Tutto sull'alcol

Come sapete, molti farmaci reagiscono con l'alcol per formare composti pericolosi. Pertanto, prima di mescolare i farmaci assunti con l'alcol, è consigliabile scoprire le probabili conseguenze.

Separatamente, è necessario soffermarsi sull'assunzione di alcol nel corso degli antibiotici. L'opinione esistente che l'alcol neutralizza gli antibiotici non è del tutto vera, ma nella maggior parte dei casi è abbastanza vicina alla realtà. La malattia inizia a svilupparsi come se non fosse stato effettuato alcun trattamento.

Considereremo più in dettaglio la situazione di come l'alcol influisce sugli antibiotici nella parte principale di questo articolo..

L'alcol è possibile durante l'assunzione di antibiotici

Alla domanda se è possibile l'alcol con antibiotici, c'è una risposta inequivocabilmente negativa. Indipendentemente dal tipo di droghe utilizzate e dal volume di alcol assunto, le conseguenze di tali azioni avranno effetti negativi solo per il corpo..

L'influenza dell'alcol sul corpo ha generalmente pochi aspetti positivi, e ancora di più in presenza di qualsiasi malattia. Pertanto, assumere contemporaneamente antibiotici e alcool significa annullare l'efficacia del trattamento..

Miti sulla compatibilità con alcol e antibiotici

C'è un gran numero di idee sbagliate sulle conseguenze del bere alcolici durante l'assunzione di antibiotici, causate da conoscenze insufficienti nel campo della farmacologia e della fisiologia..

  • L'assunzione simultanea di antibiotici e alcol non influisce sul fegato

Questo mito non sopporta affatto le critiche. Per quanto riguarda gli effetti tossici dell'etanolo e dei suoi metaboliti sul tessuto epatico, è noto da tempo e sembra a tutti. Inoltre, la maggior parte dei tipi di antibiotici viene scomposta nel fegato, il che crea comunque un certo carico su questo organo..

Pertanto, la combinazione di droghe e bere mette a dura prova il fegato. I risultati degli studi, secondo i quali l'interazione tra alcol e antibiotici non ha alcun effetto sul fegato, interpretano la situazione da un lato..

La maggior parte di questi farmaci non forma sostanze pericolose in combinazione con etanolo. Ma questo non nega il fatto di un aumento del carico sul fegato a causa dell'uso combinato di droghe e bevande forti..

  • Durante l'assunzione di antibiotici, l'alcool che bevi non reagisce con loro

Gli studi hanno dimostrato che non vi è alcuna reazione tra la maggior parte dei tipi di antibiotici ed etanolo.

Va notato, tuttavia, che l'uso di alcol di alta qualità ai nostri tempi è piuttosto raro. In pratica, l'alcool bevuto molto spesso contiene un'enorme quantità di varie impurità, tra cui oli di fusel e alcoli tossici. La reazione tra tali sostanze e antibiotici può avere le conseguenze più terribili..

  • Bere alcolici non influisce sull'efficacia del trattamento

E ancora, i risultati interpretati a senso unico della ricerca medica vengono in aiuto degli amanti dell'alcool. In effetti, la maggior parte dei tipi di farmaci antibatterici non perde le loro proprietà se combinata con l'alcol. Inoltre, nel caso di assunzione di una piccola quantità di alcol, non vi è alcuna reazione..

Ma sullo sfondo della gioia dall'evidenza della compatibilità di droghe e alcol, tutti per qualche ragione dimenticano gli aspetti pratici di questa situazione..

L'efficacia dell'uso di eventuali antibiotici si ottiene solo se sono sufficientemente concentrati nel corpo. Poiché è improbabile che qualcuno si fermi a 50 grammi di alcol con antibiotici, l'alcol bevuto avrà comunque un effetto diuretico. Insieme al resto del fluido, anche gli antibiotici in arrivo verranno rimossi dal corpo, il che non consentirà loro di raggiungere la saturazione desiderata e garantire l'efficacia del trattamento.

  • Se fai una pausa nel tempo tra l'assunzione di farmaci e alcol, non si verificheranno effetti negativi

È importante saperlo

Tutti i tipi di antibiotici dopo l'assunzione sono nel corpo per lungo tempo, alcuni tipi - fino a una settimana e macrolidi fino a 10 giorni. Pertanto, se bevi un antibiotico al mattino e alcool la sera, l'effetto di tale trattamento sarà zero nella migliore delle ipotesi e, nel peggiore dei casi, potrebbero verificarsi gravi conseguenze negative..

L'intervallo minimo dopo quanto puoi bere alcolici dopo aver assunto antibiotici è un periodo di quattro ore. Fondamentalmente, dopo il trattamento antibiotico, l'alcol può essere assunto solo dopo quanti giorni.

La risposta alla domanda su cosa fare se è male dopo aver assunto alcolici insieme agli antibiotici dipenderà dal tipo di trattamento utilizzato. In questo caso non è possibile fornire raccomandazioni universali, pertanto, se si sente peggio, è necessario consultare un medico.

Perché non dovresti bere alcolici con antibiotici

Ci sono molte ragioni per cui non è possibile combinare antibiotici e alcool.

Elenchiamo i più comuni.

  1. Reazione simile al disulfiram

La sostanza specificata viene utilizzata nel complesso trattamento dell'alcolismo come mezzo per sviluppare avversione all'alcol. Di per sé, non ha alcun effetto sul corpo, ma quando miscelato con l'alcol, compaiono una serie di effetti negativi..

Nel caso dell'alcol, è controindicato per il motivo che i metaboliti formati durante l'assorbimento degli antibiotici complicano il processo di decomposizione dell'alcol. In particolare, il risultato di questo processo è un aumento del contenuto di aldeide acetica nel corpo, che può causare una serie di reazioni negative:

  • Forte mal di testa;
  • tachicardia;
  • nausea;
  • vomito;
  • febbre in faccia, collo e petto;
  • respirazione difficoltosa;
  • convulsioni.

Ad alti dosaggi di entrambe le sostanze, esiste la possibilità di morte..

Per questo motivo, gli antibiotici dei gruppi nitroimidazolo e cefalosporina sono incompatibili con l'alcol..

Allo stesso tempo, il modo in cui la miscela di alcol e antibiotici influisce sul corpo non dipenderà dalla forma del loro rilascio. Sintomi identici verranno osservati sia quando li si inietta, sia quando vengono assunti in una forma diversa, ad esempio gocce, compresse, capsule, sospensioni, ecc..

  1. Effetti tossici sul fegato dei metaboliti formati

Numerosi tipi di antibiotici (in particolare, dal gruppo di tetracicline), quando miscelati con alcool, formano composti tossici per il fegato, che in alti dosaggi possono causare l'insorgenza di epatite indotta da farmaci.

Alcuni antibiotici (ad esempio, eritromicina, cimetidina, i farmaci antifungini voriconazolo, itraconazolo, ketoconazolo e altri) richiedono gli stessi enzimi dell'alcool per l'assorbimento. Per una serie di ragioni, in caso di assunzione simultanea di alcol e droghe, questo enzima è carente nelle droghe. Di conseguenza, c'è un aumento dell'accumulo del farmaco nel corpo, che minaccia l'intossicazione.

  1. Effetto deprimente sul sistema nervoso

Un'altra manifestazione che accadrà se si bevono antibiotici con alcol è l'eccessiva inibizione delle capacità psicomotorie. Come sapete, alcuni antibiotici hanno un effetto deprimente sulla coscienza. Questi includono cicloserina, etionamide, talidomide e alcuni altri. L'alcol ha un effetto simile. Pertanto, l'uso simultaneo di tali droghe e alcol può causare un ritardo mentale molto pronunciato..

Pertanto, l'affermazione secondo cui l'alcol può essere usato con antibiotici è fondamentalmente sbagliata..

In effetti, la ricerca moderna conferma l'assenza di effetti collaterali nella maggior parte dei casi, ma tenendo conto della combinazione degli effetti negativi di alcol e antibiotici sul corpo, è meglio rifiutare una tale combinazione. Inoltre, a causa della mancanza di conoscenze sulla classificazione del farmaco utilizzato, è possibile ottenere una pronunciata reazione negativa del corpo, il che è irragionevole..

Vale la pena sapere che esiste una tabella di compatibilità di vari tipi di antibiotici e alcol. Per ridurre il rischio di effetti negativi, è consigliabile studiare queste informazioni.

Prima di tutto, elencheremo quali antibiotici possono essere assunti con l'alcol.

