Osserviamo la misura: il corretto dosaggio di acido ascorbico

L'acido ascorbico è molto importante per il normale funzionamento del corpo. Un aspetto altrettanto importante in questo caso è la dose giornaliera di questo farmaco..

introduzione

Il corpo umano è un dispositivo specifico che funziona a scapito di micro e macro elementi provenienti dall'esterno. Tutte le sostanze che entrano nel corpo possono avere effetti sia positivi che negativi. Un sovradosaggio di queste altre sostanze può portare a conseguenze disastrose..

Cos'è l'acido ascorbico?

L'acido ascorbico, noto anche come vitamina C, è un composto organico complesso che è attivamente coinvolto nel funzionamento del corpo umano..

Questo composto svolge una serie di funzioni necessarie per il normale funzionamento del corpo..

È un agente riducente e antiossidante naturale.

Inoltre, questo farmaco ha un effetto anti-radicale, ma molto insignificante, al fine di prevenire il rapido decadimento delle cellule.

Naturalmente, l'acido ascorbico si trova in molte verdure e frutta..

Secondo la nomenclatura sistematica IUPAC, l'acido ascorbico è anche chiamato acido gamma-lattone 2,3-deidro-L-gulonico.

Nel corpo umano, l'acido ascorbico è coinvolto nella sintesi di collagene, serotonina dal triptofano, formazione di catecolamine, sintesi di corticosteroidi.

L'acido ascorbico è anche coinvolto nella conversione del colesterolo in acidi biliari.

Inibisce la glicosilazione dell'emoglobina, inibisce la conversione del glucosio in sorbitolo.

Vi sono dati sull'effetto neuroprotettivo dell'acido ascorbico, in particolare sul suo effetto positivo sull'invecchiamento precoce, sulla prevenzione del declino legato all'età delle capacità cognitive e del morbo di Alzheimer.

Detto questo, evitare carenze vitaminiche sembra essere più vantaggioso di consumare grandi dosi come supplemento per una dieta sana.

Dose giornaliera

Come qualsiasi altro farmaco, l'acido ascorbico ha un apporto giornaliero.

Se questa norma viene superata, una persona sviluppa ipervitaminosi e in caso di mancanza di utilizzo, ipovitaminosi.

Le conseguenze di un eccesso o mancanza di vitamina possono essere molto diverse..

Dalla semplice stanchezza alla grave malattia o interruzione della normale attività corporea.

Bambini

Il corpo dei bambini piccoli, in particolare i bambini, è particolarmente suscettibile agli attacchi dall'esterno. Ciò è in parte dovuto al fatto che non hanno completamente formato il sistema immunitario.

Tuttavia, anche le dosi dell'apparato devono essere selezionate con saggezza, poiché nella fase dell'infanzia il corpo è estremamente sensibile.

I medici raccomandano che i bambini di età inferiore a 6 mesi non somministrino più di 40 mg / die. Per i bambini più grandi di età compresa tra 7 e 12 mesi, non più di 50 mg / giorno.

Per bambini

Bambini da 1 a 3 anni, si consiglia di somministrare 40 mg / die.

La riduzione della dose rispetto ai neonati è dovuta al fatto che il corpo e il sistema immunitario del bambino devono combattere autonomamente contro fattori esterni.

È impossibile per l'acido ascorbico assumere l'intero ruolo nel mantenimento della barriera antiossidante.

Per gli scolari

I bambini di età compresa tra 4 e 8 anni possono ricevere fino a 45 mg / giorno. Un aumento della dose associato ad un aumento dell'attività del corpo.

adolescenti

Gli adolescenti di età compresa tra 9 e 13 anni devono assumere 50 mg / die di acido ascorbico ogni giorno.

Ragazzi e ragazze

Per i giovani uomini e donne, la dose di vitamina C è leggermente diversa.

Ciò è in parte dovuto al fatto che gli uomini sono più sensibili agli effetti dannosi delle particelle radicali..

Quindi i giovani di età compresa tra 14 e 18 anni dovrebbero bere fino a 75 mg di vitamina C al giorno, mentre per le ragazze di età compresa tra 14 e 18 anni saranno sufficienti 65 mg al giorno.

Uomini e donne adulti

In un corpo più anziano, la capacità di produrre il proprio acido ascorbico inizia a diminuire sensibilmente.

Ciò è in parte dovuto al fatto che è passata la fase di intenso sviluppo nel corpo.

Ecco perché le persone anziane hanno bisogno di più assunzione di vitamina C..

Per gli uomini di età superiore ai 18 anni, vale la pena assumere fino a 90 mg al giorno.

Per le donne di età superiore ai 18 anni, l'indennità giornaliera richiesta sarà di 75 mg.

Incinta

Durante la gravidanza, le donne sperimentano gravi cambiamenti ormonali, quindi il peso corporeo aumenta. Si consiglia alle donne in gravidanza di assumere fino a 100 mg al giorno.

Lactating

Le madri che allattano dovrebbero consumare fino a 110-120 mg al giorno.

anziano

Nel corpo degli anziani, la produzione indipendente di vitamina C si interrompe praticamente, pertanto devono consumare fino a 300-400 mg al giorno.

Tasso di fumo

Per le persone che fumano attivamente o sono costantemente fumatori passivi, vale anche la pena consumare più acido ascorbico.

Per i fumatori di maschi adulti, questa percentuale è fino a 120 mg al giorno e per i fumatori di donne adulte, 105 mg al giorno..

Calcolo della dose giornaliera in pillole

Il calcolo della dose giornaliera di acido ascorbico dipenderà da molti fattori. Per pesi ed età diversi, il fabbisogno giornaliero differirà in modo significativo.

Sarà anche importante se ci sono gravi stress fisici o mentali nella vita quotidiana di una persona.

In generale, per un uomo sano, il calcolo del fabbisogno giornaliero sarà il seguente: per ogni chilogrammo di peso corporeo, è necessario assumere 1-1,25 mg di acido ascorbico.

Se un uomo è attivamente coinvolto nello sport, il dosaggio può essere aumentato a 1,5-1,75 mg per chilogrammo.

Per le persone che fumano e sono malate, la norma sarà 1,25-1,3 mg al giorno.

Non dimenticare l'età, con l'età, il tasso di consumo aumenta in modo significativo.

Il tasso di assunzione incondizionatamente consentito per gli uomini è di 2,5 mg al giorno, mentre l'assunzione condizionale consentita è di 7,5 mg al giorno..

Il principio è lo stesso per le donne che per gli uomini. Tuttavia, il livello di consumo deve essere ridotto. Tranne le donne in gravidanza e in allattamento.

In tutti gli altri casi, la dose di acido ascorbico dovrebbe essere inferiore del 25-30% rispetto agli uomini.

