Antibiotici per le malattie ORL: quali sono i migliori?

Le patologie degli organi ENT sono spesso la ragione per cui i pazienti si rivolgono a medici di medicina generale e otorinolaringoiatri. Principalmente le malattie si verificano nella stagione fredda, quando sorgono condizioni favorevoli per la diffusione di patologie infettive respiratorie.

La maggior parte di essi è causata da vari agenti patogeni batterici che colpiscono la mucosa del tratto respiratorio superiore. È in tali situazioni che devono essere prescritti antibiotici per le malattie ORL negli adulti..

Panoramica sugli antibiotici

I farmaci antibatterici sono un gruppo di medicinali che possono inibire l'attività vitale di vari batteri. Il loro meccanismo d'azione è di due tipi:

  • Battericida - quando un antibiotico è in grado di interrompere l'integrità delle membrane cellulari dei batteri patogeni, che porta alla loro lisi.
  • Batteriostatico: il principio attivo inibisce la sintesi proteica da parte dei ribosomi, il che rende impossibile l'ulteriore riproduzione della microflora. Allo stesso tempo, aumenta la loro sensibilità alle risposte immunitarie protettive del corpo.

L'uso di antibiotici nella pratica clinica ha migliorato significativamente la prognosi anche per i pazienti più difficili. La paura di molti pazienti e dei loro parenti per gli effetti indesiderati di questi farmaci è spesso molto esagerata. Pertanto, il ruolo del medico è importante: è facile spiegare al paziente o ai suoi parenti la necessità di una terapia antibiotica..

Regole per la selezione di un antibiotico per patologia ORL

Numerosi fattori influenzano la scelta dell'agente antibatterico per un particolare paziente da parte del medico curante. Innanzitutto, la specificità dei patogeni batterici nelle malattie degli organi ENT negli adulti.

Come numerosi studi hanno dimostrato, la causa più comune della loro insorgenza sono stafilococchi, streptococchi, meningococchi, cornebatteri, Haemophilus influenzae, enterobacteriaceae, moraxella e Pseudomonas aeruginosa..

Pertanto, è necessario selezionare gli antibiotici che sarebbero più efficaci contro questa flora microbica..

Il secondo fattore importante è la condizione generale del paziente, la presenza di complicanze, malformazioni o patologie croniche nel paziente. Con patologie relativamente lievi, senza rischio di eventi avversi, il trattamento inizia con antibiotici più comuni (penicilline, macrolidi, cefalosporine di prima generazione).

Un problema acuto negli ultimi decenni è lo sviluppo della resistenza agli antibiotici in vari batteri. Questo rende inefficace l'uso di molti farmaci. Alcuni ceppi di Staphylococcus aureus negli studi hanno dimostrato resistenza anche a riservare farmaci antibatterici. L'unico farmaco attivo in questi casi è la colistina antibiotica polipeptidica..

Indicazioni per l'uso di antibiotici

Solo un medico qualificato (medico generico, otorinolaringoiatra) decide la nomina di farmaci antibatterici per l'infezione ORL.

Prima di questa decisione, deve valutare i reclami e le condizioni generali del paziente. I sintomi che possono indicare una patologia batterica includono:

  • un aumento della temperatura agli indicatori sub o febbrili;
  • sindrome da intossicazione generale;
  • tosse produttiva;
  • gola infiammata;
  • gonfiore delle tonsille, comparsa di secrezione purulenta sulla loro superficie;
  • dolore all'orecchio, congestione e perdita dell'udito.

È indispensabile eseguire il gold standard della diagnosi: esame batteriologico di uno striscio dalla parete posteriore del rinofaringe, tonsille, espettorato. Lo scopo del test è stabilire in modo affidabile il tipo di agente patogeno batterico in un particolare paziente..

Inoltre, è in fase di studio la sensibilità dell'agente patogeno a determinati farmaci antibatterici. Tra gli svantaggi di questo metodo c'è la necessità di attendere 2-3 giorni per i risultati in una situazione in cui la terapia deve essere eseguita immediatamente..

Pertanto, gli antibiotici sono quasi sempre prescritti in base all'esperienza empirica..

Il medico deve anche raccogliere la storia dell'uso di antibiotici per un particolare paziente..

Evitare di prescrivere un farmaco antibatterico per un breve periodo di tempo.

Regole di terapia antibiotica

Ci sono alcune semplici regole da seguire quando si prescrivono antibiotici. Non puoi assumere farmaci antibatterici da solo, senza consultare un medico qualificato. È difficile per un paziente valutare oggettivamente le proprie condizioni e la necessità di assumere un determinato farmaco. Gli effetti collaterali sono molto più comuni con l'automedicazione..

La valutazione dell'efficacia della terapia antibiotica viene effettuata analizzando le manifestazioni cliniche. Se dopo 3 giorni si verifica una regressione dei sintomi clinici, viene fatta una conclusione sulla scelta corretta dei farmaci. In assenza di dinamiche positive, si consiglia al paziente di cambiare il farmaco antibatterico.

Se si ottengono dati sui risultati di uno studio microbiologico, in base ai suoi risultati è possibile effettuare una correzione dei medicinali.

La durata minima della terapia antibiotica è di 3 giorni (con macrolidi e senza complicazioni). In alcuni casi, la durata dell'assunzione di antibiotici è di 2-3 settimane..

È importante eseguire la terapia fino a quando il paziente non è completamente guarito per evitare la regressione della patologia..

La terapia antibiotica spesso utilizza un approccio sfalsato.

Consiste nel fatto che prima, in condizioni stazionarie, al paziente viene prescritto un farmaco iniettabile per somministrazione endovenosa o intramuscolare. Dopo la dimissione, quando le condizioni del paziente migliorano significativamente, lo stesso antibiotico è prescritto per l'uso domestico, ma già in compresse, capsule o sciroppo.

Gruppi antibiotici per infezioni ORL negli adulti

penicilline

Molto spesso, la terapia di varie patologie degli organi ENT inizia con il primo gruppo storicamente di antibiotici - penicilline. Appartengono al gruppo di farmaci beta-lattamici che hanno un pronunciato effetto battericida contro una vasta gamma di agenti patogeni.

  • penicillina;
  • amoxicillina;
  • ampicillina;
  • una combinazione di amoxicillina e acido clavulanico.

Le penicilline sono generalmente prescritte per patologie semplici: rinofaringite, tonsillite, laringite. Tra le loro carenze, evidenziano di solito l'elevata resistenza di molti agenti patogeni, che si è manifestata nel corso dei decenni del loro uso. L'effetto collaterale più pericoloso quando si prescrivono penicilline è lo sviluppo di reazioni allergiche di vari gradi di complessità..

Pertanto, sempre prima della prima prescrizione di un farmaco, è necessario condurre un test di ipersensibilità al farmaco..

cefalosporine

Le cefalosporine, come le penicilline, appartengono al gruppo di antibiotici beta-lattamici. Questi farmaci antibatterici sono particolarmente popolari negli ospedali. Le cefalosporine hanno un effetto battericida, il cui spettro è abbastanza diverso nelle diverse generazioni di farmaci (ora ce ne sono 5).

Il problema della resistenza agli antibiotici per le cefalosporine delle ultime generazioni è leggermente meno acuto. Possono anche essere prescritti con cautela alle donne in gravidanza, ai bambini fin dalla tenera età. Tuttavia, abbastanza spesso quando li si utilizza, possono verificarsi reazioni allergiche, quindi, come con le penicilline, è necessario condurre uno studio per la presenza di ipersensibilità prima del primo utilizzo..

macrolidi

I macrolidi sono un gruppo di farmaci che sono spesso prescritti dagli otorinolaringoiatri alla prima visita del paziente. Le ragioni sono semplici: bassa tossicità, facilità d'uso dei farmaci di questo gruppo (il corso della terapia di solito dura 3-5 giorni) e un piccolo rischio di effetti collaterali.

