Posso bere alcolici mentre assumo antibiotici

Buon momento, lettori! Si ritiene che l'assunzione di antibiotici escluda il consumo di alcol. Oggi ho deciso di capire: è possibile bere alcolici quando si assumono antibiotici? Chiariamo la situazione e determiniamo quali farmaci, dopo che tempo dopo aver bevuto alcolici, puoi prenderlo senza conseguenze sulla salute.

Soddisfare

La compatibilità del farmaco con l'alcol dipende dal tipo di agente antibatterico. Alcuni antibiotici (metronidazolo, derivati ​​del nitrofurano, tinidazolo) bloccano l'enzima che scompone l'alcol. Pertanto, le sostanze tossiche si accumulano nel sangue. Dopo aver assunto questi fondi, di conseguenza, le navi periferiche si espandono, causando arrossamento del viso..

Le sostanze velenose che si accumulano nel sangue portano a nausea e vomito. La risposta all'avvelenamento è accompagnata da aritmia e vertigini. Naturalmente, bere alcolici senza antibiotici può causare sintomi simili..

Ma è improbabile che dopo aver prescritto il farmaco, il medico dirà in dettaglio quanto tempo impiega a prendere l'alcool. Sfortunatamente, non sentirai una risposta motivata. Le istruzioni contengono sempre informazioni sulla compatibilità del farmaco con bevande alcoliche e altri farmaci..

Solo dopo una spiegazione dettagliata possiamo concludere se vale la pena rischiare la tua salute e quanto tempo dopo averlo assunto puoi bere. Va detto che ci sono farmaci antibatterici che non interagiscono con gli alcoli. Una controindicazione categorica esiste solo per metronidazolo e farmaci in questo gruppo.

Perché non riesci a combinare l'alcol con gli antibiotici

Molte persone chiamano il divieto dell'uso di bevande alcoliche durante il trattamento come un mito associato alla necessità di uno stile di vita corretto per una persona malata. Forse c'è del vero in questo. Ma è assolutamente stabilito che le conseguenze di una reazione simile al teturam portano a un rallentamento del cuore, al soffocamento e alla caduta di pressione potenzialmente letali.

Si scopre che per elaborare una sostanza tossica sono necessari enzimi che scompongono il farmaco e ne promuovono l'eliminazione. L'alcool blocca la produzione di deidrogenasi, quindi la quantità di acetaldeide tossica raggiunge una quantità critica.

Questa condizione può manifestarsi come un'improvvisa perdita di coscienza a causa di un calo della pressione sanguigna. La condizione può essere accompagnata da convulsioni, febbre, soffocamento.

I seguenti antibiotici prevengono la degradazione dell'alcol:

  • Streptomicina;
  • ketoconazolo;
  • Trichopolum (metronidazole), ornidazole, metrogil gel,
  • Il gruppo di cefalosporine - ceftriaxone, cefamandol, cefatoten;
  • Levomicetina, biseptolo.

Tutti gli antibiotici del gruppo tetraciclina sono incompatibili (doxacyclin, metacyclin, vibramicina).

Vi sono prove che gli antibiotici del gruppo nitromidazolo danno una reazione simile al disulfiram (teturam). La molecola di cefalosporina assomiglia alla struttura di disulfiram, quindi provoca anche fenomeni simili.

Un altro motivo per l'assunzione indesiderata di alcol è una diminuzione dell'azione antimicrobica e degli effetti tossici sul fegato. Inoltre, aumenta la probabilità di sviluppare effetti collaterali dopo aver bevuto alcolici..

Le conseguenze sono individuali per tutti. Pertanto, è meglio aspettare di bere alcolici fino al recupero e non sperimentare con la propria salute.

L'uso simultaneo di farmaci con alcool minaccia le seguenti conseguenze:

  • Avvelenamento da tossine;
  • Violazione della produzione di enzimi da parte del fegato;
  • Inattivazione del principio attivo del farmaco;
  • Inefficacia del trattamento;
  • Esacerbazione della malattia;
  • Reazioni allergiche;
  • Reni sovraccarichi.

Gli antibiotici rallentano la degradazione degli alcoli. Di conseguenza, il giorno successivo ci sarà una grave sindrome da sbornia..

Sulla base di quanto sopra, dirò addio all'alcol fino a quando non mi riprenderò completamente dalla mia malattia. Altrimenti, la mia guarigione sarà a rischio e la possibilità di prendere una forma cronica aumenta in modo significativo. Ecco perchè.

Lo scopo dell'assunzione di antibiotici è quello di distruggere i patogeni. Nello stomaco, la compressa del farmaco si dissolve e viene assorbita nel sangue. Attraverso i vasi, le medicine vengono trasportate in tutto il corpo, penetrano nel fuoco dell'infiammazione, uccidono e sopprimono la crescita dei batteri.

Successivamente, il fegato inizia a lavorare attivamente. Il suo compito è quello di elaborare i prodotti di decomposizione di batteri e antibiotici e quindi, usando il sistema escretore, rimuoverli dal corpo..

Va bene bere alcolici deboli

Il principio attivo delle bevande alcoliche, indipendentemente dalla loro forza, è l'etanolo. Una piccola concentrazione di questa sostanza è sufficiente per innescare reazioni chimiche. L'etanolo interagisce con gli antibiotici, paralizzando il loro lavoro.

L'alcol agisce anche sugli enzimi che non scompongono l'alcol. Pertanto, circola nel sangue sotto forma di sostanze tossiche, causando sintomi di avvelenamento. I prodotti di decomposizione dei batteri formano anche complessi tossici con l'alcol.

Come l'etanolo interagisce con i farmaci

Non piegherò la mia anima, a volte, se non c'è un divieto diretto nelle istruzioni, ho preso l'alcol dopo aver preso gli antibiotici. Non ho notato alcuna conseguenza. È vero, ho sempre notato quanto tempo ci è voluto per prendere la pillola.

Ho imparato che i produttori di droghe non testano droghe su persone ubriache. Pertanto, le istruzioni non forniscono raccomandazioni in merito. Ma c'è sempre una nota: prendere rigorosamente come indicato dal medico.

Va anche detto che la malattia esaurisce il corpo e il recupero richiede la mobilitazione di tutti i sistemi. Pertanto, non dovresti indebolirlo ulteriormente con l'alcol e creare ostacoli per il funzionamento dell'antibiotico. Durante l'assunzione di antibiotici, anche l'infezione più innocua porta a conseguenze avverse.

Pertanto, qualsiasi trattamento implica rinunciare all'alcol durante il corso della terapia. Oltre all'antibiotico, di norma vengono prescritti altri farmaci, che in combinazione creano molto lavoro per il fegato per elaborare i prodotti di decomposizione.

Un ulteriore stress sulle cellule del fegato può portare alla loro morte. Quanto tempo ci vuole per rimuovere un antibiotico dal corpo? Si raccomanda di astenersi dalle bevande alcoliche per altri tre giorni dopo il trattamento al fine di eliminare completamente il medicinale..

I segni più comuni di un aumento dell'intossicazione quando si combinano gli antibiotici con l'alcol sono vomito, mal di stomaco. A volte i farmaci nelle condizioni di etanolo generalmente ne neutralizzano l'effetto, questo è spreco di denaro, tempo e, soprattutto, salute.

In questo caso, scelgo sempre l'opportunità di essere guarito, non iniziare la mia malattia o prendere una complicazione sotto forma di cirrosi epatica..

Cosa ne pensi di questo? Condividi le tue situazioni di vita. Iscriviti al blog Ti auguro il meglio.

Antibiotici e alcol

Prima di tutto, vorremmo notare che non raccomandiamo di bere alcolici per i seguenti motivi:

  • in sostanza è un veleno che avvelena il corpo e interferisce con il trattamento delle malattie;
  • l'alcol interferirà con il recupero privando il corpo delle sostanze di cui ha bisogno.

Quando gli antibiotici interagiscono con l'alcol, la concentrazione del primo può diminuire. Inoltre, in presenza di questi farmaci, la degradazione dell'alcool rallenta, il che porta all'avvelenamento.
Ora ci sono diverse teorie sul fatto che gli antibiotici e l'alcol possano essere combinati e la quantità di alcol che si può bere:

  1. Secondo una delle teorie, la loro assunzione congiunta porta a conseguenze avverse e, prima di bere alcolici, è necessario attendere almeno 3 giorni affinché il medicinale venga rimosso dal corpo.
  2. Un altro dice che pillole, unguenti o colpi di antibiotici sono compatibili con l'alcol. Ciò è dimostrato dai risultati della ricerca medica rilasciata dal servizio di notizie russo della BBC. Tuttavia, gli stessi autori degli studi non escludono la possibilità di conseguenze negative..
  3. Secondo la terza teoria, alcuni antibiotici possono essere assunti con l'alcol e altri no. Di norma, i medici avvertono di tale incompatibilità e questo è indicato nelle istruzioni per il medicinale..

Quando gli antibiotici e l'alcol sono incompatibili?

