Aspirina ® (Aspirina ®)

Aspirina per un bambino - è possibile o no?

L'acido acetilsalicilico è una medicina antica, è stato usato dal 1869. Da allora sono apparsi molti farmaci più efficaci e sicuri che possono essere somministrati a un bambino per la febbre. Inoltre, nel corso di un secolo e mezzo, sono stati studiati gli effetti collaterali più gravi che l'aspirina ha sul corpo dei bambini..

Ma il popolo onora ostinatamente le tradizioni - se una nonna una volta trattava i suoi figli con acido acetilsalicilico per un raffreddore e tutto funzionava, allora devi seguire il suo esempio.

Viviamo nel 21 ° secolo quando sono disponibili sia medicinali sicuri per bambini a prezzi accessibili sia informazioni sul trattamento. Vediamo perché il Dr. Komarovsky e altri pediatri competenti sono così fortemente contrari all'aspirina in relazione ai bambini..

È possibile dare l'aspirina a una temperatura a un bambino?

La prima età in cui è possibile assumere l'acido acetilsalicilico è di 15 anni. Molti farmaci con aspirina sono ammessi solo dall'età di 18 anni. Cioè, questa sostanza non è meno dannosa per il bambino dell'alcool..

Elenchiamo tutti i farmaci a base di acido acetilsalicilico che non devono essere somministrati a bambini di età inferiore ai 15-18 anni:

  • Elkapin,
  • Novandol,
  • Upsarin Oops,
  • Mikristin,
  • Acetylsalicylbene,
  • Aspirex,
  • Therapine,
  • Jasprin,
  • Acetyline,
  • Aspinat,
  • Salorin,
  • Bufferan,
  • Acesal,
  • Aspilight,
  • Ronal,
  • Acillirin,
  • Aspomay,
  • Aspeckard,
  • Plidol,
  • Aspitrin,
  • Ascolong,
  • Novasan,
  • Anopyrin.

Perché l'aspirina è pericolosa per un bambino?

  • L'acido acetilsalicilico danneggia il rivestimento dello stomaco fino a un'ulcera - per questo motivo, molti adulti non possono assumere farmaci antipiretici e cardiaci con questa sostanza,
  • può causare broncospasmo, orticaria, sindrome di edema di Quincke e altre reazioni allergiche;
  • diluisce il sangue, che può causare sanguinamento interno.

Ma queste sono tutte piccole cose rispetto alla sindrome di Reye - un effetto collaterale davvero formidabile che è stato descritto per la prima volta nel 1963 dai medici australiani guidati da Douglas Reye. Nel trattamento di questa grave condizione in terapia intensiva, il tasso di mortalità statistica è del 50-80%. Più comune nei bambini dai 4 ai 12 anni. Tutto il corpo è interessato, ma prima di tutto:

  • il cervello, che porta allo sviluppo dell'encefalopatia, accompagnato da edema intracranico,
  • fegato in cui inizia la degenerazione grassa acuta.

Le cause esatte della sindrome di Reye nei bambini non sono state ancora stabilite dalla medicina. Ma ci sono 3 fattori che contribuiscono alla malattia:

  • infezioni virali con una temperatura superiore a 38 ℃, come infezioni respiratorie acute, infezioni virali respiratorie acute, varicella, morbillo, influenza;
  • prendendo salicilati, principalmente aspirina;
  • disturbi metabolici.

Solo negli anni '80 nei paesi sviluppati ha iniziato a limitare l'assunzione di acido acetilsalicilico a una temperatura nei bambini. Successivamente, la sindrome di Reye è stata registrata lì molte volte meno spesso..

Il dottor Komarovsky, rispondendo a 36 e 6 domande sulla temperatura in un bambino, afferma categoricamente: non puoi usare l'aspirina alla temperatura di un bambino fino all'età di 15 anni.

Komarovsky avverte anche che ai bambini non dovrebbero essere somministrati farmaci combinati, che includono l'aspirina come uno dei componenti:

  • Citramax forte,
  • Neuranidal,
  • Acifein,
  • Algon,
  • Tsefekon P,
  • Alka-Seltzer,
  • Duocapton,
  • Disprin,
  • Citramon P,
  • Aquatsitramon,
  • Parascophen,
  • Aldon,
  • Maggio-lacca,
  • Insprin,
  • Citrapac,
  • Cardiomagnyl,
  • Parcocet,
  • Excedrin,
  • Acepar,
  • Citrapar,
  • Askofen,
  • Additivo,
  • Algomin,
  • Ascaff,
  • Perdolan,
  • Iralgezik,
  • Kofitsil-plus,
  • Anello N,
  • Aspagel,
  • Elkapin plus,
  • Tomapirin.

Pertanto, è impossibile somministrare l'aspirina ai bambini da una temperatura fino a 3 anni, così come a 4 anni, a 5 anni, a 6 anni, a 7 anni e così via fino a 15 anni, in nessun caso. Il rischio di mettere in pericolo la sindrome di Reye con edema cerebrale e danni al fegato supera di gran lunga l'aiuto che questo principio attivo può fornire.

Come abbattere - dosaggio corretto

Se il bambino ha già 15 anni, sono consentite alcune forme di acido acetilsalicilico, ma con cautela. Ad esempio, Aspirina 0,5 compresse.

Le istruzioni per il farmaco ci dicono che in caso di raffreddore, le pillole riducono la temperatura, alleviano i muscoli e i dolori articolari. Ma ai bambini di età superiore ai 15 anni con un'infezione virale non viene prescritta l'aspirina 0,5, perché ciò può portare alla sindrome di Reye.

È anche impossibile usare queste compresse per i bambini dopo i 15 anni con:

  • alta sensibilità agli antinfiammatori non steroidei,
  • trattamento dell'artrite reumatoide con metotrexato,
  • erosioni e ulcere nello stomaco e nell'intestino,
  • diatesi emorragica,
  • asma bronchiale,
  • polipi nel naso.

Quando puoi prendere l'acido acetilsalicilico per i bambini di età superiore ai 15 anni? Forse per le infezioni batteriche, quando il paracetamolo e l'ibuprofene non abbassano la temperatura. Ad esempio, con angina stafilococcica. Ma anche qui puoi trovare un antipiretico più sicuro con effetti collaterali meno terribili. Ad esempio, Nimesil, che può essere somministrato a un bambino come prescritto da un medico dall'età di 12 anni.

Una singola dose di aspirina per abbassare la temperatura è di 500 mg, cioè una compressa. Il massimo è di 1000 mg alla volta - 2 compresse, questo è consentito se il peso è superiore a 100 kg. Gli intervalli tra i ricevimenti sono di almeno 4 ore. Non puoi assumere più di 3000 mg al giorno, cioè 6 compresse. Come antipiretico, non dovrebbe essere preso più di 3 giorni.

L'acido acetilsalicilico viene assunto 20-30 minuti dopo che il bambino ha mangiato. In questo caso, la compressa deve essere lavata con almeno 150 ml di acqua pulita tiepida.

L'aspirina aumenta il sanguinamento, quindi è indesiderabile prenderlo più tardi di una settimana prima dell'estrazione del dente.

