Tabella di compatibilità degli antibiotici e dell'alcool

Tabella di compatibilità degli antibiotici e dell'alcool

Compatibilità con alcol e antibiotici

Molte persone si chiedono se va bene bere alcolici durante l'assunzione di antibiotici. Dopotutto, si ritiene che i farmaci perdano la loro efficacia se assunti con bevande alcoliche. Un altro punto di vista sostiene che l'alcool e gli antibiotici sono incompatibili e sono una combinazione mortale..

Etanolo e antibiotici: effetti collaterali simili

L'alcol avvelena le cellule del corpo, interrompe la loro capacità di recupero e rigenerazione, porta a stanchezza e disidratazione, che influisce negativamente sul corpo malato. E sebbene l'alcol non annulli completamente l'effetto delle droghe, il processo di guarigione rallenta notevolmente. Questo è uno dei motivi per cui non dovresti bere alcolici con antibiotici. Poiché la birra è anche un tipo di bevanda alcolica, tutto ciò che viene detto sull'alcol e sugli antibiotici si applica sicuramente alla birra ed è una risposta alla domanda se la birra con antibiotici può essere utilizzata..

Inoltre, l'uso di alcol durante il trattamento antibiotico può avere un effetto negativo sulla salute: quando interagiscono all'interno del corpo, puoi ottenere un risultato indesiderato. Quale dipende non solo dal tipo di alcol e antibiotici (ad esempio, antibiotici e birra), ma anche dalle caratteristiche individuali del corpo, principalmente dal metabolismo.

L'alcol e gli antibiotici sono in qualche modo simili nella natura dell'effetto sul metabolismo umano e hanno alcuni effetti collaterali simili: vertigini, sonnolenza, indigestione. Ecco perché bere alcolici insieme agli antibiotici può aumentare gli effetti collaterali dei farmaci..

Alcuni antibiotici sopprimono il sistema nervoso centrale, causando sonnolenza, vertigini, rilassamento e confusione. L'alcol è anche un depressore del sistema nervoso centrale. Con il trattamento antibiotico, questo effetto collaterale è migliorato. Questo è irto di conseguenze pericolose mentre si guida un'auto (che di per sé è inaccettabile se una persona ha bevuto), così come per gli anziani, che spesso assumono diversi tipi di farmaci contemporaneamente. Compreso alleviare l'ansia, l'ansia, i forti antidolorifici, i tranquillanti.

Effetti sugli enzimi epatici

L'etanolo e molti antibiotici sono scomposti dagli stessi enzimi che vengono prodotti nel fegato. Se fai la domanda se è possibile bere alcolici in combinazione con antibiotici, allora dovresti sapere che sotto l'influenza simultanea di queste due sostanze, la produzione dell'enzima può essere fermata. Ciò significa che né l'alcol né la medicina saranno completamente scomposti ed escreti dal corpo, il che può portare a gravi conseguenze. Tra questi vi è l'accumulo di alcol nel sangue e un aumento del suo contenuto a un livello pericoloso per la salute, quando aumenta la possibilità di avvelenamento..

Un'altra immagine può essere osservata quando, con l'abuso di alcol, gli enzimi epatici diventano iperattivi. Ciò significa che durante il trattamento antibiotico, decomporranno il farmaco così rapidamente che l'antibiotico verrà espulso dal corpo senza produrre l'effetto terapeutico desiderato..

Quando il divieto è categorico

Alcune persone violano ancora il divieto e bevono alcolici durante il trattamento antibiotico. Ma dovrebbero sapere che ci sono farmaci che non possono essere mescolati con l'alcol: quando interagiscono con l'alcol, portano a spiacevoli effetti collaterali. Questi includono:

  • metronidazolo.
  • Tinidazole.
  • Ethionamide.
  • cycloserine.
  • cefotetan.
  • talidomide.

Metronidazole (flagil) è prescritto per il trattamento di infezioni dentali e vaginali, ulcere e piaghe da decubito. Tinidazole (Tindamax) è usato negli stessi casi del metronidazolo e per il trattamento delle infezioni del tratto gastrointestinale. Cefotetan tratta le infezioni di polmoni, tratto gastrointestinale, ossa, articolazioni, sangue, tratto urinario e pelle.

Questi antibiotici, quando interagiscono con l'alcol, causano gravi crampi allo stomaco, nausea, vomito, mal di testa, arrossamento della testa, dolore toracico, tachicardia.

Tutti i suddetti sintomi quasi coincidono con gli effetti collaterali causati da disulfiram, che viene utilizzato per trattare l'alcolismo mediante la codifica dei farmaci. Con il trattamento con disulfiram, anche una piccola dose di alcol è sufficiente per causare questi sintomi.

Durante il trattamento con metronidazolo, tinidazolo e cefotetan, l'alcool deve essere completamente escluso dal consumo. È indispensabile astenersi dall'utilizzarli per tre giorni dopo aver assunto l'ultima dose di antibiotici..

Il consumo di alcol durante il trattamento con cicloserina ed etionamide può determinare effetti tossici sul sistema nervoso centrale e inibire le funzioni motorie. L'isoniacide ha effetti tossici sulle persone che abusano di alcol cronicamente e aumenta il rischio di danni al fegato.

L'effetto della combinazione di droghe con alcool

La compatibilità di antibiotici e alcol diventa chiara dalla tabella seguente, che descrive l'effetto della loro interazione. Ti permetterà di capire se puoi bere alcolici durante l'assunzione di antibiotici e se l'alcol può influenzare negativamente il corpo:

MedicinaleL'effetto della combinazione con l'alcolRaccomandazione
Sulfametossazolo /

(bactrim, septra)

Tachicardia,

Vampate di calore e arrossamenti della pelle,

vomito.

Evitare l'alcool durante il trattamento con sulfametossazolo / trimetoprim
Metronidazole (Flagyl), Tinidazole (Tindamax), Cefotetan (Cefotan)Reazioni di disulfiram:

crampi addominali,

mal di testa, arrossamento.

Evitare l'alcool durante il trattamento e entro 72 ore dall'ultima dose di metronidazolo, tinidazolo, cefotetan
Linezolid (Zyvox)Aumento del rischio di ipertensioneEvita di bere bevande alcoliche, in particolare quelle contenenti tiramina (birra, vermouth, vino rosso)
Rifampin (rifadin)Rischio di avvelenamento del fegatoNon bere con alcol
Isoniacide (nidrazide)Aumento del rischio di avvelenamento del fegato con consumo giornaliero di alcolEvita di bere alcolici con isoniacide
Cicloserina (seromicina)La combinazione con l'alcol può portare a tossicosi del sistema nervoso centrale, convulsioni e convulsioniEvitare di bere alcolici con cicloserina
Ethionamide (tracker)Possibile tossicosi del sistema nervoso centrale, sviluppo della psicosiEvitare l'alcool quando trattato con etionamide
Voriconazolo (fivend)Cambiamenti nel metabolismo epaticoEvitare l'alcool durante il trattamento con voriconazolo
Ketoconazole (Nizoral)Possibile tossicosi epatica e comparsa di reazioni al disulfiram:

crampi addominali,

vampate di sangue.