Gli studi di laboratorio condotti su animali e pazienti volontari hanno permesso di dedurre quali effetti hanno determinati farmaci, a seconda del loro gruppo..
Azalid, Amoxiclav, Tsifran e Ceftriaxone non sono stati inclusi nella tabella di compatibilità di antibiotici e alcool, poiché bloccano l'azione del farmaco e aumentano l'effetto negativo delle tossine sugli organi interni, causando avvelenamento.
Puoi ottenere maggiori informazioni su questo argomento sul portale OkeyDoc, gli autori di articoli di cui sono medici con diverse specializzazioni. Ma in ogni caso, la risposta del medico sarà decisiva..

Gli antibiotici e l'alcol saranno efficaci?

Sembrerebbe che le emozioni positive di una festa, un bicchiere di birra o un bicchiere di vino, che consentono di "ridurre lo stress", andranno a beneficio della persona guarita, ma questo non è del tutto vero..
Ci sono una serie di buoni motivi per cui alcol e antibiotici non devono essere combinati (come riportato dai volontari in uno studio di compatibilità):

  • reagiscono alcoli e droghe, che aumentano la concentrazione di tossine e danneggiano il fegato (e come ti senti);
  • l'efficacia dei farmaci diminuisce;
  • il tratto gastrointestinale soffre e i nutrienti del cibo vengono assorbiti peggio;
  • aumenta l'effetto sedativo (calmante), che può portare a una condizione dolorosa in cui si osservano letargia, affaticamento, lentezza, indifferenza verso tutto e coscienza alterata;
  • a causa del blocco dell'azione del farmaco, la malattia può diventare cronica.

Le conseguenze dell'assunzione di antibiotici e alcol

Ripetiamo che eventuali bevande alcoliche sono sostanze tossiche, veleni. Anche senza farmaci, hanno un effetto negativo sul fegato, sul tratto gastrointestinale e sullo stato del corpo nel suo insieme. Inoltre, non devono essere assunti durante una malattia, quando tutte le forze dovrebbero essere dirette alla guarigione e non per rimuovere i veleni..
Diamo un'occhiata a questo problema fino alla fine e vediamo da soli perché è impossibile, durante l'assunzione di antibiotici, mescolarli con l'alcol e cosa accadrà se li bevi insieme?

  1. L'alcol distrugge vitamine e minerali, indebolisce il corpo e riduce l'immunità, rallentando così il recupero.
  2. Il fegato si infiamma a causa dell'esposizione alle tossine (si verifica l'epatite da farmaco) e questo provoca cirrosi epatica e insufficienza epatica. Le tossine da droghe e alcol riducono la capacità del fegato di elaborarle ed espellerle, specialmente con un uso prolungato o regolare. Gli antibiotici sono la causa più comune di epatite indotta da farmaci.
  3. Il componente più importante del tratto gastrointestinale - utile microflora - viene distrutto da droghe e alcol. E questo porta a disbiosi, gastrite, ulcere, nonché scarso assorbimento di nutrienti e indebolimento delle funzioni del corpo..

Tutto sull'alcol

Tutto ciò che devi sapere sull'alcol: vino, birra, vodka, cognac, whisky, champagne, rum...

Alcol e antibiotici

Come sapete, molti farmaci reagiscono con l'alcol per formare composti pericolosi. Pertanto, prima di mescolare i farmaci assunti con l'alcol, è consigliabile scoprire le probabili conseguenze.

Separatamente, è necessario soffermarsi sull'assunzione di alcol nel corso degli antibiotici. L'opinione esistente che l'alcol neutralizza gli antibiotici non è del tutto vera, ma nella maggior parte dei casi è abbastanza vicina alla realtà. La malattia inizia a svilupparsi come se non fosse stato effettuato alcun trattamento.

Considereremo più in dettaglio la situazione di come l'alcol influisce sugli antibiotici nella parte principale di questo articolo..

L'alcol è possibile durante l'assunzione di antibiotici

Alla domanda se è possibile l'alcol con antibiotici, c'è una risposta inequivocabilmente negativa. Indipendentemente dal tipo di droghe utilizzate e dal volume di alcol assunto, le conseguenze di tali azioni avranno effetti negativi solo per il corpo..

L'influenza dell'alcol sul corpo ha generalmente pochi aspetti positivi, e ancora di più in presenza di qualsiasi malattia. Pertanto, assumere contemporaneamente antibiotici e alcool significa annullare l'efficacia del trattamento..

Miti sulla compatibilità con alcol e antibiotici

C'è un gran numero di idee sbagliate sulle conseguenze del bere alcolici durante l'assunzione di antibiotici, causate da conoscenze insufficienti nel campo della farmacologia e della fisiologia..

  • L'assunzione simultanea di antibiotici e alcol non influisce sul fegato

Questo mito non sopporta affatto le critiche. Per quanto riguarda gli effetti tossici dell'etanolo e dei suoi metaboliti sul tessuto epatico, è noto da tempo e sembra a tutti. Inoltre, la maggior parte dei tipi di antibiotici viene scomposta nel fegato, il che crea comunque un certo carico su questo organo..

Pertanto, la combinazione di droghe e bere mette a dura prova il fegato. I risultati degli studi, secondo i quali l'interazione tra alcol e antibiotici non ha alcun effetto sul fegato, interpretano la situazione da un lato..

La maggior parte di questi farmaci non forma sostanze pericolose in combinazione con etanolo. Ma questo non nega il fatto di un aumento del carico sul fegato a causa dell'uso combinato di droghe e bevande forti..

  • Durante l'assunzione di antibiotici, l'alcool che bevi non reagisce con loro

Gli studi hanno dimostrato che non vi è alcuna reazione tra la maggior parte dei tipi di antibiotici ed etanolo.

Va notato, tuttavia, che l'uso di alcol di alta qualità ai nostri tempi è piuttosto raro. In pratica, l'alcool bevuto molto spesso contiene un'enorme quantità di varie impurità, tra cui oli di fusel e alcoli tossici. La reazione tra tali sostanze e antibiotici può avere le conseguenze più terribili..

  • Bere alcolici non influisce sull'efficacia del trattamento

E ancora, i risultati interpretati a senso unico della ricerca medica vengono in aiuto degli amanti dell'alcool. In effetti, la maggior parte dei tipi di farmaci antibatterici non perde le loro proprietà se combinata con l'alcol. Inoltre, nel caso di assunzione di una piccola quantità di alcol, non vi è alcuna reazione..

Ma sullo sfondo della gioia dall'evidenza della compatibilità di droghe e alcol, tutti per qualche ragione dimenticano gli aspetti pratici di questa situazione..

L'efficacia dell'uso di eventuali antibiotici si ottiene solo se sono sufficientemente concentrati nel corpo. Poiché è improbabile che qualcuno si fermi a 50 grammi di alcol con antibiotici, l'alcol bevuto avrà comunque un effetto diuretico. Insieme al resto del fluido, anche gli antibiotici in arrivo verranno rimossi dal corpo, il che non consentirà loro di raggiungere la saturazione desiderata e garantire l'efficacia del trattamento.

  • Se fai una pausa nel tempo tra l'assunzione di farmaci e alcol, non si verificheranno effetti negativi

È importante saperlo

Tutti i tipi di antibiotici dopo l'assunzione sono nel corpo per lungo tempo, alcuni tipi - fino a una settimana e macrolidi fino a 10 giorni. Pertanto, se bevi un antibiotico al mattino e alcool la sera, l'effetto di tale trattamento sarà zero nella migliore delle ipotesi e, nel peggiore dei casi, potrebbero verificarsi gravi conseguenze negative..

L'intervallo minimo dopo quanto puoi bere alcolici dopo aver assunto antibiotici è un periodo di quattro ore. Fondamentalmente, dopo il trattamento antibiotico, l'alcol può essere assunto solo dopo quanti giorni.

La risposta alla domanda su cosa fare se è male dopo aver assunto alcolici insieme agli antibiotici dipenderà dal tipo di trattamento utilizzato. In questo caso non è possibile fornire raccomandazioni universali, pertanto, se si sente peggio, è necessario consultare un medico.

Perché non dovresti bere alcolici con antibiotici

Ci sono molte ragioni per cui non è possibile combinare antibiotici e alcool.

Elenchiamo i più comuni.

  1. Reazione simile al disulfiram

La sostanza specificata viene utilizzata nel complesso trattamento dell'alcolismo come mezzo per sviluppare avversione all'alcol. Di per sé, non ha alcun effetto sul corpo, ma quando miscelato con l'alcol, compaiono una serie di effetti negativi..

Nel caso dell'alcol, è controindicato per il motivo che i metaboliti formati durante l'assorbimento degli antibiotici complicano il processo di decomposizione dell'alcol. In particolare, il risultato di questo processo è un aumento del contenuto di aldeide acetica nel corpo, che può causare una serie di reazioni negative:

  • Forte mal di testa;
  • tachicardia;
  • nausea;
  • vomito;
  • febbre in faccia, collo e petto;
  • respirazione difficoltosa;
  • convulsioni.

Ad alti dosaggi di entrambe le sostanze, esiste la possibilità di morte..

Per questo motivo, gli antibiotici dei gruppi nitroimidazolo e cefalosporina sono incompatibili con l'alcol..

Allo stesso tempo, il modo in cui la miscela di alcol e antibiotici influisce sul corpo non dipenderà dalla forma del loro rilascio. Sintomi identici verranno osservati sia quando li si inietta, sia quando vengono assunti in una forma diversa, ad esempio gocce, compresse, capsule, sospensioni, ecc..

