Prevenzione specifica e non specifica del morbillo

Il morbillo è una malattia virale che colpisce il rivestimento delle vie aeree, della bocca e della congiuntiva. Provoca un aumento della temperatura corporea a 39 - 41 ° C, grave intossicazione e un'eruzione cutanea specifica, composta da elementi maculopapolari.

Al contatto con una persona infetta, la probabilità di infezione è vicina al 100%. Secondo varie fonti, nel solo 2011, oltre 158.000 persone sono morte per questa malattia, il 65% delle quali erano bambini dai 2 ai 5 anni..

Come si verifica l'infezione e ciò che è interessato nel corpo

Il periodo di incubazione per il morbillo è di 8 a 14 giorni dall'infezione con il virus. L'infezione colpisce le mucose dell'apparato respiratorio, della bocca e della pelle. Durante il periodo di incubazione, il virus entra nella milza e nei linfonodi. Può portare a ipovitaminosi A.

Il morbillo viene trasmesso da goccioline trasportate dall'aria a causa di tosse, starnuti, contatto ravvicinato. 2 giorni prima dell'inizio dei primi sintomi e 4 giorni dopo l'inizio dell'eruzione cutanea sono considerati contagiosi. Il paziente è inoltre considerato non infettivo..

Clinica del morbillo e metodi di trattamento

La malattia inizia in modo acuto, con un aumento della temperatura a numeri febbrili (sopra i 38 ° C), tosse secca, non produttiva, fotofobia, infiammazione della faringe, congiuntiva, tonsille. Il 2o giorno di malattia, noduli caratteristici biancastri con un bordo rosso appaiono sulla superficie interna delle guance. Il 4 ° - 5 ° giorno, l'eruzione cutanea si diffonde in tutto il corpo, interessando il viso, il collo, il tronco, le superfici di flessione delle grandi articolazioni. Il 4 ° giorno di eruzione cutanea, la condizione migliora gradualmente, la temperatura diminuisce, le manifestazioni di intossicazione passano, l'eruzione si asciuga e si scurisce.

Non esiste un trattamento specifico e pertanto è in corso una terapia sintomatica e antivirale. Vengono utilizzati farmaci antipiretici, antinfiammatori e disinfettanti.

complicazioni

Possibile sviluppo di polmonite da morbillo, encefalite, epatite, panencefalite, stenosi laringea, lesioni ipertermiche del sistema nervoso centrale, insufficienza respiratoria acuta.

Prevenzione

Il principale metodo di prevenzione del morbillo è la vaccinazione tempestiva dei bambini. Secondo l'OMS, la vaccinazione contro il morbillo diffusa ha ridotto le morti entro il 2015 del 95% rispetto al 2000 (da 548.000 a 30.000 morti all'anno). Grazie a tale prevenzione del morbillo, è possibile eliminarlo completamente sul pianeta entro il 2020..

Prevenzione non specifica

La conduzione della profilassi non specifica si riduce a tre aree principali:

  • Prevenire la trasmissione da persona a persona del virus. Per rispettare questa misura di prevenzione della malattia del morbillo, è necessario evitare il contatto con persone infette. Questo deve essere fatto entro 14 giorni dopo il tempo previsto di infezione, al momento dello sviluppo dei primi sintomi e entro 4 giorni dopo l'inizio dell'eruzione cutanea. Se il contatto con il paziente non può essere evitato, è necessario utilizzare dispositivi di protezione individuale: una mascherina medica, occhiali monouso, guanti. Non puoi usarne uno con piatti malati e prodotti per l'igiene personale.
  • Distruzione del virus del morbillo nel suo habitat. Raggiunto conducendo la prevenzione di massa e il trattamento del morbillo, prevenendo la sua trasmissione e infezione.
  • Rafforzare le difese del corpo. Queste misure sono particolarmente rilevanti per i bambini in età prescolare che frequentano la scuola materna. Dovrebbero assumere abbastanza vitamine e proteine ​​nel loro cibo, evitare ipotermia, frequenti raffreddori stagionali e influenza. È necessario individuare e trattare tempestivamente tutte le patologie, sia infettive che non infettive..

Profilassi specifica

Al fine di prevenire specificamente il morbillo, è necessario effettuare la vaccinazione di massa dei bambini. Il vaccino viene somministrato due volte: a 12 mesi e a 6 anni. La somministrazione di vaccini per due volte fornisce uno sviluppo permanente dell'immunità nel 93 - 97% della popolazione. Se la vaccinazione non è stata eseguita durante l'infanzia, è possibile eseguirla in età avanzata, al fine di prevenire il morbillo negli adulti, che è molte volte più grave..

Possono essere utilizzati sia vaccini mono che combinati (es. DTP - vaccino adsorbito contro il morbillo-difterite-tetano).

Miti della vaccinazione

Negli ultimi anni, molti miti sono stati diffusi sui pericoli della vaccinazione, sulle morti tra i bambini, che ha un effetto estremamente negativo sulla situazione epidemica in tutto il mondo..

Innanzitutto, le complicanze del morbillo (encefalite, epatite) sono molte volte più pericolose e si sviluppano molto più spesso (circa il 5-15% dei casi). In secondo luogo, l'incidenza delle complicanze dovute alla somministrazione del vaccino è 1: 100.000 e non è fatale con assistenza tempestiva. In confronto, le probabilità di vincere alla lotteria e di sviluppare complicazioni dal vaccino sono uguali.

Il concetto di prevenzione specifica e non specifica delle malattie infettive.

La prevenzione delle malattie infettive in generale è una serie di misure volte a ridurre i fattori di rischio o prevenire la malattia della popolazione con varie malattie e mantenere un alto livello di salute pubblica..
Il più suscettibile e aperto a vari virus e infezioni è il corpo del bambino a causa dell'immunità ancora insufficientemente sviluppata e della bassa resistenza corporea agli attacchi virale-microbici. Le infezioni più comuni sono l'apparato respiratorio e digestivo del bambino. Inoltre, più giovane è il bambino, maggiore è il rischio di infezione o lo sviluppo di varie complicanze della malattia..
La prevenzione delle malattie infettive nei bambini è divisa in due tipi: specifica e non specifica.
La profilassi specifica, che prevede l'esecuzione di misure mediche speciali, è di due tipi:
- passivo, ad es. prevenzione delle malattie introducendo sieri immuni, globuline e altri componenti speciali pronti nel corpo che aumentano le difese dell'organismo
- attivo, ad es. prevenzione delle malattie stimolando la produzione di corpi immunitari nel corpo attraverso la somministrazione di un vaccino

L'immunizzazione attiva svolge un ruolo importante. Questa è una vaccinazione di routine secondo il calendario delle vaccinazioni preventive (numero d'ordine 51n del 01.01.2011).

La profilassi non specifica è un metodo profilattico volto ad aumentare le difese del corpo. Includono rinvenimento, massaggio e ginnastica, alimentazione razionale e nutriente, aderenza al regime quotidiano (sonno adeguato, passeggiate regolari all'aria aperta), esercizio fisico regolare e sport. Anche l'osservanza di una dignità appartiene a una prevenzione non specifica. attività di assistenza all'infanzia e diagnosi precoce e isolamento dei pazienti.

non hai trovato quello che cercavi? Usa la ricerca:

Prevenzione delle malattie infettive

Le malattie infettive sono un intero gruppo di disturbi, il cui fattore eziologico sono i microrganismi patogeni: batteri, virus, prioni. Una volta nel corpo, iniziano a moltiplicarsi intensamente e producono tossine. Si sviluppa un tipico quadro clinico della malattia.

