Sinusite cronica (rinosinusite cronica)

La rinosinusite cronica è una malattia comune in cui continua un processo infiammatorio prolungato della mucosa nasale (12 settimane o più).

Galkin Alexey Vladimirovich

Aggiornato l'08 / 04.2019 alle 12:57

La rinosinusite cronica è una malattia comune in cui continua un processo infiammatorio prolungato della mucosa dei seni paranasali (12 settimane o più).

Differenze tra rinosinusite cronica e acuta

La rinosinusite cronica è caratterizzata da un lungo decorso, di solito senza un forte aumento della temperatura. Una condizione acuta è sempre accompagnata da febbre alta, inizia inaspettatamente e presenta sintomi dolorosi più pronunciati.

I principali sintomi della rinosinusite cronica:

  • rinorrea;
  • violazione della respirazione nasale, sensazione di gonfiore al naso;
  • sindrome postnasale (accumulo o drenaggio del muco nella gola, necessità di tossire muco);
  • gonfiore e gonfiore dei tessuti molli di guance, palpebre, naso, fronte;
  • deterioramento (assenza) di odore, gusto.

Inoltre, con l'infiammazione cronica, può apparire una tosse con dolore radiante (radiante) nell'orecchio, nella mascella superiore, nei denti.

Altri sintomi di rinosinusite cronica:

  • otalgia (dolore all'orecchio);
  • dolore che si diffonde alla mascella e ai denti superiori;
  • gola infiammata;
  • tosse (può peggiorare di notte);
  • alitosi (odore putrido);
  • fatica;
  • nausea.

Quando vedere un dottore

Prendi un appuntamento con il tuo medico se i sintomi della sinusite durano 7 giorni o più.

Consulta urgentemente il tuo medico per i seguenti sintomi:

  • calore;
  • gonfiore, arrossamento delle palpebre;
  • forte mal di testa;
  • coscienza alterata (confusione);
  • cambiamenti nella visione (doppia visione o ridotta acuità visiva);
  • difficoltà a muovere la testa.

Le cause dell'infiammazione cronica

Il motivo principale per lo sviluppo dell'infiammazione cronica dei seni mascellari è una violazione del loro normale drenaggio. Ciò è dovuto a edema infettivo o non infettivo prolungato (allergia, edema farmacologico) nell'area dell'anastomosi mascellare o a una violazione della clearance mucociliare. Inoltre, lo sfondo per la formazione di infiammazione cronica sono ostruzioni anatomiche nel naso che interrompono il normale drenaggio (curvatura del setto, ingrossamento dei turbinati medi).

In totale, le principali cause di sinusite cronica sono:

  • gonfiore allergico prolungato della mucosa nasale;
  • frequenti infezioni respiratorie;
  • deformazione del setto;
  • ipertrofia dei turbinati medi;
  • edema anallergico prolungato (rinite medicamentosa);
  • infiammazione cronica nella parte superiore dei denti (parodontite, cisti odontogene);
  • corpi estranei (materiale di riempimento, materiale per il sollevamento del seno, radici dei denti, ecc.);
  • neoplasie nella cavità nasale o dei seni paranasali;
  • altre malattie: fibrosi cistica, reflusso gastroesofageo, infezione da HIV, condizioni di deficienza immunitaria.

Fattori di rischio

La rinosinusite cronica ha maggiori probabilità di svilupparsi se sono presenti uno o più dei seguenti fattori:

  • fumatori;
  • disturbo del sistema immunitario;
  • contatto frequente con sostanze irritanti (sostanze chimiche, fumo, sospensione di piccole particelle, polvere, allergeni).

Complicanze della rinosinusite cronica

L'infiammazione a lungo termine è pericolosa perché i seni sono vicini a strutture importanti come gli occhi e il cervello:

  • Meningite (infiammazione del rivestimento del cervello e del midollo spinale);
  • Sepsi. Infezione generalizzata;
  • Altre complicazioni infettive. A volte l'infiammazione si diffonde alle ossa (osteomielite) o alla pelle (cellulite);
  • Complicanze orbitali. Se un'infezione entra nell'orbita, può causare una riduzione della vista o cecità permanente..
  • Perdita parziale (o completa) dell'olfatto. Difficoltà a ottenere odori nella fessura olfattiva e infiammazione del nervo olfattivo può portare alla perdita temporanea o permanente della percezione dell'olfatto..

Diagnostica

Per identificare la forma cronica di rinosinusite, il medico dovrà intervistarti, condurre un esame fisico, una rinoscopia (esame con uno specchio nasale). Ma per determinare le tattiche del trattamento, saranno necessarie ulteriori ricerche..

Metodi diagnostici aggiuntivi:

  • Endoscopia. Un tubo flessibile e morbido (endoscopio) con luce a fibre ottiche consente al medico di vedere i passaggi nasali, l'area dell'anastomosi sinusonasale e talvolta l'interno dei seni nasali.
  • Tomografia a raggi X. Le immagini di tomografia computerizzata (CT) possono mostrare i dettagli dei seni mascellari e della regione nasale. Il medico determinerà il volume e la natura della lesione sinusale, valuterà la pervietà dei messaggi sinusonasali.
  • Semina dalla mucosa alla flora. Consente di scoprire la causa infettiva (se presente) dell'infiammazione del seno (funghi, batteri) e prescrivere il trattamento necessario.
  • Screening delle allergie. Se il medico sospetta che la condizione sia causata da un'allergia, sarà necessario sottoporsi a un test allergologico (rinocitogramma, donare IgE nel sangue, proteina cationica eosinofila).

Trattamento della rinosinusite cronica

L'obiettivo del trattamento è ridurre il numero di esacerbazioni della sinusite e ridurre o eliminare i sintomi della malattia. La terapia principale mira a migliorare il drenaggio dei seni paranasali, nonché a migliorare l'immunità locale delle mucose. Per fare questo, è necessario eliminare il blocco delle anastomosi sinusonasali, ridurre la viscosità della secrezione mucosa e condurre l'immunoterapia. A volte è necessario un intervento chirurgico per cancellare i seni.

Terapia farmacologica

Il primo stadio nel trattamento della rinosinusite cronica è la terapia conservativa..

Include:

  • Pulizia regolare della cavità nasale e dei seni con soluzione isotonica di cloruro di sodio (soluzione salina sterile).
  • Corticosteroidi topici nasali. Si tratta di spray nasali che aiutano a ridurre l'infiammazione e il gonfiore nell'area della fistola del seno, migliorare il drenaggio (mometasone, fluticasone, beclometasone).
  • Iniezione per inalazione nei seni nasali di una soluzione di antibiotici, corticosteroidi, mucolitici. L'uso di inalatori sinusali (inalatori Pari) consente di iniettare farmaci esattamente nei seni.
  • La somministrazione sistemica di corticosteroidi dà un forte effetto decongestionante e anti-infiammatorio, riduce i polipi nasali, migliora il drenaggio, ma ha gravi effetti collaterali con l'uso prolungato di farmaci.
  • Uso locale e sistemico di agenti antibatterici, antifungini. L'uso di agenti antimicrobici per la rinosinusite cronica infettiva consente di far fronte all'esacerbazione della malattia.
  • Immunoterapia: il tuo allergologo-immunologo può aggiungere farmaci immunosoppressori o antiallergici al trattamento della sinusite.