Evitare di bere alcolici durante il trattamento con ketoconazolo
pirazinamidePossibile tossicosi epaticaIl trattamento con pirazinamide è vietato per gli alcolisti o i bevitori sistematici
Talidomide (talomide)Il rischio di aumento degli effetti collaterali sedativi della talidomide è aumentato: sonnolenza, confusione. Non utilizzare per driver e operatori di macchine.Evitare l'alcool durante il trattamento con talidomide

Ci sono antibiotici che non causano effetti estremamente negativi nei non bevitori o nel bere alcolici occasionalmente. Ma possono causare pericolosi effetti collaterali negli alcolisti cronici (questo vale anche per l'alcolismo della birra) e nei bevitori sistematici.

Se tali persone assumono alcol contemporaneamente ad antibiotici come rifamina, pirazinamide, voriconazolo, si possono provocare danni al fegato. Inoltre, non dovrebbero assumere alcol con didanosina a causa dell'aumentato rischio di pancreatite o peggioramento del suo decorso, che è accompagnato da tutte le conseguenze che ne conseguono. Lo stesso vale per la risposta alla domanda se è possibile bere birra.

Divieto violato: cosa fare?

Se parliamo di cosa accadrà se il divieto è stato violato e la persona ha assunto antibiotici e alcol allo stesso tempo, allora dovresti sapere che la forza delle manifestazioni degli effetti collaterali dipende in gran parte dallo stato generale di salute, dalla quantità di alcol consumata e dalla capacità del fegato di utilizzare queste sostanze. Non tutti hanno gravi conseguenze, ma nel peggiore dei casi, la morte è possibile..

Se il divieto è stato violato e si verifica una reazione avversa, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza. Questa è l'unica via d'uscita corretta in caso di conseguenze derivanti dalla miscelazione di etanolo con antibiotici. I sintomi gravi dopo antibiotici e alcool includono:

  • fiato corto;
  • dolore al petto;
  • battiti cardiaci irregolari;
  • vertigini;
  • nausea;
  • vomito.

Poiché il potenziale di interazione tra alcol e antibiotici può essere fatale, l'insorgenza dei suddetti sintomi richiede cure mediche immediate. Se lasci una persona con questi segni senza una pronta assistenza medica, le conseguenze possono essere fatali. Ad esempio, l'aritmia può portare all'arresto cardiaco e la disidratazione dovuta al vomito può far scendere la pressione sanguigna a livelli pericolosi..

Comprendiamo la compatibilità e le conseguenze dell'assunzione di alcol e antibiotici

La terapia antibiotica aiuta a sbarazzarsi delle infezioni di varie eziologie. Tuttavia, questo metodo di trattamento impone alcune restrizioni al solito stile di vita: molti prodotti alimentari e persino il sole sono vietati, poiché alcuni medicinali antibatterici aumentano la sensibilità del corpo agli effetti delle radiazioni ultraviolette..
Soddisfare:

Puoi bere alcolici durante l'assunzione di antibiotici??

Sin dalla scoperta della penicillina, la comunità medica è stata interessata all'interazione di alcol e antibiotici. I primi studi su larga scala volti a determinare la compatibilità delle bevande alcoliche e degli antibiotici risalgono alla fine del XX secolo.

Test di laboratorio su animali e volontari hanno dimostrato che l'alcol non influenza in modo significativo molti antibiotici. Quest'ultimo ha mantenuto i propri indicatori di performance in entrambi i gruppi: sia nei gruppi sperimentali che in quelli di controllo. Non ci sono state deviazioni significative nei meccanismi di assorbimento, nel tasso di insorgenza dell'effetto farmacologico, nella sua intensità e durata..

Tuttavia, ci sono antibiotici che sono completamente incompatibili con l'alcol. Ad esempio, cloramfenicolo e alcool possono causare convulsioni, persino la morte.

Qual è il principale pericolo di una tale combinazione?

I principali effetti collaterali della combinazione di terapia antibiotica e assunzione di alcol si manifestano con una reazione simile al disulfiram, epatite da farmaci e danni tossici al sistema nervoso centrale..

  1. Interferendo con il metabolismo dell'alcol etilico, gli antibiotici contribuiscono all'accumulo di acetaldeide nel corpo. La crescente intossicazione si manifesta con disturbi dispeptici e insufficienza respiratoria. La gravità delle condizioni del paziente con lo sviluppo di una reazione simile al disulfiram è aumentata dal fatto che il vomito frequente porta a disidratazione (aumento dell'intossicazione) e squilibrio elettrolitico (ritmo cardiaco disturbato, aumento della depressione del SNC). I più pericolosi in termini di frequenza di tali complicanze sono le cefalosporine e i derivati ​​di nitroimidazolo ®.
  2. Il danno epatico tossico si verifica a seguito di una violazione del metabolismo degli antibiotici, a causa del conflitto tra il farmaco e l'alcool etilico per il legame con l'enzima citocromo P450 2C9. Questo enzima è responsabile dell'eliminazione dei metaboliti dell'alcool e di alcuni farmaci (eritromicina®, ketoconazolo®, voriconazolo®, ecc.) Dall'organismo. A causa del conflitto, viene escreto solo l'alcol etilico e i metaboliti dei farmaci si accumulano nel corpo, provocando grave intossicazione e danni al fegato.
  3. La depressione tossica del sistema nervoso centrale si verifica a causa della combinazione dell'effetto sedativo dell'alcol e di alcuni antibiotici. Il più delle volte si verifica nei pazienti anziani e debilitati.

Puoi bere vino con antibiotici? O alcol forte?

Gli esperti occidentali hanno calcolato la quantità di alcol che può essere presa durante la terapia antibiotica. Il Dipartimento della Salute del Regno Unito consiglia agli uomini di bere un massimo di 40 ml di etanolo e 30 ml per le donne. Questa quantità di alcool puro è contenuta in circa 100 ml di vodka o cognac (la forza è del quaranta percento) e 400 ml di vino (la forza è del dodici percento).

Il fegato di una persona sana non soffrirà di 200 ml di alcol forte, ma una tale dose ha un effetto dannoso sull'attività cerebrale e sul sistema nervoso centrale. Il fatto è che alcuni antibiotici sono in grado di attraversare la barriera emato-encefalica. L'alcool danneggia i dendriti del cervelletto e distrugge la connessione tra i neuroni, a cui si aggiungono farmaci antimicrobici, che influenzano il funzionamento del cervello, dei vasi sanguigni e provocano disturbi vestibolari.

Alte concentrazioni di alcol in combinazione con un antibiotico portano all'inibizione dei processi di inibizione nella corteccia cerebrale, aumentano gli effetti tossici sul sistema nervoso, le polineuropatie, le malattie infiammatorie dei nervi periferici, ecc..

