Antibiotici Cosa succede quando vengono presi in modo errato e come evitarlo?

Rispondere alle domande più popolari sugli antibiotici.

Gli antibiotici sono incredibilmente efficaci nel trattamento di molte malattie, ma gli effetti collaterali sono comuni quando assunti. Ciò porta alla limitazione del loro scopo e all'emergere di molte domande relative al loro uso. Svoykirovsky ha capito il più popolare di loro.

Perché c'è un'allergia agli antibiotici?

L'allergia agli antibiotici si verifica in pazienti di qualsiasi età. Pertanto, non esiste un unico motivo per lo sviluppo di allergie a tali farmaci. I seguenti fattori aumentano il rischio di ipersensibilità:

la presenza di patologia concomitante (HIV, mononucleosi, gotta, ecc.);

allergie a qualsiasi altra cosa (cibo, polline, lana, ecc.);

L'allergia agli antibiotici può manifestarsi come sintomi locali e, in generale, che colpiscono tutto il corpo. Questi ultimi sono caratteristici delle persone di mezza età, in cui la reazione è più pronunciata rispetto ai bambini e agli anziani. Tuttavia, le allergie agli antibiotici non sono sempre gravi. Molto spesso si tratta di reazioni cutanee locali: orticaria, edema, eruzione cutanea, fotosensibilità (reazione cutanea alla luce solare).

Molto spesso, vengono trattate le allergie antibiotiche:

ritiro e sostituzione di farmaci con farmaci di un altro gruppo;

desensibilizzazione: l'introduzione del farmaco gradualmente, a partire da un dosaggio minimo, fino a portarlo a un livello terapeutico.

Conseguenze di una terapia antibiotica inappropriata

I principi di base della terapia antibiotica sono stati sviluppati per molto tempo, ma si verificano errori. Spesso questo è colpa dei pazienti stessi, che spesso praticano sia l'assunzione errata di antibiotici che completamente incontrollata.

L'ammissione incontrollata è un appuntamento indipendente di terapia, senza consultare un medico. La ricezione errata consiste nel dosaggio errato, nella frequenza di ricezione e nella durata del corso. Sia il primo che il secondo sono irti delle stesse conseguenze..

Le possibili complicanze includono allergie, disbiosi, reazioni tossiche, riduzione dell'immunità, sviluppo di resistenza batterica (resistenza).

Gli antibiotici creano dipendenza e quali sono le conseguenze?

Nel solito senso, gli antibiotici non causano dipendenza, come la dipendenza da nicotina. In questo caso, ci troviamo di fronte al fenomeno della resistenza: la resistenza dei microrganismi agli antibiotici. Pertanto, è più appropriato qui parlare della dipendenza dei batteri dal farmaco..

La conseguenza della resistenza è la resistenza dei batteri all'azione degli antibiotici. Ciò consente loro di vivere nel corpo umano e di mantenerne l'effetto anche durante il trattamento. Il processo di guarigione è ritardato e la malattia diventa spesso cronica. Ciò è particolarmente pericoloso in caso di infezioni gravi con danni agli organi vitali. Il ritardo nell'inizio del trattamento può essere fatale.

Differenza tra antibiotici e antivirali

La traduzione letterale della parola "antibiotici" inibisce la vita. In medicina, questo è inteso come un ostacolo alla vita dei batteri patogeni. È contro di loro che questi farmaci mostrano la loro attività..

I farmaci antivirali, a differenza degli antibiotici, sono efficaci solo contro le particelle virali (non influenzano i batteri). Nella maggior parte dei casi, si tratta di preparati di interferone esogeno (proveniente dall'esterno), che causa la morte diretta dei virus e ne sopprime la riproduzione.


Cosa sono gli antibiotici di riserva

I batteri sviluppano resistenza attraverso una frequente esposizione all'antibiotico. I ceppi di batteri resistenti causano forme più gravi di malattia che sono più difficili da diagnosticare e trattare. Pertanto, è stato identificato un gruppo di antibiotici di riserva. Questo è un tipo di brodo intoccabile. I farmaci di riserva dovrebbero essere usati come ultima risorsa solo quando altri si sono dimostrati inefficaci. Gli antibiotici di riserva di solito sono artificialmente troppo cari per limitare il loro uso incontrollato.

Sviluppo di resistenza poliantibiotica

La resistenza poliantibiotica è la resistenza dei microrganismi a un intero gruppo di antibiotici (derivati ​​della penicillina, cefalosporine, tetracicline, ecc.). In tali casi, vengono prescritti antibiotici di riserva..

Di solito, lo sviluppo della resistenza poliabiotica è caratteristico delle infezioni da stafilococco e streptococco nosocomiali dovute a mutazione e adattabilità dei microrganismi alle condizioni ambientali o al trattamento frequente incontrollato con antibiotici dei gruppi principali.

Riduzione dell'immunità durante l'assunzione di antibiotici

Gli antibiotici sono così potenti che, oltre ad aiutare a combattere i microrganismi pericolosi, spesso causano problemi al sistema immunitario. In che modo gli antibiotici influenzano l'immunità? Lo opprimono in un modo o nell'altro, agendo su vari legami di difesa del corpo. Inizialmente, tutti i nostri sistemi di sicurezza funzionano in modo armonioso. Ma i farmaci sconvolgono un po 'questo equilibrio naturale. Pertanto, i medici in molti casi aggiungono farmaci al trattamento principale per prevenire una riduzione dell'immunità..

Come aumentare l'immunità dopo gli antibiotici? In effetti, con il giusto approccio al trattamento, non sono necessarie misure speciali. Devi solo seguire le regole del trattamento: non modificare il dosaggio del farmaco da solo, non sostituirlo con un altro, non violare il regime di trattamento. In ogni caso, devi prenderti cura del supporto dell'immunità in anticipo. Se questo non riesce, è necessario ripristinarlo dopo la terapia..

Il gatto ha iniziato a perdere i peli dopo aver assunto antibiotici

I peli di animali possono cadere per una serie di motivi. Devi capire che puoi contare più di 20 di questi motivi, senza nemmeno entrare nei dettagli. È possibile che l'animale stia subendo cambiamenti legati all'età, reagisca bruscamente al cambiamento delle stagioni o allo stress. Nel caso dell'assunzione di antibiotici, è piuttosto una reazione allergica al farmaco. È necessario monitorare attentamente le condizioni dell'animale, esaminarlo per arrossamento, formazione di squame o pustole. Se la reazione allergica viene protratta, è meglio contattare il veterinario..


Sovradosaggio di antibiotici: sintomi e conseguenze

Un sovradosaggio di antibiotici si verifica quando il farmaco non viene dosato correttamente. Gli agenti antibatterici sono divisi in diversi gruppi. Ognuno di loro in dosi elevate ha un effetto tossico su diversi organi. Pertanto, in caso di avvelenamento da antibiotici, i sintomi saranno determinati dalla categoria di appartenenza del medicinale..