Chirurgia

Con bassa efficienza della terapia conservativa, è indicato il trattamento chirurgico della rinosinusite cronica. Ha lo scopo di eliminare l'ostruzione meccanica del drenaggio del seno (turbinato allargato, setto nasale deformato, restringimento anatomico dell'anastomosi del seno, polipo nell'anastomosi, ecc.), Nonché di pulire i seni da inclusioni estranee (corpi fungini, radici dei denti, materiale di riempimento, materiale per il sollevamento del seno), cisti, polipi.

Chirurgia del seno endoscopico

Per questa procedura, il medico utilizza un sistema ottico costituito da un tubo sottile con lenti di ingrandimento e una fotocamera che traduce l'immagine su uno schermo. Una buona visualizzazione dell'area operata, la possibilità di modificare l'angolo di vista offre una rimozione delicata e sicura dell'ostruzione all'uscita dal seno e consente anche di pulirla da inclusioni estranee.

Il trattamento chirurgico eseguito crea solo le condizioni per migliorare il drenaggio e la pulizia, pertanto è necessario continuare il trattamento postoperatorio per ottenere un effetto a lungo termine..

Prevenzione

Adottare le seguenti misure per ridurre il rischio di rinosinusite cronica:

  • evitare l'infezione del tratto respiratorio superiore;
  • ridurre il contatto con le persone che soffrono di malattie respiratorie (raffreddore, SARS);
  • se i sintomi di un raffreddore sono prolungati (7 o più giorni) - non ritardare il viaggio dal medico;
  • gestisci le tue allergie. Collabora con il tuo medico per tenere sotto controllo i sintomi;
  • evitare il fumo di tabacco, l'aria inquinata, cambiare i filtri nell'auto in tempo, pulire il condizionatore d'aria in tempo;
  • umidificare l'aria in casa a bassa umidità;
  • evitare l'ipotermia.

    Operazione per sinusite: tipi e periodo postoperatorio

    L'infiammazione dei seni mascellari (sinusite) è una malattia grave in cui vi è un danno alla mucosa. In una fase iniziale di sviluppo, è possibile utilizzare metodi conservativi per affrontare il problema. Inoltre, i farmaci vengono selezionati individualmente in ciascun caso, tenendo conto delle condizioni del paziente nel suo insieme..

    Se la terapia farmacologica non dà l'effetto desiderato, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico. Considera in quali casi non puoi fare a meno dell'intervento chirurgico, come prepararti per la procedura e anche familiarizzare con le tecniche chirurgiche utilizzate nel trattamento della sinusite.

    Quando è necessaria un'operazione per la sinusite?

    Non tutte le persone a cui è stata diagnosticata la sinusite hanno bisogno di un intervento chirurgico. L'operazione viene eseguita solo se il trattamento conservativo era inefficace o la malattia è così trascurata che un'ulteriore attesa è irta di gravi complicazioni.

    Le principali indicazioni per l'operazione sono le seguenti:

    1. Se viene rilevata una quantità significativa di contenuto purulento nei seni del paziente. Si raccomanda l'eliminazione delle secrezioni patogene con mezzi artificiali in caso di blocco completo dei dotti escretori. Un processo infiammatorio purulento è spesso accompagnato da un accumulo di pus nel seno. Nel tempo, il fluido dannoso inizia a esercitare una pressione sulla struttura ossea, che sviluppa un forte mal di testa. Di conseguenza, c'è un grave deterioramento del benessere in generale, se la malattia viene ignorata, aumenta la quantità di liquido patologico. Spesso il risultato di questa condizione è una svolta nei tessuti vicini con fuoriuscita di pus nel palato, nelle orbite, nelle mascelle e nel cervello..
    2. Con sinusite cronica, che è caratterizzata da un decorso prolungato e frequenti esacerbazioni. Il seno mascellare è uno spazio chiuso in cui vi è una piccola sezione escretoria, per questo motivo, qualsiasi processo infiammatorio non deve essere ignorato, poiché questo è irto di un peggioramento della malattia. L'infiammazione cronica del seno mascellare è una fonte comune di problemi nel funzionamento degli organi ENT. Sullo sfondo della costante infiammazione delle mucose nei seni paranasali, anche lenta, esiste la possibilità di sviluppare tutti i tipi di ulteriori formazioni tissutali: aderenze, polipi, cavità cistiche. Ciò porta ad un peggioramento della situazione, poiché c'è una graduale crescita di queste formazioni, che rende difficile rimuovere il pus dai seni. In tale situazione, l'intervento chirurgico è spesso l'unica via d'uscita..
    3. La presenza di anomalie congenite e di nuova formazione nei seni mascellari. I problemi congeniti comportano la presenza di formazioni cistiche e neoplasie, creste ossee e sporgenze, nonché anomalie nella struttura del setto osseo. Tutto ciò impedisce il normale deflusso di liquido dalle cavità nasali, che compromette anche la ventilazione. Se si eliminano le aree problematiche, è possibile riprendere le funzioni nei canali. Per quanto riguarda le anomalie acquisite, tutti i già elencati possono essere attribuiti a loro, ma oggetti alieni dovrebbero essere aggiunti ad essi. Ad esempio, se un bambino spinge piccoli oggetti nella cavità nasale, ma non possono essere rimossi. Durante l'inalazione, una piccola parte può entrare nel seno mascellare. Inoltre, il blocco del seno si verifica spesso durante il trattamento della fila mascellare. Qualsiasi oggetto estraneo intrappolato nella cavità del seno porta immediatamente allo sviluppo del processo infiammatorio.

    Preparazione preoperatoria ed esame

    Qualsiasi operazione viene eseguita solo se indicato. Prima di eseguire un intervento chirurgico per la sinusite, al paziente viene prescritto un esame appropriato. La diagnostica di laboratorio e strumentale è importante quando può essere necessaria un'operazione aperta.

    L'esame prima dell'intervento comporta l'esecuzione:

    • Radiografia dei seni mascellari. Quando una malattia diventa cronica, questa tecnica non è molto istruttiva. In questo caso, tale procedura consente solo di determinare preliminarmente le condizioni del paziente al fine di scegliere un metodo di trattamento per la sinusite. Inoltre, la radiografia viene utilizzata come metodo espresso sullo sfondo di una malattia che si presenta in forma acuta purulenta..
    • Tomografia computerizzata. Questa tecnica per la sinusite è più istruttiva e consente di comprendere più accuratamente il quadro clinico della malattia. Tale diagnostica consente di ottenere immagini strato per strato di cavità problematiche. Dopo la TAC, il medico riceve dettagliatamente i dati sullo stato del seno, la presenza di oggetti estranei, i cambiamenti nelle mucose.
    • Ricerche di laboratorio Il paziente dovrà donare sangue e urina per analisi, così come la coltura batteriologica dai seni.