Inoltre, i macrolidi sono caratterizzati da un lungo periodo di eliminazione dal corpo. Principalmente disponibile sotto forma di capsule, compresse o sciroppo per bambini. Le indicazioni includono faringite, tonsillite, otite media senza complicazioni, rinite batterica e sinusite. I macrolidi più comunemente prescritti sono:

  • azitromicina;
  • claritromicina;
  • iosamicina;
  • spiramicina.

Gli effetti collaterali includono un aumento transitorio degli enzimi epatici, l'inibizione dell'ematopoiesi e sintomi dispeptici, che di solito scompaiono dopo la fine del ciclo di terapia..

I fluorochinoloni

I fluorochinoloni sono un gruppo di farmaci antibatterici con un pronunciato effetto battericida. Si comportano bene in situazioni in cui gli antibiotici di prima linea non sono riusciti a fornire i benefici desiderati..

La terapia con fluorochinolone viene di solito eseguita in condizioni stazionarie sotto il controllo dei parametri funzionali del corpo. Questi antibiotici sono prescritti in situazioni in cui le condizioni gravi del paziente lo richiedono (di solito a causa dello sviluppo di complicanze della patologia sottostante). Viene principalmente utilizzato uno dei seguenti farmaci:

  • ciprofloxacina;
  • lomefloxacin;
  • sparfloxacina;
  • hemifloxacin;
  • moxifloxacina.

I fluorochinoloni con il loro uso sistemico possono influire negativamente sul funzionamento dei sistemi escretore ed epatobiliare del corpo. Ecco perché non sono avvisati in presenza di disturbi funzionali del fegato e dei reni negli adulti..

A volte causano anche sintomi neurotossici (mal di testa, vertigini, acufeni), disturbi dispeptici e dolore muscolare.

carbapenemi

I carbapenemi sono antibiotici di riserva per le malattie del tratto respiratorio superiore. Sono rappresentanti di preparati beta-lattamici con azione battericida contro la flora patogena. I carbapenemi penetrano bene nei tessuti del corpo, oltre che attraverso la barriera emato-encefalica. I principali rappresentanti dei carbapenemi:

Secondo le statistiche, l'agente causale più comune nella sepsi è lo Staphylococcus aureus, molti ceppi dei quali hanno sviluppato resistenza contro i principali farmaci antibatterici. I carbapenemi, d'altra parte, rimangono attivi e quindi rimangono la droga di scelta in tali situazioni..

Il video racconta come curare rapidamente raffreddore, influenza o SARS. Opinione di un medico esperto.

Tre gruppi di antibiotici per malattie ORL negli adulti

Le malattie infettive e infiammatorie degli organi ENT sono le patologie più comuni che i medici devono affrontare, sia le specialità generali che quelle strette..

Sinusite, rinite, tonsillite, faringite, laringite, otite media sono malattie che quasi ogni persona ha incontrato almeno una volta nella vita. Nei bambini, sono più spesso acuti. Negli adolescenti e negli adulti, la tonsillite e la sinusite sono generalmente croniche con periodi di esacerbazioni.

Quando viene prescritta la terapia antibiotica??

La natura delle malattie infiammatorie del tratto respiratorio, così come l'orecchio interno, medio ed esterno può essere di natura virale, batterica, allergica e post-traumatica. Gli antibiotici per le infezioni ORL sono prescritti quando l'eziologia batterica dell'infiammazione è confermata o ad alto rischio di complicanze.

Se la rinite, la faringite, la laringite sono più comuni con le infezioni virali (adenovirus, influenza, parainfluenza, infezione respiratoria sinciziale), quindi l'infiammazione dei seni paranasali, delle tonsille e dell'orecchio medio nella stragrande maggioranza dei casi sono di natura batterica e sono trattati con farmaci antibatterici.

Antibiotici per le malattie ORL negli adulti nella tabella

Forme della malattiaTonsilliteSinusite, frontite, otite media
Corso da leggero a moderatoAmpicillin®

Amoxicillin® (Flemoxin®
)
Amoxicillin® + acido clavulanico (Augmentin®, Amoxiclav®, Flemoklav Solutab®)
Azithromycin® (Sumamed®, Hemomycin®, Zi-Factor®, Azitrus®, Azitrox®);
Clarithromycin® (Klacid, Klabax®)
Josamycin® (Wilprafen®)
Midecamycin® (Macropen®)
Cefuroxime® (Zinnat®) Cefixime® (Suprax, Sorcef®, Pancef, Cefspan®)Ampicillin®
Amoxicillin® (Flemoxin®)
Amoxicillin® + acido clavulanico (Augmentin®, Amoxiclav®, Flemoklav Solutab®)
Azithromycin® (Sumamed®, Hemomycin®, Azitrox®, Azitrus®, Zi-Factor®);
Clarithromycin® (Klacid®, Klabax®)
Josamycin® (Wilprafen®)
Midecamycin® (Macropen®)
Cefuroxime® (Zinnat®)
Cefixime® (Suprax®, Sorcef®, Pancef®)
Levofloxacin®: Glevo®, Tavanic®, Tigeron®.
Ciprofloxacin®: Cifran®, Ciprolet®, Tsiprobai®.Corso pesante
(si consiglia la somministrazione parenterale)Amoxiclav®;
Cefalosporine di terza - quarta generazione.Amoxiclav®;
Cefalosporine di terza - quarta generazione.
Levofloxacin® (Tavanic®, Glevo®)
Ciprofloxacin® (Ciprolet®).

È importante ricordare che i fluorochinoloni sono prescritti solo a persone che hanno raggiunto l'età di 18 anni o per motivi di salute in presenza di polmonite grave che non possono essere trattate con altri farmaci - a bambini di età superiore ai 15 anni..

Leggi avanti: La scelta di antibiotici per l'otite media negli adulti
e anche: 7 antibiotici popolari per l'otite media nei bambini

In caso di malattie infiammatorie del tratto respiratorio superiore di moderata gravità, si raccomanda di iniziare il trattamento con farmaci contenenti penicilline protette dagli inibitori (Augmentin®, Amoxiclav®). I fluorochinoloni sono usati in caso di malattia grave o in presenza di flora resistente ai farmaci beta-lattamici.

Per il trattamento di donne in gravidanza e in allattamento, sono preferiti i macrolidi. Il più sicuro per questa categoria di pazienti è Josamycin®. Utilizzare farmaci beta-lattamici, se necessario.

La durata del trattamento e la dose del farmaco devono essere selezionate dal medico curante. L'automedicazione è inaccettabile ed è irta di gravi complicazioni.

È anche necessario ricordare che un cambiamento non autorizzato nel dosaggio e nella frequenza di somministrazione verso l'alto può portare a un sovradosaggio del farmaco. E l'assunzione di una dose insufficiente non porterà risultati, ma provocherà la crescita della flora resistente ai farmaci.

Il trattamento deve essere continuato per almeno altri due giorni (48 ore) dopo che la condizione si è normalizzata e i sintomi della malattia scompaiono.

Antibiotici per malattie ORL in bambini e adulti in compresse. Breve recensione

Per il trattamento delle malattie infiammatorie nei bambini di età inferiore ai 12 anni, si raccomanda di prescrivere tutti i farmaci sotto forma di sospensioni..