Overdose

Un sovradosaggio di acido ascorbico è accompagnato da una serie di disturbi funzionali. Inoltre, spesso, i primi sintomi hanno gravità esterna..

È impossibile abusare dell'assunzione di acido ascorbico. Con l'uso prolungato di alte dosi della sostanza porta ad un deterioramento dell'assorbimento della vitamina B12, noto anche come cianocobalamina.

L'acidità complessiva nel tratto digestivo aumenta e diminuisce anche il pH dell'acido urico. Con un significativo aumento di acidità, acido urico, è possibile la deposizione di sali di assalati e la formazione di calcoli renali.

Per le donne, un eccesso di acido ascorbico è pericoloso per un aumento del livello di estrogeni nel sangue, specialmente per le donne che assumono droghe dall'esterno..

Un sovradosaggio di acido ascorbico può essere determinato con i seguenti criteri:

  • insonnia costante, maggiore irritabilità e letargia, una sensazione di ansia onnipresente;
  • aumento della sudorazione;
  • nausea, vertigini, mal di testa e sensazione di perdita di coscienza;
  • disturbi periodici del tratto gastrointestinale;
  • vomito, nausea.

Inoltre, negli adulti e nei bambini, una reazione allergica al farmaco può apparire sulla pelle, sotto forma di acne e altre infiammazioni..

L'uso a lungo termine di dosi più elevate può portare a:

  • interruzione del pancreas;
  • malattia renale acuta;
  • vari tipi di gastrite e gastroduodenite;
  • ipersensibilità alla vitamina C, a volte anche alle dosi più piccole;
  • una diminuzione del numero di globuli bianchi;
  • violazione del ciclo mestruale nelle donne;
  • diminuzione della coagulazione del sangue.

Dose letale

Una dose letale di acido ascorbico è considerata 20-30 g alla volta. Tuttavia, questa sostanza è altamente solubile in solventi polari..

Ecco perché nel corpo umano, l'acido in eccesso sarà assorbito ed escreto dal corpo senza accumulo.

Tuttavia, l'assunzione di una tale dose di sostanza influirà su tutti gli organi umani, fino alla morte inclusa..

Compatibilità con altre vitamine

L'acido ascorbico è combinato con altre medicine.

Tuttavia, per un effetto significativo, è meglio prenderlo separatamente dagli altri farmaci..

La vitamina C si abbina bene con vitamina E e A, B5 e B9.

  • L'effetto antiossidante dell'acido ascorbico aumenta con l'aggiunta di carotenoidi (vitamina B5);
  • La vitamina C ripristina l'attività della vitamina E.
  • La vitamina C contribuisce alla conservazione e all'assorbimento della vitamina B9.

L'assunzione congiunta di acido con etinilestradiolo può portare ad un aumento della concentrazione di quest'ultimo.

Il livello di alluminio nel sangue aumenterà notevolmente quando si assume la vitamina insieme agli antiacidi.

Il consumo con teraciclina favorisce la rimozione della vitamina C dal corpo.

Video utile

Video avvertimento sulle conseguenze di un sovradosaggio di vitamina C..

Conclusione

Acido ascorbico, un componente importante e insostituibile di cui il corpo umano ha bisogno per il normale funzionamento.

Tuttavia, l'uso sconsiderato di quantità incontrollate di questo farmaco può portare a gravi conseguenze..

Acido ascorbico (50 mg / ml)

Istruzioni

  • russo
  • қazaқsha

Nome depositato

Nome internazionale non proprietario

Forma di dosaggio

Soluzione iniettabile 50 mg / ml

Composizione

Una fiala contiene:

principio attivo: acido ascorbico - 50 mg in 1 ml o 100 mg in 2 ml;

eccipienti: bicarbonato di sodio, solfito di sodio anidro, acqua per preparazioni iniettabili

Descrizione

Liquido trasparente incolore o leggermente colorato.

Gruppo farmacoterapico

Vitamine. Vitamina C.

Codice АТХ А11GА01

Proprietà farmacologiche

farmacocinetica

Comunicazione con proteine ​​plasmatiche - 25%. La concentrazione di acido ascorbico nel plasma è normalmente di circa 10 - 20 μg / ml, le riserve nel corpo sono di circa 1,5 g quando si assumono le dosi giornaliere raccomandate e 2,5 g quando si assumono 200 mg / die. Penetra facilmente nei leucociti, nelle piastrine e quindi in tutti i tessuti; la massima concentrazione si raggiunge negli organi ghiandolari, nei leucociti, nel fegato e nella lente dell'occhio; depositato nel lobo posteriore dell'ipofisi, corteccia surrenale, epitelio oculare, cellule intermedie delle ghiandole spermatiche, ovaie, fegato, milza, pancreas, polmoni, reni, parete intestinale, cuore, muscoli, ghiandola tiroidea; attraversa la placenta. La concentrazione di acido ascorbico nei leucociti e nelle piastrine è più elevata che negli eritrociti e nel plasma. In condizioni carenti, la concentrazione nei leucociti diminuisce più tardi e più lentamente ed è considerata un criterio migliore per valutare la carenza rispetto alla concentrazione plasmatica. Viene metabolizzato principalmente nel fegato in acido desossicascorbico e successivamente in acidi ossaloacetici e diketogulonici. Viene escreto dai reni, con sudore, latte materno sotto forma di ascorbato invariato e metaboliti. Quando vengono prescritte dosi elevate, il tasso di eliminazione aumenta notevolmente. Fumare e bere etanolo accelera la scomposizione dell'acido ascorbico (conversione in metaboliti inattivi), riducendo drasticamente i depositi corporei. Escreto durante l'emodialisi.

farmacodinamica

Un medicinale con l'attività della vitamina C ha un effetto metabolico, non si forma nel corpo umano, ma viene fornito solo con il cibo. Partecipa alla regolazione dei processi redox, metabolismo dei carboidrati, coagulazione del sangue, rigenerazione dei tessuti; aumenta la resistenza del corpo alle infezioni, riduce la permeabilità vascolare, riduce la necessità di vitamine B1, B2, A, E, acido folico, acido pantotenico. Partecipa al metabolismo di fenilalanina, tirosina, acido folico, noradrenalina, istamina, ferro, utilizzo di carboidrati, sintesi di lipidi, proteine, carnitina, reazioni immunitarie, idrossilazione della serotonina, migliora l'assorbimento del ferro non eme. Regola il trasporto di ioni idrogeno in molte reazioni biochimiche, migliora l'uso del glucosio nel ciclo dell'acido tricarbossilico, partecipa alla formazione di acido tetraidrofolico e alla rigenerazione dei tessuti, alla sintesi di ormoni steroidei, collagene, procollagene. Mantiene lo stato colloidale della sostanza intercellulare e la normale permeabilità capillare (inibisce la ialuronidasi). Attiva gli enzimi proteolitici, partecipa allo scambio di aminoacidi aromatici, pigmenti e colesterolo, favorisce l'accumulo di glicogeno nel fegato. A causa dell'attivazione degli enzimi respiratori nel fegato, migliora le sue funzioni di disintossicazione e formazione di proteine, aumenta la sintesi di protrombina. Migliora la secrezione biliare, ripristina la funzione esocrina del pancreas e della funzione endocrina - tiroidea. Regola le reazioni immunologiche (attiva la sintesi di anticorpi, componente C3 del complemento, interferone), promuove la fagocitosi, aumenta la resistenza del corpo alle infezioni. Inibisce il rilascio e accelera la degradazione dell'istamina, inibisce la formazione di prostaglandine e altri mediatori dell'infiammazione e delle reazioni allergiche.