Una delle proprietà chiave delle malattie infettive è la contagiosità, ovvero la capacità del patogeno di passare da una persona malata o portatrice a una persona sana. Pertanto, sono necessarie misure preventive..

La prevenzione è un insieme di misure volte a fermare la diffusione di microrganismi patogeni e prevenire lo sviluppo di malattie. Distinguere tra prevenzione primaria e secondaria.

La prevenzione primaria è un insieme di misure che influenzano l'emergenza e la diffusione di agenti patogeni. In poche parole, il suo obiettivo è prevenire la comparsa di patologie..

La prevenzione secondaria delle malattie infettive viene effettuata dopo la comparsa di alcuni sintomi. Il suo obiettivo è quello di eliminare i fattori di rischio che contribuiscono alla ricaduta della malattia, nonché di prevenire le complicanze..

A seconda del metodo e del meccanismo di influenza sulla causa della malattia, si distinguono la profilassi specifica e non specifica..

La profilassi specifica è il mezzo più efficace per combattere le malattie infettive. La sua essenza è creare l'immunità. Esistono tre tipi di tale prevenzione.:

La prevenzione attiva consiste nella somministrazione di vaccini. Contengono microrganismi vivi o uccisi o parti di essi. Il sistema immunitario produce loro anticorpi, che circolano nel sangue per lungo tempo. Quando infetti, neutralizzano il patogeno. Sono necessarie 3-4 settimane per sviluppare l'immunità nella maggior parte dei microrganismi.

Nel corso della profilassi passiva, gli anticorpi pronti sotto forma di siero vengono iniettati nel corpo. Questo di solito viene fatto durante le epidemie quando non c'è tempo di aspettare la produzione dei propri anticorpi..

La profilassi attiva-passiva combina entrambi i tipi precedenti. Al paziente vengono somministrati il ​​vaccino e il siero. Il fatto è che la durata della vita degli anticorpi pronti è breve - solo 2-3 settimane. Ma questa volta è sufficiente che si formi l'immunità..

Prevenzione non specifica - una serie di azioni che influenzano la diffusione di un agente patogeno. Queste sono misure generali che includono:

- evitare luoghi affollati;

- l'uso di misure di protezione personale come maschere e guanti per la cura dei malati;

- aumentare la resistenza generale del corpo:

- educazione fisica;

- rispetto del regime del lavoro e del riposo.

La quarantena è anche una profilassi non specifica, un insieme di misure che limitano i contatti di un paziente o di un eventuale portatore con una popolazione sana. Prevede l'isolamento di pazienti e contatti, l'esame di coloro che arrivano da regioni svantaggiate, la disinfezione di locali, merci e trasporti. Questa è la cosiddetta quarantena per la salute.

La quarantena medica e amministrativa prevede il divieto di entrare e uscire da un territorio sfavorevole, la chiusura dei confini statali o l'introduzione di regole speciali per attraversarli.

I termini per i quali viene introdotta la quarantena sono diversi, ma per tutte le malattie esiste una regola generale: dal momento in cui l'ultimo paziente guarisce, deve passare il periodo massimo di incubazione di una particolare malattia.

Data l'importanza delle misure preventive sia per la popolazione che per una persona in particolare, è necessario affrontarle con comprensione. Il rispetto di semplici regole può salvarti da problemi piuttosto gravi..

Prevenzione dell'influenza e dell'ARVI nei bambini

La prevenzione dell'influenza e dell'ARVI nei bambini è uno dei compiti più importanti nella medicina moderna. Il fatto è che queste malattie rappresentano la parte del leone di tutte le malattie infettive registrate. I bambini nelle scuole e negli asili sono particolarmente sensibili a queste malattie. Il picco di incidenza si verifica in autunno e in inverno. Secondo le statistiche per il periodo autunno-inverno, l'80% degli scolari si ammala di influenza e ARVI.

Naturalmente, i genitori e lo stato sono interessati a garantire che i bambini siano protetti dalle infezioni virali. Per questo, vengono attuate varie misure preventive, viene emesso un bollettino sanitario speciale. La prevenzione dell'influenza in questo documento è semplice e accessibile.

L'argomento della conversazione di oggi è la prevenzione delle infezioni virali.

Tipi di prevenzione

Esiste una prevenzione specifica e non specifica dell'influenza. Questa divisione è spiegata dal fatto che non esiste una protezione universale contro le infezioni virali. Pertanto, per garantire la sicurezza epidemiologica, i medici vanno in diverse direzioni contemporaneamente..

La prevenzione e l'ARVI nei bambini sono un insieme di misure, il cui scopo è impedire al virus di entrare nel corpo del bambino.

Prevenzione specifica dell'influenza

Profilassi specifica significa la vaccinazione annuale della popolazione del paese contro un virus influenzale specifico. La necessità di vaccinazioni annuali è dovuta al fatto che i virus dell'influenza mutano costantemente. I medici devono adattare il vaccino ogni anno per renderlo più efficace.

La vaccinazione annuale è forse il modo più efficace per prevenire le infezioni virali. Secondo le statistiche dell'OMS, dopo l'introduzione delle vaccinazioni di massa nella pratica internazionale, il numero di epidemie nel mondo è notevolmente diminuito..

Va notato che la prevenzione specifica dimostra la sua efficacia solo se colpisce almeno il 50% di tutti i cittadini del paese.

Al momento, esiste una quarta generazione di vaccini antinfluenzali in Russia. Ognuno di loro è in grado di sviluppare un'immunità specifica per un particolare ceppo del virus. Il numero di vaccini efficaci aumenta ogni anno, perché gli epidemiologi creano in anticipo nuovi sieri contro i virus dell'anno successivo.

La divisione dei vaccini antivirali in generazioni è spiegata dalle seguenti caratteristiche:

  • I sieri di prima generazione sono di due tipi: vivi e inanimati. I primi vengono introdotti nella cavità rinofaringe umana e costringono il corpo a sviluppare un'immunità specifica. Il secondo atto allo stesso modo, ma vengono iniettati sotto la pelle. Lo svantaggio dei farmaci di prima generazione è che possono causare reazioni avverse abbastanza gravi..
  • La seconda generazione è rappresentata da vaccini divisi. Sono un cocktail di particelle virali con proteine ​​interne. Questi sono farmaci come: Begrivac, Fluvaxin, Fluarix. Sono abbastanza efficaci, ma proprio come la prima generazione, possono portare allo sviluppo di effetti collaterali..
  • I sieri di terza generazione consistono solo di proteine ​​superficiali altamente purificate del virus. I farmaci più noti sono Influvac e Agripall S 1. Sono efficaci e relativamente sicuri..
  • La quarta generazione di sieri anti-influenzali è la più efficace e sicura. Oltre alle proteine ​​di superficie del virus dell'influenza, contengono l'immunomodulatore Polyoxidonium. Per questo motivo, i vaccini come Grippol e Grippol plus sono ben tollerati da persone di tutte le età..

