Se bere antibiotici per raffreddori nei bambini o negli adulti?

Chiunque abbia ricevuto un diploma da qualsiasi istituto medico sa con fermezza e ricorda che gli antibiotici per raffreddore, SARS e influenza non aiutano. Anche i dottori in poliambulatorio e i medici praticanti negli ospedali lo ricordano. Tuttavia, vengono prescritti antibiotici e spesso solo in modo profilattico. Perché quando si contatta un medico con ARVI, il paziente richiede un trattamento.

E nei casi di raffreddore, infezione virale respiratoria acuta, oltre alle regole ben note - bere abbondante, riposo a letto, cibo fortificato, limitato (dietetico), farmaci e metodi popolari per sciacquare la gola, sciacquare il naso, inalazione, sfregare con pomate riscaldanti - niente di più non è richiesto, questo è l'intero trattamento del raffreddore ed è limitato. Ma no, una persona sta aspettando le medicine dal medico, spesso chiedendo semplicemente un antibiotico.

Peggio ancora, il paziente può iniziare indipendentemente a prendere qualsiasi antibiotico dall'esperienza o dai consigli di qualcun altro. Oggi ci vuole molto tempo per vedere un medico e le medicine sono molto facili da ottenere. Nessun paese civile ha un accesso così aperto alle medicine come in Russia. Fortunatamente, oggi la maggior parte delle farmacie dispensano antibiotici su prescrizione medica, ma c'è sempre la possibilità di ottenere il farmaco senza prescrizione medica (compatendo il farmacista o scegliendo una farmacia che valorizzi il suo turnover soprattutto).

Per quanto riguarda il trattamento del raffreddore in un bambino, la situazione qui è spesso offuscata dal fatto che il pediatra è semplicemente riassicurato, prescrive un antibiotico efficace, buono, "da bambini" per il raffreddore per la prevenzione, al fine di evitare possibili complicazioni. Se, in tempo, il bambino inizia a bere abbondantemente, inumidire, arieggiare la stanza, dare antipiretici ai bambini ad alte temperature, applicare rimedi ben noti per raffreddori e metodi popolari - il corpo deve far fronte alla maggior parte delle infezioni virali respiratorie.

Perché allora il pediatra ha prescritto antibiotici? Perché sono possibili complicazioni. Sì, il rischio di complicanze nei bambini in età prescolare è molto elevato. Oggi non tutte le madri possono vantarsi di una forte immunità e della buona salute generale di suo figlio. E il medico in questo caso risulta colpevole, non si è accorto, non ha controllato, non ha nominato. La paura delle accuse di incompetenza, disattenzione, il pericolo di persecuzione spinge i pediatri a prescrivere un antibiotico per i bambini con raffreddore come profilassi.

Va ricordato che nel 90% dei casi i raffreddori sono di origine virale e che i virus non sono trattati con antibiotici.

Solo nei casi in cui il corpo non ha affrontato il virus e si sono verificate complicazioni, si è unita un'infezione batterica, localizzata nella cavità orale, nel naso, nei bronchi o nei polmoni - solo in questo caso sono indicati gli antibiotici.

È possibile capire dalle analisi che sono necessari antibiotici?

I test di laboratorio che confermano la natura batterica dell'infezione non vengono sempre eseguiti:

  • Poiché le colture di espettorato e urina sono oggi piuttosto costose per i policlinici e stanno cercando di risparmiare denaro su di esse.
  • Le eccezioni sono strisci dalla gola e dal naso con angina sul bastone di Lefler (l'agente causale della difterite) e colture selettive di scarico delle tonsille nella tonsillite cronica o nelle urine con patologie del tratto urinario.
  • Migliori possibilità di ottenere conferma batteriologica dell'infezione microbica nei pazienti ospedalieri.
  • Segni indiretti di infiammazione batterica saranno cambiamenti nell'analisi del sangue clinica. Qui il medico può navigare aumentando l'ESR, un aumento del numero di leucociti e uno spostamento della formula dei leucociti a sinistra (un aumento della pugnalata e dei leucociti segmentati).

Come capire sentendo che sono sorte complicazioni?

Ad occhio, l'attaccamento dei batteri può essere determinato da:

  • Cambiamenti nel colore dello scarico di naso, faringe, orecchio, occhi, bronchi - da trasparente diventa nuvoloso, giallo o verde.
  • Sullo sfondo di un'infezione batterica, di norma, c'è un ripetuto aumento della temperatura (ad esempio, con polmonite, complicando ARVI).
  • Con l'infiammazione batterica nel sistema urinario, è probabile che l'urina diventi torbida e che i sedimenti siano visibili agli occhi.
  • Se i microbi intestinali sono danneggiati, nelle feci compaiono muco, pus o sangue.

È possibile comprendere che le seguenti complicanze di ARVI sono sorte:

  • Se, dopo l'insorgenza di infezioni virali respiratorie acute o un raffreddore, dopo un miglioramento nei giorni 5-6, la temperatura aumenta di nuovo a 38-39 ° C, si verifica un deterioramento della salute, una tosse peggiora, mancanza di respiro o dolori al petto quando appare la respirazione e la tosse - il rischio di polmonite è elevato.
  • Il mal di gola aumenta ad alta temperatura o appare la placca sulle tonsille, i linfonodi cervicali aumentano - il mal di gola o la difterite devono essere esclusi.
  • Appare dolore all'orecchio, che aumenta con la pressione sul trago, o scorre dall'orecchio - probabilmente otite media.
  • Sullo sfondo di un naso che cola, apparve una voce nasale pronunciata, mal di testa sulla fronte o sul viso, che si intensificano quando si sporgono in avanti o sdraiati, l'olfatto è completamente scomparso - ci sono segni di infiammazione dei seni paranasali.

Molte persone si chiedono quali antibiotici bere per un raffreddore, quale antibiotico è meglio per un raffreddore? Se sorgono complicazioni, la scelta dell'antibiotico dipende da:

  • localizzazione di complicanze
  • l'età del bambino o dell'adulto
  • storia del paziente
  • tolleranza ai farmaci
  • e, naturalmente, la resistenza agli antibiotici nel paese in cui si è verificata la malattia.

L'appuntamento deve essere eseguito solo dal medico curante.

Quando gli antibiotici non sono indicati per raffreddori o SARS non complicati

  • Rinite mucopurulenta (rinite) che dura meno di 10-14 giorni
  • nasofaringite
  • Congiuntivite virale
  • Tonsillite virale
  • Tracheite, bronchite (in alcuni casi, ad alte temperature e bronchite acuta, sono necessari farmaci antibatterici)
  • Adesione all'infezione da herpes (herpes sulle labbra)
  • Laringite nei bambini (trattamento)

Quando è possibile utilizzare antibiotici per infezioni respiratorie acute non complicate

  • Con segni pronunciati di ridotta immunità - febbre bassa costante, raffreddori e malattie virali superiori a 5 r / anno, malattie fungine e infiammatorie croniche, HIV, qualsiasi tumore o disturbi dell'immunità congenita
  • In un bambino di età inferiore a 6 mesi - rachitismo nei neonati (sintomi, trattamento), varie malformazioni, con mancanza di peso
  • Sullo sfondo di alcune malattie del sangue (agranulocitosi, anemia aplastica).

Le indicazioni per la nomina di antibiotici sono

  • Mal di gola batterico (con l'esclusione simultanea della difterite prendendo i tamponi dalla gola e dal naso) richiede un trattamento con penicilline o macrolidi.
  • La linfoadenite purulenta richiede antibiotici ad ampio spettro, consultazione con un chirurgo, a volte un ematologo.
  • Laringotracheite o bronchite acuta o esacerbazione di bronchite cronica o bronchiectasie richiedono macrolidi (Macropen), in alcuni casi una radiografia del torace per escludere la polmonite.
  • Otite media acuta: la scelta tra macrolidi e cefalosporine viene effettuata da un medico ORL dopo un'otoscopia.
  • Polmonite (vedere i primi segni di polmonite, trattamento della polmonite in un bambino) - trattamento con penicilline semisintetiche dopo conferma a raggi X della diagnosi con monitoraggio obbligatorio dell'efficacia del farmaco e controllo a raggi X.
  • Infiammazione dei seni paranasali (sinusite, sinusite, etmoidite): la diagnosi viene stabilita mediante esame radiografico e segni clinici caratteristici. Il trattamento viene effettuato da un otorinolaringoiatra (vedere segni di sinusite negli adulti).