  1. Effetti tossici sul fegato dei metaboliti formati

Numerosi tipi di antibiotici (in particolare, dal gruppo di tetracicline), quando miscelati con alcool, formano composti tossici per il fegato, che in alti dosaggi possono causare l'insorgenza di epatite indotta da farmaci.

Alcuni antibiotici (ad esempio, eritromicina, cimetidina, i farmaci antifungini voriconazolo, itraconazolo, ketoconazolo e altri) richiedono gli stessi enzimi dell'alcool per l'assorbimento. Per una serie di ragioni, in caso di assunzione simultanea di alcol e droghe, questo enzima è carente nelle droghe. Di conseguenza, c'è un aumento dell'accumulo del farmaco nel corpo, che minaccia l'intossicazione.

  1. Effetto deprimente sul sistema nervoso

Un'altra manifestazione che accadrà se si bevono antibiotici con alcol è l'eccessiva inibizione delle capacità psicomotorie. Come sapete, alcuni antibiotici hanno un effetto deprimente sulla coscienza. Questi includono cicloserina, etionamide, talidomide e alcuni altri. L'alcol ha un effetto simile. Pertanto, l'uso simultaneo di tali droghe e alcol può causare un ritardo mentale molto pronunciato..

Pertanto, l'affermazione secondo cui l'alcol può essere usato con antibiotici è fondamentalmente sbagliata..

In effetti, la ricerca moderna conferma l'assenza di effetti collaterali nella maggior parte dei casi, ma tenendo conto della combinazione degli effetti negativi di alcol e antibiotici sul corpo, è meglio rifiutare una tale combinazione. Inoltre, a causa della mancanza di conoscenze sulla classificazione del farmaco utilizzato, è possibile ottenere una pronunciata reazione negativa del corpo, il che è irragionevole..

Vale la pena sapere che esiste una tabella di compatibilità di vari tipi di antibiotici e alcol. Per ridurre il rischio di effetti negativi, è consigliabile studiare queste informazioni.

Prima di tutto, elencheremo quali antibiotici possono essere assunti con l'alcol.

  1. Penicilline: Amoxiclav, Amoxicillin (Flemoxin), Ampicillin, Oxacillin, Carbenicillin, Ticarcillin, Azlocillin, Piperacillin.
  2. Farmaci antifungini: nistatina, clotrimazolo, afobazolo.
  3. Antibiotici ad ampio spettro: Heliomycin, UnidoxSolutab, Levofloxacin, Moxifloxacin, Trovafloxacin, Cefpirome, Ceftriaxone, Azithromycin, Augmentin, Flemoxin solutab.

Devi anche sapere quali antibiotici non devono essere assunti con l'alcol..

  • Nitroimidazoles: Metronidazole, Tinidazole, Trichopolum, Tiniba, Fazizhin, Klion, Flagil, Metrogyl.
  • Cefalosporine: Suprax, Cefamandol, Cefotetan, Moxalactam, Cefobid, Cefoperazone.
  • Altri antibiotici: Levomicetina, Bactrim, Ketoconazolo, Trimetoprim-sulfametossazolo, Co-trimoxazolo, Biseptolo, Nizoral, Doxiciclina (un altro nome è l'antibiotico Unidox).

Per quanto tempo dopo gli antibiotici può essere permesso l'alcol

Come sapete, l'alcol è vietato dopo gli antibiotici. Se una persona ha bevuto antibiotici, è necessario mantenere un certo intervallo prima di bere alcolici, altrimenti la probabilità di effetti negativi aumenta in modo significativo.

Il momento in cui puoi iniziare a bere alcolici dipende dal periodo di eliminazione degli antibiotici dal corpo. In ogni caso, se il paziente ha bevuto antibiotici al mattino, allora è meglio astenersi dalle riunioni serali con una bevanda inebriante. Anche i farmaci a breve termine non verranno ritirati per un breve periodo, il che creerà un carico inutile sugli organi e sui sistemi del corpo indeboliti dalla malattia.

Un fatto importante

Quanto tempo devi aspettare dopo un ciclo di antibiotici dipenderà principalmente dal fatto che i farmaci utilizzati siano compatibili con l'alcol, nonché dal tempo in cui il farmaco viene rimosso dal corpo. Maggiore è il rischio per la salute rappresentato dalla combinazione di questo medicinale con etanolo, maggiore è l'intervallo tra la fine del ritiro del farmaco e il momento dell'assunzione sicura di alcol.

Il periodo di eliminazione, nonché il livello di tossicità per l'organismo se miscelato con alcol, dipenderanno dal tipo di antibiotici utilizzati..

Questi includono farmaci come metronidazolo, tinidazolo e seknidazolo. Nel caso del loro uso, l'alcol può essere assunto non prima di 48 ore dopo la fine dell'assunzione, poiché questi farmaci danno una reazione simile al disulfiram.

La struttura molecolare di questo farmaco è in qualche modo simile al disulfiram, quindi, se miscelato con etanolo, questo farmaco dà una reazione simile al disulfiram. Il periodo minimo dopo il quale è possibile consumare alcolici è di 24 ore. Nel caso di malattie del sistema urinario, l'intervallo aumenta.

Questo tipo di antibiotico ha un effetto deprimente sul sistema nervoso, se miscelato con alte dosi di alcol, possono causare coma. L'alcol può essere consumato non prima di dopo 36 ore.

Questo tipo di antibiotico, se miscelato con alcool, ha un pronunciato effetto tossico sul fegato e ha un periodo di eliminazione abbastanza lungo. Puoi bere alcolici dopo almeno 72 ore.

La miscelazione con alcol può causare vomito, convulsioni e una reazione simile al disulfiram. Puoi bere alcolici non prima di 24 ore dopo l'ultima assunzione di tale medicinale;

Se miscelati con alcol, hanno un pronunciato effetto tossico sull'udito e sul sistema urinario. Dopo la fine del ciclo di tali farmaci, l'alcol può essere assunto non prima di due settimane dopo..

La miscelazione di questo farmaco con etanolo può danneggiare il sistema nervoso centrale e il fegato e causare una reazione simile al disulfiram. Le bevande forti possono essere consumate non prima di 4 giorni dopo la fine del trattamento.

Nel caso di bere alcolici fino a quando il farmaco non viene completamente ritirato dal corpo, aumenta il rischio di sviluppare cirrosi epatica, specialmente quando si assume eritromicina. Si differenzia dalla maggior parte degli altri farmaci per la sua lenta eliminazione dal corpo. Puoi bere alcolici non prima di 7 giorni dopo.

  • Isoniazide farmaco anti-tubercolosi.

Se miscelato con alcol, può causare epatite indotta da farmaci con decorso fulminante. Dopo il trattamento con tale farmaco, qualsiasi bevanda alcolica è vietata per un mese dopo la fine dell'assunzione..

Perché non dovresti assumere alcol con antibiotici?

indicazioni

Perché non dovresti assumere alcol con antibiotici?

Abbastanza spesso, i pazienti si rivolgono al loro medico con una domanda se è possibile combinare alcol e antibiotici?

Ogni persona ha a che fare con malattie che possono essere sconfitte solo con l'aiuto di speciali farmaci antimicrobici. Questi ultimi, come sapete, sono farmaci piuttosto aggressivi, quindi la terapia antibiotica è associata a determinate restrizioni, incluso l'uso di alcol.

Figura 1 - Antibiotici e alcol: è possibile o meglio rifiutare?

La questione se sia possibile assumere alcol durante l'assunzione di antibiotici è discutibile: nei media è possibile trovare opinioni contrastanti. In precedenza, durante una festa, l'ospite invitato poteva facilmente rifiutare la porzione successiva della bevanda, citando il trattamento antibiotico. Hanno simpatizzato con una persona simile e non lo hanno convinto a bere. Ora può essere contestato, riferendosi ad articoli di varie pubblicazioni, sostenendo che le bevande alcoliche non interferiscono con il processo di guarigione. Dov'è la verità??

La combinazione di alcol e antibiotici sono i principali rischi

Giustificando il divieto dell'uso simultaneo di agenti antimicrobici e bevande inebrianti, i medici di solito spiegano le restrizioni con i seguenti motivi:

  • L'alcol blocca (riduce) l'effetto terapeutico degli antibiotici e / o provoca reazioni indesiderate. L'efficacia della terapia diminuisce.
  • Con l'uso simultaneo di alcol e agenti antibatterici, si verificano gravi danni tossici al fegato e ad altri organi.

Quanto sono vere queste affermazioni?

In effetti, l'assunzione di bevande intossicate può ridurre l'effetto terapeutico dei prodotti farmaceutici. In particolare, ciò è dovuto al fatto che l'alcol distrugge il principio attivo stesso o rende difficile per l'antibiotico legarsi alle proteine ​​dei patogeni. Inoltre, bere alcolici può portare a una più rapida eliminazione del farmaco dal corpo, che riduce la sua efficacia o, al contrario, rallenta l'eliminazione dei residui di farmaco, causando sintomi indesiderati..

La ricerca e la pratica medica confermano che sia l'alcol che gli antibiotici hanno un effetto depressivo sul fegato.

