Possibili complicanze e conseguenze della polmonite (polmonite)

La polmonite è una delle malattie più pericolose: prima dell'avvento e dell'introduzione attiva di antibiotici, 8 casi su 10 di polmonite si sono conclusi con la morte. La terapia antibiotica ha in qualche modo migliorato il quadro statistico, riducendo la mortalità al 40% di tutti i casi. Tuttavia, questa cifra è estremamente alta e la ragione di ciò è il gran numero di gravi complicanze della polmonite..

Informazioni generali sulla polmonite

La polmonite è un'infiammazione del tessuto polmonare di origine virale, batterica o fungina. Molto spesso, l'infezione si verifica da goccioline trasportate dall'aria, meno spesso attraverso il flusso sanguigno da una fonte interna di infezione.

La malattia è acuta:

  • la temperatura corporea aumenta bruscamente;
  • è accompagnato da segni di intossicazione corporea (nausea, vomito, mal di testa);
  • dopo 4-5 giorni, inizia una forte tosse secca, che è accompagnata da dolore ai polmoni.

Il recupero avviene in 10-14 giorni. Tuttavia, ci sono casi frequenti di complicanze, cioè lo sviluppo di un processo patologico che non è direttamente correlato alla polmonite, ma è dovuto al decorso di questa particolare malattia nel corpo..

Cause di complicanze

Secondo le statistiche, quasi la metà delle persone che hanno avuto la polmonite hanno qualche tipo di complicazioni. Ecco perché la polmonite è considerata una malattia piuttosto pericolosa anche oggi, quando la terapia antibiotica consente di superare l'agente causale del processo patologico.

Sorge una domanda naturale: le azioni umane influenzano direttamente il rischio di complicanze? Secondo i medici, il grado di influenza della persona stessa sul benessere dell'esito del trasferimento di polmonite è molto alto, ma è più corretto parlare non solo del paziente stesso, ma anche delle tattiche di trattamento che sono determinate dal medico curante.

  1. Pertanto, la causa principale delle complicanze è un trattamento errato o prematuro. Possiamo parlare qui della prescrizione errata di farmaci e della mancata osservanza delle prescrizioni del medico da parte del paziente stesso..

Un aspetto importante è la sensibilità dei microrganismi agli antibiotici utilizzati. Lo sviluppo della resistenza agli antibiotici è un problema comune affrontato dalla medicina moderna nel contesto del frequente uso di farmaci antibatterici. Tuttavia, lo schema diagnostico corretto include l'esecuzione di una coltura di microrganismi e la loro sensibilità agli antibiotici, quindi il trattamento sarà efficace e mirato..

  1. La seconda ragione è la gravità del processo patologico stesso. La polmonite è unilaterale e bilaterale, rispettivamente, con polmonite bilaterale, il rischio di complicanze è maggiore, poiché il carico con un'estesa risposta infiammatoria sul sistema immunitario è maggiore. Inoltre, è importante la formazione di essudato purulento nei polmoni a causa di un drenaggio insufficiente..
  2. Infine, il sistema immunitario è influenzato dalle tossine prodotte dalla distruzione di microrganismi patogeni. Se l'intossicazione del corpo sullo sfondo della polmonite è forte, aumenta anche la probabilità di complicanze.

Pertanto, le cause delle complicanze possono essere suddivise condizionatamente in due categorie: la gravità della malattia e le tattiche di trattamento sbagliate..

Gruppi a rischio

Alcune persone sono più inclini a complicazioni da polmonite rispetto ad altre. Esistono molti fattori di rischio per le complicanze, ma sono tutti uniti da una ragione: una diminuzione delle difese del sistema immunitario.

Questo succede nei seguenti casi:

  • patologie del sistema immunitario, compresa l'infezione da HIV;
  • la presenza di gravi malattie somatiche;
  • cattive abitudini;
  • raffreddori recenti o precedenti operazioni;
  • assunzione di farmaci che sopprimono l'attività del sistema immunitario (ad esempio glucocorticosteroidi);
  • avitaminosi;
  • stress persistente o sindrome da affaticamento cronico.

Il gruppo a rischio comprende anche bambini e anziani. Il sistema immunitario dei bambini non è ancora stato completamente formato, quindi è difficile combattere gravi infezioni senza conseguenze sotto forma di complicanze e alcuni bambini hanno anche un'innata debolezza innata.

Nelle persone anziane, le difese del corpo sono indebolite a causa della naturale soppressione delle funzioni corporee e della presenza di malattie croniche nella maggior parte dei casi.

Tipi di complicanze

Le complicazioni dovrebbero prima essere classificate in due categorie: polmonare ed extrapolmonare. Il primo implica lo sviluppo di complicanze sullo sfondo della polmonite all'interno del sistema respiratorio, il secondo - al di fuori del sistema respiratorio.

Polmonare

Nonostante il fatto che una complicazione polmonare sia un processo patologico localizzato direttamente nei polmoni, è importante differenziarlo dalla polmonite, perché la complicazione non è la polmonite, ma associata ad essa solo per motivi eziologici, cioè per origine.

Sindrome ostruttiva bronchiale

L'ostruzione polmonare è più comune nei bambini e non negli adulti. Il processo stesso è un blocco dei bronchi a causa dell'infiammazione. La gravità del quadro clinico dipende dal grado di danno d'organo: con una lesione minore, la complicazione è quasi impercettibile, come con la polmonite, il paziente si lamenta di tosse, mancanza di respiro, rumore durante la respirazione.

  • prendendo broncodilatatori;
  • massaggio;
  • drenaggio prendendo una certa postura.

Empiema della pleura

L'empiema è un fenomeno patologico che altrimenti viene chiamato pleurite purulenta. Come suggerisce il secondo nome, la complicazione è l'accumulo di contenuti purulenti nella cavità pleurica dei polmoni. La complicazione procede sotto forma di 3 fasi consecutive:

  • essudativo (formazione diretta e accumulo di pus);
  • fibroso-purulento (una "borsa" si forma attorno al pus, nonché tasche purulente);
  • organizzazione (la cicatrizzazione della cavità pleurica porta al fatto che l'organo smette di funzionare completamente).

I sintomi di questa complicazione includono febbre, dolore toracico e respiro corto. Durante la diagnosi, il medico rileva una respirazione indebolita, un accorciamento del suono delle percussioni nel sito della lesione. La puntura mostra pus o contenuto nuvoloso.

Il trattamento a colpo sicuro dovrebbe includere il drenaggio del polmone dal pus, seguito dal trattamento con antisettici. La sicurezza della procedura è garantita dal controllo ad ultrasuoni. La terapia antibatterica viene eseguita utilizzando un ciclo di antibiotici per via endovenosa.

Se il corso della terapia è sfavorevole, potrebbe essere necessario rimuovere parte del polmone.

Ascesso polmonare e cancrena

Un ascesso, come l'empiema del polmone, è la formazione di pus nella cavità polmonare. Ma a differenza dell'empiema, una formazione purulenta non è coperta da tessuto cicatriziale, ma si rompe nei bronchi.

  • Nel primo stadio, quando si forma il pus, i sintomi includono una grave tosse secca, dolore toracico e febbre;
  • il secondo stadio, una svolta dell'ascesso, può essere riconosciuto dal rilascio di una grande quantità di espettorato purulento (verde e fetido), la cui quantità può raggiungere mezzo litro al giorno.

Il trattamento può essere suddiviso in eziologico e sintomatico. La terapia eziologica è un corso di antibiotici e drenaggio del pus attraverso un broncoscopio che utilizza antisettici e i farmaci per eliminare i sintomi e migliorare il benessere sono selezionati in base alle manifestazioni della patologia. Il piano di trattamento può includere antipiretici, droghe per intossicazione.

Se, a causa del processo infiammatorio, una parte del tessuto polmonare viene respinta, il processo patologico si chiamerà cancrena. È piuttosto difficile riconoscere la patologia, poiché i suoi sintomi sono identici alle manifestazioni di polmonite. La diagnosi viene eseguita dopo il rilascio dell'espettorato grigio-marrone con un marcato odore putrido. L'espettorato assegnato durante lo studio (sedimentazione) è diviso in 3 strati:

  • pus;
  • sangue;
  • particelle polmonari in decomposizione.

Ciò consente di effettuare la diagnosi corretta e rapida e iniziare il trattamento: assunzione di antibiotici, arrossamento dei polmoni attraverso un broncoscopio. Con la dinamica negativa durante la terapia, è necessario l'intervento di un chirurgo, che rimuove parte del polmone insieme alle costole. La cancrena polmonare è estremamente rara oggi..

Distruzione polmonare multipla

La distruzione multi-focale o multipla del polmone differisce da un ascesso in una sola cosa: il danno ai tessuti del sistema respiratorio con distruzione multipla ha molti punti focali.

La diagnosi e il trattamento sono identici alla terapia con ascessi.

Edema polmonare

L'edema polmonare è una complicazione molto grave e pericolosa della polmonite. Durante l'infiammazione, l'effusione fluida nella pleura porta al suo successivo accumulo. Il fluido nei polmoni interferisce con il loro funzionamento, quindi una persona ha un attacco. Secondo le statistiche, un attacco si verifica più spesso di notte, durante il sonno, il che lo rende ancora più pericoloso.

La patologia ha 4 gradi di gravità:

  • Stadio I (otek) - caratterizzato da mancanza di respiro e difficoltà respiratorie;
  • Fase II (al centro): si sente respiro sibilante durante la respirazione, la persona cerca riflessivamente di prendere una posizione, il che faciliterà la respirazione;
  • Stadio III (grave): la respirazione è possibile solo da seduti, il respiro sibilante diventa più forte;
  • Stadio IV (edema): sudorazione, debolezza fisica, stato di stress del paziente vengono aggiunti ai sintomi dello stadio precedente.