Amoxicillin®

Un farmaco battericida appartenente alla classe delle penicilline semisintetiche. Efficace contro grammo e grammo + flora coccale e alcuni grammo stick. L'antibiotico viene completamente distrutto dalle beta-lattamasi batteriche. Il prodotto è resistente agli ambienti acidi e ha una buona biodisponibilità orale.

Amoxicillin® crea rapidamente concentrazioni terapeutiche nel sito dell'infiammazione, è conveniente ed è generalmente ben tollerato dai pazienti. Il numero schiacciante di effetti indesiderati dal suo uso è associato a un'allergia ai preparati di penicillina.

Controindicazioni alla sua nomina sono la mononucleosi infettiva e l'ipersensibilità individuale ai beta-lattamici.

Data la mancanza di dati sugli effetti embriotossici o teratogeni sul feto, amoxicillina® può essere utilizzata per il trattamento di donne in gravidanza. Il farmaco viene usato con cautela durante l'allattamento, a causa della sua capacità di penetrare nel latte materno.

Se esiste un'alternativa, si sconsiglia di somministrare amoxicillina® a persone soggette a reazioni allergiche o malattie gastrointestinali.

Maggiori informazioni: istruzioni per l'uso di compresse amoxicillin® per adulti e bambini + recensioni

Amoxiclav®

L'antibiotico orale più popolare per il trattamento degli organi ENT.

Ha un ampio spettro di attività antimicrobica, è resistente all'azione degli enzimi batterici (ad eccezione delle beta-lattamasi di tipo 1 prodotte da Enterobacter, Morganella, Serration, Acinetobacter e Pseudomonas aeruginosa). Il meccanismo d'azione battericida si realizza inibendo la sintesi della parete microbica.

L'espansione dello spettro dell'azione antimicrobica è dovuta alla presenza di acido clavulanico nel farmaco, che impedisce la distruzione enzimatica di amoxicillina® da parte delle beta-lattamasi.

Lo strumento è altamente efficace nel trattamento di patologie ORL di diversa gravità. La presenza di una forma parenterale di rilascio (polvere per la fabbricazione di una soluzione per somministrazione endovenosa) ne consente l'uso nella terapia graduale.

Cioè, nel caso di un decorso grave della malattia, viene inizialmente prescritto per via endovenosa, con un ulteriore trasferimento del paziente in una forma di compresse (dopo la stabilizzazione della condizione).

Amoxiclav® viene anche usato con successo se la malattia di base è complicata da un'infezione del tratto respiratorio inferiore.

L'antibiotico è controindicato in presenza di ittero colestatico, epatite, mononucleosi e allergia alle penicilline. Non è raccomandato per il trattamento di pazienti con colite pseudomembranosa. Può essere usato in terapia per le donne in gravidanza. Quando somministrato durante l'allattamento, si raccomanda di solito l'interruzione temporanea dell'allattamento al seno..

I principali effetti collaterali dell'uso sono generalmente associati a reazioni allergiche ai beta-lattamici e disturbi gastrointestinali. Al fine di ridurre il verificarsi di quest'ultimo, Amoxiclav® deve essere consumato prima di iniziare un pasto o durante i pasti..

Maggiori informazioni: istruzioni originali per l'uso di amoxiclav® in compresse e sospensioni

Azithromycin®

Un farmaco antibatterico appartenente alla classe dei macrolidi. Il meccanismo d'azione dipende dalla concentrazione dell'agente nel fuoco dell'infiammazione. A medie concentrazioni, agisce batteriostaticamente, ad alte concentrazioni - battericida.

Ha una vasta gamma di attività antimicrobica, compresi non solo grammo e grammo + agenti patogeni, ma anche flora atipica (micoplasma, clamidia, legionella). Inattivo contro i ceppi resistenti all'eritromicina.

L'antibiotico è resistente agli acidi, ha una buona digeribilità e un'alta biodisponibilità. Una caratteristica distintiva di Azithromycin® è la sua azione prolungata. Cioè, è in grado di mantenere concentrazioni antibatteriche terapeutiche nel fuoco infiammatorio per cinque giorni dopo la fine del corso.

  • Tuttavia, nel trattamento delle malattie ORL, un breve ciclo di antibiotici (3 compresse) è raccomandato solo per la prevenzione delle complicanze a lungo termine dell'angina, se il paziente è controindicato nelle iniezioni di bicillina e la malattia è stata trattata con un altro farmaco.
  • Leggi: Istruzioni per l'uso dell'azitromicina® in un linguaggio semplice
  • L'azitromicina® è ben tollerata dai pazienti, gli effetti collaterali del suo uso sono piuttosto rari. Controindicazioni alla sua nomina sono:
  • intolleranza individuale ai macrolidi;
  • gravi malattie del fegato, accompagnate da una violazione delle sue funzioni;
  • patologia renale, con una pronunciata riduzione della velocità di filtrazione glomerulare;
  • prendendo farmaci contenenti ergotamina e diidroergotamina.

Josamycin®

Un antibiotico battericida appartenente alla classe dei macrolidi. Il meccanismo d'azione si realizza legando le subunità ribosomiali 50S dei batteri e inibendo la sintesi proteica. L'ampio spettro d'azione comprende i patogeni gram-, gram + e atipici e alcuni funghi. Non promuove la crescita della resistenza ai patogeni e non provoca resistenza crociata.

Non è prescritto in presenza di ipersensibilità individuale, insufficienza epatica e neonati prematuri. Approvato per l'uso da parte di donne in gravidanza e in allattamento.

È leggermente tossico e ben tollerato dai pazienti. Gli effetti collaterali dell'uso, di regola, si manifestano con disturbi dispeptici, le reazioni allergiche sono raramente possibili. Con l'uso a lungo termine di alti dosaggi, è possibile una perdita dell'udito dose-dipendente, che è temporanea e scompare dopo l'interruzione del farmaco.

L'agente è ben assorbito dal tratto gastrointestinale, ha un'alta biodisponibilità e si accumula bene in organi e tessuti. Le massime concentrazioni battericide si ottengono nel tessuto polmonare, nelle tonsille, nel tessuto linfatico, nella pelle e nella SFA.

Zinnat®

Farmaco antibatterico battericida con un ampio spettro di attività. Appartiene alla seconda generazione di cefalosporine orali.

Cefuroxime® è resistente alle beta-lattamasi batteriche ed è efficace contro i grammi e i grammi + agenti patogeni, tuttavia, lo Streptococcus pneumoniae e i patogeni atipici possono sviluppare resistenza al farmaco (resistenza acquisita). Inefficace contro i ceppi di stafilococco resistenti alla meticillina.

Il farmaco viene ben assorbito se assunto per via orale, ma il tasso di assorbimento della sospensione è leggermente inferiore a quello delle compresse. L'uso simultaneo di Zinnat® con il cibo migliora la biodisponibilità e il tasso di assorbimento del farmaco.

L'antibiotico è in grado di superare la barriera placentare ed essere escreto nel latte materno, a questo proposito, le donne in gravidanza dovrebbero consultare il proprio medico prima di prenderlo. Non è raccomandato l'uso di Cefuroxime® nel primo trimestre di gravidanza. Quando somministrato alle donne che allattano, è necessario interrompere temporaneamente l'allattamento..

Zinnat® non è prescritto in presenza di intolleranza individuale ai beta-lattamici, colite ulcerosa non specifica, nel primo trimestre di gravidanza, nonché nei bambini di età inferiore a tre mesi. È usato con cautela nell'insufficienza renale cronica e nelle malattie gastrointestinali, nonché nel trattamento di pazienti debilitati e debilitati..