Aspirina ai lamponi

Molte persone sanno che l'acido acetilsalicilico si trova nei lamponi: semi di bacche, foglie, rami. La marmellata di lamponi è un rimedio popolare preferito per la febbre nei bambini. Ma non tutti comprendono i pericoli di tale trattamento..

È meglio non dare a un bambino di età inferiore ai 3 anni un raffreddore. Forse, se non c'è tendenza alle allergie e alle malattie metaboliche, dai 2 anni un bel po '. Meglio fresco. Dopo il primo tentativo di osservare per 3 giorni come reagisce il corpo.

A causa del trattamento termico, la marmellata di lamponi non contiene più l'insieme di vitamine per le quali le bacche fresche sono così utili. Ma c'è molto acido acetilsalicilico per questo. E c'è il pericolo della sindrome di Reye, se il bambino diventa intelligente 200-300 g di marmellata alla volta con il tè. Pertanto, è meglio fare bevande alla frutta per il raffreddore di un bambino da bacche sicure: mirtilli rossi, mirtilli rossi, ciliegie..

Se esaminiamo le istruzioni per le foglie di lampone essiccate, che vengono vendute in farmacia, vedremo una controindicazione per i bambini di età inferiore ai 18 anni. E non dovresti romperlo.

Paracetamolo e acido acetilsalicilico

Per i bambini con alte temperature, il paracetamolo è il farmaco di prima scelta. E l'aspirina è consentita, ma non raccomandata, solo nella tarda adolescenza. Quindi non dovrebbe sorgere la necessità di combinare questi medicinali per il bambino..

Sia il paracetamolo che l'acido acetilsalicilico hanno effetti antipiretici e analgesici. L'aspirina ha proprietà antipiretiche più forti, ma ci sono altre proprietà antipiretiche più adatte a un bambino. Se il paracetamolo non abbassa la temperatura di 39 ℃ e oltre, in un'ora puoi dare il farmaco di seconda scelta per i bambini: l'ibuprofene. Questo è un altro dei 2 medicinali raccomandati dall'OMS ai pediatri per la riduzione della febbre..

L'aspirina ha un effetto antinfiammatorio più forte del paracetamolo, soprattutto locale. Ma ci sono molti rimedi più efficaci e sicuri per l'infiammazione..

L'acido acetilsalicilico con paracetamolo è Citramon, ben noto alle persone che vivevano in epoca sovietica. Li abbiamo trattati tutti per mal di testa una volta. In Europa, questo farmaco è stato a lungo vietato. L'efficacia non è stata dimostrata e il danno è evidente. Il breve miglioramento di una volta ha il prezzo di gravi effetti collaterali. Non tutto deve essere appreso dall'Occidente. Ma vale la pena ascoltare alcune cose molto sensate.

Perché dare a un bambino aspirina dopo il paracetamolo o allo stesso tempo, se non c'è uno scopo di danneggiare deliberatamente la sua salute - nessuna persona sana di mente capirà. Anche se è possibile evitare la sindrome di Reye, una forte doppia intossicazione influirà sicuramente sul fegato e sui reni di un bambino o di un adolescente..

Per un adulto ad alta temperatura, una tale combinazione è possibile, ma solo con grande cura e con un intervallo di almeno un'ora, se non fosse possibile abbassare la temperatura con paracetamolo.

Perché i bambini non possono aspirina

Perché l'aspirina non può per i bambini? L'aspirina (acido acetilsalicilico) è una medicina che si trova nel gabinetto di medicina di casa di molti cittadini del nostro paese. Un vecchio rimedio per le nostre nonne, che ha dimostrato la sua efficacia come antipiretico e analgesico.

Ma è sicuro come tutti pensavano? E perché sentiamo sempre più da varie fonti che l'aspirina non dovrebbe essere somministrata ai bambini?

Perché l'aspirina è pericolosa per un bambino?

Il fatto è che con alcune malattie virali (influenza, morbillo, varicella, ecc.) Dopo l'assunzione di aspirina, può svilupparsi la sindrome di Reye, che minaccia la salute e persino la vita del bambino. Fino alla fine, il meccanismo di questa sindrome non è stato studiato. Ma la sua connessione con l'assunzione di acido acetilsalicilico può essere tracciata in ogni caso..

La sindrome di Reye si manifesta in bambini e adolescenti (di solito dai 4 ai 12 anni) che hanno assunto aspirina e altri farmaci contenenti acido acetilsalicilico come agente antipiretico per le malattie virali. Inoltre, in alcuni casi di questa malattia nei bambini piccoli, sono stati osservati disturbi metabolici congeniti..

Questa condizione si manifesta come insufficienza epatica acuta ed encefalopatia rapidamente progressiva. I primi sintomi compaiono il 5-6 ° giorno della malattia virale e con la varicella il 4 ° giorno dopo la prima eruzione cutanea.

I primi sintomi della sindrome di Reye possono essere:

  1. Nausea improvvisa e vomito grave senza sollievo
  2. Letargia e debolezza del bambino
  3. Forte mal di testa
  4. Aggressività o letargia
  5. Disturbi del linguaggio
  6. Sonnolenza

Nei bambini di età inferiore ai cinque anni, i primi sintomi possono essere la respirazione superficiale rapida e la diarrea. I sintomi successivi includono grave aggressività, convulsioni e coma, che possono durare da giorni a settimane..

Il tasso di mortalità dei bambini con insorgenza della sindrome di Reye è di circa il 20% di tutti i casi segnalati. Più gravi sono le condizioni del bambino, maggiore è il rischio di morte. Dei bambini malati che hanno attraversato la fase del coma, solo il 20% sopravvive.

Le complicazioni dopo aver sofferto della sindrome di Reye possono essere:

  1. Disturbi cardiaci (aritmie, possibile arresto cardiaco)
  2. Attività mentale e nervosa compromessa
  3. Polmonite da vomito che entra nei polmoni
  4. Sindrome da coagulazione intravascolare disseminata
  5. Sepsi
  6. Diabete insipido
  7. Paralisi e paraplegia degli arti

Perché i bambini non possono aspirina?

È a causa della possibilità (anche piccola) dell'insorgenza della sindrome di Reye che i farmaci contenenti acido acetilsalicilico non dovrebbero essere prescritti ai bambini con malattie virali. È meglio usare paracetamolo o nurofen come antipiretici nei bambini, poiché sono considerati più sicuri. Come scegliere un antipiretico sicuro per un bambino?

Quei bambini che hanno bisogno di prendere l'aspirina a causa di un altro disturbo devono eseguire la prevenzione delle malattie virali in tempo, con tutti i metodi disponibili oggi.

Quali altri nomi può avere l'aspirina??

  1. Acido acetilsalicilico
  2. Aspirina, aspirina C, aspirina Oopsa, aspinat, ascopirina
  3. Upsarin Oops
  4. Nextstream Active
  5. Antigripin Anvi
  6. Citramon-P, Ultra, Extracap, Aquacitramon e qualsiasi altro
  7. Askofen-P
  8. Kofitsil Plus
  9. Migrenol Extra
  10. Acifein
  11. Ascaff
  12. Excedrin

Acido acetilsalicilico

Composizione

La compressa contiene 0,1, 0,25 o 0,5 grammi di ingrediente attivo, nonché acido citrico (sotto forma di monoidrato) e fecola di patate.