I medici di emergenza possono alleviare un attacco conducendo ossigenoterapia, dando ai pazienti broncodilatatori, glucocorticosteroidi.

Insufficienza respiratoria acuta

Il processo di sviluppo dell'insufficienza respiratoria acuta si verifica a causa di una violazione dell'afflusso di sangue ai tessuti a seguito del blocco dei bronchi.

  • tachicardia;
  • mancanza di respiro con mancanza di respiro;
  • dolore al petto;
  • scolorimento blu della pelle;
  • gonfiore delle vene nel collo.

Le cure di emergenza durante un attacco includono:

  • sdraiando il paziente su un fianco con la testa alzata;
  • rimuovere indumenti stretti;
  • fornire flusso d'aria;
  • in caso di perdita di conoscenza, è necessaria l'ammoniaca e la pulizia della cavità orale dal muco.

La rianimazione è necessaria in assenza di respirazione.

extrapolmonare

Le complicanze extrapolmonari possono interessare diversi sistemi corporei: cardiovascolare, nervoso, circolatorio.

Sindrome DIC

La sindrome da coagulazione intravascolare disseminata (DIC) è un disturbo della microcircolazione: la formazione di più coaguli di sangue e sanguinamento.

  • Una complicazione può essere riconosciuta in una fase precoce da più emorragie..
  • Più tardi, il quadro clinico include respiratorio, insufficienza renale e una diminuzione della pressione sanguigna..

La diagnosi è confermata da un coagulogramma, un esame completo delle urine e del sangue.

Shock tossico infettivo

Lo shock tossico infettivo è una conseguenza degli effetti dannosi sul corpo dei microbi, che sono diventati provocatori della polmonite. Il quadro clinico delle complicanze include:

  • danno a tre o più sistemi del corpo;
  • abbassamento della pressione sanguigna;
  • nausea, vomito, mal di testa;
  • eruzione cutanea su palmi e piedi, identificata come "pelle marmorizzata".

Di solito il paziente è cosciente, ma rimane inattivo: ha letargia, pallore della pelle.

Con shock tossico infettivo, è necessaria un'attenzione medica urgente.

Miocardite, endocardite, pericardite

La polmonite è causata da microrganismi che attaccano il tessuto polmonare. Ma a volte i patogeni della patologia possono anche influenzare il cuore. Il nome delle malattie dipende da quali tessuti del muscolo cardiaco hanno subito infiammazione:

  • pericardio (guscio esterno del cuore) - pericardite;
  • miocardio (muscolo cardiaco) - miocardite;
  • endocardio (rivestimento interno del cuore) - endocardite.

I sintomi delle malattie cardiache sono dolore toracico, gonfiore, sudorazione, tosse e debolezza. La diagnostica include ECG, EchoCG, monitoraggio della pressione, ultrasuoni. Più forte è l'infiammazione, più luminoso è il quadro clinico delle patologie.

Meningite

Gli agenti causali della polmonite possono causare infiammazione non solo del cuore, ma anche del rivestimento del cervello - meningite. I principali sintomi della meningite sono:

  • vomito che non allevia la nausea;
  • mal di testa.

Negli anziani, il quadro clinico è debole e nei bambini le manifestazioni descritte possono essere integrate da convulsioni..

Il modo più affidabile per confermare la meningite è una puntura lombare.

psicosi

Il catalizzatore per l'insorgenza di disturbi mentali è di solito una forte febbre, sullo sfondo del quale si verifica un disturbo mentale in un paziente, principalmente in età avanzata:

  • percezione inadeguata di te stesso e del mondo che ti circonda;
  • letargia o, al contrario, iperattività;
  • fobie;
  • allucinazioni;
  • disordini del sonno.

Il piano di diagnosi e trattamento è determinato dallo psichiatra.

Cuore polmonare acuto

Quando a causa dell'infiammazione dei polmoni si verifica uno spasmo dei bronchi e dei vasi sanguigni dei polmoni, si verifica ipossia nel corpo - carenza di ossigeno. In tali condizioni, il cuore inizia a contrarsi più spesso, cercando di compensare la mancanza di ossigeno nel sangue e l'aumento del carico sul muscolo riduce l'efficienza del suo lavoro. Questo fenomeno si chiama cuore polmonare acuto..

I segni della patologia includono:

  • fiato corto;
  • dolore al petto;
  • tachicardia;
  • gonfiore degli arti;
  • gonfiore delle vene nel collo.

Il piano diagnostico prevede numerosi studi su urina e sangue, ma gli studi più specifici sono:

  • analisi dei gas nel sangue;
  • ricerca per troponine-T e -I;
  • scintigrafia polmonare ventilazione e perfusione;
  • elettrocardiogramma.

Il trattamento prevede la fornitura di ossigeno al paziente attraverso una maschera speciale, l'assunzione di anticoagulanti, broncodilatatori, mucolitici. Diuretici possono essere prescritti per ridurre il volume del sangue circolante.

Sepsi

La sepsi nel suo quadro clinico è simile allo shock tossico infettivo. Sullo sfondo della sepsi, i microrganismi patogeni finiscono nel flusso sanguigno e circolano in tutto il corpo, interrompendo il lavoro dei sistemi per grave intossicazione.

I sintomi di questa complicazione si basano principalmente sull'avvelenamento del corpo con i prodotti di decomposizione dei microbi:

Inoltre, il paziente può manifestare ascessi in qualsiasi organo ed emorragia..

La diagnosi viene effettuata mediante inoculo di sangue per la sterilità. Il trattamento richiede antibiotici e, se necessario, ventilazione meccanica.

Il coma è il risultato di un processo patologico acuto o di un trattamento errato (assente). Il coma può derivare da:

  • febbre;
  • danno cardiaco;
  • rene;
  • infiammazione del rivestimento del cervello;
  • ipossia;
  • intossicazione.

Conseguenze delle complicanze

L'approccio sbagliato al trattamento o l'interruzione non autorizzata dell'assunzione di farmaci può portare non solo alle esacerbazioni sopra descritte, ma anche ad altre conseguenze:

  1. La bronchite cronica è una patologia, il cui sintomo principale sono gli attacchi di tosse permanenti, di cui è difficile liberarsi anche con un trattamento mirato.
  2. L'asma bronchiale è una malattia cronica, a seguito della quale lo spasmo dei bronchi e secerne una spessa secrezione che interferisce con il normale processo respiratorio. Pertanto, una persona è costretta a usare costantemente inalatori che alleviano il broncospasmo per un breve periodo..
  3. Fibrosi - se i tessuti sono danneggiati durante l'infiammazione, il corpo può "riparare" in modo indipendente il danno con l'aiuto di uno speciale tessuto fibroso. Ma se questo tessuto cresce, la funzione respiratoria viene inibita, il che influisce sia sul benessere di una persona che sull'attività di tutti i sistemi..
  4. La disfunzione del fegato e del pancreas e la disbiosi non sono il risultato della polmonite e delle sue complicanze, ma dei farmaci assunti. Gli antibiotici sono farmaci essenziali per una terapia efficace, ma come qualsiasi agente farmacologico, comportano rischi per la salute.

Prevenzione delle complicanze

La base per la prevenzione delle complicanze della polmonite è la corretta diagnosi e trattamento medico. Inoltre, si raccomanda di rispettare le seguenti prescrizioni dei medici:

  • osservare il riposo a letto durante la fase acuta della malattia e il più parsimonioso possibile (senza sovraccarico, sforzo fisico) - per 2-3 settimane dopo il recupero;
  • saturare la dieta con vitamine e microelementi;
  • evitare l'ipotermia;
  • rinunciare alle dipendenze;
  • osservare la psicoigiene e la psicoprofilassi.

Mantenendo un sistema immunitario attivo durante e dopo la malattia, il rischio di sviluppare queste complicanze polmonari ed extrapolmonari può essere significativamente ridotto..

Conclusione

Pertanto, la polmonite è una malattia pericolosa proprio a causa dell'elevato rischio di conseguenze fatali per la vita e la salute. Avendo informazioni su come procedono, come riconoscerli e come trattarli, è possibile fornire assistenza tempestiva, regolare il trattamento o fermare un attacco.

Domande semplici sulla polmonite. Come notarlo in tempo, come farsi vaccinare e cosa accadrà se non curato

Nonostante il fatto che negli ultimi anni l'incidenza della polmonite sia stata mantenuta allo stesso livello, questa malattia è considerata abbastanza insidiosa. Molte persone lo trovano durante una normale fluorografia annuale in clinica. Prima della stagione della SARS e dell'influenza, il medico di medicina generale del Policlinico della 4a città di Grodno Polina Kirko ha detto se è possibile vaccinarsi contro la polmonite, come viene rilevata e trattata e perché la malattia non può essere portata sulle gambe.

La polmonite è una complicazione dell'influenza?

- La polmonite è un processo infettivo e infiammatorio nei polmoni con danno agli alveoli. Si verifica sia dopo l'ARVI, quindi può apparire senza sintomi di ARVI e influenza.

Se la polmonite è causata da batteri, più spesso pneumococchi, allora inizia con sintomi vividi: il paziente avrà una temperatura elevata - 39-40 gradi, tosse, dolore toracico. In questo caso, la persona si sente immediatamente male, la sua pressione sanguigna diminuisce, possono esserci mancanza di respiro e insufficienza respiratoria. Se la polmonite è causata da un virus e può essere un adenovirus, un virus respiratorio sinciziale, un virus influenzale e una parainfluenza, la malattia può iniziare con sintomi di ARVI.