La reazione tossica generale è espressa ad alta temperatura fino a 39-40 ° C, mal di testa, brividi, dolore muscolare, nausea, vomito, diarrea, variazioni della pressione sanguigna, battito cardiaco frequente, sudorazione, dolori articolari, confusione, delirio.

Con un danno tossico ai reni, si verifica un'insufficienza renale, una delle cui manifestazioni è una diminuzione della quantità di urina fino alla sua assenza, mentre non c'è sensazione di sete.

Con danni tossici al fegato, si verificano i fenomeni di epatite tossica: giallo della pelle, prurito, dolore nell'ipocondrio destro di natura intensa e costante.

Quando si verifica intossicazione da aminoglicosidi, si verificano sintomi di otite media tossica: comparsa di dolore acuto e rumore nelle orecchie, sensazione di congestione, perdita dell'udito.

In caso di sovradosaggio di antibiotici, è necessario agire come in qualsiasi altro avvelenamento: provare a indurre il vomito, prendere un sorbente e chiamare immediatamente un'ambulanza.

Se non sai come comportarti in una situazione particolare e dove andare, fai la tua domanda qui.

Antibiotici e loro effetti sulla salute

Sebbene il trattamento antibiotico sia spesso accompagnato da una serie di complicazioni, dopo le quali non è così facile ripristinare il corpo, questi farmaci continuano ad essere attivamente utilizzati e prescritti ai pazienti, compresi bambini e donne in gravidanza..

Cosa sono gli antibiotici

Gli antibiotici sono sostanze speciali di origine biologica che possono sopprimere la crescita di virus, microbi e microrganismi o distruggerli completamente. La specificità dell'azione è la caratteristica principale degli antibiotici. Cioè, ogni tipo specifico di microrganismo patogeno non è sensibile ad ogni tipo di antibiotico. È questa caratteristica che ha costituito la base per la classificazione dei moderni antibiotici in farmaci con uno spettro d'azione ristretto (sopprimono l'attività vitale dei microbi di un tipo) e un ampio spettro d'azione (distruggono vari tipi di microrganismi).

Gli antibiotici sono progettati per aiutare una persona a superare una malattia infettiva, ma è estremamente importante non causare ulteriori danni alla salute. Per non dover affrontare gravi complicazioni, l'assunzione incontrollata di tali farmaci è inaccettabile: qualsiasi farmaco deve essere prescritto da un medico e preso rigorosamente sotto il suo controllo.

L'effetto negativo degli antibiotici sul corpo

Prima di elencare le possibili conseguenze negative dell'assunzione di antibiotici, va notato che in una serie di malattie, il trattamento con farmaci antibatterici è una necessità assoluta. Stiamo parlando di patologie come polmonite, sepsi, tonsillite purulenta, ecc. E se l'uso a breve termine di antibiotici può dare un effetto molto buono, un uso troppo lungo di questi può portare a gravi effetti collaterali:

  • C'è una soppressione della microflora non solo patogena, ma anche benefica nel corpo. Ciò porta al fatto che una sorta di "ambiente senza vita" viene creato nel tuo corpo, in cui possono esistere solo microrganismi con resistenza sviluppata.
  • Vi è una violazione della respirazione cellulare, il che significa che l'accesso dell'ossigeno ai tessuti è significativamente limitato, cioè il tuo corpo sembra andare in uno stato anaerobico.
  • Gli antibiotici influenzano negativamente anche il fegato, ostruendo i dotti biliari di questo organo. Inoltre, questo effetto negativo è molto più forte rispetto al bere normale..
  • Anche i sistemi tampone del fegato si esauriscono rapidamente, il cui scopo principale è compensare gli effetti tossici. A poco a poco, il fegato cambia radicalmente le sue funzioni e invece di purificarlo inquina il nostro corpo. Al fine di evitare questo effetto negativo, in alcuni casi, i nostri medici prescrivono farmaci oltre agli antibiotici per supportare la normale funzionalità epatica..
  • L'uso a lungo termine di antibiotici spegne letteralmente il nostro sistema immunitario.

Questa è solo una piccola parte degli effetti dannosi che gli antibiotici possono avere sul corpo umano. Questo elenco può essere aggiornato in base al tipo specifico di farmaco. È a causa di un elenco così ampio di gravi effetti collaterali che gli specialisti della nostra clinica cercano di ricorrere al trattamento antibiotico solo nei casi più estremi, quando altri mezzi sono inefficaci..

Antibiotici e microflora

Sai già che l'effetto antibiotico si basa sulla soppressione e la distruzione della microflora. Il nostro corpo, insieme alla microflora che lo abita, forma un'omeostasi stabile. Pertanto, la qualità della nostra vita è regolata precisamente dall'equilibrio di tutti i processi in corso. Qualsiasi antibiotico è un inibitore che sopprime le reazioni chimiche, compresi i microbi benefici, che influisce negativamente anche sull'omeostasi.

In parole semplici, gli antibiotici dentro di noi forniscono una sorta di sterilità temporanea. In un tale ambiente, non può esistere un singolo microrganismo diverso dai microbi patogeni stessi, e questo è irto dello sviluppo di un'ampia varietà di patologie. È completamente sbagliato credere che la microflora sia in grado di recuperare rapidamente dopo un tale impatto. Ecco perché i nostri medici, prescrivendo antibiotici ai pazienti, prescrivono anche farmaci che supportano la microflora intestinale..

Antibiotici durante la gravidanza

L'uso di antibiotici durante la gravidanza è un argomento piuttosto complesso e controverso. Naturalmente, sai che durante questo periodo non è consigliabile assumere alcun farmaco, ma cosa fare se il corpo dovesse affrontare un'infezione grave che minaccia il feto? Gli specialisti della nostra clinica non prescrivono mai trattamenti antibatterici per le donne in gravidanza senza indicazioni serie. Possono essere infezioni genitali, pielonefrite, polmonite, ecc..

Quando si prescrivono farmaci, l'età gestazionale deve essere presa in considerazione. È altamente indesiderabile usare antibiotici nel primo trimestre, quando si formano gli organi vitali del feto. In questo caso, i farmaci antibatterici possono danneggiare le funzioni e gli organi del bambino, causando patologie congenite. Se il trattamento della madre è ancora necessario, i nostri medici assicurano il controllo più rigoroso sul processo terapeutico, in modo che se sorgono anche le più piccole complicazioni, il farmaco viene annullato.

Se hai dovuto sottoporsi a un trattamento antibiotico prima della gravidanza, ma stai pensando di concepire, allora è meglio rimandarlo per due o tre mesi. Tuttavia, se la gravidanza non è stata pianificata, non preoccuparti: è improbabile che gli antibiotici assunti prima del ritardo delle mestruazioni influenzino negativamente la salute del tuo bambino..