La vaccinazione non garantisce che una persona vaccinata alla fine non otterrà l'influenza. Esiste sempre la possibilità di infezione con il ceppo virale contro il quale il siero non funziona. Tuttavia, tutti dovrebbero essere vaccinati perché il vaccino consente:

  • Ridurre significativamente il rischio di infezione.
  • Indebolisci i sintomi ed escludi lo sviluppo di complicanze se una persona si ammala ancora.
  • Accelerare il recupero.
  • Ridurre significativamente la probabilità di morte.

La profilassi dell'influenza specifica è particolarmente necessaria per anziani, bambini, scolari, trafficanti, donne in gravidanza e persone con malattie croniche.

Nonostante il fatto che i sieri di influenza moderni siano considerati sicuri, i seguenti gruppi di persone dovrebbero comunque astenersi dalla vaccinazione:

  • Pazienti infetti.
  • L'allattamento al seno.
  • Persone che hanno un'intolleranza individuale ai componenti del siero.
  • Le persone con la febbre.
  • Per i pazienti con malattie del sangue.

Prevenzione non specifica dell'influenza e dell'ARVI

Il compito principale di tali misure preventive è aumentare la resistenza del corpo a vari virus..

La profilassi non specifica è spiegata in dettaglio nei bollettini sanitari annuali pubblicati dal Ministero della Salute. Ti consigliamo di prestare attenzione alle seguenti raccomandazioni dei medici:

  • È necessario mantenere una temperatura e un'umidità confortevoli nelle stanze in cui ci sono un gran numero di persone allo stesso tempo.
  • Ventilare la stanza regolarmente.
  • Cammina di più fuori.
  • Rendi completa la dieta del bambino. Il corpo del bambino diventa vulnerabile all'ARVI, manca di proteine, grassi o carboidrati.
  • Bere molta acqua. Le mucose della bocca e del naso non devono seccarsi. La bocca asciutta apre l'accesso al virus.
  • Esercitare attività fisica. Idealmente, dovresti praticare sport a livello amatoriale.
  • Non dimenticare di riposare bene. Il sonno profondo consente di acquisire un'immunità resistente all'ARVI.
  • Effettuare regolarmente la pulizia a umido dei locali utilizzando disinfettanti.
  • Indossa una maschera sul bambino durante lo sviluppo di epidemie di influenza e SARS. Il bambino dovrebbe sapere che la maschera, dopo essere stata indossata, non deve essere toccata dalle mani.
  • Evita grandi folle durante un'epidemia.
  • Lava le mani del bambino dopo aver visitato la strada e i luoghi pubblici.
  • Pulisci e lava il naso regolarmente. Questo può essere fatto usando soluzioni speciali..
  • Nelle scuole materne e nelle scuole, esponi regolarmente le stanze alle lampade a raggi ultravioletti.

La profilassi non specifica si estende non solo alle persone sane, ma anche a coloro che sono già malati. Per loro, il bollettino sanitario ha le seguenti raccomandazioni:

  • Rispetto del riposo a letto e rifiuto di visitare luoghi con una grande folla di persone. Non è necessario portare il bambino in clinica dopo la comparsa dei primi sintomi. Chiama un dottore a casa.
  • È necessario posizionare il bambino malato in una stanza separata. Dovrebbe essere pulito a umido regolarmente. Non dimenticare di ventilare la stanza.
  • Si consiglia di indossare una maschera monouso su un bambino malato. Devi cambiarlo in uno nuovo ogni due ore..

La profilassi non specifica dell'influenza e dell'ARVI implica anche l'assunzione di vari farmaci immunomodulanti e antivirali. Se tutto è chiaro con il primo, il secondo è un argomento per una conversazione separata, perché ci sono molti farmaci in vendita, la cui efficacia è discutibile. Si ritiene che tali farmaci antivirali riempiano solo le tasche dei farmacisti, ma non sono utili. La loro ricerca è ancora in corso.

Quando si sceglie questo o quel farmaco, è necessario consultare un medico in ogni caso.

Al momento, i più efficaci sono tali farmaci antivirali come: Cycloferon, Katzogel, Tsitovir, Arbidol, Remantadin, Tamiflu.

Inoltre, gli interferoni possono essere utilizzati per prevenire l'ARVI e l'influenza. Questi farmaci attivano le cellule, costringendole a combattere il virus..

Alcuni medici oggi raccomandano l'uso di vitamine sintetiche per la prevenzione. Tuttavia, la comunità medica considera per lo più discutibile questo approccio. Una persona dovrebbe ricevere tutte le vitamine e i minerali necessari dal cibo. Ma se la dieta è esaurita, puoi provare a compensare la mancanza di queste sostanze con complessi vitaminici.

Conclusione

La prevenzione delle malattie infettive nei bambini è un compito difficile, poiché non esistono soluzioni efficaci al 100%. Pertanto, ci vuole più tempo e pazienza per garantire la salute del bambino. Tuttavia, se segui le regole elementari, prendi misure di protezione in tempo, quindi nulla minaccia il bambino. La cosa principale da ricordare è che non ci sono sciocchezze nelle misure preventive. È indispensabile seguire tutte le raccomandazioni.

Prevenzione specifica e non specifica della malattia

È meglio prevenire le malattie piuttosto che affrontarne le conseguenze. La frase è la più adatta alla prevenzione delle malattie, in particolare di natura infettiva - influenza, ARVI. Questa categoria comprende una serie di tecniche, misure, programmi. Tutti possono essere suddivisi in due grandi categorie: prevenzione specifica e non specifica. Nell'articolo sveleremo il contenuto, le caratteristiche di questi gruppi e analizzeremo anche altre importanti domande sull'argomento..

Cos'è la prevenzione?

La prevenzione in medicina è un insieme di misure volte sia a prevenire lo sviluppo della malattia sia a fermare la diffusione di microrganismi patogeni dannosi per l'uomo.

La prevenzione è suddivisa in fasi:

  • Primario. Il suo scopo è prevenire lo sviluppo della patologia. Misure che incidono sull'occorrenza, diffusione di virus patogeni.
  • Secondario. Elimina i fattori che contribuiscono al ripetersi della patologia. Effettuato dopo aver diagnosticato i sintomi della malattia.

Tipi di prevenzione

La prevenzione medica è divisa in due tipi:

  • Specifico. Un mezzo per combattere le malattie infettive, il cui scopo è quello di creare immunità contro di esse.
  • Non specifico. Misure generali che incidono sull'efficacia della diffusione di un agente patogeno.

Quali sono le misure preventive specifiche?

Iniziamo a studiare la prevenzione specifica e non specifica. Cosa appartiene al primo? Implica l'introduzione di un vaccino per proteggere il corpo di un bambino e di un adulto. La vaccinazione aiuta sia a proteggere completamente dall'infezione con uno o l'altro disturbo, sia nel corso di qualsiasi malattia a proteggere una persona da gravi complicazioni.

La profilassi specifica è una delle più efficaci. Nella maggior parte dei casi, comporta l'introduzione di proteine ​​dal virus attenuato. Ciò contribuisce allo sviluppo della difesa del corpo, che sarà resistente a una forte tensione..

La profilassi specifica è auspicabile e spesso richiesta per le seguenti categorie di persone:

  • Bambini e adolescenti da 0,5 a 15 anni.
  • Anziani oltre i 65 anni.
  • Personale medico, lavoratori che devono contattare un ampio flusso di persone durante la loro giornata lavorativa.