Indicazioni per l'uso

- trattamento dell'ipo e dell'avitaminosi C (se è necessario ricostituire rapidamente la vitamina C e l'impossibilità della somministrazione orale).

- situazioni cliniche associate alla necessità di ulteriore somministrazione di acido ascorbico, incl. nutrizione parenterale, malattie del tratto gastrointestinale (diarrea persistente, resezione dell'intestino tenue, ulcera peptica, gastrectomia), morbo di Addison.

Metodo di somministrazione e dosaggio

La soluzione iniettabile viene somministrata per via endovenosa o intramuscolare a scopi terapeutici a 0,05-0,15 g (1-3 ml di soluzione da 50 mg / ml), la dose singola massima è 0,20 g (4 ml), la dose giornaliera è 1 g (20 ml). Ai bambini di età inferiore ai 6 mesi vengono prescritti 20-30 mg / giorno (0,4-0,6 ml di una soluzione al 5%), all'età di 6-12 mesi - 35 mg / giorno (0,7 ml di una soluzione al 5%), 1- 3 anni - 40 mg / giorno (0,8 ml di soluzione al 5%), 4-10 anni - 45 mg / giorno (0,9 ml di soluzione al 5%), 11-14 anni - 50 mg / giorno (1 ml di soluzione al 5% ), per i bambini di età superiore ai 15 anni, 60-100 mg (1,2-2 ml di una soluzione al 5%) una volta al giorno. I tempi del trattamento dipendono dalla natura e dal decorso della malattia..

Effetti collaterali

Dal lato del sistema nervoso centrale: con somministrazione endovenosa rapida - vertigini, affaticamento, con uso prolungato di grandi dosi (più di 1 g) - mal di testa, aumento dell'eccitabilità del sistema nervoso centrale, insonnia.

Dal sistema urinario: pollakiuria moderata (quando si utilizza una dose superiore a 600 mg / die), con uso prolungato di grandi dosi - iperossaluria, nefrolitiasi (da ossalato di calcio), danno all'apparato glomerulare dei reni.

Dal lato del sistema cardiovascolare: con l'uso prolungato di grandi dosi - una diminuzione della permeabilità capillare (possibile deterioramento del trofismo dei tessuti, aumento della pressione sanguigna, ipercoagulazione, sviluppo di microangiopatie), distrofia miocardica.

Reazioni allergiche: eruzione della pelle, arrossamento della pelle, shock anafilattico.

Indicatori di laboratorio: trombocitosi, iperprotrombinemia, eritropenia, leucocitosi neutrofila, ipopotassiemia, glucosuria, iperglicemia.

Reazioni locali: indolenzimento nel sito dell'iniezione intramuscolare.

Altri: con l'uso a lungo termine di grandi dosi (più di 1 g) - inibizione della funzione dell'apparato insulare del pancreas (iperglicemia, glucosuria), ipervitaminosi, Na + e ritenzione di liquidi, alterazione del metabolismo di Zn2 + e Cu2 +, con somministrazione endovenosa a grandi dosi - la minaccia di interruzione della gravidanza.

Controindicazioni

- ipersensibilità a componenti di medicina.

- somministrazione di grandi dosi - ipercoagulabilità,

- tendenza alla trombosi,

Interazioni farmacologiche

Aumenta la concentrazione ematica di benzilpenicillina e tetracicline; ad una dose di 1 g / die aumenta la biodisponibilità dell'etinilestradiolo (incluso quello che fa parte dei contraccettivi orali).

Riduce l'efficacia di eparina e anticoagulanti indiretti.

Aumenta il rischio di cristalluria durante il trattamento con salicilati a breve durata d'azione e sulfamidici, rallenta l'escrezione di acidi da parte dei reni, aumenta l'escrezione di farmaci con una reazione alcalina (inclusi gli alcaloidi) e riduce la concentrazione di contraccettivi orali nel sangue.

Aumenta la clearance totale dell'etanolo, che a sua volta riduce la concentrazione di acido ascorbico nel corpo.

Le medicine della serie chinolina, cloruro di calcio, salicilati, glucocorticosteroidi, con uso prolungato, riducono le riserve di acido ascorbico.

Con l'uso simultaneo riduce l'effetto cronotropico dell'isoprenalina.

Con l'uso a lungo termine o l'uso in dosi elevate, può interferire con l'interazione di disulfiram ed etanolo.

Aumenta l'escrezione renale di mexiletina ad alte dosi.

Barbiturici e primidone aumentano l'escrezione urinaria di acido ascorbico.

Riduce l'effetto terapeutico dei farmaci antipsicotici (neurolettici) - derivati ​​della fenotiazina, riassorbimento tubulare di anfetamine e antidepressivi triciclici.

Farmaceuticamente incompatibile con aminofillina, bleomicina, cefazolina, cefapirina, clordiazepossido, estrogeni, destrani, doxapram, eritromicina, meticillina, nafcillina, benzilpenicillina, warfarin.

istruzioni speciali

A causa dell'effetto stimolante dell'acido ascorbico sulla sintesi degli ormoni corticosteroidi, è necessario monitorare la funzionalità renale e la pressione sanguigna.

Con l'uso prolungato di grandi dosi, è possibile sopprimere la funzione dell'apparato insulare del pancreas, pertanto deve essere regolarmente monitorato durante il trattamento..

Nei pazienti con un alto contenuto di ferro nel corpo, l'acido ascorbico deve essere usato in dosi minime..

La somministrazione di acido ascorbico a pazienti con tumori in rapida proliferazione e intensamente metastatici può aggravare il processo. L'acido ascorbico come agente riducente può distorcere i risultati di vari test di laboratorio (glucosio nel sangue, bilirubina, transaminasi epatica e attività lattato deidrogenasi).

Applicazione durante la gravidanza e l'allattamento

Durante la gravidanza e l'allattamento, viene utilizzato solo se il beneficio previsto per la madre supera il potenziale rischio per il feto e il bambino. In teoria, esiste un pericolo per il bambino quando la madre usa alte dosi di acido ascorbico (si raccomanda di non superare il fabbisogno giornaliero massimo di acido ascorbico da parte della madre che allatta).

