Wilprafen (Josamicina)

Ci sono controindicazioni. Consultare il proprio medico prima di prenderlo.

Nomi commerciali d'oltremare (oltremare): Josalid, Josacine, Iosalide, Josamina, Josamy.

Attualmente, analoghi (generici) del farmaco NON sono in vendita nelle farmacie di Mosca.!

Antibatterici, non antibiotici, qui.

Puoi fare una domanda o lasciare una recensione sul medicinale (per favore, non dimenticare di indicare il nome del medicinale nel testo del messaggio) qui.

Preparazioni contenenti Josamicina (Josamicina, codice ATC J01FA07):

Moduli a rilascio frequente (oltre 100 proposte nelle farmacie di Mosca)
NomeModulo per il rilascioImballaggio, pzPaese produttorePrezzo a Mosca, rOfferte a Mosca
WilprafenCompresse da 500 mgdieciGermania e Italia, Heinrich Mack479- (media 577↗) -674301↘
Wilprafen Solutabcompresse solubili 1000mgdieciItalia, Yamanouchi491- (media 668) -763373↘

Wilprafen (Josamycin) - istruzioni ufficiali per l'uso. Farmaco su prescrizione, le informazioni sono destinate esclusivamente agli operatori sanitari!

Gruppo clinico e farmacologico:

Antibiotico macrolidico

effetto farmacologico

Antibiotico del gruppo macrolidico. Ha un effetto batteriostatico dovuto all'inibizione della sintesi proteica batterica. Quando si creano alte concentrazioni nel fuoco dell'infiammazione, ha un effetto battericida.

È altamente attivo contro i microrganismi intracellulari: Chlamydia trachomatis, Chlamydophila pneumoniae, Mycoplasma pneumoniae, Mycoplasma hominis, Ureaplasma urealyticum, Legionella pneumophila; batteri gram-positivi: Staphylococcus aureus, Streptococcus pyogenes, Streptococcus pneumoniae, Corynebacterium diphtheriae; batteri Gram-negativi: Neisseria meningitidis, Neisseria gonorrhoeae, Haemophilus influenzae, Bordetella pertussis; batteri anaerobici: Peptococcus spp., Peptostreptococcus spp., Clostridium perfringens.

Colpisce leggermente le enterobatteriacee, quindi piccoli cambiamenti nella flora batterica naturale del tratto gastrointestinale.

Efficace nella resistenza all'eritromicina. La resistenza alla Josamicina si sviluppa meno frequentemente rispetto ad altri antibiotici macrolidi.

farmacocinetica

Dopo somministrazione orale, la josamicina viene assorbita rapidamente e completamente dal tratto gastrointestinale. L'assunzione di cibo non influisce sulla biodisponibilità. La Cmax viene raggiunta entro 1-2 ore dalla somministrazione.

Il legame con le proteine ​​plasmatiche non supera il 15%.

Concentrazioni particolarmente elevate vengono rilevate nei polmoni, nelle tonsille, nella saliva, nel sudore e nel liquido lacrimale. La concentrazione di josamicina nell'espettorato supera la concentrazione nel plasma di 8-9 volte. Accumula nel tessuto osseo. Penetra nella barriera placentare, escreto nel latte materno.

La Josamicina è metabolizzata nel fegato in metaboliti meno attivi.

Viene escreto principalmente con la bile, l'escrezione nelle urine è inferiore al 20%.

Indicazioni per l'uso di VILPRAFEN®

Malattie infettive e infiammatorie acute e croniche causate da microrganismi sensibili al farmaco:

  • infezioni del tratto respiratorio superiore e degli organi ENT (inclusa tonsillite, faringite, tonsillite, paratonsillite, otite media, sinusite, laringite);
  • difterite (oltre al trattamento con antitossina difterica);
  • scarlattina (con maggiore sensibilità alla penicillina);
  • infezioni del tratto respiratorio inferiore (inclusa bronchite acuta, esacerbazione della bronchite cronica, polmonite, compresi quelli causati da agenti patogeni atipici);
  • pertosse;
  • psittacosi;
  • gengivite e malattia parodontale;
  • blefarite, dacriocistite;
  • infezioni della pelle e dei tessuti molli (inclusi piodermite, foruncolosi, acne, linfangite, linfoadenite);
  • antrace;
  • erisipela (con maggiore sensibilità alla penicillina);
  • linfogranuloma venereo;
  • infezioni del tratto urinario e degli organi genitali (inclusi uretrite, prostatite, gonorrea, sifilide / con ipersensibilità alla penicillina /, clamidia, micoplasma / compreso ureaplasma / e infezioni miste).

Regime di dosaggio

La dose giornaliera raccomandata per adulti e adolescenti di età superiore ai 14 anni è di 1-2 g in 2-3 dosi. La dose iniziale raccomandata è di 1 g.

Per l'acne e l'acne, vengono prescritti 500 mg 2 volte al giorno per le prime 2-4 settimane, quindi 500 mg 1 volta al giorno come terapia di mantenimento per 8 settimane.

Le compresse devono essere deglutite intere, senza masticare, con una piccola quantità di liquido.

Di solito, la durata del trattamento è determinata dal medico. In conformità con le raccomandazioni dell'OMS sull'uso di antibiotici, la durata del trattamento per le infezioni da streptococco dovrebbe essere di almeno 10 giorni.

Quando si prende Vilprafen, si deve tenere presente che se si dimentica una dose, è necessario prendere immediatamente la dose del farmaco. Tuttavia, se è il momento di prendere la dose successiva, non deve assumere la dose dimenticata, è necessario tornare al normale regime di trattamento. Non prenda una doppia dose. L'interruzione del trattamento o l'interruzione prematura del farmaco riducono le probabilità di successo della terapia.

Effetto collaterale

Dal sistema digestivo: raramente - mancanza di appetito, nausea, bruciore di stomaco, vomito, disbiosi, diarrea; in alcuni casi - un aumento transitorio dell'attività delle transaminasi epatiche, una violazione del deflusso di bile e ittero. Se durante l'assunzione del farmaco si sviluppa una diarrea grave persistente, è necessario tenere presente la possibilità di sviluppare colite pseudomembranosa.

Dal lato dell'organo dell'udito: raramente - compromissione dell'udito transitorio dose-dipendente.

Reazioni allergiche: in casi isolati - orticaria.

Altri: in alcuni casi - candidosi.

Controindicazioni all'uso di VILPRAFEN®

  • grave disfunzione epatica;
  • ipersensibilità agli antibiotici macrolidi.

Uso della medicina VILPRAFEN® durante la gravidanza e l'allattamento

Consentito l'uso di Vilprafen durante la gravidanza e l'allattamento (allattamento al seno) secondo le indicazioni.