Come prendere gli antibiotici in modo sicuro

La condizione principale, la cui osservanza è necessaria per un efficace trattamento antibiotico con un danno minimo per il corpo, è l'assunzione di farmaci rigorosamente secondo la prescrizione del medico, osservando il dosaggio, il tempo di assunzione dei farmaci e la durata del corso del trattamento. Se stai assumendo altri farmaci, assicurati di informarne il nostro medico, poiché alcuni farmaci potrebbero non essere compatibili con gli antibiotici. Inoltre, nel corso del trattamento, è necessario astenersi dal bere alcolici..

È necessario consultare urgentemente un medico se, durante l'assunzione di antibiotici, si hanno reazioni allergiche e anche se non ci si sente meglio e sono stati aggiunti nuovi sintomi patologici alle manifestazioni cliniche esistenti.

Quindi, come puoi vedere, gli antibiotici sono farmaci abbastanza "insidiosi", che, da un lato, non possono essere eliminati, ma dall'altro, può essere abbastanza difficile recuperare dopo il trattamento con loro. Se c'è un bisogno urgente e il nostro medico ha prescritto questo o quell'antibiotico, seguire rigorosamente tutte le prescrizioni e non interrompere il corso del trattamento anche se si verifica un rapido inizio di miglioramenti..

Perché gli antibiotici sono pericolosi, le conseguenze dell'assunzione

I benefici e i danni degli antibiotici dipendono dalla malattia specifica e dalle caratteristiche individuali dell'organismo. Prima di tutto, dovresti sapere che tipo di composti sono, qual è la loro classificazione.

Gli antibiotici sono un gruppo di farmaci, la cui azione è volta a sopprimere batteri, microbi, funghi e altri microrganismi nel corpo che provocano malattie infettive.

Cosa sono gli antibiotici e le loro proprietà

La proprietà principale dei composti di questa serie, che li distingue dagli altri farmaci, è il loro effetto selettivo. Hanno lo scopo di bloccare specifici microrganismi o i loro gruppi, senza avere un effetto negativo su altri tipi di batteri, ecc..

Caratteristiche dell'azione dei farmaci antibatterici:

  1. Una graduale riduzione dell'effetto terapeutico dovuta al fatto che le cellule di un particolare microrganismo nel tempo si abituano ai loro effetti.
  2. L'attività dei farmaci non si svolge nei tessuti del corpo, ma nelle cellule dei batteri patogeni.

Gli antibiotici sono classificati in base al metodo di produzione:

  1. Naturale.
  2. Sintetizzato artificialmente.
  3. Ottenuto dalla modifica chimica delle sostanze naturali.

La classificazione presentata è condizionata, poiché molti medicinali "naturali" sono ottenuti esclusivamente per sintesi chimica.

Perché gli antibiotici sono dannosi per il corpo

Il danno derivante dall'uso di tali forme di dosaggio è dovuto al fatto che hanno un effetto sugli organi e sui sistemi interni. L'effetto negativo è anche dovuto ai prodotti di decomposizione dei batteri patogeni, che hanno un effetto tossico su organi e tessuti del corpo..

Fegato dopo aver assunto antibiotici

Il fegato è più suscettibile agli effetti dannosi, poiché i prodotti di decomposizione di uno o un altro farmaco antibatterico lo attraversano. Si possono osservare i seguenti fenomeni:

  1. La comparsa di processi infiammatori sia nel fegato stesso che nella cistifellea.
  2. Impatto negativo sul processo metabolico, che può portare a gravi conseguenze.
  3. Sindrome del dolore - si verifica quando il corso del trattamento con farmaci di questo gruppo è ritardato.
  4. Disfunzione della cistifellea.

Altri effetti possono verificarsi a seconda delle proprietà del particolare farmaco..

Stomaco e pancreas dopo aver assunto antibiotici

Gli antibiotici colpiscono lo stomaco e il pancreas. Il danno principale è un aumento del livello di acidità del succo gastrico. Manifestazioni come diarrea, nausea e vomito si verificano spesso quando si supera il dosaggio.

Come gli antibiotici influenzano il cuore

Le medicine possono essere dannose per il sistema cardiovascolare. Questo di solito si manifesta come:

  1. Sbalzi di pressione sanguigna, sia sotto forma di aumento che sotto forma di diminuzione.
  2. Aritmie, disturbi del polso.

Alcuni farmaci possono aumentare il rischio associato a situazioni pericolose, incluso l'arresto cardiaco. Questo è rilevante per le persone con malattie cardiovascolari..

Effetti degli antibiotici sui reni

I reni sono il secondo organo più suscettibile agli effetti dannosi dei farmaci di questo tipo. Le manifestazioni negative sono espresse in:

  1. Compromissione della funzionalità renale.
  2. Cambiamenti negli indicatori delle urine, il suo odore e colore.

Gli antibiotici sono dannosi per i reni a causa del fatto che possono avere un effetto devastante sull'epitelio che copre la parte esterna dell'organo..

L'effetto degli antibiotici sul sistema nervoso

Alcuni farmaci possono causare reazioni collaterali al sistema nervoso. Questi includono:

  1. Letargia e ritardo significativo nella reazione.
  2. Disfunzione vestibolare, mancanza di coordinazione e vertigini.
  3. Compromissione della memoria e della concentrazione a breve termine.

Pertanto, i medici raccomandano di astenersi dalle attività associate a questi rischi, anche dalla guida di veicoli, durante il corso del trattamento con alcuni farmaci antibatterici..

Effetto sugli esami del sangue e delle urine

Le medicine di questo gruppo influenzano i principali indicatori di sangue e urina, che devono essere presi in considerazione quando si eseguono i test.

Principali modifiche alle statistiche:

  1. Diminuzione della produzione di globuli rossi.
  2. Diminuzione della conta dei globuli bianchi.
  3. Alcuni farmaci aumentano la quantità di istamine.
  4. Diminuzione della conta piastrinica.
  5. Diminuzione del contenuto di calcio e potassio.
  6. Diminuzione dell'emoglobina.
  7. Diminuzione della conta piastrinica.
  8. Effetto sulla coagulazione del sangue.

L'effetto sugli indicatori dei test delle urine può essere il seguente:

  1. Cambia colore e odore.
  2. Variazione dei livelli di acidità.

La stragrande maggioranza di questi farmaci ha un effetto maggiore sull'emocromo rispetto all'urina.

L'effetto degli antibiotici sulla potenza

La maggior parte degli antibiotici usati nella medicina moderna non danneggia la salute degli uomini e le loro funzioni riproduttive. Durante il corso del trattamento, si può osservare una disfunzione, ma è associata non tanto alle proprietà dei farmaci, ma alle condizioni generali del corpo, che spende le sue risorse interne per combattere le infezioni. La funzione sessuale viene completamente ripristinata dopo il completamento del ciclo di trattamento.