  1. Penicilline: Amoxiclav, Amoxicillin (Flemoxin), Ampicillin, Oxacillin, Carbenicillin, Ticarcillin, Azlocillin, Piperacillin.
  2. Farmaci antifungini: nistatina, clotrimazolo, afobazolo.
  3. Antibiotici ad ampio spettro: Heliomycin, UnidoxSolutab, Levofloxacin, Moxifloxacin, Trovafloxacin, Cefpirome, Ceftriaxone, Azithromycin, Augmentin, Flemoxin solutab.

Devi anche sapere quali antibiotici non devono essere assunti con l'alcol..

  • Nitroimidazoles: Metronidazole, Tinidazole, Trichopolum, Tiniba, Fazizhin, Klion, Flagil, Metrogyl.
  • Cefalosporine: Suprax, Cefamandol, Cefotetan, Moxalactam, Cefobid, Cefoperazone.
  • Altri antibiotici: Levomicetina, Bactrim, Ketoconazolo, Trimetoprim-sulfametossazolo, Co-trimoxazolo, Biseptolo, Nizoral, Doxiciclina (un altro nome è l'antibiotico Unidox).

Per quanto tempo dopo gli antibiotici può essere permesso l'alcol

Come sapete, l'alcol è vietato dopo gli antibiotici. Se una persona ha bevuto antibiotici, è necessario mantenere un certo intervallo prima di bere alcolici, altrimenti la probabilità di effetti negativi aumenta in modo significativo.

Il momento in cui puoi iniziare a bere alcolici dipende dal periodo di eliminazione degli antibiotici dal corpo. In ogni caso, se il paziente ha bevuto antibiotici al mattino, allora è meglio astenersi dalle riunioni serali con una bevanda inebriante. Anche i farmaci a breve termine non verranno ritirati per un breve periodo, il che creerà un carico inutile sugli organi e sui sistemi del corpo indeboliti dalla malattia.

Un fatto importante

Quanto tempo devi aspettare dopo un ciclo di antibiotici dipenderà principalmente dal fatto che i farmaci utilizzati siano compatibili con l'alcol, nonché dal tempo in cui il farmaco viene rimosso dal corpo. Maggiore è il rischio per la salute rappresentato dalla combinazione di questo medicinale con etanolo, maggiore è l'intervallo tra la fine del ritiro del farmaco e il momento dell'assunzione sicura di alcol.

Il periodo di eliminazione, nonché il livello di tossicità per l'organismo se miscelato con alcol, dipenderanno dal tipo di antibiotici utilizzati..

Questi includono farmaci come metronidazolo, tinidazolo e seknidazolo. Nel caso del loro uso, l'alcol può essere assunto non prima di 48 ore dopo la fine dell'assunzione, poiché questi farmaci danno una reazione simile al disulfiram.

La struttura molecolare di questo farmaco è in qualche modo simile al disulfiram, quindi, se miscelato con etanolo, questo farmaco dà una reazione simile al disulfiram. Il periodo minimo dopo il quale è possibile consumare alcolici è di 24 ore. Nel caso di malattie del sistema urinario, l'intervallo aumenta.

Questo tipo di antibiotico ha un effetto deprimente sul sistema nervoso, se miscelato con alte dosi di alcol, possono causare coma. L'alcol può essere consumato non prima di dopo 36 ore.

Questo tipo di antibiotico, se miscelato con alcool, ha un pronunciato effetto tossico sul fegato e ha un periodo di eliminazione abbastanza lungo. Puoi bere alcolici dopo almeno 72 ore.

La miscelazione con alcol può causare vomito, convulsioni e una reazione simile al disulfiram. Puoi bere alcolici non prima di 24 ore dopo l'ultima assunzione di tale medicinale;

Se miscelati con alcol, hanno un pronunciato effetto tossico sull'udito e sul sistema urinario. Dopo la fine del ciclo di tali farmaci, l'alcol può essere assunto non prima di due settimane dopo..

La miscelazione di questo farmaco con etanolo può danneggiare il sistema nervoso centrale e il fegato e causare una reazione simile al disulfiram. Le bevande forti possono essere consumate non prima di 4 giorni dopo la fine del trattamento.

Nel caso di bere alcolici fino a quando il farmaco non viene completamente ritirato dal corpo, aumenta il rischio di sviluppare cirrosi epatica, specialmente quando si assume eritromicina. Si differenzia dalla maggior parte degli altri farmaci per la sua lenta eliminazione dal corpo. Puoi bere alcolici non prima di 7 giorni dopo.

  • Isoniazide farmaco anti-tubercolosi.

Se miscelato con alcol, può causare epatite indotta da farmaci con decorso fulminante. Dopo il trattamento con tale farmaco, qualsiasi bevanda alcolica è vietata per un mese dopo la fine dell'assunzione..

Perché non dovresti assumere alcol con antibiotici?

indicazioni

Perché non dovresti assumere alcol con antibiotici?

Abbastanza spesso, i pazienti si rivolgono al loro medico con una domanda se è possibile combinare alcol e antibiotici?

Ogni persona ha a che fare con malattie che possono essere sconfitte solo con l'aiuto di speciali farmaci antimicrobici. Questi ultimi, come sapete, sono farmaci piuttosto aggressivi, quindi la terapia antibiotica è associata a determinate restrizioni, incluso l'uso di alcol.

Figura 1 - Antibiotici e alcol: è possibile o meglio rifiutare?

La questione se sia possibile assumere alcol durante l'assunzione di antibiotici è discutibile: nei media è possibile trovare opinioni contrastanti. In precedenza, durante una festa, l'ospite invitato poteva facilmente rifiutare la porzione successiva della bevanda, citando il trattamento antibiotico. Hanno simpatizzato con una persona simile e non lo hanno convinto a bere. Ora può essere contestato, riferendosi ad articoli di varie pubblicazioni, sostenendo che le bevande alcoliche non interferiscono con il processo di guarigione. Dov'è la verità??

La combinazione di alcol e antibiotici sono i principali rischi

Giustificando il divieto dell'uso simultaneo di agenti antimicrobici e bevande inebrianti, i medici di solito spiegano le restrizioni con i seguenti motivi:

  • L'alcol blocca (riduce) l'effetto terapeutico degli antibiotici e / o provoca reazioni indesiderate. L'efficacia della terapia diminuisce.
  • Con l'uso simultaneo di alcol e agenti antibatterici, si verificano gravi danni tossici al fegato e ad altri organi.

Quanto sono vere queste affermazioni?

In effetti, l'assunzione di bevande intossicate può ridurre l'effetto terapeutico dei prodotti farmaceutici. In particolare, ciò è dovuto al fatto che l'alcol distrugge il principio attivo stesso o rende difficile per l'antibiotico legarsi alle proteine ​​dei patogeni. Inoltre, bere alcolici può portare a una più rapida eliminazione del farmaco dal corpo, che riduce la sua efficacia o, al contrario, rallenta l'eliminazione dei residui di farmaco, causando sintomi indesiderati..

La ricerca e la pratica medica confermano che sia l'alcol che gli antibiotici hanno un effetto depressivo sul fegato.

Figura 2 - Fegato sotto un doppio colpo

Non è un caso che le istruzioni per i farmaci antibatterici indicano il loro effetto negativo su questo importante organo (alcuni farmaci sono completamente controindicati per le persone con gravi malattie del fegato). Se combini alcol e antibiotico, il fegato soffre doppiamente, quindi le paure dei medici sono pienamente giustificate. A proposito, non solo il fegato è sotto attacco: il "cocktail" dell'alcool con farmaci antimicrobici influisce negativamente sul lavoro del sistema cardiovascolare, ma è anche pericoloso per il pancreas e il sistema nervoso centrale.

Una volta nel corpo, l'alcol viene gradualmente scomposto in anidride carbonica e acqua. Più veloce viene elaborato l'alcool, minore è l'effetto dannoso sul corpo. Ma con l'uso simultaneo di alcol e antibiotici, l'utilizzo di alcol rallenta, poiché l'antibiotico blocca l'enzima alcol deidrogenasi, che è necessario per la degradazione. Per questo motivo, un metabolita tossico di alcol si accumula nel sangue, che avvelena il corpo..

Quali sono le affermazioni degli esperti che credono che l'alcol non influisca in alcun modo sull'azione degli antibiotici comunemente usati??

Figura 3 - È possibile bere alcolici con antibiotici?