Il fabbisogno giornaliero minimo di acido ascorbico nei trimestri II-III della gravidanza è di circa 60 mg. Va tenuto presente che il feto può adattarsi ad alte dosi di acido ascorbico assunto da una donna incinta e quindi il neonato può sviluppare una sindrome da astinenza..

Il fabbisogno giornaliero minimo durante l'allattamento è di 80 mg. La dieta di una madre che contiene adeguate quantità di acido ascorbico sufficienti a prevenire la carenza di un bambino.

Effetti sulla capacità di guidare veicoli e di lavorare con macchinari in movimento

Overdose

Sintomi di sovradosaggio si verificano quando l'acido ascorbico viene somministrato in grandi dosi o per un lungo periodo di tempo. Caratterizzato dallo sviluppo di ipertensione arteriosa, iperglicemia, glucosuria, complicanze tromboemboliche, nefrolitiasi.

Le misure di soccorso comprendono l'interruzione del farmaco e la terapia sintomatica. Non esiste un antidoto specifico.

Modulo di rilascio e confezione

1 ml o 2 ml in fiale di vetro.

10 fiale, insieme a un coltello o uno scarificatore per l'apertura delle fiale, sono collocate in una scatola di cartone con un rivestimento ondulato di carta per ondulazione. La scatola è incollata con un'etichetta del pacco.

Le scatole insieme alle istruzioni per l'uso nello stato e nelle lingue russe sono confezionate in imballaggi di gruppo.

Il numero di istruzioni per l'uso medico nelle lingue statale e russa deve corrispondere al numero di colli.

10 fiale da 1 o 2 ml sono poste in un inserto in film di polivinilcloruro. 1 inserto con fiale insieme a un coltello o uno scarificatore per l'apertura di fiale e le istruzioni per l'uso medico nello stato e nelle lingue russe sono collocate in una scatola di cartone.

10 fiale insieme a un coltello o uno scarificatore per l'apertura di fiale e le istruzioni per l'uso medico nello stato e nelle lingue russe sono collocate in una scatola di cartone per l'imballaggio di consumo con un inserto di cartone per il fissaggio di fiale di cartone da stampa.

Condizioni di archiviazione

In un posto scuro a una temperatura non superiore a 25 ° С.

Tenere fuori dalla portata dei bambini!

Periodo di conservazione

Non utilizzare dopo la data di scadenza.

Condizioni di erogazione dalle farmacie

fabbricante

Società per azioni aperta "Impianto di prodotti medici Borisov", Repubblica di Bielorussia, Regione di Minsk, Borisov, st. Chapaeva 64, tel / fax +375 (177) 734043.

Titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio

Società per azioni aperta "Impianto di preparazioni mediche Borisov", Repubblica di Bielorussia

Indirizzo dell'organizzazione che accetta i reclami dei consumatori sulla qualità dei prodotti (merci) nella Repubblica del Kazakistan

Società per azioni aperta "Impianto di preparazioni mediche Borisov",

Repubblica di Bielorussia, regione di Minsk, Borisov, st. Chapaeva, 64 anni,

I benefici e l'uso dell'acido ascorbico nei confetti

L'acido ascorbico in pillole ti consente di compensare la mancanza di vitamina C nel corpo e migliorare il funzionamento del sistema immunitario. Il farmaco viene utilizzato in una serie di condizioni patologiche con l'obiettivo di una pronta guarigione. Prima di iniziare a prendere il farmaco, è importante valutare i benefici e i danni e leggere le istruzioni.

Proprietà utili di acido ascorbico

L'acido ascorbico ha le seguenti proprietà:

  • rafforza le pareti dei vasi sanguigni, prevenendo il verificarsi di sanguinamento;
  • migliora l'assorbimento di acido folico e ferro;
  • stimola il lavoro delle difese del corpo;
  • promuove la sintesi del collagene, prevenendo i processi di invecchiamento precoce;
  • accelera il recupero da influenza e raffreddore;
  • migliora le proprietà reologiche del sangue;
  • riduce la produzione di melanina da parte delle cellule della pelle, prevenendo così la comparsa di macchie dell'età;
  • stimola i processi di rigenerazione dei tessuti;
  • regola le reazioni redox;
  • ha un effetto antiossidante, prevenendo gli effetti dannosi dei radicali liberi sul corpo;
  • stimola la secrezione di succo gastrico, che è importante per la gastrite atrofica;
  • migliora la condizione di unghie e capelli, rafforzandoli;
  • previene l'anemia.

Questa sostanza stimola anche la secrezione della bile e previene la congestione nel sistema biliare..

Indicazioni per l'uso della vitamina C nelle pillole

La vitamina C, prodotta nei confetti, viene utilizzata per gli stati di immunodeficienza, accompagnata da frequenti malattie virali e salute generale insoddisfacente. Il farmaco è necessario durante la crescita e lo sviluppo del corpo. L'indicazione per l'appuntamento è una dieta squilibrata e l'assenza di alimenti vegetali nella dieta..

L'acido ascorbico viene utilizzato nel complesso trattamento delle malattie del sistema cardiovascolare, nonché in caso di eccessivo stress emotivo e fisico. Ulteriori indicazioni:

  • alcolismo cronico;
  • aumento della temperatura corporea;
  • infezioni batteriche e virali nella fase acuta;
  • molto stress;
  • dipendenza da nicotina;
  • periodo di recupero dopo l'intervento chirurgico;
  • gravidanza.

Il farmaco è prescritto per frequenti epistassi come mezzo di terapia complessa. La vitamina C è utilizzata nel trattamento delle patologie dell'apparato muscolo-scheletrico.

Si consiglia alle donne in gravidanza di assumere acido ascorbico dopo aver consultato uno specialista.

Sintomi da carenza di vitamina C.

La carenza di vitamina C è evidenziata dallo scorbuto, una malattia rara in cui la sintesi del collagene è compromessa. Sintomi di una mancanza di questa sostanza:

  • emorragia sottocutanea;
  • guarigione a lungo termine di ferite e altre lesioni;
  • debolezza e sonnolenza;
  • raffreddori frequenti;
  • compromissione della memoria e concentrazione;
  • gengive sanguinanti;
  • capelli opachi;
  • unghie fragili;
  • punti neri;
  • pelle secca e desquamazione;
  • frequenti epistassi;
  • dolore articolare e muscolare;
  • disturbi depressivi;
  • aumento del peso corporeo;
  • esacerbazione dell'infezione da herpes;
  • pesantezza allo stomaco.

La carenza di vitamina può causare disturbi del sonno e frequenti mal di testa.

