dolore e la temperatura, senza causare conseguenze indesiderabili..

Pillole antinfiammatorie per il raffreddore

La medicina più facilmente disponibile e la medicina popolare sono il paracetamolo e le medicine in cui è inclusa. Questa sostanza è la più sicura, non influenza lo stato dell'apparato digerente e la composizione del sangue, inibisce l'attività degli impulsi del dolore e influenza i processi di termoregolazione, a causa dei quali la temperatura scende e il dolore diminuisce.

I farmaci contenenti paracetamolo includono:

Un altro farmaco abbastanza efficace è l'aspirina. È usato per produrre tali farmaci anti-infiammatori per raffreddori come Antigrippin-ARVI, Fapirin. Tuttavia, l'aspirina non può essere considerata la più sicura, poiché ha molte controindicazioni..

Analgin ha un eccellente effetto antipiretico. Non irrita il tratto gastrointestinale e non provoca un'interruzione del bilancio idrico-salino. Analgin è la base di pillole come Antigrippin-Anvi e Antigrippin.

Iniezioni antinfiammatorie per il raffreddore

Le iniezioni sono prescritte per il dolore insopportabile, la necessità di abbassare la temperatura il prima possibile e anche se il paziente non è semplicemente in grado di ingerire il medicinale. Per eliminare i sintomi di ARVI, al paziente vengono somministrate iniezioni intramuscolari della miscela litica. Per prepararlo richiede:

  • Analgin (2 ml);
  • Papaverina (2 ml);
  • Difenidramina (Suprastin) (1 ml).

I componenti vengono riscaldati tenendoli per un po ', quindi vengono aspirati in una siringa nella seguente sequenza: Analgin, Difenidramina e Papaverina.

Quando sono necessari antibiotici per il raffreddore

È un errore credere che il raffreddore sia comunque causato da microrganismi patogeni..

Ma non è anche vero che spesso tali malattie sono esclusivamente processi infiammatori locali che si verificano senza la partecipazione di batteri e virus..

In effetti, è possibile determinare con precisione la causa e l'origine della malattia solo facendo test e consultando un medico, e già su questa base possiamo parlare di un trattamento corretto e completo.

La scelta di antibiotici come base di trattamento solo sulla base del fatto che agiscono rapidamente è un errore, poiché i sintomi di un raffreddore in ogni caso persistono per circa una settimana.

E se è necessaria la terapia sintomatica, saranno appropriati metodi alternativi.

Ma durante lo sviluppo di un raffreddore, il rischio di un'infezione batterica aumenta sempre e gli antibiotici ad ampio spettro possono già aiutare qui (sono i farmaci in questa categoria che vengono dispensati senza prescrizione medica).

Nota! Puoi trarre conclusioni indipendenti sulla necessità di utilizzare tali farmaci: questo è consentito se compaiono i seguenti segni:

  • 3-4 giorni dopo il trattamento, anche se la condizione migliora, la temperatura corporea aumenta improvvisamente a un livello di 38 gradi e oltre;
  • lo stato di salute inizia a peggiorare drasticamente nel corso del trattamento, anche se la terapia nel suo insieme ha aiutato in precedenza;
  • dopo pochi giorni passa in una forma produttiva con tosse secrezioni mucose.

Alcuni antibiotici, in assenza della possibilità di una consultazione completa con un medico, possono essere acquistati in farmacia senza prescrizione medica..

Ma prima di usarli, è consigliabile studiare almeno attentamente le istruzioni per l'uso e non assumere farmaci sulla base dei consigli di altre persone.

Elenco di agenti antimicrobici per adulti con ARVI

Per il raffreddore negli adulti, gli antibiotici sono prescritti in capsule e compresse. Si tratta principalmente di cefalosporine e macrolidi. I farmaci penicillinici (benzilpenicillina, penicillina) influenzano negativamente le condizioni e la funzionalità della mucosa gastrointestinale, in particolare lo stomaco. Portare allo sviluppo di sintomi di gastrite. Pertanto, questi farmaci vengono somministrati per via intramuscolare.