L'Ufficio europeo dell'OMS raccomanda la josamicina come farmaco di scelta per il trattamento dell'infezione da clamidia urogenitale in donne in gravidanza.

Domanda di violazioni della funzionalità epatica

Il farmaco è controindicato nella grave disfunzione epatica..

Domanda di funzionalità renale compromessa

Con cautela e sotto il controllo della funzionalità renale, il farmaco deve essere prescritto a pazienti con insufficienza renale..

istruzioni speciali

Con cautela e sotto il controllo della funzionalità renale, il farmaco deve essere prescritto a pazienti con insufficienza renale..

Quando si prescrive Vilprafen, si dovrebbe tener conto della possibilità di resistenza crociata a vari antibiotici del gruppo macrolidico (ad esempio, i microrganismi resistenti al trattamento con antibiotici correlati nella struttura chimica possono anche essere resistenti alla josamicina).

Overdose

Fino ad ora, non ci sono dati su sintomi specifici del sovradosaggio di Vilprafen. In caso di sovradosaggio, devono essere assunti il ​​verificarsi e l'intensificazione degli effetti collaterali dell'apparato digerente.

Interazioni farmacologiche

Gli antibiotici batteriostatici possono ridurre l'effetto battericida di altri antibiotici, come penicilline e cefalosporine. Pertanto, la somministrazione simultanea di Vilprafen con antibiotici di questi gruppi dovrebbe essere evitata, ad esempio, con infezioni come meningite e tonsillofaringite da streptococco.

Con l'uso simultaneo di Vilprafen con lincomicina, è possibile una riduzione dell'efficacia di entrambi i farmaci (questa combinazione non deve essere prescritta).

Alcuni antibiotici del gruppo macrolidico rallentano l'escrezione di xantine (teofillina), che può portare a possibili intossicazioni. Studi clinici e sperimentali hanno dimostrato che la josamicina ha un effetto meno pronunciato sull'escrezione di teofillina rispetto ad altri antibiotici macrolidi..

Con l'uso simultaneo di Vilprafen e antistaminici contenenti terfenadina o astemizolo, è possibile rallentare l'escrezione di quest'ultimo, che aumenta il rischio di aritmie potenzialmente letali.

Vi sono segnalazioni isolate di aumento della vasocostrizione con l'uso simultaneo di macrolidi e alcaloidi dell'ergot. C'è stato un caso di mancanza di tolleranza da parte del paziente all'ergotamina durante l'assunzione di josamicina. Detto questo, con l'uso simultaneo di josamicina ed ergotamina, le condizioni del paziente devono essere monitorate.

Con l'uso simultaneo di Vilprafen e ciclosporina, è possibile aumentare il livello di ciclosporina nel plasma sanguigno e creare la sua concentrazione nefrotossica nel sangue. Pertanto, con l'uso simultaneo di questi farmaci, la concentrazione di ciclosporina nel plasma sanguigno deve essere regolarmente monitorata..

Con l'uso simultaneo di josamicina e digossina, è possibile un aumento della concentrazione sierica di quest'ultimo.

In rari casi, sullo sfondo del trattamento con macrolidi, l'effetto contraccettivo dei contraccettivi ormonali potrebbe non essere abbastanza efficace (potrebbe essere necessario l'uso di metodi contraccettivi non ormonali).

Condizioni di erogazione dalle farmacie

Il farmaco è dispensato dalla prescrizione.

Condizioni e periodi di conservazione

Elenco B. Il farmaco deve essere conservato in un luogo buio, fuori dalla portata dei bambini, a una temperatura non superiore a 25 ° C. Periodo di validità - 4 anni.

Vilprafen solutab - indicazioni per l'uso e i dosaggi:

Indicazioni per l'uso di VILPRAFEN® SOLUTAB

Malattie infettive e infiammatorie causate da microrganismi sensibili al farmaco:

  • infezioni del tratto respiratorio superiore e degli organi ENT (faringite, tonsillite, paratonsillite, laringite, otite media, sinusite);
  • difterite (oltre al trattamento con antitossina difterica);
  • scarlattina (con ipersensibilità alla penicillina);
  • infezioni del tratto respiratorio inferiore (bronchite acuta, esacerbazione della bronchite cronica, polmonite acquisita in comunità, comprese quelle causate da agenti patogeni atipici);
  • pertosse;
  • psittacosi;
  • infezioni del cavo orale (gengivite, pericoronite, parodontite, alveolite, ascesso alveolare);
  • infezioni agli occhi (blefarite, dacriocistite);
  • infezioni della pelle e dei tessuti molli (follicolite, foruncolo, foruncolosi, ascesso, acne, linfangite, linfoadenite, flemmone, panaritium, ferita / comprese le infezioni postoperatorie / e ustioni);
  • antrace;
  • erisipela (con ipersensibilità alla penicillina);
  • infezioni del tratto urinario e degli organi genitali (uretrite, cervicite, epididimite, prostatite causate da clamidia e / o micoplasma);
  • linfogranuloma venereo;
  • gonorrea, sifilide (con ipersensibilità alla penicillina);
  • malattie del tratto gastrointestinale associate a Helicobacter pylori (inclusa ulcera gastrica e ulcera duodenale, gastrite cronica).

Regime posologico del farmaco VILPRAFEN® SOLUTAB

La dose giornaliera raccomandata del farmaco per adulti e adolescenti di età superiore ai 14 anni è di 1-2 g in 2-3 dosi. Se necessario, la dose può essere aumentata a 3 g al giorno.

I bambini di età pari a 1 anno hanno un peso corporeo medio di 10 kg.

La dose giornaliera per i bambini che pesano almeno 10 kg è prescritta sulla base di 40-50 mg / kg di peso corporeo al giorno, suddivisa in 2-3 dosi: ai bambini che pesano 10-20 kg sono prescritti 250-500 mg (1 / 4-1 / 2 compresse disciolte in acqua) 2 volte al giorno, ai bambini di peso compreso tra 20 e 40 kg vengono prescritti 500-1000 mg (1 / 2-1 compressa disciolta in acqua) 2 volte al giorno, bambini che pesano corpo oltre 40 kg - 1000 mg (1 compressa) 2 volte al giorno.

Di solito, la durata del trattamento è determinata dal medico e varia da 5 a 21 giorni, a seconda della natura e della gravità dell'infezione. Secondo le raccomandazioni dell'OMS, la durata del trattamento per la tonsillite da streptococco dovrebbe essere di almeno 10 giorni.

