Quanto dura la temperatura con ARVI

La malattia di ARVI è molto comune per adulti e bambini. In media, ogni adulto riesce a ammalarsi due volte l'anno, gli scolari soffrono una volta e mezzo più spesso e i bambini in età prescolare possono ammalarsi di ARVI fino a 6 volte.

La percentuale di tutte le malattie infantili registrate ARI e ARVI è del 94%. La manifestazione sintomatica dell'influenza, il raffreddore è molto simile.

Varie medicine, rimedi popolari sono usati per trattare queste malattie, quindi è importante riconoscere tempestivamente l'ARVI.

Quanto dura la temperatura negli adulti e nei bambini?

Con enterovirus, infezioni da adenovirus, influenza, l'alta temperatura dovrebbe essere mantenuta per diversi giorni. Nei bambini, l'immunità non è così forte come in un adulto, quindi una diminuzione della temperatura alla norma viene registrata per 4-5 giorni. Negli adulti, si osserva una "frattura" ad alta frequenza per 3-4 giorni. Molto dipende dal tipo di infezione, dalla malattia stessa, dalla presenza di complicanze, dallo stadio del decorso. Se entro questo periodo non si è verificato alcun calo di temperatura, è necessario verificare la probabilità di sviluppare un'infezione batterica.

Le infezioni virali respiratorie acute (ARVI) contano oltre 300 tipi di agenti patogeni. Nei bambini in età scolare e in età prescolare, la frequente manifestazione di questi disturbi è associata a una mancanza di immunità nella maggior parte di essi. Con l'età, le cellule immunitarie "accumulano" la conoscenza del nemico, delle sue varietà e le resistono. Ecco perché gli adulti tollerano l'ARVI in modo più persistente, raramente soffrono di una temperatura elevata che accompagna un raffreddore. Questo vale per l'infezione da rinovirus.

Negli ultimi decenni, hanno iniziato ad apparire nuovi ceppi di infezioni virali che colpiscono il tratto respiratorio. Tra i più "nuovi" c'è l'infezione da reovirus. La sua peculiarità risiede nella capacità di danno concomitante al tratto gastrointestinale, il rinofaringe, che causa un'alta temperatura di tre giorni. Gli enterovirus sono responsabili di questo tipo di influenza, sono in grado di portare il corpo in uno stato più critico. La malattia è accompagnata da un'alta temperatura spasmodica (indipendentemente dal trattamento), che, per nessun motivo particolare, appare e scompare dopo pochi giorni, quindi si alza di nuovo.

Per quanto tempo può mantenere la temperatura 37?

La comparsa della temperatura del subfebrile viene osservata con l'infezione da adenovirus. Oggi i laboratori batteriologici contengono circa 80 tipi di questo agente patogeno. Questo disturbo è caratterizzato mantenendo il segno di 37-37,5 gradi sul termometro per 10 giorni.

Un sintomo distintivo è la congiuntivite, che colpisce prima gli occhi, sfuggente fino all'eliminazione dei fenomeni catarrali. I sintomi più comuni di danno adenovirale al corpo sono starnuti, ipertermia, febbre, febbre, mal di testa, naso che cola, dolore al rinofaringe, aggravati dalla deglutizione.

Per distinguere l'influenza dai raffreddori, dovresti prestare attenzione alla natura, al livello di temperatura. Con l'influenza, sale rapidamente, a 39 e oltre, mentre il freddo è caratterizzato da un aumento meno rapido. L'influenza è guarita, ma lascia dietro di sé gli effetti del calore: mal di testa, debolezza nel corpo, affaticamento rapido.

Se riduci la temperatura con i medicinali a 36,6-36,9 gradi, puoi sopprimere la capacità del corpo di combattere le infezioni da solo, rallentando i processi metabolici, riducendo le difese. Il decorso della malattia in questo caso sarà più prolungato, con possibili complicazioni. Se la febbre continua intorno ai 37-37,5 gradi, i farmaci dovrebbero essere assunti dopo 4-5 giorni di questo stato.

Quanti giorni fa 38?

La temperatura corporea, raggiungendo i 38-38,9 gradi, è chiamata febbrile, può comparire con ARVI e influenza. La presenza di questo tipo di calore significa che il corpo ha la forza per combattere naturalmente la malattia. I globuli bianchi prodotti attaccano batteri nocivi, virus e altri agenti patogeni, a cui il corpo reagisce con un aumento della temperatura corporea. Questo è un comportamento naturale del sistema immunitario di una persona sana..

Negli adulti, questa fase può durare circa 5 giorni, per i bambini, a seconda dell'età, da 3 a 4 giorni. Tale calore dovrebbe essere ridotto solo se questi intervalli di tempo vengono superati o la lettura del termometro supera i 38,5 gradi. Nella maggior parte dei casi, il corpo è in grado di far fronte senza farmaci, ma non vale la pena ritardare o non curare la principale malattia che ha causato la febbre. L'uso frequente di preparati farmaceutici può creare dipendenza, questo è particolarmente pericoloso per i bambini.

Quanto dura 39?

La comparsa di una febbre di 39 gradi e oltre significa che tutte le forze immunitarie del corpo vengono "lanciate" a sua difesa.

In questo momento viene rilasciato il numero massimo possibile di leucociti in grado di assorbire agenti patogeni, virus.

A questa temperatura, dovresti sapere quanto segue:

  • L'aggressività del sistema immunitario aumenta al raggiungimento di 39 gradi.
  • Questo regime di temperatura per la maggior parte delle infezioni, i virus è fatale, si moltiplicano più lentamente, molti muoiono. Entro un paio d'ore, il nostro corpo può determinare autonomamente il livello più efficace di calore per la migliore lotta contro le malattie..
  • I farmaci per ridurre la febbre, se usati troppo spesso, possono portare a malattie permettendoti di rimanere in piedi per un po '.
  • L'abbattimento immediato di una temperatura elevata con i farmaci riduce le capacità di difesa dei leucociti, aumentando la probabilità di complicanze.

Cause della comparsa di febbre durante l'ARVI negli adulti e nei bambini

La comparsa di una febbre può indicare diversi cambiamenti nel corpo che si verificano a seguito di infezione da SARS.

Una temperatura elevata si verifica quando:

  • In primo luogo, il corpo ha una bassa immunità, che non è in grado di produrre un numero sufficiente di leucociti e proteine ​​di interferone per combattere efficacemente batteri, virus.
  • In secondo luogo, con un raffreddore comune, possono svilupparsi o provocare qualsiasi tipo di complicanza. Sono loro che causano l'aumento della temperatura, ad es. il corpo combatterà contro l'ARVI, spendendo risorse aggiuntive per eliminare altri danni agli organi e ai sistemi umani.
  • In terzo luogo, la comparsa della febbre provoca la presenza di un'infezione batterica, che appare dopo 5-6 giorni dal decorso della malattia..