Figura 2 - Fegato sotto un doppio colpo

Non è un caso che le istruzioni per i farmaci antibatterici indicano il loro effetto negativo su questo importante organo (alcuni farmaci sono completamente controindicati per le persone con gravi malattie del fegato). Se combini alcol e antibiotico, il fegato soffre doppiamente, quindi le paure dei medici sono pienamente giustificate. A proposito, non solo il fegato è sotto attacco: il "cocktail" dell'alcool con farmaci antimicrobici influisce negativamente sul lavoro del sistema cardiovascolare, ma è anche pericoloso per il pancreas e il sistema nervoso centrale.

Una volta nel corpo, l'alcol viene gradualmente scomposto in anidride carbonica e acqua. Più veloce viene elaborato l'alcool, minore è l'effetto dannoso sul corpo. Ma con l'uso simultaneo di alcol e antibiotici, l'utilizzo di alcol rallenta, poiché l'antibiotico blocca l'enzima alcol deidrogenasi, che è necessario per la degradazione. Per questo motivo, un metabolita tossico di alcol si accumula nel sangue, che avvelena il corpo..

Quali sono le affermazioni degli esperti che credono che l'alcol non influisca in alcun modo sull'azione degli antibiotici comunemente usati??

Figura 3 - È possibile bere alcolici con antibiotici?

È stato possibile dimostrare l'effetto negativo dell'alcol sugli antibiotici?

Per dare una risposta motivata alla domanda se è possibile bere alcolici durante l'assunzione di antibiotici, sono stati condotti studi appropriati.

Gli scienziati hanno condotto esperimenti di laboratorio sugli animali e hanno quindi invitato i volontari a partecipare alla ricerca. Gli è stato offerto di sottoporsi a un corso di trattamento con agenti antibatterici, durante il quale potevano bere alcolici. L'obiettivo principale che gli organizzatori degli esperimenti si prefiggevano era stabilire come l'alcool (etanolo) influenza gli antibiotici..

La ricerca ha dimostrato che è improbabile che la maggior parte degli agenti antibatterici interagisca con l'alcol. In altre parole, non ha effetti significativi sulle droghe..

Questa conclusione è stata fatta in base al fatto che l'effetto della terapia antibiotica nel gruppo di pazienti in cui era vietato l'alcol e nel gruppo in cui i pazienti hanno bevuto bevande intossicate era identico. Gli indicatori di assorbimento, distribuzione e ritiro dei farmaci erano quasi gli stessi, con piccole deviazioni..

Figura 4 - La maggior parte degli antibiotici non interagisce con l'alcol

Ma non saltare alla conclusione che la combinazione di alcol e antibiotici non rappresenta una minaccia. Gli esperti prestano attenzione alle seguenti sfumature:

  • Gli studi erano sporadici, quindi è impossibile parlare con certezza al 100% sulla sicurezza della combinazione..
  • Durante gli esperimenti sono state utilizzate piccole dosi di alcol (non si parla di assunzione incontrollata ed eccessiva di bevande inebrianti).
  • Gli studi effettuati hanno riguardato esclusivamente l'interazione del farmaco con alcool etilico. Nessuno ha negato l'effetto negativo dell'antibiotico + simbiosi alcolica sul fegato e sull'intero corpo nel suo insieme.

5 motivi per cui gli antibiotici non dovrebbero essere combinati con l'alcol

  • L'alcool interrompe il normale metabolismo (l'assorbimento dei nutrienti peggiora).
  • L'alcool aumenta la glicemia.
  • L'alcol impoverisce il corpo, altera il sistema immunitario.
  • Questa combinazione può portare a reazioni allergiche.
  • È impossibile prevedere il risultato dell'interazione tra alcol e antibiotici in ciascun caso specifico a causa delle caratteristiche individuali dell'organismo..

Quando e perché assumere antibiotici e alcol è completamente proibito?

Quindi, secondo i dati disponibili, quando si assumono bevande contenenti alcol etilico, la maggior parte degli antibiotici non cambia le loro proprietà farmacologiche e non ha effetti collaterali significativi. Ma ci sono tra i farmaci antimicrobici e quelli che non possono essere combinati con bevande inebrianti, poiché un tale tandem porta a conseguenze pericolose.

Quali sono gli antibiotici incompatibili con l'alcol? Questa categoria di farmaci comprende fondi che:

    Se consumati contemporaneamente a prodotti contenenti alcol, portano a gravi disturbi metabolici (metabolismo). Abbiamo già scritto sopra che è necessario un enzima speciale per scomporre l'alcool etilico in componenti sicuri. Per l'elaborazione di alcuni antibiotici, questo enzima è anche necessario, ma la sua quantità nel corpo potrebbe non essere sufficiente per abbattere sia l'alcol che la medicina, il che porta all'accumulo di sostanze nocive (intossicazione del corpo). Per evitare di avvelenare il corpo, è vietato bere alcolici contemporaneamente a farmaci antimicrobici come voriconazolo, ketoconazolo, itrokenazolo, eritromicina, cimetidina e loro analoghi.

  • Causano una reazione simile al disulfiram. Questi sono antibiotici che prevengono la decomposizione dell'alcool etilico e quindi contribuiscono all'accumulo di una sostanza velenosa - l'acetaldeide. Ecco perché una combinazione come il tinidazolo e l'alcool (questo antibiotico prescritto nel trattamento della tricomoniasi) è controindicata, in combinazione con l'alcol porta a nausea e vomito. Una reazione simile si verifica quando il metronidazolo, il cefotetano, il cloramfenicolo, la tetraciclina e alcuni altri agenti antibatterici vengono assunti contemporaneamente all'alcol.
  • Il termine "reazione simile al disulfiram" (alias reazione al rossore) è associato al farmaco con lo stesso nome, disulfiram, che viene utilizzato nel trattamento della dipendenza da alcol. La terapia è la seguente: il paziente viene impiantato con compresse di disulfiram attraverso un'incisione nel tessuto sottocutaneo, che blocca la degradazione dell'alcool. Se una persona del genere consuma alcol, sviluppa sintomi dolorosi e spiacevoli: palpitazioni cardiache, nausea, vomito, ecc..

    Figura 5 - Cosa succede se si assumono antibiotici e alcool?

    Se combinati con bevande inebrianti, hanno un effetto deprimente sul sistema nervoso centrale. Pertanto, le persone in trattamento con cicloserina, talidomide e altri farmaci antimicrobici lamentano vertigini, debolezza, sonnolenza e convulsioni. Questa condizione è particolarmente pericolosa se la persona è fuori casa..

    I medici prestano attenzione che il divieto di assumere prodotti contenenti alcol non si limita a un bicchiere di vodka o brandy (quando si assumono antibiotici, si consiglia di dimenticare sia il vino che la birra per un po '). L'alcol etilico può essere trovato in altri alimenti e medicine, quindi se devi assumere più di un medicinale, assicurati che siano privi di alcool. Allo stesso modo, è necessario rispettare le restrizioni indipendentemente dalla forma di dosaggio in cui viene utilizzato il farmaco - sotto forma di compresse, sciroppo o unguento esterno.

    Cosa succede se bevi antibiotici e alcol: conseguenze indesiderabili

    Puoi spesso sentire che alcuni conoscenti si sono esercitati a bere alcolici e a prendere antibiotici e non ha avuto nulla di male da una combinazione così dubbia. Ma nessuno sa cosa stava succedendo nel corpo di questa persona e come sono andate le cose per la sua salute. Ma nella pratica medica, ci sono molti casi registrati in cui la combinazione di pozione inebriante con farmaci ha portato a:

    • violazioni del fegato;
    • gravi malfunzionamenti del cervello e del sistema nervoso centrale (mal di testa, vertigini, nausea, vomito, convulsioni);
    • problemi di sonno;
    • lo sviluppo di malattie del tratto gastrointestinale;
    • sensazioni dolorose nell'addome;
    • reazioni cutanee negative (arrossamento, eruzione cutanea);
    • picchi di pressione sanguigna, ridotta attività cardiaca;
    • shock anafilattico.


    Figura 6 - Sintomi dopo l'assunzione di alcol

    C'è un altro punto importante a cui prestare attenzione: quando puoi iniziare a bere alcolici dopo aver assunto antibiotici. Alla fine del corso di terapia, è consigliabile rimanere in piedi ancora qualche giorno prima di aprire una bottiglia del tuo vino o cognac preferito. Ciò è dovuto al fatto che ci vuole del tempo per rimuovere i prodotti di decadimento di un farmaco dal corpo (per diversi farmaci, questi periodi differiscono, informazioni dettagliate possono essere ottenute dal medico o dalle istruzioni).

    Perché si crede fermamente che alcol e antibiotici non debbano essere miscelati?

    L'alcol è indesiderabile da utilizzare in combinazione con molti farmaci e non solo con farmaci antimicrobici. Tuttavia, perché esattamente la combinazione con antibiotici è sempre stata severamente vietata?

    Ci sono due teorie storiche che spiegano perché i medici hanno sempre sostenuto un rifiuto completo degli intossicanti durante la terapia antibiotica..

    Si ritiene che i venereologi siano stati i primi a introdurre un divieto categorico sul consumo di alcol durante il trattamento antibiotico..

    Nel corso del trattamento, i pazienti amorevoli hanno bevuto e, alticci, sono andati di nuovo alle sacerdotesse dell'amore. Per impedire ai pazienti di reinfezione, i medici hanno spaventato i loro reparti che, usando alcol con antibiotici, hanno rischiato la morte..