Perché gli antibiotici sono pericolosi per i bambini

Questi farmaci sono più dannosi per i bambini rispetto agli adulti. Possibile danno ai reni e al fegato, insorgenza di reazioni allergiche, processi patologici nello stomaco e nell'intestino. Questo effetto del farmaco sul corpo del bambino si manifesta in forme più gravi, pertanto molti farmaci sono controindicati per l'uso da parte di bambini di età inferiore a 8 anni. Inoltre, alcuni farmaci possono avere un effetto negativo sulla formazione dei tessuti durante la crescita e lo sviluppo del corpo del bambino..

Posso bere antibiotici durante la gravidanza?

Molti farmaci antibatterici non possono essere utilizzati durante la gravidanza, ad eccezione di: penicillina, cefalosporina, macroidi. Sono i più sicuri per le donne in gravidanza. Altri mezzi possono provocare patologie del tratto gastrointestinale, influenzare negativamente la flora batterica degli organi riproduttivi e danneggiare il feto. Pertanto, la nomina di antibiotici durante questo periodo viene presa tenendo conto dell'equilibrio tra danno e beneficio sia per la futura mamma che per il bambino..

L'uso di antibiotici dovrebbe essere ridotto al minimo nel primo trimestre di gravidanza, poiché durante questo periodo si formano tutti i principali sistemi dell'attività vitale del bambino.

Antibiotici per l'allattamento

Alcuni antibiotici sono accettabili per le donne che allattano. Se necessario, l'allattamento al seno dopo l'assunzione di antibiotici non è raccomandato. La decisione sulla terapia farmacologica con questi mezzi dovrebbe essere presa dal medico curante in base a quanto specifici antibiotici dannosi sono per il bambino e le esigenze della donna.

Effetti collaterali dell'assunzione di antibiotici

In generale, l'assunzione di questi farmaci può provocare i seguenti effetti collaterali:

  1. Danni al fegato e al tessuto renale.
  2. Danno al sistema nervoso, caratterizzato dalla comparsa di vertigini e mal di testa, disfunzione vestibolare.
  3. Effetto negativo sulla microflora dello stomaco e dell'intestino.
  4. Danni alla mucosa orale e agli organi riproduttivi.
  5. Reazioni allergiche.
  6. Reazioni locali - dermatosi nel sito di iniezione e altre patologie della pelle.
  7. Aumento della temperatura corporea.
  8. Cambiamenti mestruali. Le mestruazioni dopo gli antibiotici possono essere ritardate o, al contrario, apparire prima. La sindrome del dolore può verificarsi.
  9. Gli antibiotici possono essere dannosi per le cellule del sangue e causare anemia.

Ci sono dei benefici degli antibiotici

Nonostante il fatto che l'assunzione di antibiotici influisca negativamente sull'attività di alcuni organi e sistemi del corpo, questa classe di farmaci è benefica nella maggior parte dei casi. Distrugge i batteri nocivi e impedisce loro di crescere. L'indispensabilità dei farmaci antibatterici è dovuta al fatto che altri farmaci potrebbero non fornire l'effetto terapeutico necessario nel trattamento delle infezioni batteriche. Pertanto, i benefici e i danni degli antibiotici per il corpo umano sono determinati individualmente in ciascun caso..

Indicazioni per l'uso

Le malattie per le quali gli antibiotici sono utili includono:

  1. Patologia del rinofaringe della genesi batterica.
  2. Malattie della pelle infettive.
  3. Bronchite, polmonite e altre malattie respiratorie.
  4. Infezioni batteriche del sistema genito-urinario.
  5. Patologie intestinali e gastriche provocate da batteri patogeni.
  6. Prevenzione delle infezioni da traumi, per il trattamento di ferite purulente.

Le proprietà degli antibiotici sono tali che il loro uso è consigliabile per il trattamento di patologie provocate da microflora patogena.

Come bere antibiotici senza danni alla salute

I farmaci antibatterici sono potenti nelle loro proprietà, quindi, affinché il trattamento abbia luogo con il massimo beneficio per il paziente, è necessario aderire ad alcune raccomandazioni:

  1. La regola di base è non auto-medicare, non regolare i tempi e il dosaggio dei farmaci a propria discrezione. Il dosaggio correttamente selezionato è una garanzia che i farmaci non causeranno reazioni avverse e arrecheranno un danno minimo a organi e tessuti.
  2. Qualsiasi potente medicina ha un elenco di controindicazioni. Il medico curante deve tenere conto di tutte le malattie della storia e il paziente deve leggere attentamente le istruzioni per il medicinale prescritto dal medico. Fenomeni come l'intolleranza individuale a una particolare sostanza o reazioni allergiche possono essere rilevati solo durante il processo di assunzione del farmaco. In questo caso, è necessario consultare prontamente un medico che sostituirà l'antibiotico con un'opzione accettabile..
  3. La maggior parte di questi farmaci deve essere assunta dopo i pasti per ridurre gli effetti negativi sull'acidità di stomaco e sulla microflora intestinale. Per questo motivo, le compresse devono essere assunte con abbondante acqua..
  4. Gli agenti antibatterici non possono essere combinati con l'assunzione simultanea di bevande alcoliche: almeno questo può ridurre l'efficacia del trattamento, nel peggiore dei casi, avere un grave effetto negativo sul corpo.
  5. Il danno potenziale derivante dai farmaci viene spesso arrestato dai probiotici, ovvero sostanze con effetto opposto, che vengono assunte solo su raccomandazione di uno specialista.
  6. È consentito assumere complessi vitaminici e minerali, che levigano gli effetti dannosi degli antibiotici.

Conseguenze dell'uso incontrollato di antibiotici

L'automedicazione massiva e incontrollata è un grave problema nella pratica medica. L'uso di medicinali senza la nomina e la supervisione di un medico è dannoso e pericoloso:

  1. Mancanza di effetto e beneficio. Questa classe di medicinali ha lo scopo di curare malattie della genesi batterica e infettiva. Se altri fattori sono la causa della malattia, l'efficacia del trattamento farmacologico è assente, ma persistono reazioni collaterali dai loro effetti sul corpo.
  2. Diminuzione dell'immunità e della dipendenza. I batteri nocivi tendono ad adattarsi all'azione degli antibiotici, quindi a lungo andare il farmaco potrebbe non essere benefico. Inoltre, può influire negativamente sulla flora batterica sana, che può causare una diminuzione dell'immunità..
  3. È stato dimostrato che un uso eccessivo di antibiotici può aumentare il rischio di cancro.
  4. Alta percentuale di reazioni allergiche.

Ecco perché i medicinali saranno utili solo se raccomandati dal medico curante..

Antibiotici e alcol

Nella maggior parte dei casi, l'uso simultaneo di agenti antibatterici e alcol è controindicato. Le medicine in questo gruppo mettono molto stress sul fegato e sui reni. Bere alcol può aumentare significativamente l'intossicazione di questi organi..