Gli effetti collaterali più comuni dal suo uso sono: manifestazioni allergiche, disturbi gastrointestinali, disbiosi intestinale e mughetto.

Continua a leggere: cos'è la faringite e come gestirla?

Potrebbe piacerti anche

Elenco completo di antibiotici macrolidi e dettagli importanti

Antibiotici per le malattie ORL: un elenco di agenti antibatterici per le malattie otorinolaringoiatriche

Gli antibiotici per le malattie ORL alleviano le condizioni del paziente ed eliminano la causa, vale a dire, uccidono i batteri. Questi farmaci non sono innocui per l'uomo, quindi il loro uso non è sempre giustificato.

Quando sono necessari antibiotici?

In otorinolaringoiatria, gli antibiotici sono prescritti per le malattie infiammatorie degli organi ENT, che sono causate dall'azione dei batteri, se c'è un alto rischio di complicanze.

La rinite e la laringite hanno spesso un'eziologia virale di origine, ma la sinusite, la tonsillite e l'otite media sono batteriche.

Gli antibiotici dovrebbero essere assunti solo se è noto che la malattia è causata da batteri. Per combattere infezioni e virus, vale la pena assumere farmaci antivirali.

Raramente, per il raffreddore, il medico prescrive un trattamento antibiotico. Ciò è consentito solo nei casi in cui il sistema immunitario non è in grado di combattere autonomamente i patogeni..

Gli antibiotici sono indispensabili se l'influenza o un'infezione respiratoria hanno contribuito allo sviluppo di mal di gola purulento, bronchite acuta e polmonite.

Gruppi di antibiotici

Tutti i farmaci antibatterici sono suddivisi in:

  • Batteriostatica. Arrestano la riproduzione dei batteri, ma non distruggono completamente i microrganismi, questa funzione deve essere svolta dal sistema immunitario.
  • Battericida. Uccidi i batteri.

Il primo gruppo è meno innocuo per il corpo.

Esistono i seguenti gruppi di antibiotici:

  • Penicilline. Appartiene alla classe degli antibiotici β-lattamici. La sostanza penetra nelle cellule, aiuta con scarlattina, mal di gola e polmonite. Gli svantaggi includono il fatto che la penicillina viene rapidamente escreta dal corpo..
  • Cefalosporine. Appartiene alla stessa classe delle penicilline. Ci sono 3 generazioni di cefalosporine. Per il trattamento delle malattie ORL, sono adatti i farmaci di 1a generazione, vale a dire cefalotina, cefazolina e cefalossina.
  • Aminoglicosidi. Questi sono farmaci ad ampio spettro. Sono molto tossici, ma efficaci anche per la tubercolosi. Questi includono Monomycin, Streptomycin e Gentamicin.
  • Macrolidi. Questo gruppo di farmaci è il più sicuro. I macrolidi possono essere utilizzati a lungo, sono approvati per il trattamento di bambini piccoli, donne in gravidanza e in allattamento, nonché pazienti con allergie a penicilline e cefalosporine. I farmaci più popolari sono l'eritromicina e l'azitromicina.
  • I fluorochinoloni. Questi sono antibiotici ad ampio spettro che non hanno controparti naturali. Ci sono 2 generazioni Il primo include Ofloxacin e Ciprofloxacin, il secondo - Levofloxacin e Sparfloxacin.

Solo un medico dovrebbe prescrivere il farmaco.

Antibiotici per adulti e bambini

I farmaci antibatterici sono prescritti per le forme moderate e gravi di malattie degli organi ENT, che sono accompagnate da alta temperatura corporea, mal di gola o nei seni nasali.

Il trattamento in bambini e adulti viene effettuato con gli stessi farmaci. L'unica differenza è il dosaggio.

Trattamento dell'otite

L'otite media è un'infiammazione dell'orecchio. Le forme acute acute e croniche di questa malattia possono essere trattate con antibiotici, le forme moderate e lievi possono essere curate con altri farmaci. Altre informazioni sull'otite media →

I più efficaci sono stati Amoxicillina o Cefuroxime axetil. Questi farmaci spesso causano una reazione allergica, per le allergie puoi usare l'azitromicina o la claritromicina.

Trattamento sinusite

La sinusite è un'infiammazione dei seni paranasali. Tale malattia può essere di origine virale e batterica. Altre informazioni sulla sinusite →

Il trattamento antibiotico deve essere iniziato dopo l'esame della presenza di flora batterica, se dopo 10 giorni di terapia con mezzi convenzionali non si osserva alcun miglioramento. Più dettagli

Se la malattia si manifesta con sintomi lievi (congestione nasale, secrezione mucosa dai passaggi nasali e un leggero aumento della temperatura corporea), molto probabilmente stiamo parlando di un'infezione virale, non batterica. Gli antibiotici non sono raccomandabili.

Farmaci antibatterici:

  • amoxiclav.
  • azitromicina.
  • amoxicillina.
  • Cefatoxime.
  • Meropenem.
  • imipenem.

Questi agenti possono trattare tutte le forme di sinusite: sinusite, sinusite frontale, sfenoidite ed etmoidite. La probabilità di sviluppare reazioni avverse è minima, quindi questi farmaci possono essere usati per i bambini. Il corso del trattamento è di 3-10 giorni. Maggiori informazioni sul trattamento antibiotico della sinusite →

Nel trattamento della sinusite con antibiotici, è necessario utilizzare contemporaneamente agenti per il deflusso di contenuti dai seni paranasali. Altrimenti, la malattia può diventare cronica..

Trattamento della faringite

La faringite è un'infiammazione della faringe, spesso di origine virale.

Preparazioni:

  • fenossimetilpenicillina.
  • amoxicillina.
  • amoxiclav.
  • Augmentin.
  • Benzylpenicillin.
  • azitromicina.
  • clindamicina.

Il corso del trattamento è di 7-14 giorni. Maggiori informazioni sul trattamento della faringite con antibiotici →

Mal di gola

La tonsillite streptococcica (angina) deve essere trattata con Amoxicillina, Clavulanato, Penicillina, Flemoxin solutab, Amosina, Ecoboom o Hikontsil.

Non trattare l'angina con potenti farmaci della classe delle cefalosporine o del fluorochinolo.

Principi generali d'uso

È necessario assumere farmaci antibatterici solo dopo aver ricevuto i risultati dell'esame per la flora batterica.
Caratteristiche dell'uso di antibiotici nel trattamento degli organi ENT:

  • Il corso della terapia è di 7-10 giorni, non puoi saltare giorni o tempo di ammissione. Il trattamento deve essere completo, se non completamente guarito, sono possibili ricadute.
  • Se dopo 2 giorni di terapia antibiotica non ci sono effetti, è necessario cambiare il farmaco.
  • Per i bambini, usare antibiotici in polvere o in forma di pillola..
  • Se si verificano effetti collaterali sotto forma di allergie o gravi disturbi digestivi, è necessario interrompere l'assunzione del farmaco e consultare un medico.
  • La durata e il regime di trattamento devono essere determinati da un otorinolaringoiatra, l'automedicazione è inaccettabile.

Poiché gli antibiotici hanno molti effetti collaterali, è necessario assicurarsi di non essere allergici a una specifica classe di farmaci antibatterici prima di usarli..

Controindicazioni

I farmaci antibatterici uccidono non solo i patogeni, ma anche i microrganismi benefici. Dopo il corso del trattamento, le difese del corpo diminuiscono, il lavoro del tratto digestivo può essere interrotto.

