Antibiotici per bronchite negli adulti. Medicine in pillole, iniezioni. Titolo e descrizione

Con la bronchite si verifica un'infiammazione dei bronchi, che può essere di natura virale, batterica e allergenica. Dall'agente causale della malattia e dalla forma del corso, la terapia è prescritta dal terapeuta. Gli antibiotici sono raccomandati per il trattamento negli adulti se la malattia è causata da batteri, nonché con un'infezione virale, ma se esiste un alto rischio di microflora batterica.

Il pericolo di bronchite, perché la malattia deve essere trattata

La bronchite è pericolosa in qualsiasi forma. La malattia è caratterizzata da un processo infiammatorio nei bronchi..

Di conseguenza, si verificano cambiamenti nel corpo:

  • il tessuto polmonare perde la sua elasticità, di conseguenza, i bronchi non possono essere completamente riempiti di aria per ricostituire le riserve di ossigeno. E anche il completo ritorno del biossido di carbonio non si verifica. Ciò provoca carenza di ossigeno di tutto l'organismo e sovrasaturazione dei tessuti con anidride carbonica;
  • i tessuti bronchiali si gonfiano, quindi il loro volume "funzionante" diminuisce, il che porta anche a una violazione della saturazione di ossigeno del corpo.

Questi cambiamenti possono anche causare soffocamento, sviluppo di asma bronchiale e problemi cardiaci. Con il decorso della patologia a temperatura elevata, si verifica intossicazione del corpo, che riduce ulteriormente l'immunità e influisce sul funzionamento degli organi. Nella forma avanzata, la bronchite può essere fatale.

Quando sono necessari antibiotici per la bronchite?

Gli antibiotici per la bronchite negli adulti non sono sempre prescritti durante il trattamento. Il corso della terapia è influenzato dalle condizioni del paziente e dal tipo di agente patogeno. Quando la malattia è causata da virus, nella maggior parte dei casi gli antibiotici sono controindicati. Non distruggerà l'agente patogeno, ma riduce la resistenza del corpo, che peggiorerà solo le condizioni del paziente..

Quando è necessario assumere antibiotici:

  1. Con bronchite di natura virale, quando esiste un'alta probabilità di attaccare un'infezione batterica. Cioè, la malattia procede con una temperatura elevata per più di 4 giorni..
  2. Quando la malattia è molto grave, con frequenti attacchi di respiro corto e soffocamento, con un aumento della temperatura superiore a 39,9 gradi.
  3. Se c'è del pus nel muco tosse.
  4. Bronchite cronica con esacerbazioni frequenti e ridotta immunità.
  5. Quando gli agenti causali della patologia sono batteri.
  6. Con lo sviluppo di bronchite a causa di ustioni chimiche dei polmoni.
  7. Con grave intossicazione causata dal decorso della malattia. È espresso da un aumento dell'ESR e dei leucociti.
  8. Anziani, poiché la loro immunità è logora e con lo sviluppo della bronchite, si unisce rapidamente un'infezione batterica.
  9. Pazienti che hanno inoltre asma o abuso di nicotina.

Gli antibiotici, per la bronchite, sono prescritti dal terapeuta dopo aver determinato a quale farmaco l'agente patogeno è più sensibile. Senza diagnosticare l'infezione, è impossibile prescrivere la terapia corretta..

Tipi di antibiotici prescritti per la bronchite

Gli antibiotici, per la bronchite, sono prescritti solo se c'è un'infezione batterica o la minaccia della sua penetrazione. I farmaci vengono selezionati dopo aver determinato l'agente patogeno per la sensibilità dei farmaci (per questo, viene eseguito un serbatoio di semina di muco).

Il gruppo principale di antibiotici è diviso in 5 tipi principali:

  • aminopenicillins;
  • macrolidi;
  • fluorochinoloni;
  • tetracicline;
  • cefalosporine.

Come funzionano gli antibiotici per la bronchite e altre malattie negli adulti e nei bambini

La principale differenza tra i gruppi è la differenza nell'effetto sul patogeno, la gamma di tipi di batteri da distruggere e l'efficienza. A seconda dell'elemento attivo nell'antibiotico, viene determinato a quale gruppo appartiene.

aminopenicillins

Le aminopenicilline distruggono i batteri distruggendo la loro struttura cellulare. Appartengono alla serie delle penicilline, ma hanno un ampio spettro d'azione. Non causano gravi danni al corpo. Una reazione allergica è un effetto collaterale comune dei farmaci. Questi fondi includono: amoxiclav, ekoklav, flemoxin solutab.

macrolidi

I macrolidi penetrano nei batteri e interrompono la sintesi proteica. L'agente patogeno non può continuare a moltiplicarsi e crescere. A poco a poco, questo porta alla morte dei batteri. I farmaci del gruppo macrolidico sono spesso prescritti per le forme avanzate di bronchite.

I fondi sono localizzati principalmente nei bronchi e vengono rimossi dal corpo per lungo tempo. Di conseguenza, la durata del trattamento è breve e l'efficacia è elevata. I macrolidi praticamente non provocano una reazione allergica. Droghe comuni in questo gruppo: azitromicina, sumamed, eritromicina.

I fluorochinoloni

I fluorochinoloni sono considerati antibiotici ad azione prolungata. Possono essere prescritti fino a quando non viene identificato il tipo di agente patogeno. Il principale svantaggio è lo sviluppo di disbiosi e allergie, con terapia prolungata. Pertanto, l'assunzione di farmaci deve essere combinata con l'uso di agenti di ripristino della flora..

I fluorochinoloni distruggono i batteri distruggendo il loro DNA. Questo interrompe il loro sviluppo e riproduzione. Medicinali di questo gruppo: levofloxacina, cyfran, ofloxacina.

Le tetracicline

Le tetracicline agiscono a livello cellulare dei batteri. Interrompere l'assimilazione di sostanze da esse, inibire la crescita e bloccare la riproduzione. Gli antibiotici a base di tetraciclina sono in grado di distruggere una vasta gamma di agenti patogeni, ma si sviluppa rapidamente la resistenza ai farmaci..

Si osservano anche numerosi effetti collaterali (malfunzionamento del tratto gastrointestinale, alterazioni del sistema nervoso, disturbi del cuore). Farmaci del gruppo tetraciclina: tetraciclina, doxiciclina, tigacile.

cefalosporine

Le cefalosporine agiscono sulle membrane dei batteri, hanno un effetto paralizzante. Di conseguenza, i patogeni perdono la capacità di riprodursi e crescere..

Il loro uso provoca spesso allergie e disbiosi, pertanto il loro uso deve essere combinato con la terapia riparativa. Gli antibiotici possono uccidere un'ampia varietà di agenti patogeni. Questi fondi includono: ceftriaxone, suprax, cefazolin.