Per non avere conseguenze gravi, con la comparsa dei primi sintomi della febbre, è necessario consultare un medico o chiamare un'ambulanza per il ricovero.

Quando una febbre diventa pericolosa??

Il motivo della diminuzione delle alte temperature è considerato:

  • con un termometro in corrispondenza di un segno subfebrile, il paziente ha una condizione grave;
  • ci sono malattie nella forma cronica di organi, sistemi di circolazione sanguigna, respirazione, ghiandola tiroidea, cuore;
  • la comparsa di allucinazioni o convulsioni come intolleranza alle alte temperature.

In questi casi è necessario consultare un medico o chiamare un'ambulanza per ricovero d'urgenza per febbre:

  • qualsiasi manifestazione di febbre nei neonati di età inferiore a 3 mesi;
  • nei bambini di un anno a partire da 3 mesi quando il termometro raggiunge i 38 gradi;
  • nei bambini piccoli, la presenza di torcicollo, l'incapacità di muoversi o la confusione può indicare lo sviluppo di un'infezione nel corpo;
  • nei bambini, negli adulti, la deglutizione è molto difficile, la respirazione è difficile, si sentono rumori durante l'inalazione, la durata della tosse è più di un minuto;
  • la presenza di apatia o convulsioni;
  • la comparsa di qualsiasi dolore acuto e grave;
  • tentativi indipendenti a lungo termine di abbassare la temperatura a livelli subfebrilici o febbrili non hanno successo.

Gli agenti antibatterici non saranno in grado di far fronte alle infezioni virali, proprio come gli antibiotici sono impotenti contro le malattie infettive. Il loro uso errato complica le condizioni del paziente e causa complicazioni.

Quando sono necessari antipiretici?

Una cattiva reazione del corpo alla febbre diventa la prima ragione per usare metodi medicinali per ridurla. In altri casi, i motivi possono essere:

  • superiore a 39,5 gradi nei pazienti adulti;
  • nei bambini con temperatura febbrile, dovrebbe essere ridotto a un livello subfebrile, ciò è dovuto a un cattivo sistema di termoregolazione durante l'infanzia.

Per i bambini sono necessari antipiretici:

  • se un bambino precedentemente sano ha una temperatura superiore a quella febbrile, che è accompagnata da debolezza muscolare o mal di testa;
  • se il bambino ha malattie cardiache o polmonari quando raggiunge i 38,5 gradi;
  • se il bambino ha una storia di convulsioni febbrili e il termometro raggiunge i 38-38,5 gradi.

Quali farmaci dovrebbero essere usati

Esistono molti medicinali: per gli adulti, quasi tutti i farmaci che scelgono sono adatti senza controindicazioni alle caratteristiche del corpo, per i bambini - esclusivamente ibuprofene, paracetamolo.

Per un bambino di età inferiore ai 15 anni, non dovresti usare l'aspirina come agente antipiretico, specialmente se la malattia è causata da infezioni virali o è accompagnata da un naso che cola. Se questa regola viene violata, può sviluppare la sindrome di Reye, in cui il fegato e il cervello sono interessati.

Preparativi per alleviare la febbre:

  • Paracetamolo. Contenuto in quasi tutti i farmaci anti-raffreddore e anti-influenzali. Viene anche rilasciato separatamente sotto forma di sciroppo, supposte o compresse. Agli adulti vengono prescritti 0,5 g con lo stesso intervallo di assunzione 4 volte al giorno. Il dosaggio per bambini è di 0,1-0,25 g con un intervallo simile. Le compresse sono prescritte per i bambini dai 3 anni, i bambini vengono trattati con paracetamolo sotto forma di sciroppo o supposta rettale.
  • Ibuprofene. Lo strumento appartiene a una nuova generazione di medicinali, può essere prodotto in combinazione con caffeina, paracetamolo o puro. Agli adulti vengono prescritti 0,6 g due volte al giorno, i bambini di età superiore ai 12 anni - 0,3 g con una pausa simile.
  • Analgin. Il farmaco è in grado di alleviare la febbre, eliminare il dolore. La dose per un adulto è 0,5 - 1 g 2-3 volte al giorno. Per i bambini, il dosaggio è inferiore: 0,05 g, 0,1 go 0,15 g con la stessa frequenza di assunzione degli adulti.

La scelta di un agente antipiretico dovrebbe essere fatta da un medico, poiché solo uno specialista è in grado di valutare tutte le indicazioni, le interazioni con altri farmaci assunti e le possibili reazioni collaterali.

Conclusione

È quasi impossibile proteggersi dall'ARVI. Ciò è dovuto alla costante comparsa di nuovi tipi di virus e infezioni con cui il corpo non ha ancora familiarità. Tuttavia, la reazione a una tale malattia è quasi sempre la stessa: debolezza, febbre alta, naso che cola. È pericoloso per adulti e bambini consentire alla temperatura di raggiungere i 40 gradi, perché inizia quindi la denaturazione delle proteine, che ha un effetto negativo sul sistema nervoso e sulla salute in generale.

Inoltre, non correre ai farmaci antipiretici. Se la temperatura viene mantenuta a un livello basso e subfebbrile per 4-5 giorni, è meglio eseguire il trattamento principale e lasciare che il corpo faccia fronte da solo alla malattia. In tutti i casi incomprensibili o che minacciano la salute del paziente, è necessario, senza esitazione, chiamare l'assistenza di emergenza e non rifiutare il ricovero.

Qual è la temperatura con coronavirus e quando dovrebbe essere abbassata? Spiega il dottore

Uno dei principali sintomi del coronavirus è la febbre. Molte persone cercano di misurarlo per controllare la propria salute. Qual è la temperatura normale? Quando non dovrebbe essere abbattuta? Può apparire per sovratensione? Il medico di medicina generale del Policlinico n. 4 di Grodno, la psicologa clinica Polina Kirko, risponde a domande popolari.

Perché la temperatura aumenta??

È una risposta a un processo infettivo o infiammatorio, un trauma, uno stress, un trasferimento di calore alterato o uno squilibrio ormonale. Nel caso di infezioni, questo è un meccanismo di difesa che aiuta a far fronte al patogeno. È importante capire che non solo un'infezione può causare la febbre, i motivi possono essere diversi - fino a un ictus.

La norma è 36.6?

La temperatura è considerata normale da 36,4 a 37,0 ° C. Ma ci sono anche condizioni normali del corpo che possono causare un aumento della temperatura fino a 37.2 ° C - e non parlano di patologia. Ad esempio, può essere osservato nei bambini di età inferiore a un anno, poiché non hanno ancora stabilito il lavoro del centro di termoregolazione. Negli adulti, un aumento può causare affaticamento serale, stress, surriscaldamento se esposto al sole o in una stanza soffocante, intensa attività fisica, al centro del ciclo mestruale nelle donne. È anche importante sapere che nella prima settimana dopo il parto, la temperatura sotto l'ascella può essere fino a 38 ° C - e questo è normale durante lo stabilimento di allattamento, quindi, la temperatura nel gomito viene misurata più spesso per le donne dopo il parto.