L'effetto degli antibiotici è forte, quindi, prima di usarli, è necessario leggere attentamente le istruzioni e in nessun caso assumere questi farmaci se ci sono controindicazioni:

  • gravidanza e allattamento al seno;
  • reazioni allergiche;
  • malattie gastrointestinali;
  • ittero colestatico, epatite e altre gravi malattie del fegato;
  • insufficienza renale.

Non combinare l'assunzione di antibiotici con alcool, nonché farmaci contenenti ergotamina e diidroergotamina.

Se i raffreddori, che sono accompagnati da forte mal di gola, naso che cola e congestione nasale, non scompaiono dopo una settimana di trattamento, vale la pena parlare dell'aggiunta di un'infezione batterica. Il corpo non può combattere i batteri, quindi è necessario bere antibiotici.

Oksana Belokur, dottore,
appositamente per Moylor.ru

Antibiotici per malattie ORL per adulti e bambini

Le malattie degli organi ENT causate da batteri sono trattate con antibiotici. In questa area della medicina, vengono utilizzati 4 gruppi: penicilline, cefalosporine, fluorochinoloni e macrolidi. Ognuno di loro ha le sue caratteristiche, ma tutti sono accettati secondo le stesse regole..

Come assumere correttamente gli antibiotici per il trattamento degli organi ENT?

  1. Un farmaco antibatterico è prescritto da un medico come indicato. La scelta è influenzata dalla gravità e dalla natura della malattia. Tiene inoltre conto degli antibiotici che il paziente ha assunto in precedenza.
  2. Gli antibiotici non sono mai prescritti per l'eziologia virale della malattia. Sono semplicemente inefficaci contro i virus..
  3. L'efficacia del farmaco prescritto viene valutata nei primi 3 giorni di trattamento.
  4. Gli effetti collaterali non richiedono sempre l'interruzione del farmaco. Può prescrivere farmaci per fermarli o modificare la dose.
  5. Con la terapia antibiotica, può verificarsi diarrea. Solo un medico dovrebbe trattarla.
  6. Non ridurre il dosaggio da soli, poiché i batteri possono diventare resistenti al farmaco.
  7. Il medicinale viene assunto contemporaneamente per mantenere la concentrazione sanguigna.
  8. I farmaci vengono assunti prima, durante o dopo un pasto. Assicurati di chiarire questa sfumatura.

Questi sono farmaci ad ampio spettro. Molto spesso, vengono somministrati per via intramuscolare / endovenosa per polmonite, nonché altre gravi infezioni nel campo della ginecologia, dell'urologia e della chirurgia. Cefixime è ampiamente usato per uso interno.

Meno spesso, le penicilline provocano allergie, ma nelle persone con intolleranza alla penicillina, possono causare reazioni negative al corpo. Le cefalosporine possono essere utilizzate per donne in gravidanza e bambini, alcuni farmaci sono ammessi dalla nascita.

  • Possibili reazioni avverse: allergie, nausea, diarrea.
  • Controindicazioni: ipersensibilità individuale.
  • Farmaci a base di cefixima: Pantsef, Suprax, Ceforal Solutab.

I mezzi con cefixima sono spesso prescritti per i bambini. Indicazioni principali: tonsillite, faringite, sinusite, otite media acuta, esacerbazione della bronchite cronica. La sospensione può essere somministrata a bambini da sei mesi e capsule - da 12 anni. Il trattamento durante l'allattamento comporta l'interruzione temporanea dell'allattamento al seno.

Indicazioni per l'uso di questo gruppo: angina; sinusite; scarlattina; esacerbazione di tonsillite cronica e bronchite; otite media acuta; polmonite acquisita in comunità.

Le penicilline sono a bassa tossicità, hanno un ampio spettro di azione.

Le allergie sono tra le reazioni avverse più comuni. C'è solo una controindicazione: l'ipersensibilità.

Le penicilline hanno maggiori probabilità di causare reazioni allergiche. Se compaiono orticaria o altre reazioni negative, interrompere l'assunzione del farmaco.

Le penicilline possono essere utilizzate per i bambini fin dalla tenera età e per le donne in gravidanza.

I farmaci a base di amoxicillina riducono l'efficacia della contraccezione.

  1. Preparati con amoxicillina. Nomi commerciali: "Amoxicillina", "Amosina", "Flemoxin Solutab", "Hikontsil". L'amoxicillina è ampiamente usata per le malattie degli organi ENT, in particolare nel trattamento dell'angina. È anche prescritto per l'ulcera peptica. È ben assorbito se assunto per via orale. Di solito lo bevono 2-3 volte al giorno. Va notato che l'amoxicillina antibiotica della penicillina è talvolta inefficace: alcuni batteri producono sostanze che distruggono il farmaco;
  2. Preparati con amoxicillina e acido clavulanico. Con queste sostanze, le farmacie vendono farmaci come "Amoxiclav", "Augmentin", "Panklav", "Flemoklav Solutab", "Ekoklav". L'acido clavulanico impedisce ai batteri resistenti di abbattere l'amoxicillina. Ciò è dovuto al frequente uso del tandem di queste sostanze nelle persone che sono state spesso trattate con antibiotici. Questa combinazione è indicata per la sinusite. Applicare il farmaco fino a 3 volte al giorno. Questi farmaci hanno maggiori probabilità di provocare diarrea e disfunzione epatica..

Questi antibiotici sono indicati per angina, sinusite, pertosse, esacerbazione di bronchite cronica e tonsillite, nonché infezioni causate da clamidia e micoplasma (per bambini di età superiore ai 5 anni).

Molto spesso vengono prescritti compresse e sospensioni. I macrolidi agiscono più lentamente, poiché non distruggono, ma fermano solo la crescita dei batteri. Raramente causano reazioni allergiche.

  1. Possibili effetti collaterali: disagio / dolore addominale, nausea, allergie, diarrea.
  2. I macrolidi sono controindicati solo in caso di ipersensibilità a loro.
  3. I batteri diventano rapidamente resistenti ai macrolidi, quindi il corso della terapia con loro non viene ripetuto per 3 mesi dal momento dell'ultimo.
  4. Preparazioni basate su di essa: "Azitromicina", "Azitral", "Azitrox", "Azicid", "Zetamax", "Zi-factor", "Zitrolide", "Sumamed", "Hemomycin", "Ecomed".

Dei macrolidi, l'azitromicina viene prescritta il più delle volte. È ben assorbito e tollerato. L'azitromicina è in grado di sopprimere la riproduzione di Haemophilus influenzae, una causa comune di sinusite e otite media. Si consiglia di prenderlo a stomaco vuoto. Dal momento che non viene escreto dal corpo per lungo tempo, prendono il medicinale solo una volta al giorno. Il trattamento può essere molto breve - 3-5 giorni.

Se necessario, l'azitromicina è prescritta per le donne in gravidanza. È strettamente controindicato in caso di insufficienza renale e epatica grave..

Fa parte dei seguenti medicinali: Claritromicina, Klabaks, Klacid, Fromilid, Ecositrin.

Questo antibiotico viene utilizzato nel trattamento delle infezioni respiratorie, nonché in presenza di Helicobacter pylori, che provoca ulcere allo stomaco. Distrugge la clamidia, quindi è prescritto per gli adulti per le infezioni genitali.

  • Gli effetti collaterali sono gli stessi dell'eritromicina.
  • Può essere usato per trattare i bambini dai sei mesi di età, usato durante la gravidanza e l'allattamento.
  • Midecamicina (midecamicina acetato)
  • Nome commerciale "Macropen".
  • È molto spesso usato come sospensione nel trattamento delle infezioni del tratto respiratorio nei bambini..