È stato possibile dimostrare l'effetto negativo dell'alcol sugli antibiotici?

Per dare una risposta motivata alla domanda se è possibile bere alcolici durante l'assunzione di antibiotici, sono stati condotti studi appropriati.

Gli scienziati hanno condotto esperimenti di laboratorio sugli animali e hanno quindi invitato i volontari a partecipare alla ricerca. Gli è stato offerto di sottoporsi a un corso di trattamento con agenti antibatterici, durante il quale potevano bere alcolici. L'obiettivo principale che gli organizzatori degli esperimenti si prefiggevano era stabilire come l'alcool (etanolo) influenza gli antibiotici..

La ricerca ha dimostrato che è improbabile che la maggior parte degli agenti antibatterici interagisca con l'alcol. In altre parole, non ha effetti significativi sulle droghe..

Questa conclusione è stata fatta in base al fatto che l'effetto della terapia antibiotica nel gruppo di pazienti in cui era vietato l'alcol e nel gruppo in cui i pazienti hanno bevuto bevande intossicate era identico. Gli indicatori di assorbimento, distribuzione e ritiro dei farmaci erano quasi gli stessi, con piccole deviazioni..

Figura 4 - La maggior parte degli antibiotici non interagisce con l'alcol

Ma non saltare alla conclusione che la combinazione di alcol e antibiotici non rappresenta una minaccia. Gli esperti prestano attenzione alle seguenti sfumature:

  • Gli studi erano sporadici, quindi è impossibile parlare con certezza al 100% sulla sicurezza della combinazione..
  • Durante gli esperimenti sono state utilizzate piccole dosi di alcol (non si parla di assunzione incontrollata ed eccessiva di bevande inebrianti).
  • Gli studi effettuati hanno riguardato esclusivamente l'interazione del farmaco con alcool etilico. Nessuno ha negato l'effetto negativo dell'antibiotico + simbiosi alcolica sul fegato e sull'intero corpo nel suo insieme.

5 motivi per cui gli antibiotici non dovrebbero essere combinati con l'alcol

  • L'alcool interrompe il normale metabolismo (l'assorbimento dei nutrienti peggiora).
  • L'alcool aumenta la glicemia.
  • L'alcol impoverisce il corpo, altera il sistema immunitario.
  • Questa combinazione può portare a reazioni allergiche.
  • È impossibile prevedere il risultato dell'interazione tra alcol e antibiotici in ciascun caso specifico a causa delle caratteristiche individuali dell'organismo..

Quando e perché assumere antibiotici e alcol è completamente proibito?

Quindi, secondo i dati disponibili, quando si assumono bevande contenenti alcol etilico, la maggior parte degli antibiotici non cambia le loro proprietà farmacologiche e non ha effetti collaterali significativi. Ma ci sono tra i farmaci antimicrobici e quelli che non possono essere combinati con bevande inebrianti, poiché un tale tandem porta a conseguenze pericolose.

Quali sono gli antibiotici incompatibili con l'alcol? Questa categoria di farmaci comprende fondi che:

    Se consumati contemporaneamente a prodotti contenenti alcol, portano a gravi disturbi metabolici (metabolismo). Abbiamo già scritto sopra che è necessario un enzima speciale per scomporre l'alcool etilico in componenti sicuri. Per l'elaborazione di alcuni antibiotici, questo enzima è anche necessario, ma la sua quantità nel corpo potrebbe non essere sufficiente per abbattere sia l'alcol che la medicina, il che porta all'accumulo di sostanze nocive (intossicazione del corpo). Per evitare di avvelenare il corpo, è vietato bere alcolici contemporaneamente a farmaci antimicrobici come voriconazolo, ketoconazolo, itrokenazolo, eritromicina, cimetidina e loro analoghi.

  • Causano una reazione simile al disulfiram. Questi sono antibiotici che prevengono la decomposizione dell'alcool etilico e quindi contribuiscono all'accumulo di una sostanza velenosa - l'acetaldeide. Ecco perché una combinazione come il tinidazolo e l'alcool (questo antibiotico prescritto nel trattamento della tricomoniasi) è controindicata, in combinazione con l'alcol porta a nausea e vomito. Una reazione simile si verifica quando il metronidazolo, il cefotetano, il cloramfenicolo, la tetraciclina e alcuni altri agenti antibatterici vengono assunti contemporaneamente all'alcol.
  • Il termine "reazione simile al disulfiram" (alias reazione al rossore) è associato al farmaco con lo stesso nome, disulfiram, che viene utilizzato nel trattamento della dipendenza da alcol. La terapia è la seguente: il paziente viene impiantato con compresse di disulfiram attraverso un'incisione nel tessuto sottocutaneo, che blocca la degradazione dell'alcool. Se una persona del genere consuma alcol, sviluppa sintomi dolorosi e spiacevoli: palpitazioni cardiache, nausea, vomito, ecc..

    Figura 5 - Cosa succede se si assumono antibiotici e alcool?

    Se combinati con bevande inebrianti, hanno un effetto deprimente sul sistema nervoso centrale. Pertanto, le persone in trattamento con cicloserina, talidomide e altri farmaci antimicrobici lamentano vertigini, debolezza, sonnolenza e convulsioni. Questa condizione è particolarmente pericolosa se la persona è fuori casa..

    I medici prestano attenzione che il divieto di assumere prodotti contenenti alcol non si limita a un bicchiere di vodka o brandy (quando si assumono antibiotici, si consiglia di dimenticare sia il vino che la birra per un po '). L'alcol etilico può essere trovato in altri alimenti e medicine, quindi se devi assumere più di un medicinale, assicurati che siano privi di alcool. Allo stesso modo, è necessario rispettare le restrizioni indipendentemente dalla forma di dosaggio in cui viene utilizzato il farmaco - sotto forma di compresse, sciroppo o unguento esterno.

    Cosa succede se bevi antibiotici e alcol: conseguenze indesiderabili

    Puoi spesso sentire che alcuni conoscenti si sono esercitati a bere alcolici e a prendere antibiotici e non ha avuto nulla di male da una combinazione così dubbia. Ma nessuno sa cosa stava succedendo nel corpo di questa persona e come sono andate le cose per la sua salute. Ma nella pratica medica, ci sono molti casi registrati in cui la combinazione di pozione inebriante con farmaci ha portato a:

    • violazioni del fegato;
    • gravi malfunzionamenti del cervello e del sistema nervoso centrale (mal di testa, vertigini, nausea, vomito, convulsioni);
    • problemi di sonno;
    • lo sviluppo di malattie del tratto gastrointestinale;
    • sensazioni dolorose nell'addome;
    • reazioni cutanee negative (arrossamento, eruzione cutanea);
    • picchi di pressione sanguigna, ridotta attività cardiaca;
    • shock anafilattico.


    Figura 6 - Sintomi dopo l'assunzione di alcol

    C'è un altro punto importante a cui prestare attenzione: quando puoi iniziare a bere alcolici dopo aver assunto antibiotici. Alla fine del corso di terapia, è consigliabile rimanere in piedi ancora qualche giorno prima di aprire una bottiglia del tuo vino o cognac preferito. Ciò è dovuto al fatto che ci vuole del tempo per rimuovere i prodotti di decadimento di un farmaco dal corpo (per diversi farmaci, questi periodi differiscono, informazioni dettagliate possono essere ottenute dal medico o dalle istruzioni).

    Perché si crede fermamente che alcol e antibiotici non debbano essere miscelati?

    L'alcol è indesiderabile da utilizzare in combinazione con molti farmaci e non solo con farmaci antimicrobici. Tuttavia, perché esattamente la combinazione con antibiotici è sempre stata severamente vietata?

    Ci sono due teorie storiche che spiegano perché i medici hanno sempre sostenuto un rifiuto completo degli intossicanti durante la terapia antibiotica..

    Si ritiene che i venereologi siano stati i primi a introdurre un divieto categorico sul consumo di alcol durante il trattamento antibiotico..

    Nel corso del trattamento, i pazienti amorevoli hanno bevuto e, alticci, sono andati di nuovo alle sacerdotesse dell'amore. Per impedire ai pazienti di reinfezione, i medici hanno spaventato i loro reparti che, usando alcol con antibiotici, hanno rischiato la morte..

    Durante la guerra, la penicillina era richiesta in grandi quantità e scarseggiava. Pertanto, la preziosa medicina doveva essere estratta dalle urine dei soldati sottoposti a terapia antibiotica. L'urina è stata prelevata da pazienti, dai quali è stato recuperato l'antibiotico.