Elenco dei medicinali per il trattamento dell'ARVI negli adulti:

  • Flemoxin Solbtab ─ compresse antimicrobiche ad ampio spettro. Prescritto per le infezioni respiratorie batteriche. Indicato per pazienti di peso superiore a 40 kg. Viene assunto per via orale 2-3 volte al giorno.
  • Suprax Solutab è una cefalosporina per il trattamento delle infezioni ORL. Queste sono compresse dispersive. Possono essere presi interi o sciolti in poca acqua. Il farmaco viene lavato con un bicchiere di liquido.
  • Sumited ─ capsule per il trattamento delle complicanze del tratto respiratorio (sinusite, bronchite, polmonite, tonsillite, faringite). La dose prescritta viene assunta una volta al giorno, tra i pasti. Il farmaco si rompe nel fegato, quindi non può essere prescritto a pazienti con gravi disturbi funzionali, con epatite e cirrosi.
  • Cefuroxime è compresse rivestite con proprietà battericide. Indicato per infezioni respiratorie con lesioni della mucosa respiratoria ─ rinite, sinusite, tracheite, bronchite, polmonite.
  • Emomicina ─ capsule di gelatina blu con polvere bianca. Assegnare agli adulti l'infiammazione batterica delle mucose del rinofaringe e dell'albero bronchiale. Il farmaco interagisce con molti agenti farmacologici. Questo dovrebbe essere preso in considerazione prima di includere l'emomicina nel trattamento complesso..
  • Azitrox è una compressa rivestita con film. Sono bevuti interi, senza masticare, lavati con abbondante acqua. Questo è un rimedio efficace che elimina rapidamente i sintomi dell'infiammazione degli organi ENT. Il corso del trattamento non supera i 3 giorni. Prendi 1 compressa al giorno.

Tra i farmaci economici che possono essere prescritti a un paziente adulto sono i seguenti: Amoxicillina, Penicillina, Azitromicina, Eritromicina.

Importante! I pazienti anziani con gravi malattie degli organi interni e un sistema immunitario indebolito sono mostrati agenti antibatterici meno tossici Moxifloxacin, Sparfloxacin, Piperacillin, Cefotaxime.

Antibiotici di nuova generazione economici

Il costo degli antibiotici di nuova generazione non è mai basso, quindi puoi risparmiare denaro solo acquistando analoghi economici. Sono prodotti sulla base degli stessi ingredienti attivi, tuttavia, il grado di purificazione chimica di tali preparati può essere inferiore e gli eccipienti per la loro produzione sono i più economici..

Puoi sostituire alcuni costosi antibiotici in base alla seguente tabella:

Droga costosoAnalogo economicoPrezzo medio di un analogo, rub.
"Sumamed", "AzitRus""Azitromicina"130
"Flemoxin Solutab", "Flemoklav Solutab""Amoxicillina"50
"Rulid"Roxithromycin120

Un altro modo per risparmiare è acquistare antibiotici più vecchi, non di ultima generazione.

Ad esempio, in molti casi, i seguenti farmaci antibatterici comprovati possono essere d'aiuto:

  • eritromicina;
  • ceftriaxone;
  • "Bitsillin";
  • "Cefazolina";
  • "Ampicillina".

Se sono trascorse più di 72 ore dall'inizio del trattamento con antibiotici economici e non vi è alcun miglioramento delle condizioni, è necessario consultare urgentemente un medico e cambiare il farmaco.

Bere o iniettare un antibiotico che è meglio

Con un'infezione batterica, sorge spesso la domanda: iniettare o bere antibiotici? Ogni metodo ha i suoi vantaggi e svantaggi..

Le iniezioni agiscono più velocemente, penetrano immediatamente nel flusso sanguigno, bypassano il tratto digestivo, il che riduce il rischio di sviluppare disbiosi. Ma l'iniezione di droghe è abbastanza dolorosa, specialmente per i bambini, c'è un'alta probabilità di infezione, il verificarsi di ascessi.

