Come prendere l'acido ascorbico

Le controindicazioni all'assunzione di acido ascorbico sono l'ipersensibilità, la tendenza alla trombosi, la tromboflebite. Il farmaco deve essere usato con cautela nel diabete mellito, problemi renali e urolitiasi (inclusa una storia).

I possibili effetti collaterali dell'assunzione di alte dosi di vitamina C comprendono mal di testa, insonnia e improvvisa sensazione di affaticamento. Possibili vomito e nausea, crampi allo stomaco, febbre, reazioni cutanee.

Acido ascorbico (polvere)

Istruzioni

  • russo
  • қazaқsha

Nome depositato

Nome internazionale non proprietario

Forma di dosaggio

Composizione

Un pacchetto contiene

principio attivo - acido ascorbico 2,5 g

Descrizione

Polvere cristallina bianca o quasi bianca o cristalli incolori.

Gruppo farmacoterapico

Vitamine. Acido ascorbico in forma pura

Codice ATC A11GA01

Proprietà farmacologiche

farmacocinetica

L'acido ascorbico viene rapidamente assorbito principalmente nel duodeno e nell'intestino tenue. Già dopo 30 minuti dalla somministrazione, il contenuto di acido ascorbico nel sangue aumenta notevolmente, inizia la sua cattura da parte dei tessuti, mentre si trasforma in acido deidroascorbico, che ha la capacità di penetrare nelle membrane cellulari senza dispendio energetico e di recuperare rapidamente nella cellula. L'acido ascorbico nei tessuti è quasi esclusivamente intracellulare, è determinato in tre forme: acido ascorbico, deidroascorbico e ascorbigen (acido ascorbico legato). La distribuzione tra gli organi è irregolare: ce n'è molto nelle ghiandole endocrine, specialmente nelle ghiandole surrenali, meno nel cervello, nei reni, nel fegato, nel cuore e nei muscoli scheletrici. L'acido ascorbico viene parzialmente metabolizzato ed escreto fino al 90% dai reni sotto forma di ossalato, parzialmente in forma libera.

farmacodinamica

L'acido ascorbico, che include il gruppo dienolo, ha proprietà riducenti pronunciate. Ciò è legato alla sua partecipazione ai processi redox, regolazione del metabolismo dei carboidrati, delle proteine ​​e dei lipidi, processo di coagulazione del sangue, biosintesi degli ormoni steroidei, rigenerazione dei tessuti, sintesi di collagene e procollagene, normalizzazione della permeabilità capillare, assorbimento del ferro nel canale alimentare. Il farmaco migliora le proprietà protettive del corpo nelle malattie infettive, aumenta la resistenza ai raffreddori, accelera la rigenerazione dei tessuti danneggiati, riduce la concentrazione di sostanze tossiche nel sangue, normalizza la permeabilità vascolare.

Indicazioni per l'uso

- ipo e avitaminosi C

- sanguinamento (nasale, polmonare, epatico, uterino, ecc.)

- ferite male curative

- aumento del lavoro fisico e dello stress mentale

Metodo di somministrazione e dosaggio

Dentro, dopo aver mangiato. 2,5 g di polvere di acido ascorbico (contenuto di una bustina) vengono sciolti in 2,5 l di acqua refrigerata appena bollita. La soluzione è presa secondo i dosaggi suggeriti di seguito. Per l'erogazione si consiglia l'uso di un misurino medico (nota: il misurino medico non è incluso nella confezione).

A scopo preventivo (nel periodo invernale-primaverile e in caso di malnutrizione):

- adulti e bambini di età superiore ai 14 anni - 50 mg-100 mg (50 ml - 100 ml) al giorno;

- bambini 5-6 anni, 25 mg (25 ml) al giorno, 6-14 anni - 50 mg (50 ml) al giorno.

Per scopi medicinali:

- adulti - 50 mg-100 mg (50 ml - 100 ml) 3-5 volte al giorno;

- bambini da 5 anni - 50 mg-100 mg (50 ml - 100 ml) 2-3 volte al giorno.

Durante la gravidanza e l'allattamento al seno - 60 e 80 mg (60 e 80 ml) al giorno, rispettivamente.

La durata del ricovero dipende dalla natura e dal decorso della malattia..

Effetti collaterali

L'acido ascorbico è generalmente ben tollerato, ma in alcuni casi è possibile:

- reazioni allergiche: eruzione cutanea, arrossamento della pelle

- mal di testa, con uso prolungato di grandi dosi (più di 1000 mg) - aumento dell'eccitabilità del sistema nervoso centrale, insonnia - irritazione della mucosa del tratto gastrointestinale, nausea, vomito, dolore addominale, feci molli (con uso prolungato di grandi dosi del farmaco - più di 0, 6 g al giorno)

- inibizione della funzione dell'apparato insulare del pancreas: iperglicemia, glucosuria con uso prolungato ad alte dosi (più di 0,7 g al giorno)

- iperossalaturia, nefrolitiasi (da ossalato di calcio)

- aumento della pressione sanguigna, sviluppo di microangiopatie, distrofia miocardica (con uso prolungato di grandi dosi)

- trombocitosi, iperprotrombinemia, eritropenia, leucocitosi neutrofila, ipopotassiemia

Controindicazioni

- ipersensibilità al farmaco

- aumento della coagulazione del sangue, tromboflebite, tendenza alla trombosi

- con uso a lungo termine in dosi elevate (oltre 500 mg) - diabete mellito, iperossaluria, nefrolitiasi, emocromatosi, talassemia, deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi

Interazioni farmacologiche

L'acido ascorbico aumenta la concentrazione di benzilpenicillina e tetracicline nel sangue; ad una dose di 1 g / die aumenta la biodisponibilità di etinilestradiolo (come parte dei contraccettivi per somministrazione orale). Migliora l'assorbimento delle preparazioni di ferro nell'intestino (converte il ferro ferrico in ferro); può aumentare l'escrezione di ferro se usato in concomitanza con deferoxamina. Riduce l'efficacia di eparina, anticoagulanti indiretti, antibiotici. L'acido acetilsalicilico, i contraccettivi orali, i succhi freschi e le bevande alcaline riducono l'assorbimento e l'assorbimento dell'acido ascorbico. Con l'uso simultaneo con acido acetilsalicilico, c'è un aumento dell'escrezione di acido ascorbico nelle urine e una diminuzione dell'escrezione di acido acetilsalicilico. L'acido acetilsalicilico riduce l'assorbimento di acido ascorbico di circa il 30%. L'acido ascorbico aumenta il rischio di cristalluria durante il trattamento con salicilati a breve durata d'azione e sulfamidici, rallenta l'escrezione di acidi da parte dei reni, aumenta l'escrezione di farmaci che hanno una reazione alcalina (inclusi gli alcaloidi) e riduce la concentrazione di contraccettivi orali nel sangue. Aumenta la clearance totale dell'etanolo, che a sua volta riduce la concentrazione di acido ascorbico nel corpo. I farmaci chinolina, il cloruro di calcio, i salicilati, i glucocorticosteroidi, con un uso prolungato, riducono le riserve di acido ascorbico. Con l'uso simultaneo, riduce l'effetto cronotropico dell'isoprenalina. Ad alte dosi, aumenta l'escrezione renale di mexiletina. Barbiturici e primidone aumentano l'escrezione di acido ascorbico nelle urine. Riduce l'effetto terapeutico dei neurolettici (derivati ​​della fenotiazina), riassorbimento tubulare di anfetamine e antidepressivi triciclici.

istruzioni speciali

Grandi dosi di acido ascorbico non devono essere prescritte a pazienti con urolitiasi, diabete mellito, emocromatosi, talassemia, deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi, aumento della coagulazione del sangue, tromboflebite e tendenza alla trombosi, anemia sideroblastica. A causa dell'effetto stimolante dell'acido ascorbico sulla formazione di ormoni corticosteroidi, durante il trattamento con dosi elevate, è necessario monitorare la funzionalità renale e la pressione sanguigna.