Si consiglia di somministrarlo a tuo figlio 60 minuti prima di un pasto. Il corpo lo rimuove rapidamente, quindi è necessario assumere questo antibiotico almeno tre volte al giorno..

La midecamicina non viene utilizzata durante l'allattamento e durante la gravidanza - solo in casi difficili.

Indicazioni: sinusite; dissenteria; salmonellosi; annessite; decorso grave di otite esterna; esacerbazione della forma cronica di bronchite; polmonite; pielonefrite e cistite; clamidia.

Questi antibiotici, di norma, sono prescritti solo per malattie gravi. Sono controindicati in gravidanza e per i bambini a causa del possibile effetto sulla formazione della cartilagine..

Sono controindicati in caso di ipersensibilità, gravidanza, allattamento. Può essere utilizzato solo dagli adulti (dai 18 anni).

Durante il trattamento e 3 giorni dopo la fine, il sole diretto deve essere evitato.

Antibiotici fluorochinolonici

  1. Ofloxacin. Produce con lo stesso nome, oltre a: "Zanocid", "Zoflux", "Ofloxin", "Taravid". Di solito viene utilizzato nel campo della ginecologia e dell'urologia. Non tutte le malattie degli organi ENT sono trattate con esso. È usato per bronchite, sinusite, ma non è praticato per angina e polmonite da pneumococco;
  2. Moxifloxacina. Prodotto con il nome "Avelox". È il più potente dei fluorochinoloni. Si consiglia di utilizzarlo nel trattamento di sinusite grave, polmonite e bronchite;
  3. Ciprofloxacina. Prodotto con lo stesso nome, così come: "Tsiprinol", "Tsiprobay", "Tsiprolet", "Tsipromed", "Tsifran", "Ecocifol". Tra i fluorochinoloni, viene spesso praticato. È un antibiotico ad ampio spettro, compresa l'attività contro agenti patogeni di malattie gravi. Le indicazioni sono le stesse della ofloxacina;
  4. Levofloxacina. Prodotto con lo stesso nome, oltre a: "Levolet", "Glevo", "Lefoktsin", "Tavanik", "Flexid", "Floracid", "Haileflox", "Ekolevid", "Eleflox". È un antibiotico ad ampio spettro che è attivo contro tutti i patogeni. È molto spesso usato per sinusite e polmonite. È anche prescritto per bassa efficacia di macrolidi e penicilline, per infezioni gravi.

Nonostante il fatto che tutti questi farmaci possano essere acquistati senza prescrizione medica, l'automedicazione non è strettamente raccomandata. Se si sospetta un'infezione batterica nei bambini, viene immediatamente mostrato a ENT. L'automedicazione con antibiotici, anche i più sicuri, può causare gravi danni al corpo.

I materiali pubblicati in questa pagina sono a scopo informativo e sono destinati a scopi didattici. I visitatori del sito non devono usarli come consulenza medica. La determinazione della diagnosi e la scelta del metodo di trattamento rimangono di esclusiva prerogativa del medico curante..

Antibiotici per la rinite negli adulti e nei bambini: indicazioni per il trattamento e una varietà di farmaci

La rinite è considerata una compagna frequente di patologie respiratorie, che sono accompagnate da danni al sistema respiratorio. Le manifestazioni caratteristiche di questa condizione sono il rilascio di muco dal naso e la lacrimazione, che indica un processo patologico nella faringe..

Il trattamento standard include gocce di vasocostrittore e lavaggio nasale, ma se lo si desidera possono essere prescritti antibiotici locali e sistemici..

Gli antibiotici per il raffreddore negli adulti sono selezionati da un medico solo se la patologia si sviluppa sotto l'influenza dei batteri e non vi è alcun miglioramento dopo il trattamento iniziale.

Indicazioni antibiotiche

Ci sono alcune indicazioni in cui viene effettuata l'eliminazione del raffreddore comune con l'uso di antibiotici. Con il loro aiuto vengono trattate sinusite, sinusite frontale, etmoidite purulenta e infiammazione dei seni mascellari. Tutte queste patologie sono accompagnate dallo sviluppo di un processo patologico nei seni nasali e nella gola. In assenza del risultato desiderato dopo l'uso di medicinali per la rinite, vengono selezionati farmaci antibatterici per il paziente. Inoltre, una delle indicazioni obbligatorie per tale terapia è un'analisi che conferma la presenza di un'infezione batterica..

Brividi, aumento della temperatura, emicrania e secrezione verdastra dai passaggi nasali diventano manifestazioni caratteristiche di tale condizione patologica. Komarovsky ritiene che l'assunzione di antibiotici per il raffreddore comune sia inevitabile in caso di abbandono della malattia e il suo passaggio a una forma cronica.

Antibiotici locali

Gli antibiotici per la rinite sono di solito prescritti per l'infiammazione nasale prolungata e la tosse. C'è un elenco di medicinali usati localmente per il raffreddore..

Fluimucil antibiotico IT

Un farmaco efficace ed efficace è l'IT antibiotico Fluimucil, che può essere utilizzato per inalazione e sotto forma di gocce. I componenti del farmaco sono il tiamfenicolo e l'acetilcisteina mucolitica. Questa combinazione di componenti consente di ottenere rapidamente effetti antibatterici, mucolitici e antinfiammatori..

Il rimedio è spesso prescritto per eliminare la bronchite, la laringite, la laringotracheite, la sinusite, la polmonite e la rinite provocate da vari batteri. Nel trattamento degli adulti, Fluimucil è prescritto per inalazione di 0,25 go 2-4 gocce 1-2 volte al giorno.

I bambini dopo 1 anno di età e gli adolescenti, tenendo conto della gravità della patologia, hanno mostrato la somministrazione per inalazione del farmaco alla dose di 0,125 g 1-2 volte al giorno. L'IT antibiotico fluimucil può gocciolare nel naso in 1-2 gocce, a partire da 1 anno. Per neonati e bambini, un tale rimedio per la rinite non è prescritto per eliminare i sintomi spiacevoli..

È vietato l'uso del farmaco durante la gravidanza, l'allattamento, patologie del sangue e gravi danni al fegato e ai reni.

Isofra

Il principale ingrediente attivo di un farmaco come Isofra è la framicetina. Il farmaco ha un forte effetto antibatterico su molti agenti patogeni ed è usato per la sinusite e la rinite dell'eziologia antibatterica. È vietato l'uso di un antibiotico per il raffreddore nei bambini di età inferiore a 1 anno, durante la gravidanza e l'allattamento.

Per gli adulti, al medicinale viene prescritta 1 iniezione in ciascun passaggio nasale 4-6 volte al giorno. Nel trattamento della rinite nei bambini, viene indicata 1 dose ogni 8 ore e il prezzo del farmaco è abbastanza conveniente.

Polydex

Polydexa è un farmaco che si presenta sotto forma di spray. Il suo principale ingrediente attivo è la fenilefrina, che ha un pronunciato effetto antibatterico e aiuta a normalizzare la respirazione in breve tempo. Si consiglia di utilizzare Polydexa con una scarica gialla e verde spessa, irrigando i passaggi nasali fino a 5 volte al giorno. Nel trattamento di bambini dai 3 ai 12 anni, di solito non sono indicate più di 3 iniezioni al giorno. A differenza di Isofra, Polydexa contiene contemporaneamente più componenti attivi, che hanno effetti ormonali, antibatterici e vasocostrittori. Inoltre, tale medicinale aiuta ad alleviare rapidamente l'edema locale e restringere i vasi sanguigni, eliminando la congestione nasale..