    Durante la guerra, la penicillina era richiesta in grandi quantità e scarseggiava. Pertanto, la preziosa medicina doveva essere estratta dalle urine dei soldati sottoposti a terapia antibiotica. L'urina è stata prelevata da pazienti, dai quali è stato recuperato l'antibiotico.

    A causa dell'uso di alcol (i soldati in recupero potevano bere birra), la produzione di penicillina era difficile. Pertanto, è stato introdotto un divieto assoluto di bere per tutti coloro a cui è stato mostrato un antibiotico..

    Riepilogo per coloro che pensano di bere alcolici durante l'assunzione di antibiotici

    • Gli studi hanno dimostrato che l'alcol non influisce in modo significativo sull'efficacia della maggior parte dei moderni farmaci antibatterici. Tuttavia, esiste un elenco di farmaci severamente vietati da assumere con bevande forti..
    • Nonostante il fatto che l'opinione degli esperti sulla compatibilità delle bevande alcoliche e degli agenti antibatterici sia stata divisa (ad eccezione di quei farmaci per i quali le restrizioni sono categoriche), la maggior parte di essi è incline a credere che sia meglio che il paziente rifiuti l'alcool durante il trattamento. Allo stesso tempo, dovresti sapere: se durante la terapia hai ancora bevuto un bicchiere di vino, non dovresti rifiutare di prendere l'antibiotico successivo (di nuovo, se questo è un farmaco per il quale non esiste una chiara controindicazione per l'alcol).

    Per essere sicuro che il tuo antibiotico non sia incluso nel gruppo di farmaci che non possono essere combinati con bevande alcoliche, controlla questa domanda con il tuo medico e leggi attentamente le istruzioni.

    Video - Perché non puoi bere alcolici durante l'assunzione di antibiotici?

    Antibiotici e alcol: tutta la verità sul famoso mito

    La ricerca medica dimostra che l'alcol non blocca l'azione della maggior parte dei farmaci e di solito non provoca effetti collaterali quando combinato con farmaci. Ma non dovresti dimenticare alcuni altri punti importanti, come antibiotici e alcol..

    Antibiotici e alcol

    L'assunzione di antibiotici è una misura necessaria nel trattamento di una serie di malattie infettive. Tuttavia, il loro uso è irto di una serie di restrizioni alimentari, la cui lista è principalmente accettata per includere le bevande alcoliche in apparentemente nelle dosi più innocue. A causa di stereotipi di consumo consolidati, si ha la percezione che l'uso simultaneo di antibiotici e alcol possa portare a gravi danni al fegato tossici. Inoltre, le bevande alcoliche aumentano più volte l'effetto del farmaco, che è irto di conseguenze imprevedibili per i sistemi vitali del corpo..

    È vero o finzione? Esiste davvero una tale incompatibilità? Cercheremo di comprendere la complessa relazione tra alcol e antibiotici in questo articolo..

    illusione

    Quindi, abbiamo deciso l'opinione dei terapisti nel loro insieme. Se non confuso, poiché la polarità delle posizioni delle due scuole di medicina nel valutare la questione che ci interessa è ovvia. Inoltre, i vecchi racconti medici, che sono già diventati un proverbio, stanno ancora aggiungendo combustibile al fuoco..

    La mistificazione è stata a lungo praticata dai venereologi che, nel trattamento delle malattie delicate, cercano in tutti i modi di convincere i loro pazienti della necessità di un completo rifiuto dell'alcol. Le loro precauzioni sono pienamente giustificate, perché anche un paio di bicchieri di alcol possono esacerbare il decorso di una malattia venerea, che influenzerà negativamente il trattamento complesso.

    Inoltre, esiste una leggenda di prima linea, resa popolare dal famoso medico britannico James Bingham, che durante la seconda guerra mondiale, a causa della carenza di penicillina, ai soldati era severamente vietato bere birra leggera. Il fatto è che questo antibiotico ha dovuto essere nuovamente isolato dall'urina dei soldati malati e la birra leggera a basso contenuto di alcol ha causato un'abbondante minzione, che ha reso molto difficile ottenere questo medicinale. Pertanto, la birra doveva essere rimossa dalla razione dell'esercito per ordine, nonostante il fatto che nelle condizioni della calda campagna africana, questa particolare bevanda leggera si dimostrasse eccellente come bevanda tonica..

    Così nacquero i miti, che a metà dell'ultimo ventesimo secolo erano saldamente radicati su entrambe le sponde dell'Atlantico come verità comuni, senza dubbio..

    Granello della verità

    Nonostante sia stata dimostrata la sicurezza della somministrazione simultanea della maggior parte degli antibiotici insieme all'alcol, si distinguono numerosi farmaci incompatibili con l'alcol. Questi sono farmaci i cui principi attivi entrano in una reazione simile al disulfiram con alcol etilico - principalmente nitroimidazoli e cefalosporine.

    Il motivo per cui è impossibile assumere contemporaneamente sia antibiotici che alcolici risiede nel fatto che la composizione dei suddetti farmaci contiene molecole specifiche che possono modificare il metabolismo dell'etanolo. Di conseguenza, c'è un ritardo nell'eliminazione dell'acetaldeide, che si accumula nel corpo e provoca intossicazione..

    Il processo è accompagnato da sintomi caratteristici:

    • mal di testa intenso;
    • palpitazioni;
    • nausea con vomito;
    • calore in faccia, collo, petto;
    • respirazione difficoltosa;
    • convulsioni.

    Una reazione simile al disulfiram viene utilizzata quando si codifica per l'alcolismo, ma questo metodo deve essere utilizzato solo sotto la stretta supervisione di uno specialista. Anche una piccola dose di alcol provoca avvelenamento durante il trattamento con nitroimidazoli e cefalosporine. L'abuso di alcol in questo caso può provocare la morte..

    I medici consentono un piccolo consumo di alcol durante il trattamento con penicilline, farmaci antifungini e alcuni antibiotici ad ampio spettro. Una porzione di bevanda fortificata durante l'assunzione di questi farmaci non influirà sull'efficacia della terapia e non causerà effetti negativi sulla salute.

    Tipi di incompatibilità

    In tutta onestà, va notato che ci sono ancora casi in cui l'uso simultaneo di medicine e bevande forti porta a conseguenze negative per il corpo umano..

    Tabella di compatibilità

    Gli scienziati distinguono tre tipi di incompatibilità tra antibiotici e alcol:

    Prevenzione delle malattie a trasmissione sessualeCarenza di penicillina durante la seconda guerra mondiale
    Tipo di incompatibilitàConseguenze dell'ammissione congiuntaNomi di droga
    Reazione simile al disulfiramIntossicazione del corpo: vomito, mancanza di respiro, possono esserci convulsioni, tachicardia, emicraniaMetronidazolo, ornidazolo, tinidazolo, cefalotporina antibiotico cefotetano.

    Disturbi metaboliciFallimento del trattamento.

    Un forte mal di testa in cui la persona non è in grado di parlare, guardare o muoversi.

    Palpitazioni frequenti. In questo stato, il paziente afferma che il cuore "salterà" fuori dal torace, sperimentando il panico in relazione a questo.

    Vomito e nausea.

    Eritromicina, cimetidina, voriconazolo, itraconazolo, ketoconazolo
    Effetti tossici sul sistema nervoso centrale.

    (pericoloso durante la guida)

    Respiro affannoso. Il paziente si siede, credendo che soffocerà mentre è sdraiato, chiede di aprire tutte le finestre.

    Calore in testa, petto e collo. Voglio lavarmi il viso con acqua fredda, ma anche le procedure dell'acqua raramente aiutano.

    Distrazione, incapacità di concentrazione.

    Cicloserina, etionamide, talidomide
    Effetto tossico sul fegatoEpatite medicinaleGruppo tetraciclina

    Quando bere

    Dopo aver completato la terapia antibiotica, è meglio non consumare alcolici senza consultare il medico. Tutte le informazioni necessarie per sapere per quanto tempo dopo l'assunzione di antibiotici puoi bere alcolici, contengono le istruzioni per l'uso medico del farmaco.

    Si prega di leggere attentamente i seguenti punti:

    • durata della terapia;
    • HP compatibile con etanolo;
    • una sezione che mostra quanto non dovresti bere dopo gli antibiotici.

    In media, l'astinenza dalle bevande alcoliche dura da 3 a 7 giorni.

    La durata dipende dal tipo di agente farmacologico. Se le istruzioni non forniscono informazioni sulla compatibilità con alcol etilico, astenersi dal bere alcolici per almeno 24 ore dopo il completamento del trattamento. In alcuni casi, è necessario astenersi dal bere alcolici per almeno 72 ore.

    Approccio ragionevole

    Quindi si ritiene generalmente che l'alcol non influisca sull'efficacia degli antibiotici. Tuttavia, la loro combinazione può causare spiacevoli effetti collaterali. Esiste anche la possibilità di una riduzione dell'effetto terapeutico dell'antibiotico quando la sua concentrazione nel sangue cambia a causa dell'influenza dell'alcool. A lungo termine, possiamo parlare dello sviluppo della resistenza alla terapia antibiotica.

    Dipende da te se gli antibiotici e l'alcool vengono usati insieme. Se per qualche motivo non puoi farne a meno, consulta il tuo medico o verifica la compatibilità dei farmaci con l'alcol su Drugs.com.

