Aspirina per raffreddori

L'acido acetilsalicilico (aspirina) è il farmaco più comune in tutti i kit di pronto soccorso nel paese. È usato come panacea per quasi tutti i disturbi. L'aspirina è presa per mal di testa e mal di denti, per brividi e problemi cardiaci.

La storia del suo utilizzo inizia con le basi più antiche della medicina tradizionale. I nostri antenati hanno usato una tintura o decotto di corteccia di salice per alleviare il dolore e contro la febbre. Negli anni Trenta del XVIII secolo, il prete inglese E. Stone si rivolse alla medicina ufficiale con uno studio dettagliato delle proprietà della corteccia di salice. Un secolo dopo, un chimico di origine italiana R. Piria isolò l'acido salicilico dal materiale di salice. Più tardi, hanno imparato a ottenere lo stesso materiale dal cespuglio di spirea. La prima aspirina fu rilasciata da Bayer alla fine del diciannovesimo secolo.

  • Nevralgia
  • Mal di testa;
  • Brividi;
  • raffreddori;
  • Aumento della trombosi;
  • Insufficiente apporto di sangue al cuore e al cervello.

L'assunzione regolare di questo farmaco può aiutare a evitare il rischio di infarto. Tra le altre cose, l'acetilsalicilato riduce il rischio di sviluppare cataratta.

Posso bere aspirina per il raffreddore?

Per raffreddori, influenza e SARS, l'aspirina viene utilizzata per alleviare la febbre. Oltre ad abbassare la temperatura, l'aspirina allevia i dolori articolari e il mal di testa.

Pericoli dell'aspirina per il raffreddore

Non dimenticare che l'acido acetilsalicilico è un medicinale e non può essere assunto in modo incontrollabile.

L'aspirina ha un effetto irritante sul rivestimento dello stomaco, quindi non dovrebbe essere presa per l'ulcera peptica. L'uso a lungo termine del medicinale può provocare il cancro allo stomaco. Questo farmaco ha la capacità di trattenere l'acqua nel corpo.

L'aspirina riduce la coagulazione del sangue, quindi dovresti interrompere l'assunzione almeno una settimana prima dell'intervento chirurgico o della visita dal dentista.

I bambini fanno parte di un gruppo a rischio speciale. Si noti che l'assunzione incontrollata di salicilato provoca una malattia chiamata sindrome di Reye. È caratterizzato da febbri involontarie e disturbi mentali. Nei bambini, la pressione intracranica può aumentare. Inoltre, possono essere interessati i reni e il fegato e il sistema respiratorio. Tutti questi problemi possono essere provocati anche da una normale compressa di aspirina con ARVI. Ecco perché i medici non raccomandano di somministrare aspirina a bambini e adolescenti e di sostituirla con altri farmaci antipiretici..

Anche l'assunzione di aspirina da parte delle donne in gravidanza è indesiderabile. Il farmaco può causare aborto spontaneo e influire sullo sviluppo del feto. Inoltre, l'aspirina provoca PPH..

Chi soffre di allergie reagisce all'aspirina con eruzioni cutanee e orticaria. Nei casi più gravi, può portare a gonfiore e arresto respiratorio..

L'aspirina aiuta con il raffreddore??

L'aspirina è ritenuta la migliore per il trattamento del raffreddore.

Aumenta la produzione di sudore, che contribuisce alla naturale termoregolazione del corpo. Ecco perché l'aspirina è in grado di aiutare delicatamente, con parsimonia, la febbre. A causa del rapido effetto sui focolai di infiammazione, l'acetilsalicilato in breve tempo allevia le condizioni del paziente.

L'aspirina stimola l'immunità e accelera la produzione di interferone, che è particolarmente importante per le malattie virali.

Come prendere l'aspirina per il raffreddore?

Una delle condizioni principali per l'assunzione corretta di questo medicinale è la sua assunzione dopo i pasti. È meglio schiacciare il tablet e berlo con un bicchiere pieno d'acqua o latte. Questo dissolverà l'acido più velocemente e irrita meno lo stomaco..

Le forme di polvere si dissolvono in mezzo bicchiere di acqua calda. Le compresse effervescenti vengono sciolte in acqua a temperatura ambiente. È impossibile assumere forme effervescenti all'interno irrisolto.

Il tasso di assunzione viene calcolato in base all'età e al peso del paziente, quindi il dosaggio deve essere studiato nelle istruzioni per il farmaco.

Se il trattamento del raffreddore, anche con l'uso di aspirina, non ha effetto per più di 3 giorni, è necessario consultare un terapista. Il raffreddore comune può avere gravi complicazioni e può richiedere antibiotici.

Paracetamolo, analgin o aspirina per il raffreddore

Il gruppo di farmaci antinfiammatori non steroidei comprende, oltre all'aspirina, il paracetamolo e l'analgin (metamizolo sodico). Interessano attivamente i sintomi del raffreddore e delle infezioni virali respiratorie acute e quindi vengono spesso utilizzati proprio per queste malattie..

  • L'aspirina allevia il dolore, ha effetti anti-infiammatori e antipiretici. Il salicilato riduce l'attività della ialuronidasi, rafforza i capillari e inibisce la comparsa di ATP. Inoltre, agisce sull'ipotalamo, che porta a una diminuzione della febbre. L'aspirina è inclusa in molti farmaci anti-influenzali.
  • Analgin ha le stesse funzioni dell'acido acetilsalicilico. Tra le altre cose, il metamizolo sodico blocca gli impulsi del dolore. L'effetto antinfiammatorio dell'analgin è inferiore a quello dell'acido acetilsalicilico. Ma è meno irritante per lo stomaco ed è più efficace nel ridurre la febbre..
  • Il paracetamolo ha un effetto antinfiammatorio molto debole, ma grazie al suo rapido assorbimento è delicato sullo stomaco. Le sue proprietà analgesiche e antipiretiche sono simili a quelle dell'aspirina. Il paracetamolo è ampiamente usato nei rimedi sintomatici per l'influenza.

Come prendere l'aspirina per il raffreddore?

Bere aspirina per infezioni virali respiratorie acute e raffreddori non è solo possibile, ma anche necessario, soprattutto se una malattia da raffreddore è accompagnata da mal di testa, dolori muscolari e articolari, brividi, febbre, febbre, febbre.

L'aspirina è in grado di stimolare il processo di traspirazione e ripristinare la termoregolazione del corpo. Molto delicatamente e allo stesso tempo riduce rapidamente la massima temperatura corporea. Inoltre, l'acido acetilsalicilico è in grado di agire sui fuochi dell'infiammazione, migliorando così per un po 'le condizioni generali di una persona malata..

Importante: è necessario assumere acido acetilsalicilico solo a temperatura corporea elevata e forte dolore. Al primo segno di raffreddore, non è consigliabile bere aspirina.

Vale la pena notare le proprietà immunostimolanti dell'aspirina. Dopo averlo preso, viene attivata la produzione di interferone, un ormone che aiuta a combattere virus e infezioni.

L'acido acetilsalicilico è efficace anche per l'influenza. Questa grave patologia virale è caratterizzata da sintomi non meno gravi sotto forma di mal di testa, dolori articolari, mialgia, aumento della pressione intracranica e aumento della temperatura corporea ai valori massimi. L'aspirina è in grado di eliminare tutti i sintomi che accompagnano l'influenza e migliorare significativamente le condizioni del paziente.

Come prendere e in quali dosaggi Aspirina per raffreddore, influenza, SARS

Dovresti bere l'aspirina solo con sintomi pronunciati e una temperatura corporea elevata - superiore a 38 ͦ. Il dosaggio minimo del farmaco per il raffreddore è 0,5 g. È possibile assumere un massimo di 6 compresse al giorno, cioè non più di 3 grammi. principio attivo. Le istruzioni per l'uso dell'aspirina per il raffreddore indicano che la durata del trattamento non deve superare i 3 giorni.

Come prendere l'aspirina per il raffreddore nei bambini? Le categorie di persone di età inferiore a 15 anni possono utilizzare solo mezza pillola alla volta con un bicchiere pieno d'acqua. La dose giornaliera del farmaco è di 1 compressa o 0,5 g. principio attivo.

Non puoi bere il farmaco a stomaco vuoto. Dal momento che il suo principio attivo ha la capacità di influenzare negativamente lo stato della mucosa gastrica. Pertanto, l'aspirina consiglia di bere solo dopo i pasti, assicurarsi di bere il medicinale con un bicchiere di acqua purificata. Prima dell'uso, il tablet può macinare. Quindi il suo ingrediente attivo avrà un effetto minimo sullo stomaco..

Controindicazioni all'assunzione di acido acetilsalicilico

Il primo e più importante divieto di assumere aspirina per il raffreddore, l'ARVI è l'età dei bambini. Un bambino di età inferiore a 15 anni non può essere trattato con questo medicinale.