Negli schemi della terapia anti-Helicobacter pylori, la josamicina è prescritta alla dose di 1 g 2 per 7-14 giorni in combinazione con altri farmaci nelle loro dosi standard:

  • famotidina 40 mg / die o ranitidina 150 mg 2 volte al giorno + josamicina 1 g 2 volte al giorno + metronidazolo 500 mg 2 volte al giorno;
  • omeprazolo 20 mg (o lansoprazolo 30 mg o pantoprazolo 40 mg, o esomeprazolo 20 mg o rabeprazolo 20 mg) 2 volte al giorno + amoxicillina 1 g 2 volte al giorno + josamicina 1 g 2 volte al giorno;
  • omeprazolo 20 mg (o lansoprazolo 30 mg, o pantoprazolo 40 mg, o esomeprazolo 20 mg, o rabeprazolo 20 mg) 2 volte al giorno + amoxicillina 1 g 2 volte al giorno + josamicina 1 g 2 volte al giorno + bismuto tripotassico dicitrato 240 mg 2 volte al giorno;
  • famotidina 40 mg / giorno + furazolidone 100 mg 2 volte al giorno + josamicina 1 g 2 volte al giorno + bitruto tripotassio dicitrato 240 mg 2 volte al giorno).

In presenza di atrofia della mucosa gastrica con acloridria, confermata da pH-metria: amoxicillina 1 g 2 volte al giorno + josamicina 1 g 2 volte al giorno + bismuto tripotassio dicromato 240 mg 2 volte al giorno.

Per l'acne vulgaris e i noduli di acne, si raccomanda di prescrivere josamicina alla dose di 500 mg 2 volte al giorno per le prime 2-4 settimane, quindi 500 mg di josamicina una volta al giorno come trattamento di mantenimento per 8 settimane.

Compresse dispersibili Vilprafen® Solutab può essere assunto in vari modi: la compressa può essere deglutita intera con acqua o sciolta in acqua prima di prenderla. Le compresse devono essere sciolte in almeno 20 ml di acqua. Mescolare accuratamente la sospensione risultante prima di prendere.

Compresse da 500 e 1000 mg di Vilprafen (solutab): istruzioni per l'uso per adulti e bambini

L'antibiotico macrolidico è Wilprafen. Le istruzioni per l'uso indicano che le compresse da 500 mg e 1000 mg di solutab hanno proprietà battericide e batteriostatiche. Secondo i medici, questo farmaco aiuta nel trattamento di ureaplasmosis, clamidia, bronchite, polmonite e altre infezioni..

Forma e composizione del rilascio

Il farmaco è disponibile sotto forma di compresse rivestite. Il blister contiene 10 compresse di questo tipo. La confezione è racchiusa in una scatola di cartone.

Inoltre, il farmaco è disponibile sotto forma di sospensione. Contenuto in bottiglie di vetro scuro, 100 ml in una bottiglia. Il set comprende un misurino.

La composizione di Vilprafen è la seguente:

  • una compressa contiene 500 mg di josamicina o 1000 mg (Vilprafen Solutab);
  • sospensione (10 ml) contiene 300 mg di josamicina.

Indicazioni per l'uso

Cosa aiuta Vilprafen (Solutab)? Le compresse sono prescritte:

  • Le persone con ipersensibilità alla penicillina con scarlattina.
  • Malattie infettive che provocano processi infiammatori causati da microrganismi con elevata sensibilità al farmaco.
  • Infezioni della pelle e dei tessuti molli (con bolle, piodermite, linfoadenite, ecc.)
  • È usato nel trattamento della difterite oltre alla terapia con antitossina difterica.
  • Infezioni del cavo orale (per malattie parodontali, gengivite).
  • Malattie infettive degli organi ENT e del tratto respiratorio superiore (utilizzate per tonsillite, faringite, tonsillite, sinusite, laringite, otite media).
  • Infezioni del tratto respiratorio inferiore (per polmonite, bronchite acuta, tosse convulsa, broncopolmonite).
  • Infezioni degli organi genito-urinari (con clamidia, ureaplasma, gonorrea, uretrite, prostatite, ecc.)

Istruzioni per l'uso

Vilprafen viene assunto nella dose giornaliera raccomandata per adulti e adolescenti di età superiore ai 14 anni, che è di 1-2 g, in 2-3 dosi. Se necessario, la dose può essere aumentata a 3 g al giorno. I bambini di età pari a 1 anno hanno un peso corporeo medio di 10 kg.

La dose giornaliera per i bambini che pesano almeno 10 kg è prescritta in base al calcolo di 40-50 mg / kg di peso corporeo al giorno, suddiviso in 2-3 dosi:

  • ai bambini di peso compreso tra 10 e 20 kg vengono prescritti 250-500 mg (1 / 4-1 / 2 compresse disciolte in acqua) 2 volte al giorno;
  • ai bambini di peso compreso tra 20 e 40 kg vengono prescritti 500-1000 mg (1 / 2-1 compresse disciolte in acqua) 2 volte al giorno;
  • bambini di peso superiore a 40 kg - 1000 mg (1 compressa) 2 volte al giorno.

Di solito, la durata del trattamento è determinata dal medico e varia da 5 a 21 giorni, a seconda della natura e della gravità dell'infezione. Secondo le raccomandazioni dell'OMS, la durata del trattamento per la tonsillite da streptococco dovrebbe essere di almeno 10 giorni.

Negli schemi della terapia anti-Helicobacter pylori, Vilprafen è prescritto alla dose di 1 g 2 volte al giorno per 7-14 giorni in combinazione con altri farmaci nelle loro dosi standard:

  • famotidina 40 mg al giorno o ranitidina 150 mg 2 volte al giorno + josamicina 1 g 2 volte al giorno + metronidazolo 500 mg 2 volte al giorno;
  • omeprazolo 20 mg (o lansoprazolo 30 mg o pantoprazolo 40 mg, o esomeprazolo 20 mg o rabeprazolo 20 mg) 2 volte al giorno + amoxicillina 1 g 2 volte al giorno + josamicina 1 g 2 volte al giorno;
  • omeprazolo 20 mg (o lansoprazolo 30 mg, o pantoprazolo 40 mg, o esomeprazolo 20 mg, o rabeprazolo 20 mg) 2 volte al giorno + amoxicillina 1 g 2 volte al giorno + josamicina 1 g 2 volte al giorno + bismuto tripotassico dicitrato 240 mg 2 volte al giorno;
  • famotidina 40 mg al giorno + furazolidone 100 mg 2 volte al giorno + josamicina 1 g 2 volte al giorno + dicotato di tripotassio bismuto 240 mg 2 volte al giorno).

In presenza di atrofia della mucosa gastrica con acloridria, confermata da pH-metria: amoxicillina 1 g 2 volte al giorno + josamicina 1 g 2 volte al giorno + bismuto tripotassio dicromato 240 mg 2 volte al giorno.

Per l'acne vulgaris e l'acne, si raccomanda di prescrivere Vilprafen alla dose di 500 mg 2 volte al giorno per le prime 2-4 settimane, quindi 500 mg di josamicina 1 volta al giorno come trattamento di mantenimento per 8 settimane..