Secondo le statistiche, nell'80% dei casi, la vaccinazione aiuta a proteggersi completamente dalla malattia. Anche se il virus entra nel corpo e vi attacca, il decorso della malattia non sarà così grave e non si svilupperanno complicazioni pericolose. In media (la durata è influenzata dalla specificità di un particolare vaccino) dopo l'introduzione del vaccino, la difesa immunitaria si forma in 2 settimane.

Categoria preventiva specifica: specie

La profilassi specifica è inoltre divisa in tre gruppi:

  • Attivo. Introduzione nel corpo del vaccino. Questi sono microrganismi vivi, uccisi, le loro parti. Il corpo produce anticorpi contro di loro da solo.
  • Passivo. Iniezione sierica di anticorpi pronti.
  • Attivo passivo. Combinazione delle prime due forme.

Ciò che riguarda la protezione non specifica

Cos'è la profilassi non specifica? Ciò include altri farmaci che aiutano anche il corpo a combattere le infezioni. Questi sono i seguenti gruppi di fondi:

  • Medicinali immunobiologici.
  • Agenti antivirali.
  • Preparati chimici.

I medici raccomandano di acquistare in anticipo tali fondi e di tenerli sempre a portata di mano - in un kit di pronto soccorso a casa. Tuttavia, solo il medico curante dovrebbe aiutare nella scelta di uno specifico farmaco profilattico, nel suo dosaggio, nella frequenza d'uso.!

Altre misure preventive non specifiche

La profilassi non specifica non è solo una medicina. Ciò include procedure sanitarie, igieniche e igieniche accessibili a tutti, facili da ricordare e da attuare. Sicuramente li conosci fin dall'infanzia:

  • Lavarsi le mani regolarmente con acqua e sapone dopo l'esterno, procedure igieniche, lavoro, gioco. E assicurati - prima dei pasti!
  • Usa solo articoli per l'igiene personale: spazzolino da denti, salvietta, asciugamani, tovaglioli, pettini, ecc..
  • Per le procedure igieniche fuori casa (ad esempio, prima di mangiare a un picnic), acquistare in anticipo assorbenti igienici bagnati, prodotti antibatterici.
  • Prevenzione non specifica delle malattie: non toccare inutilmente bocca e naso, non mordere le unghie, non tenere dita e oggetti estranei in bocca. Pertanto, distribuisci direttamente virus in un ambiente favorevole per loro..
  • Ventilare regolarmente la zona giorno. Nella stagione calda, si consiglia di tenere le prese d'aria sempre aperte, soprattutto durante il sonno..
  • Un acquisto eccellente sarebbe un umidificatore per l'aria domestica - allevierà quest'ultimo dalla secchezza, tipica della stagione di riscaldamento..
  • Segui i principi classici della routine quotidiana, resta sveglio, dormi, lavora e riposa.
  • Il tuo menu dovrebbe sempre contenere frutta e verdura fresca, succhi di frutta appena spremuti, tisane e bevande alla frutta.
  • Anche il rinvenimento sarà utile. Tuttavia, vale la pena ricorrere a questa misura di prevenzione non specifica delle malattie infettive nella stagione calda..
  • Fare riferimento a metodi popolari: bevande vitaminiche alla frutta da bacche, decotti alle erbe, infusi, ecc..

Abbiamo delineato solo misure preventive non specifiche generali. Tuttavia, per la formazione della difesa del corpo contro i virus, le misure individuali sono migliori. È meglio svilupparli insieme al proprio medico..

Come l'infezione entra nel corpo?

Misure specifiche per la prevenzione non specifica delle malattie dipendono dal modo in cui questa o quell'infezione possono entrare nel corpo. Sulla base di questo, i medici raccomandano il metodo di protezione più appropriato..

Le infezioni acute e croniche possono entrare nel corpo umano in diversi modi:

  • Trasmissibile. Ecco come vengono trasmessi la malaria, l'encefalite e il tifo..
  • Contatto (famiglia). Questa è la via di infezione da scabbia, tetano, herpes.
  • Fecale-orale. Questo è un modo per contrarre malattie pericolose come dissenteria, difterite, enterocolite..
  • Airborne. Morbillo, tubercolosi, ARVI, influenza, pertosse, rosolia.

Considereremo ogni percorso in dettaglio.

Prevenzione dell'infezione nell'aria

La profilassi non specifica della tubercolosi, come abbiamo notato sopra, rientrerà in questa categoria. Diamo un'occhiata a tutte le misure per contrastare le infezioni nell'aria:

  • Tempra sistematica.
  • Stile di vita fisicamente attivo.
  • Ventilazione regolare, disinfezione (ad esempio, pulizia periodica a umido) dello spazio abitativo.
  • Durante le epidemie (soprattutto, riguarda l'influenza), quando esci, non dimenticare di proteggerti con una nuova benda di garza di cotone.
  • Prima di visitare da qualche parte, non dimenticare di trattare la mucosa dell'orofaringe e del naso con un antisettico speciale, specialmente per i bambini. Puoi usare farmaci ampiamente presentati in farmacia: "Miramistin", "Aquamaris" e simili.
  • Ricorda di seguire le pratiche di base dell'igiene personale.
  • Se è in trattamento per una forma acuta o cronica di un'infezione virale respiratoria, cerca di non visitare luoghi affollati - prenditi cura degli altri.

Profilassi aspecifica dell'influenza, ARVI è anche un mezzo medico separato:

  • Spray, unguenti. "Oxolin", "Viferon", "Nazaval".
  • Mezzi per ripristinare le funzioni di un sistema immunitario indebolito. "Genferon", "Arbidol", "Aflubin", ecc..

Prevenzione della contaminazione fecale-orale

Semplici misure possono aiutare a resistere a queste malattie. La prevenzione non specifica di questo tipo di infezione è la seguente:

  • Dopo le procedure igieniche e prima di mangiare, non dimenticare di lavarti accuratamente le mani con acqua e sapone..
  • Quando acquisti un prodotto particolare, presta sempre attenzione alla sua data di scadenza.
  • Evitare il contatto tra cibi crudi e già cotti. Conservare questi prodotti in contenitori separati, contenitori.
  • Alcuni prodotti richiedono un trattamento termico completo prima dell'uso. Questa è carne, pesce, uova.
  • Frutta fresca, verdura ed erbe devono essere accuratamente risciacquati sotto l'acqua corrente (meglio con bicarbonato di sodio).
  • Gli alimenti che hai cucinato non devono essere conservati in frigorifero per più di 3 giorni.
  • È meglio preparare i pasti in piccole quantità, con l'aspettativa che li mangerai completamente per colazione, cena o pranzo..
  • Dovresti solo bere acqua bollita! Un buon sostituto viene imbottigliato, ma solo da un fornitore affidabile.

Per quanto riguarda i medicinali, per la prevenzione delle infezioni fecali-orali, gli esperti raccomandano l'uso di Enterosgel, Smecta e simili..

Prevenzione del contatto e delle infezioni domestiche

Anche le misure di un tipo di prevenzione non specifico saranno semplici qui:

  • Soggetto a un'attenta elaborazione di quelle cose, luoghi della casa che vengono utilizzati da più persone contemporaneamente. Questi sono piatti, posate, asciugamani da cucina, bagni, docce, ecc..
  • Elimina il sesso occasionale dal tuo stile di vita.
  • Cerca di stare attento quando visiti bagni pubblici, saune, spiagge, parchi acquatici. Secondo le statistiche, la maggior parte delle persone viene infettata da varie infezioni del tipo di contatto familiare proprio qui..
  • Seguire semplici regole di igiene personale.