    A causa dell'uso di alcol (i soldati in recupero potevano bere birra), la produzione di penicillina era difficile. Pertanto, è stato introdotto un divieto assoluto di bere per tutti coloro a cui è stato mostrato un antibiotico..

    Riepilogo per coloro che pensano di bere alcolici durante l'assunzione di antibiotici

    • Gli studi hanno dimostrato che l'alcol non influisce in modo significativo sull'efficacia della maggior parte dei moderni farmaci antibatterici. Tuttavia, esiste un elenco di farmaci severamente vietati da assumere con bevande forti..
    • Nonostante il fatto che l'opinione degli esperti sulla compatibilità delle bevande alcoliche e degli agenti antibatterici sia stata divisa (ad eccezione di quei farmaci per i quali le restrizioni sono categoriche), la maggior parte di essi è incline a credere che sia meglio che il paziente rifiuti l'alcool durante il trattamento. Allo stesso tempo, dovresti sapere: se durante la terapia hai ancora bevuto un bicchiere di vino, non dovresti rifiutare di prendere l'antibiotico successivo (di nuovo, se questo è un farmaco per il quale non esiste una chiara controindicazione per l'alcol).

    Per essere sicuro che il tuo antibiotico non sia incluso nel gruppo di farmaci che non possono essere combinati con bevande alcoliche, controlla questa domanda con il tuo medico e leggi attentamente le istruzioni.

    Video - Perché non puoi bere alcolici durante l'assunzione di antibiotici?

    L'alcol è compatibile con gli antibiotici e quali sono le conseguenze del bere alcolici durante il trattamento?

    I componenti chimici dei farmaci sono spesso incompatibili tra loro e con alcool etilico..

    Di norma, quando si assumono farmaci, compresi gli antibiotici, i medici raccomandano di eliminare l'alcol.

    Ciò è necessario per ridurre la probabilità di sviluppare reazioni insolite al farmaco..

    Puoi bere alcolici durante l'assunzione di antibiotici?

    Alcuni medicinali, se assunti insieme a bevande contenenti etanolo, perdono le loro proprietà terapeutiche, inclusi gli agenti antimicrobici. Gli antibiotici sono divisi in classi che si manifestano in modo diverso quando interagiscono con l'alcol.

    atto

    Che effetto hanno gli antibiotici sui microrganismi:

    • distruggere l'integrità della cellula;
    • disorganizzare le proteine ​​microbiche;
    • inibire il lavoro degli enzimi respiratori;
    • interrompere le funzioni vitali dei bacilli.

    La soppressione della crescita di microrganismi e della loro morte dipende direttamente dalla concentrazione di antibiotici. Il dosaggio richiesto è un aspetto importante nel trattamento delle malattie batteriche. L'effetto killer può dipendere non solo dalla concentrazione, ma anche dal tempo di esposizione ai microbi..

    Diversi antibiotici hanno uno spettro d'azione diverso, stretto (una classe di microrganismi è suscettibile a loro), ampio (colpisce diversi tipi di batteri).

    L'effetto degli antibiotici su una cellula batterica

    Compatibilità

    I farmaci antimicrobici sono combinati per migliorare l'effetto antibatterico. I gruppi di fondi che, se usati insieme, mostrano una performance complessiva superiore all'additivo (monouso) sono chiamati sinergici. In caso di combinazione di fondi, quando l'effetto combinato è inferiore a quello dell'agente attivo stesso, la combinazione è considerata antagonista. L'associazione indifferente è l'assenza di segni di interazione.

    La compatibilità degli antibiotici tra loro e l'effetto dell'alcol su di essi viene presa in considerazione dal medico al momento della prescrizione. L'effetto antagonistico quando combinato con l'etanolo diminuisce (doxiciclina, eritromicina).

    I rappresentanti delle cefalosporine, il nitroimidazolo interferiscono con la trasformazione dell'alcol, che porta alle seguenti condizioni:

    • avvelenamento con tossine;
    • disidratazione;
    • squilibrio elettrolitico;
    • il ritmo cardiaco è perso;
    • il fegato è interessato;
    • aumento della sedazione;
    • danno al sistema nervoso centrale (SNC);
    • si sviluppa insufficienza respiratoria.

    effetti

    L'alcool etilico penetra nella barriera emato-encefalica, quindi il suo uso non è raccomandato durante un ciclo di farmaci con le stesse proprietà a causa del rischio di sviluppare disturbi vestibolari, danni al sistema nervoso centrale.

    Farmaci antimicrobici che penetrano nel BBB:

    Con l'abuso di bevande alcoliche, l'attività degli enzimi gastrici aumenta, le funzioni protettive della mucosa si indeboliscono. Se combinato con farmaci all'etanolo, aumenta il rischio di sviluppare gastrite e ulcera peptica. Trattamento del tratto gastrointestinale con olio di semi di lino e succo di aloe.

    Ecco cosa succede se bevi alcolici con antibiotici per disturbi dell'apparato digerente:

    • esacerbazione di gastrite, ulcera peptica;
    • complicazioni sotto forma di perforazione, sanguinamento;
    • si sviluppa la sindrome del dolore.

    L'alcool, se assunto insieme ad antibiotici di alcuni gruppi, provoca una reazione simile al disulfiram (cioè, intossicazione con i prodotti del metabolismo dell'alcool etilico).

    Questa combinazione si manifesta nelle seguenti violazioni:

    • sollecitare a vomitare;
    • arrossamento della pelle;
    • polso rapido;
    • disturbo respiratorio;
    • abbassamento della pressione sanguigna;
    • attacchi di panico;
    • emicrania;
    • vertigini;
    • perdita di conoscenza;
    • ansia.

    Antibiotici che causano fenomeni simili al disulfiram:

    • metronidazole (nomi commerciali Metrogyl, Trichopol, Trichocept, Metrovit);
    • amoxicillina (Amoxiclav, Flemoklav, Flemoxin Solutab, Amosin);
    • cloramfenicolo;
    • ornidazole;
    • eritromicina;
    • tinidazolo (Pilobact, Cifran ST);
    • ciprofloxacina (Ciprolet, Quintor, Procipro, Tseprova, Tsiprinol, Tsiprobay, Tsiprobid, Tsifran);
    • cotrimossazolo;
    • ceftriaxone;
    • furazolidone.

    A causa dell'incompatibilità con l'etanolo di alcuni gruppi di antibiotici, esiste il rischio di sviluppare i seguenti disturbi e conseguenze sulla salute:

    • la ciprofloxacina inibisce il sistema nervoso centrale,
    • il metronidazolo provoca una reazione simile al teturam, intossicazione;
    • il cloramfenicolo provoca respiro corto, iperemia, febbre;
    • il furazolidone, insieme all'alcol, provoca avvelenamento, arresto cardiaco.

    Le bevande a basso contenuto di alcol, come la birra, a causa del contenuto di anidride carbonica, se combinate con antibiotici, causano effetti collaterali:

    • reazioni allergiche dall'eruzione cutanea all'anafilassi;
    • ulcera peptica;
    • frequenti movimenti intestinali;
    • aumento della pressione intracranica;
    • diminuzione dell'emoglobina.

    Perché non dovresti bere alcolici durante l'uso della terapia antibiotica?

    Ogni gruppo di farmaci reagisce in modo diverso alla combinazione con bevande alcoliche. Gravi effetti collaterali si sviluppano con l'interazione di farmaci che causano fenomeni simili al teturam con l'etanolo.

    Quando si assumono antibiotici, è possibile bere alcolici in casi eccezionali:

    • consentito se questo gruppo non provoca una reazione simile ad antabuse e non porta a danni al sistema nervoso centrale;
    • nessuna malattia del fegato;
    • previa consultazione con un medico ed esame.

    Perché non puoi bere alcolici contemporaneamente agli antibiotici:

    • l'efficacia del farmaco diminuisce o scompare;
    • le sostanze di conversione dell'etanolo modificano le proprietà farmacologiche del farmaco;
    • il periodo di eliminazione dell'alcool aumenta;
    • aumenta il rischio di allergie;
    • le funzioni epatiche per la rimozione delle tossine e il filtraggio sono compromesse;
    • il processo di neutralizzazione di sostanze estranee è ridotto;
    • il sistema nervoso centrale è danneggiato;
    • rischio di coma.

    Perché non può essere combinato con Amoxiclav e Amoxicillin?