Ecco un esempio di uno studio condotto sulla base dei dati del policlinico di un bambino, durante l'analisi dei dati della storia medica e delle carte ambulatoriali di 420 bambini di 1-3 anni. Nell'89% dei casi, ARVI e ARI sono stati registrati nei bambini, nel 16% - bronchite acuta, nel 3% di otite media e solo l'1% di polmonite e altre infezioni.

E nell'80% dei casi, gli antibiotici sono stati prescritti solo per l'infiammazione del tratto respiratorio superiore nelle malattie respiratorie acute e ARVI, per la polmonite e la bronchite nel 100% dei casi. La maggior parte dei medici in teoria è a conoscenza dell'inammissibilità dell'uso di agenti antibatterici per un'infezione da raffreddore o virale, ma per una serie di motivi:

  • impostazioni amministrative
  • prima età dei bambini
  • misure preventive per ridurre le complicanze
  • riluttanza ad andare ai beni

sono comunque prescritti, a volte in brevi corsi di 5 giorni e con una riduzione della dose, il che è altamente indesiderabile. Inoltre, lo spettro di agenti patogeni delle infezioni respiratorie acute nei bambini non è stato preso in considerazione. Nell'85-90% dei casi si tratta di virus e tra gli agenti batterici è presente nel 40% di pneumococco, nel 15% di Haemophilus influenzae, nel 10% di funghi e stafilococco, patogeni meno spesso atipici: clamidia e micoplasma.

Con lo sviluppo di complicanze sullo sfondo di un virus, solo come prescritto da un medico, in base alla gravità della malattia, all'età, all'anamnesi del paziente, vengono prescritti i seguenti antibiotici:

  • Fila di penicillina: in assenza di reazioni allergiche alle penicilline, è possibile utilizzare penicilline semisintetiche (Flemoxin solutab, Amoxicillin). In caso di gravi infezioni resistenti tra i farmaci penicillina, i medici preferiscono le "penicilline protette" (amoxicillina + acido clavulanico), Amoxiclav, Ekoklav, Augmentin, Flemoklav Solutab. Questi sono farmaci di prima linea per la tonsillite..
  • Serie cefalosporine - Cefixim (Suprax, Pantsef, Ixim Lupine), Cefuroxime axetil (Zinacef, Super, Aksetin, Zinnat), ecc..
  • Macrolidi - di solito prescritti per clamidia, polmonite da micoplasma o infezioni degli organi ENT - Azitromicina (Sumamed, Zetamax, Zitrolide, Emomycin, fattore Zi, Azitrox), Macropen - il farmaco di scelta per la bronchite.
  • Fluorochinoloni - sono prescritti in caso di intolleranza ad altri antibiotici, nonché in caso di resistenza batterica ai farmaci delle serie di penicilline - Levofloxacina (Tavanik, Floracid, Haileflox, Glevo, Fleksid), Moxifloxacin (Avelox, Plevilox, Moximak). I fluorochinoloni sono completamente vietati per l'uso nei bambini, poiché lo scheletro non è ancora stato formato e anche perché si tratta di farmaci "di riserva" che possono essere utili a una persona quando cresce nel trattamento delle infezioni farmacoresistenti.

In generale, il problema di scegliere un antibiotico per oggi è un compito per un medico, che deve risolvere in modo tale da aiutare il paziente il più possibile nel presente e non danneggiare in futuro. Il problema è aggravato dal fatto che le aziende farmaceutiche, alla ricerca dei profitti di oggi, non tengono assolutamente conto della gravità della crescente resistenza dei patogeni agli antibiotici e gettano in una vasta rete quelle novità antibatteriche che potrebbero essere riservate per il momento..

Se il medico ti ha prescritto un farmaco antibatterico, dovresti leggere 11 regole Come bere correttamente gli antibiotici.

In quali casi vengono prescritti antibiotici per l'ARVI

Le infezioni virali respiratorie acute colpiscono ogni anno milioni di persone in tutto il mondo. La ricerca moderna ha dimostrato che il maggior numero di pazienti viene dal medico con sintomi di tosse, naso che cola, mal di gola e febbre..

Il trattamento correttamente prescritto può alleviare rapidamente le condizioni generali del paziente. Pertanto, è emersa chiaramente la domanda su quali gruppi di farmaci debbano essere utilizzati in questa situazione e quale posto assumano gli antibiotici in ARVI.

Antibiotici e loro meccanismo d'azione

I farmaci antibatterici hanno iniziato ad apparire attivamente a metà del secolo scorso e sono diventati una vera panacea per molte patologie infettive. Hanno contribuito a ridurre drasticamente la mortalità, ridurre il rischio di complicazioni pericolose e condizioni potenzialmente letali durante l'intervento chirurgico..

Il meccanismo d'azione degli antibiotici è associato alla loro capacità di bloccare la sintesi proteica o di interrompere l'integrità strutturale delle membrane dei microrganismi. Ciò porta a un'ulteriore impossibilità di riproduzione della flora patogena. C'è anche un aumento della sensibilità della microflora alle reazioni immunologiche e alla lisi cellulare..

Una caratteristica molto importante di qualsiasi farmaco antibatterico è il suo spettro d'azione, ovvero un elenco di microflora contro il quale esibisce un'azione efficace.

Gli antibiotici per ARVI negli adulti sono generalmente utilizzati per le infezioni causate da agenti patogeni batterici. A volte i loro singoli farmaci sono prescritti per la patologia fungina.

Ma i farmaci antibatterici non funzionano sui virus. Ciò significa che con una comune infezione virale respiratoria acuta, gli antibiotici non sono di alcun beneficio. Al contrario, possono verificarsi spesso effetti collaterali indesiderati dovuti ai farmaci e le condizioni generali del paziente peggiorano spesso..

Il ruolo moderno dei farmaci antibatterici nell'ARVI

Nelle moderne raccomandazioni, per le infezioni virali respiratorie acute senza complicazioni, è severamente vietato prescrivere antibiotici. Ma ci sono un certo numero di situazioni in cui il loro uso è semplicemente necessario. Prima di tutto, stiamo parlando dell'aggiunta di un'infezione batterica.

Ciò è dovuto al fatto che spesso con la patologia virale c'è un aumento del carico sul sistema immunitario, che può essere in diversi stati. In alcune persone che non hanno malattie croniche concomitanti (diabete mellito, malattia ischemica, stati di immunodeficienza), il corpo è in grado non solo di sopprimere in modo indipendente i patogeni patogeni, ma anche di mantenere la resistenza alla penetrazione di nuovi virus o batteri. Il rischio di complicanze da infezioni virali respiratorie acute in tali pazienti è minimo e la necessità di prescrivere antibiotici non si presenta quasi mai.

La seconda categoria di pazienti è più suscettibile allo sviluppo di una nuova patologia infettiva nell'ARVI. Prima di tutto, includono i bambini che non hanno ancora completamente formato il sistema immunitario. Inoltre, la presenza di patologie croniche (specialmente nella vecchiaia), l'infezione da HIV, il periodo di gravidanza influenzano anche la resistenza funzionale del corpo..

Va notato che è tutt'altro che necessario per un'infezione batterica entrare nel corpo dall'ambiente esterno. Nella mucosa del tratto respiratorio di qualsiasi persona, puoi trovare un gran numero di microrganismi che non portano allo sviluppo di alcuna patologia.

Questa microflora condizionatamente patogena è in grado di moltiplicarsi attivamente e causare la malattia in una situazione in cui la resistenza dei meccanismi di difesa del corpo diminuisce.

Indicazioni per l'uso di antibiotici per ARVI

Solo il medico curante può prescrivere farmaci antibatterici per l'infezione virale respiratoria acuta. Molto spesso si concentra sul quadro clinico della malattia. Di solito, i seguenti segni clinici testimoniano a favore dell'aggiunta della patologia batterica:

  • un aumento della temperatura corporea dopo la sua normalizzazione nei giorni precedenti;
  • aumento della tosse, un aumento della quantità di espettorato e un cambiamento di carattere (colore, consistenza);
  • la comparsa di dolore toracico (di solito unilaterale);
  • un aumento dei sintomi di intossicazione (mal di testa, debolezza, affaticamento);
  • la comparsa di mal di gola con pesantezza durante la deglutizione;
  • raucedine nella voce;
  • la comparsa di mancanza di respiro durante l'esercizio o in uno stato di calma (in assenza di questi sintomi prima dell'inizio della malattia).