Inoltre, le controindicazioni per l'uso dell'acido acetilsalicilico includono:

  • asma bronchiale;
  • per il raffreddore, le donne in gravidanza non devono assumere Aspirina nel terzo trimestre (aumenta il rischio di difetti del feto) e in dosi elevate nel primo trimestre (più di 150 mg della sostanza attiva)
  • periodo di lattazione;
  • lesioni erosive e ulcerative del tratto gastrointestinale nella fase acuta;
  • diatesi emorragica;
  • broncopneumopatia cronica ostruttiva;
  • intolleranza ai pazienti con acido acetilsalicilico.

I bambini non sono autorizzati a bere questo medicinale per il raffreddore. Ciò è dovuto all'alto rischio di sviluppare la sindrome di Reye in questa categoria di persone. La malattia è caratterizzata da distrofia e insufficienza epatica, nonché dallo sviluppo dell'encefalopatia. Oltre a queste conseguenze, dopo l'assunzione di acido acetilsalicilico, i bambini spesso manifestano nausea, vomito, forte dolore addominale, sanguinamento nello stomaco, nell'intestino, nelle ulcere.

Cosa è meglio bere: Aspirina, Analgin o Paracetamol

Il gruppo di farmaci FANS che eliminano le manifestazioni gravi del raffreddore comune, eliminando la febbre e influenzando il focus dell'infiammazione comprende altri farmaci. Tra questi, i più efficaci e usati frequentemente sono Analgin e Paracetamol. Consideriamo più in dettaglio l'azione di ciascuno.

  • Analgin. Ha le stesse azioni dell'aspirina. Blocca bene gli impulsi nervosi. Tuttavia, a differenza dell'aspirina, Analgin ha comunque un effetto antinfiammatorio molto più basso, nonché un effetto negativo sulle mucose dello stomaco e dell'intestino;
  • Paracetamolo. Ha l'effetto più lieve sul tratto gastrointestinale. Ha un leggero effetto anti-infiammatorio, ma i suoi effetti anti-febbrili e analgesici sono paragonabili all'aspirina. Il paracetamolo è spesso prescritto per alleviare i segni di influenza e SARS.

Da tutto quanto sopra, possiamo concludere: in nessun caso dovresti prendere Aspirin per un raffreddore senza febbre. Ciò può portare a effetti indesiderati, in particolare vertigini, acufeni, broncospasmo, orticaria. Inoltre, l'uso sistematico di aspirina comporta un alto rischio di sanguinamento..

fonti:

Vidal: https://www.vidal.ru/drugs/aspirin__1962
GRLS: https://grls.rosminzdrav.ru/Grls_View_v2.aspx?routingGuid=712d0942-5c3e-4391-96b3-08f47af0de08&t=

Hai trovato un bug? Selezionalo e premi Ctrl + Invio

Acido acetilsalicilico per raffreddore da temperatura - istruzioni per l'uso di aspirina

Acido acetilsalicilico o aspirina, un farmaco abbastanza comune trovato in qualsiasi farmacia e in ogni casa. Questo prodotto farmaceutico è popolarmente considerato praticamente una panacea, quindi viene utilizzato per mal di testa, dolori muscolari, mal di denti, brividi e malattie del sistema cardiaco..

Descrizione e composizione del farmaco - l'acido acetilsalicilico aiuta con il raffreddore

Tutti hanno dovuto assumere acido acetilsalicilico quando hanno il raffreddore. Un uso così popolare del farmaco per ARVI, influenza e raffreddore è dovuto alle sue proprietà. L'aspirina abbassa perfettamente la temperatura corporea ed elimina mal di testa, dolori articolari e muscolari e allevia l'infiammazione.

Dopo la scoperta all'inizio dell'uso dell'acido acetilsalicilico, è stato notato che il farmaco è migliore di altri per il trattamento del raffreddore. L'aspirina colpisce attivamente il centro della termoregolazione umana, migliorando il processo di sudorazione. Pertanto, la medicina allevia la febbre in modo delicato. A causa dell'effetto accelerato sui fuochi dell'infiammazione, il farmaco allevia le condizioni del paziente in breve tempo. Scopri cosa fare per il raffreddore a casa qui.

Una delle proprietà particolarmente importanti dell'acido acetilsalicilico nelle malattie virali è la produzione di interferoni stimolando il sistema immunitario umano.

Istruzioni per l'uso dell'aspirina: come prendere le pillole con febbre e mal di testa

La regola principale dell'assunzione di Aspirina è usarla dopo un pasto. È indispensabile bere il farmaco con un bicchiere d'acqua e preferibilmente latte. Pertanto, il principio attivo si dissolve più rapidamente senza influire negativamente sulla mucosa gastrica. L'aspirina in polvere, come tutte le polveri, deve essere diluita in un bicchiere di acqua calda e le compresse effervescenti vengono sciolte in acqua a temperatura ambiente. Le compresse effervescenti non devono essere assunte irrisolte. Maggiori informazioni sulle polveri fredde qui.

Nel caso in cui i sintomi di un raffreddore non scompaiano quando si utilizza Aspirin per tre giorni, è necessario consultare uno specialista. Molto probabilmente, la malattia ha una complicazione e richiede l'uso di antibiotici.

L'uso dell'acido acetilsalicilico deve essere osservato rigorosamente in conformità con le istruzioni, poiché il dosaggio dipenderà dal peso e dall'età del paziente.

Azione farmacologica e gruppo

Gli studi farmacologici classificano l'acido acetilsalicilico come farmaco antinfiammatorio non steroideo. La composizione del farmaco ha:

  • L'effetto antinfiammatorio del farmaco è dovuto al suo effetto sui processi che si verificano nei fuochi dell'infiammazione..
  • L'effetto antipiretico è dovuto alla forte influenza dell'acido acetilsalicilico sul centro di termoregolazione dell'ipotalamo.
  • Le proprietà analgesiche sono associate a un impatto efficace sul centro della sensibilità al dolore nel sistema nervoso centrale.

L'acido acetilsalicilico è prescritto per:

  • Mal di testa.
  • Nevralgia.
  • raffreddori.
  • Brividi.
  • Scarso apporto di sangue al cervello e al cuore.
  • Trombosi aumentata.

Se usi regolarmente l'aspirina, il rischio di infarto e cataratta sarà notevolmente ridotto..

L'acido acetilsalicilico interrompe il lavoro attivo dell'enzima cicloossigenasi, che controlla la sintesi della prostaglandina nel corpo, che è responsabile della formazione di edema e iperalgesia. Poiché le prostaglandine non vengono prodotte, la gravità del processo infiammatorio e l'effetto pirogeno sul centro della termoregolazione diminuiscono.

Varie forme di acido acetilsalicilico aiutano a ridurre il rischio di infarto del miocardio e sono efficaci nella prevenzione primaria dei disturbi cardiovascolari. Dosi abbastanza elevate del farmaco stimolano l'escrezione di acido urico, ma allo stesso tempo aumentano le possibilità di gravi emorragie durante il trattamento con anticoagulanti.

L'acido acetilsalicilico ha un grave effetto farmacologico per il raffreddore, ma il suo uso deve essere sotto controllo medico.

Indicazioni e controindicazioni per l'uso

Nella pratica medica, l'acido acetilsalicilico è stato ampiamente utilizzato per più di cento anni. Oggi, la droga è praticamente la droga più popolare e più studiata in tutto il mondo. La medicina moderna parla con fiducia dei benefici dell'uso di questo farmaco per un'ampia varietà di categorie di pazienti, ma la gamma di indicazioni per l'uso dell'acido acetilsalicilico continua ad espandersi.

Indicazioni per l'uso

L'acido acetilsalicilico, grazie alle sue proprietà terapeutiche, ha una vasta gamma di indicazioni per l'uso ed è spesso prescritto per:

  • Febbre reumatica acuta, pericardite (un processo infiammatorio nella membrana sierosa del cuore), artrite reumatoide (danno al tessuto connettivo e piccoli vasi), corea reumatica (caratterizzata da contrazioni muscolari incontrollate), sindrome di Dressler (una combinazione di pericardite con un processo infiammatorio della pleura o polmonite).
  • Sindrome del dolore di intensità da lieve a moderata: emicrania, mal di testa, mal di denti, dolore durante le mestruazioni, artrosi, nevralgia, dolori articolari e muscolari.
  • Malattie della colonna vertebrale, accompagnate da grave sindrome del dolore: sciatica, lombalgia, osteocondrosi.
  • Sindrome febbrile.
  • La necessità di sviluppare la tolleranza ai farmaci antinfiammatori nei pazienti con "triade di aspirina" (una combinazione di asma bronchiale, polipi nasali e intolleranza all'acido acetilsalicilico) o asma "aspirina".
  • Prevenzione dell'infarto del miocardio nella cardiopatia ischemica o prevenzione della recidiva.
  • La presenza di tutti i tipi di fattori di rischio per ischemia miocardica indolore, malattia coronarica, angina instabile.
  • Prevenzione del tromboembolia (blocco della nave da parte di un trombo), cardiopatia mitralica valvolare, prolasso (disfunzione) della valvola mitrale, fibrillazione atriale (perdita della capacità delle fibre muscolari atriali di lavorare in modo sincrono).
  • Tromboflebite acuta (infiammazione della parete venosa e formazione di un coagulo di sangue che chiude il lume al suo interno), infarto polmonare (intasamento della nave che alimenta il polmone da un trombo), embolia polmonare ricorrente.
  • Raffreddori: influenza, SARS, raffreddori come antipiretici, analgesici, antinfiammatori.