Uso in pediatria: per i bambini di età inferiore a 5 anni, il dosaggio di questo farmaco non è stato stabilito.

Gravidanza e allattamento

Durante la gravidanza e l'allattamento, è necessario prima consultare il proprio medico circa la dose del farmaco e la durata del suo utilizzo. Quando si assume vitamina C in dosi elevate di oltre 1 g al giorno, è possibile interrompere la gravidanza a causa della maggiore sintesi di estrogeni.

Caratteristiche dell'impatto sulla capacità di guidare un veicolo e meccanismi potenzialmente pericolosi

Il farmaco non ha alcun effetto sulla guida di veicoli, lavorando con meccanismi e attività che richiedono una maggiore concentrazione di attenzione e velocità delle reazioni psicomotorie.

Overdose

Sintomi: l'avvelenamento acuto non è descritto. Con l'uso prolungato, anche a dosi terapeutiche, provoca cambiamenti significativi nel corpo: la permeabilità dei capillari e le barriere istoematologiche diminuisce drasticamente, la funzione dell'organo della visione diminuisce, aumenta il livello di protrombina, c'è una diminuzione del numero di eritrociti e una significativa leucocitosi neutrofila, il trofismo miocardico è disturbato; in un numero di organi, l'attività delle deidrogenasi tissutali diminuisce.

Trattamento: interrompere l'assunzione del farmaco e consultare un medico.

Modulo di rilascio e confezione

2,5 g in buste di materiale da imballaggio combinato a base di film.

I pacchi con un numero adeguato di istruzioni per l'uso medico nelle lingue statale e russa sono collocati in scatole di cartone e in un film termoretraibile in polietilene.

Condizioni di archiviazione

A una temperatura non superiore a 30 ° C, in un luogo buio.

Tenere fuori dalla portata dei bambini!

Periodo di conservazione

La soluzione preparata deve essere conservata in un contenitore ermeticamente chiuso nel frigorifero (da 2 ° C a 8 ° C) per non più di 72 ore.

Non utilizzare dopo la data di scadenza.

Condizioni di erogazione dalle farmacie

fabbricante

LLP Azienda farmaceutica "Romat", impianto di preparati medici, Semey, st. Krasnoznamennaya 13, Repubblica del Kazakistan, tel (7222) 340867, fax (7222) 347559, e-mail: [email protected]

Nome e paese del proprietario dell'autorizzazione all'immissione in commercio

Azienda farmaceutica LLP "Romat", impianto di preparati medici, Kazakistan

Indirizzo dell'organizzazione che accetta i reclami dei consumatori sulla qualità dei prodotti (merci) nella Repubblica del Kazakistan

Vitamina C

Istruzioni per l'uso:

Prezzi nelle farmacie online:

Acido ascorbico (vitamina C) - un farmaco appartenente al gruppo di vitamine sintetiche.

Forma e composizione del rilascio

L'acido ascorbico è un ingrediente attivo dei prodotti vitaminici, la cui forma di rilascio può essere la seguente:

  • Confetto 0,05 g (50 e 200 pezzi. In lattine di polimero);
  • Liofilizzato per preparazione di una soluzione per somministrazione endovenosa e intramuscolare, 0,05 g ciascuno (3 ml ciascuno in fiale con un solvente, 5 fiale in una scatola di cartone);
  • Polvere per preparazione di soluzione orale (in bustine da 2,5 g);
  • Soluzione per somministrazione endovenosa e intramuscolare, in 1 ml - 0,05 g Eccipienti: solfito di sodio anidro, bicarbonato di sodio, acqua per preparazioni iniettabili (in fiale da 1 o 2 ml, 10 fiale per confezione);
  • Compresse da 25, 50, 75, 100 o 200 mg (10 pezzi. In carta cerata, in confezioni di contorno non cellulari; 50 pezzi (50 mg) in barattoli di vetro scuro);
  • Compresse masticabili, 50 mg (10 pezzi. In blister, in confezione di cartone 5 blister).

Indicazioni per l'uso

L'uso di acido ascorbico è raccomandato in caso di ipo e avitaminosi C (aumento del fabbisogno di vitamina C) con: dieta squilibrata, alimentazione parenterale, intensa attività mentale e fisica, convalescenza dopo gravi malattie, scorbuto, alcolismo, fumo, bruciore, ipotermia prolungata, prolungata febbre, ipertiroidismo, infezioni croniche, malattie e trattamento chirurgico del tratto gastrointestinale (diarrea persistente, resezione dell'intestino tenue, ulcera peptica, gastrectomia), trauma, tubercolosi, gravidanza (in particolare feti multipli, nonché sullo sfondo di nicotina o dipendenza da farmaci) e durante l'allattamento, artificiale alimentazione e crescita intensiva, intossicazione cronica con preparati di Fe, metemoglobinemia idiopatica, stato stressante prolungato, recupero nel periodo postoperatorio.

Nella pratica di laboratorio, il farmaco viene utilizzato insieme al cromato di sodio 51Cr per etichettare gli eritrociti.

Controindicazioni

Una controindicazione assoluta per l'uso del farmaco in qualsiasi dosaggio è l'ipersensibilità all'acido ascorbico.

L'uso a lungo termine in dosi superiori a 0,5 g è proibito per le seguenti malattie:

  • Diabete;
  • iperossaluria;
  • Nephrourolithiasis;
  • Carenza di glucosio-6-fosfato deidrogenasi;
  • Talassemia;
  • emocromatosi.

L'acido ascorbico in qualsiasi dosaggio deve essere preso con cautela (preferibilmente sotto controllo medico) in caso di deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi, emocromatosi, diabete mellito, anemia sideroblastica, talassemia, iperossaluria e calcoli renali.

Metodo di somministrazione e dosaggio

L'acido ascorbico viene assunto per via orale, nonché per via intramuscolare o endovenosa nelle seguenti dosi raccomandate:

  • Per gli adulti: preventivo - 0,05-0,1 g al giorno; terapeutico - da 0,05 a 0,1 g 3-5 volte al giorno;
  • Per i bambini: preventivo - 0,025 g 3 volte al giorno; terapeutico - 0,05-0,1 g 2-3 volte al giorno;
  • Durante la gravidanza e l'allattamento con una carenza di vitamina C nella dieta: 0,3 g al giorno, la durata dell'uso è di circa 2 settimane, quindi 0,1 g per prevenire l'ipovitaminosi durante l'intero periodo di gravidanza e l'allattamento al seno del bambino.

L'acido ascorbico per via intramuscolare o endovenosa è prescritto in una dose da 1 a 3 ml di una soluzione al 5%.

Il corso del trattamento con preparati contenenti vitamina C dipende dalla natura della malattia ed è prescritto dal medico curante.

Effetti collaterali

L'uso di acido ascorbico può causare le seguenti complicazioni:

  • Sistema nervoso centrale: sensazione di affaticamento, vertigini (con somministrazione endovenosa rapida), mal di testa, ipereccitabilità, insonnia (con consumo prolungato di oltre 1 g al giorno);
  • Sistema urinario: pollakiuria moderata (a una dose superiore a 600 mg / die), nefrolitiasi (da ossalato di calcio), iperossaluria, danno al sistema glomerulare dei reni (con uso prolungato di grandi dosi);
  • Sistema cardiovascolare: diminuzione della permeabilità capillare con possibile deterioramento del trofismo tissutale, aumento della pressione sanguigna, ipercoagulazione, sviluppo di microangiopatie (con uso prolungato a dosi significative);
  • Apparato digerente: irritazione della mucosa gastrointestinale (se assunta per via orale), danno allo smalto dei denti (con uso intensivo di compresse masticabili o riassorbimento di forme orali);
  • Sistema immunitario: manifestazioni allergiche (arrossamento della pelle, eruzione cutanea);
  • Reazioni locali: possibilmente - sensazioni dolorose nei luoghi di iniezione intramuscolare della soluzione;
  • Altri: soppressione della funzione dell'apparato insulare del pancreas (iperglicemia, glucosuria), aumento dell'emolisi degli eritrociti (con uso prolungato di più di 1 g di acido ascorbico al giorno), interruzione della gravidanza a seguito di iperestrogenemia (con somministrazione endovenosa di dosi significative del farmaco).