Cosa c'è di meglio per la bronchite: pillole o iniezioni

Gli antibiotici per la bronchite negli adulti possono essere utilizzati per il trattamento orale e intramuscolare / endovenoso. Il tipo di farmaco è determinato dal terapeuta dalle condizioni generali del paziente, dalla precedente terapia e dalle controindicazioni esistenti alla nomina di compresse / iniezioni.

iniezionipillole
BeneficisvantaggiBeneficisvantaggi
Il farmaco inizia ad agire 10-15 minuti dopo la somministrazioneIn presenza di allergie, dopo l'iniezione possono svilupparsi una grave reazione allergica e shock.Il trattamento può essere fatto a casa.Distruggi la microflora del tratto intestinale.
Conveniente dosare una singola porzione.La necessità di un trattamento ospedaliero.In presenza di intolleranza agli elementi del farmaco, l'effetto si svilupperà gradualmente e può essere eliminato lavando lo stomaco.Le compresse non possono essere accuratamente suddivise nelle dosi richieste.
L'impostazione delle iniezioni non dipende dall'assunzione di cibo.Lividi e protuberanze possono rimanere dopo le iniezioni.È impossibile contrarre un'infezione con l'uso di droghe.L'assunzione di pillole è spesso correlata al cibo.
Il maggiore effetto del trattamento si ottiene in un tempo più breve.La procedura è dolorosa.Le compresse hanno effetto 30-90 minuti dopo l'ingestione.
Può essere usato con vomito o feci molli.Rischio di infezione in riferimento a personale non qualificato.In caso di vomito, il farmaco può tornare attraverso la bocca..

Le iniezioni sono prescritte a pazienti con una grave forma di bronchite, quando le compresse non hanno dato il risultato desiderato, in presenza di patologie nel tratto digestivo.

Quando la malattia è da lieve a moderata, si raccomanda la terapia con pillole. Con tutte le forme di antibiotici, è importante osservare rigorosamente l'intervallo di tempo tra l'uso al fine di mantenere la concentrazione desiderata del farmaco nel corpo..

Regime di trattamento della bronchite acuta

La causa dello sviluppo della bronchite acuta è il più delle volte virus, solo il 10% dei batteri. Pertanto, gli antibiotici sono raramente prescritti nel trattamento..

Il loro uso non distruggerà l'infezione virale, ma indebolirà il sistema immunitario e porterà allo sviluppo di disbiosi. Se la malattia dura più di 10 giorni con febbre alta o in presenza di pus nel muco, il terapista può prescrivere antibiotici senza identificare l'agente patogeno.

Il regime di trattamento standard per la bronchite acuta negli adulti comprende:

  1. Assunzione di farmaci antivirali (anaferon, arbidol, amizon). Il rimedio è selezionato dal tipo di virus.
  2. Farmaci per migliorare la secrezione di muco (ACC, mukaltin, mucolvan).
  3. Broncodilatatori (teopec, aminofillina).
  4. Per ridurre il calore e dolori articolari, sono prescritti (paracetamolo, ibuprofene, aspirina). Si consiglia di prenderli quando la temperatura supera i 38,6 gradi..
  5. Se utilizzato nel trattamento degli antibiotici (i farmaci verranno discussi di seguito), è necessario assumere: linex, hilak forte, lattobatterio.

È inoltre necessario bere molti liquidi e mangiare cibi leggeri. Fisioterapia e inalazioni possono anche essere prescritte.

Una panoramica di antibiotici efficaci

Se viene rilevata un'infezione batterica o una malattia grave, il terapista prescrive i seguenti antibiotici:

1. Amoxicillina. Appartiene al gruppo delle penicilline. Durante il trattamento, è necessario assumere 1 compressa ogni 8 ore (il ciclo completo è prescritto dal terapeuta).

Lo strumento non è raccomandato per l'uso per il trattamento in presenza di:

  • asma e intolleranza agli elementi del farmaco;
  • interruzione del tratto digestivo, in particolare patologia nel fegato e nell'intestino;
  • donne, durante il periodo di gestazione e durante l'allattamento.

Se non vengono seguite le condizioni per l'assunzione del farmaco, possono svilupparsi congiuntivite, mal di testa e convulsioni.

2. Eritromicina. Lo strumento appartiene al gruppo dei macrolidi. Per la terapia, l'uso di 2 compresse (250 mg ciascuno) viene utilizzato ogni 6 ore (la durata del ricovero è specificata con uno specialista).

Controindicazioni per l'ammissione sono:

  • aritmia, patologie renali ed epatiche;
  • la presenza di intolleranza e reazioni allergiche agli elementi costitutivi;
  • donne in gravidanza e in allattamento.

Gli effetti collaterali del farmaco sono spesso: disfunzione del cuore, interruzione del tratto gastrointestinale e del sistema nervoso.

3. Wilprafen Solutab. È anche un macrolide. Il corso del trattamento è prescritto da un terapeuta, una dose giornaliera di 500 mg circa 3 volte al giorno. In caso di compromissione della funzionalità epatica, il farmaco viene assunto con un dosaggio modificato. L'uso del medicinale è accompagnato da: insufficienza uditiva, prurito, nausea.

4. Spirimicina. È un macrolide. La durata della terapia e una singola dose sono stabilite dal terapeuta. L'assunzione di un antibiotico è vietata in presenza di reazioni allergiche, disfunzione del fegato e della cistifellea. Durante il trattamento si osservano effetti collaterali (nausea, compromissione della funzionalità renale ed emopoiesi).

5. Moxifloxacin. Si riferisce ai fluorochinoloni. La dose giornaliera del farmaco è fino a 400 mg al giorno, non più di 5 giorni. La ricezione può essere accompagnata da un malfunzionamento del fegato e del sistema cardiovascolare.

6. Cefuroxime. È una cefalosporina. Nel trattamento della bronchite, 1-2 compresse vengono assunte 2 volte al giorno per un massimo di 10 giorni. Il trattamento può essere accompagnato da un'interruzione del tratto digestivo e del tratto urinario.

Nella bronchite acuta, i farmaci del gruppo macrolidico sono più spesso prescritti, a causa della durata dell'eliminazione degli antibiotici e del luogo principale della loro localizzazione (la maggior parte di essi si trova nei polmoni).

Durata del trattamento

Se gli antibiotici sono prescritti per la bronchite acuta, devono essere assunti rigorosamente a intervalli regolari. Non interrompere il corso in presenza di miglioramenti visibili. Poiché l'agente patogeno può riprendere la sua attività e non sarà più sensibile a questo agente.

Se dopo 48 ore non ci sono cambiamenti nell'assunzione del farmaco, il terapeuta deve sostituire il farmaco. Il corso del trattamento antibiotico non supera i 10 giorni. L'intero ciclo di trattamento dura fino a 14 giorni (è richiesto un periodo di recupero). Se non vi è alcun miglioramento, la malattia può andare in una fase cronica, che viene trattata con altri farmaci..