L'uso dell'acido acetilsalicilico è dovuto al suo ampio spettro d'azione, pertanto le persone spesso usano questo farmaco in modo incontrollabile, considerandolo assolutamente sicuro per tutte le categorie della popolazione.

Controindicazioni per l'uso

L'uso dell'ASA deve essere rigorosamente regolato dalle istruzioni per l'uso ed essere supervisionato da uno specialista, poiché il farmaco stesso ha una serie di controindicazioni significative:

  • Sanguinamento gastrointestinale di varie origini.
  • Lesioni erosive e ulcerative del tratto digestivo nella fase acuta.
  • "Triade di aspirina".
  • Reazione all'uso di acido acetilsalicilico o altri farmaci antinfiammatori sotto forma di rinite, orticaria.
  • Diatesi emorragica (malattie del sistema di afflusso di sangue, che sono caratterizzate da una tendenza all'aumento del sanguinamento).
  • Emofilia (rallentamento della coagulazione del sangue e aumento del sanguinamento).
  • Ipoprotrombinemia (aumento della tendenza al sanguinamento a causa di una carenza di protrombina nel sangue).
  • Aneurisma da dissezione aortica (falso lume aggiuntivo patologico nello spessore della parete aortica).
  • Ipertensione portale.
  • Grave carenza di vitamina K..
  • Insufficienza renale o epatica.
  • Carenza di glucosio-6-fosfato deidrogenasi.
  • Sindrome di Reye (danno abbastanza grave al fegato e al cervello durante l'infanzia a seguito del trattamento delle infezioni virali con aspirina).

Nel caso in cui l'uso di acido acetilsalicilico suggerisca indicazioni, questo farmaco non è prescritto se vi è una maggiore sensibilità ad esso o ad altri salicilati.

Applicazione durante la gravidanza

La maggior parte dei farmaci è strettamente controindicata in gravidanza, ma è difficile mantenere la salute ed evitare i raffreddori durante la gravidanza. In questo materiale si trova rapidamente come trattare un raffreddore a casa..

Primo trimestre

Il primo trimestre di gravidanza è dovuto alla placenta immatura, necessaria per proteggere l'embrione. Pertanto, fino a dodici settimane, il nascituro non è affatto protetto. L'acido acetilsalicilico ha una proprietà negativa da accumularsi sulle pareti dello stomaco, formando ulcere. Cosa possiamo dire di un bambino non protetto. L'aspirina all'inizio della gravidanza è strettamente controindicata, poiché il suo uso può influire negativamente sulla salute e sullo sviluppo del bambino, causare disturbi nel funzionamento del cuore e dei reni e persino provocare un aborto spontaneo.

Secondo trimestre

Nel mezzo della gravidanza, gli esperti possono non solo consentire, ma anche consigliare vivamente l'uso dell'acido acetilsalicilico. Ma questo accade solo quando l'effetto atteso è molto più elevato delle possibili manifestazioni negative..

Terzo trimestre

L'acido acetilsalicilico è severamente vietato durante la scadenza della gravidanza. A causa delle sue proprietà di fluidificazione del sangue, l'aspirina può causare sanguinamento non solo nella madre, ma anche nel bambino. Il feto può avere un'emorragia cerebrale. Il rischio di parto prematuro, il ritardo nel travaglio aumenta, inoltre, l'acido acetilsalicilico può influire negativamente sullo sviluppo mentale e fisico del bambino.

L'uso dell'acido acetilsalicilico durante la gravidanza è severamente vietato, le eccezioni sono possibili solo con il permesso del medico curante. L'automedicazione può provocare un aborto spontaneo o anomalie nello sviluppo del feto.

Utilizzare per i bambini

L'aspirina è prescritta per i bambini ad alte temperature durante i raffreddori, nonché per il dolore di varie origini. Per i bambini di età superiore ai 14 anni, una singola dose è di 250 mg (mezza compressa) 2 volte al giorno, mentre la dose massima giornaliera può essere di 750 mg. Non è raccomandato l'uso di questo farmaco come antipiretico, per più di 3 giorni e, come analgesico, per più di una settimana.

Questo articolo ti dirà come trattare un raffreddore..

L'uso dell'aspirina nei bambini piccoli è considerato pericoloso. L'assunzione del farmaco in un organismo piccolo e sottosviluppato può provocare una grave complicazione: la sindrome di Reye. Questa condizione è caratterizzata da danno cerebrale tossico e un forte sviluppo di insufficienza renale epatica. Altri effetti collaterali includono nausea, vomito, diarrea e dolore addominale. Inoltre, l'acido acetilsalicilico può causare sanguinamenti e lesioni ulcerative del tratto gastrointestinale, nonché reazioni allergiche.

Esiste una piccola percentuale della probabilità di morte a causa della comparsa della sindrome di Reye, pertanto la terapia con Aspirina nei bambini piccoli deve essere sotto la supervisione di un medico.

Possibili complicazioni e sovradosaggio

Poiché l'acido acetilsalicilico è un farmaco, esiste la possibilità di complicazioni nel prenderlo e nel sovradosaggio:

  • L'aspirina ha un effetto irritante sul tratto gastrointestinale, quindi può causare ulcera peptica, in rari casi, cancro allo stomaco.
  • Riduce la coagulazione del sangue.
  • Chi soffre di allergie sviluppa un'eruzione caratteristica.
  • Sanguinamento nello stomaco.
  • Nausea.
  • Anemia.
  • Insufficienza renale ed epatica.

Va ricordato che l'aspirina e il paracetamolo sono controindicati nelle donne in gravidanza e nei bambini di età inferiore ai 14 anni..

video

conclusioni

L'acido acetilsalicilico è eccellente per le sue proprietà antipiretiche, antinfiammatorie e analgesiche. Ma, come qualsiasi farmaco, ha una serie di controindicazioni da parte di importanti sistemi corporei. L'aspirina è controindicata per le donne in gravidanza e i bambini di età inferiore a 14 anni.

Aspirina per raffreddori, come e quando assumere

È comune che sia i bambini che gli adulti si ammalino. Alcune persone con sistema immunitario debole sono soggette a raffreddori frequenti. Quasi ogni persona nel proprio armadietto dei medicinali a casa ha un farmaco come l'aspirina. È usato per vari disturbi. Questo può essere mal di testa, mal di denti, dolori cardiaci e altri problemi. È stato usato dalle nostre madri e nonne quando ci siamo ammalati. L'aspirina per il raffreddore viene usata abbastanza spesso, perché ha un buon effetto, soprattutto se c'è la febbre. Inoltre, l'acido acetilsalicilico, che è un componente dell'aspirina, aiuta con i raffreddori. Al giorno d'oggi, l'aspirina può essere trovata in diverse forme: polvere, compresse regolari ed effervescenti. Tutto questo è fatto per un comodo utilizzo, sia per adulti che per bambini..

Come funziona l'aspirina per il raffreddore?

Questo farmaco ha effetti analgesici, antipiretici e antinfiammatori. Il componente principale del farmaco è l'acido acetilsalicilico. L'aspirina è il suo secondo nome.

L'aspirina ha un effetto antipiretico particolarmente buono. Può abbassare la temperatura corporea in breve tempo. Oltre a queste proprietà, è in grado di fluidificare il sangue. Ciò è particolarmente utile per le persone inclini alla trombosi. È necessario limitarne l'uso per le persone con scarsa coagulazione del sangue, in quanto ciò può causare sanguinamento e il loro lungo arresto.

Spesso i raffreddori passano con una temperatura che sale a numeri significativi. Quindi non puoi fare a meno di un agente antipiretico. Le alte temperature peggiorano significativamente il benessere del paziente, nonostante il fatto che con esso il sistema immunitario inizi a combattere bene contro il patogeno.

Per quali malattie oltre al raffreddore usi l'aspirina?

Principalmente l'aspirina viene assunta per il raffreddore, ma esistono diverse altre condizioni mediche per le quali l'aspirina può essere utile.

  • Nevralgia.
  • Mal di testa.
  • Febbre, brividi.
  • Trombosi vascolare.
  • Freddo.

Con qualsiasi malattia, è necessario sapere come assumere correttamente il farmaco al fine di evitare effetti collaterali indesiderati.

Per i raffreddori, l'aspirina viene utilizzata più spesso a temperature elevate, poiché è in grado di alleviare i dolori articolari che si verificano con un aumento significativo della temperatura. Inoltre, aumenta la sudorazione, che aiuta a normalizzare la termoregolazione del corpo. A causa del rapido impatto sui focolai di infiammazione, le condizioni del paziente migliorano rapidamente. Per raffreddori senza febbre, l'aspirina non è raccomandata.

Controindicazioni per l'assunzione di aspirina durante il raffreddore

Qualsiasi medicinale ha effetti collaterali, il che significa che il farmaco non può essere usato senza controllo. L'acido acetilsalicilico può irritare la mucosa gastrica, pertanto non è consigliabile utilizzarlo per ulcere e gastrite. Altrimenti, può provocare il cancro allo stomaco..
Poiché l'aspirina può ridurre la coagulazione del sangue, non deve essere utilizzata prima dell'intervento chirurgico, altrimenti può causare una significativa perdita di sangue..