È facile assumere pillole, la maggior parte dei moderni agenti antibatterici sono sufficienti per assumere una volta al giorno. Ma agiscono lentamente, perché prima devono dissolversi nell'intestino e solo allora vengono assorbiti nel sangue..

Secondo i canoni di sicurezza, che sono accettati nella medicina mondiale, il metodo di iniezione di somministrazione di antibiotici per il raffreddore è prescritto solo in casi molto gravi, in un ospedale.

Gli antibiotici aiutano a eliminare le complicanze batteriche dell'influenza e del raffreddore. La scelta del farmaco deve essere presa in considerazione, tenendo conto dell'età e della presenza di malattie croniche.

L'uso di antibiotici per tonsillite e faringite

La faringite è una malattia infiammatoria della mucosa e del tessuto linfoide della faringe. La tonsillite è un'infiammazione delle tonsille che si verifica a seguito della penetrazione di un'infezione da streptococco o virale.

Gli antibiotici per tali malattie ORL negli adulti sono prescritti per i seguenti scopi:

  • ridurre la gravità delle manifestazioni cliniche;
  • prevenire lo sviluppo di complicazioni reumatiche;
  • ridurre il rischio di un processo purulento;
  • prevenire la diffusione dell'infiammazione negli organi e nei tessuti adiacenti.

La necessità di una terapia antibatterica è determinata dalla presenza dei seguenti sintomi:

  • sensazioni dolorose e gonfiore nell'area dei linfonodi;
  • aumento della temperatura;
  • l'aspetto di una placca bianca sulle tonsille.

Nel trattamento di processi acuti e ricorrenti, vengono utilizzate benzatina, fenossimetilpenicillina, benzilpenicillina. In alternativa, è possibile utilizzare cefalossina, amoxicillina, clavulanato.

La durata del trattamento con tali farmaci è di 7-14 giorni, a seconda della gravità del processo patologico.

L'uso di antibiotici per trattare varie malattie

Molto spesso, gli antibiotici nelle fiale vengono utilizzati in ginecologia. I farmaci vengono iniettati per eliminare rapidamente varie infezioni o infiammazioni. I farmaci possono essere prescritti solo dopo esame e analisi. Non appena il medico sarà in grado di determinare l'agente causale della malattia, verrà prescritto un medicinale dello spettro d'azione generale. In ginecologia, le iniezioni locali sono molto spesso utilizzate. Il farmaco può essere iniettato in: aderenze, vulva, perineo, cervice.

È questo metodo di trattamento che può sbarazzarsi di problemi come: infertilità, infiammazione nell'utero, fibromi, erosione, cisti ovarica o disturbi del ciclo. Tali procedure vengono eseguite con uno speciale ago per iniezione sottile. E per il trattamento completo a venire, è necessario sottoporsi a un ciclo completo di antibiotici e ripetere i test. Iniezioni di antibiotici sono considerate più efficaci in questi casi rispetto alle pillole. L'introduzione di iniezioni di antibiotici può agire sul sito dell'infiammazione. In ginecologia, vengono spesso utilizzati i seguenti antibiotici:

  1. Gruppi di penicillina. Le iniezioni di tali antibiotici possono essere somministrate sia per via intramuscolare sia per iniezioni nel sito del processo infiammatorio. Nel secondo caso, l'iniezione deve essere effettuata solo da un medico, rispettando tutte le regole;
  2. Il gruppo macrolidico, in ginecologia, gli antibiotici di questo gruppo sono spesso usati per trattare l'infiammazione dell'utero e delle appendici. Gli antibiotici di questo tipo sono farmaci ad ampio spettro..

Se durante il trattamento c'è il sospetto di un'infezione aerobica, il medico può prescrivere iniezioni aggiuntive del farmaco. L'antibiotico può uccidere i batteri che si sviluppano dall'aria. Di solito questo antibiotico è usato in combinazione con farmaci tetracicline..

Importante. Per qualsiasi malattia, prima di tutto devi consultare un medico.