    La realizzazione di un'operazione per sinusite implica il rispetto di determinate condizioni:

    • Prima dell'intervento chirurgico, il paziente deve escludere malattie come la pielonefrite, la tonsillite e le esacerbazioni delle malattie croniche..
    • Le donne non dovrebbero avere le mestruazioni al momento della procedura.
    • Nel processo di trasporto di un bambino, un'operazione pianificata non è raccomandata. In casi estremi, può essere rimandato a un'altra volta..

    Le circostanze di cui sopra non sono prese in considerazione durante il periodo di un processo purulento acuto. In questo caso, la puntura dei seni viene ancora eseguita nell'area della fila mascellare..

    Tipi di operazioni per sinusite

    Molti pazienti a cui è stata diagnosticata un'infiammazione del seno si chiedono come sta andando l'intervento chirurgico. Conosciamo i metodi più comuni per eseguire interventi chirurgici.

    Punture e forature

    Questa tecnica è caratterizzata da esecuzione conveniente e alta sicurezza. Di solito, è necessaria una puntura sullo sfondo della sinusite acuta, in cui vi è un grande accumulo di secrezioni purulente. Con l'aiuto della puntura, è possibile liberarsi del fluido patologico nei seni mascellari, che vengono quindi trattati con un antisettico.

    Il vantaggio di tale operazione è che nel corso della sua esecuzione è possibile effettuare una dimissione per condurre un esame batteriologico. Ciò consente di identificare l'agente patogeno che ha innescato lo sviluppo della patologia, nonché di determinarne la sensibilità agli antibiotici. Ciò è necessario per prescrivere farmaci da utilizzare nel periodo postoperatorio.

    Procedura dettagliata dell'operazione:

    1. Prima di procedere con la procedura, i passaggi nasali del paziente vengono puliti. La pulizia è accompagnata da un accurato risciacquo con un antisettico. Questo aiuta a scovare il fluido dannoso nelle cavità. Quindi viene eseguita l'instillazione del naso con un farmaco vasocostrittore per ridurre al minimo il rischio di sanguinamento..
    2. Viene quindi iniettato un anestetico locale. La puntura viene eseguita utilizzando strumenti speciali: un ago spesso. In una sottile placca ossea adiacente alla parete nasale, l'ago può facilmente praticare un foro. Il pus viene rimosso con una siringa o un aspiratore. Inoltre, la cavità viene trattata con un antisettico.

    Come viene eseguita l'operazione di Luke Caldwell (sinusite) per la sinusite

    Questo tipo di operazione è nota da più di un anno e viene utilizzata con successo nel trattamento della sinusite. Questo intervento chirurgico viene eseguito con un accesso aperto, che consente al medico di eseguire in modo più accurato tutte le azioni richieste. Durante la procedura, tutte le formazioni estranee vengono rimosse.

    La preparazione all'intervento chirurgico viene eseguita per analogia con l'esecuzione di una puntura del seno mascellare. In questo caso, non solo l'anestesia locale, ma anche generale viene utilizzata per l'anestesia. La base dell'operazione è quella di entrare nella cavità del seno. L'accesso avviene attraverso la fossa mascellare o un punto situato sulla fila mascellare.

    Importante! Le mucose vengono rimosse per esporre l'osso e quindi il seno mascellare viene penetrato con strumenti speciali.

    Durante l'operazione, le cavità vengono pulite con la successiva rimozione di tessuti non necessari. Quindi i seni vengono lavati con una soluzione antibatterica. In alcuni casi, il passaggio naturale, anche dopo la completa pulizia, non è in grado di far fronte alle sue responsabilità dirette.

    In questo caso, il medico può decidere sulla formazione artificiale di un canale escretore aggiuntivo nel seno. Il foro viene portato nella cavità nasale. Inoltre, lo specialista può provare a riprendere forzatamente le capacità della funzione escretoria nell'anastomosi naturale. Alla fine della procedura, l'ingresso è chiuso con un lembo di tessuto.

    Esecuzione di antrostomia intranasale

    L'essenza di questa procedura è eseguire una pulizia di alta qualità dei seni mascellari. Quindi la cavità pulita viene disinfettata. L'operazione differisce dai metodi già descritti dalla scelta della zona per l'operazione. L'antrostomia antranasale comporta la penetrazione attraverso la superficie laterale all'interno della cavità nasale.

    Come vengono eseguiti gli interventi chirurgici del seno mascellare endoscopico?

    La chirurgia endoscopica è la tecnica più avanzata con molteplici vantaggi. Un tale intervento chirurgico aiuta a preservare le caratteristiche anatomiche e fisiologiche delle cavità. Questa procedura è minimamente invasiva e senza sangue. Se necessario, tale manipolazione può essere eseguita più di una volta in futuro..

    Con tutti i suoi vantaggi, questa tecnica presenta alcuni svantaggi. Tale operazione è piuttosto costosa a causa dei prezzi dei dispositivi ottici utilizzati per eseguire la manipolazione. Inoltre, attualmente è difficile trovare un medico che abbia le capacità per condurre un intervento endoscopico..

    Periodo postoperatorio

    Il periodo di recupero è una condizione importante per il recupero finale del paziente. Tanto dipende dalle cure adeguate durante la riabilitazione quanto dall'intervento stesso. Qualsiasi azione in questa fase deve essere prima coordinata con uno specialista. Non dovresti trattarti e usare farmaci che non sono prescritti dal tuo medico.

    Una persona dopo l'intervento chirurgico dovrebbe sistematicamente andare dal medico per un esame e cercare di controllare lui stesso le condizioni dei suoi seni. Durante questo periodo, è necessario prestare particolare attenzione alla propria salute. Nel periodo postoperatorio, è necessario agire in questo modo:

    • Prendi i farmaci prescritti regolarmente. In questa fase, il medico prescrive un trattamento con farmaci antinfiammatori, antibiotici, gocce nasali. È anche importante sciacquare i seni con soluzione salina e antisettici.
    • Visitare periodicamente un otorinolaringoiatra per esame.
    • Frequenta la terapia fisica. Nel periodo postoperatorio, il medico può raccomandare ultrasuoni, laser e terapia magnetica, ecc..
    • Controlla la tua salute: non raffreddare eccessivamente, evitare i raffreddori, poiché questo è irto di ricadute. È utile per la ripresa delle funzioni corporee facendo frequenti passeggiate all'aria aperta.
    • Durante la riabilitazione, è necessario escludere alcol e sigarette..
    • Si consiglia di sottoporsi a un ciclo di terapia in un sanatorio e assumere vitamine.

    Importante! In futuro, l'insorgenza di infiammazione può essere facilmente prevenuta se si ricorre sistematicamente all'aiuto di misure preventive. Se aderisci alle raccomandazioni mediche, puoi prevenire lo sviluppo di conseguenze negative dopo il trattamento chirurgico della sinusite.