Con cautela per il raffreddore, i bambini dovrebbero assumere questo farmaco. L'acido acetilsalicilico per il raffreddore può causare sindrome febbrile prolungata e disturbi mentali nei bambini se assunto in modo incontrollato.

Alle donne in gravidanza con raffreddore non è raccomandato assumere farmaci, compresa l'aspirina. Può causare un aborto spontaneo o influenzare lo sviluppo del feto in un modo non molto buono. Durante il parto, può provocare sanguinamenti postpartum significativi..

Come prendere l'aspirina per il raffreddore?

La regola principale per assumere questo farmaco è prenderlo dopo i pasti. Se il farmaco è in forma di compresse, la compressa deve essere frantumata e lavata con acqua. Le forme di polvere si dissolvono in acqua bollita. Le compresse effervescenti devono anche essere sciolte in acqua a temperatura ambiente. Quindi il farmaco irrita meno il rivestimento dello stomaco..

Effetti collaterali dell'aspirina

Qualsiasi farmaco ha una serie di effetti collaterali e tutto dipende dal corpo. Il corpo di ogni persona reagisce alle droghe in modo diverso. Gli effetti collaterali più comuni dell'aspirina sono i seguenti.

  1. Irritazione della mucosa dello stomaco e dell'intestino. Se sono presenti ulcere, può portare al cancro allo stomaco.
  2. Reazione allergica individuale. Può verificarsi insufficienza respiratoria.
  3. Non è raccomandato per le donne in gravidanza, poiché può causare effetti teratogeni in relazione al feto, che provoca una violazione nel suo sviluppo e può anche causare aborto spontaneo.

Indicazioni per l'uso dell'aspirina

Per il raffreddore, si consiglia di utilizzare il farmaco solo quando:

  • una temperatura superiore a 38,5 gradi negli adulti e superiore a 38 gradi nei bambini;
  • non ci dovrebbero essere ulcera gastrica e ulcera duodenale, così come altre malattie associate a sanguinamento aumentato;
  • mancanza della presenza di asma bronchiale nel paziente;
  • se non ci sono rimedi più delicati.

Analoghi dell'aspirina per il raffreddore

Poiché l'uso frequente di aspirina non è desiderabile, allora naturalmente ci sono analoghi che hanno lo stesso effetto. Tra questi analgin e paracetamol.
Il paracetamolo per il raffreddore ha un debole effetto antinfiammatorio, ma affronta bene l'abbassamento della temperatura. Inoltre, tratta la mucosa gastrica molto più attentamente e non la danneggia tanto rispetto all'aspirina..

Per il raffreddore, oltre all'acido acetilsalicilico, si può usare anche l'analgin. Ha le stesse proprietà, inoltre analgin ha un effetto analgesico. Ha anche un effetto parsimonioso sulla mucosa dello stomaco e dell'intestino e, non peggio dell'aspirina, può abbassare la temperatura corporea.

In ogni caso, la scelta dei farmaci dovrebbe tenere conto delle caratteristiche individuali del corpo umano. Tuttavia, non dovresti provare a trovare il medicinale da solo. È meglio consultare un medico e ottenere un aiuto qualificato, poiché un comune raffreddore può svilupparsi in gravi complicazioni.

Aspirina per raffreddore e influenza

Tutto il contenuto di iLive viene esaminato da esperti medici per garantire che sia il più preciso e reale possibile.

Abbiamo linee guida rigorose per la selezione di fonti di informazione e ci colleghiamo solo a siti Web affidabili, istituti di ricerca accademica e, ove possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti cliccabili a tali studi.

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri materiali sia impreciso, obsoleto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Milioni di persone sono colpite dal raffreddore ogni anno. Tali sintomi spiacevoli come congestione nasale, naso che cola, mal di gola, mal di testa, febbre, brividi mettono le persone a letto e costringono ad adottare alcune misure per sbarazzarsi rapidamente di queste manifestazioni della malattia. La maggior parte di noi, specialmente quelli che non hanno bisogno di un congedo per malattia, non hanno fretta di visitare un medico, ma agiscono secondo il principio del "proprio medico", essendo l'aspirina la medicina più popolare. E in tutto il mondo è la droga più venduta. È corretto ed è possibile bere aspirina per raffreddori e influenza?

Paracetamolo, analgin, aspirina per raffreddori

Prima di usare questo o quel medicinale, è necessario comprendere il meccanismo della sua azione. Le caratteristiche dei farmaci che soddisfano le manifestazioni del raffreddore devono contenere i seguenti requisiti ed essere:

  • antinfiammatorio;
  • antipiretico;
  • antidolorifico.

Paracetamolo - il suo principale ingrediente attivo, il paracetamolo, influenza i processi di termoregolazione ed elimina delicatamente la febbre. Questo è un farmaco sintomatico che non cura, ma allevia le condizioni del paziente..

Analgin - nel vero nome "assenza di dolore" si trova lo spettro della sua influenza, ma questo non è il suo unico effetto farmacologico. Ha anche effetti anti-infiammatori e antipiretici..

Aspirina - quindi puoi berla per il raffreddore? Per più di un secolo, è stato utilizzato per ridurre la sofferenza del paziente durante la malattia. Inizialmente, la salicina veniva isolata dalla corteccia dell'albero per il trattamento, che in seguito divenne il principio attivo di questo agente sintetico..

Tutti e tre i farmaci hanno il diritto di essere utilizzati per eliminare i sintomi spiacevoli di raffreddore e influenza..

Trattamento del raffreddore e dell'influenza -Posso bere l'aspirina per il raffreddore?

Aspirina per raffreddori

L'acido acetilsalicilico (aspirina) è il farmaco più comune in tutti i kit di pronto soccorso nel paese. È usato come panacea per quasi tutti i disturbi. L'aspirina è presa per mal di testa e mal di denti, per brividi e problemi cardiaci.

La storia del suo utilizzo inizia con le basi più antiche della medicina tradizionale. I nostri antenati hanno usato una tintura o decotto di corteccia di salice per alleviare il dolore e contro la febbre. Negli anni Trenta del XVIII secolo, il prete inglese E. Stone si rivolse alla medicina ufficiale con uno studio dettagliato delle proprietà della corteccia di salice. Un secolo dopo, un chimico di origine italiana R. Piria isolò l'acido salicilico dal materiale di salice. Più tardi, hanno imparato a ottenere lo stesso materiale dal cespuglio di spirea. La prima aspirina fu rilasciata da Bayer alla fine del diciannovesimo secolo.

L'aspirina è utilizzata per:

  • Nevralgia
  • Mal di testa;
  • Brividi;
  • raffreddori;
  • Aumento della trombosi;
  • Insufficiente apporto di sangue al cuore e al cervello.

L'assunzione regolare di questo farmaco può aiutare a evitare il rischio di infarto. Tra le altre cose, l'acetilsalicilato riduce il rischio di sviluppare cataratta.

Posso bere aspirina per il raffreddore?

Per raffreddori, influenza e SARS, l'aspirina viene utilizzata per alleviare la febbre. Oltre ad abbassare la temperatura, l'aspirina allevia i dolori articolari e il mal di testa.

Pericoli dell'aspirina per il raffreddore

Non dimenticare che l'acido acetilsalicilico è un medicinale e non può essere assunto in modo incontrollabile.

L'aspirina ha un effetto irritante sul rivestimento dello stomaco, quindi non dovrebbe essere presa per l'ulcera peptica. L'uso a lungo termine del medicinale può provocare il cancro allo stomaco. Questo farmaco ha la capacità di trattenere l'acqua nel corpo.

L'aspirina riduce la coagulazione del sangue, quindi dovresti interrompere l'assunzione almeno una settimana prima dell'intervento chirurgico o della visita dal dentista.

I bambini fanno parte di un gruppo a rischio speciale. Si noti che l'assunzione incontrollata di salicilato provoca una malattia chiamata sindrome di Reye. È caratterizzato da febbri involontarie e disturbi mentali. Nei bambini, la pressione intracranica può aumentare. Inoltre, possono essere interessati i reni e il fegato e il sistema respiratorio. Tutti questi problemi possono essere provocati anche da una normale compressa di aspirina con ARVI. Ecco perché i medici non raccomandano di somministrare aspirina a bambini e adolescenti e di sostituirla con altri farmaci antipiretici..

Anche l'assunzione di aspirina da parte delle donne in gravidanza è indesiderabile. Il farmaco può causare aborto spontaneo e influire sullo sviluppo del feto. Inoltre, l'aspirina provoca PPH..

Chi soffre di allergie reagisce all'aspirina con eruzioni cutanee e orticaria. Nei casi più gravi, può portare a gonfiore e arresto respiratorio..

L'aspirina aiuta con il raffreddore??

L'aspirina è ritenuta la migliore per il trattamento del raffreddore.

Aumenta la produzione di sudore, che contribuisce alla naturale termoregolazione del corpo. Ecco perché l'aspirina è in grado di aiutare delicatamente, con parsimonia, la febbre. A causa del rapido effetto sui focolai di infiammazione, l'acetilsalicilato in breve tempo allevia le condizioni del paziente.