    È ancora ragionevole sopportare una o due settimane: completare il corso del farmaco e attendere fino a quando non viene espulso dal corpo. Inoltre, l'alcol può interagire con altri farmaci che stai assumendo e irritare il rivestimento dello stomaco, che è già infiammato. La Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti raccomanda di discutere queste cose con il proprio medico. Esiste anche una linea guida specifica sulla compatibilità di droghe, alimenti e bevande (incluso l'alcool), appositamente emessa dalla FDA per i pazienti. Se hai dubbi, ma non puoi consultare un medico, puoi concentrarti su di lui.

    In passato sono una persona con dipendenza da alcol. Oggi sto combattendo con successo questo disturbo, ma non tutto è stato così liscio. Ho provato molti modi per superare questa dipendenza. Molte volte ho "legato" e sono caduto di nuovo.

    Ho dovuto approfondire questo argomento in modo più dettagliato per smettere di bere e fumare per sempre. Al momento, sono stato nella sobrietà per più di tre anni e la mia vita è più completa e felice che mai senza alcool, fumo e droghe.!

    Voglio condividere la mia esperienza con te. Sarei felice se questa risorsa possa in qualche modo aiutarti. Vita sana e successo!

    Compatibilità con alcol e antibiotici

    Ci sono situazioni nella vita in cui, durante il periodo di trattamento antibiotico, è prevista una vacanza con bevande alcoliche. Le persone coscienti che si preoccupano della propria salute hanno immediatamente una domanda sulla possibilità di combinare alcol e antibiotici. Inoltre analizzeremo questo argomento in dettaglio..

    La maggior parte dei medici non dubita del fatto che la compatibilità degli antibiotici con l'alcol sia impossibile. È vero, ci sono anche tali medici che credono che le bevande alcoliche non abbiano un effetto negativo sull'efficacia dei medicinali. Ma anche loro non raccomandano di bere alcolici insieme agli antibiotici. Gli argomenti sono indicati di seguito.

    Comprendiamo che eventuali farmaci non sono completamente innocui. Colpendo positivamente un organo o un sistema, possono influenzare negativamente gli altri. L'assunzione di alcol durante il trattamento antibiotico crea un onere aggiuntivo per tutto il corpo. Esiste il rischio di aggravare la condizione, soprattutto se la persona soffre di malattie croniche. In alcuni casi, bere alcolici con i farmaci può scatenare un'allergia all'alcol..

    Inoltre, anche i chimici esperti non possono prevedere l'esito dell'interazione tra antibiotici e alcool. Nessuna azienda farmaceutica al mondo verifica i farmaci per la loro reazione con l'alcol. Si presume che durante il periodo di trattamento, i pazienti non bevano alcolici. Possono verificarsi reazioni chimiche nello stomaco che non sono descritte in alcun manuale di chimica..

    Da asporto: durante l'assunzione di antibiotici, l'alcol può ritardare il recupero, nella migliore delle ipotesi. In un periodo difficile per il corpo, i medici raccomandano di astenersi dal bere alcolici, poiché il rischio non è giustificato. Avrai tempo di bere il tuo vino, champagne, birra o vodka preferito dopo il recupero. Quindi queste bevande ti daranno gioia e benefici, ma per ora è meglio pensare alla tua salute..

    Antibiotici e alcol

    Quando prescrive un farmaco antibatterico, il medico informa il paziente che è assolutamente impossibile bere alcolici con antibiotici. La maggior parte delle persone cerca di aderire a questa raccomandazione, ma se il corso del trattamento coincide con eventi o festività significativi, si è tentati di violare il divieto.

    L'atteggiamento della medicina basata sull'evidenza nei confronti di questa situazione è controverso, poiché non è stato condotto nessuno studio a tutti gli effetti, i cui risultati consentirebbero di valutare appieno le conseguenze negative dell'uso simultaneo di alcol e droghe antibatteriche. Questo non significa che puoi combinarli con la tranquillità, nessun medico sano di mente lo consiglierà. Per capire quanto sia pericoloso bere alcolici durante un ciclo di terapia antibiotica, l'articolo descrive le conseguenze degli effetti combinati di queste sostanze sul corpo, vengono forniti esempi di una combinazione di farmaci noti e bevande contenenti alcol..

    L'effetto di alcol e antibiotici sul corpo

    Le vacanze nel nostro paese sono tradizionalmente celebrate con l'uso di alcolici. Molte persone non sono in grado di negare questo piacere anche durante la malattia, dimenticando che l'alcol a piccole dosi ha un effetto rilassante e calmante e, a grandi dosi, porta a gravi problemi di salute. Tra loro:

    • Disfunzione epatica.
    • Eccessivo stress sul tratto gastrointestinale.
    • Frequenza del battito cardiaco.
    • La morte delle cellule cerebrali.
    • Malattia renale cronica e della vescica.
    • Disturbo del sistema nervoso.
    • Postumi di una sbornia grave.
    • Stato depressivo, esaurimento nervoso.

    Bere bevande alcoliche durante la malattia non ne vale la pena. Ciò stresserà ulteriormente il corpo, che già lavora in modalità di emergenza, combattendo la malattia..

    I farmaci antibatterici, introdotti 90 anni fa, sono diventati rapidamente un farmaco ricercato e hanno salvato milioni di vite. Il principio di azione degli antibiotici è la capacità di distruggere i batteri patogeni, distruggendo la loro struttura; bloccare la riproduzione, prevenire la crescita di microrganismi patogeni, dopo di che al sistema immunitario viene data la possibilità di far fronte alla malattia da sola.

    I farmaci antibatterici agiscono su una persona il più aggressivamente possibile, minando la capacità del sistema immunitario di combattere autonomamente la malattia. Il loro uso è una necessità forzata nel caso di un'infezione batterica, che il corpo non può affrontare da solo. Solo un medico professionista ha il diritto di prescrivere tali farmaci. È categoricamente impossibile essere trattati da soli, soprattutto con un'origine virale della malattia, quando i farmaci antibatterici sono inutili.

    Gli antibiotici aiutano a evitare le gravi conseguenze della malattia, ma l'assunzione di essi porta a un gran numero di effetti collaterali:

    • Soppressione della microflora naturale dello stomaco.
    • Soppressione dell'immunità, il corpo non è in grado di resistere ai patogeni.
    • Il fegato non può pulire completamente il corpo dalle tossine.

    Il benessere di una persona peggiora, letargia, comparsa di debolezza, insorgenza di depressione, peggioramento delle malattie croniche.

    Non è difficile immaginare cosa accadrà al corpo infelice quando si combina il corso della terapia antibiotica con feste violente. L'immunità, i reni, il fegato e gli organi del tratto gastrointestinale avranno un doppio carico, che è estremamente difficile da affrontare. Ciò può portare a un deterioramento della condizione attuale e la malattia dalla fase acuta si trasformerà in una fase cronica, che è molto più difficile da trattare..

    L'effetto dell'alcool sull'effetto dei farmaci antibatterici

    La medicina basata sull'evidenza non conosce esempi specifici dell'indebolimento dell'effetto degli antibiotici con l'uso di bevande alcoliche. A volte si verifica persino la situazione opposta: la quantità di enzimi aumenta e la scomposizione del farmaco si verifica più velocemente. Ma è anche possibile un altro scenario, quando il farmaco viene scarsamente escreto dal corpo, si accumula nelle cellule e, di conseguenza, si verifica una reazione avversa.

    Esistono due teorie curiose che spiegano perché l'incompatibilità di antibiotici e alcol sia considerata un fatto scientifico. Il primo afferma che i farmaci antibatterici erano originariamente utilizzati per trattare le infezioni a trasmissione sessuale. I medici consideravano la presenza di tali malattie un segno di intemperanza e debolezza di carattere e il divieto di bere alcolici divenne una specie di punizione.

    La seconda teoria è nata durante la seconda guerra mondiale, quando i soldati feriti avevano bisogno della penicillina. C'erano così poche medicine che, secondo la leggenda, i medici cercarono di estrarle dall'urina. Il problema era che ai soldati nel loro tempo libero piaceva bere birra, che ha un effetto diuretico e riduce la concentrazione di microrganismi. Pertanto, furono vietate le bevande alcoliche e, in medicina, il postulato che l'alcool e gli antibiotici erano incompatibili fu gradualmente radicato..

    Ci sono una serie di ragioni per questa affermazione. I medici notano che i pazienti che hanno bevuto alcolici contemporaneamente ai farmaci antibatterici, il recupero è stato molto più lento di quelli che hanno condotto uno stile di vita sobrio. Il motivo sta nel fatto che l'assunzione di alcol con antibiotici è irta di altre conseguenze negative associate al deterioramento del sistema immunitario. Con l'uso regolare di bevande alcoliche, è impossibile stabilire il regime giornaliero corretto con riposo e dieta adeguati. Allo stesso tempo, le vitamine, i minerali e i nutrienti non possono essere completamente assorbiti e il corpo si esaurisce gradualmente. Di conseguenza, le medicine del paziente saranno inefficaci..