Modulo per il rilascio

  • compresse 0,1, 0,25 e 0,5 grammi;
  • le compresse sono confezionate in confezioni di cellule prive di cellule o di contorno n. 10x1, n. 10x2, n. 10x3.

effetto farmacologico

Il farmaco allevia il dolore, la febbre e l'infiammazione, previene l'aggregazione piastrinica.

Gruppo farmacologico: FANS.

Farmacodinamica e farmacocinetica

Acido acetilsalicilico - che cos'è?

L'acido acetilsalicilico è l'aspirina, l'estere salicilico dell'acido acetico (etanico).

Formula dell'acido acetilsalicilico - (ASA) - C₉H₈O₄.

OKPD codice 24.42.13.142 (acido acetilsalicilico miscelato con altri farmaci).

Ricezione ASK

Nella produzione di ASA, viene utilizzato il metodo di esterificazione dell'acido salicilico con acido etanico.

farmacodinamica

Sopprimendo l'enzima COX, interrompe la produzione di prostaglandine e la produzione di ATP. Ha attività antipiretica e antinfiammatoria, inibisce l'aggregazione piastrinica.

L'effetto analgesico è dovuto agli effetti sia centrali che periferici. In condizioni febbrili, abbassa la temperatura agendo sul centro termoregolatore.

L'aggregazione e l'adesione delle piastrine, così come la formazione di trombi, sono ridotte a causa della capacità dell'ASA di sopprimere la sintesi del trombossano A2 (TXA 2) nelle piastrine. Inibisce la sintesi di protrombina (fattore II della coagulazione del sangue) nel fegato e - in una dose superiore a 6 g / giorno. - aumenta il PTV.

farmacocinetica

L'assorbimento della sostanza dopo l'assunzione del farmaco all'interno è quasi completo. L'emivita di ASA invariato non supera i 20 minuti. TCmax ASA nel plasma sanguigno - 10-20 minuti, salicilato totale formato a causa del metabolismo - da 0,3 a 2,0 ore.

In uno stato associato all'albumina, il plasma contiene circa l'80% di acidi acetilsalicilici e salicilici. L'attività biologica persiste anche quando la sostanza è in una forma legata alle proteine.

Metabolizzato nel fegato. Viene escreto dai reni. L'escrezione è influenzata dal pH delle urine: quando è acidificato, diminuisce e quando alcalinizzato aumenta.

I parametri farmacocinetici dipendono dalla dose assunta. L'eliminazione della materia non è lineare. Inoltre, nei bambini del 1 ° anno di vita, rispetto agli adulti, procede molto più lentamente.

Indicazioni per l'uso: ciò che aiuta le compresse di acido acetilsalicilico?

Le indicazioni per l'uso dell'acido acetilsalicilico sono:

  • condizioni febbrili in malattie di natura infettiva e infiammatoria;
  • artrite reumatoide;
  • reumatismi;
  • lesione infiammatoria del miocardio, causata da una reazione immunopatologica;
  • sindrome del dolore di varia origine, inclusi mal di testa e mal di denti (incluso mal di testa associato alla sindrome da astinenza da alcol), dolore alle articolazioni e ai muscoli, nevralgia, emicrania, algomenorrea.

Inoltre, l'aspirina (o acido acetilsalicilico) viene utilizzata a scopo profilattico con la minaccia di trombosi, tromboembolia, infarto miocardico (nell'infarto del miocardio, il farmaco è prescritto per la prevenzione secondaria).

Controindicazioni

La ricezione di ASA è controindicata in:

  • Asma "aspirina";
  • durante l'esacerbazione di lesioni erosive e ulcerative del canale alimentare;
  • sanguinamento gastrico / intestinale;
  • avitaminosi K;
  • emofilia, ipoprotrombinemia, diatesi emorragica;
  • carenza dell'enzima G6PD;
  • ipertensione portale;
  • insufficienza renale / epatica;
  • dissezione aortica;
  • durante il trattamento con metotrexato (se la dose settimanale del farmaco supera i 15 / mg);
  • artrite gottosa, gotta;
  • gravidanza (i primi tre e gli ultimi tre mesi sono controindicazioni assolute);
  • l'allattamento al seno;
  • ipersensibilità ad ASA / salicilati.

Effetti collaterali

Gli effetti collaterali del trattamento ASA possono manifestarsi come:

  • nausea;
  • gastralgia;
  • anoressia;
  • reazioni allergiche;
  • diarrea;
  • trombocitopenia;
  • lesioni erosive e ulcerative del canale alimentare;
  • insufficienza renale e / o epatica.

Con l'uso prolungato, appare l'acufene, l'acuità dell'udito diminuisce, la vista è compromessa, si verificano vertigini e - quando si assumono dosi elevate - mal di testa. Sono anche possibili sanguinamento, ipocoagulazione, vomito, broncospasmo..

Acido acetilsalicilico, istruzione per applicazione (Strada e dosaggio)

Con reumatismi attivi, ai pazienti adulti vengono prescritti da 5 a 8 g di ASA al giorno. Per un bambino, la dose viene calcolata in base al peso. Di norma, varia da 100 a 125 mg / kg / giorno. Tasso di frequenza di applicazione - 4-5 rubli / giorno.

1-2 settimane dopo l'inizio del corso, la dose per il bambino è ridotta a 60-70 mg / kg / die, per i pazienti adulti il ​​dosaggio rimane lo stesso. Continuare il trattamento fino a 6 settimane.

Secondo le istruzioni per l'uso dell'acido acetilsalicilico, il farmaco deve essere ritirato gradualmente nell'arco di 1-2 settimane..

L'acido acetilsalicilico per il mal di testa e come rimedio per la febbre è prescritto a dosaggi più bassi. Quindi, in caso di sindrome del dolore e condizioni febbrili, la dose per 1 dose per un adulto va da 0,25 a 1 g con una frequenza di applicazioni da 4 a 6 rubli / giorno.

Va ricordato che per il mal di testa, l'ASA è particolarmente efficace se il dolore è innescato da un aumento dell'ICP (pressione intracranica).

Per i bambini, la dose ottimale per dose è di 10-15 mg / kg. Tasso di frequenza delle applicazioni - 5 rubli / giorno.

Il trattamento non dovrebbe durare più di 2 settimane.

Per prevenire la trombosi e l'embolia, l'ASA viene assunto 2-3 volte al giorno. 0,5 g ciascuno Per migliorare le proprietà reologiche (per fluidificare) il sangue, il farmaco viene assunto a lungo a 0,15-0,25 g / giorno.

Per un bambino di età superiore ai cinque anni, una singola dose è di 0,25 g, i bambini di quattro anni possono somministrare 0,2 g di ASA una volta, i bambini di due anni - 0,1 g, un anno di età - 0,05 g.

È vietato somministrare ASA ai bambini da una temperatura che si alza sullo sfondo di un'infezione virale. Il farmaco agisce sulle stesse strutture del cervello e del fegato di alcuni virus e in combinazione con un'infezione virale può provocare lo sviluppo della sindrome di Reye in un bambino.