Non ci sono farmaci profilattici specifici per questa categoria. Di norma, la terapia individuale è prescritta da uno specialista solo in caso di infezione con un'infezione specifica..

Prevenzione delle infezioni trasmesse da vettori

Ancora una volta, vengono proposte alcune semplici regole di sicurezza:

  • La via trasmissibile è spesso la trasmissione dell'infezione attraverso gli insetti. Pertanto, le passeggiate nella natura, nelle cinture forestali e persino nei parchi dovrebbero essere pianificate con cura: indossare abiti protettivi, esaminare regolarmente te stesso e i tuoi compagni, usare spray repellenti per insetti, ecc..
  • Elimina i viaggi verso i paesi equatoriali con un bambino piccolo o una persona immunocompromessa.
  • Conduci uno stile di vita sano, segui semplici regole igieniche per non indebolire le difese immunitarie.
  • Regole separate sono per le donne in gravidanza. Se a una futura donna in travaglio viene diagnosticata una malattia infettiva, allora la nascita di un bambino dovrebbe essere pianificata con l'aiuto di un taglio cesareo. Ciò salverà il bambino da possibili infezioni..

Ora sai qual è la prevenzione non specifica dell'ARVI e delle malattie più gravi. Ma non dimenticare lo specifico come più efficace.

Prevenzione delle malattie respiratorie

La funzione più importante del sistema respiratorio è garantire lo scambio di gas: saturazione del sangue con ossigeno ed escrezione del prodotto metabolico dal corpo, compreso l'anidride carbonica. Quando questi processi sono disturbati, organi e tessuti sperimentano ipossia, che interrompe il lavoro dell'intero organismo. Ecco perché è importante prendersi cura della salute del sistema respiratorio - per prevenire lo sviluppo delle loro malattie e, se insorgono, per mantenerle in uno stato di remissione, prevenire la progressione e prevenire le complicanze. Si tratta di questo, delle misure preventive delle malattie dell'apparato respiratorio, di cui parleremo nel nostro articolo.

Profilassi specifica e non specifica

Cominciamo con il fatto che esistono due tipi di prevenzione: specifici e non specifici.

La profilassi specifica mira alla formazione dell'immunità a una malattia specifica. Questo viene fatto mediante vaccinazione e introduzione di sieri. Viene effettuato per prevenire lo sviluppo di alcune malattie infettive, in particolare tubercolosi, influenza, difterite..

Pertanto, la prevenzione specifica della tubercolosi prevede la vaccinazione di un bambino nei primi giorni della sua vita, direttamente in ospedale, seguita da una rivaccinazione a 7 e 14 anni. Si noti che la rivaccinazione viene eseguita solo se entro il momento in cui il bambino non è ancora stato infettato da micobatteri. Al fine di rilevare questo momento (infezione) nel tempo, i bambini ricevono un test Mantoux ogni anno.

La profilassi specifica dell'influenza viene effettuata durante un'epidemia attesa, quando il ceppo del virus - l'agente causale della malattia è già noto. Si raccomanda di essere vaccinati circa 3-4 settimane prima dell'epidemia, in modo che l'immunità specifica abbia il tempo di formarsi appena prima che inizi. Se l'epidemia è già iniziata, è troppo tardi e inutile vaccinare.

Il vaccino contro la difterite viene somministrato ai bambini a 3, 4,5 e 6 mesi, rivaccinato a 18 mesi, 6, 14 anni e poi ogni 10 anni dopo la rivaccinazione precedente.

La prevenzione non specifica consiste nel ridurre al minimo l'effetto sul corpo di fattori che aumentano il rischio di sviluppare malattie respiratorie, nonché nel rafforzare l'immunità generale e locale. Gran parte del nostro articolo sarà dedicato alle misure di prevenzione non specifica. Consideriamoli in modo più dettagliato.

Smettere di fumare

Il fumo è il nemico più formidabile della salute respiratoria. I fumatori hanno molte più probabilità rispetto ai non fumatori di soffrire di bronchite cronica (anche una forma separata di questa malattia - la bronchite cronica di un fumatore) e sviluppano un cancro ai polmoni da 15 a 30 volte più spesso rispetto alle persone che non hanno questa cattiva abitudine. Questi ultimi, tuttavia, possono essere fumatori passivi se sono vicini a un fumatore. Inalano le sostanze nocive rilasciate da loro e le danneggiano allo stesso modo, e forse di più..

Quindi, nel processo del fumo, la nicotina e il catrame tossico entrano nel corpo umano. Di giorno in giorno, di anno in anno, hanno un effetto dannoso sulla mucosa del sistema respiratorio, interrompendo il funzionamento delle sue cellule e, in alcuni casi, causandone la degenerazione maligna..

Ecco perché la principale misura preventiva in relazione alla patologia del sistema respiratorio è il rifiuto di questa dipendenza. Inoltre, è un rifiuto completo che è importante e non una riduzione del numero di sigarette fumate o il passaggio a sigarette con un contenuto di nicotina inferiore..

Quando una persona smette di fumare, la probabilità di sviluppare malattie respiratorie diminuisce fin dai primi giorni. 5-10 anni dopo aver smesso di fumare, il rischio di cancro ai polmoni è uguale a quello dei non fumatori.

Clima e microclima

La composizione dell'aria che respiriamo è molto importante. Gli inquinanti industriali che entrano nel corpo causano reazioni allergiche, promuovono l'infiammazione e aumentano la probabilità di degenerazione cellulare maligna. La polvere contiene anche tutti i tipi di allergeni ed è anche ricca di agenti patogeni che causano alcune malattie infettive. L'aria contenente una piccola quantità di ossigeno non può soddisfare il bisogno del corpo umano, a causa del quale i tessuti e gli organi sono carenti in questo elemento. Quest'ultimo comporta una malattia.

Pertanto, le seguenti misure riducono il rischio di sviluppare malattie respiratorie:

  • vivere in aree rispettose dell'ambiente senza grandi strutture industriali;
  • se l'attività di una persona comporta il lavoro in condizioni polverose inquinate da inquinanti industriali, è necessaria una buona ventilazione della stanza, nonché l'uso della protezione respiratoria, in particolare dei respiratori;
  • frequente ventilazione della casa;
  • pulizia a umido regolare (idealmente giornaliera): spolverare e pulire i pavimenti;
  • rifiuto di tenere "collettori di polveri" in casa - tappeti per pareti e pavimenti, peluche, scaffali aperti con libri;
  • mantenere le piante vive in casa (assorbono l'anidride carbonica e arricchiscono l'aria di ossigeno);
  • mantenimento della normale umidità dell'aria; questo è particolarmente importante durante la stagione di riscaldamento; l'opzione migliore è utilizzare speciali dispositivi umidificatori.