Le istruzioni per Vilprafen Solutab prevedono che il farmaco può essere assunto in diversi modi: puoi prendere una pillola con acqua o prima di dissolverla in 20 ml di acqua. La sospensione che si è formata dopo aver sciolto la compressa deve essere miscelata con molta attenzione.

Le compresse di Vilprafen devono essere deglutite intere. Spesso i pazienti sono interessati a come assumere prima o dopo un pasto. Le istruzioni indicano che le compresse devono essere deglutite tra i pasti principali.

Durante il trattamento, è necessario tenere presente che se si dimentica una dose, è necessario assumere immediatamente una dose del farmaco. Tuttavia, se è il momento di prendere la dose successiva, non deve assumere la dose dimenticata, è necessario tornare al normale regime di trattamento. Non prenda una doppia dose. L'interruzione del trattamento o l'interruzione prematura del farmaco riducono le probabilità di successo della terapia.

effetto farmacologico

Il farmaco è un antibiotico che appartiene al gruppo dei macroliti. L'effetto batteriostatico del farmaco è dovuto all'inibizione della sintesi proteica da parte dei batteri. Se ci sono focolai di infiammazione, il farmaco ha un effetto battericida.

Wilprafen è altamente efficace contro microrganismi intracellulari come Mycoplasma pneumoniae, Ureaplasma urealyticum, Chlamydia trachomatis, Legionella pneumophila, Chlamydia pneumonuae, Mycoplasma hominis.

Si osserva anche un'alta attività contro i batteri aerobici gram-negativi:

  • Haemophilus influenzae, Neisseria meningitidis, Neisseria gonorrhoeae, Bordetella pertussis;
  • batteri aerobici gram-positivi: Streptococcus pyogenes, Staphylococcus aureus, Corynebacterium diphtheriae, Streptococcus pneumoniae;
  • batteri anaerobici: Peptostreptococcus, Peptococcus, Clostridium perfringens.

Il farmaco è efficace contro Treponema pallidum. Il principio attivo del farmaco è la josamicina, che viene completamente e rapidamente assorbita dal tratto gastrointestinale..

Controindicazioni

Il farmaco Vilprafen è controindicato nei pazienti con le seguenti condizioni:

  • Insufficienza epatica.
  • Intolleranza individuale ai componenti costitutivi del farmaco.
  • In passato gravi reazioni allergiche ai farmaci macrolidi.
  • Gravidanza e periodo di allattamento.

Effetti collaterali

Durante l'assunzione di Vilprafen, i disturbi possono svilupparsi da vari sistemi del corpo:

  • In caso di diarrea grave e persistente, è necessario tenere presente la possibilità di sviluppare colite pseudomembranosa (pericolosa per la vita) a causa di un'azione antibiotica.
  • Reazioni di ipersensibilità: in alcuni casi - reazioni allergiche cutanee (ad esempio orticaria).
  • Tratto gastrointestinale: raramente - bruciore di stomaco, nausea, perdita di appetito, diarrea e vomito.
  • Apparecchio acustico: insufficienza uditiva rara, dose-dipendente, transitoria.
  • Tratto biliare e fegato: in alcuni casi - un aumento transitorio dell'attività degli enzimi epatici nel plasma sanguigno, a volte accompagnato da ittero e alterato deflusso della bile.

Bambini, durante la gravidanza e l'allattamento

Il farmaco non è prescritto per le donne in gravidanza in caso di gravi violazioni del fegato, sensibilità ai componenti costitutivi.

Durante l'infanzia

Il farmaco non è prescritto per i bambini prematuri. I pazienti neonati con compromissione della funzionalità epatica sono trattati sotto stretto controllo.

Wilprafen per i bambini di età inferiore ai 14 anni viene utilizzato sotto forma di sospensione.

Wilprafen 1000 mg di Solutab può essere sciolto in acqua per preparare una sospensione. Se il trattamento farmacologico è prescritto per i bambini, il dosaggio è il seguente: 30-50 mg per 1 kg di peso corporeo è diviso in tre dosi.

La sospensione per bambini fino a tre mesi di età viene dosata in base al peso esatto del bambino. Perché vengono utilizzate le pillole e se vale la pena usarle per il trattamento, dovresti chiedere al tuo medico.

istruzioni speciali

Con la nomina simultanea di Vilprafen con alcaloidi dell'ergot, la vasocostrizione può intensificarsi. Pertanto, in questo caso, è necessario un attento monitoraggio delle condizioni del paziente.

La somministrazione simultanea di josamicina e ciclosporina provoca un aumento del livello di ciclosporina nel plasma sanguigno. Inoltre, nel sangue si nota una concentrazione nefrotossica di ciclosporina. Con tale trattamento, è necessario garantire un monitoraggio costante della concentrazione plasmatica di ciclosporina.

Interazioni farmacologiche

Se Vilprafen viene prescritto contemporaneamente ad antistaminici contenenti terfenadina o astemizolo, il processo di escrezione di queste sostanze a volte rallenta, il che alla fine porta alla manifestazione di aritmie cardiache potenzialmente letali.

Se prende Vilprafen e Digoxin contemporaneamente, il livello di digossina nel plasma sanguigno può aumentare.

Parlando dell'interazione con altri farmaci, si dovrebbe tenere presente che Vilprafen è un antibiotico. Prima di utilizzare qualsiasi farmaco, è indispensabile determinare se si tratta di un antibiotico o meno..

Se assunto con contraccettivi ormonali, l'effetto di quest'ultimo può essere ridotto. In tale situazione, si consiglia l'uso di contraccettivi non ormonali aggiuntivi..

Con lo sviluppo della colite pseudomembranosa, Wilprafen deve essere annullato e prescritto un trattamento adeguato. È controindicato assumere farmaci che riducono la motilità intestinale. I pazienti con insufficienza renale devono regolare il regime posologico in base ai valori di clearance della creatinina (CC).

Secondo le istruzioni, Vilprafen non è prescritto per i bambini prematuri. Se usato nei neonati, la funzionalità epatica deve essere monitorata. È necessario tenere conto della possibilità di resistenza crociata a vari antibiotici del gruppo macrolidico.

Analoghi della droga di Vilprafen

Gli analoghi sono determinati dalla struttura:

Gli analoghi che appartengono al gruppo dei macrolidi hanno un effetto simile:

Spesso i pazienti sono interessati a come Wilprafen differisce da Vilprafen Solutab. Qual è la differenza tra questi farmaci, a causa della loro forma di rilascio.

Wilprafen è una compressa tradizionale rivestita con film. Solutab è una compressa solubile che ha un gusto dolce e un aroma fruttato. Possono essere presi in compresse o in sospensione..