Applicazione dell'ASA in cosmetologia

La maschera viso all'acido acetilsalicilico consente di alleviare rapidamente l'infiammazione, ridurre il gonfiore dei tessuti, rimuovere il rossore, rimuovere lo strato superficiale di cellule morte e sbloccare i pori ostruiti.

Il farmaco asciuga bene la pelle e si dissolve perfettamente nei grassi, il che rende consigliabile usarlo come rimedio per l'acne: le compresse, inumidite con acqua, vengono applicate agli elementi infiammati sul viso o aggiunte alla composizione delle maschere per il viso.

L'acido acetilsalicilico per l'acne funziona bene se combinato con succo di limone o miele. Efficace per problemi di pelle e maschera all'argilla.

Per preparare una maschera al limone e aspirina, le compresse (6 pezzi) vengono semplicemente triturate con succo appena spremuto fino ad ottenere una massa omogenea. Quindi il medicinale viene applicato in senso puntuale sui brufoli infiammati e lasciato su di essi fino a quando non sono asciutti..

La maschera con miele viene preparata come segue: le compresse (3 pezzi) vengono inumidite con acqua, quindi, quando si dissolvono, si mescolano con 0,5-1 cucchiaio (cucchiaino) di miele.

Per preparare una maschera di argilla, mescola 6 compresse di ASA tritate e 2 cucchiaini di argilla bianca / blu con acqua calda.

Overdose

Il sovradosaggio può derivare da:

  • trattamento a lungo termine dell'ASA;
  • una singola iniezione di una dose troppo alta del farmaco.

Un segno di sovradosaggio è la sindrome da salicilismo, manifestata da malessere generale, ipertermia, acufene, nausea, vomito.

In caso di sovradosaggio di ASA, la vittima deve essere immediatamente ricoverata in ospedale. Gli lavano lo stomaco, gli danno carbone attivo, controllano KOS.

A seconda dello stato della CBS e dell'equilibrio di acqua ed elettroliti, può essere prescritta l'introduzione di soluzioni di lattato di sodio, citrato di sodio e bicarbonato di sodio (come infusione).

Se il pH delle urine è 7,5-8,0 e la concentrazione plasmatica di salicilati supera 300 mg / l (in un bambino) e 500 mg / l (in un adulto), è necessaria una terapia intensiva con diuretici alcalini.

Con grave intossicazione, viene eseguita l'emodialisi; ricostituire la perdita di liquidi; prescrivere un trattamento sintomatico.

Interazione

Aumenta la tossicità dei farmaci barbiturici, acido valproico, metotrexato, effetti dei farmaci ipoglicemizzanti orali, digossina, analgesici narcotici, triiodotironina, farmaci sulfa.

Indebolisce gli effetti dei diuretici (risparmio di potassio e loop), i farmaci antiipertensivi del gruppo ACE-inibitore, l'effetto dei farmaci uricosurici.

Se usato contemporaneamente a farmaci antitrombotici, trombolitici, anticoagulanti indiretti aumenta il rischio di sanguinamento.

GCS migliora l'effetto tossico dell'ASA sulla mucosa del canale alimentare, aumenta la sua clearance e riduce la concentrazione plasmatica.

Se usato contemporaneamente ai sali di Li, aumenta la concentrazione plasmatica di ioni Li+.

Rafforza l'effetto tossico dell'alcol sulla mucosa del canale alimentare.

Condizioni di vendita

Mezzi OTC.

Ricetta in latino (esempio):

Rp: Acidi acetilsaliclici 0,5
D. t. d. N 10 in etichetta.
S. 1 compressa 3 ore al giorno dopo i pasti con abbondante acqua.

Condizioni di archiviazione

Le compresse devono essere conservate in un luogo asciutto a temperature inferiori a 25 ° C.

Data di scadenza

istruzioni speciali

Il farmaco deve essere usato con cautela nelle persone con patologie renali ed epatiche, asma bronchiale, con sanguinamento aumentato, CHF scompensato, durante il trattamento con anticoagulanti, nonché nelle persone con una storia di lesioni erosive e ulcerative del tratto digestivo e / o sanguinamento gastrico / intestinale.

Anche a piccole dosi, ASA riduce l'escrezione di acido urico, che può causare un attacco acuto di gotta in pazienti predisposti.

Quando si assumono alte dosi di ASA o la necessità di un trattamento a lungo termine con il farmaco, è necessario monitorare regolarmente il livello di emoglobina ed essere osservati da un medico.

Come agente antinfiammatorio, l'uso di ASA alla dose di 5-8 g / giorno. limitato a causa dell'aumentato rischio di sviluppare reazioni avverse dal tratto gastrointestinale.

Per ridurre il sanguinamento durante l'intervento chirurgico e nel periodo postoperatorio, l'assunzione di salicilati viene interrotta 5-7 giorni prima dell'intervento.

Quando si prende ASA, si dovrebbe ricordare che questo rimedio può essere assunto per non più di 7 giorni per alleviare il dolore senza consultare un medico. Come ASA antipiretico, è consentito bere non più di 3 giorni.

Proprietà chimiche della sostanza

Durante la cristallizzazione di ASA, si formano aghi incolori o poliedri monoclini con un sapore leggermente acido. I cristalli sono stabili all'aria secca, tuttavia, con l'aumentare dell'umidità, si idrolizzano gradualmente in acidi salicilici e acetici.

La sostanza nella sua forma pura è una polvere cristallina bianca ed è praticamente inodore. La comparsa dell'odore dell'acido acetico indica che la sostanza ha iniziato a idrolizzarsi.

ASA subisce esterificazione sotto l'azione di bicarbonati alcalini, idrossidi alcalini e anche in acqua bollente.

ASA scarsamente solubile in acqua, solubile in cloroformio ed etere, facilmente solubile in etanolo al 96%. La solubilità dell'ASA in acqua / mezzi acquosi è fortemente influenzata dal livello di pH: maggiore è l'alcalinità del solvente, più facile si dissolve la sostanza.

Aspirina

Aspirina: istruzioni per l'uso e recensioni

Nome latino: aspirina

Codice ATX: N02BA01

Ingrediente attivo: acido acetilsalicilico (acido acetilsalicilico)

Produttore: Bayer Bitterfeld GmbH (Germania)

Descrizione e aggiornamento foto: 21/08/2019

Prezzi in farmacia: da 70 rubli.

L'aspirina è un farmaco antinfiammatorio non steroideo, un analgesico non narcotico con azione antipiretica.

Forma e composizione del rilascio

Forma di dosaggio dell'aspirina - compresse: rotonde, bianche, biconvesse, smussate lungo il bordo, su un lato della compressa la scritta "ASPIRIN 0,5", dall'altra - un'impronta sotto forma di un marchio ("croce di Bayer") (10 pezzi. in blister, 1, 2 o 10 blister in una scatola di cartone).

Composizione di 1 compressa:

  • principio attivo: acido acetilsalicilico - 500 mg;
  • componenti ausiliari: amido di mais, cellulosa microcristallina.