L'effetto di alcol e antibiotici sul corpo è ambiguo. Le caratteristiche farmacocinetiche della maggior parte dei medicinali (e quindi i benefici del loro uso) diminuiscono e l'effetto negativo sul fegato aumenta. Pertanto, vale la pena concentrarsi su raccomandazioni e regole mediche per l'uso di uno specifico agente antibatterico..

Quanto tempo ci vuole per rimuovere gli antibiotici dal corpo?

La tempistica dell'eliminazione degli antibiotici dal corpo è individuale in ogni caso. Ciò è influenzato da fattori come:

  1. Proprietà farmacologiche.
  2. Proprietà individuali del corpo, incluso il tasso metabolico.
  3. Dieta.
  4. Caratteristiche della malattia.

Il picco di concentrazione della maggior parte delle sostanze nel sangue si verifica dopo otto ore. Tempo medio di prelievo - da un giorno a una settimana dopo la fine del corso.

Come ripristinare il corpo dopo aver assunto antibiotici

Dopo la fine del ciclo di trattamento, il corpo dovrebbe essere aiutato a neutralizzare l'effetto negativo dell'assunzione di farmaci. Questo può essere fatto usando i seguenti metodi:

  1. Assunzione di complessi vitaminici.
  2. Assunzione di probiotici, le cui proprietà aiuteranno a ripristinare la microflora.
  3. Correzione della dieta quotidiana, uso di alimenti ad alto contenuto di sostanze biologicamente attive. I prodotti lattiero-caseari fermentati sono particolarmente utili.
  4. Quando i farmaci antibatterici hanno un effetto indebito sul fegato, vengono prescritti epatoprotettori per ripristinarne le funzioni..

Il recupero avverrà rapidamente se le raccomandazioni mediche sono seguite rigorosamente. Un dosaggio ben calcolato del farmaco e il regime di trattamento sono la chiave per un rapido ripristino delle funzioni degli organi interni.

Conclusione

I benefici e i danni degli antibiotici sono determinati in ciascun caso individualmente. Nella maggior parte dei casi, i benefici del loro uso sono abbastanza tangibili. Sono indispensabili per il trattamento di malattie della genesi batterica. La cosa principale è attenersi rigorosamente alle raccomandazioni del medico curante..

Conseguenze dell'uso frequente di antibiotici

L'assunzione tempestiva e corretta di antibiotici aiuta a far fronte rapidamente a pericolose malattie infettive e a prevenire lo sviluppo di gravi complicanze. Ma l'uso a lungo termine e frequente di potenti farmaci può influire negativamente sulla salute, quindi è importante sapere che cosa fanno gli antibiotici e come prevenire conseguenze spiacevoli..

Quali sono le conseguenze dell'uso frequente di antibiotici

Effetti negativi sul sistema digestivo

Una volta nello stomaco, gli antibiotici aumentano l'acidità al suo interno, provocando una maggiore secrezione di succo gastrico. L'uso frequente di farmaci antibatterici porta allo sviluppo di gastrite e alla formazione di ulcere allo stomaco.

I principali segni di disturbi digestivi sono l'insorgenza di dolore addominale, gonfiore, flatulenza. I sintomi compaiono immediatamente dopo l'assunzione del farmaco e si fermano dopo che il farmaco è stato assorbito nell'intestino.

Per evitare complicazioni, i medici spesso raccomandano di iniettare antibiotici. Si consiglia di assumere le pillole immediatamente dopo un pasto, poiché il cibo crea una sorta di barriera protettiva per la mucosa gastrica.

Nel 90% dei casi si sviluppa la disbiosi intestinale

Quando si usano farmaci antimicrobici, non solo i microrganismi patogeni vengono distrutti in breve tempo, ma viene inibita anche la microflora intestinale utile, che è responsabile della salute dell'intero organismo. I principali segni di disbiosi sono gonfiore, alterazioni delle feci (costipazione, diarrea). Questa malattia può manifestarsi sia durante il trattamento che dopo il completamento del ciclo di trattamento..

Per prevenire l'insorgenza di disbiosi, nonché per il suo trattamento diretto, è necessario utilizzare preparati contenenti batteri benefici (probiotici), che ripristinano completamente la microflora intestinale.

Gravi reazioni allergiche

Con l'uso frequente di antibiotici, aumenterà l'allergia del corpo. L'allergia ai farmaci antimicrobici può causare danni significativi al corpo, con una prolungata negligenza dei sintomi allergici, può svilupparsi l'asma bronchiale. Pertanto, quando si assumono farmaci antimicrobici, è necessario monitorare attentamente le reazioni che compaiono..

I principali sintomi di allergia sono eruzioni cutanee, prurito, edema, orticaria e molto raramente - shock anafilattico. Se sono presenti questi segni, è necessario interrompere immediatamente l'assunzione del farmaco e visitare un medico. Dopo la diagnosi, il medico selezionerà un altro farmaco sicuro per la salute.

Candidosi orale e vaginale

La candidosi è una malattia infettiva con sintomi pronunciati. Quando si assumono farmaci antimicrobici, non solo i batteri patogeni muoiono, ma anche i microrganismi benefici che inibiscono la moltiplicazione del fungo Candida. I principali segni di candidosi (mughetto) sono prurito della pelle, un rivestimento bianco e denso sulla mucosa orale e secrezione vaginale cagliata.

I sintomi di candidosi possono comparire circa 14 giorni dopo la fine del trattamento. Per prevenire l'insorgenza della malattia, è consigliabile utilizzare speciali farmaci antifungini e antisettici locali durante la terapia antibiotica..

Effetti nefrotossici

Sullo sfondo degli effetti tossici dei farmaci antibatterici, possono apparire problemi ai reni. Con l'urina, questi organi rimuovono le sostanze tossiche e filtrano il sangue. La violazione di questi processi porta allo sviluppo di grave intossicazione, sullo sfondo del quale si verifica un'insufficienza renale..

I sintomi principali sono sete intensa, un aumento o, al contrario, una diminuzione del volume della quantità giornaliera di urina escreta. Dopo aver assunto farmaci antimicrobici, è possibile un aumento dei livelli di urea nel sangue. Il gruppo a rischio comprende pazienti con patologie renali, bambini piccoli, anziani, donne in gravidanza.

Effetti epatotossici

Il fegato è un organo che filtra e purifica il nostro corpo dalle sostanze nocive. Pertanto, è il fegato che subisce il principale colpo tossico. La sconfitta dei tessuti del fegato si manifesta con un aumento della temperatura, urine scure, segni di ittero. Di conseguenza, il sistema immunitario soffre, l'accumulo di glicogeno è disturbato, inattività fisica, letargia, debolezza, aumento dell'appetito.

Cosa succede se bevi spesso antibiotici? I disturbi del fegato portano a problemi per l'intero organismo. Se il paziente ha malattie epatiche croniche, ma è impossibile sostituire gli antibiotici con altri farmaci, gli epatoprotettori devono essere bevuti contemporaneamente e aderire a una dieta parsimoniosa.