L'automedicazione può portare a conseguenze irreversibili. L'assunzione di antibiotici dovrebbe essere rigorosamente secondo le raccomandazioni del medico.

Solventi iniettabili antibiotici

Esistono diversi solventi usati per preparare iniezioni. Di solito si tratta di sostanze nelle quali viene versato un preparato secco e accuratamente miscelato. I solventi includono: acqua per preparazioni iniettabili, soluzione di cloruro di sodio (0,9%), soluzione di glucosio (5%), novocaina, lidocaina. Queste sostanze devono essere acquistate da una farmacia e utilizzate immediatamente prima dell'iniezione. Le fiale e l'imballaggio devono essere sterili.

L'acqua per preparazioni iniettabili è sterile, acqua appositamente purificata che non contiene sali. E sebbene sia l'acqua che viene spesso utilizzata per diluire gli antibiotici, una grande quantità di esso può influire negativamente sull'equilibrio sale-acqua. Se l'infusione è abbastanza grande, è meglio usare soluzione salina..

La soluzione di cloruro di sodio, o soluzione salina, può essere dannosa se associata a determinati tipi di antibiotici. I medici affermano che il metodo più sicuro per diluire gli antibiotici è usare l'acqua. La novocaina e la lidocaina sono usate molto raramente e questo metodo è stato a lungo considerato impopolare..

Ogni anno i medici migliorano le loro conoscenze e usano solo buoni antibiotici e sostanze per curare i pazienti. Ciò consente di ottenere il risultato e di non danneggiare il corpo con sostanze tossiche..

Trattamento sintomatico

Alla domanda su quali iniezioni vengono somministrate per l'influenza per eliminare i sintomi, esiste una risposta logica: diversa, a seconda di quali sintomi disturbano il paziente.

Antipiretico

La febbre alta è il sintomo più frequente e spiacevole di qualsiasi malattia virale e batterica.

È importante capire che un aumento della temperatura si verifica contemporaneamente all'attivazione del sistema immunitario, quindi un leggero aumento della temperatura può essere tollerato stando a letto e dormendo..

Ma se la temperatura supera i 38,4 gradi, è necessario utilizzare iniezioni di antipiretici per raffreddori e influenza, i cui nomi:

Una miscela molto efficace di farmaci, che viene convenzionalmente chiamata "triade": tre iniezioni vengono somministrate alternativamente per via intramuscolare "Analgin", "Difenidramina" e "Papaverina".

Questa combinazione è efficace per l'ampio spettro d'azione e per il fatto che ciascun ingrediente della "triade" migliora l'azione dell'altro. Lo strumento viene utilizzato come iniezioni per l'influenza e le infezioni virali respiratorie acute negli adulti, nonché per il dolore di varia origine, crisi ipertensive..

Pertanto, tali iniezioni per influenza e raffreddore aiutano a ridurre la febbre alta, eliminare mal di gola, mal di testa, articolazioni doloranti, alleviare i muscoli e la tensione emotiva. Di conseguenza, la persona si sente meglio e può addormentarsi..

Antidolorifici

Le sensazioni dolorose che possono insorgere se un raffreddore è accompagnato da mal di gola può essere fermato da qualsiasi antidolorifico:

Alcuni antidolorifici sono disponibili solo con prescrizione medica.

Alle alte temperature si verifica un fenomeno spiacevole e dannoso: un aumento del livello di viscosità del sangue. Per evitare ciò, è necessario iniezioni di no-shpa contemporaneamente ad altre iniezioni. Oltre all'effetto del "diradamento" del sangue, il farmaco elimina il dolore.

Altre droghe

Ma le iniezioni per raffreddore e tosse sono estremamente indesiderabili, poiché i farmaci che possono iniettare smettere di tossire influiscono negativamente sulla funzionalità epatica. Pertanto, è meglio eliminare questo sintomo con l'aiuto di compresse, sciroppi, inalazioni..