La climatoterapia è importante anche nella prevenzione delle malattie respiratorie. Il clima marittimo è molto utile: aria umida contenente una grande quantità di sali e iodio, nonché il clima delle foreste di conifere. In fisioterapia, esiste una direzione come la speleoterapia (haloterapia) o il trattamento da parte del clima delle grotte di sale. L'aria satura di sale disinfetta il tratto respiratorio, aumenta la resistenza del corpo agli effetti degli allergeni. Quest'aria è molto facile e piacevole da respirare. Le grotte di sale possono essere localizzate in aree di depositi di sale. In molti sanatori, ospedali e altre istituzioni mediche, sono dotate di sale speciali per la speleoterapia, le cui pareti e il cui soffitto sono fatti di sale, e c'è anche un apparato per spruzzare la sospensione di sale su tutta l'area della stanza..

Al fine di prevenire le malattie dell'apparato respiratorio, può essere utilizzata anche l'aromaterapia. Oli essenziali di pino, ginepro, cipresso e altre piante di questo genere contribuiranno ad arricchire l'aria con fitoncidi di aghi. Puliscono perfettamente l'aria dagli agenti patogeni, impedendo loro di entrare nel nostro tratto respiratorio. Gli oli essenziali possono essere utilizzati in lampade e pendenti aromatici, nonché aggiungendo alcune gocce al bagno. Un bagno con sale marino naturale aiuterà a saturare l'aria con iodio e altri microelementi utili, che avranno anche un effetto benefico sul sistema respiratorio..

Respiro

La respirazione corretta riduce la probabilità di sviluppare malattie del tratto respiratorio, mentre la respirazione impropria, al contrario, aumenta il loro rischio. Sicuramente ti sei posto la domanda: "È corretto - come è?" La risposta è semplice Respirare correttamente attraverso il naso. La cavità nasale è l'anello iniziale nel tratto respiratorio. Entrando in esso, l'aria si riscalda e anche grazie all'epitelio ciliato, che è rivestito con la mucosa, viene liberato da microrganismi, allergeni e altre impurità inutili per il corpo. Si soffermano semplicemente su queste ciglia e poi starnutiscono dal corpo..

Se una persona respira attraverso la bocca, l'aria fredda e inquinata entra nel suo tratto respiratorio, il che aumenta senza dubbio il rischio di sviluppare malattie. Questo momento è particolarmente importante in inverno: la respirazione attraverso la bocca è irta di faringite, mal di gola e persino polmonite.

Separatamente, si dovrebbe dire degli esercizi di respirazione di Strelnikova. L'autore ha sviluppato molti complessi di esercizi di respirazione per il trattamento di varie malattie. Tra questi ci sono quelli che vengono utilizzati nella patologia del sistema respiratorio e riducono anche il rischio del loro sviluppo..

La terapia inalatoria può essere utilizzata anche per la prevenzione. Non intendiamo inalazione di vapore (respirazione sopra una bacinella di patate calde), ma l'uso di dispositivi speciali: nebulizzatori. È vero, senza prescrizione medica, è possibile utilizzare solo inalazioni con soluzione salina: questo strumento idrata bene il tratto respiratorio, il che è particolarmente importante in inverno (quando l'aria nelle nostre case è secca a causa del riscaldamento) e durante le epidemie di SARS.

Nel nebulizzatore possono essere usati altri farmaci, ma questa non sarà più una misura di prevenzione primaria, ma questo metodo viene anche usato per mantenere la remissione e prevenire le complicanze (cioè come misure di prevenzione secondaria e terziaria). In tali casi, il medico prescrive farmaci, dosaggi e frequenza delle procedure su base individuale. È vietato l'uso di oli essenziali e soluzioni a base di erbe nei nebulizzatori..

Uno stile di vita sano

Uno stile di vita sano fornisce un'alta resistenza del corpo umano a fattori esterni sfavorevoli, migliora il lavoro dell'immunità locale e generale. Include:

  • attività fisica (camminando all'aria aperta, esercizio quotidiano, nuoto, ciclismo o qualsiasi altra attività);
  • un regime razionale di lavoro e riposo (il superlavoro non giova a nessuno; un riposo tempestivo e un sonno notturno da sette a otto ore rendono il nostro corpo più forte e allo stesso modo influenzano l'immunità);
  • nutrizione razionale ed equilibrata (contenente tutti i nutrienti, vitamine, oligoelementi, amminoacidi e così via) necessaria per il pieno funzionamento del corpo;
  • indurimento (non bisogna educare i bambini in condizioni di "serra", è necessario abituarli gradualmente agli effetti di fattori avversi - acqua fresca, aria; si dovrebbe camminare ogni giorno e con qualsiasi tempo, ma con indumenti adatti per evitare surriscaldamento, ipotermia o bagnarsi).

Cosa fare durante un'epidemia

Per evitare l'ARVI, e quindi le malattie del tratto respiratorio, durante il periodo delle epidemie stagionali, è necessario seguire le seguenti raccomandazioni:

  • evitare il contatto con i malati (non stare in stanze chiuse, scarsamente ventilate, affollate; a questo proposito, una passeggiata sotto un albero di Natale in un'area aperta con molte persone è più sicura che andare al supermercato);
  • se è ancora previsto un contatto, evitare di stringere la mano, abbracciare una persona malata; ottimo se indossa una maschera di garza;
  • osservare le regole di igiene personale (lavarsi le mani il più spesso possibile, non tirarle in bocca);
  • dopo aver visitato le stanze chiuse affollate, sciacquare la cavità nasale con soluzione salina (questo eliminerà rapidamente virus e altre sostanze nocive che sono state intrappolate dall'aria dall'epitelio ciliato);
  • condurre sessioni di aromaterapia (gli oli di pino hanno un buon effetto antivirale e antisettico, come menzionato sopra).

Se si verifica una malattia

Se ancora non riesci a evitare la malattia del tratto respiratorio e hai qualche sintomo, la tua prima priorità è quella di consultare un medico in modo tempestivo. Una diagnosi fatta in una fase precoce della patologia e un adeguato trattamento iniziato in tempo contribuiranno a prevenire la cronicità della malattia e, se inizialmente cronica, contribuirà alla sua remissione precoce e alla mancanza di sviluppo di complicanze, che sono misure di prevenzione secondaria e terziaria.

Profilassi con medicinali?

Sì, a volte i farmaci sono usati come trattamento preventivo per le malattie respiratorie. In particolare, possono essere utilizzati farmaci dei seguenti gruppi:

  • lisati batterici (IRS-19, Imudon e altri) - consentono la formazione dell'immunità locale a questi microrganismi; sono usati per la prevenzione della faringite, della laringite e di altre malattie infettive;
  • farmaci che migliorano il funzionamento del sistema immunitario (preparati di echinacea, ribomunil, immunoflazide e così via) - possono essere prescritti solo da un immunologo in base ai risultati di un immunogramma; è assolutamente impossibile prenderli alla cieca, perché la nostra immunità è una cosa delicata e molto complessa e un farmaco prescritto analfabeticamente può aggravare ulteriormente le condizioni del paziente;
  • unguenti antivirali (in particolare, unguento ossolinico) - l'atteggiamento degli specialisti nei loro confronti è ambiguo; alcuni li considerano un ottimo mezzo per prevenire le infezioni virali respiratorie acute e raccomandano di applicarli alla mucosa nasale prima di ogni viaggio in un luogo affollato, mentre altri sono contro di esso, poiché l'applicazione dell'unguento rende difficile il funzionamento delle ciglia della cavità nasale: l'unguento colpisce i virus, ma altre sostanze non necessarie per il corpo (compresi i batteri ) facilmente penetrare nel tratto respiratorio inferiore;
  • broncodilatatori a rilascio prolungato, corticosteroidi per via inalatoria e altri farmaci prescritti da un medico per il trattamento della BPCO, dell'asma bronchiale e di altre malattie croniche; inibiscono l'attività del processo infiammatorio e mantengono la malattia in remissione, prevenendo le esacerbazioni e prevenendo lo sviluppo di complicanze.