Immunità indebolita

I batteri benefici nello stomaco e nell'intestino aumentano le difese del sistema immunitario. I farmaci antimicrobici uccidono i microrganismi dannosi e benefici. Con l'uso prolungato di antibiotici, l'immunità è significativamente ridotta, di conseguenza, la salute peggiora, compaiono disturbi frequenti e aumenta il rischio di sviluppare infezioni batteriche secondarie.

Effetti neurotossici

L'uso incontrollato e prolungato di antibiotici porta a danni al sistema nervoso. La lieve neurotossicità si manifesta con vertigini e mal di testa. Nei casi più gravi sono possibili violazioni dell'apparato vestibolare e danni irreversibili alle funzioni uditive e dei nervi ottici..

Disturbi ematologici

L'uso frequente di antibiotici ha conseguenze che influenzano il sistema circolatorio. Questo effetto collaterale è il più pericoloso e difficile da trattare. I sintomi possono manifestarsi come anemia emolitica risultante dalla distruzione delle cellule del sangue. A causa degli effetti tossici degli antibiotici, la composizione del sangue cambia, il che porta a gravi malattie potenzialmente letali.

Come evitare le conseguenze del trattamento antibiotico

Numerosi studi confermano che gli antibiotici sono completamente inutili nel trattamento delle malattie virali e fungine. Il loro uso dà un risultato positivo esclusivamente nella lotta contro le infezioni batteriche..

Durante il trattamento, si consiglia di bere molti liquidi, preferibilmente acqua pura. Per prevenire problemi digestivi, si consiglia di seguire una dieta e mangiare solo alimenti facilmente digeribili.

Gli alimenti grassi, affumicati, fritti e salati dal menu del paziente devono essere completamente esclusi.

I latticini a basso contenuto di grassi dovrebbero essere inclusi nella dieta. Per sostenere l'immunità, puoi assumere vari complessi vitaminici.

Come riprendersi dall'assunzione di antibiotici

L'assunzione di antibiotici contribuisce allo sviluppo della disbiosi. Per ripristinare la microflora intestinale, è consigliabile assumere preparati contenenti lattobacilli (probiotici) - Acipol, Linex o Hilak-Forte per un mese. Per violazioni complesse, vengono prescritti prebiotici, ad esempio Duphalac. Prima di scegliere il farmaco necessario, è necessario consultare il proprio medico.

Dopo la terapia antibiotica, si verificano spesso lesioni fungine delle mucose. Si sviluppa principalmente candidosi (mughetto). In questo caso, il fluconazolo o la nistatina sono usati per il trattamento. Possono essere trovati in ogni farmacia sotto forma di unguenti, supposte o compresse. Ma il medico deve controllare il trattamento..

Quando vengono presi gli antibiotici, le cellule del fegato sono principalmente colpite. Nonostante il fatto che questo organo sia in grado di recuperare da solo, è possibile accelerare i processi di pulizia e aiutare il fegato a tornare alla normalità più velocemente. Per fare questo, è consigliabile bere qualsiasi epaprotettore, Essentiale-forte è considerato il più efficace, Carsil può essere utilizzato nell'opzione budget.

Per ripristinare l'immunità, si consiglia una somministrazione di immunomodulatori, i più famosi sono Anaferon, Immunal. Per il rafforzamento generale del corpo, è utile bere vari complessi vitaminici, come Revit, Complivit, ecc..

Per un rapido recupero del corpo dopo gli antibiotici, è necessario consumare quanta più frutta e verdura fresca possibile. È utile bere succhi appena spremuti, accelerano il processo di rimozione delle tossine dal corpo, hanno un effetto stimolante sul sistema immunitario e saturano l'intestino con fibre utili. È necessario includere nella dieta prodotti a base di latte fermentato ricchi di lattobacilli vivi - kefir, yogurt e altri. Conduci uno stile di vita sano e attivo.

Salute Niente da temere: 10 miti
sugli antibiotici che interferiscono con il trattamento

Raccontare la verità su probiotici, durata del trattamento e compatibilità con alcol

Testo: Marina Levicheva

È impossibile immaginare la medicina moderna senza antibiotici e loro stessi sono andati molto più avanti della penicillina, inventata quasi cento anni fa. Oggi sono in grado di combattere i superbatteri e curare l'appendicite semplice e stanno cercando di ottenerli dalle fonti più inaspettate: che si tratti di terra, un formicaio, il sangue di un drago di Komodo o il latte di un ornitorinco. La ricerca senza fine è dovuta al fatto che più l'umanità usa antibiotici, maggiore è la probabilità di resistenza ai batteri nei suoi confronti, vale a dire il rischio che siano necessari nuovi fondi. E se si considera che anche i Neanderthal sono stati trattati con antibiotici, senza saperlo, diventa chiaro che i batteri hanno avuto abbastanza tempo per adattarsi..

Importante quanto la resistenza batterica, sappiamo troppo poco degli antibiotici. Più precisamente, ci sono già molte conoscenze su di loro, ma per qualche motivo continuiamo a credere nei miti: molte persone sono ancora convinte che gli antibiotici possano curare l'influenza, sebbene sia inutile trattare con loro le infezioni virali. Questa è solo una delle idee sbagliate comuni. Ne abbiamo raccolti altri dieci che ti aiuteranno a capire cosa sono gli antibiotici e perché sono più sicuri che pericolosi, ma non dovresti comunque abusarli..

10 effetti dell'assunzione di antibiotici che potresti non conoscere sui segnalibri 9

Gli antibiotici sono oggi uno dei farmaci più comunemente prescritti per il trattamento delle infezioni batteriche che, a differenza dei virus, di solito non scompaiono da soli..

E mentre la ricerca mostra che sono spesso presi da pazienti che non ne hanno davvero bisogno, i medici ritengono che, se usati correttamente, i farmaci sono una parte estremamente importante (e spesso salvavita) della medicina moderna..

Ma come tutti i medicinali, gli antibiotici possono avere effetti collaterali..

La maggior parte non è pericolosa per la vita e spesso i pazienti possono consultare un medico per aiutare a prevenire o curare spiacevoli complicazioni come la diarrea o le infezioni secondarie..

Ma alcuni effetti collaterali possono essere gravi e alcuni possono essere terribili.!

Ecco alcuni effetti collaterali degli antibiotici di cui dovresti essere consapevole e fare attenzione se ti vengono prescritti questi farmaci..

1. Problemi con la digestione.

Una delle lamentele più comuni da parte dei pazienti che assumono antibiotici sono i problemi gastrointestinali come nausea, vomito e diarrea, afferma il medico Keith Dzintars..

"Vi è la diarrea associata agli antibiotici e consigliamo ai pazienti di stare attenti", afferma. Bere molti liquidi e fibre può aiutare i pazienti a far fronte fino al termine del trattamento.