Che l'alta temperatura può minacciare?

Il segno più alto di 42 ° C sui termometri non è un caso. A temperature superiori a 41 ° C nel corpo, si verificano gravi disordini della circolazione cerebrale, sviluppo di edema cerebrale, aumento della pressione intracranica, compromissione delle connessioni interneuronali, diminuzione del livello di coscienza e compromissione cognitiva.

E se la temperatura è sempre inferiore a 36?

Questa condizione si chiama ipotermia, molto spesso non indica alcuna patologia. Molto raramente, un calo della temperatura può essere un segno di un'infezione virale nelle persone con una patologia del sistema immunitario, un'immunità indebolita, nonché negli anziani (per loro, questo può essere un segno di sepsi - avvelenamento del sangue - o un processo infiammatorio e un'attenzione speciale dovrebbe essere prestata a questo sintomo). Spesso, una bassa temperatura è il risultato di ipotermia, diete rigorose o digiuno prolungato (metabolismo ridotto e mancanza di nutrienti per lo scambio di calore), avvelenamento da alcol o droghe dovuto a vasodilatazione e diminuzione della sensibilità, nonché danno cerebrale - un tumore dell'ipotalamo, dove si trova il centro della termoregolazione.

Cosa fare se il 37.2 viene mantenuto per più di una settimana nell'attuale situazione epidemiologica (ma non ci sono altri sintomi di COVID-19)?

È necessario essere esaminati e almeno condurre una visita medica, valutare l'analisi generale del sangue e delle urine. Se non ci sono cambiamenti nelle analisi generali, ma la temperatura aumenta periodicamente a 37,5 ° C, la diagnostica viene eseguita secondo l'algoritmo per l'esame dei pazienti con febbre di origine sconosciuta. Tale temperatura può essere esacerbata da molte malattie croniche, che ora è particolarmente importante a causa di una diminuzione della resistenza generale del corpo sullo sfondo della tensione nervosa. Se una persona non è preoccupata per nulla, non ci sono patologie croniche e, in base ai risultati dell'esame e dell'analisi, tutto va bene, quindi è necessario prestare attenzione al suo stato psicologico: questo può essere un sintomo di stress e tensione cronici.

È impossibile dire inequivocabilmente che un determinato livello di temperatura determina con precisione un'infezione da coronavirus. L'80% dei pazienti porta un'infezione in una forma lieve che non richiede il ricovero in ospedale: qualcuno senza temperatura, qualcuno con una temperatura fino a 38 ° C e in condizioni soddisfacenti.

Se la temperatura sale a 39 ° C e inizia e / o inizia una tosse, si avverte una pesantezza al petto, la respirazione è difficile, si verifica mancanza di respiro, la frequenza respiratoria è di 20 respiri al minuto o più (l'inspirazione e l'espirazione sono contate come una) - è necessario chiamare un'ambulanza.

La temperatura viene dallo stress?

Esiste un tale concetto di "termoneurosi" (febbre psicogena). È una malattia psicosomatica che, tuttavia, funziona per sempre. Il suo meccanismo risiede nel fatto che in uno stato di stress cronico, viene attivata una reazione evolutivamente determinata "lotta e fuga", quando con l'aiuto del sistema nervoso autonomo e dello sfondo ormonale la frequenza cardiaca aumenta, la respirazione diventa più frequente - fino alla mancanza di respiro, i vasi periferici si restringono, ma allo stesso tempo circolazione sanguigna degli organi interni e metabolismo nei muscoli per dare l'opportunità, condizionatamente, di "scappare". La termoneurosi è spesso accompagnata da aumento dell'ansia e dell'irritabilità, disturbi del sonno o dell'appetito. Puoi controllare la termoneurosi usando un test dell'aspirina: se dopo aver assunto l'aspirina la temperatura non cambia, questa è una reazione vegetativa e la temperatura deve essere trattata da uno psicoterapeuta.

Quando non è necessario abbassare la temperatura?

Prima di tutto, dovresti concentrarti sul benessere e poi sui numeri, è importante dare al corpo la possibilità di affrontare la malattia stessa. Un aumento della temperatura è una reazione benefica del corpo ed è molto buono se in risposta a una pericolosa infezione reagisce in quel modo. Maggiore è la temperatura, più fattori immunitari vengono utilizzati per neutralizzare il nemico. Ma a volte il corpo "viene portato via" e influisce fortemente sul benessere generale - questo è il criterio principale con cui si deve prendere una decisione per abbassare la temperatura.

Se un adulto non ha malattie del sistema cardiovascolare e nervoso, si sente generalmente normale, quindi non può abbassare la temperatura anche a 39,5 ° C. Ma se la temperatura di 38,5 ° C dura più di tre giorni, si consiglia di utilizzare farmaci antipiretici. È importante che ogni paziente abbia bisogno di un approccio individuale: è necessario tenere conto della sua storia medica e della sensibilità ad un aumento della temperatura.

Nei bambini, la soglia per la riduzione della temperatura è inferiore a causa della sensibilità del sistema nervoso immaturo e del rischio di convulsioni febbrili. Si consiglia di abbattere la temperatura superiore a 38,5 ° C.

È vero che maggiore è la temperatura, più pericolosa è la malattia?

Molto dipende dalla forza dell'immunità di una persona e non solo dal patogeno o dalla gravità della malattia. Di norma, sì, nei criteri di gravità, ad esempio con la polmonite, c'è un livello di aumento della temperatura e uno più alto può indicare un danno d'organo più esteso o la gravità della condizione. Ma ci sono una serie di eccezioni: le persone con immunità indebolita, in particolare gli anziani, possono avere una polmonite grave con una temperatura non superiore a 38 ° C o inferiore a 36 ° C, e i bambini, al contrario, spesso reagiscono a virus con una temperatura più alta.

La temperatura può dipendere dall'ora del giorno?

Durante il giorno, la temperatura corporea cambia normalmente di 0,5-1 ° C. La termoregolazione obbedisce a un ritmo circadiano con la partecipazione di melatonina e serotonina: la temperatura più bassa si osserva a 5-6 ore, poiché un aumento dei livelli di melatonina la riduce e il valore più alto si osserva la sera - sotto l'influenza della serotonina.

Quale termometro e come utilizzare al meglio?

Il termometro a mercurio è ancora un classico; ora è usato per controllare infrarossi, termometri elettronici e termocamere, perché è il più preciso. Come dimostra la pratica, l'elettronica spesso genera errori.