Le bevande alcoliche forti neutralizzano l'effetto dell'antibiotico e aumentano anche l'inibizione dell'attività enzimatica della flora del tratto gastrointestinale, che porta alla disbiosi. Con l'uso ripetuto, la vodka e il cognac attivano i processi infiammatori, peggiorando il benessere generale del paziente. Si verifica disidratazione del corpo, rinviando il pieno recupero e l'eradicazione dell'agente patogeno.

Posso bere birra mentre assumo antibiotici??

La birra è una bevanda a basso contenuto alcolico, quindi la tentazione di berlo durante la terapia antibiotica è così grande. Una piccola quantità di birra in realtà non farà alcun grave danno alla salute. Il pericolo sta nel fatto che una persona raramente si limita a una bottiglia da mezzo litro, beve molto di più. Quando si bevono 600-700 ml di birra forte, circa 40-50 ml di alcool puro entrano nel corpo.

L'alcol etilico, anche in piccole quantità, è un veleno che ha un effetto dannoso sulle cellule del corpo. Brucia le mucose del tratto gastrointestinale, provoca contrazioni spasmodiche dei vasi sanguigni e provoca abbassamenti della pressione sanguigna.

I farmaci antimicrobici distruggono non solo la flora condizionatamente patogena, ma anche quella indigena. Questo squilibrio diventa la causa della disbiosi. La composizione alterata dei microrganismi che popolano l'intestino è una delle controindicazioni per bere birra, che peggiorerà solo il decorso della malattia.

Un tandem di una droga di questo gruppo farmacologico e della birra è pericoloso perché la bevanda alcolica contiene anidride carbonica (anidride carbonica). Questo gas incolore accelera l'assorbimento di sostanze tossiche e aumenta la velocità delle reazioni chimiche.

Una bevanda contenente etile inattiva i farmaci e il dosaggio prescritto da un medico non è sufficiente per ottenere un effetto terapeutico. A causa dell'insufficiente azione batteriostatica o battericida, la resistenza agli antibiotici si forma nei microrganismi patogeni.

Birra analcolica e antibiotici: compatibilità e implicazioni

La birra analcolica contiene effettivamente dallo 0,2 all'1% di alcol etilico puro. Tuttavia, gli esperti diffidano di tale simbiosi, poiché i pazienti compensano una piccola percentuale di contenuto alcolico con una grande quantità di alcol consumato..

Inoltre, una bevanda a basso contenuto di alcol è un diuretico, che aumenta la nefrotossicità dell'agente antimicrobico. L'alcol che è entrato in una reazione chimica con un ingrediente farmaceutico attivo può causare le seguenti complicazioni:

  • mal di testa;
  • disturbi dispeptici;
  • debolezza, letargia e malessere.

Antibiotici e alcol: compatibilità e conseguenze

Ora analizzeremo questi due concetti separatamente..

Compatibilità

Ricorda che ci sono antibiotici, nel trattamento dei quali le libagioni alcoliche sono rigorosamente tabù. Di seguito è riportata una tabella di compatibilità di antibiotici e alcol.

Nome*Interazione con alcol, conseguenze
Trichopol ® (n)Inibizione degli enzimi responsabili della decomposizione dell'acetaldeide
Metronidazole ® (n)Aumenta la sensibilità del corpo all'etanolo
Tiniba ® (n)Si sviluppa una reazione antabuse
Tinidazole ® (n)Smettere di bere alcolici durante il trattamento. Esiste un rischio elevato di sviluppare una reazione simile al disulfiram
Fazizhin ® (n)Non bere alcolici per 72 ore dopo aver smesso di assumere questo farmaco
Cefamandol ® (n)La produzione di acetaldeide deidrogenasi viene soppressa
Cefotetan ® (n)Il processo di decomposizione dell'alcool etilico rallenta, il livello dei suoi prodotti di decadimento aumenta nel corpo
Cephobid ® (n)Evitare le bevande alcoliche per cinque giorni dopo la fine della terapia
Cefoperazone ® (n)Si verifica una reazione simile al teturam.
Levomicetina ® (n)L'assunzione di cloramfenicolo e alcool insieme è pericolosa per la vita. L'etanolo potenzia l'epatotossicità antibiotica
Biseptol® (n)Disfunzione epatica
Gentamicin ® (n)La sola gentamicina ® produce gravi effetti collaterali e la miscelazione con etanolo li aumenta.
Amoxiclav ® (d)Nel corso delle prove di laboratorio, non sono state rilevate interazioni chimiche dirette dei componenti di amoxiclav ® con etanolo
Amoxicillina ® (d)L'etanolo riduce il tasso di assorbimento dell'amoxicillina nell'intestino
Piperacillin ® (d)L'assunzione di alcol è indesiderabile
Ampicillin ® (d)La trasformazione di etanolo e altri xenobiotici può essere distorta
Pancef ® (n)È meglio rinunciare all'alcool durante la terapia
Heliomycin ® (d)Si osserva l'inattivazione del farmaco
Azitromicina ® (d)L'effetto dell'antibiotico diminuisce. Se miscelato con etanolo, l'infezione può diventare cronica
Ceftriaxone ® (n)Meglio rinunciare completamente all'alcool. Gli effetti simili a disulfiram non sono esclusi
Trovafloxacin ® (d)La farmacocinetica non cambia sotto l'influenza dell'alcool, diminuisce solo l'escrezione di cefadroxil nelle urine

* n - incompatibile;
* D-consentito dopo aver consultato un medico.

Il trattamento con Erythromycin®, Metrogyl®, Ornidazole®, Tinidazole®, Klion®, Flagil®, Moxalactam®, Bactrim®, Ketoconazole®, Trimethoprim-sulfamethoxazole® e Co-trimoxazole®, nonché cefalosporine, richiede un completo rifiuto delle bevande calde.

effetti

L'incompatibilità di alcol e antibiotici è irta dello sviluppo di una reazione simile al disulfiram, in cui il metabolismo dell'etanolo diminuisce. L'acetaldeide si accumula nel corpo, il che aumenta l'intossicazione del corpo. Vomito, compaiono una spiacevole sensazione di disagio nell'epigastrio, mancanza di respiro, aumento della pressione sanguigna e tachicardia. Il disulfiram della droga, usato nel trattamento dell'alcolismo, ha un effetto simile..

Quando vengono presi insieme antibiotici ed etanolo, i processi metabolici vengono interrotti. Il fatto è che l'alcool etilico e gli agenti farmacologici si decompongono sotto l'influenza degli stessi enzimi (enzimi). Quando si consuma alcol, la biotrasformazione ossidativa degli antibiotici rallenta e gli enzimi si concentrano sulla disintossicazione del corpo dall'alcol.

La depressione del sistema nervoso centrale e la ridotta concentrazione sono pericolose per gli anziani, per coloro che guidano e si impegnano in attività potenzialmente pericolose che comportano un alto tasso di reazioni psicomotorie..