    Compatibilità di bevande alcoliche e antibiotici

    Gli antibiotici moderni sono delicati. La loro combinazione con l'alcol, nella maggior parte dei casi, non ha conseguenze fortemente negative per il corpo. I medici identificano un numero di farmaci che non devono essere combinati con bevande forti. La velocità della loro assimilazione è associata al lavoro degli stessi enzimi che sono responsabili della degradazione dell'etanolo - la base delle bevande alcoliche. Gli enzimi non possono far fronte a un'enorme quantità di lavoro e, di conseguenza, il farmaco si accumula nel corpo. Questo porta effetti collaterali che una persona sentirà presto su se stessa.

    L'interazione di antibiotici e alcol porta a un ampio elenco di conseguenze negative:

    • Gravi mal di testa simili all'emicrania.
    • Nausea.
    • Vertigini, perdita di coscienza.
    • Battito cardiaco accelerato, aritmia.
    • Febbre, aumento della temperatura.
    • Traspirazione pesante.
    • Insonnia.
    • Uno stato vicino alla depressione, irritabilità.
    • Debolezza, sonnolenza, perdita di forza.
    • Processi infiammatori del fegato, ittero.
    • Dolore allo stomaco causato da gastrite e ulcere.

    Reazione simile al disulfiram

    La conseguenza negativa più comune e pericolosa è una reazione simile al disulfiram. Disulfiram, un farmaco usato nel trattamento della dipendenza da alcol, può influenzare il lavoro degli enzimi che elaborano l'alcol etilico. Il metabolismo si compone di due fasi:

    1. L'alcool etilico viene scomposto in acetaldeide.
    2. L'aldeide acetica si converte in acido acetico.

    L'incompletezza del secondo stadio porta alla più forte sindrome da sbornia. Per gli amanti delle bevande alcoliche che assumono disulfiram, il processo di scissione tempestiva dell'etanolo viene interrotto e se una dose di alcol viene aggiunta sullo sfondo dell'assunzione, il corpo traboccerà di sostanze tossiche. Bere alcol in uno stato di intossicazione non è possibile e il paziente si libera della dipendenza.

    I segni di una reazione simile al disulfiram sono simili a quelli di una grave sbornia:

    • Brividi.
    • Frequenza del battito cardiaco.
    • Nausea.
    • convulsioni.
    • Reazioni allergiche.
    • Mal di testa.
    • Insufficienza respiratoria.

    Quest'ultima manifestazione di una reazione simile al disulfiram è considerata pericolosa per la vita a causa della probabilità di morte. Quando si cerca di mescolare antibiotici e una bevanda alcolica, il paziente deve fare attenzione, monitorare attentamente i cambiamenti nelle sue condizioni. Le conseguenze possono apparire durante una festa o 4-5 ore dopo. In questa situazione, è necessario consultare immediatamente un medico..

    L'effetto della co-somministrazione di antibiotici e alcol sul funzionamento del fegato e del tratto gastrointestinale

    Il motivo principale del divieto di assunzione congiunta di antibiotici e alcol è la minaccia di danno epatico tossico. I suoi enzimi non sono in grado di assimilare contemporaneamente il farmaco e l'etanolo. In questa lotta, l'alcol di solito vince e il farmaco si accumula nelle cellule del fegato, minacciando una grave intossicazione.

    Durante la malattia, il fegato è impegnato nella pulizia del corpo da tossine e veleni e l'alcool aumenta il carico molte volte. Le persone abituate a mescolare droghe e alcolici hanno maggiori probabilità di sviluppare alterazioni del tessuto fibrotico e insufficienza epatica..

    Bere alcolici durante l'assunzione di antibiotici può influire negativamente sul tratto gastrointestinale. Quando l'etile entra nello stomaco, provoca rossore e vasodilatazione, facilitando l'assorbimento dell'alcool. Se, dopo un breve periodo di tempo, un farmaco antibatterico entra nel tratto gastrointestinale, il farmaco non sarà completamente assorbito e l'effetto del trattamento sarà ridotto a zero..

    Gli antibiotici possono influenzare negativamente la microflora intestinale. I pazienti che assumono questi farmaci spesso lamentano dolore addominale, problemi alle feci, costipazione o diarrea. Per ripristinare l'equilibrio della microflora dopo un ciclo di antibiotici, vengono spesso prescritti prebiotici e probiotici. Se bevi bevande alcoliche in questo momento, puoi ottenere malattie croniche del tratto gastrointestinale, ad esempio gastrite o ulcere allo stomaco..

    Possibilità di una reazione allergica

    Le bevande alcoliche contengono, oltre all'alcool etilico, additivi, coloranti, aromi, conservanti. Il risultato finale della loro interazione con gli antibiotici è imprevedibile. Un potenziale pericolo è il verificarsi di una reazione allergica in forma lieve o grave. Nella migliore delle ipotesi compariranno prurito, arrossamento della pelle, starnuti e, nel peggiore dei casi, mancanza di respiro, edema di Quincke e morte. Se una persona ha notato tali sintomi, è necessario prendere urgentemente un antistaminico e se ci sono gravi conseguenze, chiamare immediatamente un'ambulanza.

    Prima di assumere farmaci, i pazienti devono leggere attentamente le istruzioni, controllando quanto sia sicura la combinazione di sostanze attive ed etanolo..

    Combinazione di alcol con gruppi noti di farmaci antibatterici

    La reazione simile a disulfiram è pericolosa per la vita. Sulla base degli studi condotti, gli scienziati hanno scoperto quali farmaci hanno maggiori probabilità di causarlo e quali sono considerati relativamente sicuri se combinati con l'alcol..

    Alcol e nitroimidazoli

    I nitroimidazoli sono considerati antibiotici ad ampio spettro e vengono utilizzati nel trattamento delle seguenti condizioni:

    • infezioni del sistema nervoso centrale (meningite, ascesso cerebrale);
    • infezioni intestinali;
    • malattie respiratorie (polmonite, ascesso polmonare);
    • infezioni del cavo orale;
    • malattie della pelle di varie etimologie;
    • prevenzione delle infezioni durante l'intervento chirurgico.

    Il farmaco principale in questo gruppo è il metronidazolo. Questo farmaco non deve essere combinato con l'alcol! Anche se, tutto non è così semplice. Gli studi del 2003 non hanno rivelato gli effetti negativi del bere alcolici durante l'uso del metronidazolo. Tuttavia, i medici sono fiduciosi che le conseguenze della loro combinazione possono essere le seguenti:

    • forte dolore all'addome;
    • nausea;
    • forte mal di testa;
    • brividi;
    • violazione del ritmo del cuore;
    • in rari casi gravi, si sviluppa insufficienza respiratoria.

    Le donne dovrebbero prestare attenzione al fatto che una reazione simile al disulfiram è possibile non solo con la somministrazione orale e l'iniezione del farmaco, ma anche con l'uso di crema vaginale.

    Il tinidazolo farmaco può causare una reazione simile del corpo. Il corso del trattamento è di 7-12 giorni, ma l'effetto continua dopo l'assunzione dell'ultima pillola. Pertanto, il tempo minimo tra l'introduzione del farmaco nel corpo e una porzione di alcol forte è di tre giorni..

    Alcol e cefalosporine

    Le cefalosporine sono un gruppo di farmaci ad ampio spettro con un forte effetto battericida. Sono considerati i principali "distruttori" di streptococchi e stafilococchi e trattano le seguenti malattie:

    • infezioni del tratto respiratorio superiore;
    • malattie del naso, della gola, delle orecchie;
    • infezioni della pelle, tessuti molli.

    Le cefalosporine sono spesso prescritte per il mal di gola purulento - una delle infezioni più comuni nel nostro paese..

    Farmaci frequentemente prescritti del gruppo cefalosporine: suprax, ceftriaxone, pansef, zinnat. Tutti, proprio come i nitroimidazoli, sono in grado di provocare una reazione simile al disulfiram. I suoi sintomi principali: nausea, dolore alla testa, addome, sono causati dall'intossicazione del corpo. La possibilità di una reazione simile al disulfiram deve essere presa sul serio, perché le conseguenze possono essere gravi, fino alla morte compresa..

    Esistono farmaci che non appartengono ai due gruppi precedenti, ovvero la loro interazione con l'alcol non porta a una reazione simile al disulfiram, ma ha conseguenze negative. Di seguito è riportata una tabella con i nomi dei farmaci e le conseguenze negative per l'organismo in caso di assunzione con alcol:

    Nome del medicinalePossibili conseguenze per l'organismo se associato all'alcol
    isoniazideDanno al fegato.
    LinezolidAumento della pressione sanguigna, che può portare a una condizione potenzialmente letale: crisi ipertensiva.
    rifampicinaIntossicazione epatica.
    sulfametossazoloViolazione e accelerazione del ritmo cardiaco, sintomi di avvelenamento: nausea e vomito, arrossamento della pelle.
    cycloserineDanni al sistema nervoso, convulsioni.
    EthionamideIntossicazione, disturbi psicologici.
    ketoconazoloSintomi caratteristici di avvelenamento e intossicazione: nausea, vomito, vampate di calore, mal di testa.
    talidomideSonnolenza, confusione.

    Antibiotici con i quali l'alcol è relativamente sicuro

    Numerosi farmaci antibatterici sono stati testati con successo per la compatibilità con l'alcol e la loro combinazione è sicura per il corpo.