Le conseguenze dell'assunzione di questo preparato vitaminico possono essere parametri di laboratorio come: trombocitosi, ipoprotrombinemia, ipopotassiemia, glucosuria, leucocitosi neutrofila, eritropenia.

In tutti i casi di effetti collaterali, si raccomanda la terapia sintomatica e la diuresi forzata..

istruzioni speciali

Durante il trattamento, è necessario controllare la pressione sanguigna e la funzione surrenale, poiché la vitamina C stimola la sintesi degli ormoni corticosteroidi.

Con un aumento del contenuto di ferro (Fe) nel corpo, è consentito assumere acido ascorbico solo a dosi minime..

Va tenuto presente che l'assunzione di vitamina C può causare distorsione dei risultati dei test di laboratorio, come zucchero nel sangue e urina, lattato deidrogenasi e attività transaminasi e bilirubina nei campioni di fegato.

La vitamina C non deve essere assunta senza prescrizione medica, soprattutto per le donne durante la gravidanza e l'allattamento.

Analoghi

Preparati in cui il principale ingrediente attivo è l'acido ascorbico: additivo Vitamina C, Asvitol Askovit, Vitamina C Rostvit, Setebe 500, Tsevikap, Celaskon, Citravit, ecc..

Un farmaco che è simile nel suo meccanismo d'azione e appartiene a un sottogruppo farmaceutico: compresse masticabili di vitamina C Upsavit.

Termini e condizioni di conservazione

Le condizioni e i periodi di conservazione sono diversi per ciascuna delle forme di rilascio di acido ascorbico e sono indicati sulle confezioni.

Vitamina C

Attenzione! Questo farmaco può avere un'interazione particolarmente indesiderata con l'alcol! Più dettagli.

Indicazioni per l'uso

Ipo e avitaminosi C, così come stati di aumentato fabbisogno di acido ascorbico - un periodo di alimentazione artificiale e crescita intensiva, nutrizione squilibrata, nutrizione parenterale, duro lavoro, un periodo di convalescenza dopo malattia grave, scorbuto, alcolismo, bruciore, ipotermia prolungata, febbre prolungata, ipertiroidismo, infezioni croniche, malattie gastrointestinali (diarrea persistente, resezione dell'intestino tenue, ulcera peptica, gastrectomia), fumo, stress prolungato, periodo postoperatorio, trauma, tubercolosi, gravidanza (in particolare feti multipli, sullo sfondo di nicotina o dipendenza da farmaci), periodo di lattazione.

Intossicazione cronica con preparati di Fe.

In pratica di laboratorio: per l'etichettatura degli eritrociti (insieme al cromato di sodio Cr51).

Possibili analoghi (sostituti)

Ingrediente attivo, gruppo

Forma di dosaggio

Confetto, gocce per somministrazione orale, liofilizzato per preparazione di soluzione per somministrazione endovenosa e intramuscolare, polvere per preparazione di soluzione per somministrazione orale, soluzione per somministrazione endovenosa, soluzione per via endovenosa e intramuscolare

Controindicazioni

Ipersensibilità Con cautela. Diabete mellito, deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi, emocromatosi, anemia sideroblastica, talassemia, iperossaluria, ossalosi, nefrolitiasi.

Come usare: dosaggio e ciclo di trattamento

Dentro, dopo aver mangiato.

Per la prevenzione dell'ipovitaminosi C: adulti - 50-100 mg / giorno, bambini - 25-75 mg / giorno; durante la gravidanza e l'allattamento - 300 mg / giorno per 10-15 giorni; quindi 100 mg / giorno.

A scopi terapeutici: bambini - 50-100 mg 2-3 volte al giorno, adulti - 50-100 mg 3-5 volte al giorno per 2 settimane.

La polvere viene utilizzata per preparare bevande - circa 1 g (1/3 cucchiaino) per 1 litro di acqua (succo).

In / m, in / in, 50-150 mg ciascuno (1-3 ml di soluzione al 5%), in caso di avvelenamento - fino a 3 g (60 ml); la dose singola massima è di 200 mg, la dose giornaliera è di 1 g; bambini - 50-100 mg / giorno.

effetto farmacologico

L'agente vitaminico, ha un effetto metabolico, non si forma nel corpo umano, ma viene solo con il cibo. Partecipa alla regolazione dei processi redox, metabolismo dei carboidrati, coagulazione del sangue, rigenerazione dei tessuti; aumenta la resistenza del corpo alle infezioni, riduce la permeabilità vascolare, riduce la necessità di vitamine B1, B2, A, E, acido folico, acido pantotenico.

Partecipa al metabolismo di fenilalanina, tirosina, acido folico, noradrenalina, istamina, Fe, utilizzo di carboidrati, sintesi di lipidi, proteine, carnitina, reazioni immunitarie, idrossilazione della serotonina, migliora l'assorbimento di non-heme Fe.

Possiede proprietà antipiastriniche e pronunciate antiossidanti.

Regola il trasporto di H + in molte reazioni biochimiche, migliora l'uso del glucosio nel ciclo dell'acido tricarbossilico, partecipa alla formazione di acido tetraidrofolico e alla rigenerazione dei tessuti, alla sintesi di ormoni steroidei, collagene, procollagene.

Supporta lo stato colloidale della sostanza intercellulare e la normale permeabilità capillare (inibisce la ialuronidasi).

Attiva gli enzimi proteolitici, partecipa allo scambio di aminoacidi aromatici, pigmenti e colesterolo, favorisce l'accumulo di glicogeno nel fegato. A causa dell'attivazione degli enzimi respiratori nel fegato, migliora le sue funzioni di disintossicazione e formazione di proteine, aumenta la sintesi di protrombina.

Migliora la secrezione biliare, ripristina la funzione esocrina del pancreas e dell'endocrino - tiroide.

Regola le reazioni immunologiche (attiva la sintesi di anticorpi, il componente C3 del complemento, l'interferone), promuove la fagocitosi, aumenta la resistenza del corpo alle infezioni.

Inibisce il rilascio e accelera la degradazione dell'istamina, inibisce la formazione di Pg e altri mediatori dell'infiammazione e delle reazioni allergiche.

A basse dosi (150-250 mg / die per via orale), migliora la funzione complessante della deferoxamina nell'intossicazione cronica con preparati di Fe, che porta ad un aumento dell'escrezione di quest'ultima.

Effetti collaterali

Dal lato del sistema nervoso centrale: con una rapida iniezione endovenosa - vertigini, sensazione di affaticamento.

Dal sistema digestivo: se assunto per via orale - irritazione della mucosa gastrointestinale.

Reazioni allergiche: eruzione della pelle, arrossamento della pelle.

Indicatori di laboratorio: trombocitosi, iperprotrombinemia, eritropenia, leucocitosi neutrofila, ipopotassiemia.