L'aspirina stimola l'immunità e accelera la produzione di interferone, che è particolarmente importante per le malattie virali.

Come prendere l'aspirina per il raffreddore?

Una delle condizioni principali per l'assunzione corretta di questo medicinale è la sua assunzione dopo i pasti. È meglio schiacciare il tablet e berlo con un bicchiere pieno d'acqua o latte. Questo dissolverà l'acido più velocemente e irrita meno lo stomaco..

Le forme di polvere si dissolvono in mezzo bicchiere di acqua calda. Le compresse effervescenti vengono sciolte in acqua a temperatura ambiente. È impossibile assumere forme effervescenti all'interno irrisolto.

Il tasso di assunzione viene calcolato in base all'età e al peso del paziente, quindi il dosaggio deve essere studiato nelle istruzioni per il farmaco.

Se il trattamento del raffreddore, anche con l'uso di aspirina, non ha effetto per più di 3 giorni, è necessario consultare un terapista. Il raffreddore comune può avere gravi complicazioni e può richiedere antibiotici.

Paracetamolo, analgin o aspirina per il raffreddore

Il gruppo di farmaci antinfiammatori non steroidei comprende, oltre all'aspirina, il paracetamolo e l'analgin (metamizolo sodico). Interessano attivamente i sintomi del raffreddore e delle infezioni virali respiratorie acute e quindi vengono spesso utilizzati proprio per queste malattie..

  • L'aspirina allevia il dolore, ha effetti anti-infiammatori e antipiretici. Il salicilato riduce l'attività della ialuronidasi, rafforza i capillari e inibisce la comparsa di ATP. Inoltre, agisce sull'ipotalamo, che porta a una diminuzione della febbre. L'aspirina è inclusa in molti farmaci anti-influenzali.
  • Analgin ha le stesse funzioni dell'acido acetilsalicilico. Tra le altre cose, il metamizolo sodico blocca gli impulsi del dolore. L'effetto antinfiammatorio dell'analgin è inferiore a quello dell'acido acetilsalicilico. Ma è meno irritante per lo stomaco ed è più efficace nel ridurre la febbre..
  • Il paracetamolo ha un effetto antinfiammatorio molto debole, ma grazie al suo rapido assorbimento è delicato sullo stomaco. Le sue proprietà analgesiche e antipiretiche sono simili a quelle dell'aspirina. Il paracetamolo è ampiamente usato nei rimedi sintomatici per l'influenza.

Come prendere l'aspirina per il raffreddore?

Bere aspirina per infezioni virali respiratorie acute e raffreddori non è solo possibile, ma anche necessario, soprattutto se una malattia da raffreddore è accompagnata da mal di testa, dolori muscolari e articolari, brividi, febbre, febbre, febbre.

L'aspirina è in grado di stimolare il processo di traspirazione e ripristinare la termoregolazione del corpo. Molto delicatamente e allo stesso tempo riduce rapidamente la massima temperatura corporea. Inoltre, l'acido acetilsalicilico è in grado di agire sui fuochi dell'infiammazione, migliorando così per un po 'le condizioni generali di una persona malata..

Importante: è necessario assumere acido acetilsalicilico solo a temperatura corporea elevata e forte dolore. Al primo segno di raffreddore, non è consigliabile bere aspirina.

Vale la pena notare le proprietà immunostimolanti dell'aspirina. Dopo averlo preso, viene attivata la produzione di interferone, un ormone che aiuta a combattere virus e infezioni.

L'acido acetilsalicilico è efficace anche per l'influenza. Questa grave patologia virale è caratterizzata da sintomi non meno gravi sotto forma di mal di testa, dolori articolari, mialgia, aumento della pressione intracranica e aumento della temperatura corporea ai valori massimi. L'aspirina è in grado di eliminare tutti i sintomi che accompagnano l'influenza e migliorare significativamente le condizioni del paziente.

Come prendere e in quali dosaggi Aspirina per raffreddore, influenza, SARS

Dovresti bere l'aspirina solo con sintomi pronunciati e una temperatura corporea elevata - superiore a 38 ͦ. Il dosaggio minimo del farmaco per il raffreddore è 0,5 g. È possibile assumere un massimo di 6 compresse al giorno, cioè non più di 3 grammi. principio attivo. Le istruzioni per l'uso dell'aspirina per il raffreddore indicano che la durata del trattamento non deve superare i 3 giorni.

Come prendere l'aspirina per il raffreddore nei bambini? Le categorie di persone di età inferiore a 15 anni possono utilizzare solo mezza pillola alla volta con un bicchiere pieno d'acqua. La dose giornaliera del farmaco è di 1 compressa o 0,5 g. principio attivo.

Non puoi bere il farmaco a stomaco vuoto. Dal momento che il suo principio attivo ha la capacità di influenzare negativamente lo stato della mucosa gastrica. Pertanto, l'aspirina consiglia di bere solo dopo i pasti, assicurarsi di bere il medicinale con un bicchiere di acqua purificata. Prima dell'uso, il tablet può macinare. Quindi il suo ingrediente attivo avrà un effetto minimo sullo stomaco..

Controindicazioni all'assunzione di acido acetilsalicilico

Il primo e più importante divieto di assumere aspirina per il raffreddore, l'ARVI è l'età dei bambini. Un bambino di età inferiore a 15 anni non può essere trattato con questo medicinale.

Inoltre, le controindicazioni per l'uso dell'acido acetilsalicilico includono:

  • asma bronchiale;
  • per il raffreddore, le donne in gravidanza non devono assumere Aspirina nel terzo trimestre (aumenta il rischio di difetti del feto) e in dosi elevate nel primo trimestre (più di 150 mg della sostanza attiva)
  • periodo di lattazione;
  • lesioni erosive e ulcerative del tratto gastrointestinale nella fase acuta;
  • diatesi emorragica;
  • broncopneumopatia cronica ostruttiva;
  • intolleranza ai pazienti con acido acetilsalicilico.

I bambini non sono autorizzati a bere questo medicinale per il raffreddore. Ciò è dovuto all'alto rischio di sviluppare la sindrome di Reye in questa categoria di persone. La malattia è caratterizzata da distrofia e insufficienza epatica, nonché dallo sviluppo dell'encefalopatia. Oltre a queste conseguenze, dopo l'assunzione di acido acetilsalicilico, i bambini spesso manifestano nausea, vomito, forte dolore addominale, sanguinamento nello stomaco, nell'intestino, nelle ulcere.

Cosa è meglio bere: Aspirina, Analgin o Paracetamol

Il gruppo di farmaci FANS che eliminano le manifestazioni gravi del raffreddore comune, eliminando la febbre e influenzando il focus dell'infiammazione comprende altri farmaci. Tra questi, i più efficaci e usati frequentemente sono Analgin e Paracetamol. Consideriamo più in dettaglio l'azione di ciascuno.

  • Analgin. Ha le stesse azioni dell'aspirina. Blocca bene gli impulsi nervosi. Tuttavia, a differenza dell'aspirina, Analgin ha comunque un effetto antinfiammatorio molto più basso, nonché un effetto negativo sulle mucose dello stomaco e dell'intestino;
  • Paracetamolo. Ha l'effetto più lieve sul tratto gastrointestinale. Ha un leggero effetto anti-infiammatorio, ma i suoi effetti anti-febbrili e analgesici sono paragonabili all'aspirina. Il paracetamolo è spesso prescritto per alleviare i segni di influenza e SARS.

Da tutto quanto sopra, possiamo concludere: in nessun caso dovresti prendere Aspirin per un raffreddore senza febbre. Ciò può portare a effetti indesiderati, in particolare vertigini, acufeni, broncospasmo, orticaria. Inoltre, l'uso sistematico di aspirina comporta un alto rischio di sanguinamento..

Vidal: https://www.vidal.ru/drugs/aspirin__1962
GRLS: https://grls.rosminzdrav.ru/Grls_View_v2.aspx?routingGu>

Hai trovato un bug? Selezionalo e premi Ctrl + Invio

Tutto su articolazioni

Forma di rilascio e confezionamento del farmaco Acido acetilsalicilico

Composizione e sostanza attiva

L'acido acetilsalicilico contiene:

Acido acetilsalicilico 500 mg.

Eccipienti: fecola di patate, acido stearico, acido citrico, talco.

effetto farmacologico

FANS. Ha effetti antinfiammatori, analgesici e antipiretici e inibisce anche l'aggregazione piastrinica. Il meccanismo d'azione è associato all'inibizione dell'attività della COX, il principale enzima del metabolismo dell'acido arachidonico, che è un precursore delle prostaglandine, che svolgono un ruolo importante nella patogenesi dell'infiammazione, del dolore e della febbre. Una diminuzione del contenuto di prostaglandine (principalmente E1) al centro della termoregolazione porta a una diminuzione della temperatura corporea dovuta alla vasodilatazione della pelle e ad un aumento della sudorazione. L'effetto analgesico è dovuto agli effetti sia centrali che periferici. Riduce l'aggregazione piastrinica, l'adesione e la formazione di trombi sopprimendo la sintesi del trombossano A2 nelle piastrine.