La polmonite virale, se non è influenzata, ha un decorso più cancellato: una persona potrebbe non avere la febbre alta, una tosse si manifesta gradualmente, anche il dolore toracico non appare immediatamente, ma c'è debolezza generale e malessere. La polmonite può anche essere causata da funghi, principalmente nelle persone con immunodeficienza o da agenti patogeni intracellulari: il micoplasma. Quest'ultimo provoca polmonite atipica.

In un adulto e in un bambino, la polmonite si manifesta allo stesso modo?

- Il modo in cui si manifesta la polmonite dipende dallo stato immunitario della persona. Nelle persone immunocompromesse, la polmonite è più grave e i sintomi non sono evidenti.

Un bambino non ha un riflesso della tosse come un adulto, quindi, nel caso di bambini con polmonite, iniziano immediatamente l'insufficienza respiratoria, la mancanza di respiro, la retrazione del torace durante l'inalazione, possono esserci un triangolo nasolabiale blu o pallido e un'alta temperatura. I bambini con polmonite potrebbero non avere subito la tosse.

Foto: Daria Buryakina, TUT.BY

In un adulto, tutti i riflessi sono ben sviluppati. Tuttavia, ora ci sono anche polmonite atipica, quando non c'è tosse e nulla disturba affatto una persona. Tale polmonite viene rilevata durante la fluorografia. I medici notano l'oscuramento dell'immagine dei polmoni e iniziano a esaminare ulteriormente la persona e curare.

Gli anziani hanno anche un decorso più sfocato della polmonite a causa della più debole risposta immunitaria del corpo. La loro tosse potrebbe non essere così pronunciata, la temperatura potrebbe anche essere bassa.

Come si ottiene la polmonite??

- Molto spesso, la polmonite è infettata da goccioline trasportate dall'aria. Ad esempio, qualcuno con polmonite starnutiva - e abbiamo inalato questo aerosol attraverso il naso o la bocca. Allo stesso tempo, una persona che non sa nemmeno di essere malata può diventare una fonte di infezione da polmonite..

Se una persona soffre di polmonite o meno dipende dal fatto che la sua immunità sia indebolita e dalla quantità di virus o batteri che ha inalato. Se la quantità di virus o batteri è grande, allora c'è un'alta probabilità di ammalarsi. Se è piccolo, il corpo può far fronte da solo a virus e batteri, perché abbiamo meccanismi di difesa riflessi: starnuti e tosse. E possiamo usarli per scacciare un virus o un batterio dal corpo nella fase iniziale..

Come viene diagnosticata in clinica?

"Viene eseguita una radiografia del torace per verificare la presenza di polmonite. Devi anche fare un esame del sangue generale e vedere se l'ESR, i leucociti sono elevati, se c'è un cambiamento nella formula dei leucociti (un aumento dei neutrofili di pugnalata). In un esame del sangue biochimico per la polmonite, aumenta il livello di proteina C reattiva. Se l'ESR non è notevolmente aumentato, c'è una leggera leucocitosi, ma non c'è tosse e mancanza di respiro, pressione sanguigna normale, quindi molto probabilmente non è la polmonite o il suo decorso atipico.

Con la polmonite, in caso di complicanze, potrebbero esserci cambiamenti nell'analisi generale delle urine: il numero di leucociti aumenterà e il livello di proteine ​​aumenterà.

La polmonite deve essere sempre trattata in ospedale o a casa?

- La polmonite viene trattata sia in ospedale che in regime ambulatoriale - tutto dipende dalla gravità della malattia. Esistono criteri maggiori e minori per la polmonite. Se il paziente ha almeno uno dei criteri principali, la persona viene inviata in ospedale. L'insufficienza respiratoria e la necessità di ventilazione meccanica, un aumento del danno polmonare di oltre il 50% in due giorni, shock settico, insufficienza renale acuta sono considerati criteri di grandi dimensioni. In ogni caso, le donne in gravidanza e le persone con gravi malattie concomitanti sono ricoverate in ospedale.

Se ci sono due piccoli criteri, il paziente è indicato anche per il trattamento ospedaliero. Piccoli criteri sono una frequenza respiratoria superiore a 30 respiri al minuto, una compromissione della coscienza, una saturazione di ossigeno nel sangue arterioso inferiore al 90%, un polso rapido, un numero di pressione superiore inferiore a 90 mm Hg, un danno polmonare bilaterale o multifocale. È molto importante che un medico in un policlinico presti attenzione alla frequenza respiratoria e alla pressione sanguigna del paziente..

Come viene trattata la polmonite?

- La polmonite è trattata con antibiotici. Naturalmente, è meglio fare una cultura dell'espettorato e scoprire a quali agenti patogeni e a quale antibiotico risponderanno. Ma il problema è che puoi aspettare una settimana per il risultato della semina e devi trattare una persona ora, perché con la polmonite, ogni giorno conta. Pertanto, la polmonite inizia a essere trattata con antibiotici ad ampio spettro. Se una persona non si sente meglio entro tre giorni, gli antibiotici vengono cambiati.

Quanto tempo ci vuole per ottenere la polmonite?

- La polmonite di solito soffre da una settimana a due. Dopo il recupero, potrebbero esserci ancora effetti residui nei polmoni e il focus della malattia stessa può richiedere fino a due mesi.

Perché la polmonite è pericolosa da portare in piedi?

- Se la polmonite non viene trattata, una persona può sviluppare complicanze. Ad esempio, un focus di suppurazione apparirà nei polmoni - un ascesso e l'infiammazione può anche andare alla pleura e inizierà la pleurite. A causa della polmonite, possono esserci insufficienza respiratoria, meningite, endocardite, glomerulonefrite (malattia renale associata a danno ai glomeruli) e, in uno stato trascurato, può essere fatale. A livello globale, circa il 15% dei bambini con polmonite muore prima dei cinque anni.

Se la polmonite è fatale dipende dallo stato del sistema immunitario della persona, da quanto sia difficile e se la terapia è iniziata in tempo. A causa della polmonite, ci sono anche gravi complicazioni come la sepsi e lo shock settico, quando il sangue è infetto, potrebbe esserci la sindrome DIC, quando una dissonanza tra coagulazione e liquefazione inizia nel sangue e una persona muore dal fatto che compaiono coaguli di sangue in tutti gli organi o emorragia.

È possibile essere innestati da esso?

- Gli agenti causali più comuni di polmonite sono pneumococco, haemophilus influenzae, micoplasma. Esistono vaccinazioni per pneumococco e Haemophilus influenzae. Sia i bambini che gli adulti possono essere vaccinati. Ai bambini, a seconda dell'età, vengono somministrate due o tre vaccinazioni, una adulta - una. Un vaccino antinfluenzale annuale è anche considerato una sorta di prevenzione della polmonite, perché è anche causata dall'influenza..

La vaccinazione contro le infezioni da pneumococco ed emofila a spese dei fondi del bilancio statale viene data alle persone a rischio: pazienti con immunodeficienze, bambini che spesso si ammalano, tutti coloro che sono registrati con un dispensario per gravi malattie croniche. Il resto può farlo a pagamento.

Durante la vaccinazione, una persona non dovrebbe avere malattie infettive, tutte le malattie croniche dovrebbero essere in remissione. Prima della procedura, il medico esamina la persona e misura la sua temperatura corporea.

Come non avere la polmonite?

- Per i bambini, l'immunità materna è fornita dall'allattamento al seno, quindi è importante allattare per almeno un anno. Quindi i bambini si ammalano di meno e sono protetti da molte infezioni..

Per non avere la polmonite, è importante lavarsi costantemente le mani dopo il ritorno a casa dalla strada e dopo aver visitato luoghi affollati, lavarsi il naso con soluzione salina. È inoltre necessario evitare l'ipotermia, vestirsi per il tempo, spesso fare la pulizia a umido a casa, ventilare la stanza, smettere di fumare e non abusare di alcol. L'uso sistematico di alcol in dosi elevate riduce l'immunità.

Sintomi e conseguenze della polmonite avanzata

Le ragioni del corso avanzato di polmonite sono in ritardo alla ricerca di assistenza medica, che comporta conseguenze formidabili e talvolta fatali..

Il moderno livello di sviluppo dell'industria farmaceutica e la generale disponibilità di informazioni hanno portato al fatto che qualsiasi malattia del raffreddore inizia a essere curata da sola. La febbre e la tosse non sono un motivo per cui molti visitano un medico. Pertanto, molte persone portano spesso varie forme di polmonite sulle gambe, il che contribuisce solo alla progressione della malattia..

A cosa porterà la trascuratezza del trattamento?

Il più pericoloso è l'inizio cancellato della polmonite, quando si sviluppa gradualmente una tosse, la temperatura non supera i 38 ° C. Qualsiasi medicinale contenente paracetamolo rimuove i primi sintomi di polmonite e la persona a volte continua a lavorare. Molti non sono nemmeno fermati da febbre alta e debolezza crescente. È categoricamente sbagliato in una situazione del genere iniziare a prendere i primi antibiotici che si presentano.

Ciò può causare le seguenti conseguenze indesiderabili:

  • forma cancellata della malattia;
  • resistenza patogena;
  • corso prolungato.

Anche uno specialista può avere difficoltà a cogliere il momento di transizione di un'infezione virale respiratoria o bronchite in polmonite. Solo un esame completo aiuterà a fare la diagnosi corretta e scegliere il trattamento giusto.