Le controindicazioni alla nomina di Polydexa sono di età fino a 2,5 anni, ipersensibilità ai componenti del farmaco e glaucoma chiuso. Il medicinale non è prescritto per le donne durante la gravidanza e durante l'allattamento.

Neomicina e Novoimanin

La neomicina è un farmaco appartenente al gruppo degli aminoglicosidi. Il farmaco viene prodotto sotto forma di gocce nasali, ma le lozioni possono essere preparate sulla base. La neomicina è usata per la rinite di origine batterica e nella lotta contro i virus dell'influenza è inefficace rispetto a Viferon.

La novoimanina è un antibiotico naturale, la cui azione è mirata alla rapida rigenerazione dei tessuti mucosi del naso. Grazie a lui, il corpo è in grado di resistere alle infezioni da streptococco, che l'ampicillina non può far fronte. Prima dell'uso, la soluzione alcolica viene diluita con una soluzione di cloruro di sodio, una soluzione di anestesia o una soluzione di glucosio al 10%.

Novoimanin è usato esternamente per medicazioni umide, lavaggio della cavità ed elettroforesi.

Framycetin e Bioparox

Framycetin è un farmaco che contiene ingredienti naturali. Il farmaco aiuta a ottenere un buon risultato nel trattamento della sinusite protratta e della rinite in forma cronica. Bioparox è prodotto sotto forma di aerosol e il suo principale ingrediente attivo è la fusafungina. Sotto l'influenza di una tale sostanza, è possibile distruggere rapidamente i patogeni che hanno provocato la rinite vasomotoria e atrofica. Bioparox ha un effetto antinfiammatorio e aiuta a eliminare funghi e infezioni batteriche.

Trattamento antibatterico sistemico

Gli antibiotici in fiale per iniezioni e compresse sono prescritti in presenza di indicazioni gravi e dopo un'analisi per identificare l'agente causale dell'infezione.

Augmentin

Per il trattamento di tali complicanze batteriche dopo rinite come otite media, bronchite e sinusite, viene selezionato un agente potente come Augmentin. Il farmaco contiene due sostanze: amoxicillina e acido clavulanico.

Il farmaco è ampiamente usato contro una vasta gamma di microrganismi patogeni, tra cui stafilococchi, streptococchi, Haemophilus influenzae, Escherichia e enterococchi.

Augmentin è prodotto sotto forma di compresse, sostanza secca per preparazione di sospensione e iniezioni.

Sumamed

Il principale ingrediente attivo di Sumamed è l'azitromicina. Questo strumento presenta numerosi vantaggi rispetto ad altre potenti medicine. Tra questi ci sono una buona tolleranza e una bassa probabilità di effetti collaterali. Il farmaco può essere utilizzato per il trattamento della rinite per raffreddori in brevi corsi a causa della sua azione prolungata. L'antibiotico è efficace contro streptococchi, clamidia, micoplasma e altri batteri.

Suprax

Suprax è un antibiotico economico del gruppo cefalosporinico efficace nella lotta contro vari agenti patogeni patogeni. Il componente attivo del farmaco è la cefixima, che si lega alle proteine ​​del sangue e, diverse ore dopo l'ingestione, si accumula nella concentrazione desiderata nella zona di infiammazione.

Per i bambini di età superiore ai 12 anni e per gli adulti, l'antibiotico viene prescritto in compresse una volta al giorno. La durata del corso di terapia non è più di una settimana. Per eliminare la malattia nei bambini dai 6 mesi ai 12 anni, Suprax viene utilizzato in forma granulare, da cui viene preparata una sospensione.

Si prescrive di assumere 6-10 ml di farmaco una volta al giorno per non più di 5-7 giorni.

Controindicazioni ai farmaci

Nonostante tutte le proprietà positive degli antibiotici nel trattamento delle patologie, in alcuni casi il loro uso dovrà essere abbandonato. In alcuni casi non è consentito assumere un antibiotico per il raffreddore:

È vietato assumere antibiotici da soli per raffreddore negli adulti, poiché è possibile un indebolimento ancora maggiore del sistema immunitario. Con la scelta sbagliata della medicina, c'è un alto rischio di mughetto, disbiosi e altre patologie del tratto digestivo. Inoltre, aumenta la resistenza dei patogeni ai farmaci assunti. La comparsa di rinite è possibile per vari motivi ed è spesso uno dei segni di patologie respiratorie. Eventuali farmaci devono essere selezionati solo da un medico, poiché qualsiasi automedicazione può aggravare ulteriormente le condizioni del paziente.

Assunzione di antibiotici: 6 errori. Dovrei bere antibiotici: sinusite, otite media, polmonite

Trattamento antibiotico per bambini e adulti. La diarrea dopo antibiotici non è disbiosi

Anton Rodionov, cardiologo, candidato alle scienze mediche, professore associato del Dipartimento di Terapia della Facoltà n. 1 della prima Università medica statale di Mosca intitolata a Sechenov

Sfortunatamente, il trattamento antibiotico nel nostro paese non è solo una questione di medici. Internet è pieno di richieste: "Quali antibiotici bere per l'angina?", "Devo prendere antibiotici per il raffreddore?", "Cosa scegliere - antibiotici in compresse o iniezioni?" Il dott. Anton Rodionov, nel suo libro sulle medicine, parla in dettaglio dell'assunzione ammissibile di antibiotici per bronchite, sinusite e altre malattie del tratto respiratorio - e solo come prescritto da un medico!

Antibiotico tradotto dal greco significa "contro la vita". Da un lato, questi sono farmaci che, forse, hanno salvato un numero record di vite sulla terra, in ogni caso, la diffusa introduzione di antibiotici nella pratica clinica nella seconda metà del 20 ° secolo ha permesso di cambiare radicalmente la struttura della morbilità e della mortalità, sostituendo le patologie infettive dalle prime posizioni. D'altra parte, questo è un gruppo di farmaci con un numero record di errori nella prescrizione.

Di solito iniziavo le mie lezioni sugli antibiotici con i dati presentati nel 2001 dal leggendario professore L.S. Strachunsky è la figura di spicco della terapia antibiotica russa. Quindi, analizzando le carte ambulatoriali nei policlinici per bambini, si è scoperto che circa il 90% degli antibiotici era prescritto non secondo le indicazioni. Più della metà delle prescrizioni erano per ARVI (e sai benissimo che gli antibiotici per ARVI non sono prescritti né per il trattamento né per la prevenzione). Non credo che le statistiche siano cambiate radicalmente in 15 anni..

Nella seconda diapositiva mostro 4 principi generali di trattamento antibiotico. Sono formulati per i medici e rappresentano i 4 errori più comuni. Tuttavia, sono sicuro che saranno utili anche a te. Così:

  1. Gli antibiotici non dovrebbero essere prescritti se possono essere omessi. Questa è la regola più importante
  2. Non è necessario "espandere" inutilmente lo spettro dell'azione antibiotica. Quando sei malato, vuoi una medicina più forte in modo che uccida tutto e di sicuro. Quindi non essere "più duro". Se un antibiotico è davvero necessario, non dovrebbe "bruciare tutti gli esseri viventi, lasciando indietro un deserto", ma agire in modo mirato, tenendo conto della sensibilità dell'agente patogeno. Ad esempio, stranamente, il classico mal di gola da streptococco, proprio come 60 anni fa, è ora perfettamente trattato con semplici penicilline..
  3. Non prescrivere antibiotici per via endovenosa o intramuscolare se possono essere somministrati in compresse.
  4. Non è necessario prescrivere regolarmente farmaci antifungini con un breve ciclo di antibiotici - 5-7 giorni. Nella migliore delle ipotesi è inutile.

Antibiotici per bronchite, sinusite e altre malattie del tratto respiratorio e degli organi ENT

Quando abbiamo parlato del trattamento dell'ARVI, ho ripetuto più di una volta che un raffreddore semplice non è mai e in nessun caso trattato con antibiotici. Inoltre, gli antibiotici non vengono utilizzati per prevenire complicazioni da raffreddori..

L'unica ragione per prescrivere antibiotici è lo sviluppo di complicanze (sinusite purulenta, otite media) o tonsillite batterica.

Con la sinusite, gli antibiotici sono prescritti quando le secrezioni purulente dal naso, la febbre, il mal di testa e il dolore o una sensazione di pienezza nella proiezione dei seni persistono per diversi giorni. Con l'otite media, gli antibiotici vengono trattati in presenza di febbre, secrezione purulenta dall'orecchio (se il timpano ha un difetto), con forte dolore all'orecchio. La diagnosi, ovviamente, deve essere fatta da un medico..

Abbiamo già parlato di mal di gola da streptococco. Prima di prescrivere un antibiotico, è necessario dimostrare la presenza di streptococco; per questo ci sono analisi espresse.

In alcuni casi, gli antibiotici sono appropriati per il trattamento delle esacerbazioni della bronchite cronica (o della malattia polmonare ostruttiva cronica); di regola, questo è il sacco di fumatori. La base per il trattamento è la febbre, un aumento della mancanza di respiro, un aumento della quantità e della purulenza dell'espettorato. Lascia che ti ricordi che solo una tosse, anche con catarro, con un raffreddore non è un'indicazione per la prescrizione di un antibiotico.

La malattia polmonare più grave è la polmonite (polmonite). La polmonite può essere sospettata da sola, ma il medico deve confermarla ascoltando i polmoni (auscultazione) e l'esame a raggi X. Ecco i principali segni che dovrebbero essere una ragione per contattare un medico:

Opzione 1: forte aumento della temperatura a 39-40 ° C, accompagnato da tosse secca, cattiva salute, mancanza di respiro; dolore toracico peggiore quando si tossisce.

2a opzione: l'inizio è lo stesso di ARVI con naso che cola e tosse, una leggera temperatura, poi una normale, e poi un aumento di nuovo a 38 ° C e oltre.

Nei bambini: durata della temperatura fino a 38 ° C e oltre più di 3 giorni, respiro rapido, letargia grave, sonnolenza.

Per il trattamento delle malattie respiratorie, vengono spesso utilizzati tre gruppi di farmaci:

  • penicilline: amoxicillina, amoxicillina / clavulanato;
  • macrolidi - azitromicina, claritromicina;
  • fluorochinoloni (respiratori) - levofloxacina, moxifloxacina.

Errori comuni nel trattamento antibiotico per le infezioni del tratto respiratorio

  1. L'uso di antibiotici nelle iniezioni su base ambulatoriale (domiciliare). Tutti questi farmaci, e molti altri, esistono in forma di pillola..
  2. L'uso del co-trimoxazolo (biseptolo). È una medicina molto pericolosa con uno spettro ristretto di usi. Per qualche motivo, amano usarlo per l'automedicazione, considerandolo l'antibiotico più sicuro. Questo è completamente sbagliato.
  • Devono esserci ottime ragioni per scegliere il co-trimoxazolo rispetto ad altri antibiotici. Si consiglia di condurre brevi corsi di terapia (non più di 5-7 giorni).
  • Il co-trimoxazolo è usato per malattie specifiche, ad esempio per la polmonite da pneumocisti nelle persone con infezione da HIV e per il trattamento di alcune forme di infezioni nosocomiali con insensibilità ad altri antibiotici.
  • L'uso del co-trimoxazolo richiede un attento monitoraggio degli effetti collaterali, la cui trascuratezza può portare alla morte. Ad esempio, il rischio di una grave reazione tossica (sindrome di Lyell) con questo farmaco è da 10 a 20 volte superiore rispetto agli antibiotici convenzionali.
  1. Uso di routine di probiotici e farmaci antifungini. Non farlo.
  2. Inizio tardivo della terapia antibiotica per la polmonite. Sfortunatamente, le persone muoiono di polmonite anche nel 21 ° secolo. Più tardi inizia il trattamento, maggiore è il tasso di mortalità - tali sono le statistiche deludenti..
  3. Frequente cambiamento di antibiotico durante il trattamento, che è spiegato dal "pericolo di sviluppare resistenza". Esiste una regola empirica generale per la terapia antibiotica: l'efficacia viene valutata entro 48-72 ore. Se durante questo periodo la temperatura si normalizza e i sintomi diminuiscono, significa che il farmaco è efficace e la sua assunzione continua fino a quando viene calcolato il corso del trattamento. Se la temperatura persiste, l'antibiotico è considerato inefficace e viene sostituito con un farmaco di un altro gruppo.
  4. Troppo lungo o troppo corto, incl. corso di trattamento auto-interrotto. Devi capire che stiamo trattando una malattia, non test o cambiamenti radiologici. Ad esempio, dopo la polmonite, i cambiamenti nei raggi X possono persistere fino a un mese e talvolta più a lungo. Questo non significa affatto che devi ingoiare antibiotici per tutto questo tempo. Tuttavia, non è necessario interrompere il trattamento il primo giorno di temperatura normale: questo è un modo sicuro per garantire che la prossima volta che l'antibiotico non funzionerà.

Disbatteriosi dopo antibiotici: cosa succede davvero

I medici occidentali sono molto sorpresi quando apprendono che i russi riescono in qualche modo a diagnosticare la "disbiosi intestinale" e poi a trattarla. La famigerata "analisi delle feci per la disbiosi" è un oscurantismo diffuso su scala nazionale. Diverse migliaia di microbi vivono nell'intestino, il laboratorio identifica solo due dozzine e non tutti quelli che si trovano sulle pareti dell'intestino, ma quelli che si muovono con le feci. Se il medico ti suggerisce di superare questo test, pensa seriamente..

In effetti, il problema è una condizione chiamata diarrea associata ad antibiotico, cioè diarrea che si sviluppa a seguito dell'assunzione di antibiotici. I meccanismi del suo sviluppo possono essere diversi, tutt'altro che ridotto a una violazione della composizione della microflora. Ad esempio, i macrolidi e il clavulanato causano diarrea a causa dell'aumentata peristalsi intestinale. Non è necessario trattare tale diarrea associata agli antibiotici, si interrompe da sola un paio di giorni dopo l'interruzione del farmaco.

Il problema principale è la diarrea associata alla colonizzazione di un microrganismo chiamato Clostridium di cile. In questo caso, nonostante l'interruzione della terapia antibiotica, la frequenza delle feci aumenta e si sviluppa una grave disidratazione. Potenziali complicanze: ulcerazione e perforazione del colon e morte.

Sulla base di questo, formuliamo la seguente regola: se, dopo aver interrotto l'antibiotico, la diarrea non solo non scompare, ma, al contrario, la condizione peggiora, è necessario consultare un medico e fare un'analisi delle feci per determinare la tossina del Clostridium di cile. Quando la diagnosi è confermata, viene prescritto il trattamento con altri antibiotici (metronidazolo e vancomicina).

Per domande mediche, assicurati di consultare un medico in anticipo