Ma per i bambini, ovviamente, è più sicuro e più conveniente misurare la temperatura con un termometro elettronico o a infrarossi: l'errore nelle loro misurazioni è approssimativamente lo stesso - 0,1-0,3 ° C. Un termometro elettronico è più adatto per misurare la temperatura nel retto o nella bocca (per una misurazione più accurata, richiede una perfetta aderenza alla pelle o alla mucosa). Se misuri la temperatura sotto l'ascella con loro, devi sederti per alcuni minuti con una mano ben stretta - e solo allora mettere un termometro, perché la temperatura della superficie della pelle potrebbe differire dalla temperatura corporea. E sebbene la misurazione della temperatura nel retto o nella bocca sia più accurata, gli indicatori della norma sono leggermente diversi e le norme generalmente accettate si concentrano sulla misurazione della temperatura sotto l'ascella.

Leggi anche

L'uso completo del materiale è consentito solo alle risorse multimediali che hanno stipulato un accordo di partnership con TUT.BY. Per informazioni, contattare [email protected]

Se noti un errore nel testo delle notizie, selezionalo e premi Ctrl + Invio

Temperatura 37 senza sintomi

Condizioni subfebriliche

La temperatura 37 senza sintomi si chiama subfebrile e la stessa condizione in cui la temperatura prolungata del subfebrile continua senza sintomi si chiama subfebrile asintomatica.

Questa è una delle storie più difficili da diagnosticare, è improbabile che una persona sia in grado di determinare da sola la causa della temperatura di 37 se non ha alcun segno della malattia. Oggi parleremo del perché è così importante vedere un medico in questa condizione.?

Temperatura 37 senza sintomi - pericolo o normale?

A rigor di termini, la temperatura stessa di 37,0 ° è ancora nell'intervallo normale. L'ansia è causata da un costante aumento della temperatura corporea nell'intervallo da 37,1 ° a 38,0 ° C. Questa condizione dura da due settimane o più..

Il concetto di "temperatura normale" è molto più ampio dei soliti 36,6 ° C. Questo indicatore è così individuale che una temperatura di 37 senza sintomi può essere solo una variante della norma, se una persona ha sempre la febbre. Gli indicatori al di sopra della tua normale frequenza sono un motivo per pensare a cosa è andato storto nel corpo..

Vale la pena contattare un medico se la temperatura è di 37:

  • Non la tua normale temperatura corporea a piena salute;
  • L'aumento della temperatura dura più di due settimane;
  • I sintomi della malattia si uniscono.

Perché una temperatura di 37 appare senza sintomi?

È impossibile identificare la causa della febbre di basso grado senza l'aiuto di un medico, ma è possibile identificare una serie di problemi di salute che sono accompagnati da una tale temperatura.

  • Infiammazione degli organi latente o cronica;
  • Malattie della tiroide;
  • Malattie degli organi ematopoietici;
  • Malattie della ghiandola pituitaria;
  • Corpo estraneo nel corpo;
  • Malattie fungine e parassitarie;
  • Nelle donne: l'inizio della gravidanza;
  • Problemi dentali, ecc.

Qualcosa sta influenzando il tuo corpo, ma non abbastanza forte da diventare febbrile o frenetico. Non c'è nulla di buono in questo, ma almeno la situazione non è diventata critica, hai tempo per andare in una struttura medica e iniziare il trattamento. Importante: una temperatura di 37 senza sintomi non indica necessariamente una grave malattia potenzialmente letale. Molto spesso, questa è un'infiammazione latente che deve essere rilevata ed eliminata..

  • Febbre febbrile: la temperatura aumenta da 38 a 39 gradi;
  • Febbre Hectic - un aumento della temperatura da 40 gradi e oltre.

Cosa fare se la temperatura è costantemente 37 senza sintomi?

  1. Il medico a cui devi contattare se hai costantemente una temperatura di 37 senza sintomi è un terapista. Raccoglierà l'anamnesi e ti chiederà le condizioni che ti sono sembrate innocue (spesso, durante la conversazione con il paziente, viene scoperta la causa dell'infiammazione prolungata), prescriverà dei test. Non aver paura degli appuntamenti, l'elenco delle procedure e dei test può sembrare impressionante, ma poiché ci sono molte condizioni in cui persistono condizioni subfebriliche prolungate, il medico deve escludere il più pericoloso.
  2. È buono se si arriva dal terapeuta già con la conclusione del dentista, perché molte malattie dentali possono anche essere accompagnate da febbre e fino all'ultimo non si fanno sentire dolorose.
  3. Se il terapista non trova nulla correlato alle malattie del corpo, puoi contattare uno psichiatra e uno psicoterapeuta, perché con una temperatura di 37 senza sintomi, il corpo può rispondere allo stress prolungato. Ma soprattutto, è importante escludere altre malattie. L'esaurimento delle riserve di energia e la riduzione dell'immunità possono manifestarsi anche come febbre di basso grado..

Devo assumere antipiretici a una temperatura di 37 senza sintomi?

Non è consigliabile assumere alcun farmaco senza il consiglio di uno specialista. A una temperatura di 37, non è consigliabile assumere antipiretici. Se tale temperatura è accompagnata da sensazioni spiacevoli che vorresti alleviare, non è più considerata asintomatica e dovresti informare il tuo medico delle manifestazioni del disturbo.

Cerca di rimanere calmo, poiché lo stress fa male al sistema immunitario. Spesso, questa temperatura indica problemi reversibili e temporanei che possono essere facilmente risolti con una visita a una struttura medica. Molti virus passano completamente asintomatici e l'esame darà sicuramente una risposta alla domanda: perché la temperatura sale a 37 senza sintomi e se può essere considerata una norma individuale.

Cause di lieve o periodico aumento della temperatura corporea

Quali sono i motivi di un leggero aumento costante o intermittente della temperatura in determinate ore del giorno, di sera o di giorno? Perché un aumento della temperatura corporea da 37,2 a 37,6 ° è spesso osservato nei bambini, negli anziani o nelle donne in gravidanza?

Cosa significa temperatura del subfebrile?

Il subfebrile è un leggero aumento della temperatura corporea fino a 37,2-37,6 ° C, il cui valore di solito oscilla nell'intervallo di 36,8 ± 0,4 ° C. A volte le temperature possono raggiungere i 38 ° C, ma non superare questo valore, poiché temperature superiori a 38 ° C indicano la febbre.

La febbre di basso grado può colpire chiunque, ma i bambini e gli anziani sono i più vulnerabili, poiché sono più sensibili alle infezioni e il loro sistema immunitario non è in grado di proteggere il corpo.

Quando e come appare la temperatura del subfebrile?

La temperatura del subfebrile può comparire in diversi momenti della giornata, a volte in correlazione con possibili cause patologiche o non patologiche.