    Possibili conseguenze e controindicazioni

    A volte dopo l'intervento chirurgico possono svilupparsi complicazioni della sinusite, come:

    • sanguinamento pesante;
    • ridotta funzione visiva;
    • cambiamenti nelle preferenze da far venire l'acquolina in bocca;
    • sensazione di intorpidimento nella fila mascellare.

    Per evitare il verificarsi di tali spiacevoli complicazioni, è necessario seguire esattamente tutte le prescrizioni del medico e scegliere uno specialista altamente qualificato per l'operazione..

    Vale la pena notare che la chirurgia per la sinusite ha alcune controindicazioni per l'esecuzione. È vietato operare su pazienti:

    • con disturbi nel lavoro del sistema endocrino, dei vasi sanguigni e degli organi ematopoietici;
    • nel recente passato ha subito un intervento chirurgico;
    • con processi infettivi che sono stati identificati prima della procedura.

    Inoltre, le restrizioni allo svolgimento dell'operazione sono permanenti (assolute) o temporanee (valide solo per un determinato periodo). Solo un medico può decidere quanto opportuno l'intervento chirurgico in ciascun caso specifico.

    Trattamento chirurgico della sinusite: tipi di operazioni e indicazioni per

    Spesso, la sinusite viene diagnosticata in pazienti che hanno sofferto di una malattia respiratoria acuta o soffrono di rinite cronica. La malattia è una complicazione ed è difficile da trattare con i farmaci. Sullo sfondo del processo infiammatorio, una persona sviluppa meningite, osteomielite, sepsi o ascesso cerebrale. Per risolvere il problema e prevenire l'insorgenza di un esito letale, i medici raccomandano ai pazienti di eseguire una o l'altra operazione, in particolare, fare una puntura del seno mascellare.

    Sinusite e sue caratteristiche

    La sinusite è un processo infiammatorio localizzato nei seni mascellari paranasali mascellari. I sintomi della malattia sono:

    • Difficoltà respiratoria nasale;
    • scarico di secrezioni mucose mescolate con pus;
    • forte dolore vicino al setto nasale;
    • edema pronunciato del viso nella zona interessata;
    • aumento della temperatura corporea entro 38-40 °.

    Se il processo non viene diagnosticato nella fase iniziale, il paziente sperimenterà le complicazioni sopra descritte, inclusa la funzionalità renale compromessa e lo strato muscolare medio del cuore..

    Con la sinusite, c'è un'infiammazione nei seni mascellari (mascellari), che a volte si estende ai seni frontali

    Come mostrano la pratica medica e i dati dell'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), ogni anno gli otorinolaringoiatri diagnosticano il 10% dei casi di sinusite acuta o cronica dal numero totale di pazienti che hanno cercato assistenza medica. Nei neonati e nei bambini in età prescolare, la malattia si verifica raramente. Ciò è dovuto all'incompletezza della formazione e dello sviluppo dei seni paranasali. In futuro, la sinusite si verifica con la stessa frequenza sia negli uomini che nelle donne (indipendentemente dall'età).

    In quali casi è indicato il trattamento chirurgico?

    Se il trattamento farmacologico non è stato avviato in anticipo, il medico prescriverà un intervento chirurgico. L'intervento chirurgico è indicato nelle seguenti situazioni:

    1. Dopo il corso del trattamento antibiotico, la malattia continua a progredire..
    2. I trattamenti conservativi disponibili sono falliti.
    3. Il medico ha diagnosticato la fase iniziale dello sviluppo di complicanze derivanti dall'accumulo di liquido purulento nei seni.
    4. Le cisti si sono formate all'interno dei seni mascellari, la cui crescita porterà al verificarsi di complicanze intracraniche.
    5. A causa di anomalie nella struttura del setto nasale (curvatura, violazione dell'integrità, tumori), l'infezione si diffonde ai tessuti molli adiacenti e agli organi interni.
    6. Diagnosi sinusite cronica chiusa.

    L'obiettivo perseguito dal medico quando prescrive un intervento chirurgico è quello di purificare i seni da secrezioni muco purulente, migliorare il drenaggio (ripristinare la respirazione nasale) e sopprimere l'attività vitale dell'agente patogeno.

    Tipi di operazioni moderne

    Il trattamento chirurgico della sinusite può essere effettuato in diversi modi:

    • operazione classica aperta;
    • terapia laser;
    • chirurgia endoscopica;
    • foratura.

    La scelta di un metodo specifico dipende dalla gravità delle condizioni del paziente e dalla presenza di malattie concomitanti. Tuttavia, negli ultimi 10 anni, gli interventi chirurgici endoscopici minimamente invasivi hanno guadagnato particolare popolarità..

    Un endoscopio medico è un dispositivo inserito attraverso le aperture naturali di una persona allo scopo di diagnosticare o curare malattie, in modo che dopo l'intervento chirurgico non vi siano cicatrici o altri difetti esterni sul corpo

    Metodo di puntura o puntura del seno mascellare

    Il paziente non ha bisogno di alcun addestramento speciale prima della procedura. A seconda delle sue condizioni, l'operazione viene eseguita in regime ambulatoriale o in ospedale.

    L'anestesia locale viene utilizzata per l'anestesia, ma l'anestesia generale è raccomandata per i bambini e gli adolescenti con forme avanzate di sinusite..

    Le indicazioni per la puntura dei seni mascellari sono:

    • sospetto di sinusite (scopo diagnostico);
    • pompaggio delle secrezioni mucose infette (scopo terapeutico).

    Il medico esegue l'operazione in ufficio. Per l'anestesia, ricorrono a bagnare il tampone in una soluzione anestetica, seguito dall'installazione nei passaggi nasali. Per questo motivo, l'area principale della pelle e dei tessuti interni nell'area della puntura diventa insensibile.

    La puntura (puntura) è uno dei metodi più antichi per il trattamento della sinusite.

    Quando l'anestesia è efficace, il medico inserirà un ago lungo e sottile nel canale nasale inferiore o medio e quindi forerà la cavità mascellare. Usando una siringa, pompare il contenuto purulento. Se il compito è determinare il tipo di patogeno, parte dell'essudato risultante (secrezioni) viene inviata al laboratorio per l'analisi della microflora.

    La puntura dei tessuti del seno mascellare viene eseguita con uno speciale ago cavo, attraverso il quale la secrezione purulenta viene successivamente pompata

    Lo stadio finale dell'operazione è il lavaggio dei seni con una siringa o un catetere. Quest'ultimo rimane nella cavità durante l'intero periodo di recupero successivo. Per l'irrigazione, utilizzare soluzione salina, Iodinol, Nystatin. Per consolidare l'effetto terapeutico, il medico prescrive un ciclo di terapia antibiotica per una o due settimane..