Riduce la mortalità e il rischio di sviluppare infarto miocardico nell'angina pectoris instabile. È efficace nella prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari e nella prevenzione secondaria dell'infarto miocardico. In una dose giornaliera di 6 g o più, sopprime la sintesi di protrombina nel fegato e aumenta il tempo di protrombina. Aumenta l'attività fibrinolitica del plasma e riduce la concentrazione di fattori di coagulazione dipendenti dalla vitamina K (II, VII, IX, X). Aumenta le complicanze emorragiche durante gli interventi chirurgici, aumenta il rischio di sanguinamento durante la terapia anticoagulante. Stimola l'escrezione di acido urico (interrompe il suo riassorbimento nei tubuli renali), ma a dosi elevate. Il blocco della COX-1 nella mucosa gastrica porta all'inibizione delle prostaglandine gastroprotettive, che possono causare ulcerazione della mucosa e conseguente sanguinamento.

Cosa aiuta l'acido acetilsalicilico: indicazioni

  • reumatismo.
  • Artrite reumatoide.
  • Miocardite allergica infettiva.
  • Febbre nelle malattie infettive e infiammatorie.
  • Sindrome del dolore di intensità debole e moderata di varie origini, tra cui: nevralgia, mialgia, mal di testa.
  • Prevenzione della trombosi e dell'embolia.
  • Prevenzione primaria e secondaria dell'infarto del miocardio.
  • Prevenzione degli incidenti cerebrovascolari di tipo ischemico.
  • In immunologia clinica e allergologia: in dosi gradualmente crescenti per desensibilizzazione prolungata di "aspirina" e formazione di tolleranza persistente ai FANS in pazienti con asma "aspirina" e "triade di aspirina".

Controindicazioni

  • Lesioni erosive e ulcerative del tratto gastrointestinale nella fase acuta.
  • Sanguinamento gastrointestinale.
  • "Triade di aspirina".
  • Una storia di indicazioni di orticaria, rinite causate dall'assunzione di acido acetilsalicilico e altri FANS.
  • Emofilia.
  • Diatesi emorragica.
  • ipoprotrombinemia.
  • Aneurisma a dissezione aortica.
  • Ipertensione portale.
  • Carenza di vitamina K..
  • Insufficienza renale e / o epatica.
  • Carenza di glucosio-6-fosfato deidrogenasi.
  • sindrome di Reye.
  • Età da bambini (fino a 15 anni - il rischio di sviluppare la sindrome di Reye nei bambini con ipertermia sullo sfondo di malattie virali).
  • I e III trimestre di gravidanza.
  • Periodo di lattazione.
  • Ipersensibilità all'acido acetilsalicilico e altri salicilati.

Con cura: malattia epatica e renale, asma bronchiale, storia di lesioni erosive e ulcerative e sanguinamento dal tratto gastrointestinale, aumento del sanguinamento o terapia anticoagulante concomitante, insufficienza cardiaca cronica scompensata.

Acido acetilsalicilico durante la gravidanza e l'allattamento

Controindicato per l'uso nei trimestri I e III della gravidanza. Nel II trimestre di gravidanza, è possibile un appuntamento una tantum secondo rigorose indicazioni.

Ha un effetto teratogeno: se usato nel primo trimestre, porta allo sviluppo della scissione del palato superiore, nel terzo trimestre provoca inibizione del travaglio (inibizione della sintesi delle prostaglandine), chiusura prematura del dotto arterioso nel feto, iperplasia dei vasi polmonari e ipertensione nel circolo polmonare.

L'acido acetilsalicilico viene escreto nel latte materno, il che aumenta il rischio di sanguinamento in un bambino a causa di disfunzione delle piastrine, pertanto, l'acido acetilsalicilico non deve essere usato nella madre durante l'allattamento.

Acido acetilsalicilico: istruzioni per l'uso

Per gli adulti, una singola dose varia da 40 mg a 1 g, dose giornaliera - da 150 mg a 8 g, frequenza di applicazione - 2-6 volte / giorno.

Effetti collaterali

Dal sistema digestivo: nausea, vomito, anoressia, dolore epigastrico, diarrea, raramente - il verificarsi di lesioni erosive e ulcerative, sanguinamento dal tratto gastrointestinale, disfunzione epatica.

Dal lato del sistema nervoso centrale: con l'uso prolungato, sono possibili vertigini, mal di testa, disturbi visivi reversibili, tinnito, meningite asettica.

Dal sistema ematopoietico: raramente - trombocitopenia, anemia.

Dal lato del sistema di coagulazione del sangue: raramente - sindrome emorragica, tempo di sanguinamento prolungato.

Dal sistema urinario: raramente - funzionalità renale compromessa con uso prolungato - insufficienza renale acuta, sindrome nefrosica.

Reazioni allergiche: raramente - eruzione cutanea, edema di Quincke, broncospasmo, "triade di aspirina" (una combinazione di asma bronchiale, poliposi ricorrente del naso e dei seni paranasali e intolleranza all'acido acetilsalicilico e ai farmaci pirazolone).

Altri: in alcuni casi - sindrome di Reye con uso prolungato - aumento dei sintomi di insufficienza cardiaca cronica.

istruzioni speciali

Usare con cautela nei pazienti con patologie epatiche e renali, con asma bronchiale, lesioni erosive e ulcerative e sanguinamento dal tratto gastrointestinale nella storia, con sanguinamento aumentato o durante la terapia anticoagulante, insufficienza cardiaca cronica scompensata.

L'acido acetilsalicilico, anche a piccole dosi, riduce l'escrezione di acido urico dal corpo, che può causare un attacco acuto di gotta in pazienti predisposti. Con la terapia a lungo termine e / o l'uso di acido acetilsalicilico ad alte dosi, sono necessari la supervisione medica e il monitoraggio regolare dei livelli di emoglobina.

L'uso di acido acetilsalicilico come agente antinfiammatorio in una dose giornaliera di 5-8 g è limitato a causa dell'elevata probabilità di effetti collaterali a carico del tratto gastrointestinale.

Prima dell'intervento chirurgico, per ridurre il sanguinamento durante l'intervento chirurgico e nel periodo postoperatorio, è necessario interrompere l'assunzione di salicilati per 5-7 giorni.

Durante una terapia prolungata, è necessario eseguire un esame del sangue generale e uno studio delle feci per il sangue occulto.

L'uso dell'acido acetilsalicilico in pediatria è controindicato, poiché nel caso di un'infezione virale nei bambini sotto l'influenza dell'acido acetilsalicilico, aumenta il rischio di sviluppare la sindrome di Reye. I sintomi della sindrome di Reye sono vomito prolungato, encefalopatia acuta, ingrossamento del fegato.

La durata del trattamento (senza consultare un medico) non deve superare i 7 giorni quando prescritto come analgesico e più di 3 giorni come antipiretico.

Durante il periodo di trattamento, il paziente deve astenersi dal bere alcolici..

Concomitanza con altri farmaci

Con l'uso simultaneo di antiacidi contenenti magnesio e / o idrossido di alluminio, rallentare e ridurre l'assorbimento dell'acido acetilsalicilico.

Con l'uso simultaneo di calcio-antagonisti, agenti che limitano l'assunzione di calcio o aumentano l'escrezione di calcio dal corpo, aumenta il rischio di sanguinamento.

Con l'uso simultaneo con acido acetilsalicilico, viene potenziato l'effetto di eparina e anticoagulanti indiretti, agenti ipoglicemici di derivati ​​della sulfonilurea, insulina, metotrexato, fenitoina, acido valproico.

Con l'uso simultaneo con GCS, aumenta il rischio di azione ulcerogenica e l'insorgenza di sanguinamento gastrointestinale.

Con l'uso simultaneo, l'efficacia dei diuretici (spironolattone, furosemide) diminuisce.

Con l'uso simultaneo di altri FANS, aumenta il rischio di effetti collaterali. L'acido acetilsalicilico può ridurre le concentrazioni plasmatiche di indometacina, piroxicam.

Se usato contemporaneamente a preparati a base di oro, l'acido acetilsalicilico può causare danni al fegato.

Con l'uso simultaneo, l'efficacia degli agenti uricosurici diminuisce (inclusi probenecid, sulfinpirazone, benzbromarone).

Con l'uso simultaneo di acido acetilsalicilico e sodio alendronato, si può sviluppare una grave esofagite.

Con l'uso simultaneo di griseofulvin, è possibile una violazione dell'assorbimento dell'acido acetilsalicilico.

Un caso di emorragia spontanea nell'iride è descritto durante l'assunzione di estratto di ginkgo biloba sullo sfondo di un uso prolungato di acido acetilsalicilico alla dose di 325 mg / die. Si ritiene che ciò possa essere dovuto a un effetto inibitorio additivo sull'aggregazione piastrinica.

Con l'uso simultaneo di dipiridamolo, è possibile aumentare la Cmax del salicilato nel plasma sanguigno e l'AUC.

Con l'uso simultaneo con acido acetilsalicilico, aumenta la concentrazione di digossina, barbiturici e sali di litio nel plasma sanguigno.