Istruzioni per l'uso di pillole con vitamina C

Per gli adulti, il farmaco deve essere assunto dopo i pasti, 1-2 compresse al giorno per la prevenzione. A scopi terapeutici, la dose è impostata dal medico ed è spesso 1-2 pezzi. 3 volte al giorno.

Durante la gravidanza e l'allattamento

Durante questo periodo, vengono mostrate 6 compresse al giorno per 10-15 giorni. Il dosaggio esatto deve essere impostato da uno specialista.

Nei bambini

Il farmaco può essere assunto da bambini di 5 anni, 1 compressa al giorno.

Effetti collaterali dell'acido ascorbico in pillole da 50 mg

Reazioni negative che possono verificarsi dall'organismo durante l'assunzione del farmaco:

  • maggiore eccitabilità;
  • mal di testa;
  • insonnia;
  • sentirsi stanco;
  • sensazione di bruciore allo stomaco;
  • spasmi gastrointestinali;
  • disturbi delle feci;
  • nausea e vomito;
  • disturbi endocrini;
  • la formazione di calcoli renali ossalati;
  • la comparsa di coaguli di sangue;
  • aumento della pressione sanguigna;
  • reazioni allergiche acute;
  • alterato assorbimento di zinco e rame;
  • ritenzione di liquidi nel corpo.

Se questi sintomi si verificano durante l'assunzione del farmaco, è necessario rifiutare il trattamento e consultare un medico. Per ridurre il rischio di effetti renali indesiderati durante la terapia, è necessario bere più acqua pulita. Il dragee non influenza la velocità delle reazioni psicomotorie.

Se avverti nausea e vomito, dovresti interrompere l'assunzione di acido ascorbico.

Overdose

Se si prende il farmaco senza controllo, si può affrontare una grave diarrea, sensazione di bruciore allo stomaco e disturbi di scarico delle urine. L'urina diventa spesso rossa. Se assunto correttamente nei dosaggi prescritti dal medico, è improbabile il verificarsi di condizioni patologiche..

Per eliminare i sintomi di un sovradosaggio, si consiglia di assumere un farmaco antiacido che eliminerà il mal di stomaco. Con la diarrea, sono indicati i farmaci di ancoraggio. Per accelerare l'eliminazione della sostanza, è possibile assumere carbone attivo e per normalizzare la minzione, si consiglia di consumare più liquidi.

Interazione con altri medicinali

L'acido ascorbico influenza la concentrazione di farmaci psicotropi e preparati contenenti estrogeni e ha anche un effetto benefico sull'assorbimento del ferro. Si sconsiglia l'assunzione di salicilati e contraccettivi ormonali contemporaneamente alla vitamina C..

Il farmaco non deve essere combinato con i seguenti gruppi di medicinali:

  • antibiotici;
  • barbiturici;
  • antidepressivi triciclici.

Non è consigliabile assumere pillole contemporaneamente con glucocorticosteroidi, perché l'assorbimento della vitamina C si sta fortemente deteriorando. Se è pianificato il trattamento con GCS, l'acido ascorbico deve essere posticipato fino alla fine della terapia. Non è consigliabile combinare l'assunzione di vitamine con i preparati FANS per evitare l'esacerbazione delle malattie gastrointestinali.

Nomi dei farmaci della farmacia

Preparati che contengono vitamina C:

  • acido ascorbico-UBF;
  • vitamina C;
  • Asvitol.
Asvitol è uno degli analoghi dell'acido ascorbico.

La vitamina C viene spesso prodotta con lo stesso nome.

Si prega di valutare l'articolo!

Dai il tuo voto all'articolo da 1 a 5:

Punteggio medio: 4.7 / 5. Voti: 29

Ancora nessuna valutazione, sii il primo a valutarla!

Siamo spiacenti che questo articolo non ti sia stato utile.!

Risolviamolo.

Dimmi come possiamo migliorare questo articolo?

Acido ascorbico - istruzioni per l'uso

ISTRUZIONI
sull'uso medico del farmaco

Numero di registrazione:

Nome commerciale: ACIDO ASCORBICO

Nome internazionale non proprietario:

Forma di dosaggio:

Composizione:

Descrizione
Confetto giallo-verdastro o giallo, forma sferica regolare. La superficie del confetto dovrebbe essere piatta, liscia, di colore uniforme.

Gruppo farmacoterapico
Mezzi che regolano i processi metabolici.
Preparazione di vitamine.

Codice ATX A11GA01

Proprietà farmacologiche
L'acido ascorbico è attivamente coinvolto in molte reazioni redox, ha un effetto stimolante generale non specifico sul corpo. Aumenta la capacità adattativa del corpo e la sua resistenza alle infezioni; promuove i processi di rigenerazione.

Indicazioni per l'uso
Prevenzione e trattamento dell'ipo e dell'avitaminosi da vitamina C;
Come aiuto: diatesi emorragica, nasale, uterina, polmonare e altri sanguinamenti, sullo sfondo della radiazione; sovradosaggio di anticoagulanti, malattie infettive e intossicazione, malattie del fegato, nefropatia delle donne in gravidanza, morbo di Addison, lenta guarigione delle ferite e fratture ossee. distrofie e altri processi patologici. Il farmaco è prescritto per aumentare lo stress fisico e mentale, durante la gravidanza e l'allattamento, durante il periodo di recupero dopo gravi malattie a lungo termine.

Controindicazioni
Ipersensibilità ai componenti del farmaco, tromboflebite, tendenza alla trombosi, diabete mellito.

Con cura: iperossalaturia, insufficienza renale, emocromatosi, talassemia, policitemia, leucemia, anemia sideroblastica, deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi, anemia falciforme. Malattie maligne progressive, gravidanza.

Metodo di somministrazione e dosaggio
Il farmaco viene assunto per via orale dopo i pasti..
Per la prevenzione: adulti 0,05-0,1 g (1-2 compresse) al giorno, bambini da 5 anni - 0,05 g (1 compressa) al giorno.
Per il trattamento: adulti 0,05-0,1 g (1-2 pillole) 3-5 volte al giorno, bambini da 5 anni - 0,050,1 g (1-2 pillole) 2-3 volte al giorno.
Durante la gravidanza e l'allattamento, 0,3 g (6 compresse) al giorno per 1015 giorni, quindi 0,1 g (2 compresse al giorno) al giorno.