Condizioni di vacanza e prezzo

Il costo medio di Vilprafen (compresse da 500 mg n. 10) a Mosca è di 622 rubli. Il prezzo di 1000 mg di compresse solutab è di 763 rubli per 10 pezzi. Il farmaco Vilprafen viene erogato in farmacia senza prescrizione medica..

Le compresse devono essere tenute fuori dalla portata dei bambini, evitando la luce solare sulla confezione. La temperatura di conservazione ottimale non supera i 25 gradi. La durata di conservazione delle compresse è di 3 anni dalla data di produzione, al termine di questo periodo il medicinale non utilizzato deve essere gettato via.

Wilprafen ® (Wilprafen)

Titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio:

Prodotto da:

Imballaggio, imballaggio e controllo di qualità di rilascio:

Imballaggio e controllo di qualità di rilascio:

Forma di dosaggio

reg. No: P N012028 / 01 del 24.03.10 - Indefinitamente Data di nuova registrazione: 23.10.13
Wilprafen ®

Modulo di rilascio, confezione e composizione di Vilprafen ®

Compresse rivestite con film di colore bianco o quasi bianco, oblunghe, biconvesse, con rischi su entrambi i lati.

1 etichetta.
iosamicina500 mg

Eccipienti: cellulosa microcristallina - 101 mg, polisorbato 80-5 mg, biossido di silicio colloidale - 14 mg, sodio carmellosa - 10 mg, magnesio stearato - 5 mg, metilcellulosa - 0,12825 mg, polietilenglicole 6000 - 0,3846 mg, talco - 2,0513 mg, biossido di titanio - 0,641 mg, idrossido di alluminio - 0,641 mg, un copolimero di acido metacrilico e suoi esteri - 1,15385 mg.

10 pezzi. - blister in alluminio / PVC (1) - confezioni di cartone.

effetto farmacologico

Antibiotico del gruppo macrolidico. Ha un effetto batteriostatico dovuto all'inibizione della sintesi proteica da parte dei batteri. Quando si creano alte concentrazioni nel fuoco dell'infiammazione, ha un effetto battericida.

Altamente attivo contro i microrganismi intracellulari: Chlamydia trachomatis e Chlamydia pneumonuae, Mycoplasma pneumoniae, Mycoplasma hominis, Ureaplasma urealyticum, Legionella pneumophila; rispetto ai batteri aerobici gram-positivi: Staphylococcus aureus, Streptococcus pyogenes e Streptococcus pneumoniae (pneumococco), Corynebacterium diphtheriae; batteri aerobici gram-negativi: Neisseria meningitidis, Neisseria gonorrhoeae, Haemophilus influenzae, Bordetella pertussis; contro alcuni batteri anaerobici: peptococco, peptostreptococco, clostridium perfringens.

Josamycin è anche attivo contro Treponema pallidum.

farmacocinetica

Dopo somministrazione orale, la josamicina viene rapidamente assorbita dal tratto digestivo. Con il massimo raggiunto 1-2 ore dopo la somministrazione. 45 minuti dopo l'assunzione di una dose di 1 g, la concentrazione plasmatica media di josamicina è 2,41 mg / l.

Il legame con le proteine ​​plasmatiche non supera il 15%.

Lo stato di equilibrio si raggiunge dopo 2-4 giorni di assunzione regolare.

La Josamicina è ben distribuita nel corpo e si accumula in vari tessuti: polmonare, tessuto linfatico delle tonsille, organi del sistema urinario, pelle e tessuti molli. Concentrazioni particolarmente elevate vengono rilevate nei polmoni, nelle tonsille, nella saliva, nel sudore e nel liquido lacrimale. La concentrazione di josamicina nei leucociti polimorfonucleati umani, nei monociti e nei macrofagi alveolari è circa 20 volte superiore rispetto ad altre cellule del corpo.

La Josamicina è biotrasformata nel fegato in metaboliti meno attivi.

Viene escreto principalmente con la bile, l'escrezione nelle urine è inferiore al 20%.

Indicazioni di sostanze attive del farmaco Wilprafen ®

Apri l'elenco dei codici ICD-10
Codice ICD-10Indicazione
A22antrace
A31.0Infezione polmonare da micobatterio
A36Difterite
A37Pertosse
A38scarlattina
A46Erisipela
A48.1Legionellosi
A50Sifilide congenita
A51Sifilide precoce
A52Sifilide tardiva
A54Infezione da gonococco
A55Linfogranuloma da clamidia (venerea)
A56.0Infezioni da clamidia del tratto urinario inferiore
A56.1Infezioni da clamidia degli organi pelvici e altri organi genito-urinari
A56.4Faringite da clamidia
A70Infezione da Chlamydia psittaci (psittacosi)
B96.0Mycoplasma pneumoniae [M. pneumoniae] come causa di malattie classificate in altri capitoli
H66Otite media purulenta e non specificata
J01Sinusite acuta
J02Faringite acuta
J03Tonsillite acuta
J04Laringite acuta e tracheite
J15Polmonite batterica, non classificata altrove
J15.7Polmonite da Mycoplasma pneumoniae
J16.0Polmonite da clamidia
J20Bronchite acuta
J31Rinite cronica, rinofaringite e faringite
J32Sinusite cronica
J35.0Tonsillite cronica
J37Laringite cronica e laringotracheite
J42Bronchite cronica, non specificata
K05Gengivite e malattia parodontale
K12Stomatite e lesioni correlate
L01Impetigine
L02Ascesso cutaneo, foruncolo e carbonchio
L03flemmone
L08.0pioderma
N10Nefrite tubulointerstiziale acuta (pielonefrite acuta)
N11Nefrite tubulointerstiziale cronica (pielonefrite cronica)
N30Cistite
N34Uretrite e sindrome uretrale
N41Malattie infiammatorie della ghiandola prostatica
N45Orchite ed epididimite
N70Salpingite e ooforite
N71Malattia infiammatoria dell'utero, ad eccezione della cervice (inclusa endometrite, miometrite, metrite, piometra, ascesso uterino)
N72Malattia infiammatoria della cervice (inclusa cervicite, endocervicite, esocervicite)
N73.0Parametrite acuta e cellulite pelvica

Regime di dosaggio

Effetto collaterale

Dal sistema digestivo: raramente - mancanza di appetito, nausea, bruciore di stomaco, vomito, diarrea, colite pseudomembranosa; in alcuni casi - aumento dell'attività delle transaminasi epatiche, deflusso alterato della bile e dell'ittero.

Reazioni allergiche: raramente - orticaria.

Altro: in alcuni casi, compromissione dell'udito transitoria correlata alla dose.

Controindicazioni per l'uso

Applicazione durante la gravidanza e l'allattamento

L'uso durante la gravidanza e l'allattamento è possibile solo nei casi in cui i benefici previsti per la madre superano il rischio potenziale per il feto o il bambino.