    Le istruzioni per l'uso di questi farmaci non indicano un'eccezione durante il trattamento dell'etanolo, ad eccezione del divieto di combinare con metronidazolo, a causa del quale si sviluppa un effetto simile al teturam.

    La compatibilità di Amoxicillina con l'alcol è discutibile, persone diverse reagiscono in modo diverso, le conseguenze possono essere diverse, a seconda dello stato di salute e della presenza di malattie.

    Per determinare se è possibile bere agenti antimicrobici di questa classe insieme a bevande alcoliche, è necessario approfondire le istruzioni per l'uso e studiare quali conseguenze negative e possono danneggiare il trattamento con questi antibiotici..

    Il ricevimento di Amoxiclav è vietato in presenza di malattie del fegato, pertanto, questo deve essere preso in considerazione al fine di comprendere la sua compatibilità con l'alcol e quali conseguenze possono derivare:

    • l'etanolo influenza i processi biochimici, aumenta il carico sugli organi;
    • a causa di disturbi circolatori, la concentrazione di sostanze attive del farmaco diminuisce;
    • in uno stato di intossicazione, il paziente può erroneamente assumere un miglioramento e interrompere il decorso del farmaco, il che porterà allo sviluppo dell'immunità batterica;
    • si sviluppa intossicazione.

    A causa dell'effetto tossico sugli organi, aumenta il periodo di eliminazione dei prodotti di decomposizione.

    Farmaci del gruppo della penicillina

    Conseguenze e sintomi quando si combinano antibiotici a base di amoxicillina con alcool:

    • congestione del sangue al cervello;
    • shock anafilattico;
    • violazione del centro respiratorio;
    • abbassamento della pressione sanguigna;
    • aumento della frequenza cardiaca;
    • sollecitare a vomitare;
    • svenimento;
    • disturbi dell'apparato vestibolare.

    Cosa succede se bevi durante l'assunzione di farmaci?

    Se combini bevande alcoliche con medicinali antimicrobici, gli effetti negativi si manifesteranno a seconda della presenza di malattie. Con disfunzione del fegato e dei reni, i sintomi sono aggravati, le complicanze saranno più gravi che nelle persone sane.

    • paura della morte;
    • attacchi di panico;
    • fiato corto;
    • sollecitare a vomitare;
    • danno al sistema nervoso centrale;
    • annebbiamento della coscienza.

    Influisce sul trattamento?

    Gli agenti antibatterici di nuova generazione non modificano il loro assorbimento e le proprietà farmacologiche sotto l'influenza dell'alcool etilico. Questo gruppo comprende macrolidi (josamicina), fluorochinoloni (moxifloxacina, midecamicina).

    Medicinali che perdono le loro proprietà in presenza di alcol:

    Quanti giorni non puoi bere dopo il trattamento?

    Alla fine della terapia antimicrobica, per evitare complicazioni, è meglio consultare un medico prima di bere alcolici. Queste informazioni sono anche contenute nelle istruzioni ufficiali per il medicinale. L'astinenza media dal bere è da tre a cinque giorni. Questo periodo dipende dall'agente utilizzato e dallo stato di salute.

    Quanto alcool non può essere bevuto dopo un ciclo di antibiotici è deciso individualmente con un medico, con insufficienza epatica e renale, malattie cardiache e vascolari, questo periodo aumenta.

    Quante ore (circa) non puoi bere alcolici dopo aver assunto antibiotici:

    • tinidazolo - 72 ore;
    • amoxicillina - 36 ore;
    • metronidazole - 288 ore.

    La questione di quando puoi bere alcolici dopo un ciclo di antibiotici è meglio discussa con il tuo medico, che valuterà il tuo stato di salute, terrà conto delle malattie al fine di evitare un deterioramento del benessere.

    Antidepressivi e alcool

    Quando i farmaci vengono combinati per il trattamento di disturbi mentali con etanolo, il sistema nervoso centrale viene danneggiato, si verificano disturbi psicomotori e l'intossicazione si verifica più velocemente. Quando gli antidepressivi triciclici vengono assunti insieme all'etanolo, l'effetto sedativo dei farmaci aumenta.

    Quanta alcool etilico viene conservato nel sangue?

    Le bevande alcoliche vengono completamente eliminate dal corpo per un diverso periodo di tempo, a seconda della forza, della quantità di alcol consumato, del peso e della salute. In media, da mezz'ora a diversi giorni.

    Come la viscosità del sangue cambia sotto l'influenza dell'etanolo

    Come funziona l'etanolo sul corpo umano?

    L'alcol interrompe il lavoro di tutti i sistemi corporei:

    • cardiovascolare;
    • cervello;
    • tratto gastrointestinale;
    • fegato;
    • Sistema nervoso centrale;
    • urogenitale.

    Antibiotici e alcol

    Miti medici o fatti reali

    L'unica risposta all'alcol è quella di rallentare il farmaco.

    Tutti i pazienti sono interessati alla domanda su come bere correttamente gli antibiotici e se possono essere combinati con bevande alcoliche. Nella moderna pratica medica, ci sono due punti di vista su questo tema. Una parte degli esperti è certa che se prendi una pillola con una dose di alcol, ciò può portare a risultati imprevedibili. Altri sono convinti che l'antibiotico sia compatibile con l'etanolo e la dichiarazione di cui sopra è solo un mito medico. Quindi qual è quello giusto?

    La maggior parte degli scienziati è convinta che l'alcol non possa influenzare le proprietà farmacocinetiche di un farmaco. Per l'esperimento, è stato selezionato un gruppo di persone per le quali è stato permesso l'etanolo in combinazione con un farmaco. Come risultato dell'analisi, i medici non hanno trovato deformazioni nel corpo o ci sono stati piccoli cambiamenti. L'antibiotico è stato iniettato in una vena. La reazione è stata osservata solo dopo processi di neutralizzazione rispetto all'amoxicillina.

    Attenzione! L'unica risposta all'alcol è stata quella di rallentare il farmaco.

    Miti sulla compatibilità con alcol e antibiotici

    C'è un gran numero di idee sbagliate sulle conseguenze del bere alcolici durante l'assunzione di antibiotici, causate da conoscenze insufficienti nel campo della farmacologia e della fisiologia..

    L'assunzione simultanea di antibiotici e alcol non influisce sul fegato

    Questo mito non sopporta affatto le critiche. Per quanto riguarda gli effetti tossici dell'etanolo e dei suoi metaboliti sul tessuto epatico, è noto da tempo e sembra a tutti. Inoltre, la maggior parte dei tipi di antibiotici viene scomposta nel fegato, il che crea comunque un certo carico su questo organo..

    Pertanto, la combinazione di droghe e bere mette a dura prova il fegato. I risultati degli studi, secondo i quali l'interazione tra alcol e antibiotici non ha alcun effetto sul fegato, interpretano la situazione da un lato..

    La maggior parte di questi farmaci non forma sostanze pericolose in combinazione con etanolo. Ma questo non nega il fatto di un aumento del carico sul fegato a causa dell'uso combinato di droghe e bevande forti..

    Durante l'assunzione di antibiotici, l'alcool che bevi non reagisce con loro

    Gli studi hanno dimostrato che non vi è alcuna reazione tra la maggior parte dei tipi di antibiotici ed etanolo.

    Va notato, tuttavia, che l'uso di alcol di alta qualità ai nostri tempi è piuttosto raro. In pratica, l'alcool bevuto molto spesso contiene un'enorme quantità di varie impurità, tra cui oli di fusel e alcoli tossici. La reazione tra tali sostanze e antibiotici può avere le conseguenze più terribili..

    Bere alcolici non influisce sull'efficacia del trattamento

    E ancora, i risultati interpretati a senso unico della ricerca medica vengono in aiuto degli amanti dell'alcool. In effetti, la maggior parte dei tipi di farmaci antibatterici non perde le loro proprietà se combinata con l'alcol. Inoltre, nel caso di assunzione di una piccola quantità di alcol, non vi è alcuna reazione..

    Ma sullo sfondo della gioia dall'evidenza della compatibilità di droghe e alcol, tutti per qualche ragione dimenticano gli aspetti pratici di questa situazione..

    L'efficacia dell'uso di eventuali antibiotici si ottiene solo se sono sufficientemente concentrati nel corpo. Poiché è improbabile che qualcuno si fermi a 50 grammi di alcol con antibiotici, l'alcol bevuto avrà comunque un effetto diuretico. Insieme al resto del fluido, anche gli antibiotici in arrivo verranno rimossi dal corpo, il che non consentirà loro di raggiungere la saturazione desiderata e garantire l'efficacia del trattamento.