Terapia per la bronchite cronica

Gli antibiotici per la bronchite cronica sono il pilastro della terapia.

Inoltre, per il trattamento negli adulti, sono richiesti i seguenti farmaci:

  1. Durante il periodo di esacerbazione della malattia, le infezioni virali possono unirsi, se vengono rilevate, è necessario prendere: aflubina, amizon, arbidolo.
  2. Inalazione con l'uso di droghe (diossidina, rotocan, salbutamolo). Oltre alla somministrazione orale di fondi per l'espettorato di espettorato (atrovent, berodual, lazolvan).
  3. Ulteriori procedure sono prescritti massaggi ed esercizi di respirazione.
  4. Per mantenere l'immunità, è necessario assumere agenti immunostimolanti (timalina, vitamine A, C). E anche le medicine sono necessarie per ripristinare la microflora del tratto digestivo (linex, acipol, normasi).
  5. Con un trattamento a lungo termine, è necessario assumere farmaci che supportano il funzionamento del fegato e del cuore. In questo caso, i farmaci possono essere prescritti dallo specialista presente, a seconda del decorso della malattia e di quanto hanno sofferto gli organi.

Al termine del trattamento, è necessario visitare un sanatorio per ripristinare il lavoro di tutti gli organi.

Una panoramica di antibiotici efficaci

Nella forma cronica di bronchite, tutti i gruppi di antibiotici vengono utilizzati per la terapia. I farmaci vengono prescritti dopo aver determinato la sensibilità dei batteri a loro.

Fondi prescritti:

1. Gruppo di macrolidi. A causa dell'ampio spettro, questi farmaci possono essere prescritti prima dell'esame del muco tosse:

  • macrofoam. È prescritto 400 mg 3 volte ogni 24 ore. È accettato da 7 a 14 giorni. La ricezione può essere accompagnata dalla comparsa di un'eruzione cutanea e da una diminuzione dell'appetito;
  • Sumamed. È prescritto per 1 compressa / capsula 1 volta al giorno. La durata della terapia va da 3 a 5 giorni. La ricezione può essere accompagnata da una violazione dell'ematopoiesi, edema allergico, nonché da un malfunzionamento dei sistemi nervoso e cardiovascolare;
  • eritromicina. L'uso di antibiotici è considerato nel trattamento della bronchite acuta.

2. Gruppo di penicillina. Nella forma cronica, questi farmaci sono raramente prescritti. Solo in caso di controindicazioni ad altri gruppi o effetti collaterali.

I fondi prescritti includono:

  • panklav. È prescritto 750 mg al giorno (diviso in 3 dosi). La durata della terapia va da 5 a 14 giorni. Il trattamento può essere accompagnato da prurito, vomito e vertigini;
  • amoxicillina. Il dosaggio e il corso del trattamento coincidono con la forma acuta di bronchite;
  • flemoxin solutab. Il corso del trattamento e un singolo dosaggio sono determinati dalla gravità della patologia e dalle condizioni generali del paziente. L'assunzione del farmaco può causare prurito, nausea e disturbi nel sistema nervoso..

3. Gruppo cefalosporina. Gli antibiotici sono in grado di uccidere una grande varietà di batteri, ma hanno un gran numero di reazioni avverse. Prescritto principalmente per via intramuscolare.

Elenco dei medicinali:

  • cefuroxima. Il trattamento coincide con la terapia per la bronchite acuta;
  • ceftriaxone. Viene somministrato come iniezione, una singola dose e un corso sono prescritti dal medico curante. Iniezioni / contagocce possono essere accompagnati da prurito allergico, nausea e disturbi del sangue.

4. Gruppo di fluorochinoloni. Nominato dopo aver determinato la sensibilità. Più efficace nel trattamento.

Questi fondi includono:

  • moxifloxacina. Il dosaggio e la durata della terapia sono prescritti dal terapeuta. Il trattamento può essere accompagnato da tremori alle mani, mal di testa e problemi cardiaci;
  • levofloxacina. La durata dell'assunzione di antibiotici va da 10 a 14 giorni. È sufficiente utilizzare 1 o 2 compresse al giorno. La terapia può essere accompagnata da diarrea, vertigini e bassa pressione sanguigna;
  • ciprofloxacina. A seconda della gravità della malattia, vengono prescritte da 1 a 3 compresse 2 volte al giorno per 7-28 giorni. Può causare disturbi al cuore, al sistema urinario e alla formazione del sangue.

La terapia farmacologica e la durata del corso sono prescritte dal terapeuta. In presenza di effetti collaterali o inefficacia del farmaco, uno specialista sostituisce.

Durata del trattamento

La terapia per la bronchite cronica è considerata efficace durante un'esacerbazione. Il corso del trattamento antibiotico può durare da 5 a 14 giorni. Insieme al periodo di recupero, la durata è fino a 30 giorni.

Trattamento di bronchite ostruttiva

Gli antibiotici per la bronchite negli adulti in forma ostruttiva possono essere prescritti solo dopo aver determinato la sensibilità dei batteri al farmaco. La malattia è accompagnata da attacchi di tosse durante la notte e difficoltà respiratorie..

Pertanto, la terapia si svolge con l'uso simultaneo dei seguenti fondi:

  1. Mezzi per alleviare lo spasmo nei bronchi (teofedrina, aminofillina).
  2. Farmaci per espandere il lume nei polmoni, per migliorare il sospiro (salbutomolo, terbutalina).
  3. Per diradare il muco e il suo scarico (bromexina, lazolvan, mukaltin).
  4. Per alleviare il gonfiore dei bronchi (bekotide, ingacort).

Inoltre, viene eseguita una terapia di supporto e riparativa, come nella bronchite cronica.

Una panoramica di antibiotici efficaci

Nella bronchite ostruttiva, per il trattamento vengono utilizzati antibiotici di tutti i gruppi a cui il batterio ha mostrato sensibilità. Farmaci frequentemente prescritti:

1. Serie di penicillina. Principalmente ampicilline con acido clavuonico. Preparazioni:

  • panklav. Il corso è determinato dal terapeuta. Assumere 1 compressa al giorno dopo 12 ore. Effetti collaterali: vertigini, diarrea, ridotta formazione di sangue;
  • amoxiclav. Il corso e il dosaggio per la giornata sono prescritti dallo specialista frequentante. La terapia può essere accompagnata da: eruzione cutanea, diarrea e mal di testa;
  • liclav. Vengono prescritti 1000 mg al giorno (suddivisi in 2-3 dosi). La durata dell'uso è prescritta dal terapista. Il ricevimento può essere accompagnato da diarrea, mal di testa e disturbi dell'ematopoiesi.