Nel trattamento dei macrolidi e nell'uso simultaneo di contraccettivi ormonali, devono essere utilizzati anche contraccettivi non ormonali.

Domanda di violazioni della funzionalità epatica

Domanda di funzionalità renale compromessa

Applicazione nei bambini

istruzioni speciali

In caso di colite pseudomembranosa, la josamicina deve essere interrotta e deve essere prescritta una terapia appropriata. I farmaci che riducono la motilità intestinale sono controindicati.

Nei pazienti con insufficienza renale, è necessaria una correzione del regime posologico in accordo con i valori di QC.

Josamicina non è prescritta per i bambini prematuri. Se usato nei neonati, è necessario controllare la funzionalità epatica.

La possibilità di resistenza crociata a vari antibiotici del gruppo macrolidico deve essere presa in considerazione (ad esempio, i microrganismi resistenti al trattamento con antibiotici correlati agli antibiotici possono anche essere resistenti alla josamicina).

Interazioni farmacologiche

Gli antibiotici batteriostatici possono ridurre l'effetto battericida di altri antibiotici come penicilline e cefalosporine (deve essere evitato l'uso simultaneo di josamicina con penicilline e cefalosporine).

Con l'uso simultaneo di josamicina con lincomicina, è possibile una riduzione dell'efficacia di entrambi i farmaci.

La Josamicina ha meno probabilità di rallentare l'escrezione di teofillina rispetto ad altri antibiotici macrolidi..

La Josamicina rallenta l'eliminazione di terfenadina o astemizolo, aumentando il rischio di aritmie potenzialmente letali.

Ci sono segnalazioni separate di aumento dell'azione vasocostrittore durante l'uso di antibiotici del gruppo alcaloidi macrolidi ed ergot. È stato notato 1 caso di intolleranza all'ergotamina durante l'assunzione di josamicina.

Con l'uso simultaneo di josamicina e ciclosporina, è possibile aumentare la concentrazione di ciclosporina nel plasma sanguigno fino a nefrotossica.

Con l'uso simultaneo di josamicina e digossina, è possibile un aumento del livello di quest'ultimo nel plasma sanguigno.

In rari casi, durante il trattamento con macrolidi, l'effetto contraccettivo dei contraccettivi ormonali può essere insufficiente.

Wilprafen

Prezzi nelle farmacie online:

Wilprafen è un antibiotico macrolidico. Inibendo la sintesi proteica da parte dei batteri, ha un effetto batteriostatico e quando vengono create alte concentrazioni nel fuoco dell'infiammazione, dà un effetto battericida.

Forma e composizione del rilascio

Il principio attivo attivo del farmaco è la josamicina.

Wilprafen è disponibile nelle seguenti forme di dosaggio:

  • Compresse rivestite con film in blister da 10 pezzi. C'è un blister in una scatola di cartone. Ogni compressa contiene 500 mg di josamicina e componenti ausiliari (biossido di silicio colloidale anidro, polisorbato 80, metilcellulosa, magnesio stearato, idrossido di alluminio, microcellulosa, talco, carbossimetilcellulosa di sodio, biossido di titanio e macrogol 6000);
  • Sospensione per somministrazione orale in flaconcini di vetro scuro da 100 ml. In una scatola di cartone, una bottiglia e un misurino graduato da 10 ml. 10 ml di sospensione di Wilprafen contiene 300 mg di josamicina ed eccipienti (sorbitano trioleato, biossido di silicio colloidale anidro, citrato di sodio, microcellulosa, sodio carbossimetilcellulosa, cetilpiridinio cloruro, metilidrossipropilcellulosa, sostanze aromatiche, dimeticone e acqua purificata).

Indicazioni per l'uso

Secondo le istruzioni, Vilprafen è prescritto per il trattamento delle seguenti malattie infettive e infiammatorie causate da microrganismi sensibili alla josamicina:

  • Infezioni otorinolaringoiatriche e del tratto respiratorio superiore, tra cui faringite, sinusite, tonsillite, laringite, paratonsillite e otite media;
  • Infezioni del tratto respiratorio inferiore, inclusa polmonite acquisita in comunità, bronchite acuta e cronica (esacerbazioni);
  • Scarlattina (Vilprafen è prescritto in caso di ipersensibilità agli antibiotici delle serie di penicilline);
  • Difterite (in terapia di associazione con antitossina difterica);
  • Psittacosi;
  • Pertosse;
  • Infezioni in oftalmologia (dacriocistite, blefarite);
  • Infezioni in odontoiatria (pericoronite, alveolite, gengivite, parodontite e ascesso alveolare);
  • Infezioni da ustioni e ferite (incluso postoperatorio);
  • Infezioni dei tessuti molli e della pelle (foruncolosi, foruncolo, antrace, acne, ascesso, follicolite, erisipela, linfoadenite, panaritium, linfangite e flemmone);
  • Malattie del tratto gastrointestinale causate da Helicobacter pylori, tra cui gastrite cronica e ulcera gastrica e 12 ulcera duodenale;
  • Gonorrea, linfogranuloma venereo, sifilide (con maggiore sensibilità alla penicillina);
  • Infezioni genitali e del tratto urinario (cervicite, prostatite, uretrite ed epididimite causate da micoplasmi e / o clamidia).

Controindicazioni

Vi sono le seguenti controindicazioni all'uso di Wilprafen:

  • Ipersensibilità a josamicina o altri componenti del farmaco;
  • Ipersensibilità ad eventuali antibiotici macrolidi;
  • Grave disfunzione epatica;
  • Bambini di peso inferiore a 10 kg.

Metodo di somministrazione e dosaggio

Secondo le istruzioni, Vilprafen viene assunto per via orale, preferibilmente tra i pasti, poiché in questo caso si ottiene la concentrazione ottimale del farmaco nel siero del sangue. Il tablet viene deglutito intero senza masticare. La sospensione è pre-agitata.

Ad adulti e adolescenti di età superiore ai 14 anni vengono prescritti 1-2 g di josamicina, suddivisi in 2-3 dosi. La dose iniziale raccomandata di Wilprafen è di 1 g.

In caso di acne e acne volgare, si consiglia di assumere 500 mg di farmaco due volte al giorno per le prime 2-4 settimane di trattamento, quindi passare a una dose di mantenimento, che è di 500 mg di josamicina al giorno una volta per due mesi..

La durata del corso di terapia è determinata dal medico. La durata del trattamento per le infezioni da streptococco, secondo le raccomandazioni dell'OMS, dovrebbe essere di almeno dieci giorni.