Separatamente, vale la pena evidenziare le conseguenze del bere birra durante la terapia antibiotica:

  • reazioni allergiche (anafilassi, eruzioni cutanee, febbre di ortica, reazione di Jarisch-Herxheimer, asma bronchiale di genesi allergica);
  • lesioni ulcerative;
  • neurite cocleare;
  • tinnito;
  • frequenti movimenti intestinali;
  • enterocolite;
  • ipertensione endocranica;
  • una diminuzione del livello di emoglobina e piastrine;
  • dispepsia;
  • disfunzioni del sistema nervoso centrale, sistema cardiovascolare;
  • danno renale tossico.

Perché non dovresti bere alcolici durante l'assunzione di antibiotici?

  1. Si osserva inattivazione o aumento della tossicità dei farmaci.
  2. I metaboliti tossici interferiscono con gli effetti dei farmaci antimicrobici.
  3. L'emivita dell'etanolo aumenta.
  4. Il rischio di reazioni allergiche aumenta.
  5. Le funzioni di filtrazione e disintossicazione del fegato sono compromesse.
  6. La neutralizzazione degli xenobiotici da parte del corpo rallenta.

Per quanto tempo puoi bere alcolici dopo aver assunto antibiotici?

Dopo aver completato la terapia antibiotica, è meglio non consumare bevande forti senza consultare il medico. Tutte le informazioni necessarie su quanto tempo dopo l'assunzione di antibiotici si può bere alcol sono contenute nelle istruzioni per l'uso medico del farmaco. Leggi attentamente i seguenti punti:

  • durata del trattamento;
  • compatibilità di farmaci con etanolo;
  • una sezione su quanto non dovresti bere dopo aver assunto antibiotici.

In media, l'astinenza dalle bevande alcoliche dura da 3 a 7 giorni.

La durata del periodo dipende dal tipo di agente farmacologico e dalla velocità della sua escalation. Se l'annotazione non contiene informazioni sulla compatibilità con alcol etilico, smettere di bere alcolici per almeno 24 ore dopo la fine del trattamento. Ad esempio, durante l'assunzione di tinidazolo, è necessario astenersi per almeno 72 ore.

Quali antibiotici sono compatibili con l'alcol e quali no

L'affermazione che qualsiasi antibiotico è incompatibile con l'alcol è fondamentalmente sbagliata. Tutti i farmaci, se combinati con alcool etilico, si comportano in modo diverso, ma nella maggior parte dei casi non si osservano effetti collaterali. Quali antibiotici possono essere assunti contemporaneamente all'alcol e quali combinazioni sono inaccettabili?

Compatibilità alcolica con antibiotici

Gli antibiotici, come tutte le altre sostanze, entrano nei processi metabolici nel corpo umano e si decompongono in prodotti metabolici non tossici. La maggior parte di essi non reagisce con l'alcol, quindi è spesso consentito bere alcolici durante il trattamento antibiotico. Questi risultati sono supportati da numerosi studi sui farmaci negli animali da laboratorio e nei volontari umani..

C'è solo un piccolo elenco di antibiotici, la cui assunzione congiunta con bevande alcoliche provoca intossicazione.

Se bevi alcolici durante il trattamento con gli antibiotici elencati, il corpo risponderà immediatamente con vomito, mal di testa, convulsioni e altri sintomi di avvelenamento grave.

Proibito

Non puoi bere alcolici con antibiotici, che entrano in una reazione simile al disulfiram con etanolo.

Tali farmaci possono essere suddivisi condizionatamente in tre gruppi:

  • nitroimidazoli.
  • cefalosporine.
  • Altri antibiotici.

Secondo i risultati degli studi clinici, i farmaci del gruppo nitroimidazolo entrano in una reazione simile al disulfiram nel 100% dei casi. L'eccezione è di 3 farmaci: ornidazolo, ternidazolo e secnidazolo. Non si osserva intossicazione a seguito dell'uso di questi antibiotici insieme a bevande alcoliche.

Secondo un principio simile, i farmaci del gruppo cefalosporinico interagiscono con l'alcol. Alcuni di essi contengono una catena laterale metil-tetrazolo-tiolo, che ricorda parte di una molecola di disulfiram. Le cefalosporine con tale catena, se esposte all'alcool etilico, possono causare una reazione simile a quella che provoca disulfiram.

Inoltre, numerosi altri antibiotici entrano in una reazione simile al disulfiram sotto l'influenza dell'etanolo, tra cui cloramfenicolo, biseptolo, nizorale, ketoconazolo e alcuni altri. Tuttavia, l'intossicazione in questi casi spesso scompare senza sintomi pronunciati..

I ricercatori osservano che non solo gli antibiotici in compresse e iniettabili, ma anche quelli destinati all'uso topico, entrano in una reazione simile al disulfiram con etanolo. Possono essere gocce per gli occhi e il naso, soluzioni per inalazione, supposte vaginali, cioè tutti i farmaci che in qualche modo influenzano le mucose.

Le conseguenze della combinazione di antibiotici del terzo gruppo con bevande contenenti alcol sono molto facili. Il rischio di morte per l'uso simultaneo del farmaco, anche con grandi dosi di alcol, è praticamente zero.

Antibiotici non compatibili con l'alcol:


Gruppo di farmaci antibatterici

Nome del farmaco incompatibile con l'alcol
nitroimidazoli
  • metronidazolo.
  • Tinidazole.
  • Trichopolus.
  • Tiniba.
  • Fazizhin.
  • Klion.
  • Flagil.
  • Metrogyl.
  • cefalosporine
  • cefamandolo.
  • cefotetan.
  • Moxalactam.
  • Cephobid.
  • Cefoperazone.
  • Altri antibiotici
  • Levomycetin.
  • Bactrim.
  • ketoconazolo.
  • Trimetoprim-sulfametossazolo.
  • Cotrimossazolo.
  • Biseptol.
  • Nizoral.
  • Allineamenti consentiti

    Non tutti i farmaci antibatterici sono stati testati per la compatibilità con l'alcol. Tuttavia, è stato stabilito un gran numero di farmaci che si astengono dall'interazione attiva con l'alcol etilico..

    Questi antibiotici comprendono quasi tutti i rappresentanti del gruppo della penicillina, alcuni farmaci antifungini, un numero di mucolitici, inclusi fluimucil, fluifort e fluiditec. Tra quelli sicuri c'è anche un impressionante elenco di agenti ad ampio spettro, tra cui ci sono farmaci di nuova generazione come Unidox Solutab.

    Nello studio dell'amoxicillina, sono stati rivelati cambiamenti insignificanti nella velocità di assorbimento e nel tempo di ritardo. Tuttavia, in generale, gli indicatori della farmacocinetica non sono cambiati durante l'interazione con l'etanolo. Un elenco dettagliato di farmaci che hanno superato studi clinici per la compatibilità con l'alcol è disponibile nella tabella seguente.