2. Il gruppo di cefalosporine. Nominato quando la serie di penicilline è inefficace. Preparazioni:

  • Suprax. Viene assunto a 400 mg al giorno, può essere assunto una volta o diviso in 2 dosi. La durata del trattamento è determinata dal medico. Può essere accompagnato da interruzione del tratto digestivo, vertigini e anemia;
  • medaxon. Viene assunto una volta al giorno per 1-2 g. La durata del trattamento dipende dal tipo di agente patogeno. Può durare fino a 14 giorni. Il corso può essere accompagnato da prurito allergico, malfunzionamento del tratto digestivo e ematopoiesi compromessa;
  • kefzol. La durata dell'iniezione e il dosaggio sono selezionati dal terapeuta individualmente. La terapia interrompe il fegato e i reni, può essere accompagnata da prurito;
  • maxiceph. I dropper sono prescritti per un massimo di 10 giorni, una singola dose dipende dal tipo di agente patogeno. Il trattamento può essere accompagnato da una reazione allergica, vertigini e procedure dolorose.

3. Gruppo di macrolidi. Conveniente per un breve corso di terapia. Preparazioni:

  • Klacid. Viene assunto da 0,5 ga 2 g al giorno (per 2 dosi). La durata è prescritta dal terapista. Il trattamento può essere accompagnato da un'interruzione del tratto gastrointestinale, del sistema nervoso e da una reazione allergica;
  • eritromicina. È prescritto fino a 4 grammi al giorno per 5-14 giorni. Sono possibili allergie e disturbi gastrointestinali;
  • rovamycin. È prescritto 2-3 compresse 2-3 volte al giorno. Il corso dura fino a 5 giorni. La terapia può essere accompagnata da diarrea, compromissione della funzionalità epatica e del sistema nervoso.

4. Gruppo di fluorochinoloni. Prescritto quando i suddetti farmaci sono inefficaci. Elenco di questi antibiotici:

  • tavanik. È prescritto per 250-500 g per 1-2 dosi. Il corso è determinato dal tipo di batteri. Può essere accompagnato da alterato funzionamento del cuore, del fegato e del sistema nervoso;
  • cyprinol. È prescritto da 1 a 3 compresse 2 volte al giorno. La terapia dipende dalla gravità della patologia. Effetti collaterali: diarrea, vertigini, disturbi del sistema urinario;
  • avelox. È prescritto per 1 compressa al giorno per 7-10 giorni. Durante il trattamento sono possibili disturbi al cuore, al tratto gastrointestinale e al mal di testa.

In presenza di effetti collaterali, il terapista sostituisce il farmaco con un analogo e prescrive un adeguato corso di terapia, tenendo conto delle controindicazioni e delle condizioni del paziente. L'auto-sostituzione non è consentita.

Durata del trattamento

A causa della necessità di una corretta selezione di antibiotici, il trattamento può durare da 14 a 20 giorni. Il corso di assunzione di droghe dura da 5 a 10 giorni. È inoltre richiesto un periodo di recupero..

Antibiotici economici ma efficaci per la bronchite

I medicinali domestici sono riconosciuti come farmaci efficaci ed economici. Di seguito sono riportati i farmaci raccomandati dai terapisti.

Biseptol

Le compresse sono prescritte in trattamenti complessi dopo aver rilevato la sensibilità dei batteri a un antibiotico. Lo strumento è altamente efficace, ma provoca effetti collaterali (soffocamento, disturbi del tratto gastrointestinale ed emopoiesi) e presenta controindicazioni (disturbi del fegato e dei reni, nonché malattie del sangue). Il dosaggio è di 2 compresse 2 volte al giorno per 14 giorni.

Ofloxacin

Appartiene al gruppo dei fluorochinoli. È prescritto per iniezione. Dopo aver determinato il tipo di batteri, viene prescritto un corso di terapia. La dose giornaliera va da 200 mg a 800 mg. Il dosaggio può essere diviso in 2 dosi. Può essere accompagnato da un'interruzione del tratto gastrointestinale e del sistema nervoso, nonché da una reazione allergica.

Augmentin

Appartiene al gruppo delle aminopecilline. È prescritto sotto forma di iniezioni e compresse. Il corso della terapia può durare fino a 14 giorni. Il dosaggio giornaliero e singolo è determinato dal terapeuta, a seconda della gravità della malattia. Ha effetti collaterali (alterata formazione di sangue, sistema nervoso e tratto gastrointestinale).

azitromicina

Si riferisce al gruppo macrolidi. Durante il trattamento, viene prescritta una singola dose del farmaco per 3-5 giorni. Il trattamento può essere accompagnato da diminuzione dell'appetito, disfunzione del sistema nervoso e una reazione allergica.

cefazolina

Si riferisce al gruppo delle cefalosporine. Una soluzione del farmaco contenente 1 g del farmaco viene somministrata 2-4 volte durante il giorno. La durata delle procedure va da 7 a 10 giorni. Il principale effetto collaterale è una reazione allergica e un disturbo del sangue.

ceftazidime

Appartiene anche al gruppo delle cefalosporine. La durata delle iniezioni e il dosaggio dipendono dal tipo di batteri, è prescritto dal terapeuta. La terapia può essere accompagnata da dolore addominale e reazioni allergiche. Non raccomandato per l'uso nel trattamento in presenza di patologie gastrointestinali.

I migliori antibiotici per la bronchite nelle iniezioni

Gli antibiotici per la bronchite grave negli adulti possono essere somministrati per iniezione. Lo specialista seleziona il farmaco in base alle condizioni del paziente e alla presenza di controindicazioni.

Elenco di farmaci comunemente usati per iniezioni di i / m:

Elenco di farmaci per somministrazione endovenosa:

I farmaci elencati possono essere utilizzati anche per i contagocce. Quando la somministrazione del farmaco è indicata a piccole dosi (fegato, patologia renale). Le procedure vengono eseguite in condizioni stazionarie.

Complicanze della bronchite non trattata

La mancata osservanza delle prescrizioni del terapista durante il trattamento, l'autoselezione dei farmaci o la mancanza di terapia possono portare alle seguenti conseguenze:

  • asma bronchiale;
  • compromissione del funzionamento dei polmoni, accompagnata da mancanza di respiro costante e tosse secca;
  • transizione dalla bronchite alla polmonite;
  • la forma acuta della malattia si trasforma in una forma cronica o ostruttiva, che è estremamente difficile da curare;
  • disfunzione del cuore.

La bronchite è accompagnata da insufficienza respiratoria, che porta alla parziale carenza di ossigeno di tutti i tessuti del corpo e all'interruzione del funzionamento degli organi.