Con raffreddori, si osservano spesso nervosismo e insonnia, che possono essere eliminati iniezioni calmanti per gli adulti con ARVI. Ma i tranquillanti somministrati per iniezione non vengono erogati senza prescrizione medica, quindi dovrai visitare un terapista per acquistarli..

Gruppi di antibiotici

Tutti i farmaci antibatterici sono suddivisi in:

  • Batteriostatica. Arrestano la riproduzione dei batteri, ma non distruggono completamente i microrganismi, questa funzione deve essere svolta dal sistema immunitario.
  • Battericida. Uccidi i batteri.

Il primo gruppo è meno innocuo per il corpo.

Esistono i seguenti gruppi di antibiotici:

  • Penicilline. Appartiene alla classe degli antibiotici β-lattamici. La sostanza penetra nelle cellule, aiuta con la scarlattina e la polmonite. Gli svantaggi includono il fatto che la penicillina viene rapidamente escreta dal corpo..
  • Cefalosporine. Appartiene alla stessa classe delle penicilline. Ci sono 3 generazioni di cefalosporine. Per il trattamento delle malattie ORL, sono adatti i farmaci di 1a generazione, vale a dire cefalotina, cefazolina e cefalossina.
  • Aminoglicosidi. Questi sono farmaci ad ampio spettro. Sono molto tossici, ma efficaci anche per la tubercolosi. Questi includono Monomycin, Streptomycin e Gentamicin.
  • Macrolidi. Questo gruppo di farmaci è il più sicuro. I macrolidi possono essere utilizzati a lungo, sono approvati per il trattamento di bambini piccoli, donne in gravidanza e in allattamento, nonché pazienti con allergie a penicilline e cefalosporine. I farmaci più popolari sono l'eritromicina e l'azitromicina.
  • I fluorochinoloni. Questi sono antibiotici ad ampio spettro che non hanno controparti naturali. Ci sono 2 generazioni Il primo include Ofloxacin e Ciprofloxacin, il secondo - Levofloxacin e Sparfloxacin.

Solo un medico dovrebbe prescrivere il farmaco.

Antibiotici per sinusite negli adulti

Sinusite - infiammazione della membrana che riveste i seni paranasali nasali.

Per luogo di localizzazione, è suddiviso in:

  • sinusite: il seno sopra la mascella superiore è interessato;
  • etmoidite: la membrana etmoidale è infiammata;
  • sinusite frontale - danno al seno frontale;
  • sfenoidite: patologia dell'epitelio del seno sfenoidale.

La sinusite negli adulti e nei bambini può essere acuta o cronica, i principali segni della malattia nella fase acuta:

  • secrezione purulenta dal naso;
  • ipertermia (a volte fino a valori elevati);
  • dolore sordo, doloroso, pulsante nella fronte, sopra la mascella superiore, aggravato dal piegare la testa verso il basso. La sindrome del dolore può essere aggravata anche da un vento freddo che soffia in faccia.

Un disturbo in forma cronica può avere un'immagine sfocata con sintomi lievi. Il trattamento inappropriato e prematuro della sinusite può portare a meningite e sepsi. A volte tali complicazioni finiscono con la morte del paziente..

La terapia sistemica della sinusite viene eseguita dopo aver ricevuto i risultati della cultura batteriologica delle secrezioni nasali, tuttavia, se non c'è tempo per aspettare le conclusioni dell'assistente di laboratorio, l'otorinolaringoiatra sceglie gli antibiotici del gruppo:

  • penicilline. Questi sono Amoxicillina, Amoxiclav, Flemoxin Solutab.

L'amoxicillina è un farmaco ad ampio spettro, tuttavia, se la sua efficacia in un caso particolare è bassa, il trattamento viene corretto prescrivendo Amoxiclav, un farmaco antimicrobico protetto, in cui il componente principale è integrato con acido clavulanico. Questo è un agente battericida (il che significa che agisce relativamente rapidamente), aumenta l'attività dei leucociti umani, aumentando la loro immunità antimicrobica.