    Se fai una pausa nel tempo tra l'assunzione di farmaci e alcol, non si verificheranno effetti negativi

    Tutti i tipi di antibiotici dopo l'assunzione sono nel corpo per lungo tempo, alcuni tipi - fino a una settimana e macrolidi fino a 10 giorni. Pertanto, se bevi un antibiotico al mattino e alcool la sera, l'effetto di tale trattamento sarà zero nella migliore delle ipotesi e, nel peggiore dei casi, potrebbero verificarsi gravi conseguenze negative..

    L'intervallo minimo dopo quanto puoi bere alcolici dopo aver assunto antibiotici è un periodo di quattro ore. Fondamentalmente, dopo il trattamento antibiotico, l'alcol può essere assunto solo dopo quanti giorni.

    La risposta alla domanda su cosa fare se è male dopo aver assunto alcolici insieme agli antibiotici dipenderà dal tipo di trattamento utilizzato. In questo caso non è possibile fornire raccomandazioni universali, pertanto, se si sente peggio, è necessario consultare un medico.

    Assunzione di antibiotici con vino

    Il vino sembra essere la bevanda alcolica meno pericolosa da consumare con gli antibiotici. Ma non è così. La combinazione di vino e antibiotici può portare ai seguenti effetti collaterali:

    Anche se un particolare tipo di vino e un tipo di antibiotico non causano sensibilizzazione del corpo, quindi quando vengono miscelati, si verifica una reazione allergica antigene-anticorpo, manifestata da un'eruzione cutanea, mancanza di respiro, palpitazioni, fino a shock anafilattico, che può portare alla morte senza intervento di emergenza.

    Un altro aspetto dell'impatto negativo del vino rosso secco è associato al fatto che le uve da cui viene prodotto sono coltivate con l'uso di farmaci antibatterici. Pertanto, tracce di antibiotici potrebbero già essere presenti nella bevanda..

    Pillole aggiuntive, iniezioni endovenose o intramuscolari aggravano la situazione, aumentando la concentrazione di sostanze nocive, causando allergie. Appare in qualsiasi fase del trattamento: nei primi giorni di assunzione del farmaco, nel mezzo della terapia, l'ultimo giorno.

    Altre conseguenze

    • Anche una piccola dose di etanolo, se assunta insieme ad antibiotici, può provocare intossicazione con disturbi mentali, delirio alcolico, sintomi di astinenza, postumi di una sbornia.
    • La mancanza di un risultato del trattamento è una conseguenza frequente della combinazione di antibiotico e alcool. In questo caso, ricorrono all'estensione del corso della terapia o alla modifica del gruppo di antibiotici. Ma anche in questo caso l'efficienza non è ottimale, sono possibili ricadute. Tutto dipende dalla reazione del fegato, dalle sue cellule colpite dalle tossine.
    • Il tratto gastrointestinale reagisce anche all'alcol e agli antibiotici. L'etanolo aumenta la circolazione sanguigna, dilata i vasi del tratto digestivo, migliora la peristalsi, causando disturbi dispeptici. Inoltre, cambia la permeabilità della parete intestinale e migliora l'escrezione dei farmaci. Pertanto, gli antibiotici non hanno il tempo di agire nel corpo. Il trattamento diventa di scarsa qualità, difettoso.
    • Una delle conseguenze imprevedibili della combinazione di medicinali e vino è una reazione simile al disulfiram: dispepsia, nausea, vomito, emicrania, brividi, convulsioni. Il massimo grado di manifestazione è la morte per intossicazione, disidratazione del corpo.

    La bevanda, amata da molti, è poco alcolica, ma contiene ancora etanolo. Quindi - tutti i "problemi" quando combinato con antibiotici. I farmaci antimicrobici aiutano a sopprimere le infezioni, per questo la loro concentrazione nel sangue deve essere costante. La birra non è percepita come alcool, soprattutto dagli uomini, quindi viene facilmente bevuta durante il trattamento, riducendo in modo dannoso la concentrazione di droghe. Oltretutto:

    • La birra rallenta il processo di rimozione dei farmaci dal corpo, causando sintomi di intossicazione.
    • La bevanda popolare stimola l'attività enzimatica, abbattendo rapidamente gli antibiotici, impedendone l'efficacia. Il trattamento insufficiente (con un dosaggio calcolato correttamente dal medico) è una sorpresa completa per il paziente, diventa la causa di ricadute, esacerbazioni di infezione da traccia.
    • La birra è dannosa per il fegato, aumenta il carico sui reni.
    • Con l'assunzione costante, la bevanda provoca lo sviluppo di stress, apatia, depressione, inibendo il sistema nervoso centrale.
    • La birra colpisce le pareti dei vasi sanguigni, aumenta la loro permeabilità. Tale instabilità nel lavoro del sistema circolatorio porta ad un aumento della pressione sanguigna, quindi alla sua diminuzione. Le cadute di pressione sanguigna sono piene di sviluppo di collasso, insufficienza cardiaca acuta.

    E 'possibile o no

    E puoi e non puoi, tutto dipende dal gruppo di antibiotici. I farmaci antibatterici non interagiscono con l'etanolo se non in casi isolati. È severamente vietato bere per malattie del fegato, del tratto gastrointestinale, del sistema nervoso centrale. I medici identificano 5 tipi di incompatibilità tra agenti etilici e antibatterici.

    Mancanza di effetto terapeutico

    Questo è l'elemento più innocuo nel "menu di incompatibilità" tra etanolo e agenti antimicrobici. Quando prendi un antibiotico, il suo principio attivo si lega a proteine ​​o agenti patogeni (microrganismi), li influenza, causandoli a cambiare o morire. Quando l'etile è presente nel sangue, alcuni antibiotici reagiscono e perdono la loro efficacia. Di conseguenza, il corso della terapia antibiotica si trasforma in un "manichino", i risultati del trattamento sono zero e il medico è costretto a passare agli agenti antimicrobici di un altro gruppo. Per escludere questo effetto, è meglio non bere alcolici durante il periodo di trattamento..

    Carico del fegato

    Il danno epatico tossico si verifica a causa di cambiamenti nel metabolismo degli agenti antimicrobici. C'è un conflitto diretto tra il principio attivo del farmaco e l'etanolo, la lotta è per il legame dell'enzima citocromo P450 2C9. È responsabile dell'eliminazione dei prodotti metabolici dell'alcool etilico dal corpo e allo stesso tempo di alcuni gruppi di antibiotici (voriconazolo, eritromicina, ecc.). Le conseguenze del conflitto non sono a favore degli agenti antibatterici, l'etile e i suoi prodotti di decadimento sono escreti dal corpo e i metaboliti dei farmaci si accumulano nel fegato. Intossicazione grave, danno agli epatociti si sviluppa, il fegato perde parzialmente le sue funzioni. Pertanto, non è consigliabile interferire con antibiotici e farmaci contenenti alcol..

    Influenza sul lavoro del tratto gastrointestinale

    L'assunzione di alcol e agenti antimicrobici allo stesso tempo significa provocare patologie gastrointestinali. Con l'assunzione di alcool di vino, c'è un aumento del flusso sanguigno verso lo stomaco, espansione dei vasi sanguigni, a causa della quale l'etile viene rapidamente assorbito nel corpo. Sullo sfondo del bere, il lavoro della peristalsi si intensifica, le dosi di prodotti contenenti alcol sono superiori alla norma, in particolare la birra, provocano indigestione e diarrea. I farmaci antibatterici (compresse, capsule, polvere) entrano anche nello stomaco e nell'intestino. Di fronte all'azione dell'etile, le sostanze attive dei preparati non hanno il tempo di essere assorbite e passare attraverso il "transito". Il trattamento è inefficace.

    Reazione simile al disulfiram

    Si esprime nella prevenzione di alcuni gruppi di antibiotici dalla degradazione dell'alcool etilico. Non è difficile mescolarlo, ma di conseguenza l'acetaldeide, un prodotto del metabolismo incompleto, si accumula come residuo nel corpo. I suoi indicatori critici provocano grave intossicazione, una persona vomita, soffre di nausea grave, difficoltà respiratorie, mal di testa, convulsioni, ipertermia, brividi.

    Tra gli antibiotici, proprietà simili hanno: Metronidazole, Cefotetan, Tinidazole. A volte la combinazione di co-trimoxazolo ed etile può dare sintomi spiacevoli. Questi farmaci non devono essere miscelati con l'alcol, è auspicabile che trascorrano almeno 72 ore tra bevande e antibiotici..