A seconda del momento in cui si verifica la temperatura del subfebrile, possiamo distinguere:

  • Mattina: il soggetto soffre di febbre di basso grado al mattino quando la temperatura supera i 37,2 ° C. Sebbene al mattino la temperatura corporea fisiologicamente normale dovrebbe essere inferiore alla media giornaliera, quindi anche un leggero aumento può essere definito come temperatura subfebrilare.
  • Dopo aver mangiato: dopo pranzo, a causa della digestione e dei relativi processi fisiologici, la temperatura corporea aumenta. Ciò non è raro, quindi un aumento della temperatura di oltre 37,5 ° C si riferisce al subfebrile..
  • Giorno / sera: durante il giorno e la sera ci sono anche periodi di aumento fisiologico della temperatura corporea. Pertanto, un aumento superiore a 37,5 ° C appartiene alla temperatura del subfebrile..

La temperatura del subfebrile può anche manifestarsi in diverse modalità, che, come nel caso precedente, dipende dalla natura dei motivi, ad esempio:

  • Sporadico: questo tipo di temperatura del subfebrile è episodico, può essere associato a cambiamenti stagionali o all'insorgenza del ciclo mestruale nelle donne in età fertile o essere il risultato di un'intensa attività fisica. Questo modulo provoca la minima preoccupazione, poiché, nella maggior parte dei casi, non è associato alla patologia.
  • Intermittente: questa temperatura del subfebrile è caratterizzata da fluttuazioni o eventi periodici in determinati punti nel tempo. Può essere associato, ad esempio, a eventi fisiologici, periodi di intenso stress o un indicatore della progressione della malattia.
  • Persistente: una costante febbre di basso grado che persiste e non si attenua durante il giorno e dura per un periodo piuttosto lungo è allarmante, poiché è strettamente associata ad alcune malattie.

Febbre cronica di basso grado

A volte c'è una febbre di basso grado che persiste per molti anni, si chiama cronica. Oggi i medici non possono spiegarne l'origine..

Sintomi associati a febbre di basso grado

La febbre di basso grado può essere completamente asintomatica o accompagnata da un'ampia varietà di sintomi, che, di norma, causano una visita da un medico per la diagnosi.

Tra i sintomi che sono più spesso associati alla febbre di basso grado ci sono:

  • Astenia: il soggetto avverte una sensazione di affaticamento e stanchezza, che è direttamente correlata con un aumento della temperatura. Può essere dovuto a infezioni, neoplasie maligne e cambiamenti stagionali.
  • Dolore: insieme all'insorgenza di febbre di basso grado, il soggetto può avvertire dolori articolari, mal di schiena o dolori alle gambe. In questo caso, potrebbe esserci una connessione con l'influenza o un brusco cambiamento stagionale..
  • Sintomi del raffreddore: se compaiono mal di testa, tosse secca e mal di gola insieme a febbre di basso grado, possono verificarsi ipotermia ed esposizione a un virus.
  • Sintomi addominali: insieme a un leggero aumento della temperatura, il paziente può lamentare dolore addominale, diarrea, nausea. Una delle possibili cause è un'infezione gastroenterologica..
  • Sintomi psicogeni: a volte è possibile, insieme alla comparsa di febbre di basso grado, alla comparsa di episodi di ansia, tachicardia e tremori improvvisi. In questo caso, è possibile che il soggetto soffra di un problema depressivo..
  • Linfonodi ingrossati: se la febbre di basso grado è accompagnata da linfonodi ingrossati e sudorazione profusa, soprattutto di notte, può essere associata a un tumore o infezione, come la mononucleosi.

Cause di febbre di basso grado

Quando la temperatura del subfebrile è sporadica o intermittente, ha una correlazione con determinati periodi dell'anno, mese o giorno, allora è quasi certamente associata a una causa non patologica.

La febbre prolungata e persistente di basso grado, che persiste per molti giorni e appare principalmente di sera o durante il giorno, è spesso associata a una malattia specifica.

Cause di febbre di basso grado, senza patologia:

  • Digestione: dopo aver mangiato cibo, i processi digestivi causano un aumento fisiologico della temperatura corporea. Ciò può causare la comparsa di una leggera febbre di basso grado, soprattutto se hai cibi caldi o bevande nel tuo corpo..
  • Calore: in estate, quando l'aria raggiunge temperature elevate, trovarsi in una stanza troppo calda può causare un aumento della temperatura corporea. Ciò accade soprattutto nei bambini e nei neonati, il cui sistema di termoregolazione corporea non è ancora completamente sviluppato..
  • Stress: in alcuni individui, particolarmente sensibili agli eventi stressanti, la febbre di basso grado può essere interpretata come una reazione allo stress. In genere, un aumento della temperatura si verifica in previsione di eventi stressanti o immediatamente dopo che si è verificato. Questo tipo di febbre di basso grado può comparire anche nei bambini, ad esempio, quando piange molto intensamente per molto tempo.
  • Cambiamenti ormonali: nelle donne, la febbre di basso grado può essere strettamente correlata ai cambiamenti ormonali. Quindi, nella fase premestruale, la temperatura corporea aumenta di 0,5-0,6 ° C e questo può determinare un leggero aumento della temperatura nell'intervallo da 37 a 37,4 ° C. Inoltre, nelle prime fasi della gravidanza, i cambiamenti ormonali portano a un simile aumento della temperatura corporea..
  • Cambio di stagione: come parte del cambio di stagione e di una netta transizione dalle alte temperature al freddo, e viceversa, può verificarsi un cambiamento della temperatura corporea (senza una base patologica).
  • Farmaci: alcuni farmaci hanno la febbre di basso grado come effetto collaterale. Tra questi, i farmaci antibatterici della classe di antibiotici beta-lattamici, la maggior parte dei farmaci antitumorali e altri farmaci, come la chinidina, la fenitoina e alcuni componenti dei vaccini.

Cause patologiche della febbre di basso grado

Le cause patologiche più comuni della febbre di basso grado sono:

  • Neoplasie: i tumori sono la causa principale della persistente febbre di basso grado, specialmente negli anziani. Tra i tumori che molto spesso portano ad un aumento della temperatura corporea ci sono la leucemia, il linfoma di Hodgkin e diversi altri tipi di cancro. Di solito, la febbre di basso grado nel caso di un tumore è accompagnata da una rapida perdita di peso, una forte sensazione di affaticamento e nel caso di tumori che coinvolgono cellule del sangue, anemia.
  • Infezioni virali: una delle infezioni virali che causa la febbre di basso grado è l'HIV, che porta allo sviluppo della sindrome da immunodeficienza acquisita. Questo virus in genere distrugge il sistema immunitario del soggetto, causando quindi emaciazione, causando una varietà di sintomi, uno dei quali è febbre di basso grado, infezioni opportunistiche, astenia e perdita di peso. Un'altra infezione virale in cui appare la febbre di basso grado persistente è la mononucleosi infettiva, nota come malattia del bacio, a causa della sua trasmissione di secrezioni salivari.
  • Infezioni del tratto respiratorio: una febbre di basso grado è spesso presente in caso di infezione del tratto respiratorio (come faringite, sinusite, polmonite, bronchite o raffreddore comune). Una delle più pericolose infezioni del tratto respiratorio che causa febbre di basso grado è la tubercolosi, che è accompagnata da sudorazione abbondante, astenia, debolezza e perdita di peso..
  • Problemi alla tiroide: la febbre di basso grado è uno dei sintomi dell'ipertiroidismo, causato dalla distruzione tireotossica della tiroide. Questa distruzione della ghiandola tiroidea si chiama tiroidite ed è spesso causata da un'infezione virale..
  • Altre patologie: ci sono altre malattie, come la celiachia o la febbre reumatica causata da infezione da streptococco, di tipo beta-emolitico, che includono la comparsa di febbre di basso grado. Tuttavia, in questi casi, la febbre di basso grado non è il sintomo principale..