Sintomi di polmonite avanzata

È stato ripetutamente descritto che la polmonite si manifesta principalmente con tosse e febbre, ma questi non sono tutti sintomi. Le conseguenze dell'infiammazione progressiva del tessuto polmonare saranno un aumento delle manifestazioni di insufficienza respiratoria:

In questo contesto, la tolleranza all'esercizio diminuisce. Grave debolezza, mal di testa, apatia, perdita di appetito sono sintomi vividi di una forma avanzata di polmonite. Inoltre, è possibile osservare espettorato con strisce di sangue scarlatto o bordeaux..

Complicanze in questa forma di malattia

La polmonite continua non trattata si trasforma in uno stadio più grave con una massiccia diffusione del processo patologico. Le possibili complicanze della polmonite sono divise in due gruppi:

  1. Complicanze polmonari:
    • Pleurite: il sintomo principale è un forte dolore al petto quando si muove e si tossisce;
    • Empiema della pleura: la presenza di pus nelle cavità pleuriche richiede spesso interventi chirurgici minimamente invasivi;
    • Ascesso polmonare - fusione purulenta delimitata del tessuto polmonare, con diffusione del processo che passa nella cancrena polmonare;
    • Insufficienza respiratoria acuta e sindrome bronco-ostruttiva - se non vengono fornite cure urgenti, portare alla morte.
  2. Complicanze extrapolmonari:
    • Shock tossico infettivo - si verifica a causa del rilascio massiccio di eso- ed endotossine del patogeno nel sangue;
    • Miocardite non specifica, endocardite e pericardite - infiammazione del muscolo cardiaco e dei tessuti circostanti, con conseguente insufficienza cardiaca;
    • Meningite e meningoencefalite - i cambiamenti infettivi nelle membrane e nei tessuti del cervello, sono estremamente difficili da trattare;
    • Sepsi: si verifica quando l'agente infettivo stesso entra nel flusso sanguigno, il trattamento è possibile solo in terapia intensiva.

La velocità e la frequenza di sviluppo di gravi conseguenze dipendono dallo stato di immunità del corpo. Pertanto, la prevenzione più efficace è quella di rafforzare le proprie difese e il rinvio tempestivo agli specialisti quando compaiono i sintomi iniziali della polmonite..

"La polmonite bilaterale si è sviluppata in due giorni." Come sono stato trattato per il coronavirus

Il 37enne moscovita Joseph K. (il nome è stato cambiato. - Ed.) Non sa esattamente come ha contratto il coronavirus, anche se in ogni fase i medici hanno chiesto in dettaglio con chi aveva avuto contatti nelle ultime due settimane e hanno contattato ciascuno dell'elenco. Quindi molte di queste persone dissero a Joseph che i dottori le chiamavano davvero, promettendo di venire e fare dei test.

Joseph è un uomo d'affari, spesso incontra una varietà di persone. Potrebbe succedere che uno dei partner in quel momento fosse asintomatico con la malattia. Forse ha contratto l'infezione attraverso l'insegnante di suo figlio, che è tornato di recente dall'Italia, tuttavia, la donna stessa non ha segni di infezione e test negativi per il coronavirus. O forse è la colpa del compleanno dei bambini, dove sono andati con tutta la famiglia e dove c'erano anche persone che erano in vacanza all'estero, nelle stazioni sciistiche.

- Questo è il problema, una persona può camminare per due settimane senza sintomi, diffondere il virus, mentre lui stesso non si ammala, - dice.

L'ambulanza è arrivata in otto minuti

Il primo ad ammalarsi fu il figlio di Joseph, poi lui stesso, e dopo il suo ricovero in ospedale - sua figlia e sua moglie. Joseph soffrì di più per la malattia. Tutto è iniziato con una tosse secca e una bassa temperatura - 37.2. L'uomo ha vissuto con questi sintomi per due giorni fino a quando la temperatura è salita a 38,7 gradi.

- Ho chiamato un'ambulanza perché non volevo andare in clinica da solo e infettare le persone intorno, se si tratta davvero di un coronavirus. Sono venuti da me con riluttanza. Dopo l'esame, si sono offerti di andare in ospedale. Ho detto che prima vorrei essere testato e poi decidere solo se ho davvero bisogno di essere isolato. Pertanto, era già stata chiamata una brigata speciale, che ha prelevato macchie da me e mio figlio.

Tre giorni dopo, Iosif ricevette una chiamata da Rospotrebnadzor e disse che aveva avuto un risultato positivo. Non c'erano informazioni sul figlio.

- Ho iniziato mentalmente a prepararmi per il fatto che mi avrebbero messo in ospedale. Penso che tra due ore forse arriveranno. Siamo arrivati ​​in 8 minuti. È stato uno spettacolo davvero impressionante: quattro persone in abiti da cosmonauta vengono a casa tua, compilano i documenti per un'ora e mezza e decidono dove portarti '', ricorda Joseph.

È stato ricoverato in ospedale. Quel giorno, i pazienti con coronavirus riempirono un intero piano dell'ospedale. Più tardi, l'uomo chiese ai dottori se c'erano pazienti seri tra i pazienti. Secondo loro, c'era un reparto con quattro donne anziane e un caso di gravità moderata, in tutti gli altri reparti c'erano anche giovani che erano stati curati per la polmonite..

"Ti infetterai a vicenda e poi insieme ti riprenderai"

C'erano altre tre persone nella stanza con Joseph, una delle quali non aveva alcun segno di coronavirus o altre malattie respiratorie. Giuseppe riferisce:

- All'inizio ero indignato, perché se c'è un dipartimento di malattie infettive, allora tutti dovrebbero essere isolati. Eravamo preoccupati che ci fossero persone che non erano affatto malate tra noi, e ora ci stiamo infettando di nuovo a vicenda. Dobbiamo rendere omaggio ai dottori e al loro cinismo professionale, hanno risposto alla domanda diretta: "Sì, tutti vi siete nuovamente infettati, vi riprenderete tutti insieme e vi lasceremo andare immediatamente".

Due giorni prima del ricovero, Joseph fece una radiografia dei suoi polmoni: erano puliti. All'ospedale, i polmoni sono stati nuovamente controllati, la TC è stata eseguita e si è scoperto che durante questo periodo si era sviluppata la polmonite bilaterale. Inoltre, la temperatura, la tosse, le articolazioni doloranti sono durate a lungo, ma in generale, dice Joseph, la malattia è proceduta comodamente, come l'ARVI.

Ogni giorno tre gruppi di operatori sanitari venivano nel reparto: nel primo - il medico curante, nel secondo - il terapista, nel terzo - il pneumologo. Sono stati trattati con due tipi di antibiotici: iniezioni e contagocce, facevano regolarmente CT, lui stesso prendeva farmaci che di solito trattano l'ARVI.

Joseph fu dimesso 12 giorni dopo, quando tutti i sintomi scomparvero. Tuttavia, non conosce ancora il risultato del test finale per Covid-19.

- Puoi scoprire solo un risultato positivo, e poi se ne sei stato informato. Non è possibile scoprire un risultato negativo, non è possibile ottenere documenti su questo. Al momento della dimissione, avevo quattro gruppi di test sottoposti solo all'ospedale stesso, cioè sangue più strisci. Il risultato era noto solo per il primo, consegnato il giorno successivo dopo il ricovero. Tutte le altre stampe sono etichettate. Tutti nel reparto furono dimessi in questo modo, senza risultati del test.

Avanti - 14 giorni in autoisolamento

Joseph ha contattato l'ospedale ma non ha ricevuto risposta: questi tre test sono positivi o negativi.

- Già a casa, dopo essere stato dimesso, hanno fatto due prove. Inoltre non riesco a scoprire i risultati: non riportano al telefono, perché queste informazioni sono protette, ma non posso venire, perché ai sensi del decreto, osserva.

Secondo le osservazioni di Joseph, la situazione con le analisi è ora generalmente confusa. Nella sua famiglia, i test positivi e negativi sono apparsi a caso.

- All'inizio ho dei positivi, ma mio figlio no, ma è quasi incredibile: le persone sono isolate, una è malata, l'altra è sana. Quindi, quando ero già dimesso, mia moglie ebbe improvvisamente un risultato positivo. Ma non aveva sintomi pronunciati come me. I medici vennero, fecero un secondo test, dissero che sarebbero arrivati ​​tra tre giorni e non erano venuti. Poi hanno detto che sarebbero venuti tra 10 giorni - neanche loro sono venuti - dice Joseph.

Ora l'uomo vive separatamente dalla famiglia. Secondo le regole, dopo essere stato dimesso dall'ospedale, deve trascorrere 14 giorni in isolamento e non uscire, anche per buttare la spazzatura o comprare cibo. Se necessario, è necessario contattare i volontari o ordinare la consegna.

- Non considero ciò che sta accadendo come un disastro, anche statisticamente non è così. Sono serio, ma calmo, con la testa fredda e tratto il coronavirus. Ma capisco anche quanto siano importanti la consapevolezza dei cittadini, la questione dell'isolamento personale e le azioni corrette dello stato. Ed è importante essere attenti alle tue condizioni. La polmonite da coronavirus si sviluppa rapidamente e inaspettatamente. Una persona inizierà a sentirlo quando ha già una condizione moderata e se salta un altro giorno o due, perché non vuole andare in ospedale, c'è il rischio di essere ricoverato in ospedale in una condizione grave e di ottenere immediatamente la ventilazione meccanica '', conclude..

Informazioni sulla pandemia di coronavirus nel canale del telegramma di Pravmir @pravmirru: ogni mattina - informazioni aggiornate e affidabili dai media e dai blog. sottoscrivi!