Proprietà farmacologiche

farmacodinamica

L'acido acetilsalicilico (ASA) appartiene ai farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). È caratterizzato da effetti antinfiammatori, antipiretici e analgesici, associati all'inibizione degli enzimi cicloossigenasi, che svolgono un ruolo importante nella sintesi delle prostaglandine.

L'ASA nell'intervallo di dosi di 0,3-1 g viene utilizzato per abbassare la temperatura nei pazienti con infezioni virali respiratorie acute e influenza e per ridurre i dolori muscolari e articolari. Questa sostanza inibisce l'aggregazione piastrinica bloccando la produzione di trombossano A2 in piastrine.

farmacocinetica

Dopo la somministrazione orale, l'ASA viene assorbito rapidamente e quasi al 100% dal tratto gastrointestinale. Il principale metabolita farmacologicamente attivo nel quale passa il principio attivo a seguito della biotrasformazione è l'acido salicilico.

La concentrazione massima di ASA nel plasma sanguigno viene raggiunta in circa 10-20 minuti. Per i salicilati, questa cifra varia da 20 a 120 minuti. L'ASA e l'acido salicilico si legano quasi completamente alle proteine ​​del plasma sanguigno e si distribuiscono rapidamente nel corpo. L'acido salicilico attraversa la barriera placentare ed è determinato nel latte materno.

L'ulteriore metabolismo dell'acido salicilico viene effettuato principalmente nel fegato. Come risultato dei processi metabolici, si formano salicilfenolo e salicilacil glucuronidi, nonché acidi salicilurici, gentisinurici e gentisici.

I parametri farmacocinetici correlati all'eliminazione del farmaco dipendono dalla dose, poiché il suo metabolismo è determinato dall'attività degli enzimi epatici. L'emivita dipende anche dalla dose: quando si assume l'aspirina a basse dosi, è di 2-3 ore e, quando si assumono dosi elevate, aumenta a 15 ore. L'ASA e i suoi metaboliti vengono escreti principalmente nelle urine.

Indicazioni per l'uso

  • Attacco acuto di emicrania;
  • Malattie reumatiche;
  • Febbre che accompagna le malattie infettive e infiammatorie;
  • Sindrome del dolore di varie origini.

Controindicazioni

  • Asma bronchiale, provocato dall'assunzione di salicilati e farmaci antinfiammatori non steroidei;
  • Malattie erosive e ulcerative del tratto gastrointestinale nella fase acuta;
  • Diatesi emorragica;
  • Uso simultaneo di aspirina con metotrexato con una dose settimanale di 15 mg;
  • I e III trimestre di gravidanza;
  • Età fino a 15 anni;
  • Ipersensibilità ai salicilati.

È necessaria una certa cautela quando si prescrivono compresse di aspirina a pazienti che soffrono di gotta, iperuricemia, ulcere gastrointestinali o sanguinamento gastrointestinale (nella storia), compromissione della funzionalità epatica e renale, malattie respiratorie croniche, asma bronchiale, febbre da fieno, poliposi della mucosa nasale e anche per le donne nell'II trimestre di gravidanza.

Istruzioni per l'uso dell'aspirina: metodo e dosaggio

Una singola dose di aspirina viene assunta 3 volte al giorno, l'intervallo tra le dosi è di 4-8 ore. I pazienti con compromissione della funzionalità epatica e renale devono aumentare l'intervallo tra le dosi o ridurre la dose..

Con febbre, sindrome del dolore, malattie reumatiche, una singola dose per adulti e bambini di età superiore ai 15 anni è 0,5-1 g (dose giornaliera - non più di 3 g).

Le compresse devono essere assunte dopo i pasti, deglutite intere e lavate con acqua..

L'uso dell'aspirina non dovrebbe durare più di tre giorni come antipiretico, più di una settimana come analgesico.

Effetti collaterali

L'uso di Aspirin può causare i seguenti effetti indesiderati:

  • Nausea, dolore nella regione epigastrica, lesioni erosive ulcerative del tratto gastrointestinale, sanguinamento gastrointestinale;
  • Acufene e vertigini;
  • Anemia;
  • Eruzione cutanea, orticaria, edema di Quincke, shock anafilattico, broncospasmo.

Overdose

Un sovradosaggio di aspirina di moderata gravità si manifesta con sintomi come coscienza offuscata, mal di testa, vertigini, nausea, vomito, problemi di udito, acufene. Nella maggior parte dei casi, scompaiono quando la dose del farmaco viene ridotta..

Per un grave sovradosaggio del farmaco, sono caratteristici manifestazioni come grave ipoglicemia, insufficienza respiratoria, iperventilazione, febbre, shock cardiogeno, alcalosi respiratoria, chetosi, acidosi metabolica, coma.

In caso di assunzione di aspirina in dosi molto elevate, il paziente viene ricoverato in ospedale. Si raccomanda di assumere carbone attivo e un monitoraggio costante dell'equilibrio acido-base, nonché della diuresi alcalina, che viene eseguita fino a quando il pH delle urine è compreso tra 7,5 e 8 [la diuresi alcalina forzata viene considerata efficace se, a seguito della procedura, il contenuto di salicilato nel sangue supera i 500 mg / l (3,6 mmol / L) nei pazienti adulti e 300 mg / L (2,2 mmol / L) nei bambini]. Se necessario, vengono eseguite sedute di lavaggio ed emodialisi. I trattamenti comprendono anche il trattamento sintomatico e la sostituzione dei liquidi..

istruzioni speciali

L'aspirina aumenta l'effetto di altri FANS e analgesici narcotici, agenti ipoglicemizzanti, anticoagulanti indiretti, eparina, sulfamidici, triiodotironina; aumenta la tossicità del metotrexato; riduce l'effetto dei farmaci uricosurici, dei farmaci antiipertensivi e dei diuretici.

L'etanolo e GCS aumentano l'effetto dannoso dell'aspirina sulla mucosa gastrointestinale, aumentando la probabilità di sanguinamento gastrointestinale.

L'acido acetilsalicilico aumenta la concentrazione plasmatica di preparati al litio, barbiturici e digossina.

Influenza sulla capacità di guidare veicoli e meccanismi complessi

Secondo le istruzioni, l'aspirina non influisce sulla capacità di guidare veicoli o eseguire tipi di lavoro potenzialmente pericolosi che richiedono un'alta concentrazione di attenzione e reazioni rapide..

Applicazione durante la gravidanza e l'allattamento

Separati studi epidemiologici retrospettivi hanno dimostrato che l'uso dell'ASA nel primo trimestre di gravidanza aumenta il rischio di sviluppare difetti alla nascita (inclusi palatoschisi e difetti cardiaci). Tuttavia, i risultati di altri studi, che hanno coinvolto 32.000 coppie madre-figlio, suggeriscono che l'assunzione di aspirina in dosi terapeutiche non superiori a 150 mg al giorno non aumenta l'incidenza di malformazioni congenite. Poiché i risultati della ricerca sono ambigui, non è consigliabile utilizzare l'aspirina nel primo trimestre di gravidanza. Durante l'assunzione nel secondo trimestre di gravidanza, è necessario prestare attenzione, è consentito prescrivere il farmaco solo dopo una valutazione approfondita del rapporto tra i benefici del trattamento per la madre e i rischi per il bambino. Nel caso di un lungo ciclo di terapia, la dose giornaliera di ASA non deve superare i 150 mg..