Gli antibiotici, per la bronchite, sono prescritti in presenza di un'infezione batterica e con una forma protratta del decorso della malattia. Per il trattamento negli adulti, i farmaci possono essere utilizzati per via orale o per iniezione. Il tipo di medicina e la durata della terapia sono prescritti dal terapeuta. Quando la patologia viene trascurata, un pneumologo è coinvolto nel trattamento.

Autore: Kotlyachkova Svetlana

Design dell'articolo: Mila Fridan

Video su come trattare la bronchite

Trattamento della bronchite con antibiotici e altri mezzi:

Antibiotici per bronchite negli adulti e nei bambini

La bronchite è una malattia infiammatoria dei bronchi che può essere causata da quanto segue:

Esposizione chimica (fumo, produzione pericolosa);

Nella stragrande maggioranza dei casi, la bronchite è una complicazione del raffreddore virale, quindi, trattarla con antibiotici non è solo inutile, ma anche pericolosa. I farmaci antimicrobici sono impotenti contro i virus, inoltre, sopprimono il sistema immunitario e impediscono al corpo di combattere la minaccia da solo. La tattica più ragionevole di comportamento per la bronchite virale è il riposo a letto, l'assunzione di molti liquidi, le procedure di riscaldamento, l'assunzione di immunostimolanti e il trattamento sintomatico con farmaci espettoranti.

Il trattamento della bronchite con antibiotici è consigliabile solo in due casi:

Un'infezione batterica si è unita all'infezione virale e il corpo non è in grado di affrontarla per tre settimane o più;

La malattia è cronica, spesso recidivante o atipica.

Pertanto, la diagnosi di "bronchite" non significa in alcun modo automaticamente che una persona debba essere trattata con antibiotici. Senza un esame approfondito e la determinazione delle cause della malattia, nessun farmaco può essere prescritto, soprattutto a se stessi. A seconda del tipo di bronchite, uno specialista competente sceglierà l'opzione migliore per la terapia farmacologica.

Tipi di bronchite

Bronchite acuta

Questo termine si riferisce al processo infiammatorio nei bronchi, che è sorto sullo sfondo di ARVI stagionale o influenza. Un attacco virale è un duro colpo per il sistema immunitario, che i batteri che vivono in quasi tutti gli organismi hanno fretta di sfruttare: stafilococchi, pneumococchi, streptococchi. Si moltiplicano nei bronchi e provocano i primi attacchi di una tosse secca dolorosa, quindi il ristagno dell'espettorato viscoso, di cui è difficile sbarazzarsi..

Prima di ricorrere a misure estreme, è necessario cercare di aiutare il paziente a far fronte da solo alla bronchite, con l'aiuto del riposo, l'abbondanza di bevande e il trattamento sintomatico con farmaci antitosse (Sinekod, Libeksin), espettoranti (Bromhexin, Lazolvan) e procedure mediche (inalazioni, cerotti di senape, sfregamento)... Naturalmente, in caso di febbre, l'effetto di riscaldamento è inaccettabile. La bronchite acuta di solito si risolve in due settimane.

Il trattamento della bronchite acuta con antibiotici è indicato nei seguenti casi:

La tosse dura più di tre settimane di seguito;

Il paziente ha una temperatura corporea subfebrile o febbrile (37,5-38,5 C);

Il catarro è opaco, giallo-verde, sanguinante, offensivo;

Ci sono segni di grave intossicazione del corpo (nausea, feci molli, carnagione grigia, debolezza, sudorazione profusa);

Gli esami del sangue mostrano leucocitosi, ESR elevato e uno spostamento della formula verso destra;

Il paziente lamenta dolore al petto;

Quando si respira, si sente un sibilo distinto ed è visibile una retrazione intercostale.

Bronchite cronica

La bronchite è considerata cronica se dura più di tre mesi in aggregato per due anni. Questa malattia è accompagnata da una forte tosse con abbondante scarica di muco bronchiale, è difficile da trattare sintomaticamente e si ripresenta al primo indebolimento dell'immunità. La bronchite cronica ostruttiva e la bronchite cronica di un fumatore sono di grande pericolo: queste malattie provocano spesso lo sviluppo del cancro ai polmoni. La bronchite cronica allergica e asmatica richiede anche una maggiore attenzione a causa del rischio di soffocamento.

Il trattamento di malattie così complesse è un argomento per una conversazione separata e oggi stiamo discutendo di antibiotici. Si consiglia di prescriverli a pazienti (soprattutto anziani e giovanissimi), in cui qualsiasi ipotermia si trasforma in un nuovo focolaio di bronchite cronica. Il motivo risiede nel sistema immunitario indebolito e in una grande colonia di batteri che nidifica nei bronchi. Con l'aiuto di antibiotici, un colpo preventivo dovrebbe essere applicato a questo focolaio in modo che un freddo banale non si trasformi di nuovo in un incubo di più giorni..

Bronchite atipica

In casi molto rari, i patogeni anaerobici come la clamidia o il micoplasma causano la bronchite. La bronchite atipica si verifica nelle persone con immunità debole, gli anziani, che hanno recentemente avuto un'altra grave malattia infettiva. L'insidiosità dei microrganismi anaerobici risiede nella loro straordinaria vitalità, resistenza a molti antibiotici e un costante, ma molto lento effetto distruttivo sul sistema respiratorio.

Una persona con bronchite atipica di solito non vede un medico per molto tempo. La temperatura è bassa, la tosse è moderata, c'è poco espettorato. Ma col tempo peggiora: dolori al petto e ai muscoli, debolezza, aumento dell'intossicazione. Più tardi un tale paziente finalmente visita il medico e viene testato, tanto peggio, poiché la lotta contro i patogeni anaerobici, anche tenendo conto del potere dei moderni antibiotici, richiede mesi.

Tattica per il trattamento della bronchite negli adulti

A seconda del tipo di bronchite, il trattamento viene selezionato come segue:

Bronchite virale acuta - riposo a letto, bere molti liquidi, trattamento immunostimolante e sintomatico, rifiuto di antibiotici;

Bronchite cronica semplice (meno di quattro recidive all'anno) - antibiotici dal gruppo di aminopenicilline o macrolidi (con intolleranza alle penicilline);

Bronchite cronica complicata (più di quattro recidive all'anno, l'età del paziente supera i 65 anni) - aminopenicilline, cefalosporine, macrolidi;

Bronchite cronica con malattie concomitanti (insufficienza renale e / o cardiaca, diabete mellito) - fluorochinoloni;

Bronchite da micoplasma - macrolidi;

Bronchite da clamidia - tetracicline, fluorochinoloni, macrolidi.

Elenco di antibiotici per la bronchite negli adulti

I moderni terapisti prescrivono i seguenti gruppi di farmaci antimicrobici a pazienti adulti con bronchite:

Il trattamento della bronchite con semplici penicilline e sulfamidici attualmente non viene effettuato a causa della loro elevata tossicità e bassa efficienza a causa della mutazione della maggior parte dei patogeni.