Un esame del sangue generale aiuta anche il medico a diagnosticare la patologia. In esso compaiono segni caratteristici di un'infezione batterica: un aumento del numero di leucociti, neutrofili, uno spostamento della formula dei leucociti a sinistra e un aumento della VES (tasso di sedimentazione degli eritrociti). La radiografia del torace viene eseguita anche per confermare la polmonite..

La ricerca batteriologica ha il massimo valore diagnostico. Per questo, il muco viene prelevato dalla parte posteriore del rinofaringe, espettorato, liquido pleurico o sangue. Questo test ti permetterà di identificare con precisione l'agente patogeno che ha causato la patologia.

Inoltre, viene studiata la sensibilità della flora batterica a vari antibiotici, che consente al medico curante di selezionare in modo più accurato la terapia necessaria per il paziente. Tra gli svantaggi di questo metodo è la durata del.

Il medico riceve il risultato solo 2-3 giorni dopo il test, mentre è necessario scegliere immediatamente il metodo di trattamento e i farmaci.

La ricerca batteriologica è di grande importanza in situazioni diagnostiche difficili, nelle gravi condizioni del paziente e nell'inefficacia della precedente terapia..

Regole per condurre la terapia antibiotica per ARVI

La terapia antibiotica richiede che il paziente segua alcune semplici regole. In primo luogo, non puoi auto-medicare con farmaci antibatterici. Solo un medico qualificato ha il diritto di prescrivere e cancellare gli antibiotici per l'influenza e la SARS dopo aver valutato i sintomi della malattia e aver condotto tutti gli studi necessari. L'automedicazione porta spesso ad azioni e complicazioni indesiderate di farmaci.

Il paziente deve anche seguire il regime terapeutico raccomandato dal medico. Di solito è necessario assumere il farmaco alla stessa ora del giorno nel dosaggio richiesto. Non è possibile ridurre o aumentare la quantità di farmaci senza le istruzioni del medico. Se salti l'assunzione di un antibiotico, devi prenderlo il prima possibile, quindi continuare il trattamento come al solito.

Se gli antibiotici sono prescritti per ARVI sotto forma di compresse o capsule, devono essere lavati solo con acqua naturale. A tal fine non è consigliabile utilizzare prodotti lattiero-caseari, bevande gassate, caffè o tè forte1, poiché possono modificare le proprietà chimiche e farmaceutiche dei farmaci.

Durante l'assunzione di alcuni antibiotici (fluorochinoloni, tetracicline, aminoglicosidi), possono svilupparsi complicazioni da determinati sistemi corporei. Pertanto, quando li prescrivono, è necessario effettuare una serie di studi di laboratorio e strumentali al fine di monitorare lo stato degli indicatori funzionali del paziente..

Con lo sviluppo di eventuali sintomi che possono essere interpretati come effetti collaterali, si consiglia al paziente o ai suoi parenti di consultare immediatamente un medico. Sarà in grado di valutare adeguatamente le condizioni del paziente e dare le raccomandazioni necessarie.

Quali antibiotici sono usati per ARVI

Per il trattamento delle complicanze batteriche dell'ARVI, non vengono utilizzati tutti i gruppi di farmaci antibatterici. Questa scelta è dovuta alle caratteristiche della microflora, che molto spesso diventa la causa dello sviluppo del processo infiammatorio..

La ricerca scientifica ha dimostrato che durante gli studi batteriologici vengono seminati stafilococchi, streptococchi, pneumococchi, emofilo influenzae, legionella, klebsiella e moraxella.

Il secondo componente che influenza la scelta del farmaco è la resistenza dei microrganismi patogeni a specifici antibiotici. I seguenti gruppi di medicinali dall'elenco sono più spesso utilizzati nella pratica clinica:

  • penicilline (ampicillina, amoxicillina, amoxicillina + acido clavulanico);
  • cefalosporine (ceftriaxone, cefoperazone, cefotaxime);
  • macrolidi (azitromicina, claritromicina, eritromicina);
  • fluorochinoloni (ciprofloxacina, ofloxacina, gatifloxacina, lomefloxacina).

Ogni gruppo di antibiotici ha il suo set di indicazioni.

La valutazione dell'efficacia dell'uso del farmaco viene effettuata 3 giorni dopo l'inizio della terapia in base ai segni clinici e di laboratorio..

Caratteristiche di alcuni gruppi di antibiotici

penicilline

Sono il gruppo più antico di farmaci antibatterici. È stato attivamente utilizzato nella pratica clinica dagli anni '40 del secolo scorso. Le penicilline hanno un effetto battericida contro un gran numero di agenti patogeni. Ma si nota lo sviluppo della resistenza della microflora a questi farmaci. Con ARVI, le penicilline sono prescritte principalmente quando faringite batterica, laringite, bronchite, tonsillite o polmonite acquisita in comunità si verificano senza complicazioni.

Tra gli aspetti positivi dei medicinali c'è la bassa tossicità, che consente l'uso di questo tipo di antibiotici per pazienti di qualsiasi età. Tuttavia, abbastanza spesso, quando li si usano, si verificano varie reazioni allergiche (orticaria, reazioni allergiche, edema di Quincke).

I farmaci più comunemente prescritti da questo gruppo sono penicillina, ampicillina, amoxicillina (nonché la sua combinazione con acido clavulanico). Vengono rilasciati sotto forma di polvere per la preparazione di iniezioni intramuscolari o endovenose, nonché compresse e capsule per somministrazione orale..

cefalosporine

Le cefalosporine sono, come le penicilline, un gruppo di antibiotici beta-lattamici. Il loro meccanismo d'azione è dovuto alla capacità di interrompere l'integrità delle membrane cellulari dei microrganismi patogeni e di condurre alla loro lisi. C'è una minore incidenza di resistenza alle cefalosporine. Sono attivamente prescritti per sinusite batterica, otite media, polmonite acquisita in comunità, tonsillite e laringite. Principalmente le cefalosporine sono utilizzate in condizioni stazionarie, poiché, ad eccezione di alcuni medicinali, vengono prodotte solo in polvere per la preparazione di iniezioni.

Gli antibiotici sono prescritti per almeno 5 giorni. Dovrebbero essere usati con cautela in presenza di insufficienza funzionale del sistema escretore. Per le cefalosporine è anche caratteristica un'alta frequenza di reazioni allergiche, quindi, prima del loro primo appuntamento, è necessario condurre un test di ipersensibilità a questi farmaci. I più comunemente usati sono ceftriaxone, cefoperazone, cefotaxime, cefepime, cefazolin.

macrolidi

I macrolidi sono un gruppo di antibiotici che vengono spesso utilizzati per complicanze batteriche delle infezioni virali in regime ambulatoriale. Questi medicinali bloccano la sintesi proteica da parte dei microrganismi, il che rende impossibile la loro ulteriore riproduzione. Questo meccanismo si chiama batteriostatico. I macrolidi sono caratterizzati dall'accumulo di antibiotici nei tessuti e nel sito del processo patogeno..

Possono essere prescritti dalla prima infanzia, a causa della bassa tossicità dei farmaci. Tra le indicazioni per l'uso dei macrolidi vi sono bronchite, tracheite, laringite, faringite, otite media, sinusite, polmonite acquisita in comunità senza complicazioni. Il corso di assunzione di macrolidi va da 3 a 7 giorni, a seconda del farmaco.

I rappresentanti più famosi di macrolidi sono azitromicina, claritromicina, spiramicina, josamicina. Sono disponibili sotto forma di compresse, capsule o sciroppo per bambini..

I fluorochinoloni

I fluorochinoloni sono generalmente indicati come farmaci di riserva per le complicanze batteriche dell'ARVI. Hanno una potente azione battericida contro la flora aerobica e anaerobica. Tuttavia, i fluorochinoloni sono allo stesso tempo medicinali piuttosto tossici, motivo per cui possono essere prescritti a bambini di età inferiore a 12 anni e alle donne in gravidanza solo per motivi di salute..

I fluorochinoloni, e in particolare le loro ultime generazioni, sono i farmaci scelti per la polmonite da aspirazione extraospedaliera e nosocomiale. Inoltre, sono molto efficaci in presenza di disturbi concomitanti del sistema immunitario e nelle gravi condizioni del paziente. I fluorochinoloni più comunemente prescritti sono:

  • gatifloxacina;
  • ciprofloxacina;
  • sparfloxacina;
  • moxifloxacina;
  • ofloxacina;
  • lomefloxacin.