Nel terzo trimestre, l'assunzione di aspirina in dosi elevate (oltre 300 mg al giorno) può portare a una gravidanza prolungata e all'indebolimento del travaglio, nonché alla chiusura prematura del dotto arterioso del bambino (dotto arterioso). Il ricevimento di ASA in dosi significative poco prima del parto a volte porta allo sviluppo di sanguinamento intracranico, specialmente nei bambini prematuri. A questo proposito, la nomina di Aspirina nell'ultimo trimestre di gravidanza è controindicata, ad eccezione di casi speciali dovuti a indicazioni cardiache e ostetriche che utilizzano un monitoraggio speciale.

Se è necessario utilizzare l'aspirina durante l'allattamento, si consiglia di interrompere l'allattamento.

Uso dell'infanzia

Le compresse di aspirina non sono utilizzate nei bambini di età inferiore ai 15 anni che soffrono di malattie respiratorie acute risultanti da infezioni virali, a causa del rischio di sviluppare la sindrome di Reye (malattia del fegato grasso acuto ed encefalopatia, accompagnata dallo sviluppo di insufficienza epatica acuta).

Con funzionalità renale compromessa

I pazienti con compromissione della funzionalità renale devono prestare attenzione durante l'assunzione del farmaco.

Per violazioni della funzionalità epatica

I pazienti con compromissione della funzionalità epatica devono prestare attenzione durante l'assunzione di aspirina.

Interazioni farmacologiche

L'acido acetilsalicilico migliora le proprietà tossiche del metotrexato, nonché gli effetti indesiderati di triiodotironina, analgesici narcotici, sulfonamidi (incluso co-trimoxazolo), altri FANS, trombolitici - inibitori dell'aggregazione piastrinica, farmaci ipoglicemici per somministrazione orale, anticoagulanti epatici indiretti. Allo stesso tempo, indebolisce l'effetto di diuretici (furosemide, spironolattone), farmaci antiipertensivi e farmaci uricosurici (probenecid, benzbromarone).

Con l'uso combinato di aspirina con farmaci contenenti etanolo, alcool e glucocorticosteroidi, aumenta l'effetto dannoso dell'ASA sulla mucosa gastrointestinale, che aumenta il rischio di sanguinamento gastrointestinale.

L'acido acetilsalicilico aumenta la concentrazione di preparati di litio, barbiturici e digossina nel corpo con l'uso simultaneo. Gli antiacidi, che includono alluminio e / o idrossido di magnesio, rallentano e riducono l'assorbimento di ASA.

Analoghi

Condizioni e periodi di conservazione

Conservare in luogo asciutto a una temperatura non superiore a 30 ° С.

Periodo di validità - 5 anni.

Condizioni di erogazione dalle farmacie

Disponibile senza prescrizione medica.

Recensioni su Aspirin

Secondo le recensioni, l'aspirina allevia efficacemente il dolore e l'infiammazione, riduce la febbre e aiuta con VSD (distonia vegetativa-vascolare) e viene anche utilizzata con successo per prevenire le complicanze vascolari. Alcuni pazienti usano il farmaco come uno dei componenti delle maschere per pulire il viso e rafforzare i capelli (ad esempio, in combinazione con il miele). Ciò è dovuto al fatto che ASA elimina bene il gonfiore e l'infiammazione e aiuta anche a esfoliare le cellule morte della pelle.

Prezzo dell'aspirina nelle farmacie

In media, il prezzo di Aspirina con un dosaggio di 500 mg è di 128 rubli (per confezione contenente 20 compresse).

Aspirina. Istruzioni per il farmaco, applicazione, prezzo, forme di rilascio, calcolo del dosaggio per i bambini

Definizione di farmaci

L'aspirina, o acido acetilsalicilico, è un farmaco che ha effetti analgesici, antinfiammatori e antipiretici ed è anche usato come farmaco che può fluidificare il sangue e ridurre il rischio di coaguli di sangue (effetto antipiastrinico). L'aspirina, insieme a farmaci come analgin, naprossene, ibuprofene e diclofenac, appartiene al gruppo di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS).

L'acido acetilsalicilico è incluso nell'elenco dei medicinali più importanti non solo della Federazione Russa, ma anche dell'Organizzazione mondiale della sanità.

L'acido acetilsalicilico fu sintetizzato per la prima volta nel 1853 e nel 1887 questo farmaco fu brevettato dalla società tedesca Bayer con il nome commerciale Aspirin.

Tipi di farmaci, nomi commerciali di analoghi, forme di rilascio

In genere, l'aspirina si presenta sotto forma di compresse. Molto spesso, può essere trovato in farmacia sotto forma di compresse convenzionali, compresse con rivestimento enterico (si dissolvono non nello stomaco, ma nell'intestino) e sotto forma di compresse effervescenti. Inoltre, l'acido acetilsalicilico può essere trovato in polvere per preparare una soluzione effervescente..

Azienda manifatturieraNome commerciale del farmacoNazioneModulo per il rilascioDosaggio
AggiornareAcido acetilsalicilicoRussiapillole
Pharmstandard-leksredstvaAcido acetilsalicilicoRussia
DalhimpharmAcido acetilsalicilicoRussia
Fabbrica farmaceutica di MoscaAcido acetilsalicilicoRussia
BayerAspirinaGermania
ObolenskoeAcido acetilsalicilico cardioRussiaCompresse con rivestimento enterico
BayerAspirina cardioGermania
ObolenskoeAcido acetilsalicilico cardioRussiacapsule
BayerAspirina-SGermaniaCompresse effervescenti
BayerComplesso di aspirinaGermaniaFa parte di una preparazione combinata per il trattamento delle malattie respiratorie acute (ARI). Assegnare ad adulti e bambini dai 14 ai 15 anni. Il farmaco viene preso una bustina ogni 6-8 ore. È possibile assumere un massimo di 4 bustine al giorno ad intervalli di almeno 6 ore. Il corso del trattamento è, in media, 3-5 giorni.

Il meccanismo dell'azione terapeutica del farmaco

L'acido acetilsalicilico, come altri farmaci del gruppo di farmaci antinfiammatori non steroidei, ha un effetto combinato. L'effetto antipiretico dell'aspirina si basa sulla sua capacità di influenzare il centro della termoregolazione, che si trova nell'ipotalamo. L'aspirina è in grado di spostare il punto di regolazione della temperatura corporea su uno inferiore. In futuro, vi è un aumento del trasferimento di calore e una diminuzione della generazione di calore (aumento della sudorazione, espansione dei vasi sanguigni periferici e aumento della ventilazione dei polmoni).

L'aspirina ha anche un lieve effetto antinfiammatorio. Questa azione è possibile grazie alla capacità del farmaco di legarsi con uno speciale enzima - la cicloossigenasi. La cicloossigenasi è il principale "fornitore" di varie sostanze biologicamente attive (mediatori) che sono coinvolte nella risposta infiammatoria (prostaglandine). L'aspirina si lega irreversibilmente all'enzima cicloossigenasi e inibisce il rilascio di prostaglandine. Inoltre, l'acido acetilsalicilico riduce l'apporto energetico del processo infiammatorio.