Febbre di basso grado dopo malattia.

A volte la febbre di basso grado non appare insieme alla patologia, ma può verificarsi dopo, ad esempio, dopo influenza, bronchite o polmonite. In questo caso, fa parte del processo di guarigione del corpo e dovrebbe scomparire entro poche settimane, indicando la completa guarigione del soggetto..

La febbre di basso grado può comparire anche dopo l'intervento chirurgico, nel qual caso è un sintomo molto importante, poiché può indicare la presenza di infezione postoperatoria.

Come viene trattata la febbre di basso grado?

La temperatura del subfebrile non è una patologia, ma un sintomo in base al quale il corpo può indicare che qualcosa non va. In effetti, ci sono molte malattie che possono portare a persistente febbre di basso grado..

Tuttavia, spesso un leggero aumento della temperatura corporea non ha cause patologiche e può essere compensato dall'uso di semplici rimedi naturali..

È difficile trovare la causa della febbre di basso grado, ma, in ogni caso, dovresti consultare un medico.

Rimedi naturali per la febbre di basso grado non patologica

Rimedi naturali come la fitoterapia possono essere utilizzati per combattere i sintomi causati dalla febbre di basso grado. Naturalmente, prima di ricorrere a uno di questi rimedi, è necessario consultare il proprio medico..

Tra le piante medicinali utilizzate in caso di temperatura subfebrilare, le più importanti sono:

  • Genziana: usata per la febbre intermittente di basso grado, questa erba contiene glicosidi e alcaloidi amari, che le conferiscono proprietà antipiretiche.

Usato come decotto: 2 g di radici di genziana vengono bollite in 100 ml di acqua bollente, lasciate in infusione per circa un quarto d'ora e quindi filtrate. Si consiglia di bere due tazze al giorno.

  • Salice bianco: contiene, tra le altre sostanze attive, derivati ​​dell'acido salicilico che hanno lo stesso effetto antipiretico dell'aspirina.

Il brodo può essere preparato portando a ebollizione un litro di acqua contenente circa 25 grammi di radice di salice bianco. Far bollire per circa 10-15 minuti, quindi filtrare e bere due o tre volte al giorno.

  • Tiglio: utile come antipiretico associato, il tiglio contiene tannini e muco.

Viene utilizzato sotto forma di infusi, che vengono preparati aggiungendo un cucchiaio di fiori di tiglio a 250 ml di acqua bollente, seguito da infusione per dieci minuti e filtrazione, puoi bere più volte al giorno.

Temperatura con ARVI: cosa succede, quanto dura, se è necessario abbattere?

Una temperatura leggermente elevata o elevata con ARVI è una reazione protettiva del corpo volta a distruggere i virus. Il suo verificarsi è un segno che l'immunità sta combattendo l'infezione, che è, nella maggior parte dei casi, la febbre può essere definita un fenomeno positivo. Tuttavia, ci sono sfumature di cui essere consapevoli..

Cause e sintomi di ARVI

Infezione virale respiratoria acuta (ARVI) - una malattia infiammatoria del tratto respiratorio - causa più di 300 tipi di virus. Molto spesso questi sono i seguenti agenti patogeni:

  • adenovirus;
  • rhinovirus;
  • virus respiratorio sinciziale;
  • virus della parainfluenza (differisce in un decorso più lieve rispetto all'influenza);
  • virus dell'influenza.

Questi agenti patogeni sono virus pneumotropici. Senza il loro ingresso nel corpo umano, lo sviluppo di ARVI è impossibile. Altrimenti, stiamo parlando di un raffreddore o di un'altra malattia, ma non di un'infezione virale.

La fonte del virus è una persona infetta, raramente un animale (per alcuni ceppi). Puoi essere infettato da goccioline trasportate dall'aria, attraverso una stretta di mano, abbracci, baci e oggetti domestici. Un bambino viene spesso infettato quando viene baciato dai portatori del virus, dopo di che si pulisce la guancia con la mano e si tira in bocca.

I sintomi di ARVI sono i seguenti:

  • naso che cola, congestione nasale, starnuti;
  • dolore e mal di gola;
  • arrossamento della gola;
  • aumento della temperatura corporea;
  • muscoli e articolazioni doloranti;
  • mal di testa;
  • linfonodi ingrossati;
  • lacrimazione, dolore agli occhi;
  • intossicazione;
  • debolezza.

A volte con ARVI, si osserva solo la febbre, senza altri sintomi. Ciò può indicare un tipo specifico di patogeno. Ad esempio, sul virus respiratorio sinciziale, che nella maggior parte dei casi non provoca un raffreddore, o sul virus della parainfluenza: è caratterizzato da manifestazioni respiratorie sotto forma di voce rauca e tosse.

La febbre senza naso che cola è anche presente con l'influenza: invece, c'è la bocca e la gola asciutte con la tosse. Con un ARVI innocuo, la temperatura viene spesso mantenuta nell'intervallo 37-38,5 gradi. Questo è abbastanza per combattere il virus. L'influenza, di regola, è più acuta: la temperatura è più alta - circa 39 gradi. Tuttavia, questo sintomo non può essere considerato differenziale. I medici parlano solo della tipicità di un forte aumento della temperatura a 39-40 gradi e dell'assenza di un raffreddore come possibili sintomi di influenza. È impossibile fare una diagnosi accurata senza test di laboratorio..

Se la febbre dura più di tre giorni senza sintomi catarrali (naso che cola, tosse, raucedine, mal di gola), vale la pena sospettare non ARVI, ma un'altra malattia. Prima di tutto, tubercolosi, polmonite o infiammazione in altri organi, possibilmente distanti dal rinofaringe.

Inoltre, le infezioni virali respiratorie acute dovrebbero essere distinte da morbillo, difterite, mal di gola e scarlattina. Per un medico competente, la diagnostica non è difficile, ma una persona normale non può farlo. Pertanto, se sospetti che questo non sia solo ARVI, ma l'influenza, dovresti chiamare un medico.