Il consumo intenso di compresse masticabili o l'assorbimento di forme orali possono danneggiare lo smalto dei denti. Sintomi: con l'uso prolungato di grandi dosi (più di 1 g) - mal di testa, aumento dell'eccitabilità del sistema nervoso centrale, insonnia, nausea, vomito, diarrea, gastrite iperacida, ulcerazione della mucosa gastrointestinale, inibizione della funzione dell'apparato insulare del pancreas (iperglicemia, glucosuria), iperossaluria nefrolitiasi (da ossalato di calcio), danno all'apparato glomerulare dei reni, pollakiuria moderata (quando si prende una dose superiore a 600 mg / die).

Diminuzione della permeabilità capillare (possibile deterioramento del trofismo dei tessuti, aumento della pressione sanguigna, ipercoagulazione, sviluppo di microangiopatie.

Con somministrazione endovenosa ad alte dosi - la minaccia di interruzione della gravidanza (a causa di estrogenaemia), emolisi degli eritrociti.

istruzioni speciali

Alimenti ricchi di acido ascorbico: agrumi, erbe, verdure (peperoni, broccoli, cavoli, pomodori, patate). Quando si conservano alimenti (incluso congelamento a lungo termine, essiccazione, salatura, decapaggio), cottura (specialmente in piatti di rame), tritare verdure e frutta in insalata, preparazione di purè di patate, l'acido ascorbico viene parzialmente distrutto (con trattamento termico - fino al 30-50%).

A causa dell'effetto stimolante dell'acido ascorbico sulla sintesi degli ormoni corticosteroidi, è necessario monitorare la funzionalità renale e la pressione sanguigna.

Con l'uso prolungato di grandi dosi, è possibile sopprimere la funzione dell'apparato insulare del pancreas, pertanto deve essere regolarmente monitorato durante il trattamento..

Nei pazienti con un alto contenuto di ferro nel corpo, l'acido ascorbico deve essere usato in dosi minime..

Allo stato attuale, l'efficacia dell'uso di acido ascorbico per la prevenzione delle malattie cardiovascolari e di alcuni tipi di tumori maligni è considerata non dimostrata..

L'acido ascorbico non è raccomandato per piorrea, malattie gengivali infettive, fenomeni emorragici, ematuria, emorragia retinica, disturbi del sistema immunitario, depressione non associata a carenza di vitamina C.

Il farmaco è considerato insufficientemente efficace nel trattamento di anemia, acne vulgaris, asma bronchiale, infertilità, aterosclerosi, ulcera peptica, tubercolosi, schizofrenia, dissenteria, collagenosi, lesioni cutanee ulcerative, febbre da fieno, fratture, intossicazione da farmaci, ipotermia generale, per prevenire la trombosi.

La prescrizione di acido ascorbico a pazienti con tumori in rapida proliferazione e intensamente metastatici può aggravare il processo..

L'acido ascorbico come agente riducente può distorcere i risultati di vari test di laboratorio (glicemia, bilirubina, transaminasi epatica e attività LDH).

Il fabbisogno giornaliero minimo di acido ascorbico nei trimestri II-III della gravidanza è di circa 60 mg. Va tenuto presente che il feto può adattarsi ad alte dosi di acido ascorbico assunto da una donna incinta e quindi il neonato può sviluppare la sindrome da astinenza.

Il fabbisogno giornaliero minimo durante l'allattamento è di 80 mg. La dieta di una madre contenente adeguate quantità di acido ascorbico è sufficiente per prevenire la carenza di un bambino. In teoria, esiste un pericolo per il bambino quando la madre usa alte dosi di acido ascorbico (si raccomanda di non superare il fabbisogno giornaliero massimo di acido ascorbico da parte della madre che allatta).

Interazione

Aumenta la concentrazione ematica di benzilpenicillina e tetracicline; ad una dose di 1 g / die aumenta la biodisponibilità dell'etinilestradiolo (incluso quello che fa parte dei contraccettivi orali).

Migliora l'assorbimento dei preparati di Fe nell'intestino (converte il ferro ferrico in ferro); può aumentare l'escrezione di ferro se usato contemporaneamente alla deferoxamina.

Riduce l'efficacia di eparina e anticoagulanti indiretti.

ASA, contraccettivi orali, succhi freschi e bevande alcaline riducono l'assorbimento e l'assorbimento.

Con l'uso simultaneo con ASA, l'escrezione urinaria di acido ascorbico aumenta e l'escrezione di ASA diminuisce.

L'ASA riduce l'assorbimento di acido ascorbico di circa il 30%.

Aumenta il rischio di sviluppare cristalluria durante il trattamento con salicilati a breve durata d'azione e sulfamidici, rallenta l'escrezione di acidi da parte dei reni, aumenta l'escrezione di farmaci con una reazione alcalina (inclusi gli alcaloidi), riduce la concentrazione di contraccettivi orali nel sangue.

Aumenta la clearance totale dell'etanolo, che a sua volta riduce la concentrazione di acido ascorbico nel corpo.

I farmaci chinolina, CaCl2, salicilati, GCS con uso prolungato riducono le riserve di acido ascorbico.

Con l'uso simultaneo riduce l'effetto cronotropico dell'isoprenalina.

Con l'uso prolungato o l'uso in dosi elevate, l'interazione di disulfiram-etanolo può essere interrotta.

Aumenta l'escrezione renale di mexiletina ad alte dosi.

Barbiturici e primidone aumentano l'escrezione urinaria di acido ascorbico.

Riduce l'effetto terapeutico dei farmaci antipsicotici (neurolettici) - derivati ​​della fenotiazina, riassorbimento tubulare di anfetamine e antidepressivi triciclici.

Domande, risposte, recensioni sul farmaco Acido ascorbico


Le informazioni fornite sono destinate a professionisti medici e farmaceutici. Le informazioni più precise sul farmaco sono contenute nelle istruzioni fornite con la confezione dal produttore. Nessuna informazione pubblicata su questa o qualsiasi altra pagina del nostro sito può servire da sostituto di un ricorso personale a uno specialista.

Acido ascorbico - istruzioni per l'uso

ISTRUZIONI
sull'uso medico del farmaco

Numero di registrazione:

Nome commerciale: ACIDO ASCORBICO

Nome internazionale non proprietario:

Forma di dosaggio:

Composizione:

Descrizione
Confetto giallo-verdastro o giallo, forma sferica regolare. La superficie del confetto dovrebbe essere piatta, liscia, di colore uniforme.

Gruppo farmacoterapico
Mezzi che regolano i processi metabolici.
Preparazione di vitamine.

Codice ATX A11GA01

Proprietà farmacologiche
L'acido ascorbico è attivamente coinvolto in molte reazioni redox, ha un effetto stimolante generale non specifico sul corpo. Aumenta la capacità adattativa del corpo e la sua resistenza alle infezioni; promuove i processi di rigenerazione.

Indicazioni per l'uso
Prevenzione e trattamento dell'ipo e dell'avitaminosi da vitamina C;
Come aiuto: diatesi emorragica, nasale, uterina, polmonare e altri sanguinamenti, sullo sfondo della radiazione; sovradosaggio di anticoagulanti, malattie infettive e intossicazione, malattie del fegato, nefropatia delle donne in gravidanza, morbo di Addison, lenta guarigione delle ferite e fratture ossee. distrofie e altri processi patologici. Il farmaco è prescritto per aumentare lo stress fisico e mentale, durante la gravidanza e l'allattamento, durante il periodo di recupero dopo gravi malattie a lungo termine.

Controindicazioni
Ipersensibilità ai componenti del farmaco, tromboflebite, tendenza alla trombosi, diabete mellito.

Con cura: iperossalaturia, insufficienza renale, emocromatosi, talassemia, policitemia, leucemia, anemia sideroblastica, deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi, anemia falciforme. Malattie maligne progressive, gravidanza.