L'effetto analgesico (analgesico) dell'aspirina si basa sulla capacità di ridurre la concentrazione di bradichinina, che, di fatto, è uno dei principali mediatori che forniscono sensibilità al dolore nei tessuti. Questo effetto si ottiene anche riducendo la produzione di prostaglandine, che aumentano il dolore..

L'aspirina può essere utilizzata come farmaco per fluidificare il sangue. Legandosi irreversibilmente all'enzima cicloossigenasi, l'acido acetilsalicilico blocca la formazione non solo delle prostaglandine, ma anche dei trombossani. Queste sostanze biologicamente attive sono in grado di restringere i vasi sanguigni, aumentare la pressione all'interno delle arterie e anche attivare l'aggregazione piastrinica (il processo di incollaggio delle piastrine insieme). Inoltre, altri meccanismi che consentono all'aspirina di ridurre il rischio di coaguli di sangue non sono completamente compresi. Va notato che l'acido acetilsalicilico è usato per prevenire la formazione di trombi in persone che hanno sofferto di infarto miocardico, ictus, così come quelli con aterosclerosi dei vasi.

Quali patologie sono prescritte?

L'aspirina è ampiamente usata come medicina per il sollievo delle condizioni febbrili, nonché come principale medicina anestetica per il dolore di gravità lieve o moderata di varia origine. Inoltre, l'acido acetilsalicilico viene utilizzato come farmaco che riduce il rischio di coaguli di sangue nei vasi sanguigni..

Nome della patologiaMeccanismo di azioneDosaggio
reumatismo
(una malattia sistemica in cui il cuore è principalmente colpito)
Ha un effetto antipiretico, analgesico, antinfiammatorio e antipiastrinico. Allevia (elimina) la febbre agendo sull'ipotalamo e riducendo il punto di regolazione della temperatura corporea, nonché aumentando il processo di trasferimento di calore. L'effetto analgesico si ottiene sopprimendo l'effetto della principale sostanza biologicamente attiva, che fornisce sensibilità al dolore nei tessuti, nonché riducendo la produzione di prostaglandine. L'effetto antinfiammatorio si ottiene principalmente a causa del legame irreversibile dell'enzima cicloossigenasi e della soppressione della secrezione di prostaglandine, che contribuiscono allo sviluppo della risposta infiammatoria. L'effetto fluidificante del sangue si basa su una diminuzione della produzione di trombossani, che riduce notevolmente la possibilità di coaguli di sangue nelle vene e nelle arterie.Il dosaggio giornaliero per gli adulti è di 2-4 grammi al giorno (a seconda della gravità della malattia). Una singola dose per i bambini di un anno è di 50 milligrammi, da due a 100 milligrammi, da tre a 150 milligrammi e all'età di quattro anni è di 200 milligrammi di aspirina.
Artrite reumatoide
(una malattia del tessuto connettivo che colpisce le piccole articolazioni)
Miocardite allergica infettiva
(infiammazione del muscolo cardiaco)
FebbreI bambini di età superiore ai 14 - 15 anni e gli adulti vengono prescritti per via orale dopo i pasti. Una singola dose del farmaco è di 250 - 500 milligrammi (a volte 1 grammo). La frequenza di assunzione di acido acetilsalicilico è di tre o quattro volte al giorno. Per i bambini, una singola dose, a seconda dell'età attuale, è di 100 - 300 milligrammi.
Mal di testa
Dolore mestruale
Mal di denti
Dolore muscolare
Prevenzione dei coaguli di sangueUna singola dose è selezionata individualmente. La dose giornaliera dovrebbe essere di 100 - 300 milligrammi di aspirina. In alcuni casi, il farmaco può essere assunto a giorni alterni, ma è necessario assumere una dose di 300 milligrammi.
Prevenzione dell'infarto miocardico
Prevenzione dello sviluppo di disturbi della circolazione cerebrale

Come usare il farmaco?

L'aspirina può essere assunta da sola o come parte di vari farmaci. Per ridurre la temperatura corporea generale con la febbre, nonché per alleviare varie sensazioni di dolore (mal di testa, mal di denti, dolore muscolare, dolore nervoso), vengono assunti 40-1000 milligrammi di aspirina una volta (la dose viene selezionata individualmente). Le compresse devono essere assunte ad intervalli da 4 a 6 ore. La dose massima che può essere consumata al giorno è di 3-4 grammi (il sovradosaggio porta a danni al cervello, al fegato, ai reni, ai polmoni). Si consiglia l'assunzione di aspirina dopo i pasti. Per fermare la febbre, il farmaco deve essere usato non più di 3 giorni e per ridurre la gravità del dolore - non più di una settimana.

Per il trattamento di reumatismi, miocardite di natura allergica infettiva e artrite reumatoide, agli adulti viene prescritta una dose giornaliera da 2 a 4 grammi. Ai bambini di età inferiore a un anno vengono prescritti 50 milligrammi di aspirina una volta, da due anni - 100 milligrammi, da tre anni - 150 mg ciascuno, e all'età di quattro anni - 0,2 grammi ciascuno. Dopo cinque anni, ai bambini possono essere prescritte compresse da 250 milligrammi per una singola dose..

Per prevenire lo sviluppo di infarto miocardico e ictus, che possono essere causati da trombosi vascolare (blocco dei vasi sanguigni da un trombo), l'aspirina viene utilizzata in una dose di 100 - 300 milligrammi al giorno o 300 milligrammi a giorni alterni..

Possibili effetti collaterali

L'uso dell'aspirina è associato a numerosi effetti collaterali. L'aspirina, come quasi tutti i medicinali, è in grado di causare reazioni allergiche. Vale la pena notare che, come qualsiasi farmaco del gruppo di farmaci antinfiammatori non steroidei, l'aspirina è in grado di provocare o aggravare le ulcere duodenali e dello stomaco (azione ulcerogena).

L'assunzione di aspirina può portare alle seguenti reazioni avverse:

  • disturbi del tratto digestivo;
  • disturbi del sistema urinario;
  • violazioni degli organi ematopoietici;
  • manifestazioni allergiche;
  • disturbi del sistema nervoso centrale.

Disturbi del tratto digestivo

L'assunzione di dosi elevate di aspirina può portare a sintomi come bruciore di stomaco, nausea o vomito. Soprattutto spesso, questa sintomatologia si verifica durante l'assunzione di aspirina sotto forma di compresse non schiacciate. Ecco perché si consiglia alle persone che hanno già varie malattie del tratto gastrointestinale di assumere compresse di aspirina con rivestimento enterico. Il guscio di queste compresse praticamente non si dissolve sotto l'influenza del succo gastrico e viene assorbito solo nell'intestino tenue. In alcuni casi, l'acido acetilsalicilico può causare cambiamenti temporanei nel tessuto epatico. Molto spesso questo si manifesta con un aumento dell'attività delle transaminasi epatiche (enzimi coinvolti nella biotrasformazione degli aminoacidi).