Questi antibiotici sono usati con cautela nelle patologie croniche dei sistemi epatobiliari ed escretori del paziente. Durante il corso della terapia, è anche necessario monitorare regolarmente gli indicatori di creatinina, urea, bilirubina, AST, ALAT e test del timolo.

Antibiotici per raffreddori

Un antibiotico è una sostanza di natura naturale, sintetica o semi-sintetica e viene utilizzato per combattere i microrganismi viventi che influenzano negativamente il corpo umano. Molto spesso, gli antibiotici sono usati per combattere i batteri, ma possono anche essere usati per sopprimere il DNA di alcuni virus. La necessità di utilizzare antibiotici sorge se un'infezione virale rappresenta una minaccia significativa per il corpo, può indebolirla gravemente e portare alla creazione di condizioni favorevoli per lo sviluppo di batteri pericolosi (stafilococchi, streptococchi, ecc.). L'efficacia dell'uso di antibiotici in tale situazione dipende dalla competenza del medico che li ha nominati, dallo stato del sistema immunitario e dal rispetto delle raccomandazioni per l'assunzione di essi..

Quando iniziare a bere antibiotici

Molte persone iniziano a prendere antibiotici quando hanno il minimo segno di raffreddore. Questo è sbagliato, se il paziente ha segni di SARS, tossisce, non può deglutire il cibo a causa di mal di gola, si lamenta della febbre nel corpo, quindi si consiglia:

  • rimanere a letto, se possibile, per diversi giorni di seguito;
  • bere più bevande calde;
  • assumere farmaci antivirali;
  • gargarismi 4-5 volte al giorno;
  • vestiti caldi e pace assoluta.

Se dopo 3-4 giorni, il freddo non scompare, la tosse si intensifica e la temperatura aumenta regolarmente a 38 gradi, quindi, molto probabilmente, i batteri si stanno attivamente sviluppando nel corpo indebolito dal virus. La loro presenza è evidenziata da:

  • perdita dell'olfatto;
  • l'apparenza di raucedine nella voce;
  • linfonodi ingrossati;
  • scolorimento delle urine;
  • la comparsa di muco, sangue e persino pus nelle feci;
  • l'espettorato diventa giallo-verde.

I sintomi noti indicano che il raffreddore comune è stato complicato dall'aggiunta di un'infezione batterica ad esso.

Per evitare possibili complicazioni, gli specialisti usano antibiotici in combinazione con farmaci antivirali. Dovrai prenderli fino a quando i sintomi spiacevoli scompaiono. Il medicinale specifico è prescritto dal medico. Gli antibiotici non devono essere trattati da soli con antibiotici, come menzionato sopra, non tutti sono adatti per il trattamento delle infezioni virali e potrebbero non essere compatibili con i farmaci antivirali.

Elenco di antibiotici per adulti

Per evitare complicazioni dopo un raffreddore o per far fronte alle sue conseguenze, se presenti, usano antibiotici dei gruppi di penicillina, cefalosporina e macrolidi, lincosamidi. La maggior parte dei farmaci di questo tipo ha un ampio spettro di azione e può essere utilizzata per trattare i raffreddori. Molto spesso, agli adulti vengono prescritti:

  1. Amoxilav. Gruppo di penicilline di droghe. Contiene amoxicillina e acido clavulanico, che aiutano il farmaco a combattere anche quei batteri che sono considerati resistenti ad esso. Nella catena di farmacie, viene venduto sotto forma di compresse, polvere per sospensioni e iniezioni. Consigliato per il trattamento delle complicanze delle infezioni del tratto respiratorio. Viene erogato senza prescrizione medica, ma prima di iniziare il trattamento è meglio consultare un medico, ci sono controindicazioni. Il corso del trattamento è di 7-14 giorni. Il dosaggio e il tempo di somministrazione dipendono dalla forma di rilascio del farmaco e dalla gravità della malattia..
  2. Amoxicillina. Incluso nel gruppo della penicillina. Un farmaco antibatterico, prescritto sotto forma di compresse o capsule da 500 mg. La dose standard è di 1 compressa ogni 7-8 ore. Il farmaco ha controindicazioni. Quindi, non è consigliabile prenderlo per le donne in gravidanza e in allattamento, con disbiosi, diatesi, che è sorto sullo sfondo di allergie, asma, disfunzione epatica, mononucleosi e alcune forme di leucemia.
  3. azitromicina Azalid, le cui caratteristiche strutturali sono state utilizzate con successo nella lotta contro molti batteri resistenti ad altri farmaci. Disponibile in compresse, capsule, soluzioni per preparazione di sospensione. Cura la tonsillite, l'infiammazione della mucosa laringea, l'otite media, l'infiammazione dei polmoni, i bronchi e i seni paranasali, la tonsillite. Il corso del trattamento dura da 3 a 6 giorni. Il farmaco è indesiderabile per le persone con disturbi del ritmo cardiaco, malattie renali ed epatiche, donne che allattano. A volte il farmaco è prescritto alle donne in gravidanza, ma è preso sotto la stretta supervisione di un medico, non vale la pena trattarsi. Alcuni farmaci, ad esempio l'eparina, non sono compatibili con l'azitromicina.
  4. Augmentin. Contiene amoxicillina e acido clavulanico. È venduto sotto forma di compresse, capsule, soluzione per sospensioni. Per ottenere un effetto terapeutico positivo, il farmaco viene assunto tre volte al giorno, 250 ml, se stiamo parlando di iniezioni, quindi vengono eseguite ogni 4 ore. Il corso del trattamento è di almeno 1 settimana. Augmentin è usato per trattare le infezioni del tratto respiratorio superiore e inferiore. Utilizzare il medicinale con cautela durante la gravidanza. È vietato usarlo per ittero, disfunzioni epatiche e reazioni allergiche ai suoi singoli componenti..
  5. Lincomicina. Appartiene al gruppo dei lincosamidi. Utilizzato per combattere i batteri gram-positivi. Viene erogato dalla farmacia sotto forma di compresse o soluzione per somministrazione intramuscolare e endovenosa. La lincomicina è efficace per la polmonite e l'infiammazione dell'orecchio medio, mal di gola, bronchite. Vietato durante la gravidanza e l'allattamento, problemi ai reni e al fegato. Il farmaco viene erogato senza prescrizione medica, ma sotto la stretta supervisione di un medico. L'uso personale di Lincomycin può essere tragico. Quindi, il farmaco è assolutamente incompatibile con la somministrazione simultanea non steroidea che porta a difficoltà respiratorie.
  6. Flemoxin Solutab. Si riferisce al gruppo di antibiotici della penicillina. Il principio attivo è l'amoxicillina. È venduto sotto forma di compresse. Efficace nel trattamento delle infezioni che colpiscono il tratto respiratorio. È meglio non usare il medicinale da solo, se il paziente ha problemi al tratto gastrointestinale, ai reni e alla leucemia linfocitica, il farmaco può causare complicazioni. Durante la gravidanza e l'alimentazione del bambino, anche il trattamento con Flemoxin Solutab deve essere abbandonato. L'effetto medicinale non dipende dall'ora del pasto. La dose dipende dalla gravità della malattia, ma non più di 3 compresse al giorno.
  7. Zinnat. Incluso nel secondo gruppo di cefalosporine. Il principio attivo - cefuroxime axetil - ha un effetto positivo sui batteri sia gram-positivi che gram-negativi. Il farmaco viene venduto sotto forma di compresse e granuli per sospensione. La dose dipende dalla forma della malattia. Zinnat si è dimostrato efficace nel trattamento di sinusite, otite media e infezioni del tratto respiratorio. Non ha praticamente controindicazioni, una sensazione di disagio dopo l'assunzione del farmaco può verificarsi solo nei pazienti con intolleranza, nonché in quelli che hanno disturbi nel funzionamento del tratto gastrointestinale. Il medicinale è prescritto, anche durante la gravidanza e l'allattamento.
  8. Suprax. Cefalosporina di terza generazione. Il principio attivo è la cefixima. È venduto in capsule e granuli per sospensione, a volte in compresse per riassorbimento e dissoluzione in acqua. Suprax è usato per polmonite, tonsillofaringite, bronchite, sinusite e otite media. L'auto-somministrazione è indesiderabile. Il farmaco è controindicato in caso di problemi con la funzione renale, riduzione della clearance della creatinina, colite. La vecchiaia può anche essere una barriera nella scelta di questo antibiotico come trattamento principale. Allo stesso tempo, la gravidanza non interferisce con l'assunzione del farmaco, ma la cefixina può penetrare nel latte materno, quindi, durante l'alimentazione, è meglio astenersi dal prendere Suprax.
  9. Claritromicina. Appartiene ai macrolidi di terza generazione, combatte i microbi che infettano le cellule dei tessuti. È preso in una quantità di 500 mg al giorno. Per le malattie gravi, la dose è raddoppiata. Tra le controindicazioni vi sono l'allattamento, l'intolleranza, il primo trimestre di gravidanza.