Se la diarrea diventa grave, potrebbe essere una malattia più grave associata a Clostridia.

"Questo accade quando l'antibiotico ha ucciso i batteri buoni nell'intestino e, al contrario, i batteri cattivi si sono moltiplicati", afferma Dzintars.

Questa condizione può portare alla disidratazione e richiede il ricovero in ospedale, quindi chiama il medico se riscontri feci molli più volte al giorno..

Gli antibiotici possono anche causare una crescita eccessiva di batteri nell'intestino tenue, che può contribuire al gonfiore e ai crampi che continuano anche dopo aver smesso di prenderli. Questo tipo di infezione richiede solitamente probiotici per riportare alla normalità l'equilibrio batterico dell'intestino..

2. Mal di testa.

Il mal di testa è un'altra lamentela comune delle persone che assumono antibiotici. "Se hai mal di testa e non c'è stata mancanza di sonno o mancanza di caffeina, questo può sicuramente essere l'antibiotico che stai assumendo", afferma Dzintars..

"Questi mal di testa sono di solito temporanei", aggiunge. "E qualsiasi analgesico può aiutare con loro.".

3. Sensibilità al sole.

Alcuni antibiotici sono fotosensibilizzanti, nel senso che influenzano il modo in cui la pelle reagisce ai raggi UV. L'esposizione alla luce solare può aumentare la possibilità di bruciature, desquamazione e conseguenti danni alle cellule della pelle.

Alcuni farmaci, se esposti alla luce solare, possono causare un'eruzione cutanea rossa e pruriginosa, in soli 15 minuti all'esterno..

Questo è il motivo per cui le persone che assumono tetracicline, fluorochinoloni e solfoni dovrebbero evitare periodi prolungati di esposizione al sole, in particolare tra le 10:00 e le 14:00, e assicurarsi di utilizzare la protezione solare e indumenti protettivi se si trovano all'esterno..

4. Ridurre l'azione di altre droghe.

Gli antibiotici trattano un'infezione batterica ma possono ridurre o modificare l'effetto di altri farmaci.

I farmaci che possono interagire con gli antibiotici includono anticoagulanti, antiacidi, antistaminici, farmaci antinfiammatori, farmaci per la psoriasi, diuretici, antimicotici, steroidi, farmaci per il diabete, miorilassanti, emicrania e alcuni antidepressivi.

I contraccettivi ormonali possono anche essere meno efficaci se usati con l'antibiotico Rifampin (un farmaco anti-tubercolosi). Ma, per fortuna, questo farmaco è raramente prescritto. Tenere presente che se l'antibiotico provoca il vomito, è possibile che la pillola contraccettiva non venga completamente assorbita..

Gli antibiotici possono anche essere incompatibili con l'alcol. In particolare, il metronidazolo, il tinidazolo e il trimetoprim sulfametossazolo non devono interagire con l'alcool perché questa combinazione può causare mal di testa, rossore al viso, battito cardiaco accelerato, nausea e vomito.

5. Infezione fungina.

Poiché gli antibiotici alterano il microbioma, ci rendono vulnerabili alle infezioni da lieviti e ad altri tipi di funghi, afferma Dzintars. Le infezioni fungine possono verificarsi in bocca (stomatite), sulla pelle o sotto le unghie.

Gli antibiotici, specialmente se assunti a lungo, possono anche alterare l'equilibrio dei batteri nella vagina di una donna. Questo può cambiare il suo pH e può anche contribuire alle infezioni del lievito. L'assunzione di medicinali antifungini durante l'assunzione di antibiotici può aiutare a prevenire questo effetto collaterale.

Gli antibiotici, in particolare le tetracicline, possono causare minuscole lesioni sulla superficie della lingua che assorbono batteri, tabacco, cibo e fanno apparire la lingua "frange" e scura. Fortunatamente, la condizione di solito si risolve subito dopo l'interruzione del trattamento..

6. Anafilassi.

Gli effetti collaterali più pericolosi degli antibiotici sono associati a reazioni allergiche. In effetti, dice Dzintars, le reazioni allergiche agli antibiotici sono uno dei motivi più comuni per cui le persone finiscono nei dipartimenti di emergenza..

"Le persone si ricoprono di eruzioni cutanee o orticaria, le loro labbra sono gonfie o iniziano a soffocare", afferma Dzintars. Con una grave reazione anafilattica, la gola di una persona si gonfia e ha bisogno di una dose di adrenalina per salvargli la vita.

Queste reazioni sono rare, ma meritano sicuramente attenzione, soprattutto se ti viene prescritto un nuovo farmaco che non hai mai usato prima. L'allergia a un tipo di antibiotico non esclude le allergie ad altri tipi, afferma Dzintars.

7. Colorazione dei denti.

La ricerca ha dimostrato che le tetracicline possono causare colorazione permanente o scolorimento dei denti permanenti nei bambini. Di conseguenza, dal 1970, a tutti i farmaci di questa classe è stato rilasciato un segnale di avvertimento che non ne raccomanda l'uso nei bambini di età inferiore agli 8 anni. (L'assunzione di questi farmaci durante la gravidanza è stata anche collegata alle macchie dei denti nel nascituro).

Ma i Centers for Disease Control and Prevention rilevano che la doxiciclina, un nuovo antibiotico nella classe delle tetracicline, "si lega meno facilmente al calcio e non ha dimostrato di causare la stessa colorazione sui denti"..

Questo è importante poiché la doxiciclina è il miglior trattamento per la malattia trasmessa da zecche. La diffidenza di questo farmaco - e le paure dei medici per i denti - potrebbero impedire ai bambini di ricevere cure salvavita.

8. Tendinite.

Le medicine conosciute come fluorochinoloni (inclusi Cipro e Levaquin) sono state scelte popolari per il trattamento di condizioni comuni come polmonite, bronchite e infezioni del tratto urinario. Ma negli ultimi anni, i medici hanno capito che questi farmaci tendono a causare effetti collaterali più gravi rispetto ad altre classi di antibiotici..

Ad esempio, danni ai tendini che collegano i muscoli alle ossa, inclusi casi di dolore (tendiniti), traumi (tendinopatie) o persino lacrime. La FDA ha aggiunto un avvertimento sul rischio di tendinite e danni ai nervi permanenti. Nel 2016, l'associazione ha consigliato che i fluorochinoloni dovrebbero essere usati solo come ultima risorsa..

9. Doppia visione.

Uno studio pubblicato nel 2009 ha scoperto che l'uso di fluorochinoloni era anche associato alla visione doppia, nota anche come diplopia. I ricercatori hanno trovato 171 casi di un disturbo simile tra gli utenti di fluorochinolone tra il 1986 e il 2009, con un tempo medio di 9,6 giorni tra l'inizio del trattamento e l'insorgenza dei sintomi..