Vale la pena notare che l'aspirina in rari casi può provocare uno stomaco o un'ulcera duodenale e, in casi estremamente rari, portare a un'ulcera perforata (perforata). L'aspirina non solo agisce in modo aggressivo sul rivestimento dello stomaco e del duodeno, causando infiammazione e sanguinamento gastrointestinale, ma inibisce anche il processo di coagulazione del sangue. Per ridurre l'effetto ulcerogenico, si consiglia di assumere l'aspirina solo dopo i pasti e di lavarla con abbondante acqua o latte. Puoi anche schiacciare le compresse o assumere speciali compresse a rivestimento enterico.

L'effetto ulcerogenico dell'aspirina può portare alle seguenti patologie:

  • ulcera allo stomaco;
  • ulcera duodenale.
Un'ulcera allo stomaco è una patologia in cui si verifica un difetto in una determinata area della mucosa gastrica, che successivamente guarisce con la formazione di tessuto cicatriziale. Questa patologia è caratterizzata da periodi alternati di esacerbazione e remissione (indebolimento o completa scomparsa dei sintomi). Di norma, una esacerbazione delle ulcere allo stomaco si verifica in primavera o in autunno. Il sintomo principale di un'ulcera allo stomaco è il dolore nell'addome superiore (epigastrio) che si verifica dopo i pasti. Sono comuni anche sintomi come bruciore di stomaco, nausea e / o vomito dopo aver mangiato e perdita di peso..

L'ulcera duodenale è caratterizzata dalla presenza di un difetto nella mucosa del duodeno. Per le ulcere duodenali, il cosiddetto dolore della fame è caratteristico, che si verifica a stomaco vuoto e scompare dopo aver mangiato. La sindrome del dolore può peggiorare durante l'attività fisica, con una lunga pausa nei pasti, nonché dall'assunzione di alcol. Per le ulcere duodenali, anche la stagionalità delle esacerbazioni è caratteristica (autunno e primavera).

In alcuni casi, l'effetto dell'aspirina sul rivestimento del tratto digestivo può portare a sanguinamento gastrointestinale. Questi sanguinamenti possono essere latenti (cronici) o massicci. Nella fase iniziale del sanguinamento (latenza), vengono attivati ​​i processi compensativi, che mirano a ripristinare il volume del sangue circolante. In futuro (periodo generalizzato), con una significativa perdita di sangue, si verifica una diminuzione della pressione sanguigna, un aumento del numero di contrazioni cardiache e un aumento della respirazione. La pelle e le mucose diventano di colore pallido (il sangue arterioso praticamente non nutre questi tessuti), si verificano acufene, debolezza, vertigini e talvolta svenimento.

Disturbi del sistema urinario

Disturbi ematopoietici

Manifestazioni allergiche

Come qualsiasi altro farmaco, l'aspirina può portare a varie reazioni allergiche. Si verifica un'allergia al farmaco a causa della maggiore sensibilità individuale al farmaco. Una volta nel corpo, il farmaco viene percepito come un allergene (sostanza estranea). Successivamente, si verificano meccanismi complessi nei tessuti con il rilascio di una grande quantità di istamina (sostanza biologicamente attiva). Questa sostanza aumenta la permeabilità dei vasi sanguigni e favorisce il rilascio di liquido dal letto vascolare direttamente nei tessuti (formazione di edema).

L'assunzione di aspirina può essere accompagnata dalle seguenti reazioni allergiche:

  • orticaria;
  • rinite allergica;
  • angioedema (edema di Quincke);
  • Sindrome da stress respiratorio;
  • shock anafilattico.
Gli alveari sono una delle forme più comuni di allergia ai farmaci. Gli alveari causano gravi vesciche pruriginose sulla pelle che sembrano ustioni di ortica. L'eruzione cutanea può essere sporadica o può essere grande e colpire la maggior parte del corpo. La pelle nel sito della lesione diventa rapidamente rossa, quindi compaiono bolle con liquido trasparente di varie dimensioni (come vesciche). A volte con orticaria si osservano sintomi come nausea, vomito, dolore addominale.

La rinite allergica o la febbre da fieno non è altro che un'infiammazione della mucosa nasale. Questa reazione allergica provoca congestione nasale, gonfiore, prurito della mucosa nasale e frequenti starnuti..

L'angioedema o l'edema di Quincke, così come l'orticaria, è una delle manifestazioni più comuni di allergia ai farmaci. Con l'edema di Quincke, la pelle, di regola, non si arrossa. Questa forma di allergia colpisce gli strati più profondi della pelle (al contrario dell'orticaria), in particolare il grasso sottocutaneo di palpebre, labbra, bocca, guance, genitali e talvolta estremità. Il gonfiore di solito scompare entro poche ore dall'esordio. L'edema di Quincke può essere accompagnato da sintomi come nausea, vomito e dolore nell'addome superiore.

La sindrome da distress respiratorio è una condizione pericolosa per la vita in cui si verifica un processo infiammatorio diffuso nei polmoni (la maggior parte del tessuto polmonare è interessata). All'inizio, c'è mancanza di respiro e tosse secca. I processi patologici portano all'accumulo di liquido infiammatorio (essudato) nei polmoni. In futuro, il processo di scambio di gas viene interrotto nei polmoni, il che contribuisce allo sviluppo dell'insufficienza respiratoria.

Lo shock anafilattico è una delle forme più pericolose di allergia ai farmaci, poiché se non si fornisce assistenza tempestiva alla vittima, c'è un'alta probabilità di morte. Lo shock anafilattico è caratterizzato dal rilascio di quantità molto elevate di istamina, che provoca una cattiva circolazione in organi come fegato, polmoni, cuore e cervello. Questa condizione si manifesta con una diminuzione della pressione sanguigna, aumento della frequenza cardiaca, orticaria e cianosi (la pelle e le mucose acquisiscono una tinta bluastra).

Disturbi del sistema nervoso centrale

Assumere grandi dosi di aspirina può irritare le cellule nervose del sistema nervoso centrale. Questa esposizione può manifestarsi come vertigini, mal di testa, acufeni e, in alcuni casi, portare a una perdita temporanea dell'udito..

Vale la pena notare che l'acido acetilsalicilico è altamente indesiderabile da prescrivere per il trattamento della febbre causata da varie malattie virali (varicella, morbillo, influenza) a bambini di età inferiore ai 12 anni. Ciò è dovuto al fatto che in questo caso può verificarsi una complicazione estremamente pericolosa per la vita: la sindrome di Reye. Le principali manifestazioni di questa patologia sono edema cerebrale e danno epatico (infiltrazione grassa). La sindrome di Reye si verifica a causa di una violazione di alcuni processi metabolici. Questi disturbi portano a danni ai componenti cellulari (mitocondri), che sono responsabili della fornitura di energia a vari processi. Circa 4-6 giorni dopo la malattia virale, i bambini sviluppano vomito grave, che non porta sollievo. C'è anche una violazione dello stato mentale fino al coma. La mortalità nella sindrome di Reye è approssimativamente del 25-30%.

Il costo approssimativo del farmaco

L'aspirina è un farmaco estremamente comune che può essere trovato in qualsiasi farmacia. Di seguito è riportata una tabella con il costo medio dell'acido acetilsalicilico in Russia.