    Tabella delle combinazioni accettabili di antibiotici con alcool:

    Gruppo di farmaci antibattericiNome del farmaco compatibile con l'alcol
    penicilline
  • amoxiclav.
  • amoxicillina.
  • ampicillina.
  • Oxacillin.
  • Carbenicillin.
  • ticarcillina.
  • azlocillina.
  • Piperacillin.
  • Farmaci antifungini
  • Nistatina.
  • Clotrimazole.
  • Afobazol.
  • glicopeptidiVancomicina.
    mucolitici
  • Fluimucil.
  • Fluditek.
  • Fluifort.
  • Antibiotici ad ampio spettro
  • Heliomycin.
  • Unidox Solutab.
  • levofloxacina.
  • moxifloxacina.
  • trovafloxacina.
  • Cefpir.
  • ceftriaxone.
  • azitromicina.
  • Al momento, molti medici già consentono ai loro pazienti di consumare alcol durante il trattamento con questi antibiotici. Tuttavia, questo non significa che puoi bere alcolici in qualsiasi quantità. Puoi bere alcolici durante la terapia antibiotica solo in piccole porzioni, monitorando le tue condizioni.

    Antibiotici e alcol: tabella di compatibilità

    Ogni adulto è stato in una situazione in cui ha dovuto scegliere: sostenere l'azienda con un bicchiere di vino o rifiutare l'alcol, spiegando il rifiuto di un'altra malattia. Perché devi farlo? Perché una volta le parole pronunciate da qualcuno siedono nella mia testa: gli antibiotici e l'alcol non sono amici, non puoi metterli insieme - sarà molto brutto.

    È possibile combinare antibiotici e alcool? Miti e verità

    È diffusa la convinzione che l'uso simultaneo di antibiotici e alcol possa avere conseguenze spiacevoli e imprevedibili: da un forte mal di testa al completamento dell'insufficienza epatica. È vero?

    Considera alcuni miti e risultati di laboratorio:

    • Mito: questi farmaci, il cui effetto sugli organi interni è distruttivo, insieme all'etanolo distruggono il fegato.

    Realtà: l'effetto farmacologico di quasi tutti gli antibiotici non cambia sotto l'influenza dell'alcol, il carico sul fegato non aumenta. In diversi casi, gli scienziati hanno scoperto che l'alcol ha aumentato l'epatossicità dei farmaci antibatterici..

    • Mito: l'alcol neutralizza l'effetto degli antibiotici, rendendoli inutili.

    Realtà: l'azione farmacologica del farmaco sotto l'influenza dell'alcol non cambia.

    • Mito: durante la terapia sperimentale o complessa, l'alcol interferisce con l'azione del farmaco.

    Realtà: nessuna violazione trovata.

    L'opinione che alcol e antibiotici non debbano essere miscelati è di vecchia data e spesso infondata. Da dove proviene?

    Durante la seconda guerra mondiale, il generale di brigata britannico Ian Fraser iniziò a usare la penicillina per curare i soldati feriti nelle battaglie nel Nord Africa. C'era pochissima droga ed era necessario raccogliere l'urina dei feriti per isolare nuovamente l'antibiotico da esso. Nell'esercito inglese, era consuetudine dare birra ai soldati. È noto per aumentare la quantità di urina escreta dal corpo, ma allo stesso tempo ridurre la concentrazione della sostanza medicinale. Ciò ha reso difficile ottenere la medicina una seconda volta. Pertanto, il mito è stato inventato che la birra (e le eventuali bevande alcoliche) e gli antibiotici non possono essere mescolati, altrimenti le conseguenze saranno molto gravi.

    In Europa, a metà del secolo scorso, durante la lotta contro le malattie veneree, usarono anche il mito secondo cui era impossibile usare contemporaneamente antibiotici e penicillina. Ma è stato un trucco di dottori: dopo tutto, le persone che sono inclini ai vizi (incluso l'alcolismo) di solito soffrono di tali malattie e nella lotta contro le malattie "sporche" tutti i mezzi sono buoni.

    Per confermare o confutare l'opinione controversa, in Finlandia hanno persino condotto un esperimento sul bere uomini che condividevano metronidazolo e alcool per cinque giorni. Non ci sono state conseguenze! In Spagna, gli scienziati hanno testato la compatibilità con amoxicillina e hanno notato solo una piccola variazione nel tasso di assorbimento della sostanza da parte dell'organismo..

    È interessante notare che i ratti testati con moxifloxacina e trattati con una piccola quantità di alcol sono stati curati molto più velocemente..

    L'argomento "per" l'uso di alcol e antibiotici è stato trovato molto. Ma i medici non raccomandano ancora di usarli insieme..

    Tipi di incompatibilità tra alcol e antibiotici

    In tutta onestà, va notato che ci sono ancora casi in cui l'uso simultaneo di medicine e bevande forti porta a conseguenze negative per il corpo umano..

    Tabella di compatibilità

    Gli scienziati distinguono tre tipi di incompatibilità tra antibiotici e alcol:

    Tipo di incompatibilitàCosa succede durante l'interazioneConseguenze dell'ammissione congiuntaNomi di droga
    Reazione simile al disulfiramL'antibiotico è un ostacolo alla decomposizione dell'alcool etilico, il metabolismo rallenta, quindi l'acetaldeide si accumula nel corpoIntossicazione del corpo: vomito, mancanza di respiro, possono esserci convulsioni, tachicardia, emicraniaMetronidazolo, ornidazolo, tinidazolo, cefalotporina antibiotico cefotetano.

    Raro: co-trimoxazoloDisturbi metaboliciUn conflitto nel fegato tra alcol etilico e una sostanza in un antibiotico, che rivendica contemporaneamente l'enzima del citocromo P450 2C9. È coinvolto nel metabolismo di entrambe le sostanze. In un conflitto, la medicina perde. Pertanto, si accumula in grandi dosi e inevitabilmente provoca intossicazione.Fallimento del trattamento.

    Un forte mal di testa in cui la persona non è in grado di parlare, guardare o muoversi.

    Palpitazioni frequenti. In questo stato, il paziente afferma che il cuore "salterà" fuori dal torace, sperimentando il panico in relazione a questo.

    Vomito e nausea.

    Respiro affannoso.Eritromicina, cimetidina, voriconazolo, itraconazolo, ketoconazoloEffetti tossici sul sistema nervoso centrale.

    (pericoloso durante la guida)Depressione del sistema nervosoSonnolenza, vertigini.

    Respiro affannoso. Il paziente si siede, credendo che soffocerà mentre è sdraiato, chiede di aprire tutte le finestre.

    Calore in testa, petto e collo. Voglio lavarmi il viso con acqua fredda, ma anche le procedure dell'acqua raramente aiutano.

    Distrazione, incapacità di concentrazione.