Aminopenicilline - antibiotici di prima linea

I farmaci di questo gruppo distruggono la membrana cellulare dei batteri e, quindi, causano la loro morte. Le aminopenicilline sono attive contro pneumococchi, streptococchi, stafilococchi e la maggior parte dei batteri che causano la bronchite. Perché sono considerati antibiotici di prima linea? Perché nel corpo umano non ci sono cellule, anche un po 'simili nella struttura della membrana alle cellule dei batteri patogeni. Pertanto, le aminopenicilline distruggono solo l'agente patogeno e non danneggiano i tessuti sani..

Le penicilline sono i migliori antibiotici per il trattamento della bronchite negli adulti e nei bambini, ma hanno anche due svantaggi:

Frequenti effetti collaterali sotto forma di allergie;

Bassa efficacia contro i patogeni mutati con l'enzima beta-lattamasi.

Se non si può fare nulla per il primo momento negativo - devi scegliere un antibiotico da un altro gruppo - allora gli scienziati hanno imparato a far fronte al secondo. La beta-lattamasi, che alcuni batteri particolarmente insidiosi hanno acquisito nel corso dell'evoluzione, distrugge le penicilline. Cioè, tutto accade con precisione, ma al contrario - non sono gli antibiotici che uccidono la bronchite, ma la bronchite distrugge gli antibiotici. Per neutralizzare l'enzima beta-lattamasi, sulbactam o clavulanato (acido clavulanico) viene aggiunto all'amoxicillina. Questi componenti sono inibitori specifici della beta-lattamasi e quindi entrano in sinergia con le penicilline, aiutandoli a combattere i batteri.

Il risultato di questa scoperta è l'ultima generazione di aminopenicilline:

Il costo di questi farmaci varia da 50 a 500 rubli, a seconda della marca. Tieni presente che i più convenienti sono polveri e compresse di produzione domestica, sulla confezione di cui è scritto: "amoxicillina + sulbactam" o "amoxicillina + acido clavulanico.

Macrolidi - antibiotici di seconda linea

I farmaci di questo gruppo inibiscono la sintesi proteica nelle cellule dei patogeni, impedendo così la loro moltiplicazione. Questo approccio al trattamento della bronchite negli adulti è ottimale quando si tratta di malattie croniche, protratte, spesso ricorrenti. I macrolidi sono anche buoni perché, a differenza delle penicilline, sono in grado di penetrare nei microrganismi anaerobici. Ciò significa che gli antibiotici del gruppo macrolidico possono essere usati per trattare forme atipiche di bronchite causate da clamidia e micoplasma..

I macrolidi hanno una lunga emivita, si accumulano bene nei tessuti e non richiedono una somministrazione frequente. Sono generalmente ben tollerati dai pazienti e non causano effetti collaterali anche con il trattamento a lungo termine della bronchite. Se il paziente ha un'intolleranza individuale agli antibiotici della penicillina, i macrolidi sono la scelta migliore..

Macrolidi spesso usati per la bronchite:

L'eritromicina è un macrolide di prima generazione che ha aperto la strada allo sviluppo di farmaci antimicrobici in questo gruppo. Un antibiotico più avanzato, Azithromycin, è noto con numerosi nomi commerciali: Azitral, Azitrox, Azitrus, Azicid, Sumamed. Inoltre, il costo di un pacchetto di tre capsule di azitromicina domestica è di 80-120 rubli, mentre il Sumamed generico importato ampiamente pubblicizzato costa 450-600 rubli.

I fluorochinoloni

Il trattamento della bronchite con fluorochinoloni è consentito solo nei pazienti adulti e solo in caso di intolleranza individuale agli antibiotici di prima e seconda linea. I fluorochinoloni hanno un ampio spettro di attività, distruggono efficacemente il DNA batterico, ma molto spesso causano allergie ed effetti collaterali. Il trattamento a lungo termine con fluorochinoloni è impossibile senza una terapia di supporto volta a mantenere una microflora sana degli organi interni, altrimenti non si possono evitare disbatteriosi e micosi.

Per il trattamento della bronchite negli adulti, vengono utilizzati i seguenti antibiotici del gruppo fluorochinolone:

Il costo del fluorochinolone di prima generazione, Ofloxacin, penny - 20-30 rubli per confezione, il farmaco di seconda generazione più popolare, Ciprofloxacin (Cifran, Ciprolet) costa 80-120 rubli e i fluorochinoloni di terza o quarta generazione (Levofloxacin e Moxifloxacin) sono antibiotici piuttosto costosi (400-1200 rubli).

cefalosporine

I farmaci in questo gruppo sono considerati antibiotici di riserva per il trattamento della bronchite. Possono essere utili se il paziente è allergico a tutti e tre i gruppi di farmaci di cui sopra o se è necessaria una complessa terapia antibiotica per la bronchite gravemente complicata e prolungata. Le cefalosporine agiscono solo sulla crescita e sulla moltiplicazione dei batteri, paralizzando la membrana cellulare e interferendo con la divisione. Questi antibiotici causano reazioni allergiche e disbiosi quasi quanto le semplici penicilline, quindi richiedono anche una terapia di mantenimento con un uso prolungato..

Il trattamento della bronchite negli adulti viene effettuato con i seguenti antibiotici cefalosporinici:

Il costo delle fiale iniettabili varia da 10 a 50 rubli l'uno e il farmaco in capsule (Suprax, Ixim, Pantsef) ti costerà tra 500-1500 rubli.

Quale antibiotico è meglio per la bronchite?

Con questa domanda sacramentale, i pazienti spesso si rivolgono a terapisti e farmacisti della farmacia. La risposta è inequivocabile: il miglior antibiotico per la bronchite aiuta, a cui il tuo "colpevole" della malattia è sensibile. Per determinare l'agente causale che ha causato la malattia, è necessario eseguire un'analisi del muco bronchiale per la coltura.

Per una serie di motivi, l'analisi batterica dell'espettorato per la bronchite è molto rara:

La semina matura per 5-7 giorni e, se un paziente in gravi condizioni, per tutto questo tempo sarà privato della terapia antibiotica, potrebbe finire male;

Il numero di laboratori di panetteria, così come di personale qualificato, sta diminuendo, quindi, nelle condizioni della moderna medicina gratuita, è improbabile che ti venga data una tale analisi

Le aminopenicilline sono attive contro quasi tutti i possibili agenti patogeni della bronchite, il che significa che ti aiuteranno indipendentemente da quali batteri hanno causato la malattia.

Bronchite da bambini: sono necessari gli antibiotici??