Effetto collaterale
Dal lato del sistema nervoso centrale (SNC): mal di testa, sensazione di affaticamento, con uso prolungato di grandi dosi - aumento dell'eccitabilità del sistema nervoso centrale, disturbi del sonno.
Dal sistema digestivo: irritazione della mucosa del tratto gastrointestinale, nausea, vomito, diarrea, crampi allo stomaco.
Dal sistema endocrino: soppressione della funzione dell'apparato insulare del pancreas (iperglicemia, glucosuria).
Dal sistema urinario: se usato in dosi elevate, iperossalaturia e formazione di calcoli urinari da ossalato di calcio.
Da parte del sistema cardiovascolare: trombosi, se usato ad alte dosi - aumento della pressione sanguigna, sviluppo di microangiopatie, distrofia miocardica Reazioni allergiche: eruzione cutanea, raramente - shock anafilattico.
Indicatori di laboratorio: trombocitosi, iperprotrombinemia, eritropenia, leucocitosi neutrofila, ipopotassiemia.
Altri: ipervitaminosi, sensazione di calore, con uso prolungato di grandi dosi - sodio (Na +) e ritenzione di liquidi, alterato metabolismo dello zinco (Zn 2+), rame (Cu 2+).

Overdose
Se prende più di 1 g al giorno, sono possibili bruciore di stomaco, diarrea, difficoltà a urinare o colorazione delle urine rossa, emolisi (in pazienti con deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi).
Se si verificano effetti collaterali, è necessario interrompere l'assunzione del farmaco e consultare un medico..

Interazione con altri medicinali
Aumenta la concentrazione ematica di benzilpenicillina e tetracicline; alla dose di 1 g / die aumenta la biodisponibilità di etinilestradiolo.
Migliora l'assorbimento delle preparazioni di ferro nell'intestino (converte il ferro ferrico in ferro); può aumentare l'escrezione di ferro se usato contemporaneamente alla deferoxamina.
L'acido acetilsalicilico (ASA), i contraccettivi orali, i succhi freschi e le bevande alcaline riducono l'assorbimento e l'assorbimento.
Con l'uso simultaneo con ASA, l'escrezione di acido ascorbico nelle urine aumenta e l'escrezione di ASA diminuisce. L'ASA riduce l'assorbimento di acido ascorbico di circa il 30%.
Aumenta il rischio di cristalluria durante il trattamento con salicilati e sulfamidici a breve durata d'azione, rallenta l'escrezione di acidi da parte dei reni, aumenta l'escrezione di farmaci con una reazione alcalina (inclusi gli alcaloidi), riduce la concentrazione nel sangue dei contraccettivi orali.
Aumenta la clearance totale dell'etanolo, che a sua volta riduce la concentrazione di acido ascorbico nel corpo.
I farmaci chinolina (fluorochinoloni, ecc.), Cloruro di calcio, salicilati, glucocorticosteroidi, con un uso prolungato, riducono le riserve di acido ascorbico.
Con l'uso simultaneo riduce l'effetto cronotropico dell'isoprenalina.
Con l'uso prolungato o l'uso in dosi elevate, l'interazione di disulfiram-etanolo può essere interrotta.
A dosi elevate, aumenta l'escrezione renale di mexiletina.
Barbiturici e primidone aumentano l'escrezione urinaria di acido ascorbico.
Riduce l'effetto terapeutico di antipsicotici (derivati ​​della fenotiazina), riassorbimento tubulare di anfetamine e antidepressivi triciclici.

istruzioni speciali
A causa dell'effetto stimolante dell'acido ascorbico sulla sintesi degli ormoni corticosteroidi, è necessario monitorare la funzionalità renale e la pressione sanguigna.
Con l'uso prolungato di grandi dosi, è possibile sopprimere la funzione dell'apparato insulare del pancreas, pertanto deve essere regolarmente monitorato durante il trattamento..
Nei pazienti con un alto contenuto di ferro nel corpo, l'acido ascorbico deve essere usato in dosi minime..
La prescrizione di acido ascorbico a pazienti con tumori in rapida proliferazione e intensamente metastatici può aggravare il processo..
L'acido ascorbico, come agente riducente, può distorcere i risultati di vari test di laboratorio (glicemia, bilirubina, attività transaminasi, LDH).
Applicazione durante la gravidanza e l'allattamento
Il fabbisogno giornaliero minimo di acido ascorbico nei trimestri P-P in gravidanza è di circa 60 mg.
Il fabbisogno giornaliero minimo durante l'allattamento è di 80 mg. Una dieta della madre contenente una quantità adeguata di acido ascorbico è sufficiente per prevenire la carenza di vitamina C in un bambino (si raccomanda che la madre che allatta non superi il fabbisogno giornaliero massimo di acido ascorbico).

Modulo per il rilascio
200 confetti in contenitori polimerici BP-60-X o BP-60 o "BP-60-X con tappo in sughero".
Il tappo di sughero (custodia) della lattina "BP-60 X con tappo di sughero" contiene istruzioni per l'uso medico senza mettere la lattina nella confezione.
Un contenitore polimerico BP-60-X o BP-60 viene inserito in una scatola di cartone insieme alle istruzioni per l'uso medico.

Data di scadenza
1 anno 6 mesi.
Non utilizzare dopo la data indicata sulla confezione.

Condizioni di archiviazione
In un luogo asciutto e buio.
Tenere fuori dalla portata dei bambini.

Condizioni di erogazione dalle farmacie
Sul bancone

Produttore e organizzazione che accettano reclami:
JSC Pharmstandard-UfaVITA, 450077 Ufa, st. Khudayberdin, 28 anni.

Vitamina C

Prezzi nelle farmacie online:

L'acido ascorbico appartiene al gruppo delle vitamine.

Disponibile nelle seguenti forme: pillole, liofilizzato per la successiva preparazione di una soluzione per iniezioni endovenose e intramuscolari, gocce per somministrazione orale, soluzione per uso endovenoso, polvere per preparazione di soluzione per somministrazione orale.

Azione farmacologica dell'acido ascorbico

L'acido ascorbico non si forma nel corpo umano, quindi è necessario garantire l'assunzione della sostanza all'interno con il cibo. La vitamina partecipa alla regolazione dei processi redox, coagulazione del sangue, metabolismo dei carboidrati, rigenerazione dei tessuti. Inoltre, l'acido ascorbico rende il corpo più resistente alle varie infezioni, riduce la permeabilità vascolare, riduce la necessità di vitamine A, E, B1 e B2, acidi pantotenico e folico. La vitamina è coinvolta nel metabolismo di tirosina, fenilalanina, acido folico, Fe, istamina, noradrenalina. Promuove anche l'utilizzo di carboidrati, la sintesi di lipidi, carnitina e proteine, l'idrossilazione della serotonina.

L'acido ascorbico ha proprietà antiossidanti e antipiastriniche, regola il movimento di H + in varie reazioni biochimiche, partecipa alla formazione di acido tetraidrofolico e rinnovamento dei tessuti, migliora l'uso del glucosio nel ciclo dell'acido tricarbossilico, promuove la sintesi di collagene, ormoni steroidei e procollagene.