Poiché questo tipo di antibiotico è stato anche associato alla tendinite, gli autori hanno suggerito che il dolore e lo spasmo muscolare intorno agli occhi potrebbero essere la causa di questo ulteriore effetto collaterale..

10. Depressione e ansia.

I fluorochinoloni, insieme alla penicillina e altri farmaci, sono stati collegati alla depressione e all'ansia. Uno studio pubblicato nel 2015 sulla rivista Clinical Psychiatry ha rilevato che maggiore è il numero di cicli di antibiotici che una persona riceve per tutta la vita, maggiori sono le probabilità di sviluppare depressione e ansia..

I ricercatori ipotizzano che gli antibiotici alterino la composizione del microbioma del corpo, il che peggiora la salute dei nervi, il metabolismo e l'immunità, che possono influenzare la salute mentale di una persona..

Questi sono solo alcuni dei motivi per cui gli antibiotici dovrebbero essere assunti solo se necessario e solo come indicato da un medico, afferma Dzintars. (A parte la crescente minaccia di batteri resistenti agli antibiotici, che è alimentata in parte dal sovradosaggio).

"Molte persone credono che gli antibiotici siano sicuri e che diventeranno una pillola magica se qualcosa non va", afferma Dzintars.

“E sì, sono la nostra migliore difesa contro i batteri, a condizione che la scelta giusta, la giusta dose e la giusta durata del trattamento. E tenendo conto di tutti i rischi ".

8 effetti collaterali degli antibiotici di cui anche i medici parlano raramente

Ragazzi, mettiamo il nostro cuore e la nostra anima in Bright Side. Grazie per questo,
che scopri questa bellezza. Grazie per l'ispirazione e la pelle d'oca.
Unisciti a noi su Facebook e VKontakte

Le conseguenze più comuni dell'uso di antibiotici sono nausea e diarrea. Quasi tutti lo conoscono, dai medici o dalla propria esperienza. Ma gli scienziati americani hanno scoperto che almeno il 20% delle persone che hanno assunto antibiotici almeno una volta nella vita hanno sperimentato altri effetti collaterali dei farmaci. Di loro parleremo in questo articolo..

Noi di Bright Side vogliamo sottolineare che persone diverse possono sperimentare effetti collaterali diversi dall'assunzione di farmaci. Puoi sempre trovare un elenco completo di essi nelle istruzioni per il farmaco..

1. Sensibilità al sole

Alcuni antibiotici (tetracicline, fluorochinoloni e solfoni) possono influenzare il modo in cui la pelle reagisce alle radiazioni ultraviolette. Troppa luce solare durante l'assunzione di farmaci può aumentare la possibilità di ustioni o grave desquamazione della pelle.

Questi stessi antibiotici possono causare un'eruzione cutanea, anche se la persona è stata al sole per soli 15 minuti..

È meglio non essere al sole dalle 10 alle 14 ore, usare la protezione solare e nascondere la pelle sotto i vestiti.

2. Mal di testa o vertigini

Mal di testa e vertigini sono due lamentele più comuni da parte di persone che assumono antibiotici. Ma di solito vanno via dopo aver completato il corso del trattamento..

Se la tua testa non fa molto male, puoi prendere antidolorifici. Se il dolore è insopportabile, è meglio consultare un medico. Molto probabilmente cambierà l'antibiotico.

3. Febbre

La febbre può essere un effetto collaterale di più di semplici antibiotici. Se si manifesta contro il loro sfondo, allora forse hai una reazione allergica al medicinale, che è accompagnato da una febbre. Altrimenti è un effetto collaterale separato e frustrante..

La febbre può verificarsi da quasi tutti gli antibiotici, ma molto spesso accompagna l'assunzione di beta-lattamici, cefalossina, minociclina e sulfonamide.

Se hai la febbre durante l'assunzione di un antibiotico, probabilmente andrà via abbastanza presto. Ma se la febbre è forte e dura troppo a lungo, devi cercare di abbassarla e contattare il medico per cambiare l'antibiotico.

4. Infezione fungina

Gli antibiotici alterano l'ambiente batterico nei nostri corpi, rendendo una persona vulnerabile ai funghi. Possono verificarsi in bocca (stomatite), sulla pelle o sotto le unghie.

Se il medico ti ha prescritto un lungo ciclo di trattamento, allora è meglio iniziare a prendere farmaci antifungini immediatamente insieme agli antibiotici.

5. Problemi cardiaci

Ciò non accade spesso, ma gli antibiotici possono causare problemi cardiaci. Di solito portano ad aritmie o bassa pressione sanguigna..

Gli effetti collaterali più comuni sono l'eritromicina e alcuni fluorochinoloni, come la ciprofloxacina..

Consulta un medico per cambiare l'antibiotico.

6. Colorazione dei denti

Gli antibiotici tetracicline possono causare colorazione o scolorimento dei denti nei bambini di età inferiore a 8 anni. E se li prendi durante la gravidanza, allora c'è una grande possibilità che il bambino nato abbia problemi con lo smalto dei denti..

Non molto tempo fa, gli scienziati hanno scoperto che la più moderna doxiciclina antibiotica (dal gruppo tetraciclina) non si lega così tanto al calcio da non causare la colorazione dei denti. Pertanto, può essere preso senza timore di tali conseguenze. Ma, ovviamente, solo su prescrizione medica.

7. Allergia

Una delle reazioni più pericolose del corpo agli antibiotici sono le allergie. In questo caso, la persona può sviluppare prurito, palpebre, labbra, lingua e persino gola possono gonfiarsi, portando all'anafilassi. A volte in tali situazioni una dose di adrenalina ricevuta in un'ambulanza può salvare il paziente..

Ma una reazione allergica a qualsiasi antibiotico non significa che sei completamente controindicato nel prenderli..

Assicurati di informare il tuo medico delle tue allergie esistenti e di assumere un altro gruppo di antibiotici. Inoltre, fai attenzione quando inizi a prendere un nuovo medicinale che non hai mai provato prima. Ai primi sintomi di allergia, dovresti consultare un medico o un'ambulanza.

8. Gravidanza indesiderata

Se sta assumendo contemporaneamente la rifamicina antibiotica e i contraccettivi orali, l'efficacia di quest'ultimo diminuisce. Di conseguenza, aumenta la possibilità di una gravidanza indesiderata. Altri antibiotici riducono l'effetto dei contraccettivi orali in misura minore.

Utilizzare un ulteriore metodo contraccettivo di barriera durante l'assunzione di antibiotici e per un'altra settimana dopo aver completato il corso. Maggiori informazioni sui termini di protezione aggiuntiva nelle istruzioni per i contraccettivi orali.

Se si verificano effetti collaterali durante l'assunzione di antibiotici, non automedicare, non ignorare il malessere. Assicurati di andare dal medico e consultare.

Conoscevi qualcuno di questi effetti collaterali??