    Cicloserina, etionamide, talidomideEffetto tossico sul fegatoDistruzione delle cellule del fegato, violazione del processo di emopoiesiEpatite medicinaleGruppo tetraciclina

    Una reazione simile al disulfiram viene utilizzata nella codifica per l'alcolismo. La somministrazione di un farmaco incompatibile con l'alcol e che provoca una reazione grave viene effettuata solo da un medico.

    I medici affermano che diversi fattori influenzano i tempi del consumo di bevande alcoliche dopo il trattamento:

    • durata o breve durata del trattamento;
    • la dimensione della dose e la quantità del farmaco che si accumula nel corpo;
    • tempo di sospensione dell'antibiotico;
    • la presenza di malattie croniche del fegato e dei reni.

    Puoi bere vino antibiotico o champagne, per esempio? Le bevande alcoliche possono essere bevute almeno tre giorni dopo. È meglio astenersi dal prendere alcol per 10-14 giorni. Altrimenti, questi farmaci, la cui azione è volta a sopprimere le cellule viventi nel corpo, accoppiati all'effetto distruttivo dell'alcool influenzeranno negativamente il fegato.

    Quali antibiotici sono assolutamente vietati con l'alcol?

    Esistono diversi tipi di antibiotici che non devono essere consumati con l'alcol. Sono in grado di causare effetti collaterali, spesso non solo spiacevoli, ma anche molto pericolosi per la vita: gravi crampi agli arti e allo stomaco, afflusso di sangue alla testa, tachicardia, vomito con crampi allo stomaco, emicranie gravi.

    Questi farmaci includono principalmente:

    • metronidazolo - prescritto per le infezioni dentali e vaginali;
    • tinidazolo - per infezioni gastrointestinali;
    • cefotetan: infezioni di polmoni, tratto gastrointestinale, ossa, articolazioni, pelle, sangue;
    • etionamide, cicloserina, talitomide.

    Ma, oltre agli antibiotici elencati, non dovresti usare i seguenti farmaci con l'alcol, che può avere effetti collaterali devastanti:

    NomeBy-effetto
    Bactrim, septraTachicardia, arrossamento della testa, vomito grave
    Flagil, tindomax, cefotanCrampi allo stomaco, emicranie, vomito
    LinezolidAumento della pressione sanguigna
    RifadinAvvelenamento, distruzione delle cellule del fegato
    NidrazideAvvelenamento del fegato
    SeromycinTossicosi del sistema nervoso centrale: convulsioni, convulsioni
    TrackerTossicosi del SNC, psicosi
    NizoralAvvelenamento del fegato, crampi allo stomaco, vomito grave e mal di testa
    talidomidePerdita di orientamento nello spazio, distrazione, incapacità di concentrazione, sonnolenza, perdita di coscienza

    L'influenza dell'alcol su una persona è sempre individuale - dipende dalle caratteristiche fisiologiche. Pertanto, anche i tipi di antibiotici senza nome, assunti contemporaneamente con l'alcol, possono portare a effetti imprevedibili..

    Antibiotici e champagne

    Posso bere champagne mentre assumo antibiotici?

    Lo champagne è classificato come vino spumante. E si differenziano per il fatto che contengono una grande quantità di anidride carbonica, che può influenzare l'acidità dello stomaco, aumentandola. A sua volta, l'acido distrugge completamente la medicina nello stomaco, riducendo significativamente l'efficacia dei suoi effetti sul corpo. Pertanto, sebbene lo champagne sia un alcool debole, non è possibile utilizzarlo con antibiotici..

    Antibiotici e vino

    Puoi bere vino con antibiotici? Sembrerebbe che un bicchiere di questa bevanda farebbe qualcosa di male?

    I vini bianchi, rosati e rossi contengono sali di calcio e tannini che possono giovare agli esseri umani. Il tannino, essendo un assorbente naturale, lega e rimuove varie sostanze dal corpo, comprese quelle medicinali. E i sali di calcio con preparazioni del gruppo tetraciclico di antibiotici formano composti insolubili - chelati, che riducono l'effetto del farmaco.

    Antibiotici e altri tipi di alcol

    Esistono molti tipi di alcol. Ma come interagiscono quelli più popolari con l'alcol??

    • Vodka, cognac, chacha, chiaro di luna, rum, whisky, tequila si distinguono per un alto contenuto di alcol etilico che, interagendo con un antibiotico, porta a disturbi metabolici, danni al fegato e disturbi nervosi.
    • La birra contiene molto zucchero e lievito. L'antibiotico, distruggendo la microflora naturale del corpo, provoca la crescita di funghi del gruppo Cand> Cosa fare se bevi ancora antibiotici con l'alcol?

    Se il divieto viene violato e l'alcool e gli antibiotici si trovano nello stesso posto allo stesso tempo, allora è necessario monitorare lo stato del corpo, perché la comparsa di un effetto collaterale dipende dalla quantità di alcool bevuto, dalla dose del farmaco, dallo stato del fegato e dalla capacità del corpo di combattere le tossine.

    È necessario ricordare i segni di disulfiram: una reazione simile e, se compaiono, chiamare immediatamente un'ambulanza. Altrimenti, il vomito può portare a un volume catastrofico di liquido per il corpo e la pressione scende a un livello pericoloso, la tachicardia può portare ad arresto cardiaco e forti mal di testa - a shock doloroso, che il corpo non può far fronte..

    Recensioni sull'assunzione congiunta di antibiotici e alcol

    Ieri mia madre è venuta e ha portato con il suo delizioso vino fatto in casa. E ho mal di gola - il medico ha prescritto Flemoxin Solutab. Ho bevuto solo 30 grammi e mezz'ora dopo è iniziato! La testa brucia, i crampi allo stomaco e poi ha vomitato. Abbiamo pensato all'avvelenamento da vino. Ma tutti hanno bevuto. E solo io ho sofferto. Sono andato online e ho cercato le risposte alle mie domande. Si è scoperto - la colpa è degli antibiotici. Questo è il modo in cui ragazzi!

    Ci siamo riuniti un po '- solo alla fine della settimana, per la fatica. Il nostro collega ha acquistato un paio di bottiglie di champagne. Abbiamo bevuto un bicchiere, poi un altro. E ora la nostra cheerleader è diventata improvvisamente pallida, è diventata verde, ha vomitato come una fontana. Eravamo spaventati - horror. E alzò gli occhi al cielo, afferrò la testa e disse che la testa sarebbe caduta. Hanno chiamato un'ambulanza. Il dottore lo esaminò, poi gli chiese se stava prendendo antibiotici, disse che stava prendendo per la sinusite. Macrolidi, a quanto pare. Bene, il medico ha immediatamente diagnosticato e messo - intossicazione ed effetti collaterali. Portato in ospedale.

    Alcol e antibiotici: dovrebbero essere usati insieme o no? Tutti dovrebbero rispondere a questa domanda in senso negativo, perché la salute personale è una preoccupazione della persona. E nessuna quantità di miti e ricerche può essere una scusa per trascurare te stesso..