Metodo di somministrazione e dosaggio
Il farmaco viene assunto per via orale dopo i pasti..
Per la prevenzione: adulti 0,05-0,1 g (1-2 compresse) al giorno, bambini da 5 anni - 0,05 g (1 compressa) al giorno.
Per il trattamento: adulti 0,05-0,1 g (1-2 pillole) 3-5 volte al giorno, bambini da 5 anni - 0,050,1 g (1-2 pillole) 2-3 volte al giorno.
Durante la gravidanza e l'allattamento, 0,3 g (6 compresse) al giorno per 1015 giorni, quindi 0,1 g (2 compresse al giorno) al giorno.

Effetto collaterale
Dal lato del sistema nervoso centrale (SNC): mal di testa, sensazione di affaticamento, con uso prolungato di grandi dosi - aumento dell'eccitabilità del sistema nervoso centrale, disturbi del sonno.
Dal sistema digestivo: irritazione della mucosa del tratto gastrointestinale, nausea, vomito, diarrea, crampi allo stomaco.
Dal sistema endocrino: soppressione della funzione dell'apparato insulare del pancreas (iperglicemia, glucosuria).
Dal sistema urinario: se usato in dosi elevate, iperossalaturia e formazione di calcoli urinari da ossalato di calcio.
Da parte del sistema cardiovascolare: trombosi, se usato ad alte dosi - aumento della pressione sanguigna, sviluppo di microangiopatie, distrofia miocardica Reazioni allergiche: eruzione cutanea, raramente - shock anafilattico.
Indicatori di laboratorio: trombocitosi, iperprotrombinemia, eritropenia, leucocitosi neutrofila, ipopotassiemia.
Altri: ipervitaminosi, sensazione di calore, con uso prolungato di grandi dosi - sodio (Na +) e ritenzione di liquidi, alterato metabolismo dello zinco (Zn 2+), rame (Cu 2+).

Overdose
Se prende più di 1 g al giorno, sono possibili bruciore di stomaco, diarrea, difficoltà a urinare o colorazione delle urine rossa, emolisi (in pazienti con deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi).
Se si verificano effetti collaterali, è necessario interrompere l'assunzione del farmaco e consultare un medico..

Interazione con altri medicinali
Aumenta la concentrazione ematica di benzilpenicillina e tetracicline; alla dose di 1 g / die aumenta la biodisponibilità di etinilestradiolo.
Migliora l'assorbimento delle preparazioni di ferro nell'intestino (converte il ferro ferrico in ferro); può aumentare l'escrezione di ferro se usato contemporaneamente alla deferoxamina.
L'acido acetilsalicilico (ASA), i contraccettivi orali, i succhi freschi e le bevande alcaline riducono l'assorbimento e l'assorbimento.
Con l'uso simultaneo con ASA, l'escrezione di acido ascorbico nelle urine aumenta e l'escrezione di ASA diminuisce. L'ASA riduce l'assorbimento di acido ascorbico di circa il 30%.
Aumenta il rischio di cristalluria durante il trattamento con salicilati e sulfamidici a breve durata d'azione, rallenta l'escrezione di acidi da parte dei reni, aumenta l'escrezione di farmaci con una reazione alcalina (inclusi gli alcaloidi), riduce la concentrazione nel sangue dei contraccettivi orali.
Aumenta la clearance totale dell'etanolo, che a sua volta riduce la concentrazione di acido ascorbico nel corpo.
I farmaci chinolina (fluorochinoloni, ecc.), Cloruro di calcio, salicilati, glucocorticosteroidi, con un uso prolungato, riducono le riserve di acido ascorbico.
Con l'uso simultaneo riduce l'effetto cronotropico dell'isoprenalina.
Con l'uso prolungato o l'uso in dosi elevate, l'interazione di disulfiram-etanolo può essere interrotta.
A dosi elevate, aumenta l'escrezione renale di mexiletina.
Barbiturici e primidone aumentano l'escrezione urinaria di acido ascorbico.
Riduce l'effetto terapeutico di antipsicotici (derivati ​​della fenotiazina), riassorbimento tubulare di anfetamine e antidepressivi triciclici.

istruzioni speciali
A causa dell'effetto stimolante dell'acido ascorbico sulla sintesi degli ormoni corticosteroidi, è necessario monitorare la funzionalità renale e la pressione sanguigna.
Con l'uso prolungato di grandi dosi, è possibile sopprimere la funzione dell'apparato insulare del pancreas, pertanto deve essere regolarmente monitorato durante il trattamento..
Nei pazienti con un alto contenuto di ferro nel corpo, l'acido ascorbico deve essere usato in dosi minime..
La prescrizione di acido ascorbico a pazienti con tumori in rapida proliferazione e intensamente metastatici può aggravare il processo..
L'acido ascorbico, come agente riducente, può distorcere i risultati di vari test di laboratorio (glicemia, bilirubina, attività transaminasi, LDH).
Applicazione durante la gravidanza e l'allattamento
Il fabbisogno giornaliero minimo di acido ascorbico nei trimestri P-P in gravidanza è di circa 60 mg.
Il fabbisogno giornaliero minimo durante l'allattamento è di 80 mg. Una dieta della madre contenente una quantità adeguata di acido ascorbico è sufficiente per prevenire la carenza di vitamina C in un bambino (si raccomanda che la madre che allatta non superi il fabbisogno giornaliero massimo di acido ascorbico).

Modulo per il rilascio
200 confetti in contenitori polimerici BP-60-X o BP-60 o "BP-60-X con tappo in sughero".
Il tappo di sughero (custodia) della lattina "BP-60 X con tappo di sughero" contiene istruzioni per l'uso medico senza mettere la lattina nella confezione.
Un contenitore polimerico BP-60-X o BP-60 viene inserito in una scatola di cartone insieme alle istruzioni per l'uso medico.

Data di scadenza
1 anno 6 mesi.
Non utilizzare dopo la data indicata sulla confezione.

Condizioni di archiviazione
In un luogo asciutto e buio.
Tenere fuori dalla portata dei bambini.

Condizioni di erogazione dalle farmacie
Sul bancone

Produttore e organizzazione che accettano reclami:
JSC Pharmstandard-UfaVITA, 450077 Ufa, st. Khudayberdin, 28 anni.

Acido ascorbico - istruzioni per l'uso. I benefici dell'acido ascorbico per il corpo

Fin dall'infanzia a molti genitori sono state somministrate pillole o compresse di vitamina C. Questo elemento è responsabile di importanti processi biochimici e biologici. Esternamente, il farmaco è un cristallo di colore chiaro con aroma di limone. Tuttavia, non tutte le persone conoscono tutte le proprietà di questa sostanza..

In che modo è utile l'acido ascorbico?

Molte persone prendono la vitamina C senza pensare a come influenza il corpo umano. Prima di tutto, l'acido ascorbico è un potente antiossidante che aiuta a neutralizzare gli atomi di ossigeno liberi che danneggiano il corpo umano. La mancanza di vitamina C porta a un indebolimento del sistema immunitario. L'assunzione del farmaco in compresse, fiale o polvere rafforza le difese naturali del corpo umano di qualsiasi età. L'azione dell'acido ascorbico comprende la neutralizzazione dell'avvelenamento.

Perché la vitamina C è utile:

  1. Tutti i cosmetici per la pelle al collagene contengono questa sostanza. L'acido ascorbico stimola la produzione di cellule fibroblastiche, che promuovono la formazione di tessuto epiteliale e connettivo.
  2. È molto importante ricordare a cosa serve la vitamina C nel sistema ematopoietico. Senza di essa, lo scambio corretto di acido folico e ferro è impossibile. La mancanza di questa vitamina può causare anemia..
  3. L'uso di acido ascorbico sopprime le reazioni infiammatorie e riduce il rischio di sviluppare allergie.
  4. L'acido ascorbico può influenzare la produzione di ormoni steroidei e catecolamine, pertanto è importante utilizzare questa sostanza per il normale funzionamento dei sistemi nervoso, riproduttivo ed endocrino.
  5. La vitamina C rafforza i vasi sanguigni, accelera la coagulazione del sangue, previene lo sviluppo di edema nelle donne (durante le mestruazioni).
  6. L'uso di compresse, fiale, polvere o confetti di questo farmaco aiuta a superare lo stress. Inoltre, questa sostanza impedisce lo sviluppo di malattie infettive che attaccano il corpo umano durante lo stress, la depressione, l'immunità indebolita..