Con l'uso simultaneo di salicilati ad alte dosi con inibitori dell'anidrasi carbonica, è possibile l'intossicazione con salicilati.

L'acido acetilsalicilico in dosi inferiori a 300 mg / die ha scarso effetto sull'efficacia di captopril e enalapril. Quando si utilizza acido acetilsalicilico ad alte dosi, è possibile ridurre l'efficacia di captopril e enalapril.

Con l'uso simultaneo, la caffeina aumenta il tasso di assorbimento, concentrazione plasmatica e biodisponibilità dell'acido acetilsalicilico.

Con l'uso simultaneo di metoprololo può aumentare la Cmax del salicilato nel plasma sanguigno.

Quando si utilizza pentazocina sullo sfondo dell'uso a lungo termine di acido acetilsalicilico ad alte dosi, esiste il rischio di sviluppare gravi reazioni avverse dai reni.

Con l'uso simultaneo di fenilbutazone riduce l'uricosuria causata dall'acido acetilsalicilico.

Con l'uso simultaneo, l'etanolo può aumentare l'effetto dell'acido acetilsalicilico sul tratto gastrointestinale.

Overdose

Sintomi (dose singola inferiore a 150 mg / kg - l'avvelenamento acuto è considerato lieve, 150-300 mg / kg - moderato, più di 300 mg / kg - grave): sindrome da salicilismo (nausea, vomito, acufene, visione offuscata, vertigini, grave mal di testa, malessere generale, febbre è un segno prognostico sfavorevole negli adulti). Avvelenamento grave: iperventilazione polmonare della genesi centrale, alcalosi respiratoria, acidosi metabolica, confusione, sonnolenza, collasso, convulsioni, anuria, sanguinamento. Inizialmente, l'iperventilazione centrale dei polmoni porta ad alcalosi respiratoria - mancanza di respiro, soffocamento, cianosi, sudore freddo appiccicoso con aumento dell'intossicazione, paralisi respiratoria e disaccoppiamento della fosforilazione ossidativa, causando acidosi respiratoria.

In caso di sovradosaggio cronico, la concentrazione determinata nel plasma è scarsamente correlata alla gravità dell'intossicazione. Il rischio maggiore di sviluppare intossicazione cronica si osserva negli anziani se assunto per diversi giorni più di 100 mg / kg / giorno. Nei bambini e nei pazienti anziani, i primi segni di salicilismo non sono sempre evidenti, quindi è consigliabile determinare periodicamente la concentrazione di salicilati nel sangue: un livello superiore al 70 mg% indica avvelenamento moderato o grave superiore al 100 mg% - un aspetto estremamente grave, prognosticamente sfavorevole. In caso di avvelenamento moderato, è necessario il ricovero per 24 ore.

Trattamento: provocazione del vomito, nomina di carbone attivo e lassativi, monitoraggio costante della CBS e dell'equilibrio elettrolitico, a seconda dello stato del metabolismo - introduzione di bicarbonato di sodio, soluzione di citrato di sodio o lattato di sodio. Un aumento dell'alcalinità di riserva migliora l'escrezione di ASA a causa dell'alcalinizzazione delle urine. L'alcalinizzazione delle urine viene mostrata quando il livello di salicilati è superiore al 40 mg% ed è fornito per infusione endovenosa di bicarbonato di sodio (88 mEq in 1 litro di soluzione di destrosio al 5%, ad una velocità di 10-15 ml / h / kg), il ripristino del BCC e l'induzione della diuresi sono raggiunti introducendo bicarbonato di sodio stesse dosi e diluizione, che viene ripetuta 2-3 volte. Si deve usare cautela nei pazienti anziani in cui un'infusione di liquidi intensiva può portare a edema polmonare. L'uso di acetazolamide per l'urina alcalinizzante non è raccomandato (può causare acidemia e aumentare l'effetto tossico dei salicilati). L'emodialisi è indicata quando il livello di salicilato è superiore a 100-130 mg%, nei pazienti con avvelenamento cronico - 40 mg% e inferiore se indicato (acidosi refrattaria, deterioramento progressivo della condizione, grave danno al sistema nervoso centrale, edema polmonare e insufficienza renale). Per edema polmonare - ventilazione meccanica con una miscela arricchita di ossigeno.

Condizioni di conservazione e durata

  • In un luogo secco, a una temperatura non superiore a 25 ° C.
  • Tenere fuori dalla portata dei bambini.

Analoghi e prezzi

Tra analoghi stranieri e russi, si distingue l'acido acetilsalicilico:

Aspirina. Produttore: Bayer 254 rubli.
Complesso di aspirina Produttore: Bayer (Germania). Prezzo in farmacia da 401 rubli.
Aspirina-c. Produttore: Bayer (Germania). Prezzo in farmacia da 227 rubli.
Thrombo ass. Produttore: G.L. Farma GmbH (Austria). Prezzo in farmacia da 41 rubli.
Thrombopol. Produttore: Polpharma (Polonia). Prezzo in farmacia da 48 rubli.

Abbiamo trovato automaticamente queste recensioni del farmaco Acido acetilsalicilico su Internet:

il farmaco è buono, fai attenzione con l'aspirina, bevevo aspirina come antipiretico e mi ha aiutato molto bene, ma ho smesso di bere perché fluidifica il sangue

Di seguito puoi lasciare la tua recensione! L'acido acetilsalicilico aiuta a far fronte alle malattie?

Aspirina per raffreddori, come e quando assumere

È comune che sia i bambini che gli adulti si ammalino. Alcune persone con sistema immunitario debole sono soggette a raffreddori frequenti. Quasi ogni persona nel proprio armadietto dei medicinali a casa ha un farmaco come l'aspirina. È usato per vari disturbi. Questo può essere mal di testa, mal di denti, dolori cardiaci e altri problemi. È stato usato dalle nostre madri e nonne quando ci siamo ammalati. L'aspirina per il raffreddore viene usata abbastanza spesso, perché ha un buon effetto, soprattutto se c'è la febbre. Inoltre, l'acido acetilsalicilico, che è un componente dell'aspirina, aiuta con i raffreddori. Al giorno d'oggi, l'aspirina può essere trovata in diverse forme: polvere, compresse regolari ed effervescenti. Tutto questo è fatto per un comodo utilizzo, sia per adulti che per bambini..

Come funziona l'aspirina per il raffreddore?

Questo farmaco ha effetti analgesici, antipiretici e antinfiammatori. Il componente principale del farmaco è l'acido acetilsalicilico. L'aspirina è il suo secondo nome.

L'aspirina ha un effetto antipiretico particolarmente buono. Può abbassare la temperatura corporea in breve tempo. Oltre a queste proprietà, è in grado di fluidificare il sangue. Ciò è particolarmente utile per le persone inclini alla trombosi. È necessario limitarne l'uso per le persone con scarsa coagulazione del sangue, in quanto ciò può causare sanguinamento e il loro lungo arresto.

Spesso i raffreddori passano con una temperatura che sale a numeri significativi. Quindi non puoi fare a meno di un agente antipiretico. Le alte temperature peggiorano significativamente il benessere del paziente, nonostante il fatto che con esso il sistema immunitario inizi a combattere bene contro il patogeno.

Per quali malattie oltre al raffreddore usi l'aspirina?

Principalmente l'aspirina viene assunta per il raffreddore, ma esistono diverse altre condizioni mediche per le quali l'aspirina può essere utile.

  • Nevralgia.
  • Mal di testa.
  • Febbre, brividi.
  • Trombosi vascolare.
  • Freddo.

Con qualsiasi malattia, è necessario sapere come assumere correttamente il farmaco al fine di evitare effetti collaterali indesiderati.

Per i raffreddori, l'aspirina viene utilizzata più spesso a temperature elevate, poiché è in grado di alleviare i dolori articolari che si verificano con un aumento significativo della temperatura. Inoltre, aumenta la sudorazione, che aiuta a normalizzare la termoregolazione del corpo. A causa del rapido impatto sui focolai di infiammazione, le condizioni del paziente migliorano rapidamente. Per raffreddori senza febbre, l'aspirina non è raccomandata.

Controindicazioni per l'assunzione di aspirina durante il raffreddore

Qualsiasi medicinale ha effetti collaterali, il che significa che il farmaco non può essere usato senza controllo. L'acido acetilsalicilico può irritare la mucosa gastrica, pertanto non è consigliabile utilizzarlo per ulcere e gastrite. Altrimenti, può provocare il cancro allo stomaco..
Poiché l'aspirina può ridurre la coagulazione del sangue, non deve essere utilizzata prima dell'intervento chirurgico, altrimenti può causare una significativa perdita di sangue..

Con cautela per il raffreddore, i bambini dovrebbero assumere questo farmaco. L'acido acetilsalicilico per il raffreddore può causare sindrome febbrile prolungata e disturbi mentali nei bambini se assunto in modo incontrollato.

Alle donne in gravidanza con raffreddore non è raccomandato assumere farmaci, compresa l'aspirina. Può causare un aborto spontaneo o influenzare lo sviluppo del feto in un modo non molto buono. Durante il parto, può provocare sanguinamenti postpartum significativi..