Riassumiamo. Devi stare attento se il paziente ha:

  • alta temperatura da 39 gradi;
  • insufficienza respiratoria (difficoltà respiratoria, triangolo nasolabiale blu);
  • fischio durante la respirazione;
  • sintomi di intossicazione (nausea, vomito, diarrea) - possono indicare rotavirus (leggi di più sull'infezione intestinale qui);
  • grave infiammazione delle tonsille - caratteristica dell'angina e della mononucleosi;
  • un aumento della temperatura poche settimane dopo un rapporto non protetto con un nuovo partner, il contatto con un'epatite malata, l'iniezione endovenosa con una siringa non sterile può indicare un'infezione da HIV o epatite: i sintomi dell'infezione dopo il periodo di incubazione sono simili all'ARI.

Perché la temperatura aumenta con un'infezione virale

Nella fase iniziale della malattia, i virus che sono entrati nel corpo umano si moltiplicano nella "porta d'ingresso dell'infezione": nel naso, nella faringe e nella laringe. Pertanto, compaiono sintomi respiratori: naso che cola o secco, sudore, mal di gola, tosse secca. In questa fase, la temperatura corporea è normale..

Dopo che il virus entra nel flusso sanguigno e rilascia tossine (prodotti della sua attività vitale), causando intossicazione in una persona. Si manifesta sotto forma di brividi, dolori e dolori muscolari. È in questo momento che si verifica l'attivazione dell'immunità, che produce anticorpi e provoca un fenomeno come un aumento della temperatura nell'ARVI. L'immunità riscalda il corpo per creare condizioni insopportabili per i virus. La massima produzione di sostanze antivirali da parte del corpo umano si ottiene ad una temperatura di 38,5 gradi Celsius. Se la temperatura sale oltre questo segno, allora non porterà più benefici nella lotta contro l'infezione, ma può danneggiare una persona.

Come risultato del lavoro del sistema immunitario, i microbi muoiono in 2-3 giorni e il tratto respiratorio viene eliminato con un naso che cola e una tosse umida con catarro. Se tutto è andato secondo questo scenario, ciò indica una risposta adeguata del corpo. In questo caso, il decorso della malattia ha una prognosi favorevole, se un'infezione batterica non si unisce a essa..

Valori di temperatura per ARVI

La temperatura durante un'infezione virale si ferma a valori molto diversi. Con un decorso debole della malattia, è basso e sale a un numero subfebrile di 37-37,9 e il terzo giorno inizia a placarsi. I sintomi catarrali con una forma lieve della malattia sono altamente sviluppati.

Con una gravità media della malattia, l'indicatore salta a 38-38,9 gradi. In questo caso, è più difficile per il corpo far fronte all'infezione da sola, quindi la temperatura può durare a lungo senza un'adeguata terapia sintomatica. Aumenta anche il rischio di complicanze, ma l'insufficienza respiratoria potenzialmente letale di solito non appare.

Se con ARVI la temperatura è di 39 gradi e oltre, ciò indica una forma grave (probabilmente dovuta al virus dell'influenza), nonché la probabile aggiunta di un'infezione batterica (se tale febbre è comparsa due o tre giorni dopo l'insorgenza della malattia). Con una forma grave della malattia, ci sono alti rischi di sviluppare complicanze, in particolare insufficienza respiratoria, disturbi cardiaci e sintomi neurologici. È necessaria la chiamata di un medico.

La temperatura che una persona avrà con ARVI dipende anche dalla forza della risposta immunitaria. Se l'immunità è indebolita o ci sono patologie, la risposta verrà cancellata: la malattia può procedere senza un aumento della temperatura o con lievi numeri subfebrilici di 37-37,2 gradi.

Se l'immunità è molto forte e può far fronte al virus senza febbre, allora non aumenterà o aumenterà leggermente. Di solito, con un'immunità eccellente, si osserva un decorso della malattia. Tuttavia, ciò non è possibile quando un certo numero di agenti patogeni, ad esempio il virus dell'influenza, entrano nel corpo. Molto probabilmente l'immunità forte risponderà ad alta temperatura..

Inoltre, una temperatura elevata (39-40 gradi) con ARVI, quando l'agente causale non è il virus dell'influenza o della parainfluenza, è più tipica per i bambini. La loro immunità e termoregolazione non si sono ancora completamente sviluppate. Pertanto, il corpo reagisce bruscamente a quei processi patologici che in un adulto causerebbero solo piccole deviazioni sul termometro.

Un articolo separato sul nostro sito Web è dedicato alle manifestazioni di temperatura nei bambini con ARVI. Lì puoi studiare il problema in dettaglio.

Quanto dura la temperatura con ARVI

Quanti giorni dura la temperatura con ARVI dipende dai seguenti fattori:

  • la forza della risposta immunitaria;
  • lo stato iniziale del corpo, la presenza di processi infiammatori paralleli in esso;
  • il tipo e la forza dell'agente patogeno;
  • in tempo iniziato o non iniziato il trattamento.

Di solito, con un'immunità normale e un trattamento adeguato, la febbre con la maggior parte dei patogeni dell'ARVI diminuisce in 2-5 giorni. Ma può essere ritardato ancora di più nel caso in cui il trattamento non venga eseguito o venga eseguito in modo errato o siano comparse complicazioni. Tuttavia, con l'influenza, il termometro mostra valori elevati per 5-7 giorni, con adenovirus - 7 giorni, con parainfluenza - 1-2 settimane.

Devo abbassare la temperatura con ARVI?

Con un'infezione virale, non è consigliabile abbassare la temperatura se non supera i 38,5 gradi. Questo fenomeno è progettato per distruggere i patogeni: non dovresti interferire con il corpo. Eliminando la febbre, eliminerai un fattore importante nella lotta contro i germi..

Tuttavia, se i valori sul termometro hanno superato i 38,5 gradi, è possibile ridurre in modo sicuro la temperatura. Questo viene fatto a causa del rischio di convulsioni, specialmente nei bambini. Nel caso in cui il paziente abbia già avuto convulsioni dovute all'aumento della temperatura, viene abbattuto, a partire da 38 o anche 37,5 gradi.

Paracetamolo, ibuprofene e altri antipiretici possono essere utilizzati per ridurre il calore in ARVI. Prendi una dose del farmaco, che dovrebbe impiegare circa un'ora per funzionare. Durante questo periodo, se la febbre è forte, la condizione può essere alleviata strofinando grandi linfonodi con una soluzione di aceto e acqua.

C'è un'altra funzione che vale la pena conoscere. Più forte è l'effetto tossico sul corpo delle tossine secrete dai virus, più alta è la temperatura. Pertanto, per motivi di riduzione, è possibile ridurre il carico tossico. Questo viene fatto con un clistere di acqua bollita calda e sale commestibile. Leggi come fare un clistere per abbassare la temperatura e perché non puoi usare acqua pulita in un articolo separato. Se gli antipiretici rimuovono la febbre a causa dell'azione artificiale sul centro della termoregolazione, un clistere detergente riduce la tossicosi dai prodotti di scarto dei virus, fornendo in tal modo un effetto terapeutico.