Quando un bambino si ammala, i genitori sono pronti a dare soldi per le medicine e ottenere letteralmente tutto dalla farmacia che può aiutarlo. Vedendo la sofferenza del bambino, le madri di solito chiedono al pediatra di prescrivere farmaci antibatterici e, se rifiuta, corrono per le pillole stesse, per fortuna, vengono rilasciate senza prescrizione medica. In realtà, questo non è affatto buono, ma il male più reale..

Il trattamento della bronchite infantile con antibiotici è quasi sempre poco pratico, ed ecco perché:

Nel 99% dei casi, la bronchite nei bambini è di natura virale e non è complicata da un'infezione batterica. L'immunità forte e giovane affronta la malattia da sola in 1-2 settimane. Le uniche eccezioni sono i bambini prematuri e spesso i bambini malati di età inferiore ai tre anni;

Anche in presenza di un'infezione batterica, è più saggio cercare di sostenere l'immunità del bambino e non avvelenare il suo corpo con antibiotici, al contrario, riducendo le difese e attivando altri batteri dormienti;

Ogni volta che un bambino riceve un trattamento antibiotico, aumenta il rischio di sviluppare allergie e la sua microflora patogena acquisisce familiarità con i farmaci e si adatta ad essi. In futuro, questo potrebbe privare una persona dell'opportunità di ricevere aiuto quando è veramente vitale, perché sarà allergico ad alcuni antibiotici e i patogeni saranno già insensibili ad altri..

Tutto parla a favore di cavarsela con l'uso di immunostimolanti (Imudon) e terapia sintomatica (bevande calde, inalazione, sfregamento, agenti mucolitici). È molto importante fornire al bambino pace e un'alimentazione adeguata durante la malattia (leggi di seguito).

Ecco un elenco di motivi che possono indurre un pediatra a prescrivere antibiotici a un piccolo paziente per la bronchite:

La tosse non si ferma per tre settimane o più;

L'espettorato ha acquisito un colore e un odore patologici;

Un esame del sangue mostra un'elevata leucocitosi e un tasso di VES superiore a 20 mm / h;

Ci sono respiro sibilante, respiro corto, retrazione intercostale e dolore toracico;

La febbre è pericolosa per la vita (la temperatura è superiore a 39 e non si abbassa);

Ci sono segni di intossicazione su larga scala del corpo;

Il bambino è prematuro, debole, sotto i tre anni.

Molti genitori sono contrari a mettere il bambino in ospedale per le cure, dicono, raccoglierà più infezioni di quante ne curerà. Queste paure non sono infondate, ma tuttavia, se il bambino è molto cattivo, è meglio affidarlo a specialisti..

Elenco di antibiotici per la bronchite nei bambini

La terapia antimicrobica non cancella altre misure terapeutiche, ma le completa solo. Devi ancora stare a letto, bere più liquidi, eseguire procedure e assumere espettoranti.

I seguenti gruppi di antibiotici sono usati per trattare la bronchite nei bambini:

I farmaci di scelta sono Amoxiclav e Augmentin, i vantaggi di cui abbiamo descritto sopra. Con l'intolleranza alle penicilline, le cefalosporine aiuteranno: cefalossina, ceforuxim, cefaclor. Il trattamento della bronchite da bambini con loro, in particolare a lungo termine, dovrebbe essere accompagnato dall'assunzione di colture batteriche vive (Acipol, Bifidumbacterin, Linex, Bifiform) e vitamine C e B.

I macrolidi ti salveranno dalla bronchite prolungata, cronica e atipica (Macrolide, Sumamed, Rulid). Questi antibiotici sono anche buoni perché penetrano bene in tutti i fluidi corporei, comprese le secrezioni bronchiali, dove possono agire sui patogeni della bronchite nel modo più rapido ed efficace.

I moderni antibiotici per bambini sono disponibili in una forma conveniente e conveniente: sotto forma di sciroppi e compresse masticabili al gusto di frutta. Ciò facilita notevolmente il trattamento della bronchite nei giovani pazienti..

Trattamento antibiotico per la bronchite durante la gravidanza

La cosa più spiacevole e pericolosa che si possa immaginare durante la gravidanza è l'insorgenza improvvisa di una malattia grave, per il trattamento di quali farmaci che potrebbero danneggiare il nascituro. Se a una donna incinta viene diagnosticata la bronchite, è necessario prendere tutte le misure per attivare la sua immunità e aiutare a far fronte alla malattia da sola. Esistono anche immunostimolanti speciali che proteggono direttamente il feto e hanno un effetto locale, ad esempio supposte rettali e vaginali Viferon. Vengono introdotti a seconda dell'apertura fisiologica più vicina alla placenta.

Se la bronchite non può essere fermata con l'aiuto del trattamento sintomatico e immunostimolante, è più saggio ricorrere ancora agli antibiotici piuttosto che permettere l'intossicazione del corpo e l'alta leucocitosi nella futura mamma. Questi fattori influenzeranno lo sviluppo del feto ancora più negativamente dei moderni farmaci antibatterici. Non dimenticare inoltre che il diaframma di una donna incinta è compresso dal feto in crescita e questo complica in modo significativo lo scarico del muco bronchiale e quindi accelera la moltiplicazione dei batteri nei bronchi.

Le tattiche per il trattamento della bronchite durante la gravidanza sono le seguenti:

Nel primo trimestre, quando vengono posati tutti i principali sistemi e organi del nascituro, il trattamento antibiotico è altamente indesiderabile. Ma se non puoi farne a meno, il medico di solito prescrive Amoxicillina, Flemoxin o un altro farmaco del gruppo delle aminopenicilline.

Nel secondo e terzo trimestre, è possibile prescrivere antibiotici cefalosporinici e macrolidi;

È categoricamente impossibile trattare la bronchite in donne in gravidanza con tetracicline e fluorochinoloni;

10 regole per il trattamento della bronchite con antibiotici

In conclusione, torniamo all'inizio della nostra conversazione e sottolineiamo ancora una volta che assumere antibiotici per la bronchite è necessario solo se è veramente necessario. Prima di prescrivere il farmaco, se non una coltura batterica dell'espettorato, almeno un esame del sangue elementare deve essere superato. E se si osserva la leucocitosi, inoltre, il numero di segmenti segmentali e di stabilizzazione dei leucociti aumenta, così come l'ESR è superiore a 20 mm / h, è consigliabile un trattamento antibiotico della bronchite. E se il colpevole della bronchite è un'infezione virale semplice (come spesso accade), l'assunzione di farmaci antibatterici è insignificante e dannosa.