Dose giornaliera di acido ascorbico

Prima di iniziare a usare il farmaco, si consiglia di scoprire la necessità di un corpo di un adulto e di un bambino in questa sostanza. Quanto acido ascorbico puoi mangiare al giorno? In condizioni normali - non più di 50-100 mg. Il dosaggio aumenta in modo significativo (una volta - fino a 1 g al giorno) se il corpo è esposto a stress fisico e mentale elevato, frequente esposizione a basse e alte temperature. Inoltre, l'uso di acido ascorbico in un volume aumentato richiede:

  • donne durante la gravidanza e l'allattamento;
  • atleti appassionati di bodybuilding;
  • pazienti durante il trattamento.

Come prendere l'acido ascorbico

Al paziente può essere prescritta, se indicato, iniezioni endovenose o intramuscolari, una soluzione effervescente da una polvere o una compressa. Si consiglia di ottenere istruzioni individuali dal proprio medico su come assumere acido ascorbico per evitare effetti collaterali. Il dosaggio e la forma di somministrazione dipendono dalla funzione del corpo umano che necessita di supporto..

Come assumere correttamente l'acido ascorbico nei confetti? La sostanza deve essere assunta dopo i pasti nelle seguenti quantità:

  1. Bambini - 25-75 mg (prevenzione), 50-100 mg tre volte al giorno (trattamento).
  2. Adulti - 50-100 mg ciascuno (profilassi), durante il trattamento, la dose indicata viene aumentata a 200-400 mg, suddivisa in diverse dosi.
  3. Durante la gravidanza, è necessario prendere 2 settimane a 300 mg, quindi ridurre il dosaggio di tre volte.

Le iniezioni con glucosio possono essere prescritte - 1-5 ml di soluzione di ascorbato di sodio fino a tre volte al giorno. Per il trattamento della carenza vitaminica, ai bambini viene prescritta polvere in bustine da 0,05-0,1 g.È importante seguire le istruzioni. Il medico prescrive il corso del trattamento individualmente per ciascun paziente secondo le indicazioni. La quantità massima di sostanza giornaliera non è superiore a 0,5 g (per un paziente adulto), per bambini - 30-50 mg (a seconda dell'età del bambino e delle singole istruzioni per l'uso del farmaco).

Prezzo dell'acido ascorbico

È possibile acquistare questo farmaco a buon prezzo in qualsiasi farmacia, oppure ordinare e acquistare in un negozio online. I cataloghi dei produttori contengono molte opzioni diverse per la vitamina C. Di norma, il prezzo varia da 13 a 45 rubli. Il costo è influenzato dal marchio del produttore, la forma di rilascio. Il prezzo dell'acido ascorbico (pillole) in barattoli da 200 pezzi (50 mg) non differisce molto da diverse società farmaceutiche. Tuttavia, è possibile trovare una fuga significativa quando si acquistano compresse di acido ascorbico. I produttori aumentano il prezzo per imballaggi e aromi luminosi.

Come scegliere l'acido ascorbico

Gli esperti raccomandano di assumere la vitamina C dagli alimenti naturali. Può essere contenuto in verdure, erbe, frutta. Con una forte mancanza di un elemento, puoi acquistare acido ascorbico in polvere. La forma più comune per la prevenzione è compresse dragee o masticabili. Le iniezioni, di norma, sono prescritte da un medico per avvelenamento grave o per le donne in gravidanza per mantenere il corpo.

Cosa succederà da un sovradosaggio di acido ascorbico

Alcuni si sbagliano nel pensare che l'acido ascorbico può essere assorbito in dosi illimitate e non provocare la malattia. Esistono quantità giornaliere massime di questa sostanza che non possono essere superate. Alla domanda se è possibile mangiare molto acido ascorbico, i medici risponderanno affermativamente: è impossibile! Altrimenti, si prevede che il paziente:

  • problemi al tratto digestivo;
  • insonnia;
  • maggiore eccitabilità;
  • nausea.

Controindicazioni per l'assunzione di acido ascorbico

Come qualsiasi farmaco, l'acido ascorbico ha una serie di controindicazioni. Ad esempio, non dovresti essere coinvolto in vitamine con diabete, urolitiasi, anemia sideroblastica, ossalosoma. Le donne in gravidanza possono usare l'acido ascorbico? Per questa categoria di pazienti, la vitamina C è molto importante, ma non è consigliabile utilizzarla più della norma stabilita, in modo da non danneggiare te stesso e il nascituro.

Video: cosa succede se mangi un pacco di acido ascorbico

Recensioni

Maria, 27 anni Prendo costantemente acido ascorbico in fiale - non più di 1 cucchiaino. Aggiungo la sostanza a cocktail, bevande fredde o frullati. Aiuta a mantenere il sistema di difesa del corpo in condizioni normali, migliora le condizioni di pelle, unghie e capelli. A causa dell'uso di vitamina C, raramente si attaccano varie infezioni, influenza o raffreddori.

Ekaterina, 44 anni In precedenza, le compresse di acido ascorbico confezionate in caramelle erano di qualità molto migliore e non portavano a un sovradosaggio di vitamina C, anche se il bambino mangiava un pacchetto alla volta. Diamo il farmaco moderno ai bambini con cautela, perché le compresse contengono molto zucchero e c'è il rischio di una reazione allergica. Tuttavia, le vitamine sono utili e il prezzo è piccolo, quindi acquistiamo a volte.

Zarina, 31 anni, ho un bambino piccolo con cui camminiamo costantemente per strada. Corre, mi prendo cura di lui, quindi mi gelo e, per non prendere un raffreddore, ho iniziato a prendere l'acido ascorbico nei confetti. Il medico mi ha parlato dei benefici della vitamina C, quindi la prendiamo con tutta la famiglia. Nelle prime fasi di raffreddore o influenza, previene lo sviluppo della malattia.

Vitamina C

Prezzi nelle farmacie online:

L'acido ascorbico appartiene al gruppo delle vitamine.

Disponibile nelle seguenti forme: pillole, liofilizzato per la successiva preparazione di una soluzione per iniezioni endovenose e intramuscolari, gocce per somministrazione orale, soluzione per uso endovenoso, polvere per preparazione di soluzione per somministrazione orale.

Azione farmacologica dell'acido ascorbico

L'acido ascorbico non si forma nel corpo umano, quindi è necessario garantire l'assunzione della sostanza all'interno con il cibo. La vitamina partecipa alla regolazione dei processi redox, coagulazione del sangue, metabolismo dei carboidrati, rigenerazione dei tessuti. Inoltre, l'acido ascorbico rende il corpo più resistente alle varie infezioni, riduce la permeabilità vascolare, riduce la necessità di vitamine A, E, B1 e B2, acidi pantotenico e folico. La vitamina è coinvolta nel metabolismo di tirosina, fenilalanina, acido folico, Fe, istamina, noradrenalina. Promuove anche l'utilizzo di carboidrati, la sintesi di lipidi, carnitina e proteine, l'idrossilazione della serotonina.

L'acido ascorbico ha proprietà antiossidanti e antipiastriniche, regola il movimento di H + in varie reazioni biochimiche, partecipa alla formazione di acido tetraidrofolico e rinnovamento dei tessuti, migliora l'uso del glucosio nel ciclo dell'acido tricarbossilico, promuove la sintesi di collagene, ormoni steroidei e procollagene.