    Quali antibiotici non possono essere combinati con l'alcol?

    Il corso del trattamento antibiotico è piuttosto lungo (almeno 1-2 settimane), quindi molte persone hanno una domanda sulla loro compatibilità con l'alcol. Molti hanno sentito che una tale combinazione è molto pericolosa, ma si scopre - non sempre. Esistono diversi miti in cui anche alcuni medici possono confondersi..

    Miti sulla combinazione di alcol e antibiotici

    L'alcol indebolisce l'effetto dei farmaci antibatterici

    NON. Nella maggior parte dei casi, le bevande alcoliche non influenzano l'effetto terapeutico di questo gruppo. L'unica eccezione è la terapia sullo sfondo del consumo cronico di alcol, che può verificarsi con l'alcolismo. In questo caso, a volte è possibile una degradazione più efficiente della sostanza attiva, causata da un aumento della quantità di enzimi responsabili di ciò. Anche se più spesso accade il contrario: l'eliminazione dell'antibiotico rallenta, si accumula e provoca effetti collaterali.

    Ma l'alcol può interferire con il recupero in altri modi. Dopotutto, fattori come il riposo e la nutrizione sono molto importanti nel trattamento. L'alcol, d'altra parte, interferisce con il sonno sano, interferisce con l'assorbimento dei nutrienti vitali dal cibo, aumenta i livelli di zucchero nel sangue e impoverisce il corpo. Con l'uso cronico o acuto e pesante di bevande alcoliche, il sistema immunitario può soffrire così tanto che qualsiasi farmaco sarà di scarsa utilità.

    L'alcol non è compatibile con tutti gli antibiotici

    NON. La maggior parte degli antibiotici più comunemente prescritti non interagisce con l'alcol. Esistono varie teorie sul perché le persone abbiano creduto a lungo nel contrario. Secondo uno di loro, era consuetudine che i medici punissero i pazienti nel trattamento delle malattie a trasmissione sessuale, vietando loro di bere alcolici. Esiste anche una versione secondo cui questa opinione errata risaliva alla seconda guerra mondiale, quando vi era un grande deficit di penicillina in Nord Africa, che veniva estratto dall'urina dei feriti trattati e che bere birra interferiva con questo processo. Pertanto, i medici hanno detto ai soldati che bere alcolici durante il trattamento era pericoloso..

    Bere alcolici durante la terapia antibiotica può causare gravi effetti collaterali

    SÌ. Anche se si dice sopra che con la maggior parte degli agenti antibatterici, non sorgeranno problemi, ma ci sono anche quelli durante il trattamento di cui è categoricamente sconsigliato il consumo di alcol. Il fatto è che alcuni farmaci sono metabolizzati dagli stessi o simili enzimi nel corpo dell'etanolo. A seconda della frequenza e della quantità di bevande alcoliche consumate, il livello di questi enzimi può diminuire. Di conseguenza, una maggiore quantità del principio attivo del farmaco e del prodotto di decomposizione dell'alcol (acetalde) si accumulerà nel corpo, causando un aumento degli effetti collaterali e un fenomeno come una reazione simile al disulfiram.

    Antibiotici per i quali è vietato l'alcol

    Il più famoso di questi è il metronidazolo. È usato nel trattamento di varie infezioni intestinali, dentali, cutanee e polmonari. Molte fonti affermano che con una combinazione di terapia con questo agente e assunzione di alcol, può verificarsi una reazione simile al disulfiram. Ma questa affermazione è controversa, poiché la ricerca condotta nel 2003 non ha trovato prove di ciò..

    Successivamente, è stato condotto un piccolo studio in cui gli uomini finlandesi hanno assunto metronidazolo per cinque giorni e non hanno avuto effetti collaterali dopo aver bevuto. Tuttavia, gli autori di questi studi ammettono che ciò non esclude la possibilità che alcune persone possano essere ferite e che rimanga in vigore la regola dell'incompatibilità dell'alcol con l'antibiotico metronidazolo..

    C'è anche un elenco di antibiotici, la cui assunzione è più pericolosa sullo sfondo del bere. Ciò include principalmente il gruppo di cefalosporine (cefotetan, ceftriaxone), nonché tinidazolo, linezolid ed eritromicina. Le loro interazioni con l'alcol sono ben note e i medici di solito lo avvertono..

    Tabella degli antibiotici incompatibili con l'alcol

    antifungini

    Nome di antibiotici e farmaci basati su di essiEffetto se combinato con alcolRaccomandazione
    Sulfametossazolo + Trimetoprim (Bactrim, Septra)Battito cardiaco accelerato, sensazione di formicolio, calore sotto la pelle, arrossamento, nausea e vomito.Evita di bere alcolici.
    Metronidazole (Flagil, gel vaginale e supposte)Reazione simile al disulfiram: dolore addominale, nausea, vomito, mal di testa, arrossamento del viso. I sintomi possono anche svilupparsi quando si utilizza la crema vaginale..Evitare di bere alcolici durante il trattamento e 72 ore dopo la fine.
    Linezolid (Zyvox)Aumento del rischio di sviluppare una crisi ipertensiva (un pericoloso aumento della pressione sanguigna).Evita di bere grandi quantità di alcol.
    Tinidazole (Tindamax)Reazione simile al disulfiram: dolore addominale, nausea, vomito, mal di testa, rossore.Evitare di bere alcolici durante il trattamento e 72 ore dopo la fine.
    Cefotetan (Cefotan)Reazione simile al disulfiram: dolore addominale, nausea, vomito, mal di testa, rossore.Evitare l'assunzione di alcol.
    Rifampicina (Rifadin)Aumento del rischio di tossicità epaticaEvita di bere alcolici.
    Isoniazide (Nidrazid)Bere alcolici ogni giorno aumenta il rischio di tossicità epaticaEvita di bere alcolici.
    Cicloserina (seromicina)Aumento del rischio di intossicazione per il sistema nervoso, possibili convulsioniEvita di bere alcolici.
    Ethionamide (Trakator, Thionid)Aumento del rischio di intossicazione per il sistema nervoso, possibilmente psicosiEvitare il consumo eccessivo di alcol.
    Voriconazolo (Vfend, Voritab)La quantità di farmaco nel corpo può aumentare o diminuireEvita di bere alcolici.
    ketoconazoloAumento del rischio di intossicazione epatica e sviluppo di una reazione simile al disulfiram (dolore addominale, nausea, vomito, mal di testa, vampate di calore)Evita di bere alcolici.
    pirazinamideAumento del rischio di tossicità epaticaEvitare il consumo giornaliero di alcol.
    Talidomide (Thalomid)Aumento del rischio di effetti additivi (aumento degli effetti collaterali), sonnolenza, confusione.Evitare o limitare il consumo di alcol durante il trattamento. Prestare attenzione durante la guida o l'uso di macchinari

    Antibiotici che possono essere combinati con l'alcol

    Non tutti gli antibiotici hanno effetti correlati all'alcol, ma è importante evitare l'alcol mentre si è malati..