Se salta una dose di Vilprafen, deve immediatamente assumere la dose "dimenticata" del farmaco, ma se è il momento di assumere la pillola successiva, è necessario tornare al normale regime terapeutico. Non prenda una doppia dose.

Con interruzioni o interruzione anticipata del trattamento, diminuisce la probabilità di ottenere il massimo effetto terapeutico.

Effetti collaterali

Quando si utilizza Vilprafen, sono possibili le seguenti reazioni indesiderate:

  • Spesso (dallo 0,01 allo 0,1% dei casi) - nausea e fastidio allo stomaco;
  • Raramente (dallo 0,001 allo 0,01% dei casi) - vomito, disagio addominale, diarrea;
  • Raramente (dallo 0,0001 allo 0,001% dei casi): diminuzione dell'appetito, costipazione, stomatite, reazione anafilattoide, edema di Quincke, orticaria, insufficienza uditiva transitoria (a seconda della dose di Vilprafen);
  • Molto raramente (meno dello 0,0001% dei casi) - colite pseudomembranosa, porpora, eritema multiforme essudativo e dermatite bollosa;
  • Frequenza non determinata - ittero e disfunzione epatica.

istruzioni speciali

Si deve usare cautela quando si utilizza Vilprafen per la diarrea grave persistente, poiché una colite pseudomembranosa pericolosa può svilupparsi sullo sfondo della sua somministrazione..

Nei pazienti con insufficienza renale, il trattamento viene effettuato tenendo conto dei risultati dei test di laboratorio necessari.

Dovrebbe essere presa in considerazione la possibile resistenza crociata a vari antibiotici macrolidi, ovvero i microrganismi resistenti al trattamento con antibiotici simili nella struttura chimica a Wilprafen possono anche essere resistenti alla josamicina.

Il farmaco non influisce sulla capacità di guidare veicoli e di lavorare con altri meccanismi pericolosi.

Analoghi

Analoghi strutturali del farmaco sono Josamycin e Vilprafen Solutab.

Termini e condizioni di conservazione

Secondo le istruzioni, Vilprafen deve essere conservato a una temperatura non superiore a 25 ° C in un luogo buio e asciutto fuori dalla portata dei bambini. Periodo di validità del farmaco - 4 anni.

Trovato un errore nel testo? Selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Vilprafen 500mg 30 pezzi compresse rivestite con film

    Informazioni sul prodotto

Istruzioni per l'uso Vilprafen 500mg 30 pz. compresse rivestite con film

Composizione e forma di rilascio

1 compressa contiene il principio attivo josamicina, in una quantità di 500 mg.

Componenti ausiliari in 1 compressa: polisorbato 80-5 mg; magnesio stearato - 5 mg; cellulosa microcristallina - 101 mg; biossido di silicio colloidale - 14 mg; carmellosa sodica - 10 mg.

Composizione della guaina: polietilenglicole 6000 - 0,3846 mg; metilcellulosa - 0,12825 mg; biossido di titanio - 0,641 mg; talco - 2,0513 mg; copolimero di acido metacrilico e suoi esteri - 1,15385 mg; idrossido di alluminio - 0,641 mg.

Vilprafen è prodotto sotto forma di compresse rivestite con film: biconvesse, oblunghe, quasi bianche o bianche, con rischi su entrambi i lati (10 pezzi. In blister, 1 blister in una scatola di cartone).

Descrizione della forma di dosaggio

Antibiotico macrolidico.

Caratteristica

Wilprafen è un antibiotico del gruppo macrolidico con azione battericida.

farmacocinetica

Dopo somministrazione orale, la josamicina viene assorbita ad alta velocità dal tratto gastrointestinale; l'assunzione di cibo non modifica la sua biodisponibilità. La concentrazione massima della sostanza nel plasma viene raggiunta 1 ora dopo l'ingestione. Quando si assume Vilprafen alla dose di 1 g, il livello massimo del suo principio attivo nel plasma sanguigno è di 2-3 μg / ml. Il grado di legame della josamicina alle proteine ​​plasmatiche è di circa il 15%. Il composto è ben distribuito nei tessuti e negli organi (escluso il cervello) e le sue concentrazioni spesso superano i livelli plasmatici e mantengono l'efficacia terapeutica per lungo tempo. Concentrazioni particolarmente elevate di josamicina si trovano nel liquido lacrimale, nella saliva, nel sudore, nelle tonsille e nei polmoni. Il suo contenuto nell'espettorato supera il contenuto nel plasma di 8-9 volte.

La Josamicina attraversa la barriera placentare e passa nel latte materno. Il composto viene metabolizzato nel fegato, formando metaboliti con minore attività farmacologica. La Josamicina viene escreta principalmente nella bile. La sua emivita è di 1-2 ore, ma questa cifra può essere allungata nei pazienti con disfunzioni epatiche. Il grado di escrezione del farmaco nelle urine non supera il 10%.

farmacodinamica

Il meccanismo d'azione della josamicina è di inibire la produzione di proteine ​​nella cellula microbica, il che è spiegato dal legame reversibile con la subunità 50S del ribosoma. Di solito in concentrazioni terapeutiche, il componente attivo del farmaco è caratterizzato da un effetto batteriostatico, che porta all'inibizione della crescita e della riproduzione dei batteri. Se nel fuoco infiammatorio si creano alte concentrazioni di josamicina, si osservano manifestazioni di un effetto battericida.

Josamicina è attiva contro i seguenti microrganismi:

  • batteri Gram-positivi: Staphylococcus spp. (compresi i ceppi di Staphylococcus aureus sensibili alla meticillina), Peptostreptococcus spp., Streptococcus spp. (compresi Streptococcus pneumoniae e Streptococcus pyogenes), Peptococcus spp., Corynebacterium diphtheriae, Clostridium spp., Listeria monocytogenes, Bacillus anthracis, Propionibacterium acnes;
  • batteri Gram-negativi: Campylobacter jejuni, Neisseria gonorrhoeae, Neisseria meningitides, Helicobacter pylori, Moraxella catarrhalis, Haemophilus influenzae, Haemophilus ducreyi, Legionella spp., Brucella spp., Bordetella spp.;
  • altri: Borrelia burgdorferi, Bacteroides fragilis (la sensibilità alla josamicina può essere variabile), Treponema pallidum, Chlamydia spp. (compresa la Chlamydia trachomatis), Ureaplasma spp., Mycoplasma spp. (compresi Mycoplasma genitalium, Mycoplasma hominis, Mycoplasma pneumoniae), Chlamydophila spp. (compresa la Chlamydophila pneumoniae).

Di norma, le enterobatteriacee sono resistenti alla josamicina, quindi il suo uso influisce in modo insignificante sulla microflora del tratto gastrointestinale (GIT). Il principio attivo dimostra anche attività nella diagnosi di resistenza all'eritromicina e ad altri macrolidi a 14 e 15 membri. La resistenza alla Josamicina è meno comune dei macrolidi a 14 e 15 membri.