Le proprietà farmacologiche della vitamina comprendono il mantenimento dello stato colloidale della sostanza intercellulare, la normale permeabilità capillare; attivazione di enzimi proteolitici; partecipazione allo scambio di pigmenti, colesterolo e aminoacidi aromatici; promuovendo l'accumulo di glicogeno nel fegato. L'acido ascorbico migliora le funzioni di formazione di proteine ​​e disintossicazione del fegato attivando gli enzimi respiratori. Migliora anche la secrezione biliare, promuove il rapido ripristino della funzione esocrina del pancreas e la funzione endocrina della tiroide.

Secondo le istruzioni, l'acido ascorbico attiva la sintesi di anticorpi, interferone e complemento C3. Promuove anche la fagocitosi, rallenta il rilascio e accelera il degrado dell'istamina. A piccole dosi, la vitamina migliora la funzione complessante della deferoxamina nei casi di avvelenamento cronico con preparati di Fe, che porta ad un aumento dell'escrezione di quest'ultima. Il dosaggio richiesto per questo è di 150-250 mg di farmaco al giorno..

Indicazioni per l'uso di acido ascorbico

Dalle istruzioni per l'acido ascorbico è noto che le indicazioni per l'assunzione di vitamine sono:

  • Carenza di ipo e vitamina C;
  • Dieta squilibrata;
  • Aumento della necessità di acido ascorbico (ad esempio, durante periodi di crescita intensiva o alimentazione artificiale);
  • Lavoro duro;
  • Nutrizione parenterale;
  • Periodo di convalescenza dopo malattia grave;
  • Alcolismo;
  • Scorbuto;
  • Ipotermia prolungata del corpo;
  • Brucia la malattia;
  • Infezioni croniche;
  • Febbre prolungata;
  • Malattie gastrointestinali come ulcera peptica, diarrea persistente, gastrectomia, resezione dell'intestino tenue;
  • Ipertiroidismo;
  • Stress frequente;
  • fumatori;
  • lesioni;
  • Riabilitazione postoperatoria;
  • Gravidanza (in particolare gravidanza multipla, nonché sullo sfondo della dipendenza da droga o nicotina);
  • Allattamento;
  • Metemoglobinemia idiopatica;
  • Avvelenamento cronico con preparati di Fe.

Controindicazioni all'uso di acido ascorbico

Secondo le istruzioni, l'acido ascorbico è controindicato in caso di ipersensibilità a questa vitamina, così come la sua intolleranza individuale..

Il farmaco è prescritto con cautela alle persone che soffrono di diabete mellito, anemia sideroblastica, deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi, talassemia, ossalosi, calcoli renali, emocromatosi e iperossaluria.

Effetti collaterali

Dal lato del sistema nervoso centrale, possono verificarsi effetti collaterali come affaticamento e vertigini (con una rapida somministrazione endovenosa del farmaco).

Nel sistema digestivo, se il paziente assume acido ascorbico per via orale, può apparire irritazione delle superfici mucose degli organi.

Le reazioni allergiche non sono escluse: arrossamento della pelle ed eruzione cutanea. I risultati di laboratorio possono indicare eritropenia, iperprotrombinemia, trombocitosi, ipopotassiemia e leucocitosi neutrofila.

Se una persona prende spesso e intensamente il farmaco per via orale, aumenta la probabilità di distruzione dello smalto dei denti.

In caso di sovradosaggio (più di 1 g), è probabile che si verifichino i seguenti sintomi:

  • Aumento dell'eccitabilità del SNC;
  • Mal di testa;
  • Diarrea;
  • Nausea e vomito;
  • Gastrite iperacida;
  • Insonnia;
  • Ulcerazione della mucosa del tratto digestivo;
  • Iperglicemia e glucosuria;
  • nefrolitiasi;
  • iperossaluria;
  • Pollakiuria moderata (ad un dosaggio superiore a 600 mg al giorno);
  • Diminuzione della permeabilità capillare, che è accompagnata da un aumento della pressione sanguigna, deterioramento del trofismo dei tessuti, sviluppo di microangiopatie e ipercoagulazione;
  • Interruzione della gravidanza ed emolisi degli eritrociti (quando il farmaco viene somministrato per via endovenosa ad alte dosi).

Dosaggio e somministrazione di acido ascorbico

Secondo le istruzioni, l'acido ascorbico viene assunto per via orale dopo i pasti (secondo la forma di dosaggio del farmaco).

Ai fini preventivi della carenza di vitamina C, vengono mostrati i dosaggi:

  • adulti - 50-100 mg al giorno;
  • bambini - 25-75 mg al giorno.

Si raccomanda alle donne in gravidanza e in allattamento di assumere 300 mg al giorno per 10-15 giorni, dopodiché la dose viene ridotta a 100 mg al giorno.

Nel trattamento, l'acido ascorbico è indicato nelle seguenti dosi:

  • adulti - da 50 a 100 mg alla volta 3-5 volte al giorno per 2 settimane;
  • bambini - 50-100 mg due o tre volte al giorno per 2 settimane.

Sotto forma di polvere, la preparazione vitaminica viene diluita con acqua e assunta come bevanda. La proporzione dovrebbe essere di 1 g per litro di acqua o succo. Con la somministrazione intramuscolare e endovenosa, il farmaco viene prescritto in un volume di 50-150 mg, in caso di avvelenamento - 60 mg. La dose massima consentita è di 200 mg alla volta, la dose giornaliera è di 1 g I bambini non devono superare il dosaggio del farmaco - 100 mg al giorno.

Acido ascorbico con glucosio

Una compressa di acido ascorbico con glucosio contiene l'acido ascorbico componente principale - 0,1 ge destrosio (glucosio) - 0,877 g Il farmaco viene utilizzato per colmare la mancanza di vitamina C.

Inoltre, l'acido ascorbico con glucosio viene utilizzato per sanguinamento polmonare, nasale, uterino, epatico e di altro tipo, diatesi emorragica, malattie del fegato, intossicazione del corpo, malattie infettive, morbo di Addison, ferite scarsamente cicatrizzanti, fratture ossee, distrofia, intenso stress fisico e mentale, gravidanza e l'allattamento al seno. Il farmaco è prescritto per l'insufficienza surrenalica e durante il periodo di crescita accelerata, come la solita versione della vitamina.

Controindicazioni e dosaggi di acido ascorbico con glucosio sono identici al farmaco classico.

Vitamina C

Istruzioni per l'uso:

Prezzi nelle farmacie online:

Acido ascorbico (vitamina C) - un farmaco appartenente al gruppo di vitamine sintetiche.