Le proprietà farmacologiche della vitamina comprendono il mantenimento dello stato colloidale della sostanza intercellulare, la normale permeabilità capillare; attivazione di enzimi proteolitici; partecipazione allo scambio di pigmenti, colesterolo e aminoacidi aromatici; promuovendo l'accumulo di glicogeno nel fegato. L'acido ascorbico migliora le funzioni di formazione di proteine ​​e disintossicazione del fegato attivando gli enzimi respiratori. Migliora anche la secrezione biliare, promuove il rapido ripristino della funzione esocrina del pancreas e la funzione endocrina della tiroide.

Secondo le istruzioni, l'acido ascorbico attiva la sintesi di anticorpi, interferone e complemento C3. Promuove anche la fagocitosi, rallenta il rilascio e accelera il degrado dell'istamina. A piccole dosi, la vitamina migliora la funzione complessante della deferoxamina nei casi di avvelenamento cronico con preparati di Fe, che porta ad un aumento dell'escrezione di quest'ultima. Il dosaggio richiesto per questo è di 150-250 mg di farmaco al giorno..

Indicazioni per l'uso di acido ascorbico

Dalle istruzioni per l'acido ascorbico è noto che le indicazioni per l'assunzione di vitamine sono:

  • Carenza di ipo e vitamina C;
  • Dieta squilibrata;
  • Aumento della necessità di acido ascorbico (ad esempio, durante periodi di crescita intensiva o alimentazione artificiale);
  • Lavoro duro;
  • Nutrizione parenterale;
  • Periodo di convalescenza dopo malattia grave;
  • Alcolismo;
  • Scorbuto;
  • Ipotermia prolungata del corpo;
  • Brucia la malattia;
  • Infezioni croniche;
  • Febbre prolungata;
  • Malattie gastrointestinali come ulcera peptica, diarrea persistente, gastrectomia, resezione dell'intestino tenue;
  • Ipertiroidismo;
  • Stress frequente;
  • fumatori;
  • lesioni;
  • Riabilitazione postoperatoria;
  • Gravidanza (in particolare gravidanza multipla, nonché sullo sfondo della dipendenza da droga o nicotina);
  • Allattamento;
  • Metemoglobinemia idiopatica;
  • Avvelenamento cronico con preparati di Fe.

Controindicazioni all'uso di acido ascorbico

Secondo le istruzioni, l'acido ascorbico è controindicato in caso di ipersensibilità a questa vitamina, così come la sua intolleranza individuale..

Il farmaco è prescritto con cautela alle persone che soffrono di diabete mellito, anemia sideroblastica, deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi, talassemia, ossalosi, calcoli renali, emocromatosi e iperossaluria.

Effetti collaterali

Dal lato del sistema nervoso centrale, possono verificarsi effetti collaterali come affaticamento e vertigini (con una rapida somministrazione endovenosa del farmaco).

Nel sistema digestivo, se il paziente assume acido ascorbico per via orale, può apparire irritazione delle superfici mucose degli organi.

Le reazioni allergiche non sono escluse: arrossamento della pelle ed eruzione cutanea. I risultati di laboratorio possono indicare eritropenia, iperprotrombinemia, trombocitosi, ipopotassiemia e leucocitosi neutrofila.

Se una persona prende spesso e intensamente il farmaco per via orale, aumenta la probabilità di distruzione dello smalto dei denti.

In caso di sovradosaggio (più di 1 g), è probabile che si verifichino i seguenti sintomi:

  • Aumento dell'eccitabilità del SNC;
  • Mal di testa;
  • Diarrea;
  • Nausea e vomito;
  • Gastrite iperacida;
  • Insonnia;
  • Ulcerazione della mucosa del tratto digestivo;
  • Iperglicemia e glucosuria;
  • nefrolitiasi;
  • iperossaluria;
  • Pollakiuria moderata (ad un dosaggio superiore a 600 mg al giorno);
  • Diminuzione della permeabilità capillare, che è accompagnata da un aumento della pressione sanguigna, deterioramento del trofismo dei tessuti, sviluppo di microangiopatie e ipercoagulazione;
  • Interruzione della gravidanza ed emolisi degli eritrociti (quando il farmaco viene somministrato per via endovenosa ad alte dosi).

Dosaggio e somministrazione di acido ascorbico

Secondo le istruzioni, l'acido ascorbico viene assunto per via orale dopo i pasti (secondo la forma di dosaggio del farmaco).

Ai fini preventivi della carenza di vitamina C, vengono mostrati i dosaggi:

  • adulti - 50-100 mg al giorno;
  • bambini - 25-75 mg al giorno.

Si raccomanda alle donne in gravidanza e in allattamento di assumere 300 mg al giorno per 10-15 giorni, dopodiché la dose viene ridotta a 100 mg al giorno.

Nel trattamento, l'acido ascorbico è indicato nelle seguenti dosi:

  • adulti - da 50 a 100 mg alla volta 3-5 volte al giorno per 2 settimane;
  • bambini - 50-100 mg due o tre volte al giorno per 2 settimane.

Sotto forma di polvere, la preparazione vitaminica viene diluita con acqua e assunta come bevanda. La proporzione dovrebbe essere di 1 g per litro di acqua o succo. Con la somministrazione intramuscolare e endovenosa, il farmaco viene prescritto in un volume di 50-150 mg, in caso di avvelenamento - 60 mg. La dose massima consentita è di 200 mg alla volta, la dose giornaliera è di 1 g I bambini non devono superare il dosaggio del farmaco - 100 mg al giorno.

Acido ascorbico con glucosio

Una compressa di acido ascorbico con glucosio contiene l'acido ascorbico componente principale - 0,1 ge destrosio (glucosio) - 0,877 g Il farmaco viene utilizzato per colmare la mancanza di vitamina C.

Inoltre, l'acido ascorbico con glucosio viene utilizzato per sanguinamento polmonare, nasale, uterino, epatico e di altro tipo, diatesi emorragica, malattie del fegato, intossicazione del corpo, malattie infettive, morbo di Addison, ferite scarsamente cicatrizzanti, fratture ossee, distrofia, intenso stress fisico e mentale, gravidanza e l'allattamento al seno. Il farmaco è prescritto per l'insufficienza surrenalica e durante il periodo di crescita accelerata, come la solita versione della vitamina.

Controindicazioni e dosaggi di acido ascorbico con glucosio sono identici al farmaco classico.

Acido ascorbico (confetto): istruzioni per l'uso

Forma di dosaggio

Composizione

Una compressa contiene

principio attivo - acido ascorbico (vitamina C) 50 mg,

sostanze ausiliarie - saccarosio (zucchero), sciroppo di amido, farina di frumento, talco, aroma alimentare "Limone", olio di semi di girasole, cera d'api.

Descrizione

Confetto sferico dal bianco al colore crema chiaro

Gruppo farmacoterapico

Vitamine. Acido ascorbico nella sua forma pura. Vitamina C.

Codice АТХ А11GА01

Proprietà farmacologiche

Assorbito nell'intestino tenue. Con un aumento della dose a 200 mg, viene assorbito fino a 140 mg (70%); con un ulteriore aumento della dose, l'assorbimento diminuisce (50-20%). Comunicazione con proteine ​​del plasma sanguigno -25%. Malattie del tratto gastrointestinale (ulcera peptica e 12 ulcera duodenale, costipazione o diarrea, infestazione da elminti, giardiasi), uso di succhi di frutta e verdura freschi, bevande alcaline riducono l'assorbimento dell'ascorbonato nell'intestino.