Perché la temperatura persiste dopo ARVI

Se dopo l'ARVI la temperatura è 37 o leggermente superiore, non dovresti farti prendere dal panico. Questo può essere un fenomeno residuo quando la termoregolazione non ha avuto il tempo di tornare alla normalità. I medici lo chiamano una coda di temperatura dopo ARVI. Può durare una settimana o può accompagnare una persona per 1-2 mesi. Tutto dipende dalla gravità della malattia iniziale e dalle caratteristiche individuali dell'organismo..

Se si sospetta che il corpo non sia tornato alla normalità, ad esempio, i sintomi residui (naso che cola, tosse, ecc.) Tormentano, quindi si consiglia di eseguire esami del sangue e delle urine. Mostreranno se un'infezione virale o batterica continua a rimanere nel corpo..

Se una temperatura leggermente elevata dopo l'ARVI è normale, perché, molto probabilmente, è associata a una coda di temperatura, quindi una temperatura ripetuta dopo l'ARVI, quando gli indicatori sono tornati prima alla normalità e poi sono aumentati di nuovo, indica una ricaduta, una nuova infezione o la comparsa di complicanze. Prima di tutto, stiamo parlando di complicazioni come lo sviluppo di un'infezione batterica sullo sfondo di un sistema immunitario indebolito. Un fenomeno simile è di solito caratteristico dal quarto al quinto giorno della malattia con un'infezione virale, ma può anche apparire in un secondo momento..

Conseguenze e complicanze dell'infezione virale

Tra le complicazioni e le conseguenze di ARVI, si distinguono:

  • disidratazione del corpo;
  • soffocamento (particolarmente pericoloso per i bambini piccoli, pertanto la loro respirazione viene costantemente monitorata e vengono prese misure urgenti se è difficile);
  • problemi con il lavoro del cuore e del cervello dovuti alla febbre alta;
  • miocardite;
  • shock tossico-allergico;
  • convulsioni;
  • lo sviluppo di un'infezione batterica (manifestata sotto forma di tonsillite, otite media, sinusite, bronchite o polmonite);
  • altre complicanze polmonari;
  • meningite ed encefalite;
  • neurite;
  • gonfiore del cervello;
  • sinusite cronica e sinusite (la condizione può persistere per mesi e ridurre la qualità della vita umana);
  • diminuzione temporanea dell'immunità;
  • esaurimento della forza del corpo;
  • debolezza, aumento della fatica;
  • morte (questo risultato è probabile con l'influenza).

Parliamo separatamente delle complicanze batteriche, perché sono più comuni. Esistono antibiotici profilattici per l'ARVI. La logica di tale terapia preventiva è che quando l'immunità viene indebolita dal virus nel corpo umano, i batteri vengono attivati, causando varie patologie (otite media, sinusite, tonsillite, ecc.). Tuttavia, gli antibiotici usati per prevenire le complicanze batteriche spesso portano a risultati disastrosi: la polmonite. Il fatto è che un antibiotico, anche con il più ampio spettro d'azione, non è in grado di far fronte a tutti i batteri che vivono nel corpo umano: uccide solo una parte. Di conseguenza, quei batteri sui quali non ha agito, avendo perso la concorrenza, iniziano a moltiplicarsi attivamente, causando la polmonite..

Trattamento di ARVI con febbre

Per ridurre il rischio di complicanze batteriche, è necessario, prima di tutto, trattare correttamente l'infezione virale. Il trattamento comprende le seguenti misure.

  1. Riposo a letto rigoroso fino al completo recupero. Negli adulti, complicazioni e un decorso prolungato dell'infiammazione si verificano spesso sullo sfondo di una malattia che non è stata trattata o trasferita alle gambe..
  2. Mancanza di correnti d'aria, ipotermia e surriscaldamento. La temperatura ambiente ideale è di +18 gradi Celsius. L'umidità dovrebbe essere alta. Garantire una buona circolazione dell'aria fresca, ventilando periodicamente l'ambiente.
  3. Per distruggere virus e batteri secreti dal paziente, la stanza è periodicamente quarzo a volontà. Non ci dovrebbero essere persone, animali e piante d'appartamento nella stanza al momento del quarzo. Non puoi guardare una lampada al quarzo senza speciali occhiali protettivi.
  4. La biancheria da letto, se il paziente suda, deve essere cambiata regolarmente in lavata e asciugata.
  5. Indicato una bevanda calda abbondante. Tè alle erbe, lamponi e altre bevande ai frutti di bosco, acqua di miele sono eccellenti.
  6. La dieta per la durata della malattia dovrebbe essere leggera, cibo - solo a volontà. È bene escludere dalla dieta prodotti a base di carne, piccanti, grassi, troppo salati, piccanti, in salamoia e tutto ciò che contiene conservanti.
  7. Gli antipiretici vengono assunti secondo le indicazioni se è aumentata una febbre alta o il paziente non può tollerare una febbre moderata.
  8. La vitamina C può essere assunta, sebbene la sua efficacia nella prevenzione e nel trattamento dell'ARVI non sia stata dimostrata.
  9. Non esistono sostanze chimiche antivirali specifiche contro la maggior parte dei patogeni dell'ARVI e gli antibiotici non agiscono su di essi. Un certo numero di ceppi di influenza sono trattati con farmaci speciali che possono essere prescritti e ottenuti solo da un medico..
  10. I farmaci volti ad aumentare l'attività antivirale del corpo, ad esempio "Anaferon", non hanno efficacia dimostrata. Inoltre, molti medici ritengono che il loro uso possa causare malattie autoimmuni in futuro..
  11. Il mal di gola viene sciacquato con decotti di quercia e corteccia di salvia, soluzione di sale di soda (è possibile aggiungere una goccia di iodio). Si raccomanda inoltre di aspirare pillole antinfiammatorie o usare spray antisettici.
  12. Il naso che cola e la congestione nasale vengono eliminati con spray e gocce. Farmaci efficaci basati sulla pianta del ciclamino, che trattano anche la sinusite avanzata. Anche le soluzioni di sale marino sono popolari. Prima di sciacquare il naso con soluzioni medicinali, se è bloccato, puoi gocciolare il vasocostrittore.
  13. Per le vie respiratorie è indicata l'inalazione con erbe e olii essenziali..
  14. Gli antistaminici e i decongestionanti sono usati se c'è un naso che cola grave o gonfiore delle mucose che rende difficile la deglutizione e la respirazione.
  15. Gli analgesici sono indicati in caso di forti mal di testa. Hanno anche un effetto antinfiammatorio nell'ambito della terapia sintomatica..

Leggi anche in un articolo separato sui casi di ARVI senza febbre.