Sia l'amoxicillina che l'amoxiclav sono rapidamente assorbiti nello stomaco e nell'intestino, penetrano in tutti i tessuti e fluidi corporei, superano la barriera placentare, ma il loro effetto teratogeno non è stato dimostrato. Gli antibiotici vengono escreti dai reni, quindi la principale controindicazione al loro uso è la patologia del sistema escretore e l'intolleranza generale al principio attivo.

I medicinali per le malattie ORL possono essere somministrati per via orale e parenterale (sotto forma di iniezioni intramuscolari, endovenose e flebo).

Flemoxin Solutab è la stessa amoxicillina, solo il medicinale viene prodotto con un nome commerciale diverso. In vendita - modulo tablet.

  • macrolidi. Nell'arsenale dei medici ORL - Eritromicina, Azitromicina e un analogo più moderno - Sumamed.

Questi antibiotici hanno una bassa tossicità, non causano allergie, come i farmaci della serie penicillina.

Per il trattamento di pazienti adulti sono disponibili sotto forma di compresse, capsule e polvere per la produzione di sospensione.

  • cefalosporine. Un popolare farmaco di terza generazione di questo tipo è Ceftriaxone.

Il medicinale aiuta con la sinusite purulenta, si presenta sotto forma di polvere, da cui viene preparata un'iniezione intramuscolare o endovenosa con l'aiuto di solventi. L'introduzione è dolorosa, sono possibili reazioni locali pronunciate (infiltrazione, flebite).

Per il trattamento locale dell'infiammazione delle membrane dei seni nasali negli adulti, vengono utilizzate gocce e spray con un componente antibatterico:

  • Isofra. Farmaco francese, che contiene framicetina, attivo contro i batteri coccalici;
  • Polydexa. Cura sia la sinusite che l'otite media. È sotto forma di spray (per instillazione nel naso) e gocce (per iniezione nell'orecchio). È particolarmente efficace nello scarico purulento;
  • Bioparox. Il principio attivo è la fusafungina antibiotica. Prodotto sotto forma di aerosol, elimina l'edema delle mucose dei seni.

Per un trattamento efficace della sinusite con farmaci antimicrobici locali, prima di tutto, devono essere utilizzate gocce di vasocostrittore, che alleviano l'edema e danno la necessaria permeabilità al componente antibatterico..

Indicazioni per l'uso di antibiotici

Solo un medico qualificato (medico generico, otorinolaringoiatra) decide la nomina di farmaci antibatterici per l'infezione ORL.

Prima di questa decisione, deve valutare i reclami e le condizioni generali del paziente. I sintomi che possono indicare una patologia batterica includono:

  • un aumento della temperatura agli indicatori sub o febbrili;
  • sindrome da intossicazione generale;
  • tosse produttiva;
  • gola infiammata;
  • gonfiore delle tonsille, comparsa di secrezione purulenta sulla loro superficie;
  • dolore all'orecchio, congestione e perdita dell'udito.

Inoltre, vengono presi in considerazione i segni di laboratorio. Con la patologia batterica, di solito nell'analisi del sangue generale, il numero di leucociti, i neutrofili aumenta, l'ESR (tasso di sedimentazione degli eritrociti) aumenta e la formula dei leucociti si sposta a sinistra

È indispensabile eseguire il gold standard della diagnosi: esame batteriologico di uno striscio dalla parete posteriore del rinofaringe, tonsille, espettorato. Lo scopo del test è stabilire in modo affidabile il tipo di agente patogeno batterico in un particolare paziente. Inoltre, è in fase di studio la sensibilità dell'agente patogeno a determinati farmaci antibatterici. Tra gli svantaggi di questo metodo c'è la necessità di attendere 2-3 giorni per i risultati in una situazione in cui la terapia deve essere eseguita immediatamente. Pertanto, gli antibiotici sono quasi sempre prescritti in base all'esperienza empirica..

Il medico deve anche raccogliere la storia dell'uso di antibiotici per un particolare paziente..

Evitare di prescrivere un farmaco antibatterico per un breve periodo di tempo.