L'elenco presentato dei farmaci può essere continuato se lo si desidera, ma i suddetti farmaci si trovano più spesso in una prescrizione scritta da un terapeuta. A volte nell'ufficio del medico suonano altri nomi di antibiotici per il raffreddore, ma questo accade solo se nessuno dei precedenti è adatto per una ragione o per l'altra.

Antibiotici economici ed efficaci

Non è facile trovare un antibiotico di alta qualità che risolva rapidamente eventuali problemi di salute. I medicinali più efficaci per il raffreddore sono piuttosto costosi, ad eccezione di:

  • Ampicillina (una droga semisintetica che costa da 15 a 60 rubli);
  • Amoxicillina (per le caratteristiche del farmaco, vedi sopra, il suo costo varia tra 65 e 110 rubli);
  • Azitromicina (agente altamente efficace che costa da 100 a 150 rubli);
  • Claritromicina (costa tra 230-450 rubli).

Antibiotici relativamente economici ed efficaci includono anche Cefixime e Ceforuxim, che costano fino a 500 rubli. È importante capire che il prezzo è un aspetto importante ma non dominante quando si sceglie un antibiotico..

Importante! È necessario utilizzare medicinali adatti al trattamento della malattia specifica e che non causano effetti collaterali. È impossibile selezionare da soli uno strumento adatto, basato solo sulle istruzioni ad esso allegate e sulle recensioni da Internet. Un medico dovrebbe raccomandare un farmaco specifico.

Quanti giorni dare

La durata del trattamento antibiotico dipende da fattori come:

  • nome e caratteristiche della malattia;
  • l'età del paziente;
  • il sesso del paziente (il trattamento del raffreddore con antibiotici durante la gravidanza può richiedere meno tempo del solito);
  • il nome del farmaco stesso e le proprietà medicinali inerenti ad esso.

Di solito, gli antibiotici per il raffreddore negli adulti vengono assunti per 7-10 giorni. In alcuni casi, il trattamento dura non più di 3-4 giorni. La quantità di farmaci assunti può anche dipendere dall'organismo specifico. Le persone con un sistema immunitario più forte guariscono più velocemente di quelle senza la forza nei loro corpi per combattere l'infezione. In quest'ultimo caso, il trattamento antibiotico può richiedere fino a 2 settimane..

Alcuni antibiotici possono avere scarso o nessun effetto. Se la temperatura dopo l'assunzione del farmaco prescritto dal medico non scompare per 2 giorni consecutivi e i sintomi della malattia si intensificano, ha senso contattare nuovamente uno specialista e chiedere di prescrivere un altro medicinale. Non è necessario aspettarsi un effetto benefico da un simile antibiotico. Il motivo dell'assenza di qualsiasi effetto può essere una dipendenza elementare del corpo dal farmaco o una diagnosi errata. Come accennato in precedenza, alcuni batteri hanno una maggiore resistenza alle sostanze utilizzate per combatterli..

Controindicazioni e regole di ammissione

Gli antibiotici per l'influenza e il raffreddore non sono una panacea per tutte le malattie, devono essere presi con cautela, ricordando che, sebbene utili, ma comunque le sostanze chimiche entrano nel corpo. Alcuni nomi di antibiotici sono controindicati in:

  • gravidanza;
  • insufficienza epatica e renale;
  • le allergie;
  • asma bronchiale.

Importante! Gli antibiotici non funzionano bene con alcol e droghe. Per tutta la durata del trattamento, il loro uso dovrà essere abbandonato. Alcuni altri medicinali sono anche incompatibili con gli antibiotici. Se la loro ricezione non può essere sospesa, il freddo dovrà essere trattato con altri metodi..

Le frequenti conseguenze dell'uso incontrollato di antibiotici sono:

  • fallimenti funzionali nel lavoro degli organi interni;
  • esacerbazione delle ulcere allo stomaco;
  • violazione della microflora intestinale;
  • compromissione della funzionalità epatica e renale;
  • reazione allergica;
  • gonfiore degli arti inferiori, del viso e del rinofaringe.

Anche se un medico ha prescritto un buon antibiotico per il raffreddore, dovrebbe essere preso con cautela, specialmente quando si utilizza un nuovo farmaco per te stesso. Prima dell'uso, è necessario studiare attentamente le istruzioni. Le regole per l'assunzione di antibiotici sono le seguenti:

  1. Accettato come prescritto da un medico. Acquistando un farmaco in farmacia, un paziente non riceverà mai tutte le informazioni di cui ha bisogno, il che significa che potrebbe sbagliarsi con la scelta. Le infezioni virali e batteriche hanno sintomi simili, è facile confonderle e, quindi, iniziare il trattamento antibiotico quando questo non è ancora necessario.
  2. È impossibile regolare da solo la dose del medicinale. Prendere una doppia dose non sarà in grado di accelerare il recupero, ma è abbastanza in grado di causare intossicazione. Complicazioni possono verificarsi da reni, cuore e altri organi interni. Se la dose viene ridotta, il batterio può sviluppare resistenza al farmaco, rendendolo inutile..
  3. Non assumere diversi tipi di antibiotici contemporaneamente. Alcuni di essi sono incompatibili, mentre altri possono causare effetti collaterali come nausea, prurito ed eruzione cutanea sulla pelle, dolore al cuore. Al fine di rilevare tempestivamente quale degli antibiotici ha causato una reazione avversa, non sono quasi mai combinati. Se questo è necessario, il paziente viene pre-controllato per le allergie a una sostanza specifica..
  4. Tutti i cambiamenti nella salute che si sono verificati dopo l'assunzione del farmaco devono essere segnalati al medico. Se la situazione è migliorata, significa che il farmaco funziona, se al contrario, il medico deve saperlo. Forse il paziente dovrebbe usare meno o più del farmaco, essere trattato secondo uno schema speciale.
  5. Il tempo e la frequenza di ammissione sono estremamente importanti. Non dimenticare il tempo di assunzione del farmaco, in quanto ciò può portare a un cambiamento nel grado richiesto della sua concentrazione per ottenere un effetto terapeutico. Se il medico prescrive di assumere un antibiotico 3 volte al giorno, ogni 8 ore è necessario assumere 1 compressa o fare un'iniezione. Il tempo di ricovero è estremamente importante, l'uso di un antibiotico in ritardo anche di un'ora può ridurre il grado della sua efficacia. Ridurre il tempo tra le dosi può portare ad un aumento della concentrazione del farmaco, che non è sempre buono.
  6. Gli antibiotici devono essere bevuti correttamente. Per questo, l'acqua calma in grandi quantità è più adatta. Non puoi prendere medicine con tè, latte, soda o caffè. 50 ml di acqua sono sufficienti per deglutire e sciogliere la compressa.

Gli antibiotici sono incompatibili con sonniferi e antistaminici. Non è inoltre necessario mescolare il farmaco con l'antipiretico, poiché l'antibiotico contiene già le sostanze necessarie per ridurre la temperatura ed eliminare il mal di testa. Per la durata del trattamento del raffreddore con antibiotici, è meglio rifiutare carni affumicate, fast food, conservanti, sottaceti, sottaceti e dolci. Possono aggravare la situazione e causare intossicazione del corpo..

Gli antibiotici non sono il miglior trattamento per il raffreddore, ma a volte sono essenziali. Se un paziente con segni di infezioni virali respiratorie acute o influenza si sente ancora molto male, 3-4 giorni dopo la nomina dei farmaci antivirali, molto probabilmente il decorso della malattia è diventato complicato. Per evitare ciò, il medico può prescrivere antibiotici nella dose minima profilattica insieme ai farmaci convenzionali per il raffreddore. Devono sopprimere i batteri nocivi presenti nel corpo e non dare loro la possibilità di svilupparsi.

Antibiotici per SARS - necessari o no?