In conclusione, vorremmo notare l'importanza degli esami preventivi e del risanamento dei focolai di infezione cronica. Durante l'esame profilattico, è possibile identificare i cambiamenti iniziali caratteristici di una particolare patologia, anche in assenza dei suoi sintomi (possibilmente respiro sibilante nei polmoni o cambiamenti nel fluorogramma), e focolai eliminati tempestivamente di infezione cronica impediscono che si diffonda agli organi vicini, tra cui respiratorio. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla cavità orale: la carie e altre malattie infettive dei suoi organi spesso causano malattie respiratorie.

Segui i nostri consigli e le malattie dell'apparato respiratorio ti aggireranno sicuramente.!

Video film "Malattie dell'apparato respiratorio, prevenzione e trattamento":

Profilassi specifica e non specifica

La prevenzione delle malattie infettive è un sistema di misure statali per prevenire l'insorgenza e la diffusione di malattie nelle aziende agricole prosperose e nel paese nel suo insieme. Le misure preventive a livello nazionale includono:

a) protezione delle frontiere dall'introduzione di malattie animali infettive nel territorio del paese dall'estero;

b) supervisione sanitaria ed epizootica durante gli acquisti, la circolazione degli animali e il trasporto di materie prime di origine animale su strada, ferrovia, acqua e trasporto aereo;

c) supervisione sanitaria ed epizootica di bazar, mercati, mostre, basi di approvvigionamento e altri punti di concentrazione temporanea di animali;

d) controllo sanitario ed epizootico degli impianti di trasformazione delle carni, dei macelli e dei macelli, nonché delle imprese e organizzazioni per l'approvvigionamento, lo stoccaggio e la trasformazione di materie prime di origine animale;

e) protezione delle aziende zootecniche dall'introduzione di agenti patogeni di malattie infettive da aree svantaggiate, nonché organizzazione di misure preventive in aziende e insediamenti specifici;

f) educazione veterinaria e assicurazione degli animali.

Nel lavoro antiepizootico si distinguono la prevenzione generale e specifica..

Profilassi generale Questa è una serie di misure permanenti e onnipresenti di natura veterinaria-sanitaria e organizzativa-economica volte alla prevenzione delle malattie infettive. Include:

a) misure protettive e restrittive per il trasporto e la circolazione di animali e materie prime di origine animale, nonché controllo sull'acquisizione di aziende agricole, la formazione di mandrie, mandrie e greggi;

b) quarantena preventiva degli animali che rientrano nuovamente nella fattoria o nel paese;

c) selezione di animali (razze) con resistenza ereditaria alle malattie;

d) alimentazione a pieno titolo e razionale, normale collocazione e funzionamento degli animali, stretta aderenza al principio "tutto è occupato - tutto è vuoto" quando si utilizzano i locali, nonché altri processi tecnologici;

e) controllo veterinario pianificato della salute degli animali, isolamento, isolamento e trattamento tempestivi dei pazienti;

f) pulizia e disinfezione regolari di locali, territori e attrezzature;

g) pulizia, disinfezione e smaltimento tempestivi di letame, corpi di animali, rifiuti industriali e biologici;

g) deratizzazione, deacarizzazione e disinfezione regolari;

h) mantenimento in condizioni sanitarie adeguate di pascoli, percorsi zootecnici e luoghi di abbeveraggio per animali;

i) il funzionamento delle aziende zootecniche (aziende agricole) secondo il principio delle imprese chiuse con un ciclo aziendale chiuso o produzione interaziendale, ovvero riproduzione, allevamento e sfruttamento di animali;

j) fornitura di personale di servizio di aziende agricole, complessi e allevamenti di pollame con tuta, calzature e articoli per l'igiene personale;

k) costruzione di stalle e loro collocamento conformi agli standard russi per la progettazione tecnologica delle aziende zootecniche e i requisiti veterinari e sanitari.

Le misure generali di profilassi devono essere eseguite costantemente, indipendentemente dalla presenza di una malattia infettiva. Sottovalutare il loro significato epizootico è molto pericoloso, specialmente nelle condizioni della moderna allevamento intensivo..

Prevenzione specifica Questo è un sistema speciale di misure volte a prevenire la comparsa di una specifica malattia infettiva. La natura delle misure preventive specifiche è determinata dalle caratteristiche della malattia infettiva, dalla situazione epizootica dell'economia e del territorio circostante (regione).

La profilassi specifica include:

a) condurre studi diagnostici speciali (tubercolinizzazione, diagnostica sierologica della brucellosi, ecc.); isolamento preventivo, quarantena forzata e osservazione al fine di chiarire la diagnosi;

b) l'uso di agenti terapeutici e profilattici per scopi specifici (ad esempio premiscele e aerosol per la prevenzione delle infezioni alimentari e respiratorie);

c) immunoprofilassi attraverso l'uso di vari agenti specifici - vaccini, sieri, immunoglobuline, ecc. Viene effettuata secondo i piani per il lavoro antiepizootico in aziende agricole prosperose, il cui bestiame deve essere protetto da una specifica malattia infettiva. Questo tipo di somministrazione di agenti biologici agli animali è chiamato preventivo. L'introduzione di agenti biologici in una mandria disfunzionale in presenza di animali malati si chiama forzata.

Prevenzione specifica e non specifica della polmonite nei bambini. È consentito un viaggio al mare?

Le principali condizioni che contribuiscono allo sviluppo della polmonite di qualsiasi età sono patologie concomitanti (malattie respiratorie croniche e acute, malattie del sistema cardiovascolare, diabete mellito e altre malattie), stati di immunodeficienza.

Se presenti, sono necessarie misure preventive intensive. Ne parleremo nell'articolo attuale..

Le misure di prevenzione per la polmonite infantile sono divise in quattro tipi:

  1. Generale: respingere la malattia a livello di massa (quarantena, ecc.).
  2. Individuo - eseguito personalmente da ciascun paziente (sale di ventilazione, aderenza al regime terapeutico, ecc.).
  3. Non specifico - misure volte a prevenire l'infezione.
  4. Specifico - misure per combattere una specifica malattia.

I bambini sono particolarmente esposti a una varietà di malattie infiammatorie, infettive e di altro tipo. A causa dell'intenso sviluppo del corpo, al quale vengono spese tutte le forze e alla formazione dell'immunità, il bambino spesso non è in grado di superare la malattia da solo.

Specifico

Il metodo più efficace per la prevenzione specifica della polmonite durante l'infanzia è l'immunizzazione: la creazione dell'immunità artificiale con l'aiuto di vaccini. L'immunizzazione viene effettuata da:

  • Haemophilus influenzae - incluso nel calendario nazionale delle vaccinazioni.
  • Pneumococco - prodotto su richiesta dei genitori. Di norma, il vaccino può essere acquistato gratuitamente presso il policlinico nel distretto di registrazione, include la serie principale di antigeni necessari per immunizzare un bambino di età inferiore ai 2 anni (secondo determinate fonti, fino a 5 anni). Dopo 6 anni, l'immunizzazione contro l'infezione da pneumococco può essere eseguita con un altro vaccino.
  • Corey;
  • Pertosse;
  • Influenza.