Forma e composizione del rilascio

L'acido ascorbico è un ingrediente attivo dei prodotti vitaminici, la cui forma di rilascio può essere la seguente:

  • Confetto 0,05 g (50 e 200 pezzi. In lattine di polimero);
  • Liofilizzato per preparazione di una soluzione per somministrazione endovenosa e intramuscolare, 0,05 g ciascuno (3 ml ciascuno in fiale con un solvente, 5 fiale in una scatola di cartone);
  • Polvere per preparazione di soluzione orale (in bustine da 2,5 g);
  • Soluzione per somministrazione endovenosa e intramuscolare, in 1 ml - 0,05 g Eccipienti: solfito di sodio anidro, bicarbonato di sodio, acqua per preparazioni iniettabili (in fiale da 1 o 2 ml, 10 fiale per confezione);
  • Compresse da 25, 50, 75, 100 o 200 mg (10 pezzi. In carta cerata, in confezioni di contorno non cellulari; 50 pezzi (50 mg) in barattoli di vetro scuro);
  • Compresse masticabili, 50 mg (10 pezzi. In blister, in confezione di cartone 5 blister).

Indicazioni per l'uso

L'uso di acido ascorbico è raccomandato in caso di ipo e avitaminosi C (aumento del fabbisogno di vitamina C) con: dieta squilibrata, alimentazione parenterale, intensa attività mentale e fisica, convalescenza dopo gravi malattie, scorbuto, alcolismo, fumo, bruciore, ipotermia prolungata, prolungata febbre, ipertiroidismo, infezioni croniche, malattie e trattamento chirurgico del tratto gastrointestinale (diarrea persistente, resezione dell'intestino tenue, ulcera peptica, gastrectomia), trauma, tubercolosi, gravidanza (in particolare feti multipli, nonché sullo sfondo di nicotina o dipendenza da farmaci) e durante l'allattamento, artificiale alimentazione e crescita intensiva, intossicazione cronica con preparati di Fe, metemoglobinemia idiopatica, stato stressante prolungato, recupero nel periodo postoperatorio.

Nella pratica di laboratorio, il farmaco viene utilizzato insieme al cromato di sodio 51Cr per etichettare gli eritrociti.

Controindicazioni

Una controindicazione assoluta per l'uso del farmaco in qualsiasi dosaggio è l'ipersensibilità all'acido ascorbico.

L'uso a lungo termine in dosi superiori a 0,5 g è proibito per le seguenti malattie:

  • Diabete;
  • iperossaluria;
  • Nephrourolithiasis;
  • Carenza di glucosio-6-fosfato deidrogenasi;
  • Talassemia;
  • emocromatosi.

L'acido ascorbico in qualsiasi dosaggio deve essere preso con cautela (preferibilmente sotto controllo medico) in caso di deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi, emocromatosi, diabete mellito, anemia sideroblastica, talassemia, iperossaluria e calcoli renali.

Metodo di somministrazione e dosaggio

L'acido ascorbico viene assunto per via orale, nonché per via intramuscolare o endovenosa nelle seguenti dosi raccomandate:

  • Per gli adulti: preventivo - 0,05-0,1 g al giorno; terapeutico - da 0,05 a 0,1 g 3-5 volte al giorno;
  • Per i bambini: preventivo - 0,025 g 3 volte al giorno; terapeutico - 0,05-0,1 g 2-3 volte al giorno;
  • Durante la gravidanza e l'allattamento con una carenza di vitamina C nella dieta: 0,3 g al giorno, la durata dell'uso è di circa 2 settimane, quindi 0,1 g per prevenire l'ipovitaminosi durante l'intero periodo di gravidanza e l'allattamento al seno del bambino.

L'acido ascorbico per via intramuscolare o endovenosa è prescritto in una dose da 1 a 3 ml di una soluzione al 5%.

Il corso del trattamento con preparati contenenti vitamina C dipende dalla natura della malattia ed è prescritto dal medico curante.

Effetti collaterali

L'uso di acido ascorbico può causare le seguenti complicazioni:

  • Sistema nervoso centrale: sensazione di affaticamento, vertigini (con somministrazione endovenosa rapida), mal di testa, ipereccitabilità, insonnia (con consumo prolungato di oltre 1 g al giorno);
  • Sistema urinario: pollakiuria moderata (a una dose superiore a 600 mg / die), nefrolitiasi (da ossalato di calcio), iperossaluria, danno al sistema glomerulare dei reni (con uso prolungato di grandi dosi);
  • Sistema cardiovascolare: diminuzione della permeabilità capillare con possibile deterioramento del trofismo tissutale, aumento della pressione sanguigna, ipercoagulazione, sviluppo di microangiopatie (con uso prolungato a dosi significative);
  • Apparato digerente: irritazione della mucosa gastrointestinale (se assunta per via orale), danno allo smalto dei denti (con uso intensivo di compresse masticabili o riassorbimento di forme orali);
  • Sistema immunitario: manifestazioni allergiche (arrossamento della pelle, eruzione cutanea);
  • Reazioni locali: possibilmente - sensazioni dolorose nei luoghi di iniezione intramuscolare della soluzione;
  • Altri: soppressione della funzione dell'apparato insulare del pancreas (iperglicemia, glucosuria), aumento dell'emolisi degli eritrociti (con uso prolungato di più di 1 g di acido ascorbico al giorno), interruzione della gravidanza a seguito di iperestrogenemia (con somministrazione endovenosa di dosi significative del farmaco).

Le conseguenze dell'assunzione di questo preparato vitaminico possono essere parametri di laboratorio come: trombocitosi, ipoprotrombinemia, ipopotassiemia, glucosuria, leucocitosi neutrofila, eritropenia.

In tutti i casi di effetti collaterali, si raccomanda la terapia sintomatica e la diuresi forzata..

istruzioni speciali

Durante il trattamento, è necessario controllare la pressione sanguigna e la funzione surrenale, poiché la vitamina C stimola la sintesi degli ormoni corticosteroidi.

Con un aumento del contenuto di ferro (Fe) nel corpo, è consentito assumere acido ascorbico solo a dosi minime..

Va tenuto presente che l'assunzione di vitamina C può causare distorsione dei risultati dei test di laboratorio, come zucchero nel sangue e urina, lattato deidrogenasi e attività transaminasi e bilirubina nei campioni di fegato.

La vitamina C non deve essere assunta senza prescrizione medica, soprattutto per le donne durante la gravidanza e l'allattamento.

Analoghi

Preparati in cui il principale ingrediente attivo è l'acido ascorbico: additivo Vitamina C, Asvitol Askovit, Vitamina C Rostvit, Setebe 500, Tsevikap, Celaskon, Citravit, ecc..

Un farmaco che è simile nel suo meccanismo d'azione e appartiene a un sottogruppo farmaceutico: compresse masticabili di vitamina C Upsavit.

Termini e condizioni di conservazione

Le condizioni e i periodi di conservazione sono diversi per ciascuna delle forme di rilascio di acido ascorbico e sono indicati sulle confezioni.