I primi sintomi di polmonite

Informazione Generale

Lo sviluppo della polmonite nei bambini e negli adulti è di natura infettiva e si verifica a causa dell'influenza di numerosi fattori, sia fisici che chimici. Durante lo sviluppo di questa malattia, si nota un processo infiammatorio nel tessuto polmonare..

Con la polmonite, gli alveoli sono principalmente colpiti, così come il tessuto interstiziale del polmone.

Il nome "polmonite" unisce un ampio gruppo di malattie, ognuna delle quali è caratterizzata da un quadro clinico specifico, eziologia, segni, parametri di laboratorio e caratteristiche del regime di trattamento.

La domanda su come la polmonite differisce dalla polmonite non è rilevante, poiché entrambi questi nomi definiscono una malattia simile.

Definendo il concetto di "polmonite", il termine "polmonite" dovrebbe essere evidenziato. Cos'è? Questo nome definisce le malattie associate a processi infiammatori non infettivi nei tessuti dei polmoni. Sullo sfondo di tali processi, di solito si sviluppa la polmonite di origine batterica, virale-batterica o fungina..

Nell'articolo considereremo i sintomi iniziali della polmonite nei bambini e nei pazienti adulti, nonché i motivi principali per lo sviluppo di questa malattia, i metodi di trattamento, la prevenzione delle complicanze.

Cause di polmonite

Le cause della malattia sono associate all'influenza di una serie di fattori. Gli esperti identificano le seguenti cause di polmonite:

  • complicanze dopo malattie virali (una conseguenza dell'influenza, raffreddori polmonari o ARVI);
  • esposizione a batteri atipici (agenti patogeni - micoplasma, clamidia, legionella);
  • l'influenza di vari composti chimici sul sistema respiratorio umano (gas e vapori velenosi);
  • l'azione delle radiazioni con un'infezione associata;
  • manifestazione nei polmoni di processi allergici (asma bronchiale, BPCO, tosse allergica);
  • effetti termici (ustioni o ipotermia delle vie respiratorie);
  • inalazione di cibo, liquidi o corpi estranei (si sviluppa polmonite da aspirazione).

Wikipedia indica che lo sviluppo della polmonite è associato alla presenza di condizioni favorevoli per la riproduzione attiva di microrganismi patogeni nel tratto respiratorio inferiore di una persona. Qual è la polmonite dei polmoni, la gente sapeva nei tempi antichi. L'agente causale originale della polmonite è il fungo Aspergillus, a seguito del quale gli esperti che hanno studiato le piramidi egiziane sono improvvisamente morti..

È accettata la divisione della polmonite in due sottospecie:

  • polmonite acquisita in comunità - si sviluppa a seguito dell'esposizione a un numero di agenti di origine infettiva e non infettiva al di fuori di un ambiente ospedaliero;
  • polmonite ospedaliera - si sviluppa a seguito dell'esposizione a microbi nosocomiali, che sono spesso resistenti agli antibiotici presenti nel regime di trattamento tradizionale.

Con la polmonite acquisita in comunità nei pazienti, si nota la seguente frequenza di rilevazione di vari agenti patogeni di origine infettiva (le informazioni sono riportate nella tabella).

Nome del patogenoTasso di rilevamento dei patogeni (media,%)
Streptococco (il più delle volte la morte per polmonite si nota con una malattia causata da questo patogeno)30,4
Micoplasma (il più delle volte causa malattia nei bambini e nei giovani)12.6
Clamidia (più comunemente causa polmonite nei giovani e nelle persone di mezza età)12.6
Legionella (colpisce principalmente le persone indebolite, dopo lo streptococco, il più delle volte la malattia causata da questo patogeno è fatale)4.7
Haemophilus influenzae (provoca lo sviluppo di polmonite nelle persone con disturbi cronici di polmoni e bronchi, nei forti fumatori)4.4
Enterobatteriacee (raramente infettano le persone con malattie gravi - diabete, insufficienza renale, epatica)3.1
Staphylococcus aureus (colpisce gli anziani, coloro che hanno complicazioni da influenza)0.5
Altri agenti patogeni2.0
Patogeno non identificato39.5

Se a un paziente viene diagnosticata la polmonite, il modo in cui trattarlo viene determinato in base al patogeno, alle malattie concomitanti, all'età del paziente, ecc. Nei casi più gravi, a seconda di come si sviluppa la malattia, viene prescritto un trattamento appropriato ed eseguito in ambito ospedaliero. Il decorso lieve della malattia non implica il ricovero in ospedale.

Sintomi di polmonite polmonare

Sintomi di infiammazione polmonare

I segni di polmonite sono spesso simili a quelli dell'influenza o del raffreddore comune. Come compaiono i sintomi del paziente dipende dall'origine della polmonite..

Con la polmonite batterica, è possibile lo sviluppo sia acuto che graduale dei sintomi. I segni di Aspen in questo caso sono: tremori, febbre, aumento della sudorazione, polso e respirazione rapidi, dolore acuto nella zona del torace e tosse che produce catarro denso, rossastro o verdastro.

Nel caso di un tipo di malattia virale, il paziente ha tosse secca, febbre, mal di testa e dolori muscolari, grave affaticamento, debolezza, respiro corto.

Nella polmonite, che si sviluppa a causa dell'azione del micoplasma, i sintomi sono simili a quelli dei tipi virali e batterici della malattia, ma, di norma, sono meno pronunciati.

I primi segni di polmonite

Al fine di consultare un medico in modo tempestivo e diagnosticare la malattia, è necessario sapere quali possono manifestarsi i primi segni di polmonite nei bambini, negli adolescenti e negli adulti. In genere, i primi sintomi della polmonite polmonare sono i seguenti:

  • aumento della temperatura;
  • manifestazione di mancanza di respiro e tosse;
  • brividi, febbre;
  • debolezza, stanchezza;
  • dolore al petto quando si tenta di fare un respiro profondo;
  • mal di testa.

Tuttavia, molto spesso i primi sintomi di polmonite negli adulti, così come i segni della malattia in un bambino, potrebbero non apparire così pronunciati - spesso le malattie virali sono asintomatiche.

Segni di polmonite in un adulto

Il modo in cui la polmonite si manifesta negli adulti dipende dal tipo di agente patogeno, dalla gravità della malattia, ecc. I segni caratteristici della polmonite negli adulti, lo sviluppo acuto del processo, la sua estensione e la probabilità di complicanze con una terapia impropria sono le ragioni principali per l'appello immediato dei pazienti agli specialisti. Il medico determina in ogni caso quali sono i sintomi della polmonite negli adulti: senza una temperatura o con una temperatura, il processo si svolge, ecc. Il trattamento prescritto dipende dai risultati dello studio.

I sintomi della polmonite in un adulto compaiono già nei primi giorni della malattia. I primi segni di questa malattia dipendono dal suo agente causale..

La tosse è il sintomo principale della polmonite. Di norma, all'inizio, la tosse durante i processi infiammatori nei polmoni è ossessiva, secca e appare costantemente. Tuttavia, a volte in casi più rari, nei primi giorni della malattia, la tosse è lieve, rara. Inoltre, nel processo di sviluppo della malattia, la tosse diventa più umida, mentre si verifica lo scarico dell'espettorato mucoso purulento, che ha un colore giallo-verdastro. Una tosse, così come un naso che cola, può apparire già nei primi giorni della malattia e durare per diversi giorni.

Un altro segno della malattia che si manifesta inizialmente è un aumento della temperatura corporea. Già all'inizio della polmonite, può essere molto alta e raggiungere i 39-40 gradi. Ecco come si sviluppano la polmonite radicolare e altri tipi di polmonite. Tuttavia, la temperatura (nel caso della SARS) può essere mantenuta a livelli subfebrilici: 37,1-37,5 gradi. Ma anche a tale temperatura, nel caso in cui il paziente abbia debolezza, malessere, tosse, il paziente dovrebbe assolutamente consultare uno specialista. Un altro sintomo grave è un ripetuto aumento della temperatura durante il decorso della malattia. Un altro segno di polmonite è la mancanza di efficacia dei farmaci antipiretici..

Dovrebbe anche essere preso in considerazione quali sintomi negli adulti senza febbre si possono osservare nei primi giorni dello sviluppo della polmonite..

Se sono interessati grandi volumi polmonari, il paziente può avvertire un respiro affannoso persistente, nonché una sensazione di mancanza d'aria. Con un respiro profondo, una persona avverte dolore, si nota anche una condizione simile durante la tosse. Il polmone non può far male perché manca di recettori del dolore. Tuttavia, la pleura è coinvolta nel processo patologico, che porta alla manifestazione della sindrome del dolore.

Già nei primi giorni della malattia, una persona ha un pallore pronunciato della pelle. Si notano anche numerosi altri sintomi: un forte deterioramento dell'appetito, debolezza, grave affaticamento, sudorazione attiva, brividi.

Va notato che qualsiasi malattia di origine virale non dovrebbe preoccuparsi per più di 7 giorni. Se, una settimana dopo l'inizio dell'influenza o del raffreddore, le condizioni del paziente sono peggiorate, questa è la prova dello sviluppo dell'infiammazione del tratto respiratorio inferiore.

Segni di polmonite in un bambino

È importante che i genitori sappiano quali sintomi di polmonite in un bambino dovrebbero allertarli, poiché nei bambini i segni di polmonite possono avere determinate caratteristiche. Il modo in cui la polmonite si manifesta nei bambini dipende dalle caratteristiche della malattia e dall'età del bambino. La polmonite infantile può svilupparsi se il bambino ha alcuni sintomi:

Aumento della temperatura corporea

Si può sospettare un processo infiammatorio se l'aumento di temperatura (oltre 38 gradi) dura più di tre giorni, mentre non è possibile abbatterlo con i farmaci convenzionali. Dovrebbe essere preoccupato per la temperatura, che non supera i 37,5 gradi, nei bambini piccoli. Soprattutto se si notano anche numerosi segni di intossicazione: un alto livello di sudorazione, debolezza, scarso appetito. Nel neonato, così come nei neonati, potrebbero non esserci salti bruschi nella temperatura corporea durante la manifestazione dell'infiammazione, poiché la loro termoregolazione non è ancora completamente perfetta e il sistema immunitario rimane immaturo..

Caratteristiche della respirazione

Nei bambini malati, la respirazione è molto frequente, superficiale. I bambini fino a 2 mesi al minuto fanno 60 respiri al minuto, i bambini sotto 1 anno - 50, quelli che hanno già 1 anno - 40. Di norma, con l'infiammazione, il bambino cerca arbitrariamente di mentire su un lato. Un altro segno può anche essere notato: dopo aver spogliato il bambino, i genitori possono notare che durante la respirazione dal lato in cui si trova il polmone malato, la pelle viene attirata tra le costole e il suo ritardo durante la respirazione. A volte il ritmo respiratorio del bambino è disturbato, si verificano le sue fermate periodiche e la profondità e la frequenza cambiano. I bambini più piccoli possono iniziare ad annuire al ritmo del respiro, gonfiare le guance e allungare le labbra. A volte scarico schiumoso dal naso e dalla bocca.

Comportamento del bambino

I bambini più piccoli con polmonite piangono e sono capricciosi, diventano letargici. Non dormono bene, non vogliono mangiare. Vomito e diarrea sono comuni, i bambini sputano, si rifiutano di allattare.

Un bambino può sviluppare non solo polmonite streptococcica, ma anche atipica. Quali sintomi possono apparire in questo caso dipende dal patogeno, dalle caratteristiche del decorso. Di norma, con una malattia provocata dalla clamidia e dal micoplasma, inizialmente la malattia si sviluppa come un raffreddore. Il bambino è preoccupato per la tosse secca, il mal di gola, il naso che cola. Inizialmente, la tosse può apparire a causa del sudore, successivamente la tosse si trasforma in una tosse dolorosa quando il bambino piange o mangia.

È importante considerare che in presenza di una serie di fattori (inquinamento dell'aria, azione di allergeni o sostanze chimiche), il bambino può sviluppare polmonite cronica, i cui sintomi compaiono periodicamente.

I primi sintomi della tubercolosi negli adulti

Il quadro clinico della tubercolosi è molto simile al quadro clinico della polmonite. Tuttavia, i primi segni di tubercolosi negli adulti sono talvolta lievi, crescono gradualmente. Si notano i seguenti primi segni di tubercolosi nei bambini e negli adulti:

  • una tosse che produce catarro che dura più di tre settimane;
  • emottisi;
  • un leggero ma prolungato aumento della temperatura;
  • diminuzione dell'appetito, perdita di peso;
  • grave affaticamento, irritabilità.

Se compaiono anche molti di questi sintomi, è necessario sottoporsi immediatamente alla ricerca e determinare la diagnosi..

Polmonite negli adulti, diagnosi

Se la malattia non viene rilevata in anticipo, le conseguenze negli adulti con polmonite possono essere molto gravi. In particolare, può svilupparsi una polmonite prolungata, provocando gravi complicazioni. È anche probabile una forma distruttiva della malattia con processi purulenti del tessuto polmonare. Pertanto, la diagnosi tempestiva è molto importante..

Il quadro clinico della malattia comprende le principali sindromi e sintomi caratteristici dei processi infiammatori. Pertanto, un'attenta valutazione dei sintomi del paziente aiuterà a diagnosticare la malattia. Il medico tiene conto di tutti i segni di come si manifesta la polmonite, cercando di notare le caratteristiche di tali manifestazioni.

Temperatura di polmonite

Il medico chiede e determina qual è la temperatura nei pazienti adulti, nonché qual è la temperatura nei bambini. Con la polmonite sia in un adulto che in un bambino, la temperatura è generalmente elevata e dura diversi giorni. Tuttavia, il medico tiene conto della possibilità di un decorso atipico della malattia, ovvero se una malattia infiammatoria può procedere senza temperatura. La presenza di una temperatura dipende dall'età del paziente e dalle caratteristiche del processo infiammatorio. Ad esempio, a volte i bambini possono avere una temperatura subfebrilare..

Ciò che la tosse si manifesta

Il medico intervista il paziente per determinare quanti giorni si manifesta questo sintomo, che tipo di tosse ha in un bambino o in un paziente adulto, se si sentono dolori al petto. Ciò tiene conto del fatto che la polmonite è possibile senza tossire. Se la malattia procede senza tossire, il medico concentra l'attenzione su altri sintomi, tenendo conto di tutto ciò che riguarda il decorso della malattia nel sondaggio.

Ricerche di laboratorio

Per confermare la malattia, viene eseguito un esame del sangue generale e biochimico. Uno studio di laboratorio generale sull'infiammazione dimostra una serie di cambiamenti: leucocitosi, aumento della VES, neutrofilia. Nella forma virale, il medico tiene conto del fatto che una tale infiammazione dei polmoni provoca un aumento del numero di leucociti dovuti ai linfociti.

raggi X

Viene eseguita la radiografia del torace, a volte le malattie polmonari nei bambini e negli adulti vengono determinate mediante tomografia computerizzata.

Inoltre, in un ospedale vengono praticati l'esame microscopico, l'analisi delle urine e la cultura dell'espettorato (con polmonite viene rilasciato espettorato giallo-verde).

Nei primi giorni della malattia, il medico può sentire piccoli rantoli gorgoglianti. I polmoni con infiammazione vengono ascoltati con uno stetoscopio. Tuttavia, se un bambino o un adulto sospetta la polmonite, è importante condurre l'intera gamma di studi per garantire un trattamento tempestivo e sapere chiaramente cosa fare con questa malattia..

Trattamento della polmonite

Uno specialista deve prescrivere un trattamento per la polmonite. Se il paziente cerca un medico in modo tempestivo, il trattamento della polmonite in un adulto e in un bambino ha successo. Come trattare e come trattare questa malattia dipende anche dal patogeno che ha provocato la malattia. È per il successo del trattamento che è necessario sapere chiaramente come inizia la polmonite e come riconoscerla..

Il medico prescrive eventuali farmaci dopo la ricerca, compresi test di laboratorio (leucociti, VES, ecc.).

Lo schema della terapia, la durata del trattamento, la necessità di collocare il paziente in un ospedale sono determinati esclusivamente dopo la diagnosi da uno specialista. Di norma, il trattamento della malattia dura 7-10 giorni. La durata del trattamento per la polmonite bilaterale in un adulto è determinata solo da un medico.

Il trattamento della polmonite può essere effettuato sia in ambito ospedaliero che a casa. Tuttavia, il trattamento domiciliare, così come il trattamento della polmonite con rimedi popolari, richiede un monitoraggio regolare delle condizioni del paziente: il medico e l'infermiere locale devono visitarlo costantemente. Le indicazioni dirette per l'ammissione di un paziente in ospedale sono alcuni punti. Questa malattia è la polmonite in un bambino del primo anno di vita, un grave decorso della malattia con una serie di complicazioni, una malattia gravata da manifestazioni somatiche, l'incapacità di trattare completamente una persona a casa.

Coloro che sono interessati a sapere se le persone muoiono di polmonite dovrebbero sapere che il maggior numero di decessi si verifica durante il trattamento di questo tipo di malattia a casa, senza consultare un medico. I bambini di età inferiore a 1 anno e i pazienti anziani devono essere ricoverati in ospedale senza problemi, dal momento che cosa fare della polmonite in questi casi può essere determinato solo da uno specialista. In tali casi, a volte potrebbe essere necessario un trattamento intensivo, ventilazione artificiale.

Cure essenziali per la polmonite

Affinché il trattamento della polmonite sia il più efficace possibile, il paziente deve ricevere cure individuali di alta qualità. Questo approccio ai bambini malati è particolarmente importante. È importante osservare rigorosamente il riposo a letto, per garantire la limitazione dell'attività fisica. Tuttavia, ciò non significa che una persona debba rimanere costantemente immobile: è importante cambiare posizione, muoversi. Dopo che un paziente con grave polmonite guarisce, non dovrebbe lavorare duramente per altri due o tre mesi..

Nel processo di trattamento della polmonite a casa, dovresti prestare particolare attenzione all'osservanza di tutti i requisiti, sia l'igiene personale che generale. L'alimentazione del paziente dovrebbe fornire tutte le esigenze del corpo, che sta combattendo la malattia. Il cibo dovrebbe contenere abbastanza calorie, cibi ricchi di una varietà di vitamine, cibi naturali. Un punto molto importante nella dieta del paziente è garantire una quantità sufficiente di bevanda. Il liquido utilizzato dovrebbe essere caldo e vario: tè al lampone, succo di mirtillo rosso, acqua minerale sono adatti. Di tanto in tanto puoi bere latte caldo con miele e soda..

In caso di febbre acuta, i pazienti che non presentano sintomi di insufficienza cardiaca dovrebbero bere circa 2,5-3 litri di liquido al giorno.