Come prendere l'aspirina per il raffreddore?

La regola principale per assumere questo farmaco è prenderlo dopo i pasti. Se il farmaco è in forma di compresse, la compressa deve essere frantumata e lavata con acqua. Le forme di polvere si dissolvono in acqua bollita. Le compresse effervescenti devono anche essere sciolte in acqua a temperatura ambiente. Quindi il farmaco irrita meno il rivestimento dello stomaco..

Effetti collaterali dell'aspirina

Qualsiasi farmaco ha una serie di effetti collaterali e tutto dipende dal corpo. Il corpo di ogni persona reagisce alle droghe in modo diverso. Gli effetti collaterali più comuni dell'aspirina sono i seguenti.

  1. Irritazione della mucosa dello stomaco e dell'intestino. Se sono presenti ulcere, può portare al cancro allo stomaco.
  2. Reazione allergica individuale. Può verificarsi insufficienza respiratoria.
  3. Non è raccomandato per le donne in gravidanza, poiché può causare effetti teratogeni in relazione al feto, che provoca una violazione nel suo sviluppo e può anche causare aborto spontaneo.

Indicazioni per l'uso dell'aspirina

Per il raffreddore, si consiglia di utilizzare il farmaco solo quando:

  • una temperatura superiore a 38,5 gradi negli adulti e superiore a 38 gradi nei bambini;
  • non ci dovrebbero essere ulcera gastrica e ulcera duodenale, così come altre malattie associate a sanguinamento aumentato;
  • mancanza della presenza di asma bronchiale nel paziente;
  • se non ci sono rimedi più delicati.

Analoghi dell'aspirina per il raffreddore

Poiché l'uso frequente di aspirina non è desiderabile, allora naturalmente ci sono analoghi che hanno lo stesso effetto. Tra questi analgin e paracetamol.
Il paracetamolo per il raffreddore ha un debole effetto antinfiammatorio, ma affronta bene l'abbassamento della temperatura. Inoltre, tratta la mucosa gastrica molto più attentamente e non la danneggia tanto rispetto all'aspirina..

Per il raffreddore, oltre all'acido acetilsalicilico, si può usare anche l'analgin. Ha le stesse proprietà, inoltre analgin ha un effetto analgesico. Ha anche un effetto parsimonioso sulla mucosa dello stomaco e dell'intestino e, non peggio dell'aspirina, può abbassare la temperatura corporea.

In ogni caso, la scelta dei farmaci dovrebbe tenere conto delle caratteristiche individuali del corpo umano. Tuttavia, non dovresti provare a trovare il medicinale da solo. È meglio consultare un medico e ottenere un aiuto qualificato, poiché un comune raffreddore può svilupparsi in gravi complicazioni.

Aspirina per raffreddori, come e quando assumere

È comune che sia i bambini che gli adulti si ammalino. Alcune persone con sistema immunitario debole sono soggette a raffreddori frequenti. Quasi ogni persona nel proprio armadietto dei medicinali a casa ha un farmaco come l'aspirina. È usato per vari disturbi. Questo può essere mal di testa, mal di denti, dolori cardiaci e altri problemi. È stato usato dalle nostre madri e nonne quando ci siamo ammalati. L'aspirina per il raffreddore viene usata abbastanza spesso, perché ha un buon effetto, soprattutto se c'è la febbre. Inoltre, l'acido acetilsalicilico, che è un componente dell'aspirina, aiuta con i raffreddori. Al giorno d'oggi, l'aspirina può essere trovata in diverse forme: polvere, compresse regolari ed effervescenti. Tutto questo è fatto per un comodo utilizzo, sia per adulti che per bambini..

Come funziona l'aspirina per il raffreddore?

Questo farmaco ha effetti analgesici, antipiretici e antinfiammatori. Il componente principale del farmaco è l'acido acetilsalicilico. L'aspirina è il suo secondo nome.

L'aspirina ha un effetto antipiretico particolarmente buono. Può abbassare la temperatura corporea in breve tempo. Oltre a queste proprietà, è in grado di fluidificare il sangue. Ciò è particolarmente utile per le persone inclini alla trombosi. È necessario limitarne l'uso per le persone con scarsa coagulazione del sangue, in quanto ciò può causare sanguinamento e il loro lungo arresto.

Spesso i raffreddori passano con una temperatura che sale a numeri significativi. Quindi non puoi fare a meno di un agente antipiretico. Le alte temperature peggiorano significativamente il benessere del paziente, nonostante il fatto che con esso il sistema immunitario inizi a combattere bene contro il patogeno.

Per quali malattie oltre al raffreddore usi l'aspirina?

Principalmente l'aspirina viene assunta per il raffreddore, ma esistono diverse altre condizioni mediche per le quali l'aspirina può essere utile.

  • Nevralgia.
  • Mal di testa.
  • Febbre, brividi.
  • Trombosi vascolare.
  • Freddo.

Con qualsiasi malattia, è necessario sapere come assumere correttamente il farmaco al fine di evitare effetti collaterali indesiderati.

Per i raffreddori, l'aspirina viene utilizzata più spesso a temperature elevate, poiché è in grado di alleviare i dolori articolari che si verificano con un aumento significativo della temperatura. Inoltre, aumenta la sudorazione, che aiuta a normalizzare la termoregolazione del corpo. A causa del rapido impatto sui focolai di infiammazione, le condizioni del paziente migliorano rapidamente. Per raffreddori senza febbre, l'aspirina non è raccomandata.

Controindicazioni per l'assunzione di aspirina durante il raffreddore

Qualsiasi medicinale ha effetti collaterali, il che significa che il farmaco non può essere usato senza controllo. L'acido acetilsalicilico può irritare la mucosa gastrica, pertanto non è consigliabile utilizzarlo per ulcere e gastrite. Altrimenti, può provocare il cancro allo stomaco..
Poiché l'aspirina può ridurre la coagulazione del sangue, non deve essere utilizzata prima dell'intervento chirurgico, altrimenti può causare una significativa perdita di sangue..

Con cautela per il raffreddore, i bambini dovrebbero assumere questo farmaco. L'acido acetilsalicilico per il raffreddore può causare sindrome febbrile prolungata e disturbi mentali nei bambini se assunto in modo incontrollato.

Alle donne in gravidanza con raffreddore non è raccomandato assumere farmaci, compresa l'aspirina. Può causare un aborto spontaneo o influenzare lo sviluppo del feto in un modo non molto buono. Durante il parto, può provocare sanguinamenti postpartum significativi..

Come prendere l'aspirina per il raffreddore?

La regola principale per assumere questo farmaco è prenderlo dopo i pasti. Se il farmaco è in forma di compresse, la compressa deve essere frantumata e lavata con acqua. Le forme di polvere si dissolvono in acqua bollita. Le compresse effervescenti devono anche essere sciolte in acqua a temperatura ambiente. Quindi il farmaco irrita meno il rivestimento dello stomaco..

Effetti collaterali dell'aspirina

Qualsiasi farmaco ha una serie di effetti collaterali e tutto dipende dal corpo. Il corpo di ogni persona reagisce alle droghe in modo diverso. Gli effetti collaterali più comuni dell'aspirina sono i seguenti.

  1. Irritazione della mucosa dello stomaco e dell'intestino. Se sono presenti ulcere, può portare al cancro allo stomaco.
  2. Reazione allergica individuale. Può verificarsi insufficienza respiratoria.
  3. Non è raccomandato per le donne in gravidanza, poiché può causare effetti teratogeni in relazione al feto, che provoca una violazione nel suo sviluppo e può anche causare aborto spontaneo.

Indicazioni per l'uso dell'aspirina

Per il raffreddore, si consiglia di utilizzare il farmaco solo quando:

  • una temperatura superiore a 38,5 gradi negli adulti e superiore a 38 gradi nei bambini;
  • non ci dovrebbero essere ulcera gastrica e ulcera duodenale, così come altre malattie associate a sanguinamento aumentato;
  • mancanza della presenza di asma bronchiale nel paziente;
  • se non ci sono rimedi più delicati.

Analoghi dell'aspirina per il raffreddore

Poiché l'uso frequente di aspirina non è desiderabile, allora naturalmente ci sono analoghi che hanno lo stesso effetto. Tra questi analgin e paracetamol.
Il paracetamolo per il raffreddore ha un debole effetto antinfiammatorio, ma affronta bene l'abbassamento della temperatura. Inoltre, tratta la mucosa gastrica molto più attentamente e non la danneggia tanto rispetto all'aspirina..

Per il raffreddore, oltre all'acido acetilsalicilico, si può usare anche l'analgin. Ha le stesse proprietà, inoltre analgin ha un effetto analgesico. Ha anche un effetto parsimonioso sulla mucosa dello stomaco e dell'intestino e, non peggio dell'aspirina, può abbassare la temperatura corporea.

In ogni caso, la scelta dei farmaci dovrebbe tenere conto delle caratteristiche individuali del corpo umano. Tuttavia, non dovresti provare a trovare il medicinale da solo. È meglio consultare un medico e ottenere un aiuto qualificato, poiché un comune raffreddore può svilupparsi in gravi complicazioni.