L'ARVI è un'infezione virale. Ricorda, gli antibiotici sono impotenti contro i virus. Questo è un fatto medico ufficialmente riconosciuto che non è contestato da nessuno specialista..

A questo punto, molti dei nostri lettori potrebbero porre una domanda ragionevole: "Allora perché, in questo caso, il medico curante mi ha diagnosticato per la prima volta infezioni virali respiratorie acute e dopo 7-10 giorni mi hanno prescritto antibiotici?" Che dire del fatto?

In effetti, non c'è contraddizione qui. Gli antibiotici per ARVI sono prescritti per bambini e adulti solo quando si sviluppano complicanze batteriche nel corpo sullo sfondo di un'infezione virale. Ad esempio, se un mal di gola batterico o una polmonite sono diventati una conseguenza di un'infezione virale respiratoria acuta, i farmaci antibiotici non sono solo necessari, ma addirittura necessari. Maggiori informazioni possono essere trovate nella pubblicazione "SARS - complicazioni".

Regole di base per l'assunzione di antibiotici per ARVI

Quando parliamo di trattamento antibiotico, ogni adulto dovrebbe essere consapevole dei farmaci pericolosi con cui ha a che fare. Dovresti anche essere consapevole dei numerosi effetti collaterali di qualsiasi antibiotico. A questo proposito, il rispetto delle regole per la loro ammissione diventa un problema serio per garantire la sicurezza della propria salute..

Antibiotici per ARVI:

  • sono nominati esclusivamente da un medico curante qualificato;
  • sono presi in stretta conformità con le raccomandazioni e le prescrizioni mediche.

Pertanto, la scelta indipendente di antibiotici per ARVI e influenza è severamente vietata. In primo luogo, ciò è dovuto al fatto che non esiste una medicina universale, il cui trattamento sarà efficace contro tutti i batteri patogeni. In secondo luogo, solo uno specialista è in grado di determinare quando è veramente necessario prenderli..

È necessario assumere antibiotici un numero rigorosamente definito di volte al giorno in conformità con i dosaggi prescritti. Non è possibile modificare arbitrariamente il regime terapeutico. Ciò è dovuto al fatto che per l'efficacia di tale trattamento, nel sangue del paziente deve essere presente una concentrazione rigorosamente definita di un farmaco antibiotico..

Quando vengono prescritti antibiotici per ARVI?

Ricorda che i farmaci antibiotici all'inizio della SARS e dell'influenza non sono semplicemente necessari. Questo non è solo inutile in termini di lotta alle infezioni virali, ma anche dannoso, dato il loro impatto negativo sul corpo umano..

Nella maggior parte dei casi, nel trattamento dell'infezione virale respiratoria acuta, è possibile fare completamente a meno dell'uso di farmaci. Per una pronta guarigione, è sufficiente seguire la corretta routine quotidiana e la dieta. L'eccezione alla regola è quasi sempre l'influenza. Questo tipo di ARVI di solito richiede farmaci..

Di solito, con un comportamento adeguato del paziente, la malattia recede dopo 5-7 giorni. In media, questo è il tempo impiegato dal sistema immunitario per sviluppare anticorpi contro il virus. Nel caso dell'influenza, questo periodo molto spesso aumenta a 12-20 giorni. Quando, dopo questo periodo, le condizioni del paziente non migliorano, è indispensabile consultare un medico. Se il medico rileva una complicazione batterica, quindi prescrivere un farmaco antibiotico adeguato al caso.

Ricorda, gli antibiotici non possono essere usati come misura preventiva contro le complicanze batteriche. L'effetto di questa tecnica sarà negativo. Una complicazione si verificherà con la stessa probabilità. Tuttavia, se ciò accade, i batteri patogeni avranno già resistenza all'antibiotico usato in particolare e a un intero gruppo dei suoi analoghi in generale..

Trattare un'infezione respiratoria con antibiotici

Se hai bisogno psicologicamente di assumere qualsiasi farmaco quando appare un'infezione virale respiratoria acuta, ti consigliamo di prestare attenzione a numerosi agenti antivirali. Sì, ci sono molte domande sulla loro efficacia, ma non causerai danni alla tua salute..

Può anche essere eseguito un trattamento sintomatico. O, in altre parole, con l'aiuto di farmaci per eliminare alcuni sintomi di ARVI e influenza.

L'assunzione di antibiotici è consentita solo con il permesso del medico curante. Con la terapia antibiotica, l'attenzione dovrebbe essere prestata non solo alle prescrizioni mediche, ma anche alle istruzioni per l'uso di un particolare farmaco..

Quali antibiotici possono essere prescritti per ARVI?

Ad oggi, la scienza medica ha creato diversi gruppi di farmaci antibiotici che possono essere assunti nel trattamento delle complicanze batteriche delle infezioni virali e dell'influenza. Inoltre, nuovi farmaci vengono costantemente sintetizzati e prodotti. Questa necessità sorge ogni volta che un virus sviluppa resistenza o immunità ai farmaci preesistenti..

Ora ci sono tali gruppi principali di antibiotici:

  • penicilline (oxacillina e ampiox);
  • cefalosporine (cefalossina e cefatrexil);
  • tetracicline (morfociclina e doxiciclina);
  • macrolidi (azitromicina ed eritromicina).

Il medico sceglie un farmaco specifico in base allo spettro della sua azione e alla complicazione esistente. In questo caso, la terapia antibiotica viene utilizzata sia per il trattamento di bambini che per pazienti adulti..

Quale antibiotico è meglio per ARVI?

Alcuni pazienti formulano spesso la domanda in questo modo. Tuttavia, non è possibile rispondere. Attualmente, non esiste un singolo agente antibiotico in grado di contrastare con successo tutti i possibili batteri patologici..

Ecco perché gli antibiotici sono prescritti solo dai medici. La probabilità che tu stesso sia in grado di indovinare la medicina di cui hai bisogno in ciascun caso particolare tende a zero. Ma vale la pena giocare a una simile lotteria se la tua salute è il prezzo della perdita? Siamo sicuri di no. Pertanto, quando i sintomi di ARVI non scompaiono dopo una settimana di trattamento abituale, consultare un medico.

La conclusione principale che avresti dovuto fare dopo aver letto questo articolo è molto semplice: gli antibiotici per ARVI possono essere prescritti solo da un medico.

Antibiotici per beneficio o danno ARVI

Durante la stagione delle malattie virali respiratorie acute (ARVI), aumenta anche l'assunzione e la vendita incontrollate di antibiotici. Le persone hanno sviluppato l'illusione che qualsiasi infezione debba essere trattata con l'uso obbligatorio di potenti farmaci antibatterici, che in generale dovrebbero essere dispensati dalle farmacie solo su prescrizione medica. Se prendiamo, ad esempio, gli Stati Uniti e molti paesi europei, tali medicinali possono essere acquistati lì solo con prescrizione medica e nient'altro..

Perché è inutile assumere antibiotici per ARVI?

È come aprire una serratura con un'altra chiave! Perché non funzionano contro i virus. Inoltre, gli effetti tossici della loro assunzione non sono stati annullati. E perché colpire il corpo con artiglieria pesante quando non è necessario. Oltre a tutto ciò, stai incoraggiando lo sviluppo della resistenza dei microrganismi che vivono dentro di te agli antibiotici, il che crea il rischio della loro inefficacia in futuro, con qualche infezione davvero grave..

Ad esempio, ogni volta che prendi un raffreddore, prendi l'amoxicillina antibiotica e la tua microflora opportunistica sviluppa gradualmente resistenza ad essa, una sorta di immunità. E in futuro ti ammali con una malattia più grave: la polmonite, che viene trattata con l'uso obbligatorio di un antibiotico, più spesso una combinazione dei due. E poiché i tuoi batteri si sono già adattati a uno di essi, il trattamento potrebbe essere meno efficace e vi è il rischio di complicanze..

Ma per qualche ragione, il 46% dei russi pensa che gli antibiotici uccidano allo stesso modo virus e batteri. E qualcuno non condivide affatto i concetti di farmaci antibatterici e antivirali.

A volte alla reception è possibile sentire l'insoddisfazione dei pazienti che non sono stati prescritti antibiotici per un'infezione virale comune. Gli argomenti sono diversi: perché l'ultima volta hanno nominato; L'ho letto su internet; perché il trattamento è più efficace in questo modo; per ogni evenienza, ecc.