La concentrazione di acido ascorbico nel plasma sanguigno è normalmente di circa 10-20 μg / ml, le riserve nel corpo sono di circa 1,5 g quando si assumono le dosi giornaliere raccomandate e 2,5 g quando si assumono 200 mg / die. La concentrazione massima (Tmax) dopo somministrazione orale è di 4 ore. Penetra facilmente nei leucociti, nelle piastrine e quindi in tutti i tessuti; la massima concentrazione si raggiunge negli organi ghiandolari, nei leucociti, nel fegato e nella lente dell'occhio; depositato nel lobo posteriore dell'ipofisi, corteccia surrenale, epitelio oculare, cellule delle ghiandole seminali delle ovaie, fegato, milza, pancreas, polmoni, reni, parete intestinale, cuore, muscoli, ghiandola tiroidea; attraversa la placenta. La concentrazione di acido ascorbico nei leucociti e nelle piastrine è maggiore rispetto agli eritrociti e nel plasma sanguigno. Negli stati di carenza, la concentrazione di acido ascorbico nei leucociti diminuisce più tardi e più lentamente e quindi è considerato un criterio più affidabile per valutare la carenza rispetto alla concentrazione di acido ascorbico nel plasma sanguigno. Viene metabolizzato principalmente nel fegato, in acido desossicascorbico e quindi in acidi ossaloacetici e diketogulonici. Viene escreto dai reni, attraverso l'intestino, con sudore, latte materno sotto forma di ascorbato invariato e metaboliti. Quando vengono prescritte dosi elevate, il tasso di eliminazione aumenta notevolmente. Il fumo e il consumo di etanolo accelera la distruzione dell'acido ascorbico (conversione in metaboliti inattivi), riducendo drasticamente le sue riserve nel corpo.

Escreto durante l'emodialisi.

L'acido ascorbico è un agente vitaminico che non si forma nel corpo umano, ma viene fornito solo con il cibo. Partecipa alla regolazione dei processi redox, al metabolismo dei carboidrati, alla coagulazione del sangue, alla rigenerazione dei tessuti, alla sintesi degli ormoni steroidei; aumenta la resistenza del corpo alle infezioni, riduce la permeabilità vascolare, riduce la necessità di vitamine B1, B2, A, E, acido folico, acido pantotenico. Partecipa al metabolismo di fenilalanina, tirosina, acido folico, noradrenalina, istamina, ferro, utilizzo di carboidrati, sintesi di lipidi, proteine, carnitina, reazioni immunitarie, idrossilazione della serotonina, migliora l'assorbimento del ferro non eme. Possiede proprietà antiaggregate e pronunciate antiossidanti.

Mantiene lo stato colloidale della sostanza intercellulare e la normale permeabilità capillare. Regola le reazioni immunologiche (attiva la sintesi di anticorpi, componente C3 del complemento, interferone), promuove la fagocitosi, aumenta la resistenza del corpo alle infezioni. Inibisce il rilascio e accelera la degradazione dell'istamina, inibisce la formazione di prostaglandine e altri mediatori dell'infiammazione.

Indicazioni per l'uso

- prevenzione, trattamento di ipo e avitaminosi da vitamina C.

- con un aumentato bisogno di vitamina C nel corpo durante

crescita attiva nei bambini, gravidanza, allattamento

- con aumento dello stress fisico e mentale, superlavoro, condizioni stressanti

- durante il periodo di recupero dopo malattie lunghe e gravi

Metodo di somministrazione e dosaggio

All'interno, a scopo profilattico, 50 mg - 100 mg (1-2 compresse) al giorno; durante la gravidanza e l'allattamento - 300 mg per 10-15 giorni (3 compresse), quindi - 100 mg (2 pillole) al giorno, bambini dai 6 anni in su - 50 mg - 100 mg (1-2 pillole) in giorno.

A scopo terapeutico: adulti 50 mg-100 mg (1-2 compresse) 3-5 volte al giorno, bambini da 6 anni 50 mg-100 mg (1-2 compresse) 2-3 volte al giorno.

La durata del trattamento dipende dalla natura e dal decorso della malattia, è prescritta dal medico.

Effetti collaterali

- mal di testa, stanchezza

- con l'uso prolungato di grandi dosi - aumento dell'eccitabilità

CNS, disturbi del sonno

- irritazione della mucosa del tratto gastrointestinale, nausea, vomito,

diarrea, crampi allo stomaco

- aumento della pressione sanguigna, sviluppo di microangiopatie

- inibizione della funzione dell'apparato insulare del pancreas

- diminuzione della permeabilità capillare e deterioramento del trofismo tissutale, trombosi quando si assumono dosi elevate

- reazioni allergiche: eruzione cutanea, raramente - shock anafilattico

Controindicazioni

- ipersensibilità a componenti di medicina

- tendenza alla trombosi

- bambini sotto i 6 anni

- aumento della coagulazione del sangue

- malattie maligne progressive

- iperossaluria e formazione di calcoli urinari da ossalato di calcio, danno all'apparato glomerulare dei reni

- trombocitosi, iperprotrombinemia, eritropenia

Interazioni farmacologiche

Aumenta la concentrazione nel sangue di salicilati (aumenta il rischio di cristalluria), etinilestradiolo, benzilpenicillina e tetracicline, riduce - i cotracettivi orali. Riduce l'effetto anticoagulante dei derivati ​​cumarinici. Migliora l'assorbimento intestinale delle preparazioni di ferro. Farmaci a base di chinolina, cloruro di calcio, salicilati, corticosteroidi con uso prolungato riducono le riserve di vitamina C.

L'acido acetilsalicilico (ASA), i contraccettivi orali, i succhi freschi e le bevande alcaline riducono l'assorbimento e l'assorbimento.

Aumenta la clearance totale dell'etanolo, che a sua volta riduce la concentrazione di acido ascorbico nel corpo.

Barbiturici e primidone aumentano l'escrezione urinaria di acido ascorbico.

Riduce l'effetto terapeutico dei farmaci antipsicotropici (derivati ​​della fenotiazina), riassorbimento tubulare di anfetamine e antidepressivi triciclici.

istruzioni speciali

Quando si tratta con grandi dosi di acido ascorbico, è necessario monitorare la funzionalità renale, la pressione sanguigna (BP) e la funzione pancreatica. L'acido ascorbico, come agente riducente, può distorcere i risultati di vari test di laboratorio (glicemia, bilirubina, attività transaminasi).

Nei pazienti con un alto contenuto di ferro nel corpo, l'acido ascorbico deve essere usato in dosi minime..

Con l'uso prolungato di grandi dosi, è possibile sopprimere la funzione dell'apparato insulare del pancreas, pertanto deve essere regolarmente monitorato durante il trattamento..

Gravidanza e allattamento

Durante la gravidanza e l'allattamento, utilizzare solo se il beneficio previsto per la madre supera il rischio per il feto e il bambino.

Il fabbisogno giornaliero minimo durante l'allattamento è di 80 mg.

Influenza sulla capacità di guidare veicoli e altri meccanismi pericolosi

Overdose

Attualmente, non sono stati segnalati casi di overdose di droga.

In caso di sovradosaggio accidentale, possono comparire i seguenti sintomi: bruciore di stomaco, diarrea, eruzione cutanea, prurito, soppressione della funzione dell'apparato insulare del pancreas, compromissione della funzionalità renale, aumento della pressione sanguigna.

Trattamento: sospensione del farmaco, trattamento sintomatico.

Modulo di rilascio e confezione

200 confetti in lattine di polimero, sigillate con coperchi. Le banche, insieme al numero corrispondente di istruzioni per l'uso nelle lingue statali e russe, vengono inserite in imballaggi di gruppo o container di spedizione.

Condizioni di archiviazione

In un luogo secco e buio a una temperatura non superiore a 25 ° С

Tenere fuori dalla portata dei bambini!

Periodo di conservazione

1 anno 6 mesi

Non utilizzare dopo la data di scadenza indicata sulla confezione