    Non importa la forma del farmaco (bere o iniettare), pillole, capsule, iniezioni e inalatori, gocce per occhi, naso, orecchie, supposte rettali e vaginali possono provocare una reazione simile al disulfiram. Tutte le forme in cui è presente l'antibiotico.

    Lo sviluppo di una reazione allergica è imprevedibile. Le incompatibilità possono sorgere non solo tra i prodotti a "consumo diretto" - il principio attivo dell'antibiotico e dell'etanolo. È pericoloso mescolare eccipienti di preparati ed eccipienti di prodotti contenenti alcol. Non è realistico prevedere e calcolare i possibili rischi: ciò che è accaduto nel corpo e ciò che ha causato l'allergia può essere indovinato solo dopo aver esaminato il paziente. Prima di questo, non è escluso lo sviluppo di orticaria, prurito, starnuti, congiuntivite, ecc. La complicazione più grave delle allergie è l'edema e la morte di Quincke, quindi è meglio non mescolare ingredienti dubbi.

    Quanto aspettare dopo aver preso?

    Maggiore è il divario temporale tra l'assunzione di antibiotici e alcol, minore è la probabilità di reazioni collaterali indesiderate, perché gli antibiotici sono farmaci seri che hanno un elenco piuttosto ampio di effetti collaterali senza essere associati all'alcol (per i dettagli, vedere le istruzioni per un particolare antibiotico). La presenza di alcol aumenta la probabilità di questi effetti e, quando si verificano, aumenta la loro gravità. Pertanto, se stai trattando una malattia grave, allora è meglio non rischiare di nuovo e rimandare la data dell'incontro con gli amici al momento in cui sei già in buona salute.

    Ad esempio, i farmaci antibatterici sono spesso epatotossici. Ciò significa che possono avere effetti collaterali sul fegato. Le bevande alcoliche aumentano notevolmente il rischio di questi effetti collaterali. Leggi un articolo separato su come evitare danni al fegato da droghe e cosa fare se si è già verificato un danno. Brevemente su come ridurre i danni al fegato, vedere il diagramma:

    Come ridurre il danno dei farmaci al fegato. infografica.

    Linezolid

    Separatamente, il farmaco linezolid dovrebbe essere menzionato: non deve essere miscelato con vino rosso o birra, altrimenti la pressione potrebbe saltare. Il centro accademico senza fini di lucro Mayo Clinic lo mette in guardia. Linezolid è un rappresentante della classe degli ossazolidinoni: agenti antibatterici sintetici sviluppati di recente.

    metronidazolo

    Il metronidazolo può essere combinato con il bere? Finora, non ci sono prove dirette che questo sia pericoloso. Tuttavia, il pericolo teorico continua a persistere. Il nostro esperto consiglia di evitare di sperimentare su te stesso.

    I ricercatori norvegesi H. Fjeld e G. Raknes hanno studiato i lavori già esistenti su questo argomento: sull'interazione del metronidazolo con l'alcol in provette, sugli esperimenti sugli animali. Hanno anche monitorato i casi in cui i pazienti negli ospedali hanno manifestato effetti collaterali sul farmaco. In precedenza si credeva che se si beve alcol durante l'assunzione di questo farmaco, c'è un alto rischio di ottenere una reazione simile al disulfiram. In parole povere, una persona avrà una sbornia molto grave..

    Disulfiram è una sostanza sulla base della quale vengono prodotti i farmaci per gli alcolisti, in modo che dopo aver bevuto si sentano male e per niente piacevoli - e smettono di bere. Tuttavia, gli scienziati norvegesi ritengono che i sintomi di una grave sbronza si siano verificati nei pazienti non a causa di una combinazione non riuscita di un medicinale con una bevanda, ma solo a causa del bere stesso o solo a causa della medicina (può causare gli stessi effetti collaterali).

    Perché non dovresti bere alcolici con antibiotici

    Ci sono molte ragioni per cui non è possibile combinare antibiotici e alcool.

    Elenchiamo i più comuni.

    1. Reazione simile al disulfiram

    La sostanza specificata viene utilizzata nel complesso trattamento dell'alcolismo come mezzo per sviluppare avversione all'alcol. Di per sé, non ha alcun effetto sul corpo, ma quando miscelato con l'alcol, compaiono una serie di effetti negativi..

    Nel caso dell'alcol, è controindicato per il motivo che i metaboliti formati durante l'assorbimento degli antibiotici complicano il processo di decomposizione dell'alcol. In particolare, il risultato di questo processo è un aumento del contenuto di aldeide acetica nel corpo, che può causare una serie di reazioni negative:

    • Forte mal di testa;
    • tachicardia;
    • nausea;
    • vomito;
    • febbre in faccia, collo e petto;
    • respirazione difficoltosa;
    • convulsioni.

    Ad alti dosaggi di entrambe le sostanze, esiste la possibilità di morte..

    Per questo motivo, gli antibiotici dei gruppi nitroimidazolo e cefalosporina sono incompatibili con l'alcol..

    Allo stesso tempo, il modo in cui la miscela di alcol e antibiotici influisce sul corpo non dipenderà dalla forma del loro rilascio. Sintomi identici verranno osservati sia quando li si inietta, sia quando vengono assunti in una forma diversa, ad esempio gocce, compresse, capsule, sospensioni, ecc..

    1. Effetti tossici sul fegato dei metaboliti formati

    Numerosi tipi di antibiotici (in particolare, dal gruppo di tetracicline), quando miscelati con alcool, formano composti tossici per il fegato, che in alti dosaggi possono causare l'insorgenza di epatite indotta da farmaci.

    Alcuni antibiotici (ad esempio, eritromicina, cimetidina, i farmaci antifungini voriconazolo, itraconazolo, ketoconazolo e altri) richiedono gli stessi enzimi dell'alcool per l'assorbimento. Per una serie di ragioni, in caso di assunzione simultanea di alcol e droghe, questo enzima è carente nelle droghe. Di conseguenza, c'è un aumento dell'accumulo del farmaco nel corpo, che minaccia l'intossicazione.

    1. Effetto deprimente sul sistema nervoso

    Un'altra manifestazione che accadrà se si bevono antibiotici con alcol è l'eccessiva inibizione delle capacità psicomotorie. Come sapete, alcuni antibiotici hanno un effetto deprimente sulla coscienza. Questi includono cicloserina, etionamide, talidomide e alcuni altri. L'alcol ha un effetto simile. Pertanto, l'uso simultaneo di tali droghe e alcol può causare un ritardo mentale molto pronunciato..

    Pertanto, l'affermazione secondo cui l'alcol può essere usato con antibiotici è fondamentalmente sbagliata..

    In effetti, la ricerca moderna conferma l'assenza di effetti collaterali nella maggior parte dei casi, ma tenendo conto della combinazione degli effetti negativi di alcol e antibiotici sul corpo, è meglio rifiutare una tale combinazione. Inoltre, a causa della mancanza di conoscenze sulla classificazione del farmaco utilizzato, è possibile ottenere una pronunciata reazione negativa del corpo, il che è irragionevole.

    Vale la pena sapere che esiste una tabella di compatibilità di vari tipi di antibiotici e alcol. Per ridurre il rischio di effetti negativi, è consigliabile studiare queste informazioni.

    Prima di tutto, elencheremo quali antibiotici possono essere assunti con l'alcol.

    1. Penicilline: Amoxiclav, Amoxicillin (Flemoxin), Ampicillin, Oxacillin, Carbenicillin, Ticarcillin, Azlocillin, Piperacillin.
    2. Farmaci antifungini: nistatina, clotrimazolo, afobazolo.
    3. Antibiotici ad ampio spettro: Heliomycin, UnidoxSolutab, Levofloxacin, Moxifloxacin, Trovafloxacin, Cefpirome, Ceftriaxone, Azithromycin, Augmentin, Flemoxin solutab.

    Devi anche sapere quali antibiotici non devono essere assunti con l'alcol..

    • Nitroimidazoles: Metronidazole, Tinidazole, Trichopolum, Tiniba, Fazizhin, Klion, Flagil, Metrogyl.
    • Cefalosporine: Suprax, Cefamandol, Cefotetan, Moxalactam, Cefobid, Cefoperazone.
    • Altri antibiotici: Levomicetina, Bactrim, Ketoconazolo, Trimetoprim-sulfametossazolo, Co-trimoxazolo, Biseptolo, Nizoral, Doxiciclina (un altro nome è l'antibiotico Unidox).