Ma a volte ci sono casi in cui con ARVI devi davvero prescrivere un antibiotico. Solo uno specialista può valutare questo caso e, a parte tutto, a volte solo dopo la diagnostica strumentale e di laboratorio. Quando la scala Benefici / Danni derivanti dall'assunzione di antibiotici per ARVI supera i BENEFICI.

Casi speciali

Quando un comune ARVI può darci spiacevoli complicazioni batteriche: sinusite acuta, tonsillite, polmonite, ecc. Ad esempio, respiro sibilante umido nei polmoni, ma nessun segno di polmonite ai raggi X. Ciò suggerisce che la polmonite non si è ancora sviluppata, ma il rischio è elevato. Quando la temperatura non torna alla normalità entro 5 giorni, ma nelle analisi di laboratorio vediamo cambiamenti in alcuni indicatori.

L'uso di antibiotici in ARVI per la prevenzione di queste complicanze batteriche non si giustifica senza ragioni particolarmente significative. E in questo caso, le bilance Benefit / Harm sono superiori nella direzione di HARM.

Antibiotici per il raffreddore: ragioni per l'uso in bambini e adulti. Nomi antibiotici efficaci

Gli antibiotici per raffreddori, infezioni respiratorie, influenza non sono efficaci nelle prime fasi della malattia. Sono prescritti solo per le forme gravi della malattia, quando esiste il rischio di complicanze causate dalla flora batterica..

Indicazioni per la nomina di agenti antimicrobici per il raffreddore

Con un decorso prolungato di un'infezione virale in una persona, diminuiscono l'immunità generale e le funzioni protettive locali delle mucose del tratto respiratorio. Ciò crea condizioni favorevoli per l'attacco di varie microflora patogene.

Entrando in un organismo indebolito, i microbi iniziano a moltiplicarsi attivamente, formando numerose colonie. L'infezione si diffonde rapidamente nell'epitelio degli organi vicini, creando focolai patologici.

Gli antibiotici sono prescritti quando l'ARI è accompagnata da infiammazione acuta o cronica dei seni ─ sinusite, sinusite frontale, etmoidite. La riproduzione attiva di streptococchi nei seni richiede la nomina di farmaci antimicrobici generali e locali.

Se un bambino sviluppa tonsillite sullo sfondo di un'infezione respiratoria, questa è un'indicazione diretta per la prescrizione di antibiotici.

Con prolungata congestione nasale e infiammazione della tromba di Eustachio (il canale che collega il rinofaringe e l'orecchio), si verifica spesso l'otite media. Pertanto, il trattamento antimicrobico è inevitabile.

Complicanze del raffreddore comune che richiedono la nomina di farmaci antibatterici:

linfoadenite purulenta ─ infiammazione dei linfonodi.

Importante! È estremamente raro che l'influenza e altri raffreddori provocino lo sviluppo della meningite - infiammazione delle meningi. Questa condizione richiede un ricovero urgente e la somministrazione parenterale di antibiotici (intramuscolari, endovenosi).

I pazienti indeboliti e malnutriti, in particolare quelli con basso stato sociale, bambini prematuri e con basso peso alla nascita, persone con stati di immunodeficienza, sono a rischio. Un decorso grave di un'infezione respiratoria viene diagnosticato nelle donne in gravidanza, nelle persone con patologie croniche degli organi interni.

Quali sintomi sono prescritti farmaci antimicrobici

L'indicazione principale per la nomina di un antibiotico è la produzione di essudato purulento o sieroso-purulento da parte delle mucose dell'apparato respiratorio. Per valutare le condizioni del paziente, non è sempre necessaria la conferma di test di laboratorio per la microflora batterica. Un terapeuta esperto o un pediatra determina la necessità di un trattamento specifico durante l'assunzione della storia.

Si presta attenzione al colore, alla consistenza del muco separata dall'epitelio. L'espettorato purulento può tossire dal tratto respiratorio inferiore (albero bronchiale). La rinite abbondante con essudato giallo-verde si verifica con sinusite.

Un'infezione batterica è sempre accompagnata da un'alta intossicazione del corpo, che si manifesta con un'alta temperatura corporea di 38,5-40 ° C. Questo sintomo è un'indicazione per l'uso di agenti antimicrobici.

I preparati di azione battericida o batteriostatica vengono utilizzati per l'infiammazione delle tonsille con la formazione di placca difficile da separare, tosse secca (soffocante) intensa, che non porta sollievo.

Le indicazioni sono forti dolori alla gola, al torace, alla testa, all'orecchio medio, che sono aggravati da cambiamenti nella posizione del corpo e nell'attività fisica.

Segni di una condizione pericolosa con influenza, che richiede una terapia intensiva:

sangue nelle feci, nelle urine;

torbidità e sedimenti nelle urine;

ingrossamento anormale dei linfonodi.

Gruppi di farmaci e loro proprietà per il raffreddore

In caso di infezioni respiratorie, ai pazienti vengono prescritti farmaci di diversi gruppi farmacologici: macrolidi, penicilline, cefalosporine. La scelta di un farmaco dipende da diversi fattori: la localizzazione del focus infettivo e il paziente, i dati di anamnesi, lo stato di immunità, nei bambini, il peso corporeo.

macrolidi

I macrolidi sono i farmaci antibatterici meno tossici. Sono relativamente sicuri e facilmente tollerati dai pazienti. Pertanto, sono più spesso prescritti a persone indebolite e anziane, a bambini. I farmaci di questo gruppo non hanno un effetto tossico sui reni e sul sistema nervoso centrale. Non provocare reazioni allergiche. Orticaria, prurito della pelle, una lieve forma di dermatite sono estremamente rari. Questi sintomi scompaiono da soli immediatamente dopo la fine del trattamento..

I macrolidi hanno proprietà batteriostatiche, bloccano la crescita e la riproduzione di stafilococchi e streptococchi. Creano alte concentrazioni del principio attivo nei tessuti interessati, pur non avendo un effetto tossico. Il farmaco principale del gruppo è l'eritromicina.

penicilline

Le penicilline sono antibiotici, che sono divisi in naturali (sintetizzati dai funghi) e chimici (semi-sintetici). La loro azione principale è battericida. Al contatto con una cellula patogena, il farmaco penetra all'interno, interrompe la produzione di un enzima che assicura l'attività vitale dei batteri. Ecco come si verificano la distruzione e la morte dell'agente infettivo. Preparazioni: Amoxicillina, Ampicillina, Benzilpenicillina.

cefalosporine

Le cefalosporine sono agenti che si distinguono per la loro elevata resistenza e resistenza agli enzimi rilasciati dai batteri. I farmaci di questo gruppo non diminuiscono la loro attività sotto l'influenza della microflora patogena. Interagendo con la cellula microbica, distruggono la sua membrana. Il rilascio di sostanze biologicamente attive porta alla morte dell'agente infettivo.

Le cefalosporine possono causare reazioni allergiche di diversa gravità, quindi sono prescritte con cautela. Farmaci: Cefotaxime, Ceftriaxone, Cefazolin.

Elenco di agenti antimicrobici per adulti con ARVI

Per il raffreddore negli adulti, gli antibiotici sono prescritti in capsule e compresse. Si tratta principalmente di cefalosporine e macrolidi. I farmaci penicillinici (benzilpenicillina, penicillina) influenzano negativamente le condizioni e la funzionalità della mucosa gastrointestinale, in particolare lo stomaco. Portare allo sviluppo di sintomi di gastrite. Pertanto, questi farmaci vengono somministrati per via intramuscolare.

Elenco dei medicinali per il trattamento dell'ARVI negli adulti:

Flemoxin Solbtab ─ compresse antimicrobiche ad ampio spettro. Prescritto per le infezioni respiratorie batteriche. Indicato per pazienti di peso superiore a 40 kg. Viene assunto per via orale 2-3 volte al giorno.

Suprax Solutab è una cefalosporina per il trattamento delle infezioni ORL. Queste sono compresse dispersive. Possono essere presi interi o sciolti in poca acqua. Il farmaco viene lavato con un bicchiere di liquido.

Sumited ─ capsule per il trattamento delle complicanze del tratto respiratorio (sinusite, bronchite, polmonite, tonsillite, faringite). La dose prescritta viene assunta una volta al giorno, tra i pasti. Il farmaco si rompe nel fegato, quindi non può essere prescritto a pazienti con gravi disturbi funzionali, con epatite e cirrosi.

Cefuroxime è compresse rivestite con proprietà battericide. Indicato per infezioni respiratorie con lesioni della mucosa respiratoria ─ rinite, sinusite, tracheite, bronchite, polmonite.