Scrivi quali antibiotici hai preso in passato e informa il tuo medico! La stessa regola si applica ai bambini: i genitori devono fornire al pediatra informazioni accurate su tutti i farmaci antibatterici con i quali è stato trattato prima della prima visita a questo medico e sull'efficacia di questi farmaci, quali effetti collaterali hanno causato, se erano allergici. Dati oggettivi sulla tollerabilità della frequenza d'uso degli antibiotici consentiranno al medico di scegliere un farmaco del genere per il trattamento della bronchite, che è molto probabile che aiuti il ​​paziente e non causerà conseguenze negative..

Non chiedere al tuo medico di prescrivere antibiotici e non prenderli da soli! Abbiamo fretta di recuperare il prima possibile e pensiamo che tutte le informazioni necessarie possano essere raccolte dalla pubblicità per le droghe. Pertanto, quando un medico con bronchite raccomanda di mettere gli intonaci di senape e bere il tè con il miele, ci accigliamo per il fastidio e pensiamo che questo sia uno specialista della "vecchia scuola" non qualificato che ha fretta di sbarazzarsi di noi il prima possibile. Poi veniamo in farmacia, dove un utile farmacista offre una vasta gamma di farmaci moderni, freschi, potenti (e, ovviamente, il più costoso possibile). Il risultato di tale trattamento non è sempre una vittoria sulla bronchite, ma quasi sempre abbiamo disbiosi, allergie e dipendenza da antibiotici..

Chiedi un'analisi dell'espettorato batteriologico se non ci sono miglioramenti! Se dopo 3-5 giorni dall'inizio dell'assunzione accurata e tempestiva dell'antibiotico prescritto per te, non ci sono cambiamenti positivi nella tua salute, assicurati di dirlo al medico e di chiederti di fare un test dell'espettorato per la coltura batterica. Potresti avere una bronchite atipica o essere causata da batteri resistenti al farmaco di scelta.

Osservare rigorosamente il dosaggio, la frequenza e il tempo di assunzione di antibiotici! Se le viene prescritto di assumere il medicinale tre volte al giorno, ciò non significa che sia necessario assumere la pillola durante la colazione, il pranzo e la cena o prima / dopo i pasti. Per un trattamento efficace della bronchite con antibiotici, è necessario mantenere una concentrazione terapeutica costante del farmaco nel sangue. Pertanto, se viene prescritta una dose di tre volte, ciò significa 8 ore a intermittenza, se quattro volte - a distanza di 4 ore, se due volte - 12 ore e se una singola dose, allora è necessario assumere una pillola ogni giorno alla stessa ora.

Non interrompere il trattamento immediatamente dopo esserti sentito meglio! I tempi del trattamento antibiotico per la bronchite dipendono dal tipo di farmaco e possono variare da 3 a 14 giorni, molto spesso 5-7 giorni. Questi termini non sono presi dal soffitto, ma sono i risultati di studi clinici su numerosi gruppi di controllo dei pazienti. Il "sottotrattamento" delle infezioni è persino peggiore del "ritrattamento", ovvero l'uso non necessario di antibiotici. Cosa succede nel corpo di un paziente che interrompe la terapia antimicrobica a metà? Rimane una colonia di batteri, non completamente uccisa, ma solo paralizzata dall'antibiotico e ben informata del principio della sua azione. Questi agenti patogeni sopravvivranno e trasmetteranno informazioni genetiche ereditarie alla loro prole, grazie alle quali una persona potrebbe sviluppare in futuro un'infezione multi-resistente e non curabile..

Evitare interruzioni del trattamento e sostituzioni antibiotiche non coordinate! Acquista sempre tutte le confezioni del farmaco necessarie per completare l'intero ciclo di trattamento antibiotico per la bronchite. È assolutamente inaccettabile quando, al momento giusto, le pillole semplicemente non sono a portata di mano e il paziente perde il farmaco o acquista un analogo del farmaco prescritto in farmacia, perché le pillole necessarie non erano in vendita. L'analogo può avere una composizione o un dosaggio diversi del principio attivo attivo! Come ultima risorsa, contattare il medico e consultare la scelta della sostituzione.

Non modificare il dosaggio! Alcune persone, quando trattano la bronchite con antibiotici, osservano segni di allergie o gravi effetti collaterali (nausea, vomito, diarrea, debolezza, vertigini), ma non dicono nulla al medico, ma invece sopportano stoicamente il tormento e semplicemente riducono il dosaggio del farmaco, sperando in tali modi per ridurre la gravità sintomi spiacevoli. Questo non dovrebbe essere fatto in nessun caso! Leggi le conseguenze nella clausola 5. È anche impossibile aumentare il dosaggio degli antibiotici per curare la bronchite il più presto possibile, perché sicuramente non si possono evitare effetti collaterali e effetti dannosi sui reni e sul fegato.

Prendi gli antibiotici correttamente! Se le istruzioni dicono che il farmaco deve essere bevuto 20 minuti prima dei pasti, durante i pasti o un'ora dopo i pasti, allora questa raccomandazione dovrebbe essere seguita, poiché ogni tipo di antibiotico richiede determinate condizioni per un assorbimento e un ingresso ottimali nel flusso sanguigno. Potrebbero esserci anche istruzioni speciali su come assumere il farmaco (deglutire una pillola o capsula intera, masticare, sciogliere, tenerlo sotto la lingua), come berlo (solo acqua o qualsiasi altro liquido) e quanta acqua è necessario bere. Queste raccomandazioni devono anche essere seguite, poiché ci sono antibiotici che irritano gravemente il tratto digestivo..

Non trascurare la terapia di supporto! Il trattamento a lungo termine della bronchite con antibiotici è quasi sempre accompagnato dall'assunzione profilattica di vitamine, probiotici e fungicidi, perché senza queste misure è difficile mantenere una microflora sana nel corpo. Un atteggiamento sprezzante nei confronti del consiglio di un medico o un banale desiderio di risparmiare denaro può provocare indigestione a lungo termine, stomatite, carenza vitaminica, candidosi vaginale (mughetto) e altri sintomi spiacevoli. Pertanto, è meglio acquistare e bere tutti i medicinali raccomandati..

Rispettare una dieta speciale! Non è un segreto che alcuni tipi di alimenti particolarmente gustosi e soddisfacenti (carni affumicate, cibi fritti, dolciumi) appesantiscono il fegato. Ma durante il periodo di trattamento della bronchite con antibiotici, fa già fatica. Non c'è niente da dire sull'alcol: non solo sovraccarica i reni, ma entra anche in pericolose interazioni con la maggior parte degli antibiotici. Durante la malattia, cerca di essere il più limitato possibile nei cibi, mangia cibi più sani e leggeri (cereali, zuppe, verdure) e bevi almeno due litri di acqua pulita al giorno. essere sano!

Informazioni sul medico: 2010-2016 Praticante dell'ospedale terapeutico dell'unità medica e sanitaria centrale n. 21, città di elektrostal. Dal 2016 lavora nel centro diagnostico n. 3.