    Se, durante il trattamento chirurgico, il medico ha commesso errori tecnici, il rischio di sviluppare complicanze come flemmone dell'orbita, edema della guancia e otite media, il paziente aumenta.

    Chirurgia endoscopica

    L'intervento chirurgico di tipo parsimonioso, che prevede l'introduzione del dispositivo attraverso aperture naturali, non richiede il ricovero in ospedale del paziente. Le indicazioni per la sua nomina sono:

    • accumulo purulento nei seni mascellari;
    • ripristino della pervietà naturale dei passaggi nasali (normalizzazione della respirazione).

    Nota! I vantaggi del metodo sono meno traumi (fisici e psicologici) per il paziente durante il trattamento e una riduzione del periodo di riabilitazione..

    Il processo di trattamento della sinusite mediante un endoscopio richiede da 30 a 90 minuti

    La procedura non richiede una preparazione preliminare del paziente e viene eseguita in un ufficio di otorinolaringoiatria. A seconda dell'indicazione medica, è consentito eseguirlo in anestesia generale o locale, ma più spesso viene utilizzato un tampone imbevuto di soluzione anestetica per l'anestesia. Dopo l'inizio dell'anestesia, il medico inserisce contemporaneamente un endoscopio (un tubo sottile dotato di videocamera e illuminazione) e uno strumento chirurgico, come un bisturi, nel passaggio nasale.

    Collegando il dispositivo a un computer, il medico riceve un'immagine ingrandita del processo sul monitor. E poiché le attrezzature moderne sono piccole, puoi dirigerle con precisione verso la destinazione senza influire sui tessuti sani. Quando viene raggiunto l'obiettivo finale, viene praticata una foratura e l'essudato viene espulso..

    Il metodo classico ma più pericoloso

    La chirurgia a cielo aperto è un modo radicale di trattare la sinusite. I medici vi ricorrono solo quando assolutamente necessario, quando è impossibile superare la malattia con altri metodi.

    Per un intervento chirurgico, il paziente deve essere ricoverato in ospedale e deve essere effettuato un esame medico approfondito in anticipo. L'operazione comporta l'anestesia generale.

    La pulizia dei seni mascellari viene eseguita:

    • sezionando i tessuti nella cavità orale sotto il labbro superiore dal lato interessato;
    • dissezionando i tessuti facciali e praticando fori nella fronte.

    Le indicazioni per la chirurgia sono:

    • sinusite odontogena;
    • diffusione dell'infezione al cervello e al tessuto osseo;
    • la formazione di tumori di natura maligna;
    • trauma.

    L'operazione è di competenza del chirurgo, mentre è assistito da un importante otorinolaringoiatra. Dopo aver eseguito tutte le manipolazioni e la completa rimozione dell'essudato, l'incisione eseguita viene suturata.

    Oggi le operazioni in questo modo sono estremamente rare.

    La durata della riabilitazione è direttamente correlata alla complessità del caso clinico e alla quantità di lavoro svolto.

    Rimozione laser

    Il tipo di trattamento chirurgico presentato si riferisce a operazioni minimamente invasive e viene eseguito in combinazione con l'uso di un endoscopio. Uno speciale diodo o laser al neodimio viene utilizzato per trattare la mucosa interessata..

    Prima di iniziare la procedura, il paziente viene lavato con i seni mascellari. Fallo secondo Proetz con il metodo del movimento. La gente chiama il metodo "cuculo". Migliore e migliore è lo specialista che pulisce i seni, migliore sarà il risultato finale..

    L'anestesia locale viene utilizzata per evitare che il paziente provi disagio e dolore..

    L'essenza dell'operazione è trattare la mucosa danneggiata con un laser. A causa dell'effetto dell'alta temperatura che emana dal raggio, su di esso si formano microburn, che una persona non sente. Di conseguenza, dopo la completa guarigione delle lesioni, la membrana diventa più densa e non rimangono cicatrici. Pertanto, il lume delle vie aeree si espande (aumenta) e il gonfiore scompare.

    La chirurgia laser mini-invasiva per la sinusite è più appropriata nei casi lievi e come prevenzione del suo sviluppo

    L'operazione viene eseguita in qualsiasi fase dello sviluppo della sinusite, il risultato finale in ogni caso sarà positivo. Il paziente non è ricoverato in ospedale e la procedura può essere eseguita il giorno della visita in regime ambulatoriale.

    Vantaggi della chirurgia laser per la sinusite:

    • completa assenza di sanguinamento;
    • condotta indolore;
    • l'assenza della probabilità di lesioni;
    • decorso rapido e indolore del periodo postoperatorio;
    • sterilità assoluta;
    • rapido recupero della mucosa.

    Attenzione! L'operazione per la sinusite utilizzando un laser non viene eseguita in pazienti a cui sono state diagnosticate formazioni tumorali o malattie del sangue.

    Per un completo recupero, il paziente deve sottoporsi a non più di 10 sessioni di terapia, che possono richiedere fino a 3 settimane.

    Cos'è la sinusite e cosa farne - video

    Possibili complicazioni e conseguenze per il paziente

    Indipendentemente dal tipo di trattamento chirurgico della sinusite prescritto dal medico al paziente, è presente il rischio di insorgenza e sviluppo di complicanze. Con interventi minimamente invasivi, sono meno comuni, ma in ogni caso è importante riconoscerli in tempo:

    1. Sanguinamento pesante ed esteso.
    2. Emorragia negli organi interni o nel cervello.
    3. Diffusione dell'infezione all'interno del corpo.
    4. Reinfezione dei seni mascellari.
    5. Diminuzione dell'acuità visiva.
    6. Mancanza di reazione alle papille gustative.
    7. Perdita dell'olfatto.
    8. L'aspetto delle fistole.
    9. Intorpidimento della mascella.

    Al fine di prevenire le complicanze, il trattamento dovrebbe:

    • effettuare una preparazione approfondita per l'intervento chirurgico;
    • osservare la sterilità e la tecnica per eseguire l'operazione;
    • seguire rigorosamente le raccomandazioni mediche durante i periodi preparatorio e postoperatorio.

    Nella maggior parte dei casi, non sorgono complicazioni, ma dovresti comunque affidare il trattamento solo a specialisti della massima categoria, che hanno una ricca esperienza pratica nel campo della chirurgia..

    Recensioni

    Dall'infanzia, ho sofferto di tonsillite cronica. Nell'adolescenza, quando ho compiuto 15 anni, la malattia si è trasformata in sinusite. A una ventina di anni è successa una coincidenza: avevo ipotesi sulla gravidanza e in quel momento si sviluppava la sinusite. Quando sono venuto dal dottore, mi ha offerto delle medicine, ma dopo avergli spiegato la situazione, mi ha prescritto una puntura dei seni mascellari. Quando sono arrivato alla procedura, avevo molta paura. Prima mi hanno dato l'anestesia, poi è stato inserito e lavato un ago molto lungo. Per tutto questo tempo ho sentito l'ago perforare le cartilagini del naso (c'era un caratteristico scricchiolio). Posso dire che non fa male, ma è terribilmente spiacevole. Dopo l'operazione, mi sono ripreso molto rapidamente, il pus è stato espulso e ho iniziato a respirare di nuovo attraverso il naso. Inoltre, ho ancora mantenuto la mia gravidanza..