    Come funzionano gli antibiotici

    Di solito le persone pensano che gli antibiotici siano qualcosa come un veleno debole o un veleno selettivo, poiché, quando entrano nel corpo, uccidono alcuni batteri, ma non avvelenano il corpo nel suo insieme. In effetti, tutto è molto più interessante.

    Gli antibiotici non sono stati inventati dall'uomo. Sono stati "inventati" dai batteri per se stessi. Il fatto è che quando i microrganismi vivono da soli, allo stato brado, comunicano tra loro usando segnali chimici, cioè rilasciando sostanze chimiche nell'ambiente. Di conseguenza, ogni batterio può emettere una sostanza segnalante e "leggerla". I batteri hanno geni speciali per entrambi. I segnali sono semplici: "Sono qui", "qui c'è del cibo" e così via..

    E quando si verifica una situazione in cui c'è poco cibo, ma ci sono già molti batteri, i batteri "prendono una decisione" di morire parzialmente o, per esempio, di crescere troppo con un film per un po '- questo comportamento è stato selezionato in modo evolutivo. I batteri rilasciano quindi una sostanza di segnalazione nell'ambiente che significa "siamo in troppi, moriamo". Questa sostanza è antibiotica..

    Si scopre che stiamo conducendo una guerra di informazione, non chimica, con batteri nocivi. Come se non stessimo attaccando il nemico con veleni, ma intercettando i suoi messaggi radio e dando l'ordine di autodistruggersi. A differenza, ad esempio, degli antisettici o dello stesso alcool, che danneggia i microrganismi come una tossina, un antibiotico non avvelena il batterio, ma lo costringe a uccidersi.

    Questo, per inciso, spiega perché la maggior parte degli antibiotici sono stati scoperti piuttosto rapidamente e dalla fine degli anni '80 difficilmente appaiono..

    I medici non raccomandano categoricamente di assumere alcolici durante il trattamento con antibiotici del gruppo fluorochinolone e del gruppo aminoglicosidico. Ma questi non sono gli unici gruppi di farmaci incompatibili con l'alcol. Leggi l'articolo "Compatibilità con l'alcool" e scoprirai perché l'alcol non può essere assunto insieme a medicinali popolari come il corvalolo e il paracetamolo, e anche perché è indesiderabile bere il Viagra con l'alcol, con quali antidepressivi puoi combinare l'alcol e molto altro su questo argomento.

    L'articolo è stato aggiornato per l'ultima volta: 28/07/2019

    Non ho trovato quello che cercavi?

    Prova a usare la ricerca

    Chiedi al tuo medico o amministratore.

    Leggi un glossario dei termini.

    Guida gratuita alla conoscenza

    Iscriviti alla newsletter Ti diremo come bere e mangiare per non danneggiare la tua salute. Il miglior consiglio degli esperti del sito, che viene letto da oltre 200.000 persone ogni mese. Smetti di rovinare la tua salute e unisciti!

    Miti sulla combinazione di alcol e antibiotici

    L'alcol indebolisce l'effetto dei farmaci antibatterici

    NON. Nella maggior parte dei casi, le bevande alcoliche non influenzano l'effetto terapeutico di questo gruppo. L'unica eccezione è la terapia sullo sfondo del consumo cronico di alcol, che può verificarsi con l'alcolismo. In questo caso, a volte è possibile una degradazione più efficiente della sostanza attiva, causata da un aumento della quantità di enzimi responsabili di ciò. Anche se più spesso accade il contrario: l'eliminazione dell'antibiotico rallenta, si accumula e provoca effetti collaterali.

    Ma l'alcol può interferire con il recupero in altri modi. Dopotutto, fattori come il riposo e la nutrizione sono molto importanti nel trattamento. L'alcol, d'altra parte, interferisce con il sonno sano, interferisce con l'assorbimento dei nutrienti vitali dal cibo, aumenta i livelli di zucchero nel sangue e impoverisce il corpo. Con l'uso cronico o acuto e pesante di bevande alcoliche, il sistema immunitario può soffrire così tanto che qualsiasi farmaco sarà di scarsa utilità.

    L'alcol non è compatibile con tutti gli antibiotici

    NON. La maggior parte degli antibiotici più comunemente prescritti non interagisce con l'alcol. Esistono varie teorie sul perché le persone abbiano creduto a lungo nel contrario. Secondo uno di loro, era consuetudine che i medici punissero i pazienti nel trattamento delle malattie a trasmissione sessuale, vietando loro di bere alcolici. Esiste anche una versione secondo cui questa opinione errata risaliva alla seconda guerra mondiale, quando vi era un grande deficit di penicillina in Nord Africa, che veniva estratto dall'urina dei feriti trattati e che bere birra interferiva con questo processo. Pertanto, i medici hanno detto ai soldati che bere alcolici durante il trattamento era pericoloso..

    Bere alcolici durante la terapia antibiotica può causare gravi effetti collaterali

    SÌ. Anche se si dice sopra che con la maggior parte degli agenti antibatterici, non sorgeranno problemi, ma ci sono anche quelli durante il trattamento di cui è categoricamente sconsigliato il consumo di alcol. Il fatto è che alcuni farmaci sono metabolizzati dagli stessi o simili enzimi nel corpo dell'etanolo. A seconda della frequenza e della quantità di bevande alcoliche consumate, il livello di questi enzimi può diminuire. Di conseguenza, una maggiore quantità del principio attivo del farmaco e del prodotto di decomposizione dell'alcol (acetalde) si accumulerà nel corpo, causando un aumento degli effetti collaterali e un fenomeno come una reazione simile al disulfiram.

    Una reazione simile al disulfiram è un complesso di sintomi che si sviluppa sullo sfondo dell'accumulo del prodotto di decadimento dell'etanolo nel corpo, che porta all'intossicazione. Questo principio viene applicato al trattamento dell'alcolismo con l'aiuto di disulfiram, di conseguenza si sviluppa una mancanza di enzimi, che non consente al corpo di abbattere normalmente e rimuovere l'alcol - il paziente si ammala e non può più bere. Ma nel caso degli antibiotici, questo è un effetto collaterale che può essere osservato con alcuni farmaci..

    Possibili conseguenze della combinazione di antibiotico e alcool

    Non c'è modo di sapere in anticipo come un determinato organismo reagirà all'assunzione simultanea di liquidi e antibiotici contenenti alcol. Il danno può essere fatto a qualsiasi area del corpo.

    Tuttavia, ci sono le conseguenze più comuni:

    • Gravi reazioni allergiche;
    • Forte mal di testa insopportabile;
    • Vertigini;
    • Respirazione difficoltosa
    • Dolore toracico, carattere pressante;
    • Un forte aumento o calo della pressione sanguigna;
    • Annebbiamento della mente;
    • Sudorazione eccessiva;
    • Nausea o vomito;
    • Danno al fegato;
    • Stati di intossicazione e sbornia aggravati;
    • La necessità di ripetere il corso degli antibiotici. L'alcol ridurrà o distruggerà l'effetto del farmaco.

    Le conseguenze possono essere ancora più tristi, tutto dipende dall'individuo e dalla sua salute. Le conseguenze negative sono sempre la sofferenza dell'organismo, in tutto o in parte. Gli effetti negativi possono essere facilmente evitati semplicemente eliminando l'alcool insieme agli antibiotici.

    È importante sapere che attualmente, attraverso studi clinici, solo una parte di tutti gli antibiotici si è dimostrata incompatibile con l'alcol. Il resto dei farmaci rimane in dubbio o non completamente compreso.

    Una persona stessa deve comprendere l'insorgenza di possibili conseguenze, concentrandosi sui farmaci con incompatibilità già studiata con l'etanolo

    La responsabilità della tua salute dovrebbe essere una priorità rispetto a qualsiasi circostanza di vita associata al bere

    Una persona stessa deve comprendere l'insorgenza di possibili conseguenze, concentrandosi sui farmaci con incompatibilità già studiata con l'etanolo. La responsabilità della tua salute dovrebbe essere una priorità rispetto a qualsiasi circostanza di vita associata al bere.

    E al fine di ottenere il miglior risultato di trattamento, è necessario rinunciare all'alcol, qualsiasi, anche il più debole.

    Prevenzione delle malattie a trasmissione sessualeCarenza di penicillina durante la seconda guerra mondiale