    Altri antibiotici comuni che sono spesso prescritti per trattare le infezioni includono:

    • amoxicillina + clavulanato (Augmentin);
    • amoxicillina (Amoxil);
    • ciprofloxacina (Cipro);
    • cefalossina (Keflex);
    • levofloxacina (levaquin);
    • azitromicina (Zithromax);
    • moxifloxacin (Avelox);
    • clindamicina (Cleocin).

    Durante l'assunzione di questi farmaci, non sono stati osservati effetti collaterali causati direttamente dal consumo di alcol..

    Miti medici: l'alcol è compatibile con gli antibiotici??

    Condividi questo post su

    I collegamenti esterni si apriranno in una finestra separata

    I collegamenti esterni si apriranno in una finestra separata

    La ricerca medica dimostra che l'alcol non blocca l'azione della maggior parte dei farmaci e di solito non provoca effetti collaterali quando combinato con farmaci. Ma ci sono alcuni altri punti importanti da tenere a mente, avverte BBC Future..

    Le donne nelle prime fasi della gravidanza, sebbene non siano ancora pronte a condividere questa buona notizia con gli altri, sanno benissimo che chi li circonda può facilmente indovinare tutto da solo se la futura mamma rifiuta di bere a una festa..

    Ma c'è una buona scusa: puoi dire a colleghi e amici che stai trattando con antibiotici e tutte le domande spariranno. È improbabile che anche conoscenti troppo curiosi chiedano a cosa è stato prescritto il medicinale.

    Ma è davvero necessario astenersi dall'alcol in combinazione con un ciclo di antibiotici?

    Alcune persone pensano che l'alcol possa impedire il funzionamento del farmaco, altri sono convinti che questa combinazione abbia effetti collaterali.

    Lo staff di una delle cliniche urogenitali di Londra ha intervistato 300 pazienti - si è scoperto che l'81% di loro ha aderito al primo punto di vista e il 71% - il secondo.

    Ma nel caso della maggior parte degli antibiotici, né il primo né il secondo sono veri. Dal punto di vista dei medici, è molto più pericoloso quando un paziente che crede in uno di questi miti decide di non assumere la medicina bevendo un bicchiere di vino..

    Qualsiasi fattore che causa il salto di una dose aggrava il grave problema globale della resistenza agli antibiotici nei batteri.

    In effetti, l'alcol non influisce in alcun modo sull'azione degli antibiotici più comunemente usati..

    Ma ci sono eccezioni: ad esempio, il farmaco del gruppo cefalosporinico, il cefocetan, rallenta il processo di decomposizione dell'alcool, a seguito del quale aumenta il livello di acetaldeide nel corpo..

    E questo può portare a conseguenze indesiderabili sotto forma di vertigini, vomito, arrossamento del viso, mal di testa, respiro corto e dolore toracico..

    Disulfiram, un farmaco a volte usato per trattare la dipendenza da alcol, ha effetti collaterali simili. L'idea è che il paziente in trattamento inizi a sentirsi male per bere - il che, in teoria, dovrebbe farli smettere di bere..

    Queste sensazioni sono spiacevoli, quindi, quando si tratta con cefocetan e disulfiram (e per diversi giorni dopo la fine del corso), è necessario astenersi dall'alcol.

    Un altro antibiotico che è scarsamente compatibile con l'alcol è il metronidazolo. È usato per trattare infezioni orali, ulcere alle gambe contaminate e piaghe da decubito. Si ritiene che, in combinazione con l'alcol, dia gli stessi effetti collaterali delle già citate cefalosporine.

    Tuttavia, questo punto di vista è stato contestato dopo una revisione del 2003 degli studi farmacologici. Inoltre, è stato condotto un esperimento su un piccolo gruppo di controllo di uomini finlandesi, durante il quale hanno consumato alcol con metronidazolo per cinque giorni senza conseguenze spiacevoli..

    Tuttavia, gli autori di questo studio ammettono che la probabilità di effetti indesiderati non può essere completamente esclusa, e ora i medici non raccomandano ancora di combinare l'alcol con il metronidazolo..

    Ci sono alcuni altri antibiotici che potrebbero essere meglio bere, come il tinedazolo, il linezolid e l'eritromicina. Ma questa incongruenza è ben nota e i medici avvertono specificamente i pazienti di prescrivere farmaci..

    Riciclaggio della bici

    Pertanto, rimane un ampio elenco di altri antibiotici, se assunto, non è pericoloso da bere. Naturalmente, è improbabile che l'alcol aiuti a curare una malattia: può rendere il tuo corpo disidratato e pigro, ma questo non ha nulla a che fare con i farmaci..

    Forse il mito sull'incompatibilità di antibiotici e alcol è apparso dopo alcuni casi spiacevoli separati, ma ci sono altre due teorie interessanti.

    Uno è che gli antibiotici sono usati per trattare le comuni malattie sessualmente trasmissibili e i medici presumibilmente hanno punito i pazienti per comportamenti promiscui vietando loro di bere un bicchiere o due.

    C'è un'altra spiegazione data da James Bingham, uno degli autori del sopracitato sondaggio di pazienti presso la London Urogenital Clinic..

    Incontrò il generale di brigata in pensione Ian Fraser, che durante la seconda guerra mondiale iniziò a usare la penicillina per curare i soldati feriti nel Nord Africa..

    A quel tempo, c'era così poca penicillina che dopo aver assunto il medicinale per via orale, l'urina veniva prelevata dai pazienti e il farmaco veniva nuovamente isolato da esso..

    I militari in cura potevano bere birra, ma ciò ha comportato un aumento del volume di urina prodotta dall'organismo e, di conseguenza, ha reso difficile ottenere la medicina. Secondo il generale Fraser, quindi, il comando decise di vietare la birra..

    D'accordo, una bella storia, indipendentemente dal fatto che abbia influenzato la diffusione del mito sull'incompatibilità di alcol e antibiotici.

    Ma i miti del debunking sono un'arma a doppio taglio. Quando un paziente che non può vivere senza un bicchiere di vino, tuttavia prende diligentemente un corso di antibiotici, è buono, perché aiuta a combattere la resistenza farmacologica dei batteri.

    Ma se il grande pubblico scopre tutta la verità, le donne che non vogliono parlare della loro gravidanza dovranno rifiutare in modo più creativo l'alcol alle feste..

    Dichiarazione di non responsabilità: tutte le informazioni contenute in questo articolo sono solo a scopo generale e non devono essere considerate un'alternativa alla consulenza del proprio medico o di altri professionisti sanitari. La BBC non è responsabile delle informazioni pubblicate su siti esterni collegati a questo articolo e non approva alcun prodotto o servizio commerciale menzionato o raccomandato su nessuno di questi siti. In caso di problemi di salute, contattare immediatamente il medico.

    Per leggere l'originale di questo articolo in inglese, visitare il sito Web BBC Future.