Il trattamento della polmonite nei bambini prevede un approccio speciale all'alimentazione. Il bambino dovrebbe essere offerto di mangiare spesso e poco a poco, preferibilmente allo stesso tempo offrendogli il suo cibo preferito. L'appetito del bambino viene ripristinato dopo la rimozione della condizione acuta. Nel processo di nutrizione, è necessario selezionare piatti a basso contenuto di carboidrati, che provocano processi di fermentazione nell'intestino. Il rispetto del regime di consumo di alcolici per i bambini è uno dei principi più importanti nella cura di un bambino malato. È necessario bere abbastanza per reintegrare la perdita di liquidi a causa della febbre alta e mancanza di respiro.

I pazienti con polmonite devono essere costantemente monitorati della funzione intestinale per prevenire flatulenza e costipazione. La stanza in cui si trova il paziente deve essere regolarmente ventilata per mantenere l'aria pulita. Un altro punto importante sulla via del recupero è la tosse attiva dell'espettorato. Affinché la tosse sia più efficace, puoi fare alcuni esercizi da esercizi di respirazione.

Trattamento farmacologico per la polmonite

Il trattamento della polmonite con antibiotici è una delle direzioni principali nel trattamento della malattia. È importante che gli antibiotici vengano prescritti al paziente in tempo, cioè non è necessario attendere il momento in cui il patogeno viene identificato. Tuttavia, la nomina di antibiotici per il paziente deve essere effettuata solo dal medico curante, in nessun caso i farmaci devono essere assunti da soli.

Se il trattamento della polmonite si verifica al di fuori dell'ospedale, spesso ai pazienti vengono prescritte penicilline, macrolidi e cefalosporine di prima generazione. La scelta del metodo di somministrazione di antibiotici dipende direttamente dalla gravità della malattia..

Se la polmonite viene trattata in un ospedale, al paziente vengono prescritte cefalosporine di terza generazione, penicilline con acido clavulanico, fluorochinoloni, aminoglicosidi, carbapenemi. Se l'eziologia della polmonite non è nota, può essere prescritto un trattamento di combinazione, in cui vengono utilizzati due o tre diversi antibiotici. L'efficacia del trattamento di questo disturbo con antibiotici può essere valutata dopo 36-48 ore. Se c'è un miglioramento della salute, la comparsa di appetito e l'assenza di dinamiche negative di polmonite, il risultato della terapia può essere considerato positivo..

Ma il trattamento della polmonite con antibiotici prevede anche l'assunzione di ulteriori farmaci. Quindi, questi farmaci vengono spesso utilizzati, il cui effetto comporta il ripristino della funzione di drenaggio dei bronchi. Questi sono farmaci aminofillina, beroduale, atrovent. Si consiglia inoltre di assumere farmaci che fluidificano la flemma e aiutano a migliorare il processo di espettorazione. Vengono anche usati quei farmaci che stimolano le difese dell'organismo - interferone, immunoglobuline, ecc. Ai pazienti con polmonite vengono anche mostrati alcuni metodi che aumentano la resistenza aspecifica del corpo. In questo caso, gli adattogeni sono efficaci: tintura di ginseng, estratto di eleuterococco, preparazioni di aralia, pantocrina, rodiola rosea, saparale. Sono usati nel dosaggio individuale due o tre volte al giorno. Tutti questi farmaci hanno un notevole effetto sul corpo umano. Rafforzano il sistema immunitario, stimolano i processi metabolici nel corpo, aiutano a rafforzare la resistenza di una persona a molte influenze negative, nonché all'influenza delle infezioni. Per ripristinare le difese dell'organismo, in alcuni casi, ai pazienti viene somministrata la gamma globulina, vengono prescritti complessi vitaminici (in questo caso, una quantità sufficiente di vitamina C e vitamine del gruppo B è particolarmente importante).

Nel processo di trattamento della polmonite nei bambini e negli adulti, vengono utilizzati antistaminici, farmaci con proprietà antinfiammatorie. Nei casi più gravi, il medico curante a volte considera appropriato assumere ormoni corticosteroidi. In presenza di indicazioni specifiche, sono anche prescritti antidolorifici, analeottici respiratori, sessioni di ossigenoterapia, ecc..

Dopo che la temperatura corporea del paziente torna alla normalità e scompaiono i sintomi di intossicazione generale del corpo, è possibile utilizzare una serie di procedure fisioterapiche. Spesso il medico prescrive microonde, induttotermia, UHF, sessioni di massaggio sanitario, elettroforesi, ecc..

Altri trattamenti per la polmonite

Un'altra fase importante nel complesso trattamento della polmonite è quella di condurre sessioni regolari di esercizi di fisioterapia. Tali esercizi fisici aiutano ad attivare la circolazione del sangue e del liquido linfatico nel corpo, a normalizzare la ventilazione polmonare disturbata durante il processo della malattia. Gli esercizi di fisioterapia sono prescritti al paziente dopo che la temperatura corporea è stata normalizzata o ridotta a subfebrile. Inizialmente, la ginnastica include diversi esercizi di respirazione sdraiati. Inoltre, è consigliabile che il paziente si trovi su un lato sano più volte al giorno per migliorare l'aerazione. Per ridurre il processo di adesione nell'angolo diaframmatico-costale, posizionare un rullo sotto la cassa toracica e poggiarlo su un lato sano. Quando sei sdraiato sulla schiena, diminuisce la formazione di aderenze nell'area tra la pleura diaframmatica e la parete toracica posteriore.

Inoltre, dopo alcuni giorni, al paziente nella fase di recupero vengono assegnati esercizi in posizione seduta e in piedi, che mirano ad aumentare la mobilità del torace e implicano anche l'allenamento della respirazione diaframmatica.

Dopo il completo recupero, alle persone che hanno avuto la polmonite si consiglia di sciare, remare, fare sport.

Per migliorare la funzione di drenaggio dei bronchi e la funzione di ventilazione dei polmoni, vengono spesso prescritte inalazioni. Tuttavia, va notato che le inalazioni vengono eseguite dopo la rimozione della condizione più acuta. Per inalazione, vengono utilizzati preparati speciali, ad esempio bioparox, nonché decotti a base di erbe.

Con l'aiuto del massaggio, puoi migliorare significativamente il processo di scarico dell'espettorato. Inoltre, il massaggio ha un effetto broncodilatatore. A seconda della prescrizione del medico, vengono utilizzati sia il massaggio classico segmentario che quello digitopressione..

Con l'aiuto del massaggio a coppa, puoi accelerare in modo significativo il processo di scarico dell'espettorato con una forte tosse. Per questo, viene applicata una lattina sulla pelle, precedentemente lubrificata con vaselina, con una capacità di 200 ml. Dopo aver succhiato la lattina, i movimenti di massaggio vengono eseguiti dalla parte bassa della schiena alla colonna cervicale. Questo massaggio dovrebbe durare circa dieci minuti. Successivamente, il paziente viene avvolto in una coperta e gli viene dato un bicchiere di tè caldo. Questo massaggio può essere eseguito ogni due giorni..

Dopo la rimozione della condizione acuta, si raccomanda anche al paziente di eseguire applicazioni di paraffina, fango, ozokerite. Alcuni esperti raccomandano anche sessioni di agopuntura. Tuttavia, questo metodo non può essere praticato da persone in stato di intossicazione, con febbre, con insufficienza cardiaca e respiratoria..

È importante che il trattamento della polmonite venga eseguito fino a quando il paziente non è completamente guarito: non dovrebbe solo normalizzare la sua salute, ma anche gli indicatori degli studi di laboratorio e dei raggi X.

Dopo la fine del corso principale del trattamento, ai pazienti viene spesso consigliato di continuare il recupero dalla malattia in un sanatorio. Di norma, con un approccio competente al trattamento, il recupero del paziente avviene in circa 3-4 settimane..

Trattamento della polmonite con rimedi popolari

Il trattamento della polmonite con rimedi popolari può anche essere usato a condizione che la malattia sia trattata a casa e non ci siano condizioni gravi per il paziente. Esistono numerose ricette per decotti e tinture di erbe medicinali che influiscono efficacemente sulle condizioni generali del paziente. Alcune ricette, comprovate da molti anni di esperienza, possono essere utilizzate in parallelo con i farmaci. Offriamo diverse possibili ricette per il trattamento della polmonite con rimedi popolari.

Prendi due cucchiai di foglie di aloe, trita e mescola con un cucchiaino di sale. 1 cucchiaino sale. La miscela viene assunta tre volte al giorno prima dei pasti, un cucchiaino. La tintura di calendula, che viene presa venti gocce tre volte al giorno, viene preparata come segue: due cucchiai di fiori di calendula vengono versati con un bicchiere di alcool medico. L'infusione viene preparata per 15 giorni in un luogo buio. Allo stesso modo, puoi preparare una tintura di erba di assenzio (per un cucchiaio di erba, un bicchiere di vodka), che viene presa quattro volte al giorno, un cucchiaino.

Un'altra medicina tradizionale aiuta efficacemente a sbarazzarsi della tosse. Per questo, un bicchiere di avena con bucce viene mescolato con un litro di latte. La miscela deve essere bollita per mezz'ora, quindi filtrare e aggiungere due cucchiai di burro, cinque cucchiai di miele. Prima di andare a letto, il paziente deve prendere un bicchiere di fondi.

Inoltre, per il trattamento della polmonite nei bambini e negli adulti, la medicina tradizionale consiglia di assumere decotti di erbe medicinali come bevanda. Esistono molte opzioni per la raccolta di erbe che influenzano efficacemente le condizioni di un paziente con polmonite..