Non specifico

Le misure preventive non specifiche dei bambini in generale non differiscono sostanzialmente dagli adulti.

I bambini dovrebbero osservare più attentamente il regime del sonno e della nutrizione, indurendosi dai primi giorni di esistenza, passeggiate frequenti, umidificazione dell'aria nell'appartamento / casa utilizzando dispositivi speciali - umidificatori con funzione di pulizia.

Misure di base

Evitare lo sviluppo di polmonite in un bambino e, soprattutto, nei neonati è problematico. Ciò è dovuto al fatto che il bambino non è in grado di indicare rapidamente e chiaramente i segni con cui incontra se ha la possibilità di ammalarsi.

Pertanto, le misure preventive devono essere delicate. Loro includono:

  • Riempire il corpo con vitamine è un metodo di componenti vitaminici, verdure fresche e frutta. Per i bambini, il metodo migliore per ottenere vitamine sarà il latte materno..
  • Vaccinazioni - dopo lo sviluppo della polmonite, il corpo di un bambino con un'immunità debole può essere aiutato da vaccini speciali che lo proteggeranno dalla patologia. Ad esempio, Pneumo 23
  • Camminate frequenti e meno attività fisica che riducono la possibilità di ammalarsi.
  • Massaggio.
  • Inalazione con ingredienti naturali.

Particolare attenzione è prestata alle passeggiate, a causa del fatto che essere all'aria aperta con tempo freddo e piovoso è inaccettabile se la temperatura del corpo è superiore a 37 gradi. Nella stagione calda, una passeggiata sarà sicuramente benefica.

Il ruolo dell'infermiera

L'infiammazione del sistema respiratorio viene trattata in base al livello di gravità, alle caratteristiche fisiologiche e alla natura della malattia. Ma per ogni periodo, il ruolo di un'infermiera è importante. Il medico e il personale sviluppano un piano di trattamento e l'infermiera fornisce le cure necessarie e monitora i farmaci del paziente.
Solo una semplice forma di polmonite in un bambino più grande può essere trattata in regime ambulatoriale.

Una corretta assistenza infermieristica promuove il rapido recupero del paziente e riduce la probabilità di complicanze.

Caratteristiche di cura dei bambini piccoli

I bambini sono più difficili da tollerare la polmonite, per questo motivo, hanno bisogno di cure accurate, caratterizzate da caratteristiche consolidate. Un gruppo speciale include neonati e bambini fino a 3 anni.

Nella fase di sviluppo di un piano di recupero, il ruolo di un'infermiera prevede le seguenti attività:

  1. Tieni il bambino più spesso, cambia la sua posizione nel letto.
  2. Dagli più frutta, verdura e carboidrati.
  3. Se non c'è appetito, non forzare i bambini a mangiare. In questo caso, dovresti compensare la mancanza di cibo con bevande a base di latte, succhi e acqua..
  4. Fornire al bambino riposo a letto creando un ambiente confortevole. Dai i suoi adorabili libri, giochi.
  5. Avvertire i genitori sui potenziali effetti collaterali dei farmaci.
  6. Non fasciare troppo i bambini.
  7. Prendi misure preventive per il gonfiore, che provoca la compressione dei polmoni.
  8. Mantieni i bambini puliti e igienici.

Con un bambino di età inferiore a 3 anni, uno dei genitori deve essere presente in ospedale.

Un viaggio al mare

Le qualità curative dell'atmosfera del resort sono note da molto tempo; il riposo renderà possibile distruggere completamente le conseguenze negative di una grave malattia o prevenirle. Questo è uno dei tipi di profilassi non specifica dopo la polmonite. Per ottenere il massimo beneficio, è necessario scegliere il momento e il luogo di riposo giusti o la posizione del sanatorio. Si consiglia di pianificare un viaggio in mare dopo un certo tempo dopo la scomparsa dei segni di polmonite. Il periodo migliore tra il recupero completo e il viaggio è di 1 mese.

Dove andare?

Come raccomandazione medica generale, è possibile completare il trattamento nei sanatori locali, dove non è richiesta l'acclimatazione, nonché recarsi in località calde con un clima secco, ad esempio la costa meridionale della Crimea. L'aria di montagna è raccomandata per i pazienti che soffrono di astenia.

L'influenza sul successivo effetto curativo dipende dalla posizione del resort. La scelta di un programma di riabilitazione deve essere affrontata attentamente, scegliendo i requisiti climatici e una serie di procedure di fisioterapia nel sanatorio, che sono indicate specificamente per la prevenzione di bronchite e polmonite e non di altre malattie.

Consigli per soggiornare in un sanatorio

Le condizioni che forniscono una terapia positiva comprendono l'implementazione delle seguenti misure:

  • stretta aderenza alle prescrizioni mediche;
  • delicato ordine del giorno con limitazione della durata dell'esposizione al sole;
  • evitare l'ipotermia e il surriscaldamento;
  • spiegando l'acclimatazione, che è uno stress significativo per un organismo immaturo.

Promemoria per i genitori

  • Dopo la nascita, il bambino deve essere allattato al seno per almeno sei mesi. Allo stesso modo, l'immunità dei bambini è rafforzata. Dopo aver raggiunto l'età di sei mesi, il bambino dovrebbe essere nutrito completamente.
  • I medici consigliano di immunizzare contro le infezioni emofile come il pneumococco.
  • Il corpo del bambino deve essere regolarmente rafforzato con una piccola attività fisica o sportiva..
  • La stanza in cui vive il bambino deve essere mantenuta pulita e ben ventilata.
  • I bambini dovrebbero essere protetti dal fumo passivo.
  • Fin da piccolo, ogni bambino deve essere abituato a seguire le regole di igiene personale..

Va tenuto presente che i bambini che frequentano la scuola materna o i gruppi di hobby sono a un gruppo a rischio speciale, poiché la polmonite è contagiosa. Se viene rilevata polmonite nei gruppi di bambini o in caso di insorgenza di infezioni respiratorie acute, è necessario proteggere i bambini dalla visita di tali luoghi.

Video utile

Nel video seguente, il dott. Komarovsky parla brevemente ma in modo sintetico di modi efficaci per prevenire la polmonite:

Materiale di riferimento (download)

#Filedimensione del file
1Immunizzazione di bambini e adulti (vaccinazioni, vaccini)167 KB
2Profilassi del vaccino contro l'infezione da pneumococco nei bambini. Linee guida cliniche649 KB
3Immunoprofilassi dell'infezione virale respiratoria sinciziale nei bambini. Linee guida cliniche255 KB
4Profilassi vaccinale dell'infezione emofila di tipo b nei bambini. Linee guida cliniche321 KB

Conclusione

L'infiammazione dei polmoni appartiene a quelle malattie pericolose, che sono più facili da prevenire rispetto a quando si impegnano in trattamenti debilitanti. Buone misure preventive per la polmonite possono aiutarti a rimanere perfettamente in salute in diverse condizioni meteorologiche. Non dimenticare le vaccinazioni tempestive che possono proteggere un bambino dalle infezioni che causano la polmonite..