Istruzioni

Wilprafen viene assunto per via orale tra i pasti. La compressa deve essere deglutita intera e lavata con un po 'd'acqua.

Per gli adolescenti di età superiore ai 14 anni e gli adulti, la dose giornaliera raccomandata è di 1-2 g di Wilprafen, che deve essere suddivisa in 2-3 dosi. La dose iniziale raccomandata è di 1 g.

In caso di acne vulgaris e acne, durante le prime 2-4 settimane, vengono prescritti 0,5 g di josamicina 2 volte al giorno, quindi, entro 2 mesi, la frequenza d'uso viene ridotta a 0,5 g di josamicina una volta al giorno (come terapia di mantenimento).

La durata del trattamento è di solito determinata dal medico. Secondo le raccomandazioni dell'Organizzazione mondiale della sanità sull'uso di antibiotici, la durata della terapia per le infezioni da streptococco dovrebbe essere di almeno 10 giorni.

Se si dimentica una dose di Vilprafen, è necessario prenderla immediatamente. Nei casi in cui è il momento della dose successiva del farmaco, la dose non deve essere aumentata.

Un'interruzione della terapia o l'interruzione precoce del farmaco riducono le probabilità di successo del trattamento.

Indicazioni per l'uso

Le compresse di Vilprafen da 500 mg sono prescritte per il trattamento di malattie infettive e infiammatorie causate da microrganismi sensibili all'azione del principio attivo (josamicina):

  • Infezioni del tratto respiratorio inferiore - bronchite acuta, pertosse, broncopolmonite, psittacosi, polmonite, inclusa la forma atipica;
  • Infezioni degli organi ENT e del tratto respiratorio superiore - sinusite, tonsillite, paratonsillite, faringite, otite media, laringite;
  • Infezioni orali - malattia parodontale e gengivite;
  • Scarlattina (con ipersensibilità alla penicillina);
  • Difterite (oltre alla terapia con antitossina difterica);
  • Infezioni del tratto genitale e delle vie urinarie: prostatite, uretrite, gonorrea; con ipersensibilità alla penicillina - linfogranuloma venereo, sifilide;
  • Micoplasma (incluso ureaplasma), infezioni da clamidia e miste degli organi genitali e del tratto urinario;
  • Infezioni di tessuti molli e pelle - linfoadenite, linfangite, bolle, piodermite, acne, antrace, erisipela (con ipersensibilità alla penicillina).

Controindicazioni per l'uso

Gravi disturbi funzionali del fegato. Ipersensibilità ai componenti del farmaco e altri antibiotici macrolidi.

Utilizzare durante la gravidanza e i bambini

Le donne in allattamento e in gravidanza devono assumere Wilprafen solo quando i benefici per la salute attesi per la madre superano il possibile rischio per il feto o il bambino..

Effetti collaterali

Durante l'assunzione di Vilprafen, i disturbi possono svilupparsi da vari sistemi del corpo:

  • Tratto gastrointestinale: raramente - bruciore di stomaco, nausea, perdita di appetito, diarrea e vomito. Con grave diarrea persistente, si dovrebbe tenere presente la possibilità di sviluppare una colite pseudomembranosa (pericolosa per la vita) a causa dell'azione di un antibiotico;
  • Apparecchio acustico: in rari casi - compromissione dell'udito transitorio dose-dipendente;
  • Tratto biliare e fegato: in alcuni casi - un aumento transitorio dell'attività degli enzimi epatici nel plasma sanguigno, a volte accompagnato da ittero e alterato deflusso della bile;
  • Reazioni di ipersensibilità: in alcuni casi - reazioni allergiche cutanee (ad esempio orticaria).

Interazioni farmacologiche

L'uso simultaneo di Vilprafen con cefalosporine e penicilline dovrebbe essere evitato.

Se usato insieme a lincomicina, l'efficacia di entrambi i farmaci può diminuire.

Wilprafen rallenta in misura minore l'eliminazione della teofillina rispetto ad altri farmaci antibiotici del gruppo macrolidi.

Con l'uso simultaneo con ciclosporina, è possibile aumentare la sua concentrazione nel plasma sanguigno fino a nefrotossico.

Ci sono segnalazioni di aumento dell'azione vasocostrittore con l'uso combinato di alcaloidi ergot, antibiotici e farmaci del gruppo macrolidi.

Vilprafen rallenta l'eliminazione di astemizolo o terfenadina, aumentando il rischio di aritmie potenzialmente letali.

Con l'uso simultaneo con digossina, è possibile un aumento del livello di quest'ultimo nel plasma sanguigno.

Con l'uso simultaneo del farmaco con contraccettivi ormonali, è inoltre necessario utilizzare contraccettivi non ormonali.

Dosaggio

Vilprafen è prescritto internamente.
Per adulti e bambini di età superiore ai 14 anni, Vilprafen viene prescritto in una dose giornaliera di 1-2 g (sospensione o compresse), di solito in 3 dosi (la prima dose deve essere di almeno 1 g) tra i pasti, le compresse vengono lavate con una piccola quantità di liquido, deglutite intere. Le compresse dispersibili di Vilprafen sono pre-dissolte in acqua.
È preferibile prescrivere Wilprafen sotto forma di sospensione per neonati e bambini di età inferiore a 14 anni. La dose giornaliera raccomandata di Wilprafen per neonati e bambini di età inferiore a 14 anni è di 30-50 mg / kg di peso corporeo, suddivisa in tre dosi. Nei neonati e nei bambini di età inferiore a 3 mesi, la dose di Vilprafen deve essere selezionata esattamente in base al peso corporeo del bambino

Overdose

Ad oggi, non ci sono praticamente informazioni sui sintomi specifici del sovradosaggio di Wilprafen. In questo caso, vale la pena assumere un aumento della gravità delle reazioni collaterali del farmaco, principalmente dal tratto gastrointestinale..

Precauzioni

Con lo sviluppo della colite pseudomembranosa, Wilprafen deve essere annullato e prescritto un trattamento adeguato. L'assunzione di farmaci che riducono la motilità intestinale è controindicata.

I pazienti con insufficienza renale devono regolare il regime posologico in base ai valori di clearance della creatinina (CC).

Secondo le istruzioni, Vilprafen non è prescritto per i bambini prematuri. Se usato nei neonati, la funzionalità epatica deve essere monitorata.

È necessario tenere conto della possibilità di resistenza crociata a vari antibiotici del gruppo macrolidico.

È stato riscontrato che l'uso di Wilprafen non influisce sulla capacità di guidare veicoli e di svolgere tipi di lavoro potenzialmente pericolosi associati all'aumento della concentrazione e della velocità delle reazioni.