    Ekaterina

    http://otzovik.com/review_902291.html

    Intorno al 2010, sono stato sopraffatto da una terribile sinusite. Il processo è stato avviato, il medico prima ha prescritto dei farmaci, poi mi hanno dato una puntura, ma dopo due mesi la malattia è tornata. Pensavo che avrei continuato la sinusite per sempre, fino a quando non avrei avuto un appuntamento in una clinica privata. Qui mi è stato offerto di eseguire il trattamento laser, ma prima ho dovuto essere esaminato da uno specialista che prescriverà il numero richiesto di sessioni. Ero già disperato, ma ho deciso di provare il mio destino per l'ultima volta. Il trattamento è stato effettuato in tre fasi, ciascuna a partire dal momento in cui è apparso un naso che cola. All'inizio erano necessarie 25 sedute, poi 17, alla fine 12. Era così che in un anno ho sconfitto la sinusite grazie alla chirurgia laser. Onestamente, il trattamento è costoso, ma non è necessario bere alcun antibiotico e non si sente affatto dolore.

    elena

    http://otzovik.com/review_2719183.html

    Ad un certo punto, ho notato che durante un naso che cola, ho forti mal di testa. Ho deciso di essere esaminato e sono andato a vedere l'ENT. Il medico ha ascoltato i reclami, valutato i sintomi e ordinato una radiografia. Mostra che i seni mascellari sono intasati, cioè la diagnosi era sinusite. È stata prescritta una puntura come metodo di trattamento. Sfortunatamente, dopo aver sopportato tutto il dolore e il disagio durante la procedura, ho iniziato ad avere sangue dal naso. Mi hanno messo un tampone addosso e mi hanno lasciato andare a casa. In generale, dopo il trattamento, non ho sentito l'effetto e sono rimasto con il naso che cola..

    Lena

    http://otzovik.com/review_1693813.html

    Quasi tutti i metodi chirurgici per il trattamento della sinusite comportano l'uso dell'anestesia. Il metodo radicale viene utilizzato dai medici solo come ultima risorsa, quando non c'è altra via d'uscita dalla situazione. Per non iniziare la malattia e non andare in ospedale, è necessario contattare un otorinolaringoiatra in modo tempestivo, anche se il sintomo è un semplice naso che cola e se il trattamento conservativo è inefficace, non aver paura di perforare i seni.

    Quali operazioni vengono eseguite per trattare la sinusite

    La sinusite è un'infiammazione dei seni paranasali, che può essere sia acuta che cronica. Questa malattia è la ragione per gli appelli più frequenti alla ORL. Nei bambini, le complicazioni si sviluppano rapidamente, mentre negli adulti questa condizione diventa cronica con frequenti ricadute. Oggi, il modo più efficace per trattare la sinusite è l'operazione, che viene utilizzata se i metodi della medicina conservativa non danno risultati..

    Indicazioni e controindicazioni

    L'operazione è indicata nei seguenti casi:

    1. La presenza di formazioni cistiche, la cui cavità è piena di essudato infetto.
    2. Diffusione incontrollata di infezione in tutto il corpo.
    3. Forma cronica di sinusite chiusa.
    4. Complicanze intracraniche.
    5. Complicanze causate da infiammazione nei seni paranasali, cioè di natura secondaria.
    6. Oggetti estranei che entrano nei passaggi nasali, causando una respirazione compromessa.

    L'operazione può essere controindicata in base alle condizioni generali del paziente. Ad esempio, nelle malattie del sistema endocrino, circolatorio o ematopoietico, dopo recenti interventi, in presenza di processi infettivi al momento dell'intervento. Le controindicazioni possono essere permanenti (assolute) o temporanee (valide solo per qualche tempo). La decisione sull'opportunità dell'operazione viene presa solo dal medico curante.

    La chirurgia viene eseguita per rilasciare i seni nasali per ripristinare la normale respirazione. Pertanto, durante l'operazione, i tessuti danneggiati, infiammati o infetti vengono rimossi. Questi includono cisti, polipi, un pezzo di osso o un oggetto estraneo.

    Oggi vengono utilizzati tre tipi di intervento chirurgico:

    1. Puntura del naso (puntura).
    2. Sinusoplastica con palloncino.
    3. Endoscopia.

    Puntura o puntura del naso

    È usato non solo per il trattamento, ma anche per la diagnosi della malattia. Il più delle volte eseguito da adulti, utilizzando l'anestesia locale. È indicato per i bambini solo in caso di malattia grave ed è eseguito in anestesia generale.

    La procedura non richiede una formazione speciale e può essere eseguita sia in ospedale che in regime ambulatoriale (nell'ufficio di un otorinolaringoiatra). Usando una pinzetta speciale, il medico inserisce un pezzo di cotone imbevuto di anestetico nel passaggio nasale. Quindi, attraverso il passaggio nasale inferiore o medio, viene eseguita una puntura (usando una siringa) del seno mascellare, il pus accumulato nei seni viene pompato e inviato per la ricerca di laboratorio. Successivamente, un catetere viene utilizzato per lavare i seni con soluzione salina (Nistatina, Iodinolo, sali di sodio).

    I lavaggi nel periodo postin vigore sono effettuati ogni giorno. A volte, per evitare lo sviluppo di infezioni secondarie, al paziente vengono prescritte due settimane di antibiotici. Le complicanze dopo l'intervento chirurgico sono rare e sono dei seguenti tipi: flemmone dell'orbita, gonfiore dei tessuti molli delle guance, ascesso, otite media.

    Sinusoplastica con palloncino

    È un metodo di trattamento efficace ed è meno traumatico rispetto all'intervento chirurgico classico. Lo scopo della procedura è espandere il lume naturale della fistola escretoria del seno mascellare usando un catetere a palloncino. Eseguito in anestesia generale e locale.

    La procedura è la seguente:

    1. Un filo guida speciale è collegato al catetere a palloncino monouso.
    2. L'anestesista tratta la mucosa nasale per alleviare la sensibilità.
    3. Un catetere viene inserito nei passaggi nasali sotto il controllo della tecnica endoscopica.
    4. Un catetere a palloncino viene inserito nel tubo guida e fissato (sotto osservazione attraverso un endoscopio) all'interno del seno mascellare.
    5. Il fluido pressurizzato viene iniettato nel palloncino, aumentando le dimensioni dell'uscita del seno.
    6. Il contenuto purulento del seno viene rimosso dall'apertura allargata.

    Al termine della procedura, il catetere a palloncino viene sgonfiato e estratto dal passaggio nasale.

    Catetere Yamik

    Questo metodo, come altri, mira a rimuovere il muco che si è accumulato nei seni. La secrezione viene rimossa alternando il livello di pressione, quindi una soluzione antisettica o antibatterica viene iniettata nei seni nasali.

    Il catetere yamik è costituito da un bracciale e un corpo (palloncino), che sono compatti e facili da usare. Questo dispositivo presenta i seguenti vantaggi:

    • non richiede preparazione del paziente;
    • tratta molte patologie ORL di diversa gravità;
    • adatto per il trattamento di malattie otorinolaringoiatriche pediatriche.

    È importante che non ci sia dolore durante l'operazione..

    Chirurgia endoscopica

    Per eseguire manipolazioni con un endoscopio, è necessaria una formazione adeguata. Include procedure:

    1. TAC.
    2. Esame citologico.
    3. rinomanometria.
    4. Test degli odori.

    I risultati di questi studi ci consentono di identificare la causa della malattia, determinare lo stato delle vie aeree interne del naso e delineare il piano di trattamento ottimale..

    Dopo aver preparato l'operazione, il medico inserisce un endoscopio nel naso del paziente, che consente agli specialisti di monitorare l'avanzamento dell'operazione e, se necessario, registrarlo in video. Attraverso un'incisione nella pelle del viso, il chirurgo rimuove le formazioni che interferiscono con il normale processo di respirazione. La durata della procedura è di 1-1,5 ore e dipende dalla professionalità del medico. Le operazioni endoscopiche vengono eseguite in presenza di un otorinolaringoiatra.

    Trattamento laser

    La terapia laser viene eseguita in regime ambulatoriale in più fasi. Le procedure vengono eseguite a intervalli regolari di 14-20 giorni.

    L'eliminazione della sinusite con un laser è dovuta all'effetto delle alte temperature sulla mucosa del seno. Allo stesso tempo, le micro-ustioni, impercettibili per il paziente, rimangono su di essa, che, durante il processo di guarigione, contribuiscono alla compattazione della mucosa in completa assenza di cicatrici. Oltre ad aumentare il lume delle vie aeree e ad alleviare la respirazione, il laser elimina l'edema dei tessuti molli.

    L'effetto terapeutico del laser si verifica con l'aiuto di un flusso luminoso di bassa intensità. Enzimi speciali, assorbendo energia luminosa, assicurano l'assorbimento di ossigeno attivato da parte delle cellule. Ciò innesca importanti processi biochimici nel corpo che rinnovano le membrane cellulari.

    Dopo aver ricevuto un impulso energetico, vengono attivate le difese del corpo, espandendo i capillari e migliorando la microcircolazione del sangue. A causa della saturazione delle cellule con sostanze nutritive, il processo di rigenerazione dei tessuti è accelerato, il ripristino delle funzioni della superficie interna del naso è accelerato.

    Dopo il completamento della terapia laser, la mucosa nasale viene completamente ripristinata, inoltre, quando si utilizza questo metodo, non è necessaria la terapia antibiotica postoperatoria.

    Operazione Caldwell-Luke

    Questa operazione extra nasale di Colwell-Luc è considerata radicale e viene eseguita utilizzando microscopi a lunga messa a fuoco, endoscopi ad alta rigidità e strumenti microchirurgici. Il vantaggio del metodo è che fornisce il massimo accesso per la completa rimozione di tessuti patologicamente alterati.

    Viene eseguito in anestesia locale e generale. Quando si esegue un'operazione secondo la tecnica Caldwell-Luke, il seno mascellare viene aperto attraverso la parete anteriore. Il contenuto del seno (masse necrotiche, tessuti patologicamente alterati, polipi, secrezioni purulente) vengono puliti, le cellule reticolari vengono aperte e il seno viene lavato con una soluzione speciale.

    L'operazione dura da 2,5 a 3 ore. Entro due giorni, il paziente deve essere in ospedale per l'osservazione postoperatoria. Il seno è collegato con un tampone di garza imbevuto di un antisettico per prevenire complicazioni e possibili sanguinamenti.

    Trattamento postoperatorio

    Dopo che il paziente è dimesso dall'ospedale, per prevenire complicanze e recidive, il medico prescrive l'uso di:

    • antistaminici;
    • terapia antibatterica;
    • glucocorticosteroidi nasali;
    • soluzione di sale marino per irrigare i seni.

    Per 30 giorni, non è consigliabile mangiare cibi piccanti, caldi, grossolani o freddi, è vietato sollevare pesi, ipotermia, fitness, nuoto, corsa. Pericoloso in questa fase di recupero e raffreddore. Un mese dopo l'intervento chirurgico, viene mostrata una visita alle località marine o alle grotte di sale per un periodo di 5-10 giorni. Una visita di controllo da un otorinolaringoiatra è prevista sei mesi dopo il trattamento chirurgico.

    Tuttavia, anche se vengono seguite tutte le raccomandazioni del medico, le possibili complicanze non sono escluse:

    • nevralgia post-traumatica;
    • infezione del seno o della cucitura;
    • violazione della conduzione degli impulsi nervosi (con danno al nervo trigemino);
    • formazione di fistole nel sito di incisioni o seni.

    Nonostante le possibili complicanze, non dovresti rifiutare l'operazione, poiché il rischio di complicanze che minacciano non solo la salute, ma anche la vita (infezione purulenta, ecc.), In assenza di trattamento.

    Quando e perché è necessario eseguire un intervento chirurgico per la sinusite

    Molti credono che la chirurgia per la sinusite cronica sia inevitabile. Ma i medici ricorrono all'intervento chirurgico in casi estremi. Esistono abbastanza farmaci di azione locale e generale, antibiotici di ampio spettro, progettati per alleviare tutti i sintomi acuti della malattia e curarla completamente.

    Diagnostica prima dell'intervento chirurgico

    Se il trattamento farmacologico in diverse varianti insieme alla fisioterapia non ha dato un risultato positivo, viene prescritta un'operazione. Prima di lei, è indispensabile sottoporsi a diagnosi ed esami. Dopo un esame iniziale con un rinoscopio, un medico ordinerà di solito una radiografia del seno. In assenza di patologia infiammatoria nei seni mascellari, l'intensità del colore è la stessa dell'area dell'orbita. Le macchie bianche nei canali del seno indicano la presenza di infiammazione e contenuto purulento..

    Sulla radiografia, lo scarico purulento è abbastanza chiaramente visibile, come il latte in un bicchiere, hanno chiari confini visibili. In questo caso, è possibile eseguire una puntura diagnostica del contenuto attraverso una puntura.

    Non ha senso eseguire una tale procedura se c'è solo gonfiore dei seni. I raggi X non sono sufficienti per identificarlo. È richiesta la tomografia computerizzata. Oltre a tali metodi diagnostici, viene anche prescritto un esame del sangue generale, che, secondo i leucociti elevati, mostrerà se si verifica un processo infiammatorio nel corpo.

    Quali interventi chirurgici per la sinusite vengono eseguiti

    Dopo la prima diagnosi di insorgenza della sinusite, vengono generalmente prescritti farmaci. Questi sono antibiotici e soluzioni antisettiche per il lavaggio. Con la bassa efficacia del trattamento con compresse e spray, è indispensabile un intervento chirurgico. Esistono diversi tipi di operazioni per la sinusite:

    • perforare;
    • endoscopia;
    • chirurgia tradizionale;
    • sinusoplastica con palloncino;
    • Catetere Yamik;
    • Operazione Caldwell-Luke;
    • laser.

    Come risultato di tali operazioni, i tessuti danneggiati e infetti, oggetti estranei, polipi e parti del tessuto osseo vengono rimossi per formare un foro che rimuove il muco. Il tipo di intervento dipende dalla gravità dell'infiammazione, dall'area in cui si verifica, dal tipo di tessuto rimosso.

    Puntura del seno

    Lo scopo principale di tale operazione è eliminare l'infiammazione, rimuovere pus e muco e diagnosticare il contenuto. La puntura medica consente di iniettare farmaci nei seni nasali che hanno un effetto terapeutico locale. Dopo l'anestesia locale, il medico perfora il setto tra il seno mascellare e il canale nasale con un ago. Una siringa è collegata all'ago e il seno viene lavato con soluzione salina.

    Il paziente si sporge in avanti e apre la bocca attraverso la quale fuoriesce la soluzione di muco. Quindi vengono somministrati antibiotici e antinfiammatori. In alcuni casi, uno speciale drenaggio o catetere viene inserito nel canale, attraverso il quale i farmaci vengono regolarmente iniettati nei seni parziali per diversi giorni, arrestando il processo infiammatorio e stimolando la guarigione dei tessuti.

    Endoscopia della sinusite

    Tale operazione è meno traumatica dell'intervento tradizionale. È meno probabile che causi complicazioni. L'endoscopia è indicata se gli antibiotici tradizionali non hanno funzionato per diverse settimane. Viene eseguito se il materiale di riempimento è entrato nei seni nasali dopo le procedure dentali, c'è una curvatura del setto nasale, un ispessimento significativo della mucosa, escrescenze o polipi nei canali nasali. Inoltre, se la TAC rivela una forma cronica di sinusite e il seno è completamente bloccato dall'edema, allora è meglio fare un intervento chirurgico endoscopico.

    Durante la procedura, una vista completa del seno viene eseguita utilizzando un endoscopio. Attraverso di esso vengono eseguite ogni sorta di manipolazioni chirurgiche: un bisturi, un laser viene eseguito, le escrescenze vengono raschiate.

    Tali manipolazioni vengono eseguite ambulatorialmente per 30-60 minuti. Dopo l'endoscopia, ci possono essere disagi nel rinofaringe per un paio di settimane, oltre a individuare. Per lavare le mucose, i pazienti visitano nuovamente il chirurgo. A volte vengono prescritti antibiotici e gocce di steroidi in aggiunta.

    Chirurgia tradizionale

    Questo metodo viene utilizzato per la sinusite grave, accompagnata da complicanze. L'operazione è prescritta:

    • se l'endoscopia non aiuta;
    • non è riuscito a superare la malattia con i farmaci;
    • è impossibile estrarre i frammenti rimossi con un endoscopio;
    • le complicazioni sono iniziate sulle ossa del cranio.

    A differenza della chirurgia endoscopica, i passaggi del seno infiammato sono completamente aperti. Viene praticata un'incisione attraverso il viso o la bocca per accedere al sito chirurgico. I contenuti patologici del seno vengono rimossi utilizzando uno strumento speciale. Un'operazione tradizionale viene eseguita per la sinusite in ambiente ospedaliero. Durante il periodo di riabilitazione, vengono prescritti antibiotici sistemici e vengono effettuati ulteriori esami alla dimissione..

    Operazione Caldwell-Luke (sinusite)

    Questa è un'operazione radicale se si stanno già verificando cambiamenti irreversibili nella mucosa sinusale, in particolare con sinusite cistica, fungina, odontogenica. L'operazione viene eseguita in piena anestesia. Sotto il labbro superiore, il medico esegue un'incisione sul lato del seno malato. Con un trapano o uno scalpello, uno specialista fa un passaggio nel seno, rimuovendo da esso contenuti mucosi e purulenti alterati.

    Laser per sinusite

    Il trattamento chirurgico della sinusite viene sempre più effettuato utilizzando un laser. Questo è un tipo di endoscopia. Attraverso l'endoscopio, viene introdotto un laser nel seno, che ha una frequenza rigorosamente definita. Queste sono onde luminose ad alta intensità. Questa radiazione colpisce le cellule che vengono riscaldate e bruciate..

    Il microburn superficiale non provoca dolore, riducendo significativamente il volume dell'infiammazione e del tessuto patologico. L'aerazione del seno migliora, il deflusso di liquidi attraverso le fistole del seno nei passaggi nasali viene ripristinato. Nel seno, la radiazione laser migliora la circolazione sanguigna, accelerando il processo di guarigione. Dall'esposizione al laser migliora l'immunità locale, che è in grado di superare completamente i batteri.

    Catetere Yamik

    Il metodo minimamente invasivo di trattamento chirurgico della sinusite è il catetere sinusale Yamik. Questo è un dispositivo di 3 tubi, un paio dei quali hanno i polsini. Per ridurre l'edema prima della manipolazione, i canali nasali sono trattati con vasocostrittori e farmaci antisettici. Un vuoto viene creato attraverso i polsini all'interno del seno, con l'aiuto del quale la secrezione purulenta viene evacuata verso l'esterno. Le soluzioni antisettiche vengono iniettate attraverso l'anastomosi aperta dopo l'operazione.

    Sinusoplastica con palloncino

    Nuova chirurgia a basso traumatico, ampiamente utilizzata per la sinusite. L'obiettivo principale è quello di aprire e ampliare i canali naturali tra i seni nasali e l'uscita al rinofaringe. Con l'aiuto di cateteri flessibili, viene introdotto un palloncino nella cavità del seno, che si gonfia, espandendo l'anastomosi. Quindi l'area infiammata può essere lavata dal muco e dalle secrezioni purulente. I canali naturali del naso non sono praticamente danneggiati durante tale operazione. Non ci sono difetti estetici dopo l'intervento chirurgico e nessun punto.

    Raccomandazioni dopo l'intervento chirurgico

    Dopo qualsiasi intervento chirurgico, è necessario attenersi alle seguenti raccomandazioni:

    • risciacquare i passaggi nasali con acqua di mare o soluzioni saline;
    • umidificare l'aria nella stanza;
    • usare antibiotici e farmaci vasocostrittori come indicato da un medico;
    • evitare l'ipotermia e il sovraccarico fisico.

    Con ricadute di sinusite, vale la pena prevenire la malattia. Dopo la sinusite, le operazioni si ripetono raramente, poiché gli interventi primari sono molto efficaci. Ma l'immunità dovrebbe essere rafforzata con vitamine, procedure di indurimento ed educazione fisica..