Emomicina ─ capsule di gelatina blu con polvere bianca. Assegnare agli adulti l'infiammazione batterica delle mucose del rinofaringe e dell'albero bronchiale. Il farmaco interagisce con molti agenti farmacologici. Questo dovrebbe essere preso in considerazione prima di includere l'emomicina nel trattamento complesso..

Azitrox è una compressa rivestita con film. Sono bevuti interi, senza masticare, lavati con abbondante acqua. Questo è un rimedio efficace che elimina rapidamente i sintomi dell'infiammazione degli organi ENT. Il corso del trattamento non supera i 3 giorni. Prendi 1 compressa al giorno.

Tra i farmaci economici che possono essere prescritti a un paziente adulto sono i seguenti: Amoxicillina, Penicillina, Azitromicina, Eritromicina.

Importante! I pazienti anziani con gravi malattie degli organi interni e un sistema immunitario indebolito sono mostrati agenti antibatterici meno tossici Moxifloxacin, Sparfloxacin, Piperacillin, Cefotaxime.

Farmaci antimicrobici per il trattamento delle infezioni respiratorie acute nei bambini

Per determinare quali antibiotici sono i migliori per il trattamento dei bambini piccoli, vengono eseguiti test di anamnesi e sensibilità. Ciò è particolarmente vero nei casi in cui è richiesta una terapia a lungo termine..

Cephalexin ─ è disponibile in granuli per l'auto-preparazione di una sospensione. Nominato dalla nascita. Indicazioni: tonsillite, sinusite, otite media, faringite, bronchite. Il corso terapeutico dura 7-10 giorni. Il farmaco viene assunto al mattino, all'ora di pranzo e alla sera.
Regimi di trattamento:

da 1 a 12 mesi ─ 2,5 ml;

da 1 a 3 anni ─ 5 ml;

da 3 a 6 anni ─ 5-7,5 ml;

da 6 a 12 anni ─ 10 ml;

da 12 a 18 anni ─ 10 ml 4 volte al giorno.

Cefixime è un farmaco economico sviluppato per l'uso in pediatria. Disponibile in polvere per sospensione orale. Indicazioni: otite media, bronchite acuta e cronica, tonsillite. Il dosaggio richiesto del medicinale viene calcolato dal medico tenendo conto del peso corporeo del bambino. Prescritto ai bambini dai 6 mesi. Il corso del trattamento dipende dalla diagnosi, dalle condizioni generali e dura da 3 giorni a 2 settimane.

Augmentin è una polvere per la preparazione della sospensione orale. Il farmaco è indicato dalla nascita. Il dosaggio viene calcolato individualmente, a seconda del peso del bambino. Indicazioni: sinusite batterica, otite media, polmonite. Il corso massimo di trattamento è di 14 giorni. Prescrivere con cautela ai bambini con insufficienza renale ed epatica.

Amoxiclav ─ polvere per la preparazione della soluzione. Possiede un'ampia attività contro molti tipi di microflora patogena. Viene assunto per via orale (all'interno). Nominare da 2 mesi. La dose viene calcolata secondo la formula: non più di 40 mg di principio attivo per 10 kg di peso del bambino.

Macropen: granuli per sospensione, in pediatria è prescritto per le infezioni respiratorie, pertosse con tosse grave. Assumere prima dei pasti. Il corso terapeutico dura 7-14 giorni. Regimi di trattamento:

0-12 mesi ─ 3-4 ml 2 al mattino e alla sera;

1-2 anni ─ 7 ml 2 volte al giorno;

3-4 anni ─ 10 ml 2 volte al giorno;

4-6 anni ─ 15 ml mattina e sera;

da 10 anni ─ 20-22 ml due volte al giorno.

Pancef: granuli gialli per la preparazione della soluzione. Prescritto per i bambini dai 6 mesi. Indicazioni ─ tonsillite, tonsillite, bronchite, polmonite. Il medicinale è prescritto con cautela per le malattie dell'intestino crasso e l'insufficienza renale. La sospensione viene presa una volta (una volta al giorno). Dosi giornaliere massime (a seconda del peso corporeo):

fino a 6 kg ─ 50 mg (2,5 ml);

da 6 a 12 kg ─ 100 mg (5 ml);

da 12 a 25 kg ─ 200 mg (10 ml);

da 25 a 38 kg ─ 300 mg (15 ml);

da 38 a 50 kg ─ 300-400 mg (15-20 ml).

Farmaci antimicrobici per bambini di età inferiore a un anno

La prescrizione di farmaci con proprietà battericide nei neonati dovrebbe essere giustificata. Ciò è dovuto al fatto che i farmaci influenzano l'ulteriore sviluppo del bambino, causando conseguenze negative..

Gli antibiotici per i bambini ARVI di età inferiore a un anno sono prescritti con una tosse forte e prolungata, attacchi soffocanti con un rischio di spasmo della laringe, rinite abbondante che blocca la respirazione nasale (c'è una minaccia di fermarlo). L'uso di agenti antimicrobici è giustificato dall'alta temperatura corporea, che non viene eliminato dagli analgesici.

Nomi dei farmaci:

La clindamicina ─ è usata da 1 mese di età. Controindicazioni ─ processi ulcerativi nell'intestino crasso, enterite. Facilmente assorbito nel flusso sanguigno, rapidamente concentrato nei tessuti molli e nei focolai infiammatori.

Emssef ─ prescritto dalla nascita, usato per via intramuscolare, dissolvendosi in lidocaina. Con la somministrazione parenterale, sono possibili effetti collaterali degli organi interni, lo sviluppo di shock anafilattico.

La lincomicina è una polvere per la preparazione della soluzione (somministrazione intramuscolare e endovenosa). Indicato da 1 mese di vita.

Sulbactam è prescritto dalla nascita, anche per neonati prematuri e con basso peso alla nascita. Il farmaco è destinato alla somministrazione parenterale.

Antibiotici topici per infezioni respiratorie acute

Il trattamento complesso include soluzioni antimicrobiche che vengono utilizzate localmente (per trattare la mucosa del tratto respiratorio superiore e inferiore). Sono disponibili sotto forma di gocce, spray, aerosol. Le soluzioni irrigano i passaggi nasali, le pareti dell'orofaringe, la mucosa bronchiale con inalazione.

Preparazioni nasali

Isofra (framicetina) è un aminoglicoside per uso topico. Possiede attività battericida. Indicato dal primo anno di vita. Regime terapeutico: 1 iniezione in ciascun passaggio nasale da 4 a 6 volte al giorno.

Polydexa (neomicina) è un farmaco combinato, spray nasale. Indicato da 15 anni. Regime di trattamento: 1 iniezione in ciascuna narice da 3 a 5 volte al giorno. Corso terapeutico 5 giorni.

Bioparox (fusafungin) è una soluzione per la somministrazione per inalazione attraverso i passaggi nasali o la cavità orale. Prescritto da 2,5 anni. Metodo di applicazione: 4 inalazioni attraverso la bocca o ogni passaggio nasale, la procedura viene eseguita ogni 4 ore.

Preparazioni per inalazione usando un nebulizzatore

Gli antibiotici per le complicanze dell'influenza possono essere somministrati per inalazione. I farmaci non sono usati nella loro forma pura, ma sono diluiti con soluzione salina allo 0,9% di NaCl in un rapporto 1: 1. Il vantaggio di questo metodo è che quando inalato, il farmaco è concentrato nei tessuti, mentre non entra nella circolazione sistemica e non influisce sul lavoro degli organi e dei sistemi interni..

La gentamicina è un antibiotico prolungato (a lunga durata d'azione). Limitazioni d'uso: pazienti anziani, grave insufficienza renale, infiammazione dei nervi.

Fluimucil, un altro nome di acetilcisteina, è un farmaco ad ampio spettro. Se applicati localmente, sono possibili reazioni di ipersensibilità. Pertanto, la procedura con questo antibiotico è prescritta con cautela ai bambini indeboliti. Se ingerito accidentalmente nel tratto digestivo, provoca disagio nella regione epigastrica, bruciore di stomaco, nausea.

Le inalazioni vengono eseguite 1-2 volte al giorno. Quando si tossisce, non è consigliabile inalare soluzioni medicinali immediatamente prima di coricarsi. La procedura serale viene eseguita entro e non oltre le 18-00 ore. Quando si utilizza un nebulizzatore, è necessario seguire le regole prescritte per il funzionamento del dispositivo..