Mescola una parte di erba di poligono, anice, germogli di pino, aneto, timo, radice di liquirizia. La raccolta viene versata con acqua fredda, infusa per circa un'ora, dopo di che deve essere portata a ebollizione e cuocere per circa cinque minuti. Consuma la raccolta di mezzo bicchiere tre volte al giorno.

Un'altra raccolta di erbe comprende un cucchiaino di fiori di camomilla, calendula, erba di San Giovanni. La miscela viene versata con due bicchieri di acqua bollente, infusa per due ore. Devi prendere la collezione in un terzo di un bicchiere tre volte al giorno.

Inoltre, le tasse medicinali possono includere altre erbe: salvia medicinale, farfara, timo comune, equiseto, foglie di piantaggine, menta piperita, ortica, elecampane alto, sambuco nero e altre piante medicinali.

Nel tè che il paziente beve durante il giorno, è necessario aggiungere miele e limone, periodicamente si consiglia di bere latte caldo con l'aggiunta di un cucchiaino di burro e miele.

La terapia del succo viene anche utilizzata nel trattamento della polmonite - un'assunzione giornaliera di succhi freschi di frutta e verdura. I succhi di barbabietole, carote e spinaci sono molto utili per i malati.

Efficace nella lotta contro i sintomi della polmonite e della tintura di eucalipto, che viene utilizzato sia esternamente - per inalazione e gargarismi, sia all'interno, 30 gocce tre volte al giorno.

Per attivare il processo di espettorazione dell'espettorato, si consiglia di utilizzare succo di cavolo appena spremuto mescolato con miele. La medicina tradizionale raccomanda anche l'uso regolare di uvetta, fichi, mandorle.

Un modo efficace di trattare la polmonite a casa sono le lattine posizionate sulla schiena e sul torace del paziente. Inoltre, vengono utilizzati impacchi e medicazioni riscaldanti..

Antibiotici per polmonite

Con la polmonite, gli antibiotici negli adulti devono essere utilizzati dopo che la malattia è stata confermata da almeno un metodo diagnostico.

Va tenuto presente che alcuni sintomi - ad esempio la respirazione rapida in un bambino a una temperatura, la tosse con un respiro profondo in un adulto, ecc. - non sono un motivo per l'assunzione immediata di farmaci antibatterici, poiché il paziente potrebbe ammalarsi con un altro disturbo. È impossibile determinare indipendentemente se un paziente ha quattro segni o 5 segni di infiammazione. Per prescrivere un'adeguata terapia antibiotica, è necessario consultare immediatamente un medico.

Prima di prescrivere antibiotici, è importante determinare l'agente causale della malattia: in questa condizione, la terapia sarà più adeguata. Ma in alcuni casi ciò non è possibile, pertanto gli esperti prescrivono farmaci antibatterici ad ampio spettro. Vengono anche utilizzati prima di determinare l'agente patogeno al fine di creare concentrazioni terapeutiche dei componenti attivi nel sangue..

La polmonite provocata dallo streptococco (può essere causata dallo streptococco nella gola di un bambino, ecc.) È trattata con penicilline con una vasta gamma di effetti, a volte la vancomicina è prescritta in combinazione con aminoglicosidi.

Il micoplasma nei bambini, così come le infezioni da clamidia, legionella richiedono la nomina di antibiotici specializzati - Claritromicina, Sumamed. Si consigliano anche farmaci antibatterici ad ampio spettro..

La broncopolmonite è trattata con antibiotici: penicilline semisintetiche, il trattamento della broncopolmonite negli adulti può essere effettuato a casa.

Con l'infiammazione polmonare, a volte viene utilizzato un complesso di 2-3 farmaci antibiotici, soprattutto se il focus dell'infiammazione occupa più di un segmento.

Complicanze della polmonite

Se i pazienti si rivolgono agli specialisti immediatamente dopo che si ammalano e quindi aderiscono al regime di trattamento prescritto, le complicazioni di solito non si sviluppano. La manifestazione di complicanze può essere associata direttamente alla malattia, nonché all'assunzione di farmaci. Aumenta anche la probabilità di esacerbazione di malattie croniche - insufficienza cardiaca, enfisema, ecc..

Come complicazione, può svilupparsi la pleuropolmonite, che è caratterizzata dal coinvolgimento nel processo infiammatorio di uno o più lobi dei polmoni contemporaneamente, mentre c'è un decorso acuto e grave della malattia.

Probabile manifestazione di pleurite (infiammazione della pleura), che può svilupparsi in pleurite essudativa quando il liquido si accumula nella cavità pleurica.

Un'altra pericolosa complicazione è l'ascesso polmonare, quando si sviluppano cavità piene di pus. Questa complicazione si sviluppa nelle persone con malattie croniche..

Inoltre, la polmonite può essere complicata da sepsi ematica, batteriemia.

Esiste il rischio di sviluppare endocardite infettiva, problemi respiratori.

A volte, dopo aver sofferto di polmonite, i primi segni di asma si sviluppano negli adolescenti e nei bambini..

Prevenzione delle complicanze della polmonite

Come misura preventiva, si raccomanda di essere vaccinati contro l'influenza ogni anno. Ciò è particolarmente vero per le persone appartenenti a gruppi a rischio (bambini, anziani, persone con malattie gravi).

È molto importante sottoporsi alla diagnostica in modo tempestivo e aderire al regime di trattamento prescritto da uno specialista per influenza, raffreddore, tosse prolungata.

Dovrebbero essere seguite le ben note regole di igiene e uno stile di vita sano.

Prevenzione della polmonite

Come misure per la prevenzione della polmonite, è importante osservare le norme sanitarie e igieniche generali, per dedicare regolarmente tempo all'indurimento, all'educazione fisica. Anche la correzione dei focolai di infezione cronica è importante. Tutte le malattie in cui si verifica un danno polmonare devono essere trattate immediatamente e correttamente. Uno stile di vita sano per gli adulti, un approccio competente alla cura di un bambino e l'indurimento del bambino nel primo anno di vita aiuteranno a evitare le malattie. Esistono anche alcuni farmaci (broncomunali, IRS-19, ribomunil) che stimolano le proprietà protettive del corpo durante il periodo di maggiore probabilità di infezione da malattie infettive. Hanno anche un effetto vaccino specifico contro i patogeni respiratori..

Istruzione: Diplomato presso il Rivne State Basic Medical College con una laurea in Farmacia. Laureato presso la Vinnitsa State Medical University dal nome I. M.I. Pirogov e stage alla sua base.

Esperienza lavorativa: dal 2003 al 2013 - ha lavorato come farmacista e capo di un chiosco farmacia. Ha ricevuto riconoscimenti e riconoscimenti per molti anni e lavoro coscienzioso. Articoli su argomenti medici sono stati pubblicati su pubblicazioni locali (giornali) e su vari portali Internet.

Commenti

Ottimo articolo, imparato molto, grazie mille!!

Articolo molto interessante. Nel 2014 mi è stata diagnosticata la polmonite, trattata in un ospedale, dimessa con la stessa tosse al momento del ricovero, solo la temperatura è stata abbassata dalla terapia antibiotica, ovviamente, è passata. e quello era all'inizio di giugno. La tosse era semplicemente letale, dolorosa e il naso era molto chiuso. Quindi sono tornato a casa, penso che la tosse sia apparsa come dal nulla e la temperatura all'inizio di 39,5 a settimana non si è smarrita, e ho pensato, e se avessi un'allergia? Ho bevuto solo una compressa di Zirtek e lo stesso giorno non c'era più tosse e il naso che colava scompariva completamente. Al mattino ho bevuto un'altra pillola di Zyrtek e non avevo più tosse. Ci sono momenti simili, non puoi escluderli. Ora Zyrtek non mi aiuta più, l'anno scorso ho avuto di nuovo la tosse in estate e la febbre. E ancora non so a cosa sono allergico.

Grazie mille per l'articolo! Il terzo giorno la temperatura è fino a 39. I primi 2 giorni sono tosse pesante, con un po 'di catarro. A volte era impossibile schiarirmi la gola. Bolle scoppianti caratteristiche sulla respirazione. Ma quando inalato, il torace non fa affatto male. Il terzo giorno, una strana tosse, frequente e senza catarro con indolenzimento, improvvisamente si riversò dal naso, come il primo giorno con l'influenza. Chiamo il dottore domani. L'automedicazione con i rimedi popolari, ovviamente, è buona, ma lascia che il dottore dia un'occhiata. grazie ancora per l'articolo!

Un articolo molto interessante e utile. Attualmente sto curando la broncopolmonite a casa: prendo pillole, mia figlia fa iniezioni. Domani avremo l'ultima iniezione di un antibiotico, e solo dopodomani per un appuntamento con il medico, prima non c'era spazio nell'appuntamento con il terapista locale. Sono preoccupato che se devo continuare gli antibiotici nelle iniezioni, ci sarà una pausa di tre giorni tra loro. Ma con gli antibiotici è impossibile. È stato prescritto un ciclo di 14 iniezioni di Ceftriaxone, 2 iniezioni al giorno. Inoltre, tra 2 giorni iniziano i miei esami all'università (sono uno studente del 4 ° anno).

La ginnastica respiratoria è molto utile ed efficace se segui un corso nelle grotte di sale con esso. Il clima marittimo naturale ha un effetto riparatore, dando dinamiche positive in caso di problemi con gli organi ENT. Pertanto, in primo luogo, rafforza il sistema immunitario generale e amplia la parte bronco-polmonare in secondo luogo, il corpo riceve ossigeno completamente saturo di oligoelementi, il che costituisce una barriera invisibile in varie malattie respiratorie, sia nei bambini che negli adulti.