    • Antibiotici della penicillina: amoxiclav, amoxicillina, oxacillina, ampicillina, piperacillina, ticarcillina, carbenicillina, azlocillina.
    • Espettoranti e mucolitici, che sono prescritti per le malattie polmonari, al sottile espettorato viscoso: fluimucil, fluditec.
    • Farmaci antifungini: afobazolo, clotrimazolo.

    I suddetti medicinali possono essere assunti con alcool, ma ciò non significa che possano essere lavati in sicurezza con bevande forti! Lo scenario migliore per lo sviluppo di eventi durante l'assunzione di antibiotici è un completo rifiuto di bere alcolici.

    Antibatterici e antibiotici popolari

    Uno dei farmaci antibatterici più prescritti è flemoxin solutab, non dovresti prenderlo con l'alcol. Il farmaco ha un lieve effetto sul corpo, ma ha effetti collaterali, aggravati dal consumo di alcol. La combinazione di flemoxin con alcool porta a danni al fegato, interruzione del sistema escretore, vomito, crampi nell'addome.

    Polydexa è un farmaco spray spesso prescritto dagli otorinolaringoiatri per il trattamento della rinite acuta e cronica, sinusite, sinusite frontale. La fenilefrina, che fa parte della composizione, aiuta a ripristinare la respirazione nasale ed è in grado di bloccare la produzione di un enzima che scompone l'etanolo. Le conseguenze sono espresse in grave intossicazione del corpo..

    La levomicetina è un farmaco spesso usato per le infezioni intestinali. È considerato categoricamente incompatibile con le bevande alcoliche a causa della potenziale reazione simile al disulfiram, espressa in un forte calo della pressione sanguigna, brividi, allucinazioni e perdita di coscienza. Nella pratica medica, sono stati registrati casi di morte dopo l'uso congiunto di cloramfenicolo e bevande contenenti alcol.

    L'eritromicina è un antibiotico ad ampio spettro usato per malattie del tratto respiratorio superiore e inferiore, infezioni intestinali e una serie di malattie a trasmissione sessuale. Nella pratica medica, si ritiene che l'alcol non influisca sull'effetto del farmaco, ma per aumentare l'efficacia della terapia, è meglio escludere l'alcol.

    Avelox è un farmaco categoricamente incompatibile con l'alcol a causa della probabilità di danni al sistema nervoso centrale e al fegato.

    Il biseptolo è un preparato combinato che non è un antibiotico puro a causa della sua origine sintetica, non naturale. È prescritto per bronchite, otite media, sinusite, polmonite, pelle, infezioni intestinali, urinarie. È severamente vietato mescolare Biseptol con bevande alcoliche..

    Il farmaco è in grado di provocare una forte reazione simile al disulfiram. È probabile che i pazienti presentino cadute di pressione, vomito grave, convulsioni, brividi, febbre. Lo scenario peggiore è l'ischemia cerebrale, che porta alla morte. Con uno sviluppo favorevole degli eventi, l'alcol neutralizzerà l'effetto del farmaco e ridurrà a zero l'effetto terapeutico..

    Nizoral è un farmaco antifungino a base di ketoconazolo, utilizzato per le infezioni delle mucose, della pelle, del cuoio capelluto. Nizoral è disponibile sotto forma di compresse, shampoo, crema. Tutte le forme di dosaggio non sono combinate con l'alcol a causa della probabilità di nausea, mal di testa, eruzione cutanea, arrossamento della pelle, edema.

    Le tetracicline sono un gruppo di farmaci prodotti sotto forma di compresse, unguenti. Sono prescritti per infezioni agli occhi, all'orecchio, alla gola, ai polmoni, al sistema genito-urinario. Questi antibiotici sono incompatibili con l'alcol a causa del rischio di danni alle cellule del fegato. Una bevanda alcolica può essere assunta 72 ore dopo l'assunzione dell'ultima porzione del farmaco.

    Suprax è una droga popolare e sicura. Il principale ingrediente attivo - la cefixima non si combina bene con l'etanolo a causa di una diminuzione dell'efficacia dell'effetto sul fuoco infiammatorio.

    Isofra è un preparato sotto forma di spray nasale. È prescritto nel caso della natura batterica del raffreddore comune, con malattie come faringite acuta, sinusite, rinite cronica. Il principio attivo framicetina solfato non può essere usato con l'alcol a causa della probabilità di accumulo nel corpo e di sovradosaggio. Di conseguenza, si sviluppa mancanza di respiro, compaiono nausea, convulsioni, diarrea..

    Come combinare correttamente alcol e antibiotici - precauzioni di sicurezza

    L'opzione migliore per lo sviluppo di eventi durante il trattamento di un paziente con antibiotici è di rifiutare le bevande alcoliche durante l'assunzione di farmaci. In casi eccezionali, quando non si può fare a meno di bere, è necessario osservare le seguenti regole di sicurezza:

    • Chiedi al tuo medico se è consentito mescolare l'alcool con la medicina e pensa alla possibilità di rinunciare a bevande forti.
    • L'intervallo di tempo minimo tra l'assunzione di un antibiotico e il consumo di alcol è di 4 ore. Un periodo più breve è pieno di grandi problemi di salute..
    • La quantità bevuta dipende dal sesso, dal peso, dalla gravità della malattia attuale, dalla forza della bevanda e non deve superare i 300-350 ml.
    • L'etanolo è presente non solo nelle bevande forti (vodka, cognac, whisky), ma anche nelle bevande a basso contenuto di alcol (vino, champagne, birra). Anche se la gradazione alcolica qui è molte volte inferiore, il consumo non andrà senza danni alla salute..

    Nei pazienti sottoposti a terapia antibiotica, sorge la domanda: quanto tempo dopo il corso è consentito bere bevande alcoliche? La risposta esatta può essere data dal medico curante e dipende da diversi fattori: sesso, età di una persona, natura della sua malattia, salute, droga. La maggior parte dei farmaci ha un effetto cumulativo, continuando ad agire sul corpo dopo la fine dell'assunzione. I professionisti medici raccomandano di iniziare a bere alcolici non prima di 5 giorni dopo la fine del trattamento.

    Tre regole quando si assumono farmaci antibatterici:

    1. I farmaci antibatterici sono prodotti e prescritti in diverse forme di dosaggio: compresse, sciroppi, iniezioni endovenose e intramuscolari, colliri, unguenti, supposte vaginali, soluzioni per inalazione. Qualsiasi forma di farmaco può causare reazioni avverse.
    2. L'etanolo nelle bevande alcoliche è dannoso per la salute umana. È presente non solo nel cognac, nel vino e nella birra, ma anche negli sciroppi per la tosse, tinture di piante medicinali (liquirizia, marshmallow, echinacea, eleuterococco). È necessario studiare la composizione dei farmaci che vengono assunti contemporaneamente agli antibiotici.
    3. Leggi attentamente le istruzioni per il farmaco per scoprire quanto è compatibile con l'alcol. Se le istruzioni indicano che la ricerca su questo problema non è stata effettuata o non ci sono informazioni, dovrai interrompere il consumo di bevande alcoliche durante il trattamento.

    I farmaci antibatterici portano un carico inutile sul corpo e sono prescritti in caso di malattie gravi. Il medico può solo prescrivere un determinato farmaco, tutto il resto dipende dal paziente, che, prima di tutto, deve pensare a una pronta guarigione. Una persona malata deve assumere i farmaci prescritti in modo tempestivo, dormire almeno 7-8 ore al giorno, mangiare cibi ricchi di vitamine e minerali. È meglio dimenticare di assumere alcolici durante questo periodo. Ciò è particolarmente vero per le persone che soffrono di malattie cardiache croniche, fegato, reni. Altrimenti, le conseguenze negative non si costringeranno a raccogliere. Può essere:

    • Insufficienza del sistema nervoso centrale e morte graduale delle cellule cerebrali.
    • Intossicazione del corpo, i cui sintomi sono diarrea, nausea, vomito.
    • Danno renale, problemi al sistema urinario.
    • Violazione del ritmo del cuore.
    • Gastrite, ulcere allo stomaco.
    • Violazione della microflora intestinale.
    • Danno epatico che porta alla morte cellulare graduale.
    • Riduzione dell'immunità, il corpo non sarà in grado di combattere le infezioni da solo.
    • Cardiopalmus.
    • I picchi di pressione sanguigna sono pericolosi per i pazienti ipertesi.
    • Disturbi delle feci come costipazione o diarrea.
    • Debolezza, sonnolenza, perdita di forza.
    • Stato depressivo, esaurimento nervoso.
    • Irritabilità, insonnia.
    • Diminuzione delle capacità intellettuali, compromissione della memoria, concentrazione.
    • Febbre e brividi.
    • Forte mal di testa.
    • convulsioni.
    • Reazioni allergiche sotto forma di prurito, eruzioni cutanee e arrossamento della pelle.
    • Difficoltà respiratorie ed edema di Quincke - senza cure mediche tempestive, si concludono con la morte.
    • L'effetto del trattamento è minimo o assente.
    • La malattia può diventare cronica, riducendo la qualità della vita del paziente.

    L'alcol a piccole dosi completerà la vacanza e aiuterà a rilassarsi. Ma il suo uso durante la malattia non porterà alcun piacere e può danneggiare il corpo. Questa è la cosa principale che una persona dovrebbe ricordare quando decide da sola: vale la